Il software che distrugge i link

Le case discografiche potranno rimuovere da sé i link contenuti nel database contestato di mp3board.com. Il sito offre loro, infatti, un distruggi-link che protegge il diritto d'autore


San Rafael (USA) – A quelli di Mp3board.com di certo non manca la fantasia. Hanno infatti presentato nelle scorse ore LinkBlaster, un software distruggilink pensato per consentire alle case discografiche di rimuovere i collegamenti a materiale pirata eventualmente presenti nell’indice di Mp3board.com .

L’idea è di dare ai rappresentanti delle case discografiche la possibilità di smanettare nel database dei link, verificare l’eventuale presenza di link a siti che mettono a disposizione materiale illegale e distruggere quel link, ovvero cancellarlo dal database. Non solo, con una apposita personalizzazione è addirittura possibile cancellare in automatico nuovi link a risorse già notoriamente “illegali”.

I siti “messi all’indice” potranno redigere una dichiarazione che, inviata a Mp3board.com, consentirà loro di rimanere linkati nel database del sitone dedicato alla musica digitale.

La “mossa”, presentata da Mp3board.com come l’equilibrio migliore tra la necessità di proteggere il diritto d’autore e la tecnologia di indicizzazione del web, è naturalmente pensata per dare un nuovo volto al procedimento giudiziario che contrappone il sito ai colossi della discografia americana riuniti nella RIAA .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti