Il W3C vara lo standard per la privacy

Il P3P è al centro delle strategie di molte imprese ma è attaccato dai sostenitori delle libertà digitali. Ora il Consortium lo ha trasformato in raccomandazione ufficiale. EPIC ed altri insistono: è fumo che confonde le idee


Ginevra – E venne dunque il giorno del P3P (Platform for Privacy Preferences) la piattaforma per la privacy online che nelle scorse ore il World Wide Web Consortium (W3C) ha deciso di trasformare in raccomandazione ufficiale, e dunque di destinare il P3P a divenire procedura e riferimento standard per le attività online.

Il P3P, da lungo tempo al centro dell’attenzione è già ampiamente implementato da numerose aziende, come Microsoft, è una piattaforma che sfrutta un’infrastruttura XML pensata per consentire all’utente di decidere di volta in volta se accettare o meno le procedure di policy dei servizi web ai quali sta accedendo con il proprio browser.

Secondo il W3C P3P 1.0 offre un sistema automatizzato, semplice e standard per offrire la gestione dei propri dati personali agli utenti internet.

“Al suo livello base – si legge nel comunicato ufficiale rilasciato dal Consortium – il P3P è una sequenza standard di domande a risposta multipla che coprono tutti gli aspetti più importanti della policy sulla privacy di un sito web. Nel loro insieme, le risposte offrono una versione della policy del sito che il computer dell’utente può interpretare per offrire un quadro chiaro di come i dati personali vengono gestiti dal sito stesso”.

Gli uomini del Consortium guidato da Tim Berners-Lee sembrano quasi entusiasti per la raccomandazione sul P3P. “Con il P3P – ha dichiarato Daniel J. Weitzner, uno dei dirigenti del W3C – consentiamo lo sviluppo di una nuova classe di strumenti e servizi web che aiuteranno gli utenti a proteggere la propria privacy e renderanno più semplici le transazioni elettroniche. Il fatto che il web ora abbia uno standard di riferimento per descrivere le politiche sulla privacy porterà ad un nuovo livello di trasparenza nelle interazioni online”. Lo stesso Berners-Lee ha parlato di punto di svolta.

Ma è davvero così?

A sollevare numerosi dubbi, e non certo da oggi, sono alcuni dei gruppi che maggiormente si battono per le libertà digitali, come l’Electronic Privacy Information Center. Secondo EPIC, infatti, il P3P non solo previene che dati personali degli utenti finiscano comunque sulla rete ma può persino indurre l’utente a ritenere che, grazie a questa tecnologia, il problema della gestione dei dati sia risolto e che dunque si offra un falso senso di sicurezza.

Nel 2000 EPIC pubblicò a questo proposito un lungo rapporto dal titolo inequivocabile, Pretty Poor Privacy: An Assessment of P3P and Internet Privacy , la cui lettura può essere molto utile per comprendere le numerose “falle” di cui sembra soffrire il nuovo standard…

Va detto però che altre associazioni, come il Center for Democracy and Tehcnology , ritengono invece importante il passo del W3C, sottolineando che non è sufficiente ma che può effettivamente essere considerata una novità importante.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    e son contento!
    Uso Mozilla da ormai più di un anno... questi ultimi 3 mesi sono passato per l'esattezza a Galeon (bellissimo ed italianissimo progetto basato sul motire di Mozilla :) :) ).So che non navigo su siti molto esigenti, ma dove vado io Mozilla va alla grande e non fa rimpiangere ne IE ne Netscape 4.Xp.s. dopo che si provano le famose (i "tab") lo rendono poi pratico e semplice da usare.
    • Anonimo scrive:
      Re: e son contento!
      - Scritto da: un lamer
      p.s. dopo che si provano le famose (i "tab")
      lo rendono poi pratico e semplice da usare.Quali "tab"? Ti riferisci alle linguette per avere più pagine nella stessa finestra?Saluti
  • Anonimo scrive:
    Per la REDAZIONE
    Chiedo scusa per l'ora tarda,spero almeno nella giornata di domanimi possiate rispondere;che differenza c'e` tra una releasecandidate e quelle che si sono succedutefinora?cioe` verra` interdetta la possibilita`di avere i sorgenti?o cosa?grazie fin d'ora--------Colgo l'occasione per esprimeretutti il mio disprezzo per una azienda,la Netscape,che si e` perso l'ultima possibilita`che aveva di vincere contro internetexplorer; oggi anche sui mediaquando mostrano un browser c'e`solo IE,non si stupisce piu` nessuno...Pino Silvestrel1vo8f1yv9hw08a001@sneakemail.com
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la REDAZIONE
      - Scritto da: Pino Silvestre...

      che differenza c'e` tra una release
      candidate e quelle che si sono succedute
      finora?Tecnicamente le versioni 0.X sono delle versioni beta e quindi non definitive. Si prevede quindi di aggiungere nuove funzionalità e all'occorrenza eliminare dei bug. Una release candidate è una versione destinata ad essere quella definitiva a meno della scoperta di nuovi bug. Non ci sono quindi più bug noti e nuove funzionalità da introdurre.
      cioe` verra` interdetta la possibilita`
      di avere i sorgenti?No. Non c'entra e non sarà così.
      Colgo l'occasione per esprimere
      tutti il mio disprezzo per una azienda,
      la Netscape,Mozilla è in pratica la versione open di Netscape...
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la REDAZIONE
      Relase candidate e' una versione di prova (ovvero e' la versione del programma candidata, dopo qualche ritocco, a diventare la versione stabile), e' opensource (e ci macherebbe), appena verra' testata da tutti gli utenti verra' rilasciata la versione definitiva, ma prima potrebbero esserci altre rc :)Ciao :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la REDAZIONE
      - Scritto da: Pino Silvestre
      Chiedo scusa per l'ora tarda,
      spero almeno nella giornata di domani
      mi possiate rispondere;

      che differenza c'e` tra una release
      candidate e quelle che si sono succedute
      finora?

      cioe` verra` interdetta la possibilita`
      di avere i sorgenti?

      o cosa?
      grazie fin d'oranon sono della redazione, ma spero di essere ugualmente preciso: la release candidate è una release che di fatto va oltre le versioni 0.x, alpha e beta; vale a dire che è stata fissata come base di sviluppo per la 1.0 e che potenzialmente "potrebbe anche essere" la release definitiva. ma, nel dubbio, viene distribuita per ulteriori test finali. ad essa seguirà molto probabilmente (visti i nuovi bug) una RC2 e poi, se tutto va bene, la 1.0 stabile. per aver un quadro più completo della situazione ti rimando a questa pagina in cui viene illustrato il percorso di sviluppo:http://www.mozilla.org/roadmap.htmlcome vedi, la RC1 è stata appena "staccata" dal tree e tra circa una settimana dovrebbe vedere la luce la 1.0 stabile.per quanto riguarda i sorgenti, credo che possiamo stare tranquilli: per ora non c'è nessunissima intenzione di chiuderli, e anche se qualcuno (chi, poi?) prendesse questa decisione si potrebbe sempre staccare un nuovo branch e continuare a svilupparlo indipendentemente. questa è la potenza dell'opensource!
      --------
      Colgo l'occasione per esprimere
      tutti il mio disprezzo per una azienda,
      la Netscape,
      che si e` perso l'ultima possibilita`
      che aveva di vincere contro internet
      explorer; oggi anche sui media
      quando mostrano un browser c'e`solo IE,
      non si stupisce piu` nessuno...in effetti netscape potrebbe sfruttare l'euforia del momento (del resto NN 6.2 è basato su moz 0.9.4); non è detto che non lo faccia un po' più seriamente al momento del rilascio della 1.0... speriamo bene!
      Pino Silvestre
      l1vo8f1yv9hw08a001@sneakemail.comciaogodz
      • Anonimo scrive:
        Re: Per la REDAZIONE
        - Scritto da: godzilla
        in effetti netscape potrebbe sfruttare
        l'euforia del momento (del resto NN 6.2 è
        basato su moz 0.9.4); non è detto che non lo
        faccia un po' più seriamente al momento del
        rilascio della 1.0... speriamo bene!Se i piani di Netscape non sono cambiati negliultimi mesi dalla release 1.0 di Mozilla dovrebbeuscire Netscape 6.5E' inoltre accertato che sia AOL che Compuservesostituiranno l'engine del loro browser (attualmente IE) con quello di Mozilla e questodara' sicuramente uno scossone nelle statistichedei siti (per lo meno quelli USA).
    • Anonimo scrive:
      Re: Per la REDAZIONE
      - Scritto da: Pino Silvestre
      Chiedo scusa per l'ora tarda,
      spero almeno nella giornata di domani
      mi possiate rispondere;Guarda che non hai mica telefonato :-)
      grazie fin d'ora
      --------
      Colgo l'occasione per esprimere
      Pino Silvestre
      l1vo8f1yv9hw08a001@sneakemail.comQuesto è il forum. Se vuoi porre delle domande alla redazione manda una mail a pi@edmaster.it, ma se devi fare domande di questo tipo falle pure qui, senza indirizzarle alla redazione (che non risponde comunque e soprattutto qui a questo genere di domande)...Saluti
  • Anonimo scrive:
    Ma IE è ultimo.....
    Al di là del fatto che non sono poi così molte (tabelle, celle, stili nelle form, ecc.) le regole necessarie a creare siti che vadano bene sia per IE che per Netscape 4.x (e comunque anche Opera, che ormai ho scelto come browser preferito, ha anche lui qualche problema non indifferente su Java) la verità conclamata è che i problemi son tutti di IE.Cioè è Internet Explorer ad essere fuori standard, ovviamente in totale malafede. Siccome detiene la maggioranza (anche grazie a pratiche fuori norma tipo queste) di fatto arroga a sé la funzione di standard cacciando fuori gli altri browser, soprattutto dalla testa dei creatori di siti.Bisogna però vedere da dove arriva questa maggioranza: evidentemente dal fatto che su tutti i sitemi Windows IE è preinstallato, e pochi hanno voglia di cercare altro.Ma se andiamo a vedere i dati sui downoload di navigatori su CNET (sistemi WINDOWS) scopriamo con interesse che nell'ultima settimana (ed è così da un po') IE non è primo, non è secondo, ma è addirittura terzo, dopo Opera e Netscape.Ecco la classifica (controllate pure su cnet.com, cercate downloads e last week):OPERA: 52369NETSCAPE: 43206IE: 37036(il povero MOZILLA è a quota 881).Ovviamente questa classifica è del tutto parziale, e non tiene (colpevolmente) conto dei dati per altri SO.Purtroppo TUCOWS non mette i numeri dei download, e quindi non si può stilare la classifica. Altri dati?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma IE è ultimo.....

      (il povero MOZILLA è a quota 881).Statistiche di CNet a parte, Mozilla va forte, sono stati registrati migliaia e migliaia di download per la 0.9.9. Considerando che si tratta di un browser "d'elite" è un ottimissimo risultato. Sinceramente, credo sarà Netscape 6 a diffondere pubblicamente le innovazioni di Mozilla, anche se mi piacerebbe che avvenisse diversamente (odio alcuni generi di customizzazioni).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma IE è ultimo.....
        - Scritto da: Svitato

        (il povero MOZILLA è a quota 881).

        Statistiche di CNet a parte, Mozilla va
        forte, sono stati registrati migliaia e
        migliaia di download per la 0.9.9.
        Considerando che si tratta di un browser
        "d'elite" è un ottimissimo risultato.
        Sinceramente, credo sarà Netscape 6 a
        diffondere pubblicamente le innovazioni di
        Mozilla, anche se mi piacerebbe che
        avvenisse diversamente (odio alcuni generi
        di customizzazioni).Non posso che esserne felice. Anch'io l'ho installato, sia su WIN che LINUX, ma non lo uso molto. Lo trovo infatti (come è) molto simile a Netscape, che prima usavo, e ora uso Opera. E Opera mi sembra migliore.Comunque i migliori auguri a Mozilla.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma IE è ultimo.....
          Premettendo che uso Opera come browser predefinito (IE sono costretto ad usarlo x visitare siti con animazioni flash o con applet java pesantucce ), vorrei dire che non mi sorprende molto il fatto che Ie sia ultimo come numero di Downloads.Le versioni di Opera e Mozilla si sussueguono con molta più frequenza rispetto al browser della Microsoft.Inoltre quest'ultimo è build-in nel SO, e chi ha magari una versione più recente,come Win 98 SE o Win Me si tiene il browser che ha,che sia IE 5.5 o 6,dal momento che non ci sono poi queste grosse differenze tra le due versioni.( La gestione dei cookie non è niente di esaltante e quell'odioso menu che compare sulle immagini di certo non aiuta).Di sicuro mi fa piacere che ci siano alternative più che buone a IE,il cui potere sulla piazza è dato in gran parte dai webmaster che fanno siti solo IE-compliant, fregandosene della compatibilità con altri browsers.That's all folksCujo
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            "quell'odioso menu che compare sulle immagini di certo non aiuta"si puo' levare, clic con tasto destro sull'odioso e il resto viene da se'
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma IE è ultimo.....
      - Scritto da: OPEERAio
      Al di là del fatto che non sono poi così
      molte (tabelle, celle, stili nelle form,
      ecc.) le regole necessarie a creare siti che
      vadano bene sia per IE che per Netscape 4.x
      (e comunque anche Opera, che ormai ho scelto
      come browser preferito, ha anche lui qualche
      problema non indifferente su Java) la verità
      conclamata è che i problemi son tutti di IE.

      Cioè è Internet Explorer ad essere fuori
      standard, ovviamente in totale malafede.No, stai esagerando. Internet Explorer è sicuramente il primo browser a larga diffusione che ha cominciato ha considerare seriamente gli standard del W3C. Anzi, molti progressi e potenziamenti dello standard W3C sono proprio dovuti a caratteristiche di Internet Explorer che poi sono state riconosciute come meritevoli di entrare a far parte della versione 4 dell'HTML.E' vero tuttavia che Internet Explorer ha l'abitudine di interpretare con molta più libertà il codice, permettendo anche a Front Page di realizzare pagine correttamente visualizzabili. Ma è vero, dall'altra parte, che la maggior parte dello standard è sempre stato supportato volentieri da Internet Explorer. Cosa che Netscape ha iniziato a fare dalla versione 6 (tre anni dopo l'uscita di IE4!) e Opera dalla 5.Internet Explorer ha parecchi difetti, ma lo spazio che si è guadagnato è di tutto rispetto anche grazie al fatto che è servito a smuovere notevolmente il mondo dell'HTML.Ricordati che Internet Explorer ci ha dato, di riflesso, un Netscape gratuito, ed è diventato il modello - in quanto ad usabilità e interfaccia - di tutti gli sviluppatori di browser.Internet Explorer è il browser di riferimento perché il suo motore è un motore davvero con le palle. E se sviluppi CMS o interfacce di Intranet scopri perché.Ricordati in ogni caso che la storia dei browser l'ha iniziata Netscape, ma Internet Explorer l'ha proseguita e l'ha tenuta viva. Con tutti i vantaggi che ne sono conseguiti. E se ora possiamo scegliere è certo merito dell'attenzione che Microsoft ha dedicato ad IE.
      Ecco la classifica (controllate pure su
      cnet.com, cercate downloads e last week):

      OPERA: 52369
      NETSCAPE: 43206
      IE: 37036

      (il povero MOZILLA è a quota 881).

      Ovviamente questa classifica è del tutto
      parziale, e non tiene (colpevolmente) conto
      dei dati per altri SO.Anche perché Internet Explorer è ormai il browser per eccellenza dei sistemi Mac...I dati che hai fornito comunque non sono affatto indicativi, proprio perché Internet Explorer lo si trova da molte altre parti che da CNet(io per esempio lo aggiorno sempre e solo da WindowsUpdate).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma IE è ultimo.....
        - Scritto da: Giampaolo Bellavite

        No, stai esagerando. Internet Explorer è
        sicuramente il primo browser a larga
        diffusione che ha cominciato ha considerare
        seriamente gli standard del W3C.Non scherziamo nemmeno.Come mai in Dreamweaver esiste un comando apposito di pulizia codice html dalle porcate di Word?E come mai quando si salva in html un documento di Word (e per chi ne lavora tanti nella PO è decisamente la strada + veloce, salvarli in html e poi riformattarli) i casini sui tag incrociati sono naturalmente male interpretati da tutti gli altri browsers (e così deve essere, perché i tag incrociati, cioè chiusure non simmetriche alle aperure, sono del tutto fuori standard) e invece magicamente messi a posto da IE?Non vuol dire forse che in questo caso IE se ne sbatte degli standard W3C e tenta invece in maniera palesemente fraudolenta, con la complicità di Office, di truccare le carte in tavola immettendo errori voluti che solo lui può trasformare in pagine apparentemente corrette?Questo è criminale, e andrebbe punito con un bel cartellino ROSSO (diciamo espulsione e squalifica di IE per almeno 12 mesi)....
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma IE è ultimo.....
          che cosa ha a che fare word con IE? word non è un editor web...lo standard html 4.0 è rispettato da IE, con in più la caratteristica "fogna" (cioè IE fa passare anche molti errori: il che, tuttosommato, non mi sembra una caratteristica negativa)Secondo me, al di la di giudizi sulla policy Microsoft, per piattaforme Winzoz, IE è il miglior browser, Opera non sta alla pari. E anche su MAC, IE 5.1 ha raggiunto una buona qualità.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: commento
            che cosa ha a che fare word con IE? word non
            è un editor web...

            lo standard html 4.0 è rispettato da IE, con
            in più la caratteristica "fogna" (cioè IE fa
            passare anche molti errori: il che,
            tuttosommato, non mi sembra una
            caratteristica negativa)
            Lo ripeto: IE se ne sbatte degli standard W3C e tenta invece in maniera palesemente fraudolenta, con la complicità di Office, di truccare le carte in tavola immettendo errori voluti che solo lui può trasformare in pagine apparentemente corrette
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: OPERAio
            Lo ripeto: IE se ne sbatte degli standard
            W3CVisto che ne sei così sicuro, ora mi aspetto che tu dimostri quanto dici. *Quali standard* non rispetta Internet Explorer?Ma la domanda successiva, è: quali browser invece non hanno mai rispettato completamente gli standard che Internet Explorer, nel bene e nel male, rispetta dalla versione 4?Ti accorgerai che l'unico a rispettare gli standard W3C è sempre stato Amaya. E che Internet Explorer, invece, ha contribuito all'evoluzione dell'HTML in maniera del tutto rispettosa.
            e tenta invece in maniera palesemente
            fraudolenta, con la complicità di Office, di
            truccare le carte in tavola immettendo
            errori voluti che solo lui può trasformare
            in pagine apparentemente corretteE dagli con 'sta storia :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: commento
            in più la caratteristica "fogna" (cioè IE fa
            passare anche molti errori: il che,
            tuttosommato, non mi sembra una
            caratteristica negativa)No, è una cosa TREMENDA!Allora perché non facciamo lo stesso con i compilatori C? Voglio poter scrivere il codice a caso e il compilatore deve capire da solo cosa intendevo!Andiamo... anche Perl ha delle regole...--Comitato per la promozione dei browser validanti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            ahahahahah sei un mito!:-)ciaogodz
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....

            No, è una cosa TREMENDA!
            Allora perché non facciamo lo stesso con i
            compilatori C? Voglio poter scrivere il
            codice a caso e il compilatore deve capire
            da solo cosa intendevo!
            Andiamo... anche Perl ha delle regole...


            --
            Comitato per la promozione dei browser
            validantiesageri....perche' molti rfc (compreso quello di http 1.1)propongono di provare ad interpretare richieste sintatticamente scorrette, ma formalmente valide.E comunque lo standard chiede di ignorare i tag non riconosciuti, non , come fa NS 4.x, non visualizzare la pagina se non chiudo un td...o non visualizzare un bottone se non metto il tag form.ciao
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: maks
            E comunque lo standard chiede di ignorare i
            tag non riconosciuti, non , come fa NS 4.x,
            non visualizzare la pagina se non chiudo un
            td...
            o non visualizzare un bottone se non metto
            il tag form.O vogliamo parlare dei tag NON presenti nel W3C ma proprietari di Netscape 4? :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: maks
            esageri....
            perche' molti rfc (compreso quello di http
            1.1)
            propongono di provare ad interpretare
            richieste sintatticamente scorrette, ma
            formalmente valide.Beh, non sono d'accordo con le RFC, allora...
            E comunque lo standard chiede di ignorare i
            tag non riconosciuti, non , come fa NS 4.x,
            non visualizzare la pagina se non chiudo un
            td...
            o non visualizzare un bottone se non metto
            il tag form.Secondo me sarebbe più giusto che il browser mostrasse un messaggio di errore direttamente in pagina: "Non hai chiuso il " oppure "Non puoi visualizzare un bottone fuori da una form". HTML (ma forse XHTML va meglio come esempio) è un linguaggio formalmente definito e io vorrei che chi lo usa rispettasse le regole della sua grammatica e sono certo che questo risolverebbe gran parte delle incompatibilità tra i browser (non contiamo N4, però :-p). Una volta lo facevano con JavaScript, per esempio, però questo dava fastidio agli utenti ed è stato tolto... perché non hanno insegnato a programmare agli sviluppatori, invece?
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: commento
            lo standard html 4.0 è rispettato da IE, con
            in più la caratteristica "fogna" (cioè IE fa
            passare anche molti errori: il che,
            tuttosommato, non mi sembra una
            caratteristica negativa)Non ci siamo.Vuoi fare un programma? DEVI imparare a programmare, DEVI studiare quel linguaggio, DEVI scrivere correttamente il codice.Se NON sai programmare, NON conosci quel linguaggio e NON scrivi correttamente il codice, il programma non si compilerà nemmeno.L'html non è così complicato; se già è facile, mi sembra assurdo fare i PIGRI, "tanto (con IE) si vede lo stesso, più o meno".Non sai usare l'HTML? Usa un edito *decente*!Vogliamo parlare dei quintali di codice inutile e NON STANDARD che vomita Frontpage?Quelli del W3C si sono fatti un mazzo non indifferente a stabilire degli standard, perchè fare siti coi piedi?Saluti
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma IE è ultimo.....
          - Scritto da: OPERAio


          - Scritto da: Giampaolo Bellavite


          No, stai esagerando. Internet Explorer è

          sicuramente il primo browser a larga

          diffusione che ha cominciato ha
          considerare

          seriamente gli standard del W3C.

          Non scherziamo nemmeno.Bene dimmi quale browser allora ha cominciato a far valere gli standard del W3C.(scusate per l'errore grammaticale al secondo "ha")
          Come mai in Dreamweaver esiste un comando
          apposito di pulizia codice html dalle
          porcate di Word?
          E come mai quando si salva in html un
          documento di Word (e per chi ne lavora tanti
          nella PO è decisamente la strada + veloce,
          salvarli in html e poi riformattarli) i
          casini sui tag incrociati sono naturalmente
          male interpretati da tutti gli altri
          browsers (e così deve essere, perché i tag
          incrociati, cioè chiusure non simmetriche
          alle aperure, sono del tutto fuori standard)
          e invece magicamente messi a posto da IE?Cosa c'entra Word? Il formato HTML di Word contiene quelle "schifezze" perché molte delle formattazioni di Word andrebbero perdute durante l'esportazione in HTML. Nel momento in cui tu riapri con Word l'HTML salvato da Word, recuperi le formattazioni senza alcuna difficoltà e tu puoi continuare a lavorare sul documento HTML come se fosse un documento Word.Non c'entra niente, Word, nel nostro discorso, così come non c'entra Excel che fa la stessa cosa. Dreamweaver ha quel comando "salva-webmaster" perché molto spesso le pagine HTML di Word vanno messe su Internet.
          Non vuol dire forse che in questo caso IE se
          ne sbatte degli standard W3C e tenta invece
          in maniera palesemente fraudolenta, con la
          complicità di Office, di truccare le carte
          in tavola immettendo errori voluti che solo
          lui può trasformare in pagine apparentemente
          corrette?Hai in testa una grande confusione. Spero tu sarai d'accordo con me che il poter interpretare *anche* altri tipi di tag, come fa Internet Explorer, non significa interpretare male quelli del W3C. Le funzionalità di esportazione HTML di Office e la capacità di IE di interpretarle sono un'altra cosa del rispettare gli standard. Non c'entra, insomma, un fico secco.Sbagli a dire che Internet Explorer "se ne sbatte" degli standard perché questo *non* è assolutamente vero, e se hai vissuto un po' come me l'evoluzione di questo browser, ti saresti reso conto di come, fino all'uscita di Mozilla, dovevi fare giri trasversali per far interpretare a Netscape ciò che è standard W3C e ciò che, con la naturalezza più ovvia, Internet Explorer interpretava correttamente da almeno tre anni.Potrei portarti molti esempi: che vanno dal semplice tag IFRAME all'importante XML, al modo con cui - grazie ad Internet Explorer - il CSS ha potuto diffondersi e alle capacità di Netscape 4.79 (sic) di interpretare gli sfondi delle tabelle.
          Questo è criminale, e andrebbe punito con un
          bel cartellino ROSSO (diciamo espulsione e
          squalifica di IE per almeno 12 mesi)....Avrei preferito rispondessi alle mie altre osservazioni invece di dire certe cose senza senso.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma IE è ultimo.....

        E' vero tuttavia che Internet Explorer ha
        l'abitudine di interpretare con molta più
        libertà il codice, permettendo anche a Front
        Page di realizzare pagine correttamente
        visualizzabili. ----

        e ci mancherebbe pure che alla M$ fanno un browser che non visualizza le pagine fatte con quella puzzata di "editor" html...tanto vale scriversi il codice con notepad :-)
        Ma è vero, dall'altra parte, che la maggior
        parte dello standard è sempre stato
        supportato volentieri da Internet Explorer.
        Cosa che Netscape ha iniziato a fare dalla
        versione 6 (tre anni dopo l'uscita di IE4!)
        e Opera dalla 5.----

        Vorrei farti notare che quando NN4 e' uscito supportava tutti gli standard di allora, inoltre il supporto per javascript era standard quello di NN ( sin dalla versione 2 ) e non quello di IE... Il fatto che poi ci siano voluti troppi anni tra il rilascio di NN4.6 e NN6 ( che peraltro era una semiciofeca ) non ha certamente giocato a favore di NN. Conta tra l'altro che Nel frattempo IE veniva incluso dentro Winzozz e questo e SOLO questo ha fatto in modo che avesse cosi' tanta diffusione...
        Ricordati che Internet Explorer ci ha dato,
        di riflesso, un Netscape gratuito----

        vorrei farti notare che ai tempi di Video On Line del mio conterraneo, il floppy conteneva, sia Trumpet Winsock per il collegamento che Netscape...e veniva diffuso GRATUITAMENTE con il giornale... E successivamente le varie versioni di NN venivano date sempre gratuitamente con le varie riviste ( che conservo ancora con cura )... Mi spieghi quindi su che basi fondi la tua affermazione???
        Anche perché Internet Explorer è ormai il
        browser per eccellenza dei sistemi Mac...----

        Funziona che e' una meraviglia :-(((( Peggio che su windows
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma IE è ultimo.....
          - Scritto da: OverLoad
          ----

          e ci mancherebbe pure che alla M$
          fanno un browser che non visualizza le
          pagine fatte con quella puzzata di "editor"
          html...tanto vale scriversi il codice con
          notepad :-)Esatto, per quello dicevo proprio Frontpage: IE è l'unico in grado di interpretare a fondo il suo codice :-)
          ----

          Vorrei farti notare che quando NN4
          e' uscito supportava tutti gli standard di
          allora,Le specifiche HTML 4 sono uscite nel 1997 e Netcape 4 supportava a malapena quelle 3.2. Con tanti di quei bachi che nemmeno ti immagini.Nel momento in cui dovevi fare un nesting di tabelle - e il tag non è mica uno style sheet - impazziva. Dico tabelle per non parlare dei casini che NN4 faceva (fa) con i tag , con i , con gli e chi ne ha più ne metta. Abbiamo dovuto aspettare che IE4 si diffondesse per ottenere qualcosa.
          inoltre il supporto per javascript
          era standard quello di NN ( sin dalla
          versione 2 ) Con tutti i suoi bei bachetti :-)
          e non quello di IE... Già il supporto JS di IE ha anche lui le sue belle falle.
          Conta tra l'altro che Nel
          frattempo IE veniva incluso dentro Winzozz e
          questo e SOLO questo ha fatto in modo che
          avesse cosi' tanta diffusione...Pensa che, se al posto di IE, fosse stato Netscape Navigator 4 ad essere diffuso con Windows - sarebbe stato un grosso guaio: ora saremmo davvero ancora ai tempi dell'HTML 3.2.Per fortuna è andata come è andata e che la gente naviga con un browser davvero degno di questo nome. Che ne sia consapevole o no.
          ----

          vorrei farti notare che ai tempi di
          Video On Line del mio conterraneo, il floppy
          conteneva, sia Trumpet Winsock per il
          collegamento che Netscape...e veniva diffuso
          GRATUITAMENTE con il giornale...Se non ricordo male, Netscape Navigator era gratuito per uso personale. Sono sicuro che fosse shareware, sicuramente per le aziende.Lo ricordo perché al suo tempo, non appena era uscito IE4, la Netscape si rese conto che nessuno avrebbe usato più il suo browser finché fosse stato a pagamento. E infatti fece clamore la decisione di renderlo freeware.Peccato che i vantaggi di Internet Explorer 4 fossero ben altri, che l'essere gratuito, e infatti la manovra di rendere NN freeware non è servita.Probabilmente su VOLftp c'è ancora qualche news a riguardo :-)
          Mi spieghi quindi su che basi fondi la
          tua affermazione???Se cerchi un po' su Internet lo trovi: Netscape Navigator 4.0 era shareware a 60$, la versione Communicator costava se non ricordo sugli 80$.
          ----

          Funziona che e' una meraviglia :-((((
          Peggio che su windowsParlando di standard è davvero molto meglio di IE5 per Windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: Giampaolo Bellavite
            - Scritto da: OverLoad[...][.....][.........]ho capito mezzo apascio :)Ho scaricato mozilla, quindi ora, NON mi darà MAI "Questo programma ha provocato un errore irreversibile e verrà terminato...":)
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: lullaby


            - Scritto da: Giampaolo Bellavite

            - Scritto da: OverLoad
            [...]
            [.....]
            [.........]

            ho capito mezzo apascio :)
            Ho scaricato mozilla, quindi ora, NON mi
            darà MAI "Questo programma ha provocato un
            errore irreversibile e verrà terminato..."

            :)Ho tirato giù pure Opera :)
          • Anonimo scrive:
            telebano
            telebano...
          • Anonimo scrive:
            Re: telebano
            - Scritto da: blackdog
            telebano...Complimenti per la cultura, l'intelligenza e l'acume della risposta...Bravi, bravi, continuiamo così...Saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: Giampaolo Bellavite

            ----

            Funziona che e' una meraviglia
            :-((((

            Peggio che su windows

            Parlando di standard è davvero molto meglio
            di IE5 per Windows. Caspita! Ma se è così difficile fare un motore di rendering per due piattaforme, quelli di Mozilla.org che hanno scritto Gecko che ne supporta mezza dozzina sono proprio dei geni!
          • Anonimo scrive:
            Re: Ma IE è ultimo.....
            - Scritto da: il matto

            Caspita! Ma se è così difficile fare un
            motore di rendering per due piattaforme,
            quelli di Mozilla.org che hanno scritto
            Gecko che ne supporta mezza dozzina sono
            proprio dei geni!
            Non mi sembri polemico: è vero che sono dei geni. Ci hanno messo un po' di tempo, ma il risultato ottenuto mi sembra di tutto rispetto.Tra l'altro Microsoft si muove in maniera completamente diversa nel mondo Macintosh, e assoldando due team diversi per lo stesso browser hanno raggiunto il paradosso...La mia speranza è che Mozilla serva a smuovere nuovamente Internet Explorer e il mondo dei browser, affinché si ritorni all'appassionante gara del "vinca il migliore" (vinta troppo tempo fa da IE).
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma IE è ultimo.....
      l´unico motivo é che IE é purtroppo giá nel 90% dei computer di casa, perché mai uno dovrebbe scaricarselo se é giá incluso al momento dell´acquisto?
  • Anonimo scrive:
    Open vs Closed
    Vediamo chi sarà il miglior browser.Ovviamente intendo Mozilla vs Opera ^___^
    • Anonimo scrive:
      Re: Open vs Closed
      - Scritto da: SiN
      Vediamo chi sarà il miglior browser.
      Ovviamente intendo Mozilla vs Opera ^___^Mi hai letto nel pensiero :-)Saluti
  • Anonimo scrive:
    Seppelliamo Netscape 4.x.
    Auspico che davvero l'imminente rilascio di Mozilla (e successivamente Netscape6.x) possa definitivamente mettere la parola fine all'uso di Netscape4.x.NS4.x è una croce che lo sviluppatore è stato costretto a portare fino ad oggi per assecondare quegli utenti che ancora lo utilizzano.Chi sviluppa pagine web sa bene di cosa parlo, dovendo includere NS4.x nel dominio di compatibilità di un progetto la produttività dimezza grazie ad un DOM assolutamente allo stato embrionale ed alle mille differenze implementative rispetto a IE4+ ed Opera5+.Finalmente da NS6 e Mozilla si è verificata una sorta di convergenza verso un set di funzionalità condivise. Eliminare NS4.x non significa solo aumentare la produttività dello sviluppatore dimezzando i costi ma significa anche liberarsi di una zavorra che ci tiene indietro di almeno 3 anni. Il messaggio di sensibilizzazione forte deve partire dai webmaster cominciando ad escludere NS4.x dal dominio di compatibilità ed invitando l'utente a crescere e non a rimanere agganciato ad un brower così datato.Ci sono naturalmente i paladini di NS4.x che non accetteranno di passare ad altro, ma forse il nuovo Mozilla potrebbe rappresentare la giusta occasione per crescere.Mi auguro che anche voi siate pronti a farlo.Forza Mozilla.Tamerlano
    • Anonimo scrive:
      Re: Seppelliamo Netscape 4.x.

      Finalmente da NS6 e Mozilla si è verificata
      una sorta di convergenza verso un set di
      funzionalità condivise. Eliminare NS4.x non
      significa solo aumentare la produttività
      dello sviluppatore dimezzando i costi ma
      significa anche liberarsi di una zavorra che
      ci tiene indietro di almeno 3 anni. ci vuole tanto per scrivere del codice decente...ma veramente TANTOOOOO...ognitanto faccio view source su alcuni siti...mi viene voglia di strapparmi i capelli...ma chi cazzo vi fa programmare ?????
      • Anonimo scrive:
        Re: Seppelliamo Netscape 4.x.
        - Scritto da: blah
        ci vuole tanto per scrivere del codice
        decente...ma veramente TANTOOOOO...
        ognitanto faccio view source su alcuni
        siti...mi viene voglia di strapparmi i
        capelli...ma chi cazzo vi fa programmare
        ?????La persona a cui rispondi ha solo detto"ns4.x e' vecchio da fare schifo, supporta il dom da fare schifo, e' zeppo di bug ed e' una zavorra tecnologica che non permette di ottere risultati di livello elevato in tempi umani e senza un fiume di grattacapi, dovendolo tenere come minimo comune denominatore dei browser".A questo, che sottoscrivo, aggiungo che i suoi LAYER e ILAYER puo' averli pensati solo un demente.A proposito di demente...
        • Anonimo scrive:
          Re: Seppelliamo Netscape 4.x.

          "ns4.x e' vecchio da fare schifo, supporta
          il dom da fare schifo, e' zeppo di bug ed e'
          una zavorra tecnologica che non permette di
          ottere risultati di livello elevato se si programma minimamente decentemente non ci sono problemi...
          in tempi
          umani e senza un fiume di grattacapi,
          dovendolo tenere come minimo comune
          denominatore dei browser".come no...
          A questo, che sottoscrivo, aggiungo che i
          suoi LAYER e ILAYER puo' averli pensati solo
          un demente.questo e vero...ma mi pare che rispetta abbastanza gli standard...
          A proposito di demente...che sarei io ???? gentile...
          • Anonimo scrive:
            Re: Seppelliamo Netscape 4.x.
            - Scritto da: blah

            "ns4.x e' vecchio da fare schifo, supporta

            il dom da fare schifo, e' zeppo di bug ed e'

            una zavorra tecnologica che non permette di

            ottere risultati di livello elevato
            se si programma minimamente decentemente non
            ci sono problemi...Ma hai mai provato a fare un sito e cercare di mantenerlo come lo hai pensato e sviluppato tu su Opera, IE, Mozilla e poi vederlo su Netscape 4??? Puoi passarci le notti e non è nemmeno garantito che tu ci riesca!
            questo e vero...ma mi pare che rispetta
            abbastanza gli standard...Abbastanza un anno fa, anzi due... Oggi decisamente no, mi chiedo anche perchè continuino a buttar fuori build per questa versione...Saluti
  • Anonimo scrive:
    Compatibilità Internet Explorer
    Se Mozilla non andrà alla ricerca della compatibilità con quello IE, in particolare per quanto riguarda Javascript, non potrà mai recuperare lo svataggio attuale.Che ci piaccia o no sempre più siti e applicazioni web puntano a funzionare con IE e rimandano la compatibilità con altri browser a tempi futuri. Man mano che questo avviene l'affermazione di Windows come unica piattaforma client possibile è sempre più inesorabile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Compatibilità Internet Explorer

      Se Mozilla non andrà alla ricerca della
      compatibilità con quello IE, in particolare
      per quanto riguarda Javascript, non potrà
      mai recuperare lo svataggio attuale.La compatibilita' non deve essere con IE, ma con gli standard HTML: Mozilla e' standard, IE lo e' meno.
      Che ci piaccia o no sempre più siti e
      applicazioni web puntano a funzionare con IE
      e rimandano la compatibilità con altri
      browser a tempi futuri.Se fai il sito www.latortadellanonna.it probabilmente puoi fare una cosa del genere.Se hai un sito serio no.
      • Anonimo scrive:
        Re: Compatibilità Internet Explorer


        Se Mozilla non andrà alla ricerca della

        compatibilità con quello IE, in
        particolare

        per quanto riguarda Javascript, non potrà

        mai recuperare lo svataggio attuale.

        La compatibilita' non deve essere con IE, ma
        con gli standard HTML: Mozilla e' standard,
        IE lo e' meno.


        Che ci piaccia o no sempre più siti e

        applicazioni web puntano a funzionare con
        IE

        e rimandano la compatibilità con altri

        browser a tempi futuri.

        Se fai il sito www.latortadellanonna.it
        probabilmente puoi fare una cosa del genere.
        Se hai un sito serio no.Non è questione di quello che faccio io o fai tu, sto parlando di quello che c'è su Internet, anche nelle migliori famiglie: conosco siti di varie banche e applicazioni web produttori di software di fama mondiale che non si riescono ad usare con Mozilla (tanto il 90% dei client è Windows ...).Smettiamola con la guerra santa è mettiamoci a fare cose utili.
        • Anonimo scrive:
          Re: Compatibilità Internet Explorer
          - Scritto da: Bill

          con gli standard HTML: Mozilla e'

          standard, IE lo e' meno.




          Che ci piaccia o no sempre più siti e


          applicazioni web puntano a funzionare


          con IE e rimandano la compatibilità con


          altri browser a tempi futuri.



          Se fai il sito www.latortadellanonna.it

          probabilmente puoi fare una cosa del genere.

          Se hai un sito serio no.

          Non è questione di quello che faccio io o
          fai tu, sto parlando di quello che c'è su
          Internet, anche nelle migliori famiglie:
          conosco siti di varie banche e applicazioni
          web produttori di software di fama mondiale
          che non si riescono ad usare con Mozilla
          (tanto il 90% dei client è Windows ...).L'errore in questo caso e` di chi fornisce questi servizi. Questi soggetti devono essere avvisati e messi in grado di riparare agli errori.Uno dei passi piu` di successo intrapresi da MS e` stato proprio l'adozione di standard poi modificati, piu` o meno sottobanco (vedi Java...) per rendere il "resto del mondo" incompatibile con WinXX e costringere gli altri ad adattarsi "Tanto il 90% dei client e` sotto Windowze".E` un atteggiamento *errato* a priori. Adattarsi significa solo sbagliare ulteriormente.
          Smettiamola con la guerra santa è mettiamoci
          a fare cose utili.Appunto... Segnaliamo le incompatibilita`, tempestiamo la PA di proteste quando i documenti presentati vengono posti in formato Word anziche' RTF o almeno PDF puro, rimproveriamo le banche perche' pur usando server UNIX o OS/2 continuano a fare siti IE compliant, arrabbiamoci con i produttori di software che cercano di nascondere l'esistenza di formati standard e spingono a tutto spiano i loro, proprietari e soggetti a cambiamenti al solo scopo di vendere una nuova versione... Questo e` utile.Adattarsi significa solo spender denaro che puo` essere utilizzato meglio, imho.
          • Anonimo scrive:
            Re: Compatibilità Internet Explorer
            CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP CLAP per te! :-)amico!- Scritto da: Mentore Siesto
            L'errore in questo caso e` di chi fornisce
            questi servizi. Questi soggetti devono
            essere avvisati e messi in grado di riparare
            agli errori.
            Uno dei passi piu` di successo intrapresi da
            MS e` stato proprio l'adozione di standard
            poi modificati, piu` o meno sottobanco (vedi
            Java...) per rendere il "resto del mondo"
            incompatibile con WinXX e costringere gli
            altri ad adattarsi "Tanto il 90% dei client
            e` sotto Windowze".

            E` un atteggiamento *errato* a priori.
            Adattarsi significa solo sbagliare
            ulteriormente.


            Smettiamola con la guerra santa è
            mettiamoci

            a fare cose utili.

            Appunto... Segnaliamo le incompatibilita`,
            tempestiamo la PA di proteste quando i
            documenti presentati vengono posti in
            formato Word anziche' RTF o almeno PDF puro,
            rimproveriamo le banche perche' pur usando
            server UNIX o OS/2 continuano a fare siti IE
            compliant, arrabbiamoci con i produttori di
            software che cercano di nascondere
            l'esistenza di formati standard e spingono a
            tutto spiano i loro, proprietari e soggetti
            a cambiamenti al solo scopo di vendere una
            nuova versione... Questo e` utile.
            Adattarsi significa solo spender denaro che
            puo` essere utilizzato meglio, imho.
        • Anonimo scrive:
          Re: Compatibilità Internet Explorer
          le cose utili sono rispettare gli standard.quelle NASCONO per essere cose utili.poi arriva qualcuno che lavora male ma ti da la roba gratis, e crea uno standard-lavoro-malequeste non sono cose utili, sono solo politiche dell'arraffa e scappa, non del costruire roba che funziona dappertutto, senza problemi di compatibilità, di sistemi operativi, di soldi, di grafica, di plugin ... ogni browser dovrebbe essere anche parser ... e dovrebbe avvertire i webmaster del mondo inondandoli di e-mail che gli dicono "hai in media un errore ogni 3 righe!"allora capirebbero come COSTRUIRE.Abbasso le facilonerie e i "tiradritto".abbasso flash e il resto dello schifo che è solo immagine e niente sostanza.evviva tutto quello che funziona, che è standard che funzionerebbe anche con macchine piccole e vecchie e poco potenti, con linee telefoniche scarse, con modem vecchi ... che raggiunge anche la provincia più sfigata sul cocuzzolo della montagna, tanto quanto la super T3 in centro a New York, che funziona su un terminale a caratteri tanto quanto su un sistema supergrafikone.- Scritto da: Bill
          Non è questione di quello che faccio io o
          fai tu, sto parlando di quello che c'è su
          Internet, anche nelle migliori famiglie:
          conosco siti di varie banche e applicazioni
          web produttori di software di fama mondiale
          che non si riescono ad usare con Mozilla
          (tanto il 90% dei client è Windows ...).
          Smettiamola con la guerra santa è mettiamoci
          a fare cose utili.
    • Anonimo scrive:
      Re: Compatibilità Internet Explorer
      dipende molto da cosa rimane in rete.Se il free se ne va sempre di più a farsi friggere e se sulla rete rimane sempre più chi è appassionato (tra gli utenti semplici, che non guadagnano nulla) vedremo se sarà chi ama rispettare gli standard a rimanere o chi vuole avere solo zeroproblemi e niente "scientificità" ...difficile da capire, pare.- Scritto da: developer
      Se Mozilla non andrà alla ricerca della
      compatibilità con quello IE, in particolare
      per quanto riguarda Javascript, non potrà
      mai recuperare lo svataggio attuale.

      Che ci piaccia o no sempre più siti e
      applicazioni web puntano a funzionare con IE
      e rimandano la compatibilità con altri
      browser a tempi futuri. Man mano che questo
      avviene l'affermazione di Windows come unica
      piattaforma client possibile è sempre più
      inesorabile.
  • Anonimo scrive:
    :-) ce lo direte vero, alla 1.0?
    ci avvertite vero alle versioni 1.+ ?:-)ve preko!
Chiudi i commenti