In carcere per aver studiato il terrorismo

Ha scaricato un documento dal sito del dipartimento di Giustizia statunitense per compilare una tesi. Ha passato una settimana in carcere insieme al suo collega che però ora rischia il rimpatrio

Roma – Scriveva di terrorismo, ne analizzava le dinamiche, studiava le sfaccettature di un fenomeno tutt’altro che omogeneo. Per completare la panoramica che gli sarebbe servita per laurearsi, ha scaricato da un sito governativo statunitense dei documenti stilati da Al-Qaeda per addestrare le milizie armate. È stato arrestato insieme ad conoscente, che ora rischia di essere rispedito in Algeria, sua patria natale.

L’ Università di Nottingham è in subbuglio da giorni: il 14 maggio un dipendente dell’ateneo ha rinvenuto su un computer un documento che appariva diretta emanazione di Al-Qaeda. Si trattava di un manuale di addestramento adottato dalle milizie terroriste per forgiare attivisti pronti a tutto, un manuale in possesso delle autorità statunitensi e depositato su un server in rete.

Rizwaan Sabir, 22enne sulla strada della laurea, lo aveva scaricato dal sito del Dipartimento della Giustizia statunitense per completare il proprio saggio, una tesi dedicata ad indagare i rapporti tra gli States e i gruppi estremisti in Iraq. Aveva inviato il documento ad un conoscente impiegato presso l’università, Hicham Yezza, perché lo aiutasse a risparmiare qualche penny per la stampa. Pare sia stato un collega di Yezza, allarmato, a diramare le segnalazioni alle forze dell’ordine.

Le autorità hanno fatto irruzione nelle abitazioni dei due giovani, ne hanno sequestrato i computer alla ricerca di ulteriori prove, hanno fermato Sabir e Yezza e li hanno trattenuti senza che sia stata formulata alcuna accusa. Sono stati rilasciati dopo sei giorni: se Sabir potrà continuare a condurre le proprie ricerche, Yezza rischia di essere riaccompagnato nel proprio paese d’origine, sulla base delle leggi vigenti che regolano l’immigrazione.

La rete rumoreggia : si chiede di rivedere i provvedimenti adottati contro Yezza, ci si scaglia contro l’intervento delle forze dell’ordine che hanno agito sulla base di una dibattuta legge britannica che risale al 2000, secondo la quale possedere materiale di stampo terrorista può essere essere equiparato all’intenzione di delinquere. Una legge ampiamente dibattuta, la cui interpretazione che mette sullo stesso piano pensiero e azione, documentarsi e agire, è stata recentemente sbaragliata da un tribunale del Regno Unito.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • 0verture scrive:
    Umh... folder view non mi convince
    Occupa troppo spazio e praticamente non fa niente più di un launcher per cartelle.Sarebbe preferibile un applet stile cassetto o in alternativa fornirgli qualche funzione in più senza dover chiamare in causa dolphin.Nel complesso trovo criticabile anche il contorno delle varie applet: troppo pacchiane, troppo grosse.Ah le barre dove alloggiare la roba sono veramente brutte stilisticamente.
    • Diablo scrive:
      Re: Umh... folder view non mi convince
      Occupa troppo spazio, è simile a windows, è lento bla bla bla.Se parliamo della serie 3.x vi dico che non lo avete usato per più di 10 minuti, visto che è possibile settare ogni singolo aspetto del desktop. Per quello che riguarda la release 4.0, è stata rilasciata in maniera affrettata.In questi giorni ho testato (giusto per evitare di parlare per sentito dire come fa quasi tutta la gente qui, noto) l'svn della versione 4.1. Posso dire che le feature segate nella 4.0 ora ci sono, la stabilità per ora è lontana ma ci sono altri due mesi di tempo prima della release.Quando questo avverrà finalmente potrete riprendere a settare ogni singolo parametro del vostro desktop, per cucirvelo addosso.Evitiamo critiche gratuite fatte senza cognizione di causa.Scusate lo sfogo, ma non ne posso più dei commenti su questa news.
  • ilmassi scrive:
    meglio gnome
    dopo aver provato la 4.0, che altro non era che un'emerita presa per il culo, aspetterò almeno un paio d'anni per ritentare a guardare kde. Non capisco veramente cosa l'abbiano rilasciata a fare, non era nemmeno una beta, e tutti a dire su ai crash di vista, ma per favore. Mi tengo stretta la semplice stabilità e pulizia di gnome.
    • gnubit scrive:
      Re: meglio gnome
      Pienamente d'accordo.Anni fa ho fatto la strada inversa, ho abbandonato gnome per le comodità di KDE.Ora che mi sono riabituato a gnome sarà duro che ritorni a KDE.Anche se però la voglia di testarla è tanta.
      • earlati scrive:
        Re: meglio gnome
        Nemmeno io riesco a capire perche' KDE abbia coscientemente scelto di fare una simile figura di PALTA rilasciando un obbrobrio amatoriale spacciandolo per nuova release di KDE.E pensare che la revisione 3 era cosi' pratica ed evoluta.
    • TLH scrive:
      Re: meglio gnome
      Anche secondo mè è meglio GNOME. KDE mi sembra troppo simile a windows.
  • stefdragon scrive:
    Ho appena usato MacOsX
    Sul Mac del mio capo, per cercare un numero di telefono che aveva salvato in una e-mail.A parte che è andato in Crash appena avviato parallel, costringendomi a spegnere brutalmente il sistema SU SUO STESSO CONSIGLIO, ma fortunatamente non ho dovuto lavorarci sopra per più di 10 minuti, visto che l'avrei scaraventato giù dalla finestra, come altre volte in cui ho dovuto mettervi le mani e constatare che quel pc (dato che altro non è che un pc con una forma un po' particolare) doveva stare ovunque, fuorchè in un ufficio commerciale.Non amo Microsoft, ma preferisco 10.000 volte Xp a OsX.Spero che KDE 4 riesca a creare una sorta di "ponte" che vada dove sta la virtù, ovvero nel mezzo.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 28 maggio 2008 16.25-----------------------------------------------------------
    • saimon e garfanchel scrive:
      Re: Ho appena usato MacOsX
      - Scritto da: stefdragon
      Sul Mac del mio capo, per cercare un numero di
      telefono che aveva salvato in una
      e-mail.
      A parte che è andato in Crash appena avviato
      parallel, costringendomi a spegnere brutalmenteE che c'entra parallel per leggere la mail ?bah
      • stefdragon scrive:
        Re: Ho appena usato MacOsX

        E che c'entra parallel per leggere la mail ?
        bahAh perchè parallel non è il programma di Mac Os per leggere ed inviare e-mail? :DNon sono uno sprovveduto, peccato che per gestire correttamente gli impegni, le convocazioni e le riunioni, utilizziamo i tickets e il calendario di Outlook.E avendo le licenze MsOffice03 per Windows, non ci penso nemmeno a dare altri soldi a Ms per prendere la licenza per Mac, ho preferito virtualizzare una licenza di Xp e installarci sopra Office. Anche perchè mettere in dominio il Mac su una rete 99,99% Win2000, XP e 2003 Server significa crearsi un problema, ma lui ha voluto il Mac per il suo ufficio... e che fare, ci si adatta...Per la cronaca: Il mio capo ha usato MacOsX per 3 giorni, ora appena accende il Mac fa partire Parallel.Ha cercato di utilzzare Iphoto e qualche altro programma, per poi iniziare ad imprecare dicendo "ma l'ho comprato a fare sto coso! Adesso lo prendo a pugni!!!" :)
    • fabio scrive:
      Re: Ho appena usato MacOsX
      io a casa ho Mac OS X (Leopard) mentre al lavoro mi tocca XP... inutile dire che preferisco di gran lunga Mac, un sistema che fa quello che deve senza rompere i cosiddetti agli utenti (con crash che rendono il sistema instabile, deframmentazioni, virus, trojan, dialer e quant'altro)
      • next scrive:
        Re: Ho appena usato MacOsX
        - Scritto da: fabio
        deframmentazioni, virus, trojan, dialer e
        quant'altro)Si deframmenta anche hfs+.Di virus non ce ne sono attualmente solo perchè non è una piattaforma diffusa.Di exploit possibili tramite le applicazioni fornite ce ne sono tanti quanti gli altri sistemi operativi.In compenso safari non ha neanche un filtro anti phishing e mediamente gli utenti os x sono sprovveduti come pochi...
      • stefdragon scrive:
        Re: Ho appena usato MacOsX
        - Scritto da: fabio
        io a casa ho Mac OS X (Leopard) mentre al lavoro
        mi tocca XP... inutile dire che preferisco di
        gran lunga Mac, un sistema che fa quello che deve
        senza rompere i cosiddetti agli utenti (con crash
        che rendono il sistema instabile,
        deframmentazioni, virus, trojan, dialer e
        quant'altro)La tua risposta è sincera e tra quella che ho letto non da Fanboy Apple. Come ripeto io non amo Xp nè sono di parte, sono solo un constatatore di fatti! ;)Non metto becco sul fatto che soffra di meno crash di Xp, poichè non utilizzandolo regolarmente posso giudicare.. a me è capitata questa cosa, subito avviato MacOs, questo mi ha chiesto di "Spegnere tramite il tasto posto sul retro, premendo per 3 secondi, per risolvere un grave crash di sistema"... L'evoluzione del Bsod? E meno male che non crashava mai... :)Per virus, trojan, ecc... è questione di tempo, a breve anche i Mac avranno bisogno di antivirus, dipende dal grado di diffusione che raggiungeranno, e quando i produttori di antivirus vorranno incrementare le proprie vendite.Giustamente tu ti trovi meglio a lavorare su Mac, io su Xp, e dico solo che fai bene perchè giustamente hai trovato la tua interfaccia ideale... Ma da qui a dire che c'è un abisso tra i due sistemi operativi, non ci metterei la mano sul fuoco! Su Vista non mi esprimo, inutilizzabile in molti ambiti. Kde e Gnome stanno migliorando non poco, e iniziano a diffondersi soprattutto grazie alle varie Ubuntu e compagnia!
    • next scrive:
      Re: Ho appena usato MacOsX
      Non ho capito cosa c'entra parallel però sono d'accordo che spotlight può solo migliorare... come sistema di ricerca per i file è poco preciso e incasinato.
    • il signor rossi scrive:
      Re: Ho appena usato MacOsX
      Ho appena usato una Ferrari......che mi ha prestato il mio capo, per andare a prendere la mia ragazza che abita in campagna, dopo un comodo sterrato di 10 km.A parte che la coppa dell'olio è andata in crash sulla prima pietra, costringendomi a chiamare un carro attrezzi SU SUO STESSO CONSIGLIO, ma fortunatamente non ho dovuto guidarla per più di 10 minuti, visto che l'avrei scaraventata giù da un burrone, come altre volte che ho dovuto mettervi le mani e constatare che quell'auto (dato che altro non è che un'auto con una forma un po' particolare) doveva stare ovunque, fuorchè in una strada sterrata.Non amo Fiat, ma preferisco 10.000 volte una Panda a una Ferrari.Tutto questo per dire... sempre la solita storia: non spendi neanche più di 10 minuti per abituarti a un sistema operativo diverso e imparare a usarlo e lo valuti non in base alle sue caratteristiche ma in base all'azione di avviare outlook su parallels per scaricare la posta??? ma il tuo post è uno scherzo o era serio?
      • paZx scrive:
        Re: Ho appena usato MacOsX
        - Scritto da: il signor rossi
        Ho appena usato una Ferrari...
        ...che mi ha prestato il mio capo, per andare a
        prendere la mia ragazza che abita in campagna,
        dopo un comodo sterrato di 10
        km.
        A parte che la coppa dell'olio è andata in crash
        sulla prima pietra, costringendomi a chiamare un
        carro attrezzi SU SUO STESSO CONSIGLIO, ma
        fortunatamente non ho dovuto guidarla per più di
        10 minuti, visto che l'avrei scaraventata giù da
        un burrone, come altre volte che ho dovuto
        mettervi le mani e constatare che quell'auto
        (dato che altro non è che un'auto con una forma
        un po' particolare) doveva stare ovunque, fuorchè
        in una strada
        sterrata.
        Non amo Fiat, ma preferisco 10.000 volte una
        Panda a una
        Ferrari.

        Tutto questo per dire... sempre la solita storia:
        non spendi neanche più di 10 minuti per abituarti
        a un sistema operativo diverso e imparare a
        usarlo e lo valuti non in base alle sue
        caratteristiche ma in base all'azione di avviare
        outlook su parallels per scaricare la posta??? ma
        il tuo post è uno scherzo o era
        serio?Bello, il sarcasmo è calzante al 100%. Inoltre condivido in toto.
      • stefdragon scrive:
        Re: Ho appena usato MacOsX

        Tutto questo per dire... sempre la solita storia:
        non spendi neanche più di 10 minuti per abituarti
        a un sistema operativo diverso e imparare a
        usarlo e lo valuti non in base alle sue
        caratteristiche ma in base all'azione di avviare
        outlook su parallels per scaricare la posta??? ma
        il tuo post è uno scherzo o era
        serio?Carino il tuo Post, peccato che per te quella che è una Ferrari, per me è un macinacaffè di bella presenza!!! :DSai, il problema è che qui in azienda ci muoviamo tutti troppo bene con Xp, e se devo dirti la verità tutti questi Crash, problemi, rallentamenti non li vedo.. anzi!Il mio capo (purtroppo quando un oggetto ti piace, se sei il capo te lo puoi permettere!) usa Mac da 1 anno e mezzo e non fa che lamentarsi. Mi ha chiesto di installare Parallels perchè non ne poteva più di Mac Os, e ora utilizza solo Xp virtualizzato. L'unica cosa che gli interessava in fondo, era la forma. La sostanza non piace nè a me, nè a lui.Ho 15-20 minuiti al giorno per aggiornarmi un po' qui su PI e sui vari siti, per il resto devo mettermi lì e preparare database, organizzare backup, ma soprattutto tirare in piedi il nuovo Gestionale. Di conseguenza, hai ragione, non ho tempo nè voglia di mettermi ad imparare a usare il Mac, in fondo l'ho già fatto con Linux dato che mi sono trovato a gestire server Slackware, Red Hat Enterprise e Debian Like. Ma quando ho cercato di sostiutirlo sul mio Desktop, dopo 2 settimane sono passato alla virtualizzazione di Xp, per poi tornarvi definitivamente.Se perdessi 2 giorni per prendere confidenza con i programmi, e dopo 2 giorni rispondessi che non mi è possibile aprire il gestionale perchè l'applicativo va installato su Windows, e non posso aprire il database commesse perchè lavora condiviso in Access, e altre varie fregnacce, il titolare anzichè il Mac, lancerebbe giù me dalla finestra.Per me resta, rimane e deve rimanere un giocattolo da salotto. Punto. Non ne voglio vedere più uno in ufficio. Ma questa è solo la mia opinione, e potrebbe cambiare in futuro.Ah e comunque, tanto per chiudere...SCAMBIERESTI LA TUA FERRARI CON LA MIA? :D
  • Zago scrive:
    Roba per nerds
    parliamoci chiaramente uso linux principalmente per i miei servers ma sviluppole webapps solo ed esclusivamente su Apple OS X.e questo per una semplice ragione i desktop linux fanno schifo.con questo non sto denigrando la comunita open source dico solo che forse ci vorrebberto piu artisti del free software in quanto questi window manager hanno l'appeal di una scacazzata di vacca.Linux sui server va bene ( FreeBSD/OpenBSD è meglio ) ma perfavore lasciate perdere i desktop che non li sapete fare anche perchè non potete permettervi di pagare degli artistio gente che lavora sull'usabilità come il grande Stiv Jobz.
    • nonsenepuop iu scrive:
      Re: Roba per nerds
      Ma ancora c'è gente al mondo che nel 2008 trova comodo osx?
      • next scrive:
        Re: Roba per nerds
        - Scritto da: nonsenepuop iu
        Ma ancora c'è gente al mondo che nel 2008 trova
        comodo
        osx?Si ma non certo per svilupparci webapps o applicazioni con xcode!
        • Zago scrive:
          Re: Roba per nerds
          - Scritto da: next
          Si ma non certo per svilupparci webapps o
          applicazioni con
          xcode!Infatti io uso TextMate che per inciso piscia in testa a vi e a emacs messi insieme:)
          • next scrive:
            Re: Roba per nerds
            - Scritto da: Zago
            - Scritto da: next

            Si ma non certo per svilupparci webapps o

            applicazioni con

            xcode!

            Infatti io uso TextMate che per inciso piscia in
            testa a vi e a emacs messi
            insieme
            :)Eh beh... paragone perfetto!
          • TLH scrive:
            Re: Roba per nerds
            Questo perchè non li sai usare.
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Roba per nerds
      - Scritto da: Zago
      parliamoci chiaramente uso linux principalmente
      per i miei servers ma sviluppo
      le webapps solo ed esclusivamente su Apple OS X.
      e questo per una semplice ragione
      i desktop linux fanno schifo.Affermazione insensata. Se non li usi, non puoi giudicarli.
      perfavore lasciate perdere i desktop
      che non li sapete fare anche perchè non potete
      permettervi di pagare degli artisti
      o gente che lavora sull'usabilità come il grande
      Stiv Jobz.Alla fine del tuo blateramento, sei in grado di scrivere qualche frase che abbia un contenuto?Cosa non ti piace?Cosa non funziona?Di quali DE stai parlando?Li hai provati tutti?
  • Bartok scrive:
    Re: oltre il sistema file-centrico?
    - Scritto da: abracadabra
    non so cosa si intenda ma lo scopro appena esce
    il nuovo
    kde.
    Non c'è bisogno, basta che leggi riguardo a Nepomuk:http://www.kde-it.org/news.php?extend.32.3http://nepomuk.semanticdesktop.org/xwiki/bin/view/Main1/Cmq come fai a dire che forse hanno sbagliato paradigma se non sai nemmeno di cosa si tratta?Poi quelli sotto che concordano pure... mah
    • bitblaster scrive:
      Re: oltre il sistema file-centrico?
      Si infatti, concordo con te, quello che nell'articolo è stato espresso male è che la filosofia che KDE sta cercando di portare avanti è di avere un concetto di "sematica" dei dati trattati dal computer, un po' come quando catalogando le foto delle vacanze gli "agganciate" delle etichette (tag) per dire "questa foto è stata scattata il 12 marzo a Vienna e c'ero io, mia cugina e mio fratello". Avete aggiunto delle informazioni di merito (semantiche) a un ammasso di bit altrimenti insignificante, che vi permetteranno di recuperare, associare filtrare quella foto e inserirla in vari contesti, in modo opposto al puro vecchio concetto file-centrico per cui posizionavate una foto in un percorso (ad es "foto/marzo/12/vienna") per recuperarla in futuro. In questo senso, aggiunte queste informazioni, in maniera + o meno automatica, a QUALSIASI tipo di file si voglia, qualsiasi programma abbia bisogno di cercare un file lo portrà fare basandosi sulle informazioni semantiche piuttosto che su "dove è fisicamente il file".Spero di non essere stato troppo contorto, pero' l'idea di base è questa, che non è poi così rivoluzionaria (lo fanno già in un certo modo i vari desktop search) se non fosse per il fatto che qui non si indicizzano file solo a posteriori, ma OGNI programma che li elabora, basandosi sui dati della SUA elaborazione, può aggiungere nuovi meta-dati semantici a un file (ad es. pensate di scaricare un'immagine di un cuore, un normale indicizzatore al massimo potrà dargli un significato semantico di "cuore, amore" magari in base al nome del file. Kde invece si propone di vedere cosa ci fate con quell'immagine e di aggiungerle quelle informazioni, cioè se fate una lettera alla vostra ragazza e gli infilate quell'immagine, allora potrà anche avere come tag "Tesoro, poesia, Francesca" ecc.)Poi fra il dire e il fare...
      • bibop scrive:
        Re: oltre il sistema file-centrico?
        riassunto interessante.... veramente... e mi piace la chiosa finale "poi tra il dire e il fare"... i metatag (come li chiama apple su osx) sono una gran bella cosa, certo che sia la macchina a taggare i file mi fa un po' strano... ma allo stato attuale questa quasi intelligenza artificiale che "mette etichette" funziona o e' solo una bolla di sapone??
        • bitblaster scrive:
          Re: oltre il sistema file-centrico?
          Beh allo stato attuale non so risponderti per certo perché è da un pezzo che non uso KDE, quello che posso dirti è che di sicuro vengono utilizzati gli indicizzatori preesistenti(vedi strigi) in automatico. Poi quali programmi "interattivi" effettivamente supportino questa filosofia e quindi tagghino i file che utilizzano non lo so...
  • next scrive:
    Re: convergenza macosx kde
    Mi spieghi perchè molte distro (come ubuntu) tendono a darti come dm principale gnome invece che kde?C'è qualche problema di licenza o copyright o semplicemente gnome è quello che gli utenti preferiscono?
    • il Mule scrive:
      Re: convergenza macosx kde
      Per mio figlio di 7 anni ho installato kubuntu 8.04 con kde4, molto buono e robusto resiste agli assalti quotidiani del piccolo pirata bulldozer senza fare una piega. ubuntu ha gnome, kubuntu ha kde e xubuntu ha xfce; non capisco la domanda... comunque ho dato una risposta.
    • il Mule scrive:
      Re: convergenza macosx kde

      C'è qualche problema di licenza o copyright o
      semplicemente gnome è quello che gli utenti
      preferiscono?Comunque si c'e' qualche problema:GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza Gnu,mentre QT base di kde e' frutto di progetto proprietario rilasciato free con licenza simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come la GPL) resa compatibile, qualche problemino come vedi c'e' e non si tratta di preferenza, perche' secondo me le preferenze degli utenti piu' produttivi sta in kde, mentre per i meno smaliziati c'e' gnu. Punti di vista, ma una base di verita' per il problema sulle licenze e copyright c'e' !!
      • next scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        grazie, era questo che non capivo.Non mi pare che kubuntu e xubuntu siano "spinte" da canonical quanto ubuntu, ma forse mi sbaglio.Se kde4 è così buono perchè la distro principale di canonical è basata su gnome?
        • Juppe scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          Forse perché KDE è leggermente più pesante di Gnome.
          • next scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: Juppe
            Forse perché KDE è leggermente più pesante di
            Gnome.Sinceramente non credo sia quello il motivo.Se è leggermente più pesante ma è meglio non ha senso mettere un DM peggiore.Ok che linux deve girare su macchine di 10 anni fa... ma non esageriamo!
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: il Mule
        Comunque si c'e' qualche problema:
        GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza
        Gnu, mentre QT base di kde e' frutto di progetto
        proprietario rilasciato free con licenza
        simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
        la GPL) resa compatibile, Non è così. Il framework QT è rilasciato con licenza GPL2 e GPL3: http://trolltech.com/company/about/businessmodelL'adozione di uno o l'altro DE è questione di preferenza, non c'è alcun problema legale legato a copyright. Da sottolineare che la scelta predefinita per una distribuzione non è vincolante: è sempre possibile installare ciò che si preferisce. E la scelta dei Window Manager è ben più ampia che quella tra Gnome e KDE: esistono anche Xfce, Enlightenment, Window Maker, Blackbox, Fluxbox, IceWM e decine di altre opzioni.
        secondo me le preferenze degli utenti piu'
        produttivi sta in kde, mentre per i meno
        smaliziati c'e' gnu. GNU non è GNOME. E la produttività con l'uno o l'altro è solo ed esclusivamente questione di preferenze personali ed abitudini di lavoro.
        ma una base di verita' per il problema sulle licenze e
        copyright c'e' !!Del tutto falso. GTK+, QT, GNOME e KDE sono distribuiti tutti con la medesima licenza GNU/GPL.
        • next scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          Ma trolltech non si slinguettava con nokia?
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: next
            Ma trolltech non si slinguettava con nokia?Trolltech è stata acquisita da Nokia. Ma non mi pare che questo c'entri molto. Il sistema delle licenze è quello.
        • il Mule scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org
          Del tutto falso. GTK+, QT, GNOME e KDE sono
          distribuiti tutti con la medesima licenza
          GNU/GPL.Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed esplicitamente scritto e vedere per controllare:progetto proprietario rilasciato free con licenza simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come la GPL) resa compatibileRIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma il progetto e' free in stile bsde' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il prodotto di gnu
          • iHouse scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: il Mule
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org


            Del tutto falso. GTK+, QT, GNOME e KDE sono

            distribuiti tutti con la medesima licenza

            GNU/GPL.

            Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed
            esplicitamente scritto e vedere per
            controllare:

            progetto proprietario rilasciato free con licenza
            simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
            la GPL) resa
            compatibile

            RIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma
            il progetto e' free in stile
            bsd

            e' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il
            prodotto di
            gnu"The Qt Open Source Edition is offered to the Open Source community under Trolltech's Dual Licensing Model. The Open Source Edition is freely available for the development of Open Source software governed by the GNU General Public License (GPL version 3). The Qt Commercial Editions must be used for proprietary, commercial development."http://trolltech.com/products/qt/learnmore/licensi...http://trolltech.com/company/about/businessmodel
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: il Mule
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org


            Del tutto falso. GTK+, QT, GNOME e KDE sono

            distribuiti tutti con la medesima licenza

            GNU/GPL.

            Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed
            esplicitamente scritto e vedere per
            controllare:Quello che hai scritto è ininfluente, dal momento che è sbagliato.
            progetto proprietario rilasciato free con licenza
            simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
            la GPL) resa compatibileFalso. le librerie sono rilasciate con licenza GPL per l'utilizzo in progetti liberi, come KDE.La licenza GPL non ha alcuna 'restrizione'. Leggila.
            RIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma
            il progetto e' free in stile bsdFalso. Informati sul sito di Trolltech.
      • bibop scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: il Mule
        secondo me le preferenze degli utenti piu'
        produttivi sta in kde, mentre per i meno
        smaliziati c'e' gnu. volevi scrivere gnome? se si' la penso diametralmente all'opposto... un professionista vuole essere produttivo su una macchina stabile facilmente configurabile e che presenti poche opzioni/decisioni... c'ha da lavorare...insomma non e' l'utente che deve decidere come deve funzionare il desktopmanager e' lo sviluppatore che prende le scelte di usabilita' migliori... vedi macosx (a parte preferenze personali, insindacabili quanto ininfluenti, osx e' riconosciuto come il sistema operativo con l'interfaccia meglio progettata disponibile oggi)
        • iRoby scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          Ma non esistono mica solo questo tipo di utenti che col computer ci lavorano e basta.Ci sono una miriade di altri utenti, e quelli più smaliziati che il computer lo usano per sfizio, o per programmare, o per cazzeggiare su Internet, possono volere qualcosa di diverso, un'interfaccia personalizzabile, da adattare a PC più o meno veloci, ecc.Sai il mondo è molto grande e non ci sono solo 2-3 tipi di utente.Io per esempio OSX lo trovo limitante, mi sento trattato da stupido da quel sistema operativo. Per tali motivi non mi piace e preferisco Kubuntu Linux.
          • bibop scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            la mia risposta era ad una affermazione che considero scorretta- Scritto da: il Mule
            secondo me le preferenze degli utenti piu'
            produttivi sta in kde, mentre per i meno
            smaliziati c'e' gnu. la produttivita' la si fa su sistemi dove l'usabilita' nn e' un optional ma il fine... se per te osx e' limitante nn e' un problema... fior fiore di studiosi e tecnici ed esperti di usabilita' lo criticano e allo stesso tempo lo prendono a pietra di paragone. se vuoi smanettare, toglieri "sfizi" o ca%%eggiare kde e' perfetto (questo nn vuol dire che e' buono solo per a%%eggiare) io vedo il pc moderno come strumento con il quale "fare" cose senza troppe distrazioni o preoccupazioni. credo che tu abbia centrato perfettamente il bersaglio con "Sai il mondo è molto grande e non ci sono solo 2-3 tipi di utente." fatto e' che la categoria di chi ca%%eggia o smanetta nn credo proprio sia la priorita' di un sistema operativo indirizzato all'utente domestico.
      • FDG scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: il Mule
        mentre QT base di kde e' frutto di progetto
        proprietario rilasciato free con licenza
        simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
        la GPL)No, la licenza open è la GPL. QT è disponibile in dual licensing. GPL per l'open source, commerciale a pagamento per il closed. Se il tuo software è closed devi comprare una licenza perché la licenza open è la GPL e non la LGPL. Le librerie LGPL possono essere infatti usate da software closed. Quelle GPL no.
        • il Mule scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          - Scritto da: FDG
          - Scritto da: il Mule


          mentre QT base di kde e' frutto di progetto

          proprietario rilasciato free con licenza

          simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta
          come

          la GPL)

          No, la licenza open è la GPL. QT è disponibile in
          dual licensing. GPL per l'open source,
          commerciale a pagamento per il closed. Se il tuo
          software è closed devi comprare una licenza
          perché la licenza open è la GPL e non la LGPL. Le
          librerie LGPL possono essere infatti usate da
          software closed. Quelle GPL
          no.Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed esplicitamente scritto e vedere per controllare:progetto proprietario rilasciato free con licenza simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come la GPL) resa compatibileRIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma il progetto e' free in stile bsde' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il prodotto di gnu
          • iHouse scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: il Mule
            - Scritto da: FDG

            - Scritto da: il Mule




            mentre QT base di kde e' frutto di progetto


            proprietario rilasciato free con licenza


            simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta

            come


            la GPL)



            No, la licenza open è la GPL. QT è disponibile
            in

            dual licensing. GPL per l'open source,

            commerciale a pagamento per il closed. Se il tuo

            software è closed devi comprare una licenza

            perché la licenza open è la GPL e non la LGPL.
            Le

            librerie LGPL possono essere infatti usate da

            software closed. Quelle GPL

            no.


            Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed
            esplicitamente scritto e vedere per
            controllare:

            progetto proprietario rilasciato free con licenza
            simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
            la GPL) resa
            compatibile

            RIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma
            il progetto e' free in stile
            bsd

            e' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il
            prodotto di
            gnuInformati meglio: a partire dalla versione 2.2 e' rilasciata sia con QPL (quella di cui stai parlando) che con GPL (quella di RMS). A partire da gennaio 2008 Qt3 e Qt4 sono disponibili sotto licenza GPLv3.
      • burp scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: il Mule

        C'è qualche problema di licenza o copyright o

        semplicemente gnome è quello che gli utenti

        preferiscono?

        Comunque si c'e' qualche problema:
        GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza
        Gnu,
        mentre QT base di kde e' frutto di progetto
        proprietario rilasciato free con licenza
        simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta comenope, le qt sono gpl, e il problema per alcuni e' quello.essendo una libreria gpl puoi scrivere solo programmi compatibili con gpl (o comprare una licenza commerciale)
        la GPL) resa compatibile, qualche problemino come
        vedi c'e' e non si tratta di preferenza, perche'
        secondo me le preferenze degli utenti piu'
        produttivi sta in kde, mentre per i meno
        smaliziati c'e' gnu. Punti di vista, ma una base
        di verita' per il problema sulle licenze e
        copyright c'e'
        !!
      • Fabrizio scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        le qt4 sono sotto licenza GPL3- Scritto da: il Mule

        C'è qualche problema di licenza o copyright o

        semplicemente gnome è quello che gli utenti

        preferiscono?

        Comunque si c'e' qualche problema:
        GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza
        Gnu,
        mentre QT base di kde e' frutto di progetto
        proprietario rilasciato free con licenza
        simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
        la GPL) resa compatibile, qualche problemino come
        vedi c'e' e non si tratta di preferenza, perche'
        secondo me le preferenze degli utenti piu'
        produttivi sta in kde, mentre per i meno
        smaliziati c'e' gnu. Punti di vista, ma una base
        di verita' per il problema sulle licenze e
        copyright c'e'
        !!
      • iHouse scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: il Mule

        C'è qualche problema di licenza o copyright o

        semplicemente gnome è quello che gli utenti

        preferiscono?

        Comunque si c'e' qualche problema:
        GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza
        Gnu,
        mentre QT base di kde e' frutto di progetto
        proprietario rilasciato free con licenza
        simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
        la GPL) resa compatibile, qualche problemino come
        vedi c'e' e non si tratta di preferenza, perche'
        secondo me le preferenze degli utenti piu'
        produttivi sta in kde, mentre per i meno
        smaliziati c'e' gnu. Punti di vista, ma una base
        di verita' per il problema sulle licenze e
        copyright c'e'
        !!"The Qt Open Source Edition is offered to the Open Source community under Trolltech's Dual Licensing Model. The Open Source Edition is freely available for the development of Open Source software governed by the GNU General Public License (GPL version 3). The Qt Commercial Editions must be used for proprietary, commercial development."http://trolltech.com/products/qt/learnmore/licensi...http://trolltech.com/company/about/businessmodel
      • ciko scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        mmm... ti sbagli...la QPL e' stata sostituita dalla GPL per la community edition. "The Open Source Edition of Qt and Qt Jambi is freely available for the development of Open Source software governed by the GNU General Public License (GPL). If you want to do proprietary, commercial development you need to purchase a Qt Commercial Edition."http://trolltech.com/products/qt/learnmore/licensing-pricing/licensing
      • markit scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        GNOME è in LGPL, quindi MENO libera (permette il link a programmi NON GPL) di QT che è in GPL puro.Inizialmente le QT non erano in licenza GPL, per questo è iniziato Gnome.Ora però le cose si sono capovolte, quindi meglio le QT e KDE (almeno da questo punto di vista).
      • eaman1 scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: il Mule

        C'è qualche problema di licenza o copyright o

        semplicemente gnome è quello che gli utenti

        preferiscono?

        Comunque si c'e' qualche problema:
        GTK base di gnome e' frutto di GNU con licenza
        Gnu,
        mentre QT base di kde e' frutto di progetto
        proprietario ...Ma non diciamo cavolate, QT e kde sono sotto GPL da una vita...
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: convergenza macosx kde
      - Scritto da: bibop
      nn ultimo il fatto
      che le qt erano... sono?, non completamente
      opersource... Erano, in origine. Da molti anni il framework QT è rilasciato con licenza GNU/GPL. La scelta tra i due è esclusivamente questione di preferenza.
      • bibop scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        su wikipediaQt (toolkit) alla voce License riportaGPL 2/3, Q Public License, Proprietary...GTK+ alla voce License riporta GNU Lesser General Public Licensediciamo che la questione licenza di gtk, come gnome rispetto a kde, e' piu' semplice:D
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          - Scritto da: bibop
          su wikipedia
          Qt (toolkit) alla voce License riporta GPL 2/3, Q
          Public License, Proprietary...
          GTK+ alla voce License riporta GNU Lesser General
          Public License

          diciamo che la questione licenza di gtk, come
          gnome rispetto a kde, e' piu' semplice:DLe differenze riguardano esclusivamente il software chiuso.GTK+ utilizza la licenza LGPL per permettere l'inclusione delle librerie in progetti proprietari. QT utilizza una licenza proprietaria nel caso in cui si utilizzino in software proprietari. Se parliamo di software libero, come Gnome e KDE, in entrambi i casi la licenza è GNU/GPL, senza alcun problema di licenza o copyright. Come ho scritto prima.
          • il Mule scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: www.aleksfalcone.org
            - Scritto da: bibop

            su wikipedia

            Qt (toolkit) alla voce License riporta GPL 2/3,
            Q

            Public License, Proprietary...

            GTK+ alla voce License riporta GNU Lesser
            General

            Public License



            diciamo che la questione licenza di gtk, come

            gnome rispetto a kde, e' piu' semplice:D

            Le differenze riguardano esclusivamente il
            software
            chiuso.
            GTK+ utilizza la licenza LGPL per permettere
            l'inclusione delle librerie in progetti
            proprietari. QT utilizza una licenza proprietaria
            nel caso in cui si utilizzino in software
            proprietari.


            Se parliamo di software libero, come Gnome e KDE,
            in entrambi i casi la licenza è GNU/GPL, senza
            alcun problema di licenza o copyright. Come ho
            scritto
            prima.Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed esplicitamente scritto e vedere per controllare:progetto proprietario rilasciato free con licenza simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come la GPL) resa compatibileRIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma il progetto e' free in stile bsde' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il prodotto di gnu
          • iHouse scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            "The Qt Open Source Edition is offered to the Open Source community under Trolltech's Dual Licensing Model. The Open Source Edition is freely available for the development of Open Source software governed by the GNU General Public License (GPL version 3). The Qt Commercial Editions must be used for proprietary, commercial development."http://trolltech.com/products/qt/learnmore/licensing-pricing/licensinghttp://trolltech.com/company/about/businessmodel
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: il Mule
            Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed
            esplicitamente scritto e vedere per
            controllare:

            progetto proprietario rilasciato free con licenza
            simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
            la GPL) resa compatibile

            RIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma
            il progetto e' free in stile bsdNiente affatto. Controlla sul sito di Trolltech, non sulle tue stesse frasi: QT è rilasciata sotto licenza GNU/GPL 2 e 3. BSD non c'entra nulla con QT, e nemmeno è una licenza libera propriamente detta, dal momento che non garantisce che il codice libero resti libero sempre. La licenza GNU/GPL non contiene alcuna limitazione alla libertà.
          • Elendil scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: bibop
            le qt opensource hanno delle
            limitazioni... nn conosco quali nn mi interessa,
            non devo programare... ma posso capireDa uno sviluppatore libero professionista.Se non sai quali sono queste limitazioni e non sai quali sono le limitazioni della LGPL è inutile che ne disquisisci. Tutto ciò che scrivi è FUD perché parli senza conoscere nulla dell'argomento. Non puoi capire. Punto.Tanto per dirti il sistema multilicenza di QT da più scelte allo sviluppatore di quante ne dia la semplice LGPL. Proprio il contrario di quanto tu affermi. Il fatto di poter scegliere quale licenza adottare per il proprio software è una libertà in più, non una limitazione.E nei fatti le motivazioni di scelta tra QT e GTK sono dettate da ben altri motivi...
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: bibop
            le qt opensource hanno delle limitazioni... nn conosco
            quali nn mi interessa, non devo programare... Le QT sono licenziate sotto GNU/GPL, per cui non hanno alcuna limitazione. Se sostieni il contrario dovresti almeno spiegare quali, non scrivere semplicemente che non sai quali sono: non ha alcun senso.
            ma posso capire che un
            mantainer possa preferire le gtk per motivi
            filosofici e anche, o anche, per semplificare lo
            sviluppo delle applicazioni della sua distro...Quali motivi 'filosofici'? Quali semplificazioni?La scelta viene fatta unicamente per preferenza personale.
            nn mi importerebbe nulla dei "problemi" di
            licenza... Non ci sono problemi di licenza.
          • bibop scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            da wikipediaQt Open Source Edition "complete" edition, with some exceptions[8], for free software/open source developersQt is available under a dual license, the GPL v2 or v3 with special exception[9] and a proprietary commercial license on all supported platforms. The commercial license allows the final application to be licensed under various free software/open source licenses such as the LGPL or the Artistic License, or a proprietary software license.mi cito "il sistema di licenze di kde e' articolato.." e' fud? sbaglio? ho detto una fesseria? non mi sembra... e cmq la parte centrale e importante del discorso era.... nn mi piace l'approccio all'usabilita' di kde (gusto personale e/o conoscenza di quelle 4 nozioni di usabilita' che per me sono basilari in una gui)
      • il Mule scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        - Scritto da: bibop

        nn ultimo il fatto

        che le qt erano... sono?, non completamente

        opersource...

        Erano, in origine. Da molti anni il framework QT
        è rilasciato con licenza GNU/GPL.


        La scelta tra i due è esclusivamente questione di
        preferenza.Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed esplicitamente scritto e vedere per controllare:progetto proprietario rilasciato free con licenza simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come la GPL) resa compatibileRIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma il progetto e' free in stile bsde' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il prodotto di gnu
        • iHouse scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          - Scritto da: il Mule
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org

          - Scritto da: bibop


          nn ultimo il fatto


          che le qt erano... sono?, non completamente


          opersource...



          Erano, in origine. Da molti anni il framework QT

          è rilasciato con licenza GNU/GPL.





          La scelta tra i due è esclusivamente questione
          di

          preferenza.

          Affermazione falsa in quanto ho chiaramente ed
          esplicitamente scritto e vedere per
          controllare:

          progetto proprietario rilasciato free con licenza
          simil-BSD (cioe' liberissima e non ristretta come
          la GPL) resa
          compatibile

          RIPETO: la licenza e' stata resa compatibile ma
          il progetto e' free in stile
          bsd

          e' ovvio che sia spinto l'altro, cioe' il
          prodotto di
          gnu"The Qt Open Source Edition is offered to the Open Source community under Trolltech's Dual Licensing Model. The Open Source Edition is freely available for the development of Open Source software governed by the GNU General Public License (GPL version 3). The Qt Commercial Editions must be used for proprietary, commercial development."http://trolltech.com/products/qt/learnmore/licensi...http://trolltech.com/company/about/businessmodel
    • Simon the Sorcerer scrive:
      Re: convergenza macosx kde
      - Scritto da: next
      Mi spieghi perchè molte distro (come ubuntu)
      tendono a darti come dm principale gnome invece
      che
      kde?Alcune per questioni di scelte, ad esempio debian vuole creare un sistema gnu, e quindi "esclude" kde a questo scopo, e fornisce versioni di hurd al medesimo scopo; altri per derivazione, ad esempio ubuntu derivata da debian; tuttavia molte distro forniscono kde come scelta di default (slackware ad esempio) e tutte o quasi lo forniscono come scelta opzionale (debian dato che non l'ho ancora citata abbastanza).
      C'è qualche problema di licenza o copyright o
      semplicemente gnome è quello che gli utenti
      preferiscono?Comunque ricordiamoci che i DE inclusi in una distro non sono quelli che gli utenti preferiscono ma quelli che i mantainer preferiscono.
      • next scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        - Scritto da: Simon the Sorcerer
        Comunque ricordiamoci che i DE inclusi in una
        distro non sono quelli che gli utenti
        preferiscono ma quelli che i mantainer
        preferiscono.Non sono d'accordo su quest'ultima cosa che dici.Canonical non vive di aria e non è una onlus. Esiste per diffondere un prodotto che qualcuno deve utilizzare alla fine.Su dstrowatch ubuntu primo posto, kubuntu 15esimo.Non credo la gente scarichi ubuntu per installarci poi sopra kde.O mi sbaglio????
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          - Scritto da: next
          - Scritto da: Simon the Sorcerer


          Comunque ricordiamoci che i DE inclusi in una

          distro non sono quelli che gli utenti

          preferiscono ma quelli che i mantainer

          preferiscono.


          Non sono d'accordo su quest'ultima cosa che dici.
          Canonical non vive di aria e non è una onlus.
          Esiste per diffondere un prodotto che qualcuno
          deve utilizzare alla
          fine.
          Su dstrowatch ubuntu primo posto, kubuntu 15esimo.
          Non credo la gente scarichi ubuntu per
          installarci poi sopra
          kde.
          O mi sbaglio????Io ho installato anche KDE sull'installazione di Ubuntu.
        • iHouse scrive:
          Re: convergenza macosx kde
          - Scritto da: next
          - Scritto da: Simon the Sorcerer


          Comunque ricordiamoci che i DE inclusi in una

          distro non sono quelli che gli utenti

          preferiscono ma quelli che i mantainer

          preferiscono.


          Non sono d'accordo su quest'ultima cosa che dici.
          Canonical non vive di aria e non è una onlus.
          Esiste per diffondere un prodotto che qualcuno
          deve utilizzare alla
          fine.
          Su dstrowatch ubuntu primo posto, kubuntu 15esimo.
          Non credo la gente scarichi ubuntu per
          installarci poi sopra
          kde.
          O mi sbaglio????Sbagli.Non che incida tantissimo, ma conosco una marea di gente che installa KDE su Ubuntu invece di usare Kubuntu in quanto la Kubuntu e' molto meno curata come distro (problemi & instabilita'). Inoltre devi considerare che le statistiche di distrowatch riguardano il numero di visite ai siti delle distribuzioni (non delle distro scaricate) e, nel caso specifico Ubuntu, il sito della distro "madre" e' spesso di passaggio (si va sul sito di ubuntu per beccare il link per la *buntu del caso).A controprova, Ubuntu e' seguita da due distribuzioni che usano KDE come default.Comunque IMHO la classifica di distrowatch non significa nulla (in quanto riguarda il numero di visite dei siti e non di distro scaricate).
          • next scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: iHouse
            Sbagli.
            Non che incida tantissimo, ma conosco una marea
            di gente che installa KDE su Ubuntu invece di
            usare Kubuntu in quanto la Kubuntu e' molto meno
            curata come distro (problemi & instabilita').Non lo sapevo, ho sempre pensato fossero uguali e differissero solo per la disponibilità di gnome e kde.Quindi a che serve kubuntu se è pure instabile??
          • iHouse scrive:
            Re: convergenza macosx kde
            - Scritto da: next
            - Scritto da: iHouse


            Sbagli.

            Non che incida tantissimo, ma conosco una marea

            di gente che installa KDE su Ubuntu invece di

            usare Kubuntu in quanto la Kubuntu e' molto meno

            curata come distro (problemi & instabilita').

            Non lo sapevo, ho sempre pensato fossero uguali e
            differissero solo per la disponibilità di gnome e
            kde.
            Quindi a che serve kubuntu se è pure instabile??In teoria ad usare KDE al posto di GNOME, ma in pratica la Canonical focalizza lo sviluppo sulla Ubuntu, mentre le varie derivate (Kubuntu, Xubuntu, Edubuntu, ecc.) si attaccano. Personalmente ho avuto grossi problemi di riconoscimento hardware con la Kubuntu: dopo vari tentativi, ho messo una Ubuntu (entrambe 7.10) e tutto funzionava alla perfezione...Ovviamente poi ho dovuto installarci su KDE (in quanto il proprietario del notebook in questione detestava GNOME), ma la differenza tra le due distro made in Canonical era abissale...
      • gnubit scrive:
        Re: convergenza macosx kde
        La scelta di slackware per KDE non è stata tanto di preferenza quanto obbligata.Slacware hauna comunita di manteiner molto ridotta ed esistevano numerosi e validissimi progetti di Gnome per Slack.
  • Zhelgadis scrive:
    Re: oltre il sistema file-centrico?

    Il fatto poi che
    oggetto-centrico=
    documento centrico è tutto da
    vedere visto che nel paradigma del OO tutto può
    essere visto come un
    oggetto.D'altronde, in UNIX tutto può essere visto come un file... ;)
  • Funz scrive:
    Re: oltre il sistema file-centrico?
    - Scritto da: abracadabra
    non so cosa si intenda ma lo scopro appena esce
    il nuovo
    kde.
    Si propongono nientemeno che rivoluzionare l'uso che si fa del desktop, rispetto a quanto siamo abituati da lustri. Vedremo :)


    Se non avete capito un tubo del discorso qui
    sopra, e'
    normale.Ho capito abbastanza, mi sto preoccupando :|
  • advange scrive:
    Re: oltre il sistema file-centrico?

    Se non avete capito un tubo del discorso qui
    sopra, e'
    normale.No, anzi, ho capito tutto e condivido...
  • Fabrizio scrive:
    Le icone sul desktop
    Ho sempre usato 2 tipi di icone:- collegamenti ad applicazioni- collegamenti a documenti remoti e/o documenti localiIl primo tipo di icone conb KDE 4.x non è più necessario grazie a krunner, i plasmoidi che permettono di lanciare comandi (ce ne sono 2 uno è su kde-look e va compilato e uno è nei playground) e sopratutto grazie al menù che permette di cercare le voci e/o di mettere dei preferiti.Il secondo tipo di icone ha sempre senso ma può essere rimpiazzato dal plasmoide folder view.Il risultato è che abbiamo un desktop pulito e i nostri documenti sempre in vista (anche se abbiamo 37 finestre semplicemente usando la combinazione di tasti CNTRL + F12 o il plasmoide da mettere sulla barra show desktop.
    • burp scrive:
      Re: Le icone sul desktop
      - Scritto da: Fabrizio
      Ho sempre usato 2 tipi di icone:

      - collegamenti ad applicazioni
      - collegamenti a documenti remoti e/o documenti
      localiil primo tipo e' ancora possibile, basta fare drag and drop dal menu di avvio al desktop o pannello
      Il primo tipo di icone conb KDE 4.x non è più
      necessario grazie a krunner, i plasmoidi che
      permettono di lanciare comandi (ce ne sono 2 uno
      è su kde-look e va compilato e uno è nei
      playground) e sopratutto grazie al menù che
      permette di cercare le voci e/o di mettere dei
      preferiti.
      Il secondo tipo di icone ha sempre senso ma può
      essere rimpiazzato dal plasmoide folder
      view.

      Il risultato è che abbiamo un desktop pulito e i
      nostri documenti sempre in vista (anche se
      abbiamo 37 finestre semplicemente usando la
      combinazione di tasti CNTRL + F12 o il plasmoide
      da mettere sulla barra show
      desktop.
      • Fabrizio scrive:
        Re: Le icone sul desktop
        - Scritto da: burp
        - Scritto da: Fabrizio

        Ho sempre usato 2 tipi di icone:



        - collegamenti ad applicazioni

        - collegamenti a documenti remoti e/o documenti

        locali

        il primo tipo e' ancora possibile, basta fare
        drag and drop dal menu di avvio al desktop o
        pannello
        certo (anche se devi draggarlo sul plasmoide) ma non serve più a niente
    • reXistenZ scrive:
      Re: Le icone sul desktop
      Ho cercato di documentarmi un po' sui "plasmoidi", e confesso di esserne molto attratto. Il problema della pulizia delle icone sul desktop mi ha sempre assillato.Tuttavia... se dovessi definire i plasmoidi, per come li ho visti e intesi io, direi che sono dei widget molto ben fatti, ma sempre dei widget, alla yahoo o alla konfabulator, tanto per capirci. Cè forse qualcosa di più profondo che mi sfugge?
      • anonimo scrive:
        Re: Le icone sul desktop
        - Scritto da: reXistenZ
        Ho cercato di documentarmi un po' sui
        "plasmoidi", e confesso di esserne molto
        attratto. Il problema della pulizia delle icone
        sul desktop mi ha sempre
        assillato.
        Tuttavia... se dovessi definire i plasmoidi, per
        come li ho visti e intesi io, direi che sono dei
        widget molto ben fatti, ma sempre dei widget,
        alla yahoo o alla konfabulator, tanto per
        capirci. Cè forse qualcosa di più profondo che
        mi
        sfugge?Io ogni volta che ne sento parlare vedo un biscotto della Plasmon. Poi penso che quello muscoloso che faceva la pubblicità di quei biscotti è finito in un carcere in egitto.
  • TuttoaSaldo scrive:
    Invito
    Invito chiunque non l'avesse fatto a provare KDE4.L'usabilità e la coerenza del desktop sono enormi.Considerato che siamo agli inizi..Direi che non riesco ad usare altro !!
    • Fabrizio scrive:
      Re: Invito
      - Scritto da: TuttoaSaldo
      Invito chiunque non l'avesse fatto a provare KDE4.
      L'usabilità e la coerenza del desktop sono enormi.
      Considerato che siamo agli inizi..
      Direi che non riesco ad usare altro !!ho iniziato ad usare in pianta stabile kde 4 appena è uscita hardy e non riesco più a lavorare con kde 3.5.x.Da quando ho messo da svn kde 4.1 invece non riesco a lavorare più con Kde 4.0.4 è troppo avanti (anche se il 4.0.4 è piuttosto stabile).
      • Guybrush scrive:
        Re: Invito
        - Scritto da: Fabrizio
        - Scritto da: TuttoaSaldo

        Invito chiunque non l'avesse fatto a provare
        KDE4.

        L'usabilità e la coerenza del desktop sono
        enormi.

        Considerato che siamo agli inizi..

        Direi che non riesco ad usare altro !!

        ho iniziato ad usare in pianta stabile kde 4
        appena è uscita hardy e non riesco più a lavorare
        con kde
        3.5.x.
        Da quando ho messo da svn kde 4.1 invece non
        riesco a lavorare più con Kde 4.0.4 è troppo
        avanti (anche se il 4.0.4 è piuttosto
        stabile).Oh... come mi dispiace :Dio invece riesco a lavorare con tutte, indistintamente.Bella, comunque. Ancora sto con Ubuntu e Gnome, ma devo dire che questa nuova versione di KDE mi piace assai... chissa' come girera' sul mio PIII 800 (dove attualmente rulla l'airone ar dito senza effetti grafici).GT
  • gi no scrive:
    La migliore filosofia
    senza ombra di dubbio. basta con decine di icone nel desktop. Basta con i casini. Con KDE 4.1 anche mio papà riuscirà a non intasare il desktop e a capirci quacosa.Un passo molto ardito quello fatto da team di KDE, ma nella giustissima direzione. mi sembra che anche SymphonyOS avesse fatto una cosa di quel genere... ma con delle applet per gnome. a me erano risultate un pò lente, e quindi l'ho disinstallato, ma la filosofia era perfetta. mi sembra che KDE 4.1 la vada a perfezionare...
  • MAH scrive:
    Ma le QT...
    Da quanto ho capito,sono gratuite solo per la creazione di software opensource.Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.E' un peccato.
    • James scrive:
      Re: Ma le QT...
      - Scritto da: MAH
      Da quanto ho capito,
      sono gratuite solo per la creazione di software
      opensource.

      Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.

      E' un peccato.Allora a te non interessa la libertà, ma avere le cose gratis.Se ti piace la filosofa Free Source dovresti spingere questo modello di sviluppo anche in ambito lavorativo. Il software Free Source può essere venduto. E' un tuo diritto.
    • gino scrive:
      Re: Ma le QT...
      fai software sotto gpl, allora sono sotto gpl pure le qtfai software proprietario, allora sono proprietarie pure lorofanno esattamente quello che vorresti far tut con i tuoi clienti, di che ti arrabbi?
    • dgnstrzhjna fbfastr scrive:
      Re: Ma le QT...
      - Scritto da: MAH
      Da quanto ho capito,
      sono gratuite solo per la creazione di software
      opensource.

      Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.

      E' un peccato.Sono open per chi vuole sviluppare software open source.Sono closed per chi vuole sviluppare closed.Questa è da sempre la politica commerciale delle Qt, di certo non te regalano gratis.
      • Nome e cognome scrive:
        Re: Ma le QT...
        - Scritto da: dgnstrzhjna fbfastr
        Questa è da sempre la politica commerciale delle
        Qt, di certo non te regalano
        gratis.Dissento.Agli albori le QT erano libere. E' solo successivamente che la trolltech (l'azienda mantainer delle QT) ha deciso di chiuderle.Ricordo il clamore che si fece ai tempi. Si credeva che KDE fosse destinato a morire come progetto. Per fortuna non è stato così.Un po' di storia: http://developer.kde.org/documentation/books/kde-2.0-development/ch19lev1sec4.htmlE' sempre bello ricordare :D
        • Dr. House scrive:
          Re: Ma le QT...
          Beh veramente hanno fatto un passo in avanti, le QT sono sempre state commerciali, nel tempo si sono poi avvicinati al free software, prima con la licenza freeQT, poi con la QPL e infine con il dual licensing commerciale/GPL
        • fgnfsgnsfns fnsfns scrive:
          Re: Ma le QT...
          Agli albori le qt erano closed (col sorgente disponibile) ma le concedevano gratis a chi faceva software NON commerciale. Cosi è partito KDE. La licenza era una sola, decisa da trolltech.Ora sono passati alla doppia licenza closed / GPL, la prima è gestita dal produttore la seconda è la GPL che in questo caso garantirebbe lo sviluppo di KDE anche se il produttore abbandona l'attuale politica.Per chi fa software commerciale non è cambiato nulla.
    • il gelato che uccide scrive:
      Re: Ma le QT...
      - Scritto da: MAH
      Da quanto ho capito,
      sono gratuite solo per la creazione di software
      opensource.

      Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.

      E' un peccato.Sono un framework completamente ad oggetti e multipiattaforma, scritto da professionisti per altro di una delle aziende europee più premiate.Sono rilasciate con doppia licenza GPL (addirittura la 3), e non , così se vuoi adottare la GPL 3 non la paghi, se vuoi rilasciare software closed che si innesta sulla GPL paghi e non sei obbligato a rilasciare i sorgenti. A me sembra più che corretto, offre una visione del mercato molto particolare, cioè se io faccio qualcosa di mio e lo vendo, pago chi mi ha permesso di realizzarlo, se lo regalo, lui regala il suo lavoro.Mi sa che è molto più sporco il gioco della Ximian, dove ci vogliono 50 consulenti, per lavorare su un software scritto da ragazzini, farlo diventare qualcosa di sensato, inscatolarlo e venderlo come Novell o Red Hat a 2000 euro.
      • saimon e garfanchel scrive:
        Re: Ma le QT...

        e venderlo come Novell o Red Hat a 2000
        euro.Non so novell, ma redhat ti vende i binari e il supporto.I sorgenti sono _liberamente_ scaricabili da qui:ftp://ftp.redhat.com/pub/redhat/linux/enterprise
    • pentolino scrive:
      Re: Ma le QT...
      come hanno scritto altri non vedo nulla di male nel dual licensing delle QT. Il discorso è molto semplice: lo regaliamo alla comunità open e ci finanziamo facendoci pagare da chi dal software ci guadagna.Penso che se mai mi capitasse di realizzare delle librerie da distribuire all' esterno adotterei lo stesso sistema, io che sono una sorta di talebano del free software :-)
    • Funz scrive:
      Re: Ma le QT...
      - Scritto da: MAH
      Da quanto ho capito,
      sono gratuite solo per la creazione di software
      opensource.

      Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.

      E' un peccato.Furbetto, vorresti approfittare del lavoro di altri e includerlo nel tuo SW a gratis?Se vuoi usarlo puoi, basta che le tue modifiche / aggiunte siano disponibili a tutti.
    • Chitto scrive:
      Re: Ma le QT...
      - Scritto da: MAH
      Da quanto ho capito,
      sono gratuite solo per la creazione di software
      opensource.Si.
      Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.In effetti si tratta di una licenza piuttosto costosa.
      E' un peccato.Bé, a parte il costo troppo elevato della licenza, su cui posso darti ragione, direi che il modello adottato dalle QT non mi pare proprio assurdo, anzi...Con questo loro modello ottieni due cose:1) incoraggi lo sviluppo di SW opensource2) puoi anche farne a meno ma in quel caso contribuisci a finanziare il progetto
    • iRoby scrive:
      Re: Ma le QT...
      Pensa che invece con .NET è tutto chiuso e pagamento. E a conti fatto costa parecchio più caro delle QT.Le QT per lo meno ti danno ANCHE la possibilità di non pagarle se il tuo lavoro lo rilasci con la medesima licenza. Il che significa che puoi anche farti pagare ma devi fornire i sorgenti con licenza GPL.Con .NET paghi sempre e comunque anche se fai software libero e/o gratuito.
      • www.aleksfalcone.org scrive:
        Re: Ma le QT...
        - Scritto da: iRoby
        Pensa che invece con .NET è tutto chiuso e
        pagamento. E a conti fatto costa parecchio più
        caro delle QT.

        Le QT per lo meno ti danno ANCHE la possibilità
        di non pagarle se il tuo lavoro lo rilasci con la
        medesima licenza. Il che significa che puoi anche
        farti pagare ma devi fornire i sorgenti con
        licenza
        GPL.

        Con .NET paghi sempre e comunque anche se fai
        software libero e/o gratuito.Per la precisione, con .NET non puoi fare software libero: la licenza Microsoft sul non è compatibile con la GNU/GPL o simli.
        • MAH scrive:
          Re: Ma le QT...
          - Scritto da: www.aleksfalcone.org
          - Scritto da: iRoby

          Pensa che invece con .NET è tutto chiuso e

          pagamento. E a conti fatto costa parecchio più

          caro delle QT.



          Le QT per lo meno ti danno ANCHE la possibilità

          di non pagarle se il tuo lavoro lo rilasci con
          la

          medesima licenza. Il che significa che puoi
          anche

          farti pagare ma devi fornire i sorgenti con

          licenza

          GPL.



          Con .NET paghi sempre e comunque anche se fai

          software libero e/o gratuito.

          Per la precisione, con .NET non puoi fare
          software libero: la licenza Microsoft sul non è
          compatibile con la GNU/GPL o
          simli.LOLUn programma scritto col .NET framework non puo' essere GPL?A caso google "GPL WPF", il secondo nome è gia' un progetto C#/WPF con licenza GPL
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma le QT...
            - Scritto da: MAH
            LOL
            Un programma scritto col .NET framework non puo'
            essere GPL?

            A caso google "GPL WPF", il secondo nome è gia'
            un progetto C#/WPF con licenza GPLPuoi rilasciare come vuoi il tuo programma, ma le librerie .NET che costituiscono il framework non sono e non possono essere GPL. Quindi il progetto complessivo non sarà mai software libero.
          • MAH scrive:
            Re: Ma le QT...
            Ancora insensato.Il net Framework è parte di Windows, non del progetto.Idem per chi programma con le MFC.Se alla fine vuoi dire che un programma per Windows non può essere libero dillo,ma mi sembra una ...
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma le QT...
            - Scritto da: MAH
            Ancora insensato.
            Il net Framework è parte di Windows, non del
            progetto.
            Idem per chi programma con le MFC.Per far girare il software sono necessarie le librerie runtime. Queste sono parte integrante del software, puoi distribuirle gratuitamente ma non hai accesso al codice, quindi il software completo non può essere considerato software libero. Si tratta di una questione strettamente legale, non è una opinione personale.
            Se alla fine vuoi dire che un programma per
            Windows non può essere libero dillo,Non ho mai pensato di scrivere una stupidaggine simile. Ci sono innumerevoli programmi liberi per Windows. Nessuno di essi, in quanto tale, si basa su librerie chiuse.
      • MAH scrive:
        Re: Ma le QT...
        Quanto costa sviluppare col .NET Framework secondo te?
    • www.aleksfalcone.org scrive:
      Re: Ma le QT...
      - Scritto da: MAH
      Da quanto ho capito,
      sono gratuite solo per la creazione di software
      opensource.

      Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.

      E' un peccato.No, è giusto.Se contribuisci al software libero, usi il software libero. Se vuoi fare software chiuso è giusto che tu paghi il lavoro altrui come software chiuso. La scelta tra libertà e chiusura resta a te. Cosa ci trovi di male?
      • MAH scrive:
        Re: Ma le QT...
        - Scritto da: www.aleksfalcone.org
        - Scritto da: MAH

        Da quanto ho capito,

        sono gratuite solo per la creazione di software

        opensource.



        Altrimenti bisogna pagare licenze costosissime.



        E' un peccato.

        No, è giusto.
        Se contribuisci al software libero, usi il
        software libero. Se vuoi fare software chiuso è
        giusto che tu paghi il lavoro altrui come
        software chiuso.Insomma tu dici che il team che si occupa delle GTK ha cannato politica di licenze,visto che le GTK sono gratuite anche per la produzione di software commerciale ;)
        • www.aleksfalcone.org scrive:
          Re: Ma le QT...
          - Scritto da: MAH
          Insomma tu dici che il team che si occupa delle
          GTK ha cannato politica di licenze,Non ho mai scritto nulla del genere. Dovresti limitarti a comprendere ciò che è scritto, senza interpretare in modi bizzarri. Le librerie GTK+ sono rilasciate con licenza LGPL, una versione scritta espressamente per l'inclusione in progetti di ogni tipo. Cosa ci trovi di sbagliato?
          • MAH scrive:
            Re: Ma le QT...
            Niente è sbagliato,solo che la licenza delle GTKmi sembra piu' libera dell'altra,e mi chiedevo quindi se fosse veramente necessariofar pagare le QT in quel modo.
          • taddeo scrive:
            Re: Ma le QT...
            - Scritto da: MAH
            Niente è sbagliato,

            solo che la licenza delle GTK
            mi sembra piu' libera dell'altra,

            e mi chiedevo quindi se fosse veramente necessario
            far pagare le QT in quel modo.GTK sono sviluppate dalla communityQT sono sviluppate dalla TrolltechSe non vuoi sborsare soldi, rilascia il tuo prodotto sotto GPL. Il tuo comportamento e' perfettamente coerente con quello della Trolltech.
          • MAH scrive:
            Re: Ma le QT...
            Assolutamente giusto,piu' probabilmentemi rivolgero' a un altro toolkit.Onestamente penso che NOKIA, se completeràl'acquisizione di Trolltech,diminuirà drasticamente (azzerera'?) i prezzi,anche per favorire la diffusione delle QTnel mondo qtopia/telefonini.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma le QT...
            - Scritto da: MAH
            Onestamente penso che NOKIA, se completerà
            l'acquisizione di Trolltech,L'acquisizione è già avvenuta.
            diminuirà drasticamente (azzerera'?) i prezzi,
            anche per favorire la diffusione delle QT
            nel mondo qtopia/telefonini.Non vedo motivo di farlo. Nokia è il maggior produttore di apparecchi mobili e Qtopia ha già la doppia licenza. Implementare Qtopia in sistemi liberi non ha costi di licenza, quindi la diffusione non sarà limitata. Diversamente, per sistemi proprietari è a pagamento: non solo è corretto, ma è anche una fonte di guadagno per Trolltech. Perché dovrebbe privarsene?
          • Funz scrive:
            Re: Ma le QT...
            - Scritto da: taddeo
            - Scritto da: MAH

            Niente è sbagliato,



            solo che la licenza delle GTK

            mi sembra piu' libera dell'altra,



            e mi chiedevo quindi se fosse veramente
            necessario

            far pagare le QT in quel modo.

            GTK sono sviluppate dalla community
            QT sono sviluppate dalla Trolltech

            Se non vuoi sborsare soldi, rilascia il tuo
            prodotto sotto GPL. Il tuo comportamento e'
            perfettamente coerente con quello della
            Trolltech.Tra l'altro Gnome stesso era nato proprio perché KDE aveva una licenza restrittiva, al fine di avere un'alternativa completamente libera.
          • www.aleksfalcone.org scrive:
            Re: Ma le QT...
            - Scritto da: MAH
            solo che la licenza delle GTK
            mi sembra piu' libera dell'altra,Solo per i progetti proprietari. Nel qual caso non ha importanza: il risultato è comunque non libero.Per i progetti liberi sono entrambi toolkit liberi, senza differenze.
            e mi chiedevo quindi se fosse veramente necessario
            far pagare le QT in quel modo.Non è una domanda sensata. Chiediti se sia necessario sviluppare un progetto proprietario: se sì, allora che senso ha preoccuparsi della licenza del toolkit utilizzato? Solo perché si paga? Mi pare ipocrita.
  • Gusbertone scrive:
    quanto ci vorrà per il porting?
    qualcuno se la sente di fare qualche pronostico? dubito che prima della fine dell'anno prossimo vedremo tutte le principali applicazioni kdeccose trasportate sulle nuove qt 4, ma so aspettare ^^ in particolare aspetto il porting di digikam, k3b, kile, amarok, kaffeinepoi trollo anche un po': ma una volta che tutto questo ben di dio sarà pronto qualcuno avrà ancora il coraggio di usare gnome e la sua roba fatta con mono? per me solo okular è una ragione per stare su kde
    • Vincent scrive:
      Re: quanto ci vorrà per il porting?
      - Scritto da: Gusbertone
      qualcuno se la sente di fare qualche pronostico?
      dubito che prima della fine dell'anno prossimo
      vedremo tutte le principali applicazioni kdeccose
      trasportate sulle nuove qt 4, ma so aspettare ^^
      in particolare aspetto il porting di digikam,
      k3b, kile, amarok,
      kaffeine

      poi trollo anche un po': ma una volta che tutto
      questo ben di dio sarà pronto qualcuno avrà
      ancora il coraggio di usare gnome e la sua roba
      fatta con mono? per me solo okular è una ragione
      per stare su
      kdeL'unico progetto ufficiale di Gnome che usa Mono è Tomboy, quindi da qui a dire "la sua roba fatta con mono" ce ne corre.Poi mono è un'ottima libreria e con licenza open source. Capisco l'interesse per KDE, ma queste sono proprio polemiche sterili.
      • r1348 scrive:
        Re: quanto ci vorrà per il porting?
        Dimentichi f-spot.
        • Marco scrive:
          Re: quanto ci vorrà per il porting?
          Io uso Gnome è un ottimo DE se vuoi provalo ti farà piacere.E smettiamo di fare i troll.
        • Vincent scrive:
          Re: quanto ci vorrà per il porting?
          - Scritto da: r1348
          Dimentichi f-spot.F-spot non fa parte del progetto GNOME, così come non ne fa parte Pidgin ad esempio (non usa mono, ma lo cito perché è un altro programma che molti credono faccia parte di GNOME solo perché usa GTK+). Questa è la lista di applicazioni GNOME: * aisleriot - A collection of solitaire card games. * Alacarte - Menu editor * Baobab - disk usage analyzer * blackjack - Game * Banter - real time collaboration client focused on the big three: text, voice and video * Brasero - application to burn CD/DVD * Coaster - cd burning application * Cheese - a Photo Booth inspired GNOME application for taking pictures and videos from a webcam * DeskbarApplet - omnipresent versatile search interface * dia - diagram creation tool that supports UML modeling * dogtail - GUI test tool and automation framework written in Python * Drivel - blog client. * Ekiga - Telephony, video conferencing and Voice over IP * Eye of GNOME - Image Viewer * Epiphany - Web Browser * Evince - Document Viewer * File Roller - Archive Creator and Extractor * gattaxx - Game * gcalctool - Calculator * gconf-editor - Advanced Configuration Editor * gdm - X display manager * gedit - Text Editor * Geyes - A goofy little xeyes clone for the GNOME panel. * gfloppy - Floppy disk formatter * glines - Game * gnet - a networking API built atop GTK's GLib library * gnibbles - Game: Apple eating worm * gnobots2 - Game * gnometris - Game * gnome-dictionary * gnome keyring manager - Password manager * gnome-mag - Desktop magnifier * gnome-cd - Audio CD player * gnome control center * gnome-panel - Desktop panel for launching applications and showing applets * gnome-nettool - Network diagnostic tools * gnome-screensaver - Simple screensaver configuration * gnome-screenshot - Take screenshots * gnome-search-tool - Search for files * gnome-system-monitor - Process and resource monitor * gnome-system-tools - System configuration tools * Gnome Terminal - Terminal emulator * gnome-utils * gnome-volume-manager - Daemon to manage speakers, microphone and media * gnomine - Game : Avoid the mines * gnopernicus * gnotravex - Game * gnotski - Game * gok - On-screen keyboard * grecord - Simple sound recording app * gtali - Game * gucharmap - Character map * iagno - Game * logview - Logfile viewer * mahjong - Game * Nautilus - File Manager * nautilus-cd-burner - Simple data CD burner * Novell Evolution - Email Client and PIM * pessulus - Lockdown editor * Preferred applications - Web browser, Mail reader, Text editor and Terminal [1] * Gnome Print Manager - manage print jobs [2] * Same Gnome - Game * Sound Juicer - CD Ripper * sabayon - User profile editor * Tomboy - Note-taking software * Totem - Media Player (sound, video) * Update-manager - GNOME application that manages software updates [3] * vino - VNC server * Yelp - Help viewer * zenity - Show GUI dialogs from scripts
          • Vincent scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            *Specifico che se un'applicazione usa le GNOME libraries non vuol dire che faccia parte di GNOME.
          • il Mule scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            - Scritto da: Vincent
            *Specifico che se un'applicazione usa le GNOME
            libraries non vuol dire che faccia parte di
            GNOME. Ma dipende da esse?
          • Vincent scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            - Scritto da: il Mule
            - Scritto da: Vincent

            *Specifico che se un'applicazione usa le GNOME

            libraries non vuol dire che faccia parte di

            GNOME.
            Ma dipende da esse?Be' ovvio. Il punto era che certi dicono che GNOME dipenda da Mono. In realtà a parte tomboy (che non è obbligatorio mettere) tutte le altre sono applicazioni esterne al progetto GNOME.E' come se io domani uso le librerie di GNOME per fare un mio programma che magari fa anche schifo e la gente si sente in dovere di scrivere: GNOME fa schifo perché adesso c'è quel programma lì.
          • il Mule scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?

            E' come se io domani uso le librerie di GNOME per
            fare un mio programma che magari fa anche schifo
            e la gente si sente in dovere di scrivere: GNOME
            fa schifo perché adesso c'è quel programma
            lì.Pero' viceversa e' anche vero ed il discorso vale pure al contrario... per cui e' vero cio' che scrivi ma e' anche vero che sarebbe un'altra cosa se l'applicazione fosse basata su qt anziche gtk.
          • Vincent scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            - Scritto da: il Mule

            E' come se io domani uso le librerie di GNOME
            per

            fare un mio programma che magari fa anche schifo

            e la gente si sente in dovere di scrivere: GNOME

            fa schifo perché adesso c'è quel programma

            lì.

            Pero' viceversa e' anche vero ed il discorso vale
            pure al contrario... per cui e' vero cio' che
            scrivi ma e' anche vero che sarebbe un'altra cosa
            se l'applicazione fosse basata su qt anziche
            gtk.Sì, ma non c'entra col discorso da cui è partito tutto, cioè che GNOME è una cosa e le applicazioni basate sulle sue librerie un'altra.
          • il Mule scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            Toi ho gia' scritto di questo ma chiarisco: ok non sono la stessa cosa ma sono lo stesso mondo una deriva dall'altra una funziona sull'altra una dipende dall'altra sono interconnesse in un senso. Ed, esempio, io potrei dire che l'applicazione YXZ fa schifo perche' e' basata su gnome...
          • Funz scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            - Scritto da: Vincent
            - Scritto da: il Mule

            - Scritto da: Vincent


            *Specifico che se un'applicazione usa le GNOME


            libraries non vuol dire che faccia parte di


            GNOME.

            Ma dipende da esse?

            Be' ovvio. Il punto era che certi dicono che
            GNOME dipenda da Mono. In realtà a parte tomboy
            (che non è obbligatorio mettere) tutte le altre
            sono applicazioni esterne al progetto
            GNOME.Si può avere una box Gnome completamente priva di Mono, anche se pare ci siano piani per integrare Mono più in profondità dentro Gnome stesso. (fare una ricerca su Pollycoke.net per saperne di più, era una notizia di qualche tempo fa))
          • Vincent scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            - Scritto da: Funz
            - Scritto da: Vincent

            - Scritto da: il Mule


            - Scritto da: Vincent



            *Specifico che se un'applicazione usa le
            GNOME



            libraries non vuol dire che faccia parte di



            GNOME.


            Ma dipende da esse?



            Be' ovvio. Il punto era che certi dicono che

            GNOME dipenda da Mono. In realtà a parte tomboy

            (che non è obbligatorio mettere) tutte le altre

            sono applicazioni esterne al progetto

            GNOME.

            Si può avere una box Gnome completamente priva di
            Mono, anche se pare ci siano piani per integrare
            Mono più in profondità dentro Gnome stesso. (fare
            una ricerca su Pollycoke.net per saperne di più,
            era una notizia di qualche tempo
            fa))Quel sito è peggio di Novella2000 e tecnicamente riporta spesso un sacco di inesattezze. D'altro canto chi lo gestisce mi pare sia un insegnante di inglese o spagnolo. Ha deciso che Mono è il male e allora riporta le notizie come gli fa comodo, sia sul progetto che su Miguel De Icaza. Peccato che molti gonzi sono convinti che invece sia una voce autorevole all'interno della comunità degli sviluppatori e prendono per oro colato tutto quello che dice. Per seguire le cose è meglio non avere intermediari e leggere le fonti originali, tanto è tutto pubblico: ci sono le mailing list e i vari planet.
          • Funz scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            - Scritto da: Vincent
            - Scritto da: Funz

            - Scritto da: VincenMa che ti ha fatto Felipe? :)Trovo il suo blog interessante, informato e anche simpatico da leggere.
            Quel sito è peggio di Novella2000 e tecnicamente
            riporta spesso un sacco di inesattezze. D'altro
            canto chi lo gestisce mi pare sia un insegnante
            di inglese o spagnolo. Ha deciso che Mono è il
            male e allora riporta le notizie come gli fa
            comodo, sia sul progetto che su Miguel De Icaza.Opinione sua, condivisibile o meno
            Peccato che molti gonzi sono convinti che invece
            sia una voce autorevole all'interno della
            comunità degli sviluppatori e prendono per oro
            colato tutto quello che dice.Ognuno può giudicare da sé l'autorevolezza o meno di un sito . Poi se uno è gonzo e crede al primo che capita , problemi suoi :)
            Per seguire le cose è meglio non avere
            intermediari e leggere le fonti originali, tanto
            è tutto pubblico: ci sono le mailing list e i
            vari
            planet.Non ho tempo nè interesse a seguire tutto, è proprio come filtro che trovo utili quei 2-3 blog sul tema che seguo.Se poi voglio andare alle fonti, ci sono sempre i link.
          • Gusbertone scrive:
            Re: quanto ci vorrà per il porting?
            manuel icaza fa parte del progetto gnome, già quello basta hehehe
    • dgnstrzhjna fbfastr scrive:
      Re: quanto ci vorrà per il porting?
      - Scritto da: Gusbertone
      qualcuno se la sente di fare qualche pronostico?
      dubito che prima della fine dell'anno prossimo
      vedremo tutte le principali applicazioni kdeccose
      trasportate sulle nuove qt 4, ma so aspettare ^^
      in particolare aspetto il porting di digikam,
      k3b, kile, amarok,
      kaffeine
      digikam: è praticamente pronto.k3b. sembra che sia quasi prontokile: non lo sokaffeine: mi sa che è in ritardo.ktorrent: è Pronto.amarok: è in fase di sviluppo, non so fino a che punto.
  • gonzalez scrive:
    Ok ma come si prova?
    Domanda:Voglio installare linux con kde 4.1Quale è il modo più semplice?
    • MAH scrive:
      Re: Ok ma come si prova?
      Per farti un'ideapuoi provare il livecd opensusehttp://home.kde.org/~binner/kde-four-live/
      • gonzalez scrive:
        Re: Ok ma come si prova?
        - Scritto da: MAH
        Per farti un'idea
        puoi provare il livecd opensuse

        http://home.kde.org/~binner/kde-four-live/Ma è la 4.1 dell'articolo?Quale sarà la prima distro a mettere kde 4.1?
        • Gusbertone scrive:
          Re: Ok ma come si prova?
          sì è la 4.1 ^^ mah prima distro penso a questo punto la kubuntu che uscirà a ottobre
        • il gelato che uccide scrive:
          Re: Ok ma come si prova?
          - Scritto da: gonzalez
          - Scritto da: MAH

          Per farti un'idea

          puoi provare il livecd opensuse



          http://home.kde.org/~binner/kde-four-live/

          Ma è la 4.1 dell'articolo?

          Quale sarà la prima distro a mettere kde 4.1?Mah ... a occhio la Kubuntu con i repository di launchpad ( anche se poi ti incasinano tutto il sistema ).Molto meglio il liveCD fino ad ottobre e comunque tieni d'occhio il sito :http://www.kubuntu.orgLì se esce qualcosa di nuovo lo sai.
        • eaman1 scrive:
          Re: Ok ma come si prova?
          Io l'ho installata su debian (da experimental) qualche giorno fa.
    • quoto scrive:
      Re: Ok ma come si prova?
      - Scritto da: gonzalez
      Domanda:
      Voglio installare linux con kde 4.1

      Quale è il modo più semplice?Dipende dalla piattaforma che usi, per fedora a breve sarà disponibile sul software update e immagino stesso discorso per la altre piattaforme (kubuntu in primis)
    • Inte73 scrive:
      Re: Ok ma come si prova?
      Sul sito di pollycoke c'e' una guida su come compilare kde da sorgenti con pochissimo sforzo, http://pollycoke.net/2007/10/23/kde-4-per-ubuntu-gutsy-in-un-paio-dore/
    • Funz scrive:
      Re: Ok ma come si prova?
      - Scritto da: gonzalez
      Domanda:
      Voglio installare linux con kde 4.1

      Quale è il modo più semplice?C'è una distribuzione live di SUSE, che no ha bisogno di installazione se vuoi solo fare una prova.http://home.kde.org/~binner/kde-four-live/Oppure installi Kubuntu Hardy con KDE versione 4.04, e segui i tutorial per compilarti / installarti la versione beta di KDE4.1. Ovviamente è cosa da esperti.Non so se esista qualche repository di pacchetti precompilati per i coraggiosi.
    • Delta Plano scrive:
      Re: Ok ma come si prova?
      Il metodo migliore per provare KDE 4 è sicuramente il "KDE Four Live", un CD avviabile con l'ultima versione di KDE:http://home.kde.org/~binner/kde-four-live/Per KDE 4.1 Beta 1 scaricati la ISO v.1.0.80
    • slacky scrive:
      Re: Ok ma come si prova?
      http://www.kde-it.org/page.php?3
  • MAH scrive:
    La novità principale di KDE 4.1
    è il port per Windows e MacOSdelle principali applicazioni.Quihttp://windows.kde.org/troverete l'installer winaro.Attualmente tutto è molto approssimativo,ma sono convinto che prestoWindows sarà la piattaforma idealeanche per le applicazioni KDE ;)
    • Funz scrive:
      Re: La novità principale di KDE 4.1
      - Scritto da: MAH
      è il port per Windows e MacOS
      delle principali applicazioni.

      Qui
      http://windows.kde.org/
      troverete l'installer winaro.

      Attualmente tutto è molto approssimativo,
      ma sono convinto che presto
      Windows sarà la piattaforma ideale
      anche per le applicazioni KDE ;)Non vedo l'ora di avere per Windows K3B (addio a CDBurnerXP Pro e simili), e Amarok, tanto per far rosicare i poveretti incrostati su itunes... :pOvviamente sono soddisfazioni minime, sarebbe veramente bello poter avere Linux anche sul PC di lavoro (quegli stron*i di Autodesk, gli venisse um crampo al cu*o
      _
      • Kyashan scrive:
        Re: La novità principale di KDE 4.1

        Ovviamente sono soddisfazioni minime, sarebbe
        veramente bello poter avere Linux anche sul PC di
        lavoro (quegli stron*i di Autodesk, gli venisse
        um crampo al cu*o
        _
        • Flender scrive:
          Re: La novità principale di KDE 4.1
          Chi altri potra farlo se non tu, Kyashan.
          • Kyashan scrive:
            Re: La novità principale di KDE 4.1
            Flender,mio caro amico/cane robot meno male che ci sei tu a tirarmi su il morale!
          • Isao Sasaki scrive:
            Re: La novità principale di KDE 4.1
            Hibike Kyashan!Tatake Kyashan!Kudake Kyashan!Uwasa ni kikoeta sugoi yatsukick atack denkou punchumarekawatta fugimi no karadaandoro gundan taosumademoeru ikari wo bucimakaseflender jet!Sonzou ningen KyashanKyashan Kyashan
          • koteko scrive:
            Re: La novità principale di KDE 4.1
            ehhh??? :|
          • Funz scrive:
            Re: La novità principale di KDE 4.1
            - Scritto da: Isao SasakiLa canti a memoria sotto la doccia? :pPenso di si, perchè
            Sonzou ningen Kyashansarebbe Shinzoningen Casshern :p
      • nonsenepuop iu scrive:
        Re: La novità principale di KDE 4.1
        Alla Autodesk sviluppo applicativi per lavorare non per cazzeggiare! ;)
        • Funz scrive:
          Re: La novità principale di KDE 4.1
          - Scritto da: nonsenepuop iu
          Alla Autodesk sviluppo applicativi per lavorare
          non per cazzeggiare!
          ;)Ecco, ti venisse un crampo al cu*o perché mi obblighi a stare su Windows tutti i giorni lavorativi della mia vita :( :p
      • Sgabbio scrive:
        Re: La novità principale di KDE 4.1
        su windows uso il winamp V_V
    • tres scrive:
      LA 4.0
      Avevo testato la 4.0 di kde e devo dire che graficamente è davvero molto bello ma mi si impallava di continuo...A sto punto meglio gnome...
      • quoto scrive:
        Re: LA 4.0
        - Scritto da: tres
        Avevo testato la 4.0 di kde e devo dire che
        graficamente è davvero molto bello ma mi si
        impallava di
        continuo...
        A sto punto meglio gnome...Non diciamo eresie, era solo il caso di restare con la 3 fino all'uscita della 4.1 (tra l'altro era stato pienamente discusso il fatto che la 4.0 non era matura all'uscita ma sarebbe cresciuta in seguito)
        • dorylinux scrive:
          Re: LA 4.0
          la uso tutti i giorni (14 ore al giorno) da quando è uscita, l' ho scaricata da quì
          http://cdimage.ubuntu.com/kubuntu/releases/8.04/release/kubuntu-8.04-desktop-amd64.iso.torrente non và mai in blocco.Avevo provato la versione Kde 3.5.9 ed poi installato anche il de Kde4 ed è li che mi si bloccava sempre. Da quando ho installato la versione KDE4 (link qui sopra) non ho avuto problemi, anzi, a differenza di Ubuntu/gnome e di Kubuntu 3.5.9 la risoluzione video sul Kde4 pur non essendo ancora quella dello schermo (1680x1050) e comunque widescreen e proporzionata. Il motivo è che la mia vecchissima scheda non viene più supportata dal nuovo xorg, e comunque non è una gran scheda

          non ho mai visto il bios in vita mia, ho sempre dovuto usare un monitorino in vga per fare i settaggi sul medesimo, il tutto perchè il mio monitor è in dvi... (rotfl)Programmi che uso:QuantaPlusKompozerGimpDigikamRawTherapeeUfRawPicasaInkscapeScribusK3BSkype.... ed ovviamente tutti gli altri già pronti per la versione Kde4 e quelli che sono cross de(linux)
      • il Mule scrive:
        Re: LA 4.0
        - Scritto da: tres
        Avevo testato la 4.0 di kde e devo dire che
        graficamente è davvero molto bello ma mi si
        impallava di
        continuo...
        A sto punto meglio gnome...Personalmente ho installato sul personal di mio figlio di 7 anni, Kubuntu 8.04 con kde4 con supporto wifi, giochini a piu' non posso, multimedia e firefox con il modulo per la navigazione dei minori (grandioso e flessibile) e devo dire che con lo stress che deve sopportare da uno smanettamento a tappeto stile bulldozer su tutti gli elementi, come puo' fare un bambino che agisce velocemente e quasi alla cieca su tutto il possibile e l'impossibile, il sistema non ha mai ceduto di una virgola e men che meno si e' mai impallato.
        • Funz scrive:
          Re: LA 4.0
          - Scritto da: il Mule
          multimedia e firefox con il modulo per la
          navigazione dei minori (grandioso e flessibile) Questo non lo conosco: riferimenti?Grazie, ciao
      • pippo75 scrive:
        Re: LA 4.0
        - Scritto da: tres
        Avevo testato la 4.0 di kde e devo dire che
        graficamente è davvero molto bello ma mi si
        impallava di
        continuo...
        A sto punto meglio gnome...concordo, vero che è una beta ( e anche live ) ma l'ho trovato lento e pesante.
Chiudi i commenti