In Germania il record di siti web

Secondo una singolare classifica redatta nientemeno che dall'OCSE, in Germania vi è il maggior numero di siti per abitante. Paesi europei anche al secondo e terzo posto


Roma – C’è una rete che pulsa nel cuore tedesco, almeno a sentire le autorevoli statistiche che l’Organizzazione per la cooperazione economica e lo sviluppo (OCSE) ha reso pubbliche. Dati che sono presentati sotto forma di una singolare classifica.

Secondo l’ OCSE , infatti, in Germania vi è il più alto numero di siti web pro capite. L’Organizzazione, che ha monitorato da questo punto di vista quello che avviene nei paesi industrializzati, non ha elaborato in profondità cosa questo significhi, sebbene un alto numero di siti web venga interpretato soprattutto come testimonianza della grande diffusione dell’accesso ad internet nel paese.

In particolare, l’OCSE ha registrato la presenza di 84,7 siti
per mille abitanti
in Germania, un dato che è calcolato su base statistica, considerando come “siti tedeschi” quelli gestiti da residenti nel paese. La crescita segue curve importanti, se si considera che il numero di siti tedeschi è salito più che in qualunque altro paese, raddoppiando tra il 2000 e il 2001.

Con lo stesso metodo è stato calcolato che il paese a più alta densità di siti web dopo la Germania è un altro paese europeo, la Danimarca, “ferma” però a 71,7 siti su mille abitanti. A seguire la Norvegia, con 66,4 siti su mille abitanti.

Di sicuro interesse il fatto che in fondo alla classifica OCSE si trovino paesi come il Messico o la Turchia ma anche il Giappone , paesi nei quali si valuta la presenza di meno di tre siti ogni mille abitanti. Il grande uso di internet da parte dei giapponesi è peraltro legato alle applicazioni e ai servizi in mobilità, come testimonia il grande successo dell’accesso via wireless, come il servizio i-Mode di NTT DoCoMo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    ma che figura di ...
    "dai tempo al tempo" dice un vecchio proverbio,"e tutte le merdate verranno fuori" AGGIUNGO.Che bush sia stato messo li dalle multinazionali e dai militari è un dato di fatto, che è circondato da leccaculi incompetenti, è la realtà.Più che un burattino, è vuoto e senza personalità. Vedi il POMPOSO DISCORSO SULLA FINE DELLA GUERRA ALL'IRAQ.Disse "abbiamo spezzato le reni all'Iraq" come Mussolini: "abbiamo spezzato le reni alla Grecia"!!!inoltre si presentò sulla portaerei da dove tenne il discorso in un caccia (come secondo pilota)...Putin si presentò alla nomina di presidente della Russia in un caccia (come primo pilota) !!!SVEGLIATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!SIAMO GOVERNATI DA UN BRANCO DI SPAZZATURA, CHE AUMENTA SEMPRE DI PIU' GRAZIE ANCHE AL NOSTRO CONTRIBUTO!!!iron
  • Anonimo scrive:
    Motori di ricerca
    Una sorta di "tutela della riservatezza" sfruttata da anni da migliaia di siti web e rispettata dai motori di ricerca.A me basterebbe che robots.txt venisse rispettato almeno da google, e invece ...Ciao!
    • Anonimo scrive:
      Re: Motori di ricerca
      - Scritto da: Anonimo
      Una sorta di "tutela della riservatezza"
      sfruttata da anni da migliaia di siti web e
      rispettata dai motori di ricerca.

      A me basterebbe che robots.txt venisse
      rispettato almeno da google, e invece ...

      Ciao!Secondo me e' proprio il contrario. robots.txte' l'antiriservatezza, in quanto chiunque scaricandolopuo' andare poi in seguito a scaricare le informazioniivi introdotte...
      • ElfQrin scrive:
        riservatezza
        infatti non credo che lo scopo di robots.txt debba essere la riservatezza (del resto sperare di mettere qualcosa su un sito web accessibile da Internet e senza alcuna protezione, sperando che non venga "trovato" è da ingenui), piuttosto deve essere utilizzato per evitare che vengano indicizzate pagine di prova o archivi di "spazzatura" che magari vengono cancellati e rimpiazzati di frequente.Insomma, più una cortesia verso gli altri navigatori Internet e utenti dei motori di ricerca, che una sicurezza personale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Motori di ricerca

      A me basterebbe che robots.txt venisse
      rispettato almeno da google, e invece ...Io l'ho messo ad un sito di miei clienti. Google aveva indicizzato una sezione "obsoleta" del sito. Ho messo il robots.txt che gli diceva di escluderla, ho fatto la procedura per rimuovere quelle pagine indicizzate, dopo 2-3 giorni le pagine non c'erano piu'.Funziona.Alecto
    • Anonimo scrive:
      Re: Motori di ricerca

      A me basterebbe che robots.txt venisse
      rispettato almeno da google, e invece ...Ho diversi siti e finora gli spider di tutti i principali motori di ricerca (Google in primis) hanno sempre seguito le indicazioni del robots.txtI problemi col robots.txt possono nascere perché lo standard è un po' "fumoso" e possiede lacune in alcuni punti. Questo spesso confonde i webmaster, che producono robots.txt con errori.
Chiudi i commenti