In Office Mobile 2010 ci sarà Sharepoint?

Una presentazione trapelata sul Web rivela l'intenzione di Microsoft di includere un client SharePoint nella prossima versione di Office Mobile. Della partita anche una nuova versione di OneNote Mobile

Roma – La prossima major release di Office Mobile potrebbe portare in dote un client per Sharepoint e una versione migliorata di OneNote Mobile. A suggerirlo sono le slide di una presentazione di Microsoft che, seppure risalenti allo scorso agosto, sono trapelate online solo negli scorsi giorni.

La presentazione descrive alcune delle caratteristiche di quello che Microsoft chiama Office Mobile 2010, suite per l’ufficio che dovrebbe far parte del futuro Windows Mobile 7. Il rilascio della versione RTM di quest’ultimo viene indicata da BigM nella primavera del 2010, ma i primi dispositivi basati sul nuovo sistema operativo mobile potrebbero arrivare nei negozi parecchi mesi dopo.

Nelle slide si vedono alcuni mock-up (dunque non reali screenshot) di Word Mobile 2010 e del primo client Sharepoint per dispositivi mobili. Il primo promette di fornire nuove funzionalità di zooming dei documenti e la possibilità di creare e modificare i commenti al testo, il secondo – come suggerisce Mary Jo Foley – dovrebbe invece consentire l’accesso agli strumenti di social networking, content management e per il lavoro di gruppo offerti da SharePoint Server 2010.

Per quanto riguarda OneNote, l’attuale incarnazione mobile del questo taccuino digitale made in Redmond fornisce un numero molto limitato di funzionalità, e tra queste la possibilità di sincronizzarsi con la versione desktop. Sebbene nelle slide non si faccia menzione delle caratteristiche del futuro OneNote Mobile, è lecito attendersi che questo sarà più potente e completo del predecessore, e destinato a diventare – in ambito mobile – un’applicazione altrettanto importante degli storici Word, Excel e PowerPoint.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Josafat scrive:
    B&N e Plastic Logic
    Dunque questo fantomatico e-reader della B&N (che è un po' come un'automobile della Esso) è prodotta da Plastic Logic. Ma piuttosto che produrre mostruosità DRM, non potrebbe darsi una mossa e rilasciare il suo reader?
  • eBookLuke scrive:
    io lo faccio già :-)
    Mi scappa da ridere...Io già da mesi ricarico il mio Cybook con un pannellino solare comprato su ebay a 12 euro...E ci leggo benissimo in pieno sole, poiché il Cybook, come il Sony che in Italia non è in vendita, è in tecnologia e-ink.Tra l'altro con una ricarica di 15-20 minuti ci vado avanti una giornata.Già che col Cybook in condizioni normali lo ricarico ogni 3-4 libri letti, ma col pannellino, in spiaggia, proprio me ne dimentico...
    • anonimo scrive:
      Re: io lo faccio già :-)
      - Scritto da: eBookLuke
      Mi scappa da ridere...
      Io già da mesi ricarico il mio Cybook con un
      pannellino solare comprato su ebay a 12
      euro...
      E ci leggo benissimo in pieno sole, poiché il
      Cybook, come il Sony che in Italia non è in
      vendita, è in tecnologia
      e-ink.
      Tra l'altro con una ricarica di 15-20 minuti ci
      vado avanti una
      giornata.
      Già che col Cybook in condizioni normali lo
      ricarico ogni 3-4 libri letti, ma col pannellino,
      in spiaggia, proprio me ne
      dimentico...Mi potresti indicare il modello di questo pannello?
    • Josafat scrive:
      Re: io lo faccio già :-)
      Toh, qualcuno che conosce il Cybook... e si chiama Luke :D
    • nome e cognome scrive:
      Re: io lo faccio già :-)
      - Scritto da: eBookLuke
      Mi scappa da ridere...
      Io già da mesi ricarico il mio Cybook con un
      pannellino solare comprato su ebay a 12
      euro...more info please! :)
  • Antony scrive:
    e-Ink???
    Ma il lettore della SONY non è a tecnologia e-Ink?Non dovrebbe durare "a giornata" ma "a numero di giri-di-pagina" effettuati....non ci capisco niente...
    • anonimo scrive:
      Re: e-Ink???
      - Scritto da: Antony
      Ma il lettore della SONY non è a tecnologia e-Ink?
      Non dovrebbe durare "a giornata" ma "a numero di
      giri-di-pagina" effettuati....non ci capisco
      niente...Io ce l'ho ed è così, lo ricarico ogni 10 giorni. Massì hanno voluto fare una roba col pannello, messa così non è una cosa molto utile al momento. A meno che uno vada nel deserto a leggere libri.
  • Principe di Valacchia scrive:
    Dal punto di vista ecologico e' stupido
    Un pannello solare tradizionale posizionato in maniera ottimale necessita da meno di un anno a qualche anno (dipende dalla latitudine e dal meteo) per ripagare l'energia necessaria alla sua costruzione, un pannelo solare del genere non credo riuscira' mai a ripagarsi in termini energetici nel corso della sua vita operativa.A mio avviso e' tutta fuffa pubblicitaria, un operazione di greenwashing, molto meglio ricaricare il dispositivo alla presa di casa, ci risparmiamo qualche quintale di rifiuti inquinanti riversati in natura per la produzione del suddetto pannello inutile (o quasi) ed emetteremo anche meno CO2.
    • guast scrive:
      Re: Dal punto di vista ecologico e' stupido

      Un pannello solare tradizionale posizionato in
      maniera ottimale necessita da meno di un anno a
      qualche anno (dipende dalla latitudine e dal
      meteo) per ripagare l'energia necessaria alla sua
      costruzione,Da un anno a qualche anno è un po' vago. Quanto ci vuole per quelli a film sottile ?
      un pannelo solare del genere non
      credo riuscira' mai a ripagarsi in termini
      energetici nel corso della sua vita
      operativa.
      Non credi ? In base a cosa ? Quanto stimi sarà la sua vita operativa ?
      A mio avviso e' tutta fuffa pubblicitaria, un
      operazione di greenwashing, molto meglio
      ricaricare il dispositivo alla presa di casa, ci
      risparmiamo qualche quintale di rifiuti
      inquinanti riversati in natura per la produzione
      del suddetto pannello inutile (o quasi) ed
      emetteremo anche meno
      CO2.Portare avanti la ricerca e creare un mercato che aiuti ad andare verso la produzione di massa ti fa schifo ?
      • Principe di Valacchia scrive:
        Re: Dal punto di vista ecologico e' stupido
        - Scritto da: guast

        Un pannello solare tradizionale posizionato in

        maniera ottimale necessita da meno di un anno a

        qualche anno (dipende dalla latitudine e dal

        meteo) per ripagare l'energia necessaria alla
        sua

        costruzione,

        Da un anno a qualche anno è un po' vago. Quanto
        ci vuole per quelli a film sottile
        ?Dipende da dove lo installi il pannello, nel Sahara l'energia annuale irradiata e' oltre i 2000 kWh per metro quadro (se non ricordo male sui 2500), nel nord della Germania e' 5-6 volte inferiore per cui i tempi di azzeramento dell'investimento energetico iniziale in Germania saranno 5-6 volte maggiori che nel Sahara a parita' di pannello (si lo so che non e' cosi' semplice ma come stima approssimata puo' andare).

        un pannelo solare del genere non

        credo riuscira' mai a ripagarsi in termini

        energetici nel corso della sua vita

        operativa.



        Non credi ? In base a cosa ? Quanto stimi sarà la
        sua vita operativa
        ?In base al fatto che se un pannello posizionato in maniera ottimale che produce costantemente ci mette un anno (diciamo) a ripagare il suo costo energetico questo che e' posizionato molto al di fuori dell'ottimale e non produce costantemente ci mettera' a spanne almeno dieci anni (a voler essere molto ottimisti), quant'e' la vita utile di questi gadget elettronici? Molto meno di 10 anni credo...

        A mio avviso e' tutta fuffa pubblicitaria, un

        operazione di greenwashing, molto meglio

        ricaricare il dispositivo alla presa di casa, ci

        risparmiamo qualche quintale di rifiuti

        inquinanti riversati in natura per la produzione

        del suddetto pannello inutile (o quasi) ed

        emetteremo anche meno

        CO2.

        Portare avanti la ricerca e creare un mercato che
        aiuti ad andare verso la produzione di massa ti
        fa schifo
        ?Per i motivi su esposti sarebbe meglio indirizzare le risorse per produrre pannelli posizionati in maniera ottimale che producono per davvero energia e usare quelli per ricaricare i dispositivi elettronici.Ripeto che se uno ha acXXXXX alla rete elettrica (il 99.99999% di chi si puo' permettere un coso di questi) e' molto meglio ricaricare dalla presa, si fanno meno danni.
        • anonimo scrive:
          Re: Dal punto di vista ecologico e' stupido
          bisogna anche calcolare quanta carta risparmi non stampando libri su libri ma riproducendoli digitalmente per vedere se il costo energetico compensa il tutto.
          • Principe di Valacchia scrive:
            Re: Dal punto di vista ecologico e' stupido
            Ma non c'entra niente scusa, qui le alternativa tra cui scegliere sono due:- faccio l'ebook con il pannelletto e lo ricarico al sole- ebook normale ricaricato alla presa di casaQuello del risparmio di carta non e' un differenziale nella scelta tra le due soluzioni dato che e' presente in entrambe nella stessa misura.
    • anonimo scrive:
      Re: Dal punto di vista ecologico e' stupido
      - Scritto da: Principe di Valacchia
      Un pannello solare tradizionale posizionato in
      maniera ottimale necessita da meno di un anno a
      qualche anno (dipende dalla latitudine e dal
      meteo) per ripagare l'energia necessaria alla sua
      costruzione, un pannelo solare del genere non
      credo riuscira' mai a ripagarsi in termini
      energetici nel corso della sua vita
      operativa.Non sono l'anonimo che ti ha risposto prima. Ma come si calcola il costo energetico per produrlo?
  • Samuele C. scrive:
    ok, a parte la disposizione del pannello
    Non è male l'idea non è niente di innovativo ma se sto leggendo all'ombra comunque quella poca energia che consumo viene in parte o in todo reintegrata dal pannello allungando così le mie ore d'uso sensibilmente, poi magari quando uno trova una presa di corrente lo ricarca a pieno in pochi minuti no?Certo che la disposizione del pannello nella foto è alquanto fastidiosa, forse due pannelli come delle alette su entrambi i lati sarebbero meno fastidiosi o forse una sola aletta ma sopra cercando sempre di ridurne la superfice della stessa al minimo.
    • nome e cognome scrive:
      Re: ok, a parte la disposizione del pannello
      - Scritto da: Samuele C.
      Non è male l'idea non è niente di innovativo ma
      se sto leggendo all'ombra comunque quella poca
      energia che consumo viene in parte o in todo
      reintegrata dal pannello allungando così le mie
      ore d'uso sensibilmente, poi magari quando uno
      trova una presa di corrente lo ricarca a pieno in
      pochi minuti
      no?infatti è quello che pensavo anch'io. anzi, visto quanto poco consumano i lettori, con un posizionamento migliore del pannello sarebbe come avere l'ebook reader sempre in ricarica. Potenzialmente non dovrebbe servire più collegarlo alla presa di corrente :)
  • anonimo scrive:
    A proposito di ebook reader
    Per chi non lo sapesse c'è un programma open source chiamato Calibre.Con Calibre ho selezionato i feed dei miei giornali online e blog preferiti. Ogni giorno alla stessa ora mi genera dei file epub perfettamente formattati per il mio ebook reader (si può selezionare l'apparecchio quindi non vale solo per il mio), mi basta solamente attaccare il cavo usb e in automatico vengono caricati in una manciata di secondi.E' fantastico poter leggere in giro tutto quello che c'è in rete e anche con più calma, perché è molto più rilassante con l'eink e permette di concentrarsi meglio.
    • Funz scrive:
      Re: A proposito di ebook reader
      - Scritto da: anonimo
      Per chi non lo sapesse c'è un programma open
      source chiamato
      Calibre.Su Ubuntu installato dal repository mi va in segfault, una roba mai vista :(
      • non saprei scrive:
        Re: A proposito di ebook reader
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: anonimo

        Per chi non lo sapesse c'è un programma open

        source chiamato

        Calibre.

        Su Ubuntu installato dal repository mi va in
        segfault, una roba mai vista
        :(Strano ... Calibre è scritto in Python.Dai una occhiata alle Qt piuttosto.
      • anonimo scrive:
        Re: A proposito di ebook reader
        - Scritto da: Funz
        - Scritto da: anonimo

        Per chi non lo sapesse c'è un programma open

        source chiamato

        Calibre.

        Su Ubuntu installato dal repository mi va in
        segfault, una roba mai vista
        :(La versione di ubuntu ormai è obsoleta (però mi pare che a me andava), ti conviene prendere l'ultima dal sito:http://calibre.kovidgoyal.net/download_linuxRicordati che è ancora alla versione 0.6.17, quindi non ti aspettare la perfezione. Al massimo se il problema persiste apri un ticket.
  • diego scrive:
    ?!??!
    dopo SOLO 4-5 ORE di esposizione al sole può funzionare un intero giorno stupendo!!lo butterei via ank se me lo regalassero
    • God bless America scrive:
      Re: ?!??!
      - Scritto da: diego
      dopo SOLO 4-5 ORE di esposizione al sole può
      funzionare un intero giorno
      stupendo!!
      lo butterei via ank se me lo regalasseroquotone
    • Wolf01 scrive:
      Re: ?!??!
      Hai idea di quanta energia serva per caricare un dispositivo portatile?Ringrazia che siano SOLO 4-5 ore, i vari caricabatterie solari ci mettono 6-9 ore per caricare un cellulare, io per fortuna ho trovato un pannello molto buono: batteria interna (posso usarlo per caricare anche senza sole, sempre se la batteria è carica) e abbastanza amperaggio da caricarmi il palmare in 5 ore (1A contro i vari 0.5A e 0.7A che vendono qui in Italia)L'unico problema è che devo mantenerlo sempre carico per poter caricare il palmare che è un'idrovora di corrente, altrimenti prima deve caricare la sua batteria, e quella ci mette 10 ore.Per altre applicazioni (lettori mp3, cellulari, Nintendo DS, PSP) va tutto bene e posso usarli fin da subito anche se deve caricare la batteria interna... certamente se va via il sole e non c'è carica si spegne
    • nome e cognome scrive:
      Re: ?!??!
      - Scritto da: diego
      dopo SOLO 4-5 ORE di esposizione al sole può
      funzionare un intero giornoquesta frase dell'articolo è senza senso. Se in 4-5 ore ricarica completamente la batteria, come può avere autonomia solo per un giorno, dato che l'autonomia degli ebook si misura in settimane?
      • Josafat scrive:
        Re: ?!??!
        In effetti, non ha molto senso dire che l'autonomia di un ebook reader è un giorno o un anno. A parte dei terminali molto evoluti come quelli della iRex, che sono quasi pc con schemo e-ink, per tutti gli altri l'autonomia si calcola in base al numero di pagine girate.
  • angros scrive:
    NO AL DRM !!!!

    speciale tecnologia DRM che permetterà agli
    utenti di "prestarsi" i libri digitaliBASTA! Non vogliamo il DRM, non l' hanno ancora capito? Se vuoi che non duplichi il libro, dammelo su carta, altrimenti mi rifiuto di comprare un prodotto con anti-features (ed il DRM è una delle anti-features più gravi)
    • Paguro scrive:
      Re: NO AL DRM !!!!
      Che palle... E io che non vedevo l'ora che uscisse, con tutto il bene che ne ho sentito..Peccato che ci sia il DRM (la storia di "prestarsi i libri" ha del surreale), quindi niente anche stavolta =(
      • anonimo scrive:
        Re: NO AL DRM !!!!
        - Scritto da: Paguro
        Che palle... E io che non vedevo l'ora che
        uscisse, con tutto il bene che ne ho
        sentito..
        Peccato che ci sia il DRM (la storia di
        "prestarsi i libri" ha del surreale), quindi
        niente anche stavolta
        =(Io non vi capisco, io ho il Sony che supporta il DRM. Ma questo mica vuol dire che non posso leggere file senza DRM, né che non posso passarli ad altri. Se non vi piace il DRM non comprate gli ebook. Ma l'apparecchio potete prenderlo. E' come se uno in passato non prendeva l'ipod perché le canzoni su itunes avevano il drm.
        • Paolo scrive:
          Re: NO AL DRM !!!!
          Il grosso degli utenti potenziali di questi nuovi "giocattoli" è più interessato a scambiarsi file (in questo caso, libri) che non a leggerli. È un po' quello che è sucXXXXX con gli MP3 (e in precedenza con i programmi): conosco persone con decine di giga di MP3, ma che ascoltano i soliti due o tre pezzi (che sono gli stessi offerti dalle radio commerciali anche al supermercato). Però possono vantarsi con gli amici di avere un bel patrimonio in MP3 da parte.A questo punto, è ovvio che per loro il DRM sia un problema, indipendentemente dal fatto che limiti o meno la fruibilità dell'opera.
          • anonimo scrive:
            Re: NO AL DRM !!!!
            - Scritto da: Paolo
            A questo punto, è ovvio che per loro il DRM sia
            un problema, indipendentemente dal fatto che
            limiti o meno la fruibilità
            dell'opera.I tuoi amici mica si sono scambiati file wmv col drm, ma mp3 scaricati dalla rete. Lo stesso vale per i file di testo, i pdf, i doc ecc...se non hanno il drm li puoi scambiare.
        • gugo scrive:
          Re: NO AL DRM !!!!
          Già, se vi piace la bicicletta compratela e usatela nelle città senza piste ciclabili, in fondo sono fatti vostri...se non vi piacciono le tasse non pagatele, se non vi piace il prezzo della benzina non compratela... eddai, un po' di fantasia!!
          • anonimo scrive:
            Re: NO AL DRM !!!!
            - Scritto da: gugo
            Già, se vi piace la bicicletta compratela e
            usatela nelle città senza piste ciclabili, in
            fondo sono fatti
            vostri...
            se non vi piacciono le tasse non pagatele, se non
            vi piace il prezzo della benzina non
            compratela... eddai, un po' di
            fantasia!!Gli esempi che fai non c'entrano niente. Dimostrami il contrario collegando i tuoi esempi all'ebook reader.
Chiudi i commenti