In vacanza col Service Pack 2

Microsoft ha annunciato che il megapacco di Windows XP verrà ultimato il prossimo mese in concomitanza con il lancio della nuova versione di Windows Update


Toronto (Canada) – Agosto PC mio non ti conosco: sarà proprio il mese più caldo e vacanziero dell’anno quello in cui Microsoft dovrebbe finalmente chiudere la fase di test del Service Pack 2 (SP2) per Windows XP, uno dei “parti” più complessi nella storia recente del colosso.

Confermando i pronostici, il senior vice president del Windows client business, Will Poole, ha detto che la tabellina di marcia prevede il rilascio della versione RTM (Release To Manufacturing) dell’SP2 nel corso del mese prossimo.

“L’annuncio è stata una sorpresa per quei (pochi) beta tester che sino alla fine speravano di mettere le mani sulla RTM entro la fine di Luglio”, ha detto a Punto Informatico un beta tester. “La maggior parte riteneva più affidabile l’ipotesi di un rilascio ad agosto, questo alla luce dei problemi emersi da maggio ad oggi, tra cui quelli relativi alla compatibilità del nuovo Security Center con i prodotti di sicurezza di terze parti”.

Ma il totoscommesse legato all’effettiva disponibilità dell’SP2 per gli utenti finali non si è ancora chiuso. Il rilascio di una versione “gold” dell’SP2 ad agosto avanzato potrebbe infatti significare un’uscita pubblica a settembre; per alcuni paesi di lingua non inglese, come l’Italia, potrebbe persino trattarsi di ottobre.

Atteso inizialmente per il 2003, e prorogato almeno altre due volte nel corso di quest’anno, l’SP2 rappresenta l’aggiornamento di sicurezza di Microsoft che ha richiesto più tempo per lo sviluppo e il testing.

È tuttavia arduo guardare all’SP2 come ad un semplice aggiornamento di sicurezza. Con i suoi oltre 260 MB (nei quali è tuttavia compreso l’SP1) e le numerose novità che include, il nuovo service pack può essere considerato una riedizione aggiornata di Windows XP. Restando in argomento sicurezza, le aree maggiormente interessate dall’update sono la rete, la memoria, la posta elettronica e la navigazione sul Web.

Lo scorso lunedì Microsoft ha anche annunciato il rinvio del lancio di Windows Update Services (WUS), precedentemente noto come Software Update Services 2.0 , scivolato alla prima metà del 2005. Mike Nash, corporate vice president della Security Business & Technology Unit di Microsoft, ha giustificato il ritardo con il fatto che il team di WUS, negli scorsi mesi, è stato quasi integralmente impiegato per ultimare Windows Update Version 5 (v5): il big di Redmond ha recentemente fornito una giustificazione analoga – ovvero la transizione di un team di sviluppo da un progetto ad uno a più alta priorità, come l’SP2 – per spiegare il ritardo di Longhorn .

La nuova versione del Windows Update, il cui supporto si troverà già integrato nell’SP2, rivestirà un ruolo particolarmente importante nella distribuzione dell’ultimo service pack: il nuovo servizio, infatti, consentirà agli utenti di interrompere il download di un aggiornamento e riprenderlo in un momento successivo. Tale funzione agevolerà in modo particolare gli utenti che dispongono di un accesso ad Internet dial-up: questi, insieme agli altri utenti di Windows XP SP1, potranno anche avvantaggiarsi di un’iniziativa che vedrà Microsoft distribuire gratuitamente circa un milione di CD con l’SP2 attraverso riviste e altri canali.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    che bello...
  • Anonimo scrive:
    Re: no ai drm
    - Scritto da: avvelenato
    finora i drm hanno solamente ostacolato gli
    acquirenti di originali.Stavolta ti do ragione in pieno!!!
  • avvelenato scrive:
    Re: INCREDIBILE!!!
    - Scritto da: Anonimo


    - Scritto da: Anonimo

    Incredibile come la preoccupazione
    maggiore

    sia quella di produrre cd che possano
    essere

    compressi sull'I-Pod! Che poi questi cd

    "protetti" non vadano non dico sul pc,
    ma

    neanche sui lettori da tavolo non gliene

    frega niente! E poi si lamentano se la
    gente

    scarica da E-mule o simili.

    vedi chi compra l'ipod (il piu' venduto
    lettore del mondo, hai notato durante le
    riprese negli spogliatoi agli europei che
    tutti i calciatori inquadrati lo usavano?)
    in genere poi compra anche i pezzi sul music
    store, per capirci non e' un ladro e chi
    lavora nel settore della musica tende a
    coccolare e favorire quest clienti.
    Lo stesso succede nel mondo dei computer
    dove Jobs coccola i suoi clienti con
    sorprese continue che lo rendono benvoluto e
    portano alla creazione di migliaia di fan
    club in tutto il mondo mentre gates se parla
    dei clienti e' solo per le statistiche sulla
    pirateria :D

    (apple)http://www.spammers.it/img/11.gif
  • Anonimo scrive:
    Re: INCREDIBILE!!!
    - Scritto da: Anonimo
    Incredibile come la preoccupazione maggiore
    sia quella di produrre cd che possano essere
    compressi sull'I-Pod! Che poi questi cd
    "protetti" non vadano non dico sul pc, ma
    neanche sui lettori da tavolo non gliene
    frega niente! E poi si lamentano se la gente
    scarica da E-mule o simili.vedi chi compra l'ipod (il piu' venduto lettore del mondo, hai notato durante le riprese negli spogliatoi agli europei che tutti i calciatori inquadrati lo usavano?) in genere poi compra anche i pezzi sul music store, per capirci non e' un ladro e chi lavora nel settore della musica tende a coccolare e favorire quest clienti. Lo stesso succede nel mondo dei computer dove Jobs coccola i suoi clienti con sorprese continue che lo rendono benvoluto e portano alla creazione di migliaia di fan club in tutto il mondo mentre gates se parla dei clienti e' solo per le statistiche sulla pirateria :D (apple)
  • maciste scrive:
    Re: Perché solo AAC?

    Fin qui non sei arrivato a leggere vero ? :D

    "è tuttavia probabile che SunnComm e
    Macrovision continueranno a supportare anche
    il formato WMA, oggi utilizzato sulla
    maggior parte dei player MP3 alternativi ad
    iPod e supportato nativamente da Windows."chiedo venia, ma sono stato fuorviato da questo Questa mossa appare significativa per almeno due motivi: il primo è l'ufficiale incoronazione di iPod a standard de facto nel mercato dei player portatili; il secondo è il prevedibile allontanamento, da parte dell'industria della musica, dal formato Windows Media Audio (WMA) di Microsoft, oggi utilizzato in pressoché tutti i CD ibridi
  • Anonimo scrive:
    Re: bravo

    quoto in pieno
    e poi, vorrei sapere, tutti gli altri che
    non hanno l'ipod ma altri prodotti, lo
    prendono al cxlx come al solito?COME? NON hai l'ipod ? Er massimo de la musica! Er padrone de l'audio. Come farai?Mah :)
  • maciste scrive:
    Perché solo AAC?
    cito dall'articolo: "La nuova generazione di CD protetti farà a meno dei brani compressi e includerà, al loro posto, il software necessario ad estrarre le tracce audio su computer e comprimerle nel formato protetto, l'AAC, supportato dall'iPod" Ok, è un inizio, ma credo sia meglio consentire il trasferimento anche per altri formati, come ad esempio il wma, altrimenti chi non ha un i-pod cosa fa?
  • avvelenato scrive:
    Re: bravo
    - Scritto da: sinadex
    quito in pieno
    e poi, vorrei sapere, tutti gli altri che
    non hanno l'ipod ma altri prodotti, lo
    prendono al cxlx come al solito?scaricano.e poi bisognerà vedere se avranno voglia di comprare ciò che devono pure scaricarsi, pur di poterne usufruire.
  • sinadex scrive:
    bravo
    quito in pienoe poi, vorrei sapere, tutti gli altri che non hanno l'ipod ma altri prodotti, lo prendono al cxlx come al solito?
  • avvelenato scrive:
    no ai drm
    finora i drm hanno solamente ostacolato gli acquirenti di originali.chi si alambicca con sistemi di cracking più o meno lamiereschi ha da sempre messo in conto di doverci perdere del tempo, pur di aver gratis ciò che desidera.chi compra si aspetta di poter fruire subito e semplicemente del prodotto. Io ho smesso di comprare roba protetta da drm.
  • Kama scrive:
    Beh...e' un inizio.
    Continuando a boicottare i CD che fanno uso di sistemi di protezione che li rendono illegibili su molti lettori e consentono la riproduzione solo su dispositivi Apple e Microsoft...vedrete che prima o poi la smettono e io potro' riascoltare i brani anche in OGG su qualunque riproduttore STANDARD.;)==================================Modificato dall'autore il 14/07/2004 2.23.27
  • Anonimo scrive:
    INCREDIBILE!!!
    Incredibile come la preoccupazione maggiore sia quella di produrre cd che possano essere compressi sull'I-Pod! Che poi questi cd "protetti" non vadano non dico sul pc, ma neanche sui lettori da tavolo non gliene frega niente! E poi si lamentano se la gente scarica da E-mule o simili.
Chiudi i commenti