India, tecnologie cinesi osservate speciali

Un provvedimento del governo obbliga gli operatori indiani a richiedere ulteriori autorizzazioni per stipulare contratti di fornitura con aziende cinesi

Roma – Il governo indiano ha emanato una regolamentazione con la quale obbliga gli operatori locali che intendono servirsi di tecnologia cinese a richiedere ulteriori autorizzazioni per approvare le forniture di materiali provenienti dall’altra parte dell’Himalaya.

Tutti gli accordi in cui uno dei firmatari è un’azienda cinese dovranno essere minuziosamente studiati dal Ministero degli Interni, il quale può successivamente porre il veto, compromettendo la riuscita dell’affare. La ragione di questo questa azione va ricercata, secondo gli esponenti del governo indiano, nel crescente timore nutrito dalle autorità nei confronti dei prodotti tecnologici cinesi poiché “potrebbero inviare materiale segretamente predisposto per spiare le comunicazioni”.

La maggior parte delle più grandi aziende cinesi sono controllate dal governo di Pechino e probabilmente, come viene fatto notare , l’eco dell’attacco a Google emerso all’inizio dell’anno risuona ancora distintamente nei palazzi del potere di Nuova Delhi.

Anche se non si tratta formalmente di un embargo , la Camera di Commercio cinese ha fatto sapere tramite un portavoce che questo provvedimento violerebbe i principi delle relazioni commerciali stabiliti dalla WTO.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • 0110 scrive:
    Intanto in Italia...
    Intanto in Italia...http://www.videotecheforum.it/index.php?showtopic=24044
  • Dirigente capo scrive:
    M Day - Partecipate tutti !
    Masturbazione Day ! 26 maggio tutti davanti al logo di At&T (a tu e tu) date il meglio di voi stessi !
  • fix scrive:
    come da copione
    bla bla bla......
    • Valeren scrive:
      Re: come da copione
      Sostanzialmente ha detto: "noi siamo disposti a disconnettere se qualcuno dall'alto, a livello governativo, ce lo ordina".Considerando le pressioni delle lobbies non la vedo come una possibilità remota.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 04 maggio 2010 10.59-----------------------------------------------------------
      • nOra scrive:
        Re: come da copione

        Considerando le pressioni delle lobbies non la
        vedo come una possibilità
        remota.Ma che pressioni delle lobbies! AT&T ribadisce il concetto che la disconessione la effettueranno solo sulla base delle richieste proveniente dall'autorità giudiziaria. Stessa cosa che accede oggi in Italia.
        • Sgabbio scrive:
          Re: come da copione
          sogna...
        • 0110 scrive:
          Re: come da copione

          Ma che pressioni delle lobbies! AT&T ribadisce il
          concetto che la disconessione la effettueranno
          solo sulla base delle richieste proveniente
          dall'autorità giudiziaria. Stessa cosa che accede
          oggi in
          Italia.A si?Citi una legge?
          • nOra scrive:
            Re: come da copione
            - Scritto da: 0110

            Ma che pressioni delle lobbies! AT&T ribadisce
            il

            concetto che la disconessione la effettueranno

            solo sulla base delle richieste proveniente

            dall'autorità giudiziaria. Stessa cosa che
            accede

            oggi in

            Italia.

            A si?
            Citi una legge?L'articolo non parla di disconessione, tuttavia se questa viene richiesta dall'autorità giudiziaria (per esempio un PM), il provider è tenuto a farlo:Decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, vd articoli 14, 15, 16 e 17http://www.interlex.it/testi/dlg0370.htm
          • 0110 scrive:
            Re: come da copione
            - Scritto da: nOra
            - Scritto da: 0110


            Ma che pressioni delle lobbies! AT&T ribadisce

            il


            concetto che la disconessione la effettueranno


            solo sulla base delle richieste proveniente


            dall'autorità giudiziaria. Stessa cosa che

            accede


            oggi in


            Italia.



            A si?

            Citi una legge?

            L'articolo non parla di disconessione, tuttavia
            se questa viene richiesta dall'autorità
            giudiziaria (per esempio un PM), il provider è
            tenuto a
            farlo:

            Decreto legislativo 9 aprile 2003, n. 70, vd
            articoli 14, 15, 16 e
            17

            http://www.interlex.it/testi/dlg0370.htmESATTO.L'articolo non parla di disconnessioni.
Chiudi i commenti