Intel-McAfee, proposta alla UE

Rinviata di due settimane la decisione di Bruxelles, ora attesa per fine gennaio. Il chipmaker ha avanzato delle offerte per soddisfare l'antitrust continentale

Roma – Intel ha fatto una proposta con soluzioni e ipotesi per cercare di appianare i dubbi dell’Unione Europea per quanto riguarda le conseguenze sulla mercato di riferimento dell’acquisizione di McAfee da parte di Santa Clara.

A differenza della Federal Trade Commission statunitense, l’UE aveva espresso le sue preoccupazioni e deciso di approfondire le indagini circa l’ acquisizione di McAfee da parte di Intel, rimandandone la conclusione .

Santa Clara ha ora proposto alle istituzioni europee di assumersi specifici impegni , rimasti per il momento riservati, ma sufficienti a far rinviare all’UE la decisione sulla questione di due settimane. Ora è attesa per il 26 gennaio.

I dubbi dell’antitrust europea sono legati in particolare alle dimensioni di Intel (e dell’operazione, la più grande nella sua storia) e alla questione delle licenze dei prodotti di sicurezza.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti