Intercettazioni email, l'ira dei non utenti Yahoo

Solo gli utenti accettano le policy e si prestano al monitoraggio ai fini della prestazione di servizi e di advertising. I non utenti che comunicano con gli utenti, però, subiscono lo stesso trattamento. Rivendicheranno le proprie ragioni in una class action

Roma – I non utenti di Yahoo non hanno accettato alcuna condizione del contratto che li informasse e ottenesse il loro consenso per analizzare a mezzo algoritmi le loro email, indirizzate agli utenti del servizio: la giustizia statunitense ha dato il via libera alla denuncia, che potrà assumere lo status di class action.

Il caso era stato avviato nel 2013 da due non utenti di Yahoo: facendo eco ad analoghe accuse rivolte nei confronti di Gmail, lamentavano la violazione della privacy da parte di Sunnyvale, che al pari di altri servizi di posta elettronica scandaglia il contenuto delle email così da offire servizi utili all’organizzazione e alla sicurezza della corrispondenza e advertising mirato ai propri utenti. Se gli utenti di Yahoo danno il via libera all’analisi e si prestano a diventare bersagli pubblicitari per fruire di questi servizi, sollevando così Yahoo dalle accuse di violazioni della normativa sulla privacy e sulle intercettazioni, i non utenti si ritengono vittime di una violazione perpetrata senza aver mai acconsentito a barattare dei servizi con un’ingerenza indesiderata .

Il giudice Lucy Koh ha ora stabilito che i non utenti possano schierarsi contro Yahoo in un’azione collettiva: coloro che abbiano inviato email a destinatari che si appoggiano ai servizi di Sunnyvale potranno partecipare alla class action.
Su base federale, per tutti i netizen statunitensi, si confronterà il comportamento di Yahoo con lo Stored Communications Act (SCA), che impedisce di condividere con terze parti il contenuto delle comunicazioni che si gestiscono sul proprio servizio senza il consenso del cittadino; i non utenti californiani, invece, potranno avanzare le proprie rivendicazioni anche sulla base del Californiàs Invasion of Privacy Act (CIPA), che in maniera simile punisce l’operatore che tenti di accedere ai contenuti di qualsiasi messaggio o comunicazione che transiti attraverso i propri servizi.

I non utenti chiedono che Yahoo interrompa l’analisi delle email che indirizzano ai suoi utenti, e danni ancora da definire. Secondo l’accusa, “centinaia di migliaia” di persone aderiranno per rivendicare i loro diritti.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Doom scrive:
    blocco contro ABP
    Alcuni siti avevano implementato un blocco contro ADB ma poi come e' finita?rimosso per un crollo delle visualizazzioni
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: blocco contro ABP
      - Scritto da: Doom
      Alcuni siti avevano implementato un blocco contro ADBTipo quel lamer di Zeb89?
      ma poi come e' finita?E' finita così (leggere tutto il thread):https://greasyfork.org/forum/discussion/2017/dont-work-anymore-on-zeb89-altervista-org
      • Sg@bbio scrive:
        Re: blocco contro ABP
        Ma Zeb89, fece su una manfrina su adblock, da far venir voglia di usarlo su youtube.
        • ... scrive:
          Re: blocco contro ABP
          - Scritto da: Sg@bbio
          Ma Zeb89, fece su una manfrina su adblock, da far
          venir voglia di usarlo su
          youtube.gran pezzo di merda, quello li! aveva fatto un malver che ti sputtanava il pc disistallando adblock ed impedendone la reinstallazione.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: blocco contro ABP
            non era un vero e proprio malware, ma senza un azione o un avviso (prima di esser sgamato), il luncher usato per una sua mod, tentava la disinstallazione forzata di adblock, oltre a manomettere il file host di windows impedendo di raggiungere i repositori ufficiali delle estensioni di Firefox e Google Chrome.Dopo mise una specie di Eula per giustificare tale azione, cosa che dubito, reggerebbe in tribunale.
          • ... scrive:
            Re: blocco contro ABP
            - Scritto da: Sg@bbio
            non era un vero e proprio malware, ma senza un
            azione o un avviso (prima di esser sgamato), il
            luncher usato per una sua mod, tentava la
            disinstallazione forzata di adblock, oltre a
            manomettere il file host di windows impedendo di
            raggiungere i repositori ufficiali delle
            estensioni di Firefox e Google
            Chrome.

            Dopo mise una specie di Eula per giustificare
            tale azione, cosa che dubito, reggerebbe in
            tribunale.be e io che ho detto? "ZEB89 E' UN PEZZO DI MERDA". tu sei stato prolisso, io sintetico
          • ... scrive:
            Re: blocco contro ABP
            - Scritto da: Sg@bbio
            tentava la
            disinstallazione forzata di adblock, oltre a
            manomettere il file host di windows impedendo di
            raggiungere i repositori ufficiali delle
            estensioni di Firefox e Google
            Chrome.Nulla di che.Si chiama hacking e rischia la galera.
    • Basilico di Roko scrive:
      Re: blocco contro ABP
      Se le visualizzazioni calavano, significava che gran parte dei visitatori usava ADB, e tali utenti preferivano andarsene piuttosto che disattivarlo. Ma se i siti erano finanziati dai banner, tali utenti (che non vedevano e quindi non cliccavano i banner) non portavano nessun guadagno, e quindi per il sito non era uno svantaggio perderli, anzi, era un risparmio di banda.
      • ... scrive:
        Re: blocco contro ABP
        - Scritto da: Basilico di Roko
        Se le visualizzazioni calavano, significava che
        gran parte dei visitatori usava ADB, e tali
        utenti preferivano andarsene piuttosto che
        disattivarlo. Ma se i siti erano finanziati dai
        banner, tali utenti (che non vedevano e quindi
        non cliccavano i banner) non portavano nessun
        guadagno, e quindi per il sito non era uno
        svantaggio perderli, anzi, era un risparmio di
        banda.se fosse come dici tu, non avrebbero disattivato il blocco, mentre invece lo hanno fatto. ne consegue che un visitatore, anche se usa adblock, e' meglio di nessun visitatore del tutto.
      • Sg@bbio scrive:
        Re: blocco contro ABP
        - Scritto da: Basilico di Roko
        Se le visualizzazioni calavano, significava che
        gran parte dei visitatori usava ADB, e tali
        utenti preferivano andarsene piuttosto che
        disattivarlo. Ma se i siti erano finanziati dai
        banner, tali utenti (che non vedevano e quindi
        non cliccavano i banner) non portavano nessun
        guadagno, e quindi per il sito non era uno
        svantaggio perderli, anzi, era un risparmio di
        banda.Non proprio, perchè se hai meno utenti che di visitano, hai meno soldi comunque, perché muovi meno traffico verso di te.
  • ... scrive:
    libertà di stampa? Copyright?
    Davvero questi sarebbero giornalisti e non capiscono che la libertà di stampa significa che possono pubblicare quello che vogliono MA NON che OGNI utente debba leggerselo TUTTO obbligatoriamente?Davvero siamo a questi livelli?possibile che non esista l'equivalente di 'lite temeraria' e non siano stati condannati vista l'ovvietà della decisione?
    • Passante scrive:
      Re: libertà di stampa? Copyright?
      - Scritto da: ...
      Davvero questi sarebbero giornalisti e non
      capiscono che la libertà di stampa significa che
      possono pubblicare quello che vogliono MA NON che
      OGNI utente debba leggerselo TUTTO
      obbligatoriamente?Giornalisti ????Questo è un articolo copia incolla che sta circolando sulle riviste italiane da almeno due settimane, probabilmente originario degli USA.
      Davvero siamo a questi livelli?SI, e da un pò.
      possibile che non esista l'equivalente di 'lite
      temeraria' e non siano stati condannati vista
      l'ovvietà della decisione?Pazzesco...
      • bubba scrive:
        Re: libertà di stampa? Copyright?
        - Scritto da: Passante
        - Scritto da: ...

        Davvero questi sarebbero giornalisti e non

        capiscono che la libertà di stampa significa
        che

        possono pubblicare quello che vogliono MA
        NON
        che

        OGNI utente debba leggerselo TUTTO

        obbligatoriamente?

        Giornalisti ????
        Questo è un articolo copia incolla che sta
        circolando sulle riviste italiane da almeno due
        settimane,molto improbabile, visto che e' accaduto 2 gg fa :)ALTRA cosa e' il trascinamento in tribunale... che per i 2 balordi in questione, CREDO sia di 1,5 anni fa
        probabilmente originario degli
        USA.improbabile anche questo visto che e' la corte di munich (crucconia). Cmq lo ha pubblicato anche il sito di adblock, quindi se vogliamo considerare quello "rivista originaria in USA", allora si

        possibile che non esista l'equivalente di
        'lite

        temeraria' e non siano stati condannati vista

        l'ovvietà della decisione?

        Pazzesco...detto cio'... concordo per legnate via lite temeraria...
        • Tox scrive:
          Re: libertà di stampa? Copyright?
          - Scritto da: bubba
          - Scritto da: Passante

          - Scritto da: ...

          Giornalisti ????

          Questo è un articolo copia incolla che sta

          circolando sulle riviste italiane da almeno due

          settimane,
          molto improbabile, visto che e' accaduto 2 gg fa
          :)Hai ragione, tendo a non leggere articoli qua, su diverse testate nelle scorse settiame sono comparsi gli articoli che dicevo sopra.
          ALTRA cosa e' il trascinamento in tribunale...
          che per i 2 balordi in questione, CREDO sia di
          1,5 anni fa

          probabilmente originario degli

          USA.
          improbabile anche questo visto che e' la corte di
          munich (crucconia). Cmq lo ha pubblicato anche il
          sito di adblock, quindi se vogliamo considerare
          quello "rivista originaria in USA", allora
          siNon è detto: la notizia potrebbe essere stata copiata da un giornale usa che la raccontava, di solito fanno così.


          possibile che non esista l'equivalente di

          'lite


          temeraria' e non siano stati condannati
          vista


          l'ovvietà della decisione?



          Pazzesco...
          detto cio'... concordo per legnate via lite
          temeraria...
          • Gaia Bottà scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            Per fare chiarezza (e a favore di coloro che tendono a non leggere articoli qua ;) ), del caso delle scorse settimane, linkato nel pezzo di oggi, si parla qui: http://punto-informatico.it/4241870/PI/News/adblock-plus-esercizio-delle-liberta.aspx
          • ... scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            - Scritto da: Gaia Bottà
            Per fare chiarezza (e a favore di coloro che
            tendono a non leggere articoli qua ;) ), del caso
            delle scorse settimane, linkato nel pezzo di
            oggi, si parla qui:
            http://punto-informatico.it/4241870/PI/News/adblocLeggere gli articoli? ha, itenedi gli spazi scritti tra una pubbblicita' e l'atra? be, comincia a scrivere senza condizionali e ne riparliamo. anzi, ne riparleremmo, "giornalista".
          • bubba scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            - Scritto da: Gaia Bottà
            Per fare chiarezza (e a favore di coloro che
            tendono a non leggere articoli qua ;) ), del caso
            delle scorse settimane, linkato nel pezzo di
            oggi, si parla qui:
            http://punto-informatico.it/4241870/PI/News/adblocsi, io l'avevo letto :) cmq "chiarezza parziale" perche' quello e' in realta' la FINE di UN ALTRO CASO ,rispetto a quello che menzionavo io (Pro 7/Sat 1 e RTL Interactive) e di cui parlava QUESTO articolo. Caso iniziato -credo- 1.5 anni fa e finito appunto 2 gg fa.
          • ... scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            - Scritto da: Gaia Bottà
            Per fare chiarezza (e a favore di coloro che
            tendono a non leggere articoli qua ;) ), del caso
            delle scorse settimane, linkato nel pezzo di
            oggi, si parla qui:
            http://punto-informatico.it/4241870/PI/News/adblocma va la', Gaia...anzi: ma "andrebbe" la', Gaia.
    • Izio01 scrive:
      Re: libertà di stampa? Copyright?
      - Scritto da: ...
      Davvero questi sarebbero giornalisti e non
      capiscono che la libertà di stampa significa che
      possono pubblicare quello che vogliono MA NON che
      OGNI utente debba leggerselo TUTTO
      obbligatoriamente?

      Davvero siamo a questi livelli?

      possibile che non esista l'equivalente di 'lite
      temeraria' e non siano stati condannati vista
      l'ovvietà della decisione?A me invece francamente non piace il discorso della whitelist a pagamento. A me, come agli editori, sembra pura estorsione.Per di più non vedo cosa ci sia di così tragico nella pubblicità a sostegno di servizi gratuiti; nel momento in cui tutti usassero AdBlock, ci troveremmo a pagare per cose che oggi diamo per scontate. Server, banda, contenuti hanno un costo che qualcuno deve pur pagare.
      • Jack scrive:
        Re: libertà di stampa? Copyright?
        - Scritto da: Izio01
        A me invece francamente non piace il discorso
        della whitelist a pagamento. A me, come agli
        editori, sembra pura
        estorsione.Sacrosanto: tutte le pubblicità devono essere bloccate
        Per di più non vedo cosa ci sia di così tragico
        nella pubblicità a sostegno di servizi gratuiti;Nella pubblicità in se e per se, non c'è niente di tragico ma solo di fastidioso, nel tracciamento che c'è dietro alla pubblicità invece c'è tutto di tragico.Se ci fosse un tracciamento simile anche fuori da internet, probabilmente avremmo le pubblicità come in minority report....
        • ZLoneW scrive:
          Re: libertà di stampa? Copyright?
          - Scritto da: Jack
          Sacrosanto: tutte le pubblicità devono essere
          bloccateQuello che praticamente dimenticano tutti quando parlano di AdBlock Plus, è che le pubblicità SONO bloccate, tutte, per default: l'adesione alla whitelist è facoltativa.
      • Luca scrive:
        Re: libertà di stampa? Copyright?
        Sì certo, ma visto che quelle pubblicità a volte creano addirittura problemi di visualizzazione del sito....Se non avessero esagerato a suo tempo nessuno avrebbe sentito la necessità di usare adblock-plus.Chi è causa del suo mal, pianga se stesso. Tornino a non intasare le pagine di pubblicità e se ne riparlerà.
      • ... scrive:
        Re: libertà di stampa? Copyright?
        - Scritto da: Izio01
        Per di più non vedo cosa ci sia di così tragico
        nella pubblicità a sostegno di servizi gratuiti;Finché la pubblicità non è invasiva è rispettosa dell'utente, tutto ok.Ma sappiamo benissimo tutti che nel 90% dei casi non è così, rendendo quindi doveroso e necessario l'uso di AdBlock e similari.
        • Sg@bbio scrive:
          Re: libertà di stampa? Copyright?
          Basta vedere PI.
          • ... scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            - Scritto da: Sg@bbio
            Basta vedere PI.A me sembra un sito bello pulito e senza pubblciità invasiva.Con adblock.
          • ... scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            - Scritto da: Sg@bbio
            Basta vedere PI.ma infatta! se on fosse per i blocchi, col cavolo che ferrei qui: popup, sopra stool di fianco lo sforni, volume a palla, blocchi della paogina finche non guardi il detersivo/assicurazione di turno.Su 4.5MB scaricati, l'informazione vera(*) e' 2-3KB.. ma stiamo scherzando?(*)se si puo' definire "informazione" il prostrarsi a favore di apple nel 70% dei pezzi e il copia-e-traduci-raffazzonato-dall'inglese nel restante 28%.
        • Thepassenge r scrive:
          Re: libertà di stampa? Copyright?
          Come ad esempio Punto Informatico purtroppo, dove mi si apre un ADS in mezzo alla pagina o dal basso verso il centro comprendo il 90% della pagina.Al momento non uso adblock su PI perchè mi piace il sito e l'informazione non faziosa che fa, però un limite se lo possono anche dare, ad esempio mettendo la pubblicità di lato in una finestra.- Scritto da: ...
          - Scritto da: Izio01


          Per di più non vedo cosa ci sia di così tragico

          nella pubblicità a sostegno di servizi gratuiti;

          Finché la pubblicità non è invasiva è rispettosa
          dell'utente, tutto
          ok.

          Ma sappiamo benissimo tutti che nel 90% dei casi
          non è così, rendendo quindi doveroso e necessario
          l'uso di AdBlock e
          similari.
          • Sg@bbio scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            - Scritto da: Thepassenge r
            Come ad esempio Punto Informatico purtroppo, dove
            mi si apre un ADS in mezzo alla pagina o dal
            basso verso il centro comprendo il 90% della
            pagina.
            Al momento non uso adblock su PI perchè mi piace
            il sito e l'informazione non faziosa che fa, però
            un limite se lo possono anche dare, ad esempio
            mettendo la pubblicità di lato in una
            finestra.

            - Scritto da: ...

            - Scritto da: Izio01




            Per di più non vedo cosa ci sia di così
            tragico


            nella pubblicità a sostegno di servizi
            gratuiti;



            Finché la pubblicità non è invasiva è
            rispettosa

            dell'utente, tutto

            ok.



            Ma sappiamo benissimo tutti che nel 90% dei
            casi

            non è così, rendendo quindi doveroso e
            necessario

            l'uso di AdBlock e

            similari.informazione non faziosa ? Ma se ormai parla solo di linux quando ci sono notizie negative o presunti tali!
          • ... scrive:
            Re: libertà di stampa? Copyright?
            - Scritto da: Thepassenge r
            Come ad esempio Punto Informatico purtroppo, dove
            mi si apre un ADS in mezzo alla pagina o dal
            basso verso il centro comprendo il 90% della
            pagina.
            Al momento non uso adblock su PI perchè mi piace
            il sito e l' informazione non faziosa che fa , peròma tu sei un criminale! quasi mi strozzavo dal ridere!!!
        • ZLoneW scrive:
          Re: libertà di stampa? Copyright?
          - Scritto da: ...
          Finché la pubblicità non è invasiva è rispettosa
          dell'utente, tutto ok.Esistono animali del genere? Perché personalmente non ne ho mai visto uno.Il mercato della pubblicità mi sembra tanto un mercato assolutamente gonfiato, in cui "devi esserci" a prescindere dai ritorni effettivi...Arivojo Carosello.
      • ... scrive:
        Re: libertà di stampa? Copyright?
        - Scritto da: Izio01
        - Scritto da: ...

        Davvero questi sarebbero giornalisti e non

        capiscono che la libertà di stampa significa che

        possono pubblicare quello che vogliono MA NON
        che

        OGNI utente debba leggerselo TUTTO

        obbligatoriamente?



        Davvero siamo a questi livelli?



        possibile che non esista l'equivalente di 'lite

        temeraria' e non siano stati condannati vista

        l'ovvietà della decisione?

        A me invece francamente non piace il discorso
        della whitelist a pagamento. A me, come agli
        editori, sembra pura
        estorsione.esiste gia una versione di adblock che NON gestisce le whitelist: blocca senza pieta' e senza compromessi. insatalla quella.
Chiudi i commenti