Internet 2020, odissea nelle app

Uno studio ha raccolto le opinioni degli esperti circa il futuro della Rete. E il verdetto è: sarà il trionfo delle webapp scritte con HTML5, e tutto un fiorire di cloud computing ubiquo

Roma – Un recente studio condotto dallo statunitense Pew Research Center Project ha raccolto le opinioni di oltre mille operatori e esperti di tecnologia, riprendendo il dibattito su un eventuale futuro in cui il browser sarà abbandonato come strumento principale di navigazione a favore delle app, già ampiamente impiegate nei dispositivi mobile.

A innescare il dibattito erano stati due articoli di Wired , uno del direttore Chris Anderson e l’altro dell’editorialista Michael Wolff: in essi si intesseva un discorso “non esclusivamente legato alla tecnologia e al business che prevarrà ma che riguarda differenti visioni del modo in cui le persone avranno accesso alle informazioni, all’apprendimento, all’intrattenimento e alla creazione di materiale in collaborazione con altri nell’era digitale”.

Il tutto partiva dalle considerazioni circa l’evoluzione e la trasformazione del Web creata dalla diffusione dei dispositivi mobile (smartphone, ma anche tablet ed e-reader) e di macro-piattaforme sempre più onnicomprensive come Facebook.

Nel frattempo diversi dati e opinioni si sono inserite in questo filone di analisi: Tim Berners-Lee ha scritto su Scientific American che “il Web come lo conosciamo è ormai minacciato” e che “può finire per essere frammentato in diverse isole separate”; l’ultima statistica redatta da Pew Research Center’s Internet & American Life Project sull’argomento mostra come due terzi degli adulti statunitensi si colleghino ormai attraverso dispositivi mobile; i dati raccolti da Cisco parlano di 10 miliardi di dispositivi mobile connessi ad Internet entro il 2016 (che, con una popolazione stimata di 7,3 miliardi di persone significherebbe 1,4 dispositivi a testa) e di un traffico cresciuto del 50 per cento: il Gruppo Gartner ha predetto, infine, entro il 2015 che “smartphone e tablet supereranno i PC con un rapporto di quattro ad uno”.

Nel frattempo, poi, Apple ha raggiunto le 25 miliardi di app scaricate attraverso App Store e Google quota 10 miliardi attraverso Android Marketplace Google Play e secondo altri studi , poi, il tempo passato sulle app ha superato quello speso sul browser già a giugno 2011: dati che rappresentano chiaramente la sempre maggiore importanza delle applicazioni utilizzate su dispositivi mobile nella vita e nelle abitudini di consumo degli utenti.

Ora una nuova statistica condotta sempre da PEW ha ribadito le posizioni sostenute dagli editoriali Wired , chiedendo agli intervistati, una popolazione volontaria ma selezionata di operatori e osservatori tecnologici, di pensare alla prospettiva del 2020 e schierarsi pro o contro le previsioni relative all’evoluzione di Internet nel senso di uno spazio gestito via app specifiche.

A sostegno di un’abbandono di una Rete così come la conosciamo, a favore di una visione di Internet parcellizzato in diverse sessioni specifiche gestite via app, si è schierato il 59 per cento degli intervistati, mentre il 35 si è detto contrario.

In realtà, a parte questo schieramento dettato da una domanda che imponeva una risposta secca, i poco più di mille intervistati hanno espresso una serie di considerazioni più dettagliate a partire dalla tesi di Anderson e Wolff: in buona parte si tratta di una posizione più grigia , in cui al Web si sovrapporranno le evoluzioni generate dalla diffusione delle app, senza però sostituirvisi.

Robert Cannon, consigliere per la normativa legata ad Internet della Federal Communications Commission , sottolinea in particolare come “la progettazione di base aperta e scalabile la rendono sempre una soluzione convincente”. Jeff Jarvis, blogger e professore all’Università di New York, dice invece che: “Il browser, o un suo epigono, continuerà ad avere vantaggi rispetto alle app. È collegato alla Rete intera ed offre piena interoperabilità, lasciando all’utente più potere rispetto a sviluppatori o editori”.

D’altra parte, chi si schiera dalla parte della visione che vede la prossima vittoria delle app punta sulla facilità di utilizzo e sulla spinta proprio degli imprenditori e degli editori. Proprio da questi ultimi in particolare, d’altronde, sembra arrivare la spinta fondamentale verso le app: un mezzo visto fin dal principio come opportunità per riprendere il controllo dei contenuti e magari invertire la tendenza al gratuito con la possibilità di introdurre modelli di business alternativi a quelli basati sull’advertising.

A questo considerazioni occorre poi aggiungere che a giocare un ruolo fondamentale per i browser potrebbe essere il protocollo HTML5, che garantisce nuove “libertà” e nuove forme ai contenuti distribuiti con esso (come sottolinea, per esempio, Hal Varian, chief economist di Google) e che al contempo consente alle app di allargarsi su Web. Rob Scott, chief technology officer di Nokia, arriva a dire che “quando i browser con funzionalità HTML5 saranno completi e pienamente accessibili da tutti i PC e dal più comune Kindle fino a iPhone, allora le Webapp sostituiranno le app native”.

Un altro fattore da calcolare è poi costituito dal cloud computing : secondo Jeffrey Alexander, senior technology analyst di SRI International , “l’infrastruttura cloud significa che le app avranno una capacità di elaborazione paragonabile a quella delle applicazioni Web tradizionali, e in molti casi anche superiore alla nostra concezione odierna del Web”.

Claudio Tamburrino

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Zero Tolerance scrive:
    Parassiti
    Come da titolo.... ecco cosa sono le compagnie che citano megaupload.....parassiti da sterminare col DDT.
    • Allibito scrive:
      Re: Parassiti
      - Scritto da: Zero Tolerance
      Come da titolo.... ecco cosa sono le compagnie
      che citano megaupload.....parassiti da sterminare
      col
      DDT.Citano un parassita che ha sfruttato illegalmente le proprie opere, mi sembra che il cattivo sia il ladro non il derubato, almeno fino a poco tempo fa era così.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Parassiti

        Citano un parassita che ha sfruttato illegalmente
        le <b
        proprie </b
        opereMa ti rileggi, almeno?
        mi sembra che il cattivo sia il
        ladro non il derubato, almeno fino a poco tempo
        fa era
        così.Se uno sfrutta illegalmente le proprie opere, si è "derubato" da solo.
      • krane scrive:
        Re: Parassiti
        - Scritto da: Allibito
        - Scritto da: Zero Tolerance

        Come da titolo.... ecco cosa sono le

        compagnie che citano megaupload.....

        parassiti da sterminare col DDT.
        Citano un parassita che ha sfruttato illegalmente
        le proprie opere, mi sembra che il cattivo sia il
        ladro non il derubato, almeno fino a poco tempo
        fa era così.Quindi stai dicento che centinaia di persone del governo, militari, e politicanti americani utilizzavano un sito illegale ?
  • Walrus scrive:
    Considerazioni
    Sono il primo a considerare la distribuzione "normale" dei contenuti vecchia e moribonda, stà di fatto però che tanto quanto è sbagliato che campino per 50 anni con un lavoro bisogna considerare che qualcosa devono pur guadagnarlo.Cosa li fai a fare i film se non porti a casa soldi? e la musica? dovrebbero tutti lavorare a gratis?La soluzione a mio parere sono piattaforme come Hulu o Netflix, la prima ti offre praticamente ogni film e spettacolo semplicemente "sorbendoti" qualche minuto di pubblicità e ci pensano loro a dare i soldi a chi di dovere e la seconda ti offre "tutto quel che vuoi" vedere per un canone mensile ridotto.Capisco che faccia comodo voler vedere TUTTO a gratis senza problemi, capisco anche che possiate definire scemo uno che "paga" per queste cose, ma stà di fatto che qualche soldo devono farlo, il problema è "quanti" ad esempio:- 20 euro per un dvd/bluray sono una follia.- 5 euro per noleggiare un dve sono una follia.- 1 euro per vedere un film in streaming in HD con ottima qualità di banda etc è legittimo, io lo pagherei.- 1 euro per procurarsi una canzone che puoi copiare/usare come ritieni opportuno ci stà, vuoi 300 canzoni? con calma te le prendi.Questa è la mia idea, ovvio che "tutto a gratis" è meglio, ma se una persona non capisce che qualcuno i soldi a hollywood deve darli altrimenti non fanno più i film e lo stesso i musicisti, vuol dire che ha qualche problema.
    • User_ scrive:
      Re: Considerazioni
      hulu ha solo spettacoli e telefilm e film americani, non c'è niente di roba italiana o europea.
    • SimpleJK scrive:
      Re: Considerazioni
      L'unica cosa che si deve capire è che non è che se uno produce un film o una canzone deve essere pagato per forza per il suo lavoro, perchè nessuno gli ha chiesto di farlo. Sarebbe come se io pulissi tutti i marciapiedi nel mio paese e dopo pretendessi che la gente che ci cammina paghi 10, perchè "devo essere pagato per il mio lavoro". E' un ragionamento che non sta in piedi. Se per i produttori o gli artisti non è conveniente fare film e musica, che smettano di farli. Ma i film si ripagano già al cinema e gli artisti si ripagano con la musica dal vivo, che sono cose che non sono scaricabili con un singolo click. Infatti i cinema lavorano e la gente va comunque ai concerti, e non c'è pirateria che tenga. Ecco, che puntino su questo modello di business, invece di pretendere di far valere leggi idiote che vietano la copia.
      • Allibito scrive:
        Re: Considerazioni
        - Scritto da: SimpleJK
        L'unica cosa che si deve capire è che non è che
        se uno produce un film o una canzone deve essere
        pagato per forza per il suo lavoro, perchè
        nessuno gli ha chiesto di farlo. Sarebbe come se
        io pulissi tutti i marciapiedi nel mio paese e
        dopo pretendessi che la gente che ci cammina
        paghi 10, perchè "devo essere pagato per il mio
        lavoro". E' un ragionamento che non sta in piedi.
        Se per i produttori o gli artisti non è
        conveniente fare film e musica, che smettano di
        farli. Ma i film si ripagano già al cinema e gli
        artisti si ripagano con la musica dal vivo, che
        sono cose che non sono scaricabili con un singolo
        click. Infatti i cinema lavorano e la gente va
        comunque ai concerti, e non c'è pirateria che
        tenga. Ecco, che puntino su questo modello di
        business, invece di pretendere di far valere
        leggi idiote che vietano la
        copia.Prova a rileggere quello che hai scritto, magari trovi delle idiozie... Nessuno ti obbliga a comprare una canzone, ma dal momento che la vuoi devi pagare chi l'ha creata, forse così è più sensato.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Considerazioni
          contenuto non disponibile
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Considerazioni

          Prova a rileggere quello che hai scritto, magari
          trovi delle idiozie... Nessuno ti obbliga a
          comprare una canzone, ma dal momento che la vuoi
          devi pagare chi l'ha creata, forse così è più
          sensato.E se chi l'ha creata è morto? O se è già stato pagato anni fa?Il tuo discorso non regge.
        • SimpleJK scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: Allibito
          Prova a rileggere quello che hai scritto, magari
          trovi delle idiozie... Nessuno ti obbliga a
          comprare una canzone, ma dal momento che la vuoi
          devi pagare chi l'ha creata, forse così è più
          sensato.Ma io mica voglio la sua canzone? Che se la tenga pure. Io voglio solo farne una copia. Dunque perchè dovrei pagarlo, visto che non gli tolgo nulla? Alla fine, se proprio vogliamo parlare di obbligo, è lui che mi obbliga a dargli dei soldi per una copia che non ha valore. Ma io non ho nessuna intenzione di farlo. Se vorrò, spenderò i soldi per il biglietto per vederlo suonare dal vivo.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Considerazioni
      contenuto non disponibile
      • bubba scrive:
        Re: Considerazioni

        abbonamento *mensile* a tutta la musica prodotta
        divisa in tre
        librerie:
        1) ultimissime (vecchie al max 6 mesi)
        2) recenti (vecchie al max 24 mesi)
        3) archivio (tutte le altre)

        Max 5 euro per libreria (era il prezzo di
        megaupload se non
        sbaglio).
        Solo per la musica si può arrivare a 15 euro ad
        abbonato e a queste condizioni ogni persona si
        abbonerebbe almeno ad una
        libreria.
        Oggi ti risulta che ogni persona compri un Cd al
        mese?
        No.
        Quindi con la mia soluzione abbiamo già
        migliorato la situazione per entrambe le
        parti.
        Questo è capire la domanda e agire di conseguenza
        nella costruzione
        dell'offerta.
        Come dici? c'è da mettere d'accordo tutti?
        Semplice: non fatelo e la gente continuerà a
        scaricare gratis, legge ed impedimenti tecnici
        non servono a
        nulla.Telecom sta facendo questa robba col 'cubo musica': # Senza limiti: Ascolto illimitato IN STREAMING, di alta qualità e senza pubblicità, al costo di 3 /mese IVA inclusa;# Senza limiti +10: Ascolto illimitato IN STREAMING con incluso il download di 10 canzoni al mese al costo di 5.03 /mese IVA inclusa [e altre]; i file sono mp3 DRM-free.NON e' certo quello che dici tu... ma FORSE piano piano .. gh.
    • ultimate scrive:
      Re: Considerazioni
      io pensavo più alla rai come distributore di media.. chi paga il canone può accedere a tutto l'archivio rai.. e vedersi quello che vuole compresi i film appena aquistati, partite e quant'altro
      • Riketto scrive:
        Re: Considerazioni
        - Scritto da: ultimate
        io pensavo più alla rai come distributore di
        media.. chi paga il canone può accedere a tutto
        l'archivio rai.. e vedersi quello che vuole
        compresi i film appena aquistati, partite e
        quant'altroQuesta e' una cosa corretta!Perche' non posso vedermi mai piu' "Te la do' io l'America" o "Stryx"?
    • Riketto scrive:
      Re: Considerazioni
      - Scritto da: Walrus
      Sono il primo a considerare la distribuzione
      "normale" dei contenuti vecchia e moribonda, stà
      di fatto però che tanto quanto è sbagliato che
      campino per 50 anni con un lavoro bisogna
      considerare che qualcosa devono pur
      guadagnarlo.

      Cosa li fai a fare i film se non porti a casa
      soldi? e la musica? dovrebbero tutti lavorare a
      gratis?Parlo di films, ma lo stesso discorso vale per musica e altro.a parte che di solito chi lavora in un film viene pagato con uno stipendio prestabilito, e non con una quota sui diritti (si ricorda ancora il fatto di George Lucas che rinuncia all'aumento di stipendio per Star Wars per avere i diritti sul merchandasing). Quindi al limite si puo' dire che i diritti (non d'autore a questo punto) possono essere visti come la "remunerazione del capitale investito".Ora io mi chiedo. Poiche' la redditivita' di un film e' decrescente nel tempo anche la quota della remunerazione sara' proporzionalmente decrescente, fino a tendere asintoticamente a zero (o quasi, non venitemi a dire che, ad esempio, i film di Maciste producono ancora utili).Chi e' nel modo l'investitore sagace che continua imperterrito a puntare le proprie speranze su qualcosa dal valore pressoche' nullo???Quello che da' estremamente fastidio nella questione dei "diritti" a parer mio:1) remunerazione di gente che ha prestato soldi per la realizzazione e nel corso degli anni si e' ampiamnete (a meno di film schifezze)2) eccessiva lunghezza di tali privilegi, magari valida in tempi passati, ma anacronistica in un mondo che ormai vive sempre e solo sul just in time.3) ereditarieta' dei diritti (allora voglio una quota della pensione del nonno)4) alienabilita' dei diritti (perche' i figli di Michael Jackson devono lucrare su cose scritte dai Beatles???)5) leggi artatamente modificate in prossimita' della scadenza dei diritti su robe "grosse" (vedi la famigerata "Mickey Mouse Protection Act/Sonny Bono Copyright Term Extension Act) da parte di pressioni lobbistiche, quando, ad esempio, i filmati di Topolino del 1928 sarebbero divenuti, secondo la legge vigente, di pubblico dominio.Una remunerazione ci deve essere, tutti siamo d'accordo, ma deve essere giusta e nei termini e nelle quantita'.E giusta si intende "come viene percepita dalla popolazione". Come fanno schifo le retribuzioni di molti calciatori (io devo lavorare in miniera 1000 anni per prendere quello che prende XYZ in due settimane...) fanno schifo gli spropositati cachet che vengono erogati alle stars, salvo magari pagare con un hotdog riscaldato le comparse...
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: Considerazioni
      - Scritto da: Walrus
      Sono il primo a considerare la distribuzione
      "normale" dei contenuti vecchia e moribonda, stà
      di fatto però che tanto quanto è sbagliato che
      campino per 50 anni con un lavoro bisogna
      considerare che qualcosa devono pur
      guadagnarlo.
      "Devono" non esiste. Nessuno "deve" guadagnare dal proprio lavoro: guadagni solo se esistono altre persone a cui interessa che tu faccia tale lavoro, e che sono disposte a pagarti per permetterti di continuare a farlo.Chi sviluppa foto su pellicola, ad esempio, fa un lavoro rispettabile e onesto: eppure, se a nessuno interessa che tale lavoro venga svolto (perchè nessuno ne ha bisogno, hanno tutti la macchina digitale), lui non viene pagato. E a nessuno importa se continua a lavorare o no.Per i film e la musica vale lo stesso discorso: se a nessuno importa che escano nuovi film o nuova musica, chi li fa non viene pagato.
      Cosa li fai a fare i film se non porti a casa
      soldi? e la musica? dovrebbero tutti lavorare a
      gratis?C'è sempre l'opzione alternativa: <b
      non lavorare </b
      .Come fai a fare i film? Non li fai!Quando un mestiere non è stato pagato abbastanza, si è sempre risolto così il problema: se poi la gente sente la mancanza di nuovi film, inizierà a pagare volontariamente. Altrimenti... vuol dire che non c'era bisogno di realizzare nuovi film, e allora non li realizzi.
      La soluzione a mio parere sono piattaforme come
      Hulu o Netflix, la prima ti offre praticamente
      ogni film e spettacolo semplicemente "sorbendoti"
      qualche minuto di pubblicità e ci pensano loro a
      dare i soldi a chi di dovere e la seconda ti
      offre "tutto quel che vuoi" vedere per un canone
      mensile
      ridotto.Forse Hulu (ma anche youtube, se è per questo)Ma se non permettono il download servono a poco. A chi interessa un servizio limitato, che non ti permette di vedere il film sul televisore?Quando tutte le tv saranno connesse a internet, forse Hulu potrà aver senso.Di certo il modello Netflix è assurdo: il pay-per-view non ha senso. Non ha senso pagare per avere in cambio qualcosa che è disponibile gratis... e per giunta pagare per avere qualcosa che ti può essere tolto in qualunque momento.
      Capisco che faccia comodo voler vedere TUTTO a
      gratis senza problemiappunto: il futuro è lì.
      , capisco anche che possiate
      definire scemo uno che "paga" per queste coseCome definirei scemo uno che paga per comprare l'aria. Ed oltre che scemo, sarebbe anche pernicioso... perchè incoraggerebbe gli individui avidi a cercare di far pagare anche gli altri.
      ma
      stà di fatto che qualche soldo devono farlo,Non necessariamente: come ti ho già detto, se il loro lavoro non è giudicato utile, non guadagnano. Il guadagno non è un diritto.
      il
      problema è "quanti" ad
      esempio:

      - 20 euro per un dvd/bluray sono una follia.
      - 5 euro per noleggiare un dve sono una follia.

      - 1 euro per vedere un film in streaming in HD
      con ottima qualità di banda etc è legittimo, io
      lo
      pagherei.Io no: se mi dai il file completo, senza nessun limite d'uso, accetterei, ma una semplice visione in streaming non vale quel prezzo.
      - 1 euro per procurarsi una canzone che puoi
      copiare/usare come ritieni opportuno ci stàOk: su questo siamo d'accordo. Il sito di hosting ha delle spese, del resto.
      , vuoi
      300 canzoni? con calma te le
      prendi.Ok.

      Questa è la mia idea, ovvio che "tutto a gratis"
      è meglio, ma se una persona non capisce che
      qualcuno i soldi a hollywood deve darli
      altrimenti non fanno più i film e lo stesso i
      musicisti, vuol dire che ha qualche
      problema.Io lo capisco benissimo: il punto è: vogliamo che facciano ancora film?Perchè se io voglio vedere un film di 10 anni fa, di un regista che magari è in pensione, non vedo nessun motivo al mondo per pagare (i soldi andranno a qualcun altro, che li userà per finanziare la produzione di qualcosa di cui magari non mi frega nulla)
      • Allibito scrive:
        Re: Considerazioni
        - Scritto da: uno qualsiasi
        - Scritto da: Walrus

        Sono il primo a considerare la distribuzione

        "normale" dei contenuti vecchia e moribonda,
        stà

        di fatto però che tanto quanto è sbagliato
        che

        campino per 50 anni con un lavoro bisogna

        considerare che qualcosa devono pur

        guadagnarlo.



        "Devono" non esiste. Nessuno "deve" guadagnare
        dal proprio lavoro: guadagni solo se esistono
        altre persone a cui interessa che tu faccia tale
        lavoro, e che sono disposte a pagarti per
        permetterti di continuare a
        farlo.

        Chi sviluppa foto su pellicola, ad esempio, fa un
        lavoro rispettabile e onesto: eppure, se a
        nessuno interessa che tale lavoro venga svolto
        (perchè nessuno ne ha bisogno, hanno tutti la
        macchina digitale), lui non viene pagato. E a
        nessuno importa se continua a lavorare o
        no.

        Per i film e la musica vale lo stesso discorso:
        se a nessuno importa che escano nuovi film o
        nuova musica, chi li fa non viene
        pagato.


        Cosa li fai a fare i film se non porti a casa

        soldi? e la musica? dovrebbero tutti
        lavorare
        a

        gratis?

        C'è sempre l'opzione alternativa: <b
        non
        lavorare </b

        .
        Come fai a fare i film? Non li fai!

        Quando un mestiere non è stato pagato abbastanza,
        si è sempre risolto così il problema: se poi la
        gente sente la mancanza di nuovi film, inizierà a
        pagare volontariamente. Altrimenti... vuol dire
        che non c'era bisogno di realizzare nuovi film, e
        allora non li
        realizzi.


        La soluzione a mio parere sono piattaforme
        come

        Hulu o Netflix, la prima ti offre
        praticamente

        ogni film e spettacolo semplicemente
        "sorbendoti"

        qualche minuto di pubblicità e ci pensano
        loro
        a

        dare i soldi a chi di dovere e la seconda ti

        offre "tutto quel che vuoi" vedere per un
        canone

        mensile

        ridotto.

        Forse Hulu (ma anche youtube, se è per questo)

        Ma se non permettono il download servono a poco.
        A chi interessa un servizio limitato, che non ti
        permette di vedere il film sul
        televisore?

        Quando tutte le tv saranno connesse a internet,
        forse Hulu potrà aver
        senso.
        Di certo il modello Netflix è assurdo: il
        pay-per-view non ha senso. Non ha senso pagare
        per avere in cambio qualcosa che è disponibile
        gratis... e per giunta pagare per avere qualcosa
        che ti può essere tolto in qualunque
        momento.


        Capisco che faccia comodo voler vedere TUTTO
        a

        gratis senza problemi

        appunto: il futuro è lì.


        , capisco anche che possiate

        definire scemo uno che "paga" per queste cose

        Come definirei scemo uno che paga per comprare
        l'aria. Ed oltre che scemo, sarebbe anche
        pernicioso... perchè incoraggerebbe gli individui
        avidi a cercare di far pagare anche gli altri.




        ma

        stà di fatto che qualche soldo devono farlo,

        Non necessariamente: come ti ho già detto, se il
        loro lavoro non è giudicato utile, non
        guadagnano. Il guadagno non è un
        diritto.


        il

        problema è "quanti" ad

        esempio:



        - 20 euro per un dvd/bluray sono una follia.

        - 5 euro per noleggiare un dve sono una
        follia.



        - 1 euro per vedere un film in streaming in
        HD

        con ottima qualità di banda etc è legittimo,
        io

        lo

        pagherei.

        Io no: se mi dai il file completo, senza nessun
        limite d'uso, accetterei, ma una semplice visione
        in streaming non vale quel
        prezzo.


        - 1 euro per procurarsi una canzone che puoi

        copiare/usare come ritieni opportuno ci stà

        Ok: su questo siamo d'accordo. Il sito di hosting
        ha delle spese, del
        resto.



        , vuoi

        300 canzoni? con calma te le

        prendi.

        Ok.




        Questa è la mia idea, ovvio che "tutto a
        gratis"

        è meglio, ma se una persona non capisce che

        qualcuno i soldi a hollywood deve darli

        altrimenti non fanno più i film e lo stesso i

        musicisti, vuol dire che ha qualche

        problema.

        Io lo capisco benissimo: il punto è: vogliamo che
        facciano ancora
        film?

        Perchè se io voglio vedere un film di 10 anni fa,
        di un regista che magari è in pensione, non vedo
        nessun motivo al mondo per pagare (i soldi
        andranno a qualcun altro, che li userà per
        finanziare la produzione di qualcosa di cui
        magari non mi frega
        nulla)Ti basterà non comprarlo e non finanzierai nulla, naturalmente rinuci anche a vederlo, mi sembra chiaro.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Considerazioni
          contenuto non disponibile
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: Considerazioni

          Ti basterà non comprarlo e non finanzierai nulla,Infatti non lo compro.
          naturalmente rinuci anche a vederlo, mi sembra
          chiaro.No: perchè dovrei rinunciare a vedere una cosa che mi piace? Per tutelare qualcuno che sta realizzando opere di cui non mi frega nulla?Anzi, se il tuo mestiere consiste nel "proibirmi di vederlo se non pago", è nel mio interesse che tu non venga possa guadagnare nulla: così smetterai di cercare di impedirmi di vedere il film che mi interessa.
        • krane scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: Allibito
          - Scritto da: uno qualsiasi

          - Scritto da: Walrus

          Perchè se io voglio vedere un film di 10

          anni fa, di un regista che magari è in

          pensione, non vedo nessun motivo al mondo

          per pagare (i soldi andranno a qualcun

          altro, che li userà per finanziare la

          produzione di qualcosa di cui magari non

          mi frega nulla)
          Ti basterà non comprarlo e non finanzierai nulla,
          naturalmente rinuci anche a vederlo, mi sembra
          chiaro.A livello pratico e di boicottaggio non cambia nulla neanche se se lo guarda scaricatoo.
        • SimpleJK scrive:
          Re: Considerazioni
          - Scritto da: Allibito
          Ti basterà non comprarlo e non finanzierai nulla,
          naturalmente rinuci anche a vederlo, mi sembra
          chiaro.Perchè dovrei rinunciare a vederlo? Ormai ho deciso che non lo compro, dunque cosa cambia al produttore se lo guardo o meno, visto che comunque non incassa nulla... si tratterebbe solo una patetica questione di principio. :s
  • colpevole scrive:
    ODDIO!
    Per sbaglio ho scaricato l'ultimo film di topo giggio e me lo sono anche gurdato due volte... ORA ANDRO' IN GALERA!!!!!!!!
    • dont feed the troll/dovella scrive:
      Re: ODDIO!
      - Scritto da: colpevole
      Per sbaglio ho scaricato l'ultimo film di topo
      giggio e me lo sono anche gurdato due volte...
      ORA ANDRO' IN
      GALERA!!!!!!!!free topo giggio!!!
    • SimpleJK scrive:
      Re: ODDIO!
      - Scritto da: colpevole
      Per sbaglio ho scaricato l'ultimo film di topo
      giggio e me lo sono anche gurdato due volte...
      ORA ANDRO' IN
      GALERA!!!!!!!!Tu scherzaci... ma se era per i videotecari, doveva essere realmente così. Perchè guardandoti quel film a sbafo gli hai privati di 6 per il noleggio. LADRO ! :p
      • lol scrive:
        Re: ODDIO!
        li hai :)
        • SimpleJK scrive:
          Re: ODDIO!
          - Scritto da: lol
          li hai :)Ho scritto una frase in singolare, l'ho trasformata in plurale, e ho dimenticato di togliere il "g"...(ghost)
      • Riketto scrive:
        Re: ODDIO!
        - Scritto da: SimpleJK
        - Scritto da: colpevole

        Per sbaglio ho scaricato l'ultimo film di
        topo

        giggio e me lo sono anche gurdato due
        volte...

        ORA ANDRO' IN

        GALERA!!!!!!!!
        Tu scherzaci... ma se era per i videotecari,
        doveva essere realmente così. Perchè guardandoti
        quel film a sbafo gli hai privati di 6 per il
        noleggio. LADRO
        !

        :pEh no! lo hai visto 2 volte, quindi gli euri sono 12!Se poi lo hai visto con altri c'e' la moltiplicazione coatta
        • SimpleJK scrive:
          Re: ODDIO!
          - Scritto da: Riketto
          Eh no! lo hai visto 2 volte, quindi gli euri sono
          12!
          Se poi lo hai visto con altri c'e' la
          moltiplicazione
          coattaComunque, visto che i videotecari parlano di furto se si copia qualcosa e sostengono che le copie hanno un valore, mi sorge un dubbio: se io compro un film e lo scarico sul mio disco fisso di 1 terabyte è poi faccio copia/incolla 1.000 volte fino a riempire il disco fisso, posso sostenere che il mio disco fisso vale 20 x 1.000, ovvero 20.000 ??? :|
      • Allibito scrive:
        Re: ODDIO!
        - Scritto da: SimpleJK
        - Scritto da: colpevole

        Per sbaglio ho scaricato l'ultimo film di
        topo

        giggio e me lo sono anche gurdato due
        volte...

        ORA ANDRO' IN

        GALERA!!!!!!!!
        Tu scherzaci... ma se era per i videotecari,
        doveva essere realmente così. Perchè guardandoti
        quel film a sbafo gli hai privati di 6 per il
        noleggio. LADRO
        !

        :pPerò a scuola ci sono andati...anzi a squola. :-)
        • SimpleJK scrive:
          Re: ODDIO!
          - Scritto da: Allibito
          Però a scuola ci sono andati...anzi a squola. :-)Ho già spiegato l'origine dell'errore. Comunque a squola è meglio che ci vai tu, magari ti studi un po' di economia e finalmente capisci che è ora di chiudere il tuo inutile buco.
    • Mela avvelenata scrive:
      Re: ODDIO!
      - Scritto da: colpevole
      Per sbaglio ho scaricato l'ultimo film di topo
      giggio e me lo sono anche gurdato due volte...
      ORA ANDRO' IN
      GALERA!!!!!!!!Ma cosa mi dici mai!
  • Terribile avvoltio legale scrive:
    Grande!
    <b
    Inizia ValCom, che pretende una cifra variabile tra 4,5 e 900 milioni di dollari. </b
    Grande, GRANDEEE!Ancora denunce, ancora... denunciamo tutto il mondo e mandiamo tutti sul lastrico AH AH AH. :D[img]http://blog.cytalk.com/wp-content/uploads/2011/01/Griffon-Vultures2.jpg[/img]
    • Terribile avvoltoio legale scrive:
      Re: Grande!
      Iniziamo a denunciare PI perché non avendo un correttore ortografico non mi ha corretto "avvoltio" capito? :@
  • Osvy scrive:
    Certo che i due gemellini...
    .. si trovano già alla nascita un "probabile debito" che altro che quello dei neonati italiani per il nostro debito pubblico!... :-)
  • Sgabbio scrive:
    La solita storia dei danni fantasiosi.
    Su quale pase seria, vengono calcolati questi ingenti danni da fallimento immediato ?Molti se lo domandao, ci sta pure un video del ted, che parla di questo:http://www.youtube.com/watch?v=GZadCj8O1-0A-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2012 14.17-----------------------------------------------------------
  • Gennarino B scrive:
    Kim ha già pagato
    Dopo essersi visto messo alla gogna da una concentrazione di media senza precedenti, dopo essersi visto congelare i beni come il peggiore dei mafiosi, dopo essere stato brutalmente picchiato in carcere dagli "angeli della legalitá" io dico che kim & co hanno giá pagato abbondantemente lo scotto di aver pestato i piedi dei signori del copyright proponendo semplicemente servizi migliori al passo dei tempiE ai pidocchiosi videotechini/dipendenti SIAE/AGCOM che infestano il sito dico : siete rivoltanti, nella speranza di raccogliere qualche briciola dal tavolo dei potenti vi prestate alla distruzione dello stato di diritto..quando tutto sará finito vi vorró vedere al LIDL assieme ai signori del copyright
    • cannolo scrive:
      Re: Kim ha già pagato
      - Scritto da: Gennarino B
      Dopo essersi visto messo alla gogna da una
      concentrazione di media senza precedenti, dopo
      essersi visto congelare i beni come il peggiore
      dei mafiosi, dopo essere stato brutalmente
      picchiato in carcere dagli "angeli della
      legalitá" io dico che kim & co hanno giá pagato
      abbondantemente lo scotto di aver pestato i
      piedi dei signori del copyright proponendo
      semplicemente servizi migliori al passo dei
      tempiIn una civiltà seria si paga davanti al tribunale e il Doctom ha ancora miliardi da parte e ville con piscina.Poi che sia stato picchiato in carcere sta solo nella tua fantasia.Purtroppo per te nel mondo reale bisogna lavorare per vivere non sfruttare le spalle degli altri.
      • Sgabbio scrive:
        Re: Kim ha già pagato
        - Scritto da: cannolo

        In una civiltà seria si paga davanti al tribunale
        e il Doctom ha ancora miliardi da parte e ville
        con
        piscina.
        Poi che sia stato picchiato in carcere sta solo
        nella tua
        fantasia.
        Purtroppo per te nel mondo reale bisogna lavorare
        per vivere non sfruttare le spalle degli
        altri.Ti riferisci alle grosse corporazioni del copyright che capmano per decenni su una canzone degli anni 50?
        • 01234 scrive:
          Re: Kim ha già pagato
          sì appunto....lui offre un servizio di file hosting, punto.La galera per lui è un'aberrazione. E chi sappiamo noi invece prescritto, assolto per cavilli, leggi cambiate in corsa etc etc
      • Gennarino B scrive:
        Re: Kim ha già pagato
        E allora che si faccia questo proXXXXX e vediamo chi la vince! È questo il problema..le major e i loro servi falliti sanno di correre il rischio di perdere brutalmente..per quello nel frattempo hanno dispiegato le armi termonucleari della calunnia per demolirlo almeno mediaticamenteIo sono il primo a volere il proXXXXX e se tanto mi da tanto voi parassiti continuerete a rodervi il fegato per un bel pò
      • dont feed the troll/dovella scrive:
        Re: Kim ha già pagato
        - Scritto da: cannolo
        Purtroppo per te nel mondo reale bisogna lavorareBeh non nel tuo caso, a quanto pare.
      • uno qualsiasi scrive:
        Re: Kim ha già pagato

        In una civiltà seria si paga davanti al tribunale
        e il Doctom ha ancora miliardi da parte e ville
        con
        piscina.Tu invece stai cercando di far pagare ancora prima. La giustizia fai-da-te non è tipica di una società seria, ma è tipica delle bestie.
        Poi che sia stato picchiato in carcere sta solo
        nella tua
        fantasia.Perchè, eri in cella con lui?
        Purtroppo per te nel mondo reale bisogna lavorare
        per vivere non sfruttare le spalle degli
        altri.E chi vende delle copie non lavora, quindi ha poco da lamentarsi.Lo stesso per chi lavora una volta e poi vuole vivere di rendita.
        • Joe Tornado scrive:
          Re: Kim ha già pagato

          Lo stesso per chi lavora una volta e poi vuole
          vivere di
          rendita.Ehi, non vale ! Questa frase l'ho usata io per primo. Ora mi paghi i diritti di copirait :)
        • Basta Pirateria scrive:
          Re: Kim ha già pagato
          - Scritto da: uno qualsiasi

          In una civiltà seria si paga davanti al
          tribunale

          e il Doctom ha ancora miliardi da parte e
          ville

          con

          piscina.

          Tu invece stai cercando di far pagare ancora
          prima. La giustizia fai-da-te non è tipica di una
          società seria, ma è tipica delle
          bestie.E' vero, anzi, verissimo.Però, scusa: non sei proprio tu che scrivi: "la legge è sbagliata quindi io scarico, condivido, non pago e me ne sbatto dei dirtti d'autore?". Questa non è "giustizia fai da te"?O sono due pesi e due misure?Per quanto riguarda Dotcom intanto è libero su cauzione. L'esito del proXXXXX è ancora da venire e ne parleremo dopo la sentenza. Per il megasito chiuso... Potrebbe essere interessante leggere le motivazioni per cui è stata imposta la chiusura coatta.
          • Luco, giudice di linea mancato scrive:
            Re: Kim ha già pagato
            - Scritto da: Basta Pirateria[yt]7SWbwZwl4ks[/yt]
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: Kim ha già pagato
            - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
            - Scritto da: Basta Pirateria
            [yt]7SWbwZwl4ks[/yt]E' un bel video, devo dartene atto :)
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Kim ha già pagato

            Però, scusa: non sei proprio tu che scrivi: "la
            legge è sbagliata quindi io scarico, condivido,
            non pago e me ne sbatto dei dirtti d'autore?".Io ho scritto che scaricare non è illegale. Controlla pure.
      • SimpleJK scrive:
        Re: Kim ha già pagato
        - Scritto da: cannolo
        Purtroppo per te nel mondo reale bisogna lavorare
        per vivere non sfruttare le spalle degli
        altri.Concordo al 100%, è ora che i videotecari inizino a lavorare !
      • zerobyte scrive:
        Re: Kim ha già pagato
        - Scritto da: cannolo
        In una civiltà seria si paga davanti al tribunale
        e il Doctom ha ancora miliardi da parte e ville
        con
        piscina.Chi ha soldi DEVE pagare? Io sapevo che DEVE PAGARE chi commetteun crimine.Ed il Dotcom non ha commesso alcun crimine.Non e' stato lui a mettere i file sul server e non è stato luia sponsorizzare i file presenti sul server.E' un po' come fare causa alla smith & wesson per i genocidi effettuatinegli ultimi anni...
        Poi che sia stato picchiato in carcere sta solo
        nella tua
        fantasia.Non era in una galera italiana, dove al massimo non mettono la scorzetta di limone nel the' del mattino....
        Purtroppo per te nel mondo reale bisogna lavorare
        per vivere non sfruttare le spalle degli
        altri.I videotecari cosa fanno?
        • SimpleJK scrive:
          Re: Kim ha già pagato
          - Scritto da: zerobyte
          I videotecari cosa fanno?Approfittano di coloro che non hanno ancora capito che possono avere lo stesso prodotto gratis e senza uscire di casa. In sostanza, i videotecari, con il noleggio di supporti fisici offrono un disservizio all'utente e se lo fanno pure pagare !
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: Kim ha già pagato
            - Scritto da: SimpleJK
            - Scritto da: zerobyte

            I videotecari cosa fanno?
            Approfittano di coloro che non hanno ancora
            capito che possono avere lo stesso prodotto
            gratis e senza uscire di casa. In sostanza, i
            videotecari, con il noleggio di supporti fisici
            offrono un disservizio all'utente e se lo fanno
            pure pagare
            !Guarda se uno ha voglia di regalare loro dei soldi lo faccia pure, quello che è intollerabile è che si inXXXXXno con noi che soldi non gliene vogliamo regalare.Come se fosse obbligatorio essere polli da spennare.
          • SimpleJK scrive:
            Re: Kim ha già pagato
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            Guarda se uno ha voglia di regalare loro dei
            soldi lo faccia pure, quello che è intollerabile
            è che si inXXXXXno con noi che soldi non gliene
            vogliamo
            regalare.
            Come se fosse obbligatorio essere polli da
            spennare.Per non dimenticare che inneggiano sistematicamente a leggi liberticide solamente per difendere il loro inutile lavoro. Questa è la cosa che mi da più fastidio.
          • Criptainer scrive:
            Re: Kim ha già pagato

            Approfittano di coloro che non hanno ancora
            capito che possono avere lo stesso prodotto
            gratis e senza uscire di casa. In sostanza, i
            videotecari, con il noleggio di supporti fisici
            offrono un disservizio all'utente e se lo fanno
            pure pagare !Esatto! Basta con il consumo del sempre più costoso petrolio per produrre plastica (contenitore) e policarbonato (supporto) di CD e DVD; basta abbattere alberi per produrre la carta delle copertine e soprattutto basta con l'aumento dei rifiuti plastici che queste produzioni comportano.La musica, come i film, etc. sono destinati a diventare sempre più "liquidi" (http://it.wikipedia.org/wiki/Musica_liquida).Prima ve ne farete una ragione, meglio sarà per voi.
  • videotecaro fallito scrive:
    lol
    Ragazzi per scaricare usate siti come netload, hotfile, uploaded, easybitez, depositfiles, rapidgiator, uploading, bitshare, rapidshare, wupload e molti altri :)
  • videotecaro fallito scrive:
    lol
    Ragazzi per scaricare usate siti come netload, hotfile, uploaded, easybitez, depositfiles, rapidgiator, uploading, bitshare, rapidshare, wupload e molti altri :)
    • prova123 scrive:
      Re: lol
      Sembra che i file siano stati tutti rinominati ...
    • ces scrive:
      Re: lol
      - Scritto da: videotecaro fallito
      Ragazzi per scaricare usate siti come netload,
      hotfile, uploaded, easybitez, depositfiles,
      rapidgiator, uploading, bitshare, rapidshare,
      wupload e molti altri
      :)Sono lenti, l'unico utile è mediafire :(
      • scaricatore doc scrive:
        Re: lol
        puoi cercare di recuperare account premium in rete oppure ti fai un account premium su qualche servizio debrid che ti genera link premium di molti siti di hosting a pochi spiccioli, come fast-debrid :)
  • Star scrive:
    Quando ci sono argomenti come questo...
    ...è un vero spasso, tempo permettendo, leggere i messaggi dei numerosi troll che ormai dimorano permanentemente su questo sito (rotfl)
  • Liquid S. scrive:
    non ci voleva
    anche io ero utente...e non credo ci sarà niente contro di noi...loro non sanno chi "siamo noi"
  • cannolo scrive:
    giusto
    Se uno fa i miliardi alle spalle di chi detiene i diritti legali è giusto che quando viene pizzicato PAGHI.Alla faccia dei frignoni che dicevano che megauplaod viene usato per "condividere anche file legali come lavori di grafica ecc."Per quelli vi basta la posta elettronica ormai ci sono servizi che offrono 1 giga gratis.Megauplaod veniva usato per contrabbandare illegalmente materiale coperto da copiryght e farci su del LUCRO.Chi sbaglia e guadagna illecitamente senza lavorare in maniera onesta deve poi pagare e non cè negazionismo che tenga.
    • videotecaro fallito scrive:
      Re: giusto
      Stai zitto videotecaro fallito!
    • uno qualsiasi scrive:
      Re: giusto

      Megauplaod veniva usato per contrabbandare
      illegalmente materiale coperto da copiryght e
      farci su del
      LUCRO.
      Chi sbaglia e guadagna illecitamente senza
      lavorare in maniera onesta deve poi pagare e non
      cè negazionismo che
      tenga.Chi offre un servizio migliore e più economico di quello ufficiale non ha sbagliato.Chi sbaglia (e deve essere punito perdendo il lavoro) è chi offre un servizio inutile, costoso e che agli utenti non interessa.
      • cannolo scrive:
        Re: giusto
        - Scritto da: uno qualsiasi

        Megauplaod veniva usato per contrabbandare

        illegalmente materiale coperto da copiryght e

        farci su del

        LUCRO.

        Chi sbaglia e guadagna illecitamente senza

        lavorare in maniera onesta deve poi pagare e
        non

        cè negazionismo che

        tenga.

        Chi offre un servizio migliore e più economico di
        quello ufficiale non ha
        sbagliato.

        Chi sbaglia (e deve essere punito perdendo il
        lavoro) è chi offre un servizio inutile, costoso
        e che agli utenti non
        interessa.I servizi devono essere legali altrimenti decidiamo che la mafia offre un "servizio" migliore dello stato, no?Il tribunale stabilirà che Dotcom il tizio ciccione era fuori dalla legalità e ha fatto un sacco di soldi ILLEGALMENTE e allora non cè negazionismo che tenga bello mio.
        • bubba scrive:
          Re: giusto
          - Scritto da: cannolo
          - Scritto da: uno qualsiasi


          Megauplaod veniva usato per
          contrabbandare


          illegalmente materiale coperto da
          copiryght
          e


          farci su del


          LUCRO.


          Chi sbaglia e guadagna illecitamente
          senza


          lavorare in maniera onesta deve poi
          pagare
          e

          non


          cè negazionismo che


          tenga.



          Chi offre un servizio migliore e più
          economico
          di

          quello ufficiale non ha

          sbagliato.



          Chi sbaglia (e deve essere punito perdendo il

          lavoro) è chi offre un servizio inutile,
          costoso

          e che agli utenti non

          interessa.

          I servizi devono essere legali altrimenti
          decidiamo che la mafia offre un "servizio"
          migliore dello stato,
          no?Ecco questa e' una buona idea. TOGLIAMO la mafia dallo stato, cosi' potra' fare leggi giuste e che ha senso rispettare. Un copyright allungato e allargato 20 volte negli ultimi 60 anni, NON VA RISPETTATO
          Il tribunale stabilirà che Dotcom il tizio
          ciccione era fuori dalla legalità e ha fatto un
          sacco di soldi ILLEGALMENTE e allora non cè
          negazionismo che tenga bello
          mio."stabilira' che" E' gia' una condanna preventiva. I modi e i metodi dei feds e del doj invece sono MOLTO discutibili, assieme al fatto di dare le colpe tutte al ciccione e non al fatto che, banalmente, in un mondo digitale dove la copia e' naturale, ci sono leggi impossibili da rispettare [da parte della gente, non dal ciccione] e questo e' il vero danno.
        • 01234 scrive:
          Re: giusto
          ma'nfatti sì....il servizio (anche se non gratis) non può essere colpevole, se no è come dire arrestiamo i benetton perché un teorrista ha preso l'autostrada...e ok pure sul lucro (degli utenti)...a farci i soldi devono essere solo le majorPERO' se non c'è lucro, allora nisba!!!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: giusto

          I servizi devono essere legali altrimenti
          decidiamo che la mafia offre un "servizio"
          migliore dello stato,
          no?Las Vegas è nata così: Bugsy Siegel era un gangster.
          Il tribunale stabilirà che Dotcom il tizio
          ciccione era fuori dalla legalità e ha fatto un
          sacco di soldi ILLEGALMENTE e allora non cè
          negazionismo che tenga bello
          mio.Stabilirà? Hai la sfera di cristallo?Non credo... altrimenti non credo che avresti scelto il settore del cinema.
    • Gennarino B scrive:
      Re: giusto
      Te gusta il cannolo in quel posto eh?
    • saibaba scrive:
      Re: giusto
      il mio credo è la mia videoteca, la mia via, il mio sentiero...ARGHHH!!!! Un KEBAB....!!!
      • videotecaro fallito scrive:
        Re: giusto
        HAHAHAHAHAHAHAHHAHAHAHHAHAHAHHA dai che tra un po' in italia avremo un sacco di Kebabari in più!
    • SimpleJK scrive:
      Re: giusto
      - Scritto da: cannolo
      Se uno fa i miliardi alle spalle di chi detiene i
      diritti legali è giusto che quando viene
      pizzicato
      PAGHI.
      Alla faccia dei frignoni che dicevano che
      megauplaod viene usato per "condividere anche
      file legali come lavori di grafica
      ecc."
      Per quelli vi basta la posta elettronica ormai ci
      sono servizi che offrono 1 giga
      gratis.
      Megauplaod veniva usato per contrabbandare
      illegalmente materiale coperto da copiryght e
      farci su del
      LUCRO.
      Chi sbaglia e guadagna illecitamente senza
      lavorare in maniera onesta deve poi pagare e non
      cè negazionismo che
      tenga.Gli unici che guadagnano i soldi in maniera illecita sono quelli che vendono o noleggiano copie digitali che non hanno alcun valore. Pertanto devono scomparire, perchè sono dei maledetti truffatori !
  • videotecaro fallito scrive:
    mangio XXXXX per 5 euro
    ciao mi servono soldi mangio la XXXXX per pochi spiccioli vi prego ho una famiglia da mantenere e in questo momento vivo sotto un ponte aiutatemi
  • asd scrive:
    lol
    Avvoltoi di XXXXX, lasciatelo decomporre in pace sto megaupload.P.S. VIVA LA XXXXX!!!!!!!!!!
  • User_ scrive:
    che rischi ci sono per gli utenti?
    che rischi ci sono per gli utenti?
    • sbertuccia scrive:
      Re: che rischi ci sono per gli utenti?
      - Scritto da: User_
      che rischi ci sono per gli utenti?Fossi in te comincerei a scappare...
      • asd scrive:
        Re: che rischi ci sono per gli utenti?
        VIVA LA XXXXXAAAAAAAAAAAAA!!!!
      • asd scrive:
        Re: che rischi ci sono per gli utenti?
        VIVA LA XXXXXAAAAAAAAAAAAAAAA
      • videoteca Genesi scrive:
        Re: che rischi ci sono per gli utenti?
        - Scritto da: sbertuccia
        - Scritto da: User_

        che rischi ci sono per gli utenti?Un proXXXXX penale, multa e galera. Il database degli utenti è conservato dall'fbi, pian pianino spulcieranno tutti quanti. Ci dovevate pensare prima, non è che sarete voi ad aprire una rivendita di Kebab?
        • asd scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          ma che vuoi saperne videotecaro!!!!! torna sotto il ponte e muori XXXXX quale galera hahahhahaha!
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          - Scritto da: videoteca Genesi
          - Scritto da: sbertuccia

          - Scritto da: User_


          che rischi ci sono per gli utenti?


          Un proXXXXX penale, multa e galera.Per infrazione di quale legge?
          • cannolo scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            - Scritto da: videoteca Genesi

            - Scritto da: sbertuccia


            - Scritto da: User_



            che rischi ci sono per gli utenti?





            Un proXXXXX penale, multa e galera.

            Per infrazione di quale legge?Intanto il ciccione Dotcom l'hanno arrestato secondo te perchè???
          • Sgabbio scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: cannolo?

            Intanto il ciccione Dotcom l'hanno arrestato
            secondo te
            perchè???Arrestato = colpevole. Ottimo.
          • Osvy scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Sgabbio
            - Scritto da: cannolo
            ?



            Intanto il ciccione Dotcom l'hanno arrestato

            secondo te perchè???

            Arrestato = colpevole. Ottimo.Mah, forse l'equivalenza che voleva suggerire e che si riferiva a questa domanda
            Per infrazione di quale legge?era arrestato = a seguito di ipotesi di infrazione di una legge...
          • bubba scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: cannolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            - Scritto da: videoteca Genesi


            - Scritto da: sbertuccia



            - Scritto da: User_




            che rischi ci sono per gli
            utenti?








            Un proXXXXX penale, multa e galera.



            Per infrazione di quale legge?

            Intanto il ciccione Dotcom l'hanno arrestato
            secondo te
            perchè???Beh e' semplice. Perche' "da sempre" esponenti delle Major soggiornano in parlamento. E aumentano costantemente i loro privilegi legali senza vergogna alcuna. Non si spiega se no perche', quando i governi, assieme agli editori (e a un po di autori) pensarono di piazzare una protezione TEMPORANEA di 14 ANNI... e ora siamo sui 140 ANNI (media di 70+70)
          • videotecaKr aneRossa scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: cannolo
            - Scritto da: uno qualsiasi

            - Scritto da: videoteca Genesi


            - Scritto da: sbertuccia



            - Scritto da: User_




            che rischi ci sono per gli
            utenti?








            Un proXXXXX penale, multa e galera.



            Per infrazione di quale legge?

            Intanto il ciccione Dotcom l'hanno arrestato
            secondo te
            perchè???perchè aveva intenzione di aprire megabox, un servizio di download gratuito e legale di musica, saltando le major (rivolgendosi direttamente agli autori) basato sull'advertising
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            Anche Rosa Parks fu arrestata, se è per questo.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Anche Rosa Parks fu arrestata, se è per questo.E secondo te questa gente sa chi è Rosa PArks?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            Sapranno usare google, no?Se la risposta è no, non vale la pena di perdere tempo a spiegare perchè tanto non capirebbero. In tal caso l'unica è aspettare che fame e bancarotta li portino via.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Sapranno usare google, no?A quanto ho capito lo usano al posto dei bookmark.Salvo poi bestemmiare in aramaico antico quando al primo posto dei risultati non c'è il loro sito preferito.

            Se la risposta è no, non vale la pena di perdere
            tempo a spiegare perchè tanto non capirebbero.No ne vale la pena in ogni caso.
        • videotecaro fallito scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          Torna nel buco da dove sei uscito lurido pezzente fallito! HAHAHAHHAHAHA
        • 01234 scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          magari!!!! bòòno il kebabe poi come business tira da morire anche ora con la crisile videoteche come vanno? O)
          • ces scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: 01234
            magari!!!! bòòno il kebab
            e poi come business tira da morire anche ora con
            la
            crisi

            le videoteche come vanno? O)Il kebab non mi attira, ma di sicuro è più probabile che entri in un negozio che vende kebab che in una videoteca. @^
          • 01234 scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            eccappunto
        • sbertuccia scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          - Scritto da: videoteca Genesi
          - Scritto da: sbertuccia

          - Scritto da: User_


          che rischi ci sono per gli utenti?


          Un proXXXXX penale, multa e galera. Il database
          degli utenti è conservato dall'fbi, pian pianino
          spulcieranno tutti quanti. Ci dovevate pensare
          prima, non è che sarete voi ad aprire una
          rivendita di
          Kebab?Non ci contare troppo...
        • dont feed the troll/dovella scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          - Scritto da: videoteca Genesi
          - Scritto da: sbertuccia

          - Scritto da: User_


          che rischi ci sono per gli utenti?


          Un proXXXXX penale, multa e galera. Il database
          degli utenti è conservato dall'fbi, pian pianino
          spulcieranno tutti quanti. Ci dovevate pensare
          prima, non è che sarete voi ad aprire una
          rivendita di
          Kebab?Mah "noi" forse apriremo una rivendita di Kebab, tanto gli affitti dei locali commerciali si abbasseranno parecchio quando chiuderete tutti.
        • SimpleJK scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          - Scritto da: videoteca Genesi
          - Scritto da: sbertuccia

          - Scritto da: User_


          che rischi ci sono per gli utenti?

          Un proXXXXX penale, multa e galera. Il database
          degli utenti è conservato dall'fbi, pian pianino
          spulcieranno tutti quanti. Ci dovevate pensare
          prima, non è che sarete voi ad aprire una
          rivendita di
          Kebab?Si, al posto della vostra inutile videoteca. Almeno così quel locale sarà occupato da gente che LAVORA, non da parassiti che pensano nel 2012 di spillare soldi noleggiando e vendendo copie senza alcun valore.
        • korn scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          - Scritto da: videoteca Genesi


          Un proXXXXX penale, multa e galera. Il database
          degli utenti è conservato dall'fbi, pian pianino
          spulcieranno tutti quanti. Ci dovevate pensare
          prima, non è che sarete voi ad aprire una
          rivendita di
          Kebab?Vai sereno nel tempo che loro ci mettano a spulciare il mio nome ed a fare qualsiasi cosa te sarai già sul lastrico da diversi anni, poi dubito che chiedano l'estradizione dall'italia per queste XXXXXXXte..Io fosse in te inizierei a vedere come si pela la carne sul girarrosto....
        • User_ scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          ma che stai a dì!?!?! ho messo 2 file legali e basta. io parlavo di altri utenti che hanno usato o solo scaricato file coperti da diritti d'autore, mica io! sei imbriaco?!
        • Freedom scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?

          Un proXXXXX penale, multa e galera. Il database
          degli utenti è conservato dall'fbi, pian pianino
          spulcieranno tutti quanti. Ci dovevate pensareNulla del genere, soprattutto per chi scaricava.Redazione: cancellare trolling che getta allarme.
    • Rizzo Master scrive:
      Re: che rischi ci sono per gli utenti?
      - Scritto da: User_
      che rischi ci sono per gli utenti?per chi ha caricato e magari ha anche ricevuto dei soldi, direi proprio di si.
      • cannolo scrive:
        Re: che rischi ci sono per gli utenti?
        - Scritto da: Rizzo Master
        - Scritto da: User_

        che rischi ci sono per gli utenti?


        per chi ha caricato e magari ha anche ricevuto
        dei soldi, direi proprio di
        si.Se cè un lucro il reato va sicuramente punito, è l'unico modo per fare della deterrenza altrimenti si finisce nell'anarchia.
        • videotecaro fallito scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          Ma smettila per favore e comincia a svuotare la videoteca rifiuto umano! ASDDDDDDDDDD
        • Sgabbio scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?
          - Scritto da: cannolo

          Se cè un lucro il reato va sicuramente punito, è
          l'unico modo per fare della deterrenza altrimenti
          si finisce
          nell'anarchia.la solita fuffa trollesca.
        • uno qualsiasi scrive:
          Re: che rischi ci sono per gli utenti?

          Se cè un lucro il reato va sicuramente punitoChe ci fosse il lucro è tutto da dimostrare.
          , è
          l'unico modo per fare della deterrenza altrimenti
          si finisce
          nell'anarchia.Il web è nato anarchico e libero, e tale deve rimanere.La vendita dei contenuti deve restarne fuori. La rete non esiste per la vendita di film, ma per la libera circolazione.Chi vuole vendere i film usi la tv.
          • Get Real scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Il web è nato anarchico e libero, e tale deve
            rimanere.Chi l'ha detto?
            La vendita dei contenuti deve restarne fuori. La
            rete non esiste per la vendita di film, ma per la
            libera
            circolazione.Ancora una volta, chi l'ha detto? Chi lo dice? Tu? Non essere ridicolo, per favore.Il web è un mezzo di comunicazione di massa. Come tale, obbedisce alle leggi del mercato.Piaccia o non piaccia.
            Chi vuole vendere i film usi la tv.Ancora una volta, non siamo noi a deciderlo ma il Mercato, e il Mercato fa quello che dice il Denaro.Internet apparterrà ai più ricchi, come tutto del resto.Abituati. Farà meno male.
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            contenuto non disponibile
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: unaDuraLezione
            Mi son fermato all'autore.e hai fatto bene.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Il web è nato anarchico e libero, e tale deve

            rimanere.

            Chi l'ha detto?Lo diciamo noi che lo frequentiamo.


            La vendita dei contenuti deve restarne
            fuori.
            La

            rete non esiste per la vendita di film, ma
            per
            la

            libera

            circolazione.

            Ancora una volta, chi l'ha detto? Chi lo dice?
            Tu? Non essere ridicolo, per
            favore.E tu che dici il contrario invece hai ragione?

            Il web è un mezzo di comunicazione di massa. Come
            tale, obbedisce alle leggi del
            mercato.Il mercato ha sentenziato che il prezzo che la gente è disposta a pagare per i contenuti multimediali è 0.

            Piaccia o non piaccia.


            Chi vuole vendere i film usi la tv.

            Ancora una volta, non siamo noi a deciderlo ma il
            Mercato, e il Mercato fa quello che dice il
            Denaro.
            Tu non sai cosa è il mercato.
          • Get Real scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            Chi l'ha detto?

            Lo diciamo noi che lo frequentiamo.Illuso. Il destino del web - come di qualunque altra cosa - sarà deciso dietro porte chiuse da consigli d'amministrazione, azionisti, lobbisti e uomini politici a caccia di sontuose remunarazioni.
            E tu che dici il contrario invece hai ragione?
            Io dico come stanno le cose: chi ha più soldi ha ragione.
            Il mercato ha sentenziato che il prezzo che la
            gente è disposta a pagare per i contenuti
            multimediali è
            0.
            Davvero? Eppure la gente non smette di andare al cinema o comprare contenuti. Direi che ti sbagli. La "gente" scarica perchè può. Quando non potrà più, quando sarà troppo rischioso, non lo farà più.

            Tu non sai cosa è il mercato.E tu sei molto, molto giovane. Quanti anni hai, tredici? Tra un po' di tempo, quando avrai molto da perdere, cambierai tono.Vedrai...
          • Cotton scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Get Real
            La "gente" scarica perchè può. Quando non potrà
            più, quando sarà troppo rischioso, non lo farà
            più.mmmh se ci mettiamo anche la variabile "denaro" la vedo dura ..... ovvero "la gente scarica perchè puo' e perchè non puo' (e non vuole) spendere cifre irragionevoli".... ma kissà forse sbaglio.ad ogni modo si vedrà ;)per le videoteche (giusto per cambiare discorso) non la vedo tanto rosea visto che l'obiettivo è quello di offrire contenuti (a pagamento ovviamente) via web (streaming e/o download) e non tanto su supporto fisico.... ma vedremo anche questa
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            Chi l'ha detto?



            Lo diciamo noi che lo frequentiamo.

            Illuso. Il destino del web - come di qualunque
            altra cosa - sarà deciso dietro porte chiuse da
            consigli d'amministrazione, azionisti, lobbisti e
            uomini politici a caccia di sontuose
            remunarazioni.
            Sta noi piegare la testa o meno alle loro decisioni, in questa come in tutte le altre cose.Io non dico che non sia come dici tu, dico che alla fine il pallino è in mano a noi.

            E tu che dici il contrario invece hai
            ragione?



            Io dico come stanno le cose: chi ha più soldi ha
            ragione.
            Tu dici le cose come credi che siano, come tutti gli altri.

            Il mercato ha sentenziato che il prezzo che
            la

            gente è disposta a pagare per i contenuti

            multimediali è

            0.



            Davvero? Eppure la gente non smette di andare al
            cinema o comprare contenuti.Quindi i piagnistei della pirateria che fa smettere di guadagnare i poveri produttori di musica e film sono tutte panzane?Ah beh, lo dicevo io.

            Tu non sai cosa è il mercato.

            E tu sei molto, molto giovane. Quanti anni hai,
            tredici?quasi 40, n'atro po'
            Tra un po' di tempo, quando avrai molto
            da perdere, cambierai
            tono.
            Vedi la differenza tra me e te è che io quel poco che avevo l'ho gia perso pur di mantenere il mio tono.Mica siamo tutti pisicalletto.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?


            Illuso. Il destino del web - come di qualunque
            altra cosa - sarà deciso dietro porte chiuse da
            consigli d'amministrazione, azionisti, lobbisti e
            uomini politici a caccia di sontuose
            remunarazioni.
            Quegli stessi politici che se la sono fatta addosso vedendo qualche pagina nera su wikipedia?

            E tu che dici il contrario invece hai
            ragione?



            Io dico come stanno le cose: chi ha più soldi ha
            ragione.
            Tu finora non ne hai mai detta una giusta.Non hai mai azzeccato una previsione: saresti disposto a scommettere?

            Il mercato ha sentenziato che il prezzo che
            la

            gente è disposta a pagare per i contenuti

            multimediali è

            0.



            Davvero? Eppure la gente non smette di andare al
            cinema o comprare contenuti. Direi che ti sbagli.E io direi che vedo i cinema mezzi vuoti, e i venditori di contenuti in miseria.
            La "gente" scarica perchè può. Quando non potrà
            più, quando sarà troppo rischioso, non lo farà
            più.
            Ai ritmi attuali, ci vorranno solo un paio di ere geologiche. Per allora, però, non sarà rimasto molto da scaricare.



            Tu non sai cosa è il mercato.

            E tu sei molto, molto giovane. Quanti anni hai,
            tredici? Tra un po' di tempo, quando avrai molto
            da perdere, cambierai
            tono.
            E allora perchè tu, che nonn hai nulla da perdere, sei così sottomesso?
          • Get Real scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: uno qualsiasi
            Quegli stessi politici che se la sono fatta
            addosso vedendo qualche pagina nera su
            wikipedia?
            Se intendi Wikileaks, i politici sono ancora al loro posto. Non possiamo dire che Assange stia molto meglio. Quando alle "rivelazioni", sono passate tutto sommato inosservate. La gente ha cose più importanti a cui pensare.

            Non hai mai azzeccato una previsione: saresti
            disposto a scommettere?
            Dici? Il cappio si sta stringendo, le voci che chiedono la "razionalizzazione" di internet si fanno più forti. Chi fino a ieri sfidava il potere dell'industria oggi chiude e corre ai ripari per cautelarsi.Vuoi dirmi che oggi sei più libero di anche solo due anni fa? Se è così non sei molto attento.
            Ai ritmi attuali, ci vorranno solo un paio di ere
            geologiche. Per allora, però, non sarà rimasto
            molto da
            scaricare.
            Illusione: giganti politici ed economici come quelli che porranno fine all'internet che conosciamo sono soggetti a grande inerzia, impiegano del tempo a reagire. Ora le armi sono affilati, le leggi comprate. Il gioco è già fatto.
            E allora perchè tu, che nonn hai nulla da
            perdere, sei così
            sottomesso?Oh, ti sbagli: ho tanto da perdere. Ho una vita, una famiglia, una casa, un lavoro. Intendo tenermeli, e non metterli in pericolo per una causa persa.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Get Real

            Oh, ti sbagli: ho tanto da perdere. Ho una vitae la chiami vita?
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Get Real
            - Scritto da: uno qualsiasi


            Quegli stessi politici che se la sono fatta

            addosso vedendo qualche pagina nera su

            wikipedia?



            Se intendi Wikileaks, i politici sono ancora al
            loro posto. Non possiamo dire che Assange stia
            molto meglio. Quando alle "rivelazioni", sono
            passate tutto sommato inosservate. La gente ha
            cose più importanti a cui
            pensare.Non intendo wikileaks, ma wikipedia. È bastato un giorno di pagine nere.




            Non hai mai azzeccato una previsione: saresti

            disposto a scommettere?



            Dici? Il cappio si sta stringendoSì, ma si sta stringendo intorno a niente.Noi siamo già fuori dalla stretta da un pezzo; qualche anno fa, il cappio colpiva anche gli utenti comuni (tipo la mamma o il ragazzino), adesso non più.
            , le voci che
            chiedono la "razionalizzazione" di internet si
            fanno più forti.Ma sempre voci restano. E le voci contrarie sono cresciute in misura maggiore.
            Chi fino a ieri sfidava il
            potere dell'industria oggi chiude e corre ai
            ripari per
            cautelarsi.Qualche nome?

            Vuoi dirmi che oggi sei più libero di anche solo
            due anni fa?Mi sembra proprio di sì. Posso fare più cose di quante potevo farne due anni fa.
            Illusione: giganti politici ed economici come
            quelli che porranno fine all'internet che
            conosciamo sono soggetti a grande inerzia,
            impiegano del tempo a reagire.E per loro sarà troppo tardi quando avranno reagito.Se un topo mangia le uova di un dinosauro, quando il dinosauro reagisce ormai il topo se ne è andato, e delle uova restano solo i gusci. Così i dinosauri sono rimasti senza discendenza, e si sono estinti.
            Ora le armi sono
            affilati, le leggi comprate.Certo: le leggi che permettono di ostacolare la vendita dei cd pirata, ad esempio.... peccato che tali cd siano già obsoleti da anni.

            E allora perchè tu, che nonn hai nulla da

            perdere, sei così

            sottomesso?

            Oh, ti sbagli: ho tanto da perdere. Ho una vita,No: la tua non è vita, è esistenza. In genere, le persone depresse e disfattiste come te disprezzano la loro vita, e si augurano che finisca in fretta, perchè è costituita solo da sofferenza.
            una famiglia,E stai preparando ai tuoi figli una esistenza da schiavi: è questa la vita che vuoi dare loro? Probabilmente, quando condurranno una vita disperata, lottando per un tozzo di pane e un piatto di fagioli, andranno a sputare e XXXXXXre sulla tua tomba, perchè sarai stato tu il responsabile delle loro disgrazie.
            una casaNon credo che sia tua: credo, al contrario, che tu possegga solo un mutuo o un affitto.
            , un lavoro.Certo che ce l'hai: ogni schiavo ce l'ha. Quello che ti manca è lo stipendio, visto che ti lamenti sempre di non avere soldi e di temere chi ce li ha.Se però vuoi solo il lavoro, vieni pure da me, te ne dò finché ne vuoi.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?


            Ancora una volta, chi l'ha detto? Chi lo dice?
            Tu? Non essere ridicolo, per
            favore.Ci sei già tu, per questo.

            Il web è un mezzo di comunicazione di massa. Come
            tale, obbedisce alle leggi del
            mercato.
            mercato che non esiste nè può esistere, per i beni infiniti. E non lo dico io, ma il mercato stesso: se esistesse si annullerebbe da solo.
            Piaccia o non piaccia.


            Chi vuole vendere i film usi la tv.

            Ancora una volta, non siamo noi a deciderlo ma il
            Mercato, e il Mercato fa quello che dice il
            Denaro.
            Falso: è il mercato che governa il denaro, non viceversa. il mercato può trasformare miliardi in carta straccia nel giro di pochi secondi.
            Internet apparterrà ai più ricchi, come tutto del
            resto.

            Abituati. Farà meno male.Internet è nata libera. Tu sei nato schiavo, e tale resterai. La schiavitù è ormai impressa nella tua mente
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: uno qualsiasi[...]
            Internet è nata libera. Internet è nata da un progetto militare americano.
            Tu sei nato schiavo, e
            tale resterai. La schiavitù è ormai impressa
            nella tua
            menteQuesta parte è incommentabile. Tu dici cose interessanti: saresti più credibile se rinunciassi a questi estremismi ed a queste frasi a finto effetto.
          • Gennarino B scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: uno qualsiasi
            [...]

            Internet è nata libera.

            Internet è nata da un progetto militare americano.


            Tu sei nato schiavo, e

            tale resterai. La schiavitù è ormai impressa

            nella tua

            mente

            Questa parte è incommentabile. Tu dici cose
            interessanti: saresti più credibile se
            rinunciassi a questi estremismi ed a queste frasi
            a finto
            effetto.Frasi tipo "basta con la pirateria"?Ma non ti rendi ancora conto di quanto tu sia ridicolo?
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Gennarino B
            - Scritto da: Basta Pirateria

            - Scritto da: uno qualsiasi

            [...]


            Internet è nata libera.



            Internet è nata da un progetto militare
            americano.




            Tu sei nato schiavo, e


            tale resterai. La schiavitù è ormai
            impressa


            nella tua


            mente



            Questa parte è incommentabile. Tu dici cose

            interessanti: saresti più credibile se

            rinunciassi a questi estremismi ed a queste
            frasi

            a finto

            effetto.

            Frasi tipo "basta con la pirateria"?

            Ma non ti rendi ancora conto di quanto tu sia
            ridicolo?Almeno quanto tu sei patetico.
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: Gennarino B

            - Scritto da: Basta Pirateria


            - Scritto da: uno qualsiasi


            [...]



            Internet è nata libera.





            Internet è nata da un progetto militare

            americano.






            Tu sei nato schiavo, e



            tale resterai. La schiavitù è ormai

            impressa



            nella tua



            mente





            Questa parte è incommentabile. Tu dici
            cose


            interessanti: saresti più credibile se


            rinunciassi a questi estremismi ed a
            queste

            frasi


            a finto


            effetto.



            Frasi tipo "basta con la pirateria"?



            Ma non ti rendi ancora conto di quanto tu sia

            ridicolo?

            Almeno quanto tu sei patetico.No, non ti rendi conto...
          • Gennarino B scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            Patetico?Tu che con quellavi ormai sei diventato l'uomo sandwich ritardato di pi che tutti si divertono a prendere a sberloni?E ancora ti fai vedere in giro?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: uno qualsiasi
            [...]

            Internet è nata libera.

            Internet è nata da un progetto militare americano.E si chiamava Arpanet.Quando è diventata internet è diventata libera ed anarchica.Con buona pace di voi soloni.


            Tu sei nato schiavo, e

            tale resterai. La schiavitù è ormai impressa

            nella tua

            mente

            Questa parte è incommentabile. Tu dici cose
            interessanti: saresti più credibile se
            rinunciassi a questi estremismi ed a queste frasi
            a finto
            effetto.Quindi è normale, per te, accettabile e condiviso che uno venga qui a fare lo sconfittone ripetendo "inutile resistere, verrete assimilati" (è una citazione non una riporduzione non autorizzata) e cercando di convincerci che non solo non siamo liberi ma non ce ne dobbiamo nemmeno lamentare, mentre è incommentabile chi si rifiuta, foss'anche nel torto, di accettare questa convinzione aberrante e disumanizzante.L'estremista per te è il secondo non il primo.Complimenti, ogni volta che scrivi qualcosa riesci a stupirmi in peggio.Spero per te che questo atteggiamento tu lo riservi solo a noi altri, perchè altrimenti sei messo veramente, ma veramente male.
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella

            [...]


            Internet è nata libera.



            Internet è nata da un progetto militare
            americano.

            E si chiamava Arpanet.
            Quando è diventata internet è diventata libera ed
            anarchica.
            Con buona pace di voi soloni.Vatti a rileggere la storia della rete. A forza di scaricare devi aver dimenticato qualche passaggio importante.





            Tu sei nato schiavo, e


            tale resterai. La schiavitù è ormai
            impressa


            nella tua


            mente



            Questa parte è incommentabile. Tu dici cose

            interessanti: saresti più credibile se

            rinunciassi a questi estremismi ed a queste
            frasi

            a finto

            effetto.

            Quindi è normale, per te, accettabile e condiviso
            che uno venga qui a fare lo sconfittone ripetendo
            "inutile resistere, verrete assimilati" [...]Assolutamente no. Ma non mi sembra neanche accettabile dare dello "schiavo" a qualcuno, per quante cretinate questo qualcuno possa dire.

            Spero per te che questo atteggiamento tu lo
            riservi solo a noi altri, perchè altrimenti sei
            messo veramente, ma veramente
            male.Un altro sproloquio da complesso di persecuzione come quello dei post rimossi?
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella



            [...]



            Internet è nata libera.





            Internet è nata da un progetto militare

            americano.



            E si chiamava Arpanet.

            Quando è diventata internet è diventata
            libera
            ed

            anarchica.

            Con buona pace di voi soloni.

            Vatti a rileggere la storia della rete. A forza
            di scaricare devi aver dimenticato qualche
            passaggio
            importante.
            http://it.wikipedia.org/wiki/Internet#Da_Arpanet_a_Internet_.28anni_settanta_e_ottanta.29








            Tu sei nato schiavo, e



            tale resterai. La schiavitù è ormai

            impressa



            nella tua



            mente





            Questa parte è incommentabile. Tu dici
            cose


            interessanti: saresti più credibile se


            rinunciassi a questi estremismi ed a
            queste

            frasi


            a finto


            effetto.



            Quindi è normale, per te, accettabile e
            condiviso

            che uno venga qui a fare lo sconfittone
            ripetendo

            "inutile resistere, verrete assimilati"
            [...]

            Assolutamente no. Ma non mi sembra neanche
            accettabile dare dello "schiavo" a qualcuno, per
            quante cretinate questo qualcuno possa
            dire.Cioè uno può dire sciocchezze e uno non gli può rispondere?E' per questa convinzione, allora, che vieni qui a scrivere sciocchezze?Immagino lo shock quando ti rispondiamo a tono.




            Spero per te che questo atteggiamento tu lo

            riservi solo a noi altri, perchè altrimenti
            sei

            messo veramente, ma veramente

            male.

            Un altro sproloquio da complesso di persecuzione
            come quello dei post
            rimossi?Gli sproloqui, li dirai tu e i tuoi sodali, sempre a proposito degli insulti gratuiti che vai spandendo.Ma poi, che diavolo c'entrerebbero i supposti "complessi di persecuzione" (semmai manie, ma tant'è usa pure termini inappropriati, siamo abituati)?
          • Basta Pirateria scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella[...]

            Un altro sproloquio da complesso di
            persecuzione

            come quello dei post

            rimossi?

            Gli sproloqui, li dirai tu e i tuoi sodali,
            sempre a proposito degli insulti gratuiti che vai
            spandendo.
            Ma poi, che diavolo c'entrerebbero i supposti
            "complessi di persecuzione" (semmai manie, ma
            tant'è usa pure termini inappropriati, siamo
            abituati)?http://www.dica33.it/COMPLESSO%20DI%20PERSECUZIONE/glossario-termini/rlp=84511&rlb=&rla=C&rla_p=25&rla_pt=39 <i
            Definizione di: COMPLESSO DI PERSECUZIONESensazione di essere oggetto di ingiustizie ed ostilità per giustificare psicologicamente i propri insuccessi o delusioni. </i
          • dont feed the troll/dovella scrive:
            Re: che rischi ci sono per gli utenti?
            - Scritto da: Basta Pirateria
            - Scritto da: dont feed the troll/dovella
            [...]


            Un altro sproloquio da complesso di

            persecuzione


            come quello dei post


            rimossi?



            Gli sproloqui, li dirai tu e i tuoi sodali,

            sempre a proposito degli insulti gratuiti
            che
            vai

            spandendo.

            Ma poi, che diavolo c'entrerebbero i supposti

            "complessi di persecuzione" (semmai manie, ma

            tant'è usa pure termini inappropriati, siamo

            abituati)?

            http://www.dica33.it/COMPLESSO%20DI%20PERSECUZIONE

            <i
            Definizione di: COMPLESSO DI
            PERSECUZIONE

            Sensazione di essere oggetto di ingiustizie ed
            ostilità per giustificare psicologicamente i
            propri insuccessi o delusioni. </i

            Ok hai trovato una fonte che si esprime male quanto te.Vuol forse dire che c'entri qualcosa?
    • bubba scrive:
      Re: che rischi ci sono per gli utenti?
      - Scritto da: User_
      che rischi ci sono per gli utenti?a dispetto di quello che i videotechini hanno prontamente replicato qui, c'era piu di un articolo dove (o MPAA o il DOJ non ricordo) si diceva l'esatto contrario. Ossia che non perseguiranno gli utenti.Il motivo del resto e' sempre quello... e' MOLTO piu oneroso e MENO fruttifero perseguire (perseguitare) ogni singolo operaio, casalinga, ecc che POTREBBE aver infranto il copyright.. piuttosto che un grasso intermediario. La faccenda di mamma jamie & RIAA sta' li' a dimostrarlo (e' dal *2005* che buttano soldi in spese legali e non hanno ancora tirato fuori un ragno dal buco... a luglio 2011 era stata condannata per 54000$... ovviamente la riaa ha fatto -di nuovo- ricorso)
    • Ubunto scrive:
      Re: che rischi ci sono per gli utenti?
      - Scritto da: User_
      che rischi ci sono per gli utenti?Nessuno.E non è nemmeno improbabile che Kim venga assolto e Megaupload riaperto, appena qualche giorno fa, pur giocando di sponda, si è mossa pure Google per un caso analogo:http://punto-informatico.it/3486847/PI/News/hotfile-un-piccolo-aiuto-google.aspx-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 26 marzo 2012 16.16-----------------------------------------------------------
Chiudi i commenti