Internet nelle mani di chi?

di Luddist - E' vero, molte normative su Internet sono destinate a fallire perché la rete è mutevole quanto e più della tecnologia. Ma è anche vero che quanto secernono i palazzi romani supera ogni previsione


Roma – Qualcuno faccia qualcosa. Non voglio entrare nel merito del decreto legge che finanzia cinema e sport ma che in realtà aggredisce le libertà degli utenti internet nonché le possibilità di sviluppo della rete. Né voglio discettare sulle misure introdotte da un’altra legge per fornire a spese degli utenti internet quantità abnormi di materiali informatici le biblioteche nazionali. Quello che invece vorrei capire sono le motivazioni di tanti grossolani errori .

Mi scuseranno i puristi della politica, quelli che conoscono i giochi che vengono fatti dietro le quinte, quelli che sanno sempre cosa succede quando e sotto la scrivania di chi, ma trovo francamente degradante per il Parlamento italiano che nel 2004 certe normative trovino spazio e vengano addirittura approvate.

Qualcuno di quel pugno di maniaci che in Italia frequentava Internet nel 1994, 1995 o 1996 avrà letto, magari proprio sul quotidiano che gentilmente ospita questo mio commento, come il Congresso americano a quei tempi fosse già al lavoro per capire la rete, o quantomeno per provarci.

È vero che nel 1998 proprio a Washington fu approvato il DMCA, che per chi ha vissuto sei anni tra le nuvole è la peggiore legge mai concepita in materia di copyright, ma è anche vero che il Congresso ha voluto una internet senza tasse, ha spinto sulla banda larga fin dall’inizio, ha tutelato gli interessi degli operatori concepiti come motore dello sviluppo e via dicendo. Ha fatto errori, ovvio, ma nel 1996, quando da noi la rete era in mano a pochi pazzi, Washington aveva già capito di vivere gli albori di una nuova era .

Qui da noi, sei anni dopo, ad averlo capito sono solo alcuni punti di riferimento in rete, certi esponenti dell’industria, un manipolo di attivisti dell’open source e di blogger, insomma un coacervo di avvertiti utenti internet. Di certo non lo ha capito la classe politica .

C’è qualcosa di inquietante, qualcosa che atterrisce, nel fatto che a Roma, nel Palazzo, ci si ingegni a normare l’universo mondo del cinema o della musica, dei libri o della cultura, non trovando niente di meglio che infilare Internet dappertutto con l’insipienza di chi sa solo che la rete esiste ma non ne coglie il funzionamento, la netiquette, la delicatezza, l’afflato liberatorio e le speranze che rappresenta e da cui è costituita.

Il mio non è uno sfogo contro questa o quella legge proposta da questo o quel ministro e approvata in Parlamento da una maggioranza o da un’altra. Non è una tirata contro i contenuti di questa o quella legge.
Il mio vuole essere in primo luogo una presa d’atto e in secondo luogo un atto d’accusa contro il metodo , contro l’assenza di una attività di informazione preventiva all’emanazione delle leggi, contro l’arroganza di chi ritiene di poter legiferare su materie che palesemente non conosce.

Perché è intollerabile sentirsi dire da un relatore di un provvedimento (sì, sempre quello, quello che si discute al Senato il 18) che colpisce al cuore la rete che non c’era tempo per valutare quello che si stava proponendo . Mi scuserà l’onorevole in questione se ritengo internet assai più importante del sostegno pubblico alle sale cinematografiche e se credo sia molto più rilevante preservare le libertà piuttosto che sostenere a spese di queste ultime un comparto industriale che ha molti torti.

Perché è intollerabile leggere che nell’era digitale le biblioteche nazionali, invece di catturare automaticamente le informazioni eventualmente ritenute di interesse documentale, dovrebbero al contrario essere rifornite di documenti da chi vive la rete giorno dopo giorno.

Perché è intollerabile che oltre all’ignoranza della legge sia pure proposta la beffa di sanzioni , dalle multe al carcere, che non rappresentano uno scudiscio per chi abusa della rete, rappresentano invece l’emblema della situazione tristissima in cui versa questo paese, capace di agitarsi per la rivoluzione digitale al punto da non riuscire ad afferrarne il senso.

Luddist

Precedenti interventi di Luddist:
Digitale terrestre, chi gira l’assegno?
Mister Cheli, un po’ di rispetto
I voyeur della tecnologia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Akiro scrive:
    l'HELP!?
    ma davvero c'è ancora gente che usa tal programma???non ho mai trovato nulla di utile lì... mai in tutta la mia vita.(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Ed io quella di Linzozz
    saper perdere è bello,,
  • Anonimo scrive:
    Re: Che cesso



    Certo linux non costa 250 ?

    se lo scarichi da internet. Ma se lo
    compri

    in negozio un 100 ? te li costa anche

    quello!
    bene allora vuol dire che risparmio 150 ?
    (minimo) e scusa se è poco
    100? a box!!!Se lo devi installare su 100pc il risparmio è di 15.000? (+o-).....(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Ed io quella di Linzozz
    - Scritto da: Anonimo
    e con su scritto: "BETA TESTER 4EVER" :|e con su scritto Nerd 4EVER :|
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?

    Personalmente non mi tocca minimamemte visto
    che non ho XP e non lo avro' mai ma sentire
    decantare la sicurezza e la bonta' dei
    sistemi MS mi suona veramente ridicolo
    specialmente in relazione ai fattiio non ho decantato la sicurezza di niente, ho semplicemente sbugiardato chi per affermare un concetto palesemente vero che non ha bisogno di chissà quali dimostrazioni (leggi: Windows è insicuro...) deve sparare delle grosse cavolate; perché le patch di windows non sono giornaliere e non ammontano a GB ma piuttosto a qualche centinaia.
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?
    - Scritto da: Anonimo


    Il decreto Urbani non sara' sufficiente
    per

    far disdire la ADSL a certa gente
    costretta

    a scaricarsi giga di patch e
    aggiornamenti

    quotidiani.

    Ho windows xp home sp1, l'ultimo windows
    update l'ho fatto ieri e proprio ora sono
    andato a vedere quante patch di sicurezza ho
    installato, sono 13; parlo delle patch di
    windows, non degli aggiornamenti dei vari
    programmi o delle patch di IE e OE che non
    uso; se consideri che il sp1 è uscito
    più di un anno e mezzo fa ti accorgi
    che la media è di meno di 1 patch al
    mese. Domanda: quali sarebbero i GB di
    aggiornamenti e soprattutto dove sarebbero
    quotidiani?Vista la stretta integtrazione tra Windows ed IE el patch di IE vanno considerate patch del sistema operativo. Basta pensare che le patch di IE aggiornano componenti di gestione della rete dell'OS. Se pensi poi al tipo di baco di cui si sta parlando e dell'assurdita' del protocollo HPC, beh non starei molto allegro.Personalmente non mi tocca minimamemte visto che non ho XP e non lo avro' mai ma sentire decantare la sicurezza e la bonta' dei sistemi MS mi suona veramente ridicolo specialmente in relazione ai fatti
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ogni volta che MS rilascia una patch dovete
    scrivere che Win è un cesso e che vi
    rompe scaricare gli aggiornamenti... pensate
    che gli altri SO siano meglio? Ne sono fermamente convinto
    Non voglio prendere le difede di MS, ci
    mancherebbe, ma cerchiamo di essere un po'
    piu' originali e magari costruttivi...
    continuare a dire che i prodotti MS facciano
    schifo e poi continuano ad essere installati
    ed aggiornati sui nostri pc non è
    sinonimo di coerenza.Pensi veramente che tutti gli utenti che postano qui lo facciano da una stazione windows ?
  • carobeppe scrive:
    Re: Riparo una falla, e altro ancora

    Io non uso applicazioni M$ sul mio PC,
    soprattutto per eseguire roba multimediale!io di roba microsoft uso solo windows xp perché è il più compatibile... per il resto... mozilla, winamp, openoffice, windvd, codifico in xvid ecc...
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?

    Il decreto Urbani non sara' sufficiente per
    far disdire la ADSL a certa gente costretta
    a scaricarsi giga di patch e aggiornamenti
    quotidiani.Ho windows xp home sp1, l'ultimo windows update l'ho fatto ieri e proprio ora sono andato a vedere quante patch di sicurezza ho installato, sono 13; parlo delle patch di windows, non degli aggiornamenti dei vari programmi o delle patch di IE e OE che non uso; se consideri che il sp1 è uscito più di un anno e mezzo fa ti accorgi che la media è di meno di 1 patch al mese. Domanda: quali sarebbero i GB di aggiornamenti e soprattutto dove sarebbero quotidiani?
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?
    - Scritto da: Anonimo
    ah e quindi cosa proponi in alternativa al
    lamentarsi?
    di passare a Linux o Mac? ripetitivo...No, no, propongo che tu ti tenga pure il tuo SO tutto bello patchato e rammendato.Il decreto Urbani non sara' sufficiente per far disdire la ADSL a certa gente costretta a scaricarsi giga di patch e aggiornamenti quotidiani.
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?
    - Scritto da: Anonimo
    no, infatti, il punto è che si
    lamentano coloro che windows non lo
    utilizzano!Io non mi lamento mica.Mi fanno solo pena tante persone che nonostante l'evidenza si ostinano a calar le braghe, raccogliere saponette e continuare a dargli dei soldi...
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?
    ah e quindi cosa proponi in alternativa al lamentarsi?di passare a Linux o Mac? ripetitivo...
  • Anonimo scrive:
    Re: Riparo una falla, e altro ancora
    - Scritto da: Anonimo
    In quale altra patch nasconderanno o il
    blocco delle informazioni su quello che
    facciamo con i nostri pc, oppure
    nasconderanno nuovi e strabilianti strumenti
    per controllare MEGLIO quello che facciamo?Io non uso applicazioni M$ sul mio PC, soprattutto per eseguire roba multimediale!OpenSource vuol dire anche certezza nel sapere che il programma che stai utilizzando fa solo quello che dice di fare e non altro...
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ogni volta che MS rilascia una patch dovete
    scrivere che Win è un cesso e che vi
    rompe scaricare gli aggiornamenti... pensate
    che gli altri SO siano meglio? ehm (apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: non siete un po' ripetitivi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ogni volta che MS rilascia una patch dovete
    scrivere che Win è un cesso e che vi
    rompe scaricare gli aggiornamenti... pensate
    che gli altri SO siano meglio?
    Non voglio prendere le difede di MS, ci
    mancherebbe, ma cerchiamo di essere un po'
    piu' originali e magari costruttivi...
    continuare a dire che i prodotti MS facciano
    schifo e poi continuano ad essere installati
    ed aggiornati sui nostri pc non è
    sinonimo di coerenza.no, infatti, il punto è che si lamentano coloro che windows non lo utilizzano!
  • Anonimo scrive:
    Riparo una falla, e altro ancora
    Io ho notato con interesse la parte finale, in qui si menziona "la prima è l'aggiornamento del decoder DVD integrato nel Windows Media Player; la seconda è la trasmissione al centro di supporto on-line di Microsoft di informazioni relative all'hardware installato sulla propria macchina"Domani diranno:"Noi M$ schedare l'ardware delle macchine? è dalla patch numero X che non si fa più..." e siccome di patch ne sono passate milioni, figurati se uno sa quando è stata fatta.In quale altra patch nasconderanno o il blocco delle informazioni su quello che facciamo con i nostri pc, oppure nasconderanno nuovi e strabilianti strumenti per controllare MEGLIO quello che facciamo?Un saluto
  • Anonimo scrive:
    non siete un po' ripetitivi?
    Ogni volta che MS rilascia una patch dovete scrivere che Win è un cesso e che vi rompe scaricare gli aggiornamenti... pensate che gli altri SO siano meglio? Non voglio prendere le difede di MS, ci mancherebbe, ma cerchiamo di essere un po' piu' originali e magari costruttivi... continuare a dire che i prodotti MS facciano schifo e poi continuano ad essere installati ed aggiornati sui nostri pc non è sinonimo di coerenza.
  • giallu scrive:
    Re: Che cesso
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    Tra un pò la grandezza delle
    patch

    installate sarà maggiore
    dell'intero

    sistema operativo, sono schifato :@

    ad oggi:
    25 mega di patch (tra xp e ie) se uno compra
    xp pro con sp1 già installato
    131 mega di sp1 se compri xp senza sp1
    installato (che oggi è impossibile)
    quindi, in tutto al max sono 156 MB in tre
    anni, dall'uscita di xp. Non mi pare che gli
    update di altri OS siano molto meno
    cospicui. Guarda in questo, come in altri casi ;), non mi baserei solo sulla dimensione...
    Tieni conto che spesso su linux se
    compri un device hw nuovo spesso devi
    scaricarti un nuovo modulo e ricompilare il
    kernel, beh, la differenza è minima.ricompilare il kernel??? nel 2004?? mi sa che non provi una distro recente da un pezzo...
    Per non dire che i buchi su moduli vari,
    tipo quello famoso di sendmail, ci sono
    anche su linux. Si, infatti molte distribuzioni usano postfix o altri MTA. In biologia la chiamano "biodiversità", così che se anche se si scoprisse un baco di dimensioni elefantiache, non verrebbe colpito tutto il mondo, come invece succede REGOLARMENTE con altri sistemi operativi...
    Certo linux non costa 250 ?
    se lo scarichi da internet. Ma se lo compri
    in negozio un 100 ? te li costa anche
    quello!bene allora vuol dire che risparmio 150 ? (minimo) e scusa se è poco
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non se ne può più
    volevamo un OS che non avesse anche l'help buggato!!!
  • giallu scrive:
    Re: Che cesso
    E anche che di default è un tantinello più difficile che ti entrino nella macchina dove lavori...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non se ne può più
    - Scritto da: Anonimo
    Tra un pò la grandezza delle patch
    installate sarà maggiore dell'intero
    sistema operativo, sono schifato :@ad oggi:25 mega di patch (tra xp e ie) se uno compra xp pro con sp1 già installato131 mega di sp1 se compri xp senza sp1 installato (che oggi è impossibile)quindi, in tutto al max sono 156 MB in tre anni, dall'uscita di xp. Non mi pare che gli update di altri OS siano molto meno cospicui. Tieni conto che spesso su linux se compri un device hw nuovo spesso devi scaricarti un nuovo modulo e ricompilare il kernel, beh, la differenza è minima. Per non dire che i buchi su moduli vari, tipo quello famoso di sendmail, ci sono anche su linux. Certo linux non costa 250 ? se lo scarichi da internet. Ma se lo compri in negozio un 100 ? te li costa anche quello!Se poi MS ti sta sulle balle per altri motivi è un'altra storia.ciao!
  • giallu scrive:
    Re: Che cesso
    - Scritto da: Anonimo
    Ma possibile che in microsoft per fare uno
    stracazzo di help hanno bisogno di
    invenatrsi un nuovo protocollo ? ma dico
    farlo in testo o in html non e' abbastanza ?
    . . . non sanno proprio che cazzo fare a
    redmond :(Guarda, questa cosa in effetti l'ho notata pure io, e più di una volta.Il fatto è che alla M$ la chiamano "innovazione"...

    www.updatexp.com/kb825119.html

    What is the HCP protocol?

    Similar to the HTTP protocol which is used
    to execute URL links to open a web browser,
    the HCP protocol can be used to execute URL
    links to open the Help and Support Center
    feature.


    non ho paroleidem...
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non se ne può più
    - Scritto da: Anonimo
    cos'è non volevate le patch?Non è che il ns amato pinguino stia poi meglio......quanto a buchi e falle nei programmi o nel kernel....L'unica cosa a suo favore è che, almeno, non costa nulla e le patches escono un po' più rapidamente............(linux)(linux)(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Che cesso
    Ma possibile che in microsoft per fare uno stracazzo di help hanno bisogno di invenatrsi un nuovo protocollo ? ma dico farlo in testo o in html non e' abbastanza ? . . . non sanno proprio che cazzo fare a redmond :(http://www.updatexp.com/kb825119.htmlWhat is the HCP protocol?Similar to the HTTP protocol which is used to execute URL links to open a web browser, the HCP protocol can be used to execute URL links to open the Help and Support Center feature.non ho parole
  • Anonimo scrive:
    Re: Che cesso
    Si prega di non offendere i cessi con questi paragoni, please...
  • Anonimo scrive:
    Re: win update non me lo dice: why?
    - Scritto da: Anonimo
    come mai windows update non si fa sentire su
    questo?prima devi fare l'update dell'update, no? :'(
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • ilGimmy scrive:
    Re: win update non me lo dice: why?
    Perche' si vergognano :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    Re: Voglio la T-shirt Micro$oft
    ahahhaahahhahaha :D:D:Dbella questa :P(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: Che cesso
    ahhah :D concordo :P è proprio na merda -.-pure l'help è buggato.. bhacmq w$ è scritto in c/c++ e qualcosina di c#(linux)
  • pingu scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    Che cesso
    Ma e' programmato col culo Win, ma pure dall'help entrano i cracker? Tra un po' te li danno in omaggio col sistema operativo: compra 1 copia di Winz e avrai in omaggio i meravigliosi granetti del mulino bianco!A parte le cagate e' proprio un cesso, lo facessero di testo sto help e vediamo come cazzo faranno...sto codice e' tutto buggoso, per me l'hanno fatto scrivere ai ragazzini della namibia dopo un corso di 3 ore di VB.Ciauz
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    Voglio la T-shirt Micro$oft
    e con su scritto: "BETA TESTER 4EVER" :|
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non se ne può più
    cos'è non volevate le patch?
  • Anonimo scrive:
    Re: Ma non se ne può più
    - Scritto da: Anonimo
    Tra un pò la grandezza delle patch
    installate sarà maggiore dell'intero
    sistema operativo, sono schifato :@Arrivi tardi, il sorpasso c'è già stato ;)Fatti due conti, WindowsNinetyfive stava, se non ricordo male, su una dozzina di floppy: la differenza di "peso" con Icspì è tutta di nove anni di patch :)
  • oivlis scrive:
    Re: Microsoft = massa di asini
  • oivlis scrive:
    Re: win update non me lo dice: why?
    Probabilmente perché il tuo Os non ne è affetto:Microsoft Windows XP and Microsoft Windows XP Service Pack 1 ? Download the update ? Microsoft Windows XP 64-Bit Edition Service Pack 1 ? Download the update ? Microsoft Windows XP 64-Bit Edition Version 2003 ? Download the update ? Microsoft Windows Server? 2003 ? Download the update ? Microsoft Windows Server 2003 64-Bit Edition ? Download the update Non-Affected Software:? Microsoft Windows NT® Workstation 4.0 Service Pack 6a ? Microsoft Windows NT Server 4.0 Service Pack 6a ? Microsoft Windows NT Server 4.0 Terminal Server Edition Service Pack 6 ? Microsoft Windows 2000 Service Pack 2, Microsoft Windows 2000 Service Pack 3, Microsoft Windows 2000 Service Pack 4 ? Microsoft Windows 98, Microsoft Windows 98 Second Edition (SE), and Microsoft Windows Millennium Edition (ME)
  • Anonimo scrive:
    Microsoft = massa di asini
  • Anonimo scrive:
    win update non me lo dice: why?
    come mai windows update non si fa sentire su questo?boh!
  • Anonimo scrive:
    Ma non se ne può più
    Tra un pò la grandezza delle patch installate sarà maggiore dell'intero sistema operativo, sono schifato :@
Chiudi i commenti