iPhone 7, primo contatto

di D. Galimberti - A una settimana dall'uscita dall'ultimo modello di melafonino, ecco le prime impressioni d'uso sulle novità introdotte da Apple

Roma – Dopo averlo visto sul palco dell’ evento di inizio mese , e aver esaminato i dettagli della versione di iOS che ne ha accompagnato il lancio, andiamo ad esaminare i dettagli del nuovo smartphone di Apple, telefono che potrebbe risollevare le vendite dopo due trimestri poco brillanti (approfittando anche del momento poco felice del concorrente più agguerrito)

L’ iPhone 7 si differenzia dal modello precedente principalmente per tre caratteristiche, anche se una di queste porta con sé molti altri aspetti, mentre le altre due sono per certi versi dei miglioramenti attesi.

La prima è l’ impermeabilità , ottenuta grazie re-ingegnerizzazione di ogni elemento dello chassis, ma anche grazie all’eliminazione di alcune possibili vie di accesso per l’acqua: il nuovo iPhone 7 ha infatti eliminato il jack audio, ed è dotato di un nuovo pulsante home a stato solido, senza più movimenti meccanici.
La seconda è la nuova fotocamera , che senza incrementare inutilmente il numero di pixel di ogni scatto, viene migliorata sotto altri due aspetti molto più importanti: l’apertura del diaframma, e la stabilizzazione ottica (ci sarebbe da parlare anche della doppia camera dell’iPhone 7 plus, ma non è il modello in prova)
L’ultima è il canonico incremento di prestazioni ottenuto con il nuovo chip A10 fusion , che vedremo all’opera con alcune applicazioni.

Ma partiamo dall’inizio: l’iPhone 7 è fondamentalmente identico nelle forme ai due modelli precedenti, ad eccezione della camera (sempre sporgente, ma alloggiata in una sorta di estensione del case) e dell’antenna, che viene mimetizzata facendola curvare sul profilo del telefono (nei modelli scuri, nero opaco e Jet Black, l’antenna è praticamente invisibile). Esaminando da vicino i dettagli, si notano poi altri piccole differenze nei pulsanti e nella slitta della SIM, oltre ovviamente alla già citata assenza del jack delle cuffie. Proprio quest’ultima caratteristica ha scatenato molte discussioni tra i sostenitori della semplificazione, e chi invece preferisce un approccio più tradizionale. In ogni caso Apple include nella confezione dell’iPhone 7, sia le nuove cuffie EarPods con connettore Lightning, sia un adattatore per collegare alla porta Lightning il classico jack audio (e non potrebbe essere diversamente visto che parliamo di una transizione “forzata” da Apple).

Sempre parlando di audio, ricordiamo che l’iPhone 7 è il primo melafonino ad avere degli altoparlanti stereofonici, uno nella parte inferiore, come di consueto, e uno nella parte superiore, dove normalmente c’è lo speaker utilizzato per le telefonate. Per ovvi motivi, l’effetto che si ottiene è decisamente migliore rispetto a tutti i modelli precedenti, soprattutto con alcuni videogiochi e programmi musicali, anche perché la potenza dell’uscita audio è raddoppiata rispetto all’iPhone 6S. Per l’ascolto della musica invece è sempre e comunque consigliabile l’utilizzo delle cuffie, anche se qui siamo nel campo delle abitudini personali degli utenti. Da notare che le cuffie non sono più racchiuse in un contenitore trasportabile, probabilmente perché Apple punta a spingere la vendita delle AirPods (che avremo modo di testare quando saranno disponibili sul mercato).

Come accennato sopra, la rimozione del jack audio è uno degli elementi che hanno portato alla realizzazione di un iPhone impermeabile, caratteristica sperimentata utilizzando il telefono sotto la pioggia (che mi ha colto all’improvviso durante una sessione di corsa) e verificata anche a banco, seppur senza insistere in modo eccessivo nelle prove: si tratta di una resistenza di grado IP67 che rende il telefono immergibile fino ad 1 metro per 30 minuti, sufficiente per scongiurare incidenti indesiderati, ma ben lontana dalla resistenza assicurata, per esempio, dal nuovo Apple Watch Series 2 . Un altro elemento che ha contribuito all’impermeabilità di iPhone 7 è il nuovo tasto home , non più meccanico ma a stato solido : questo significa che il tasto non esegue alcun movimento, ma “sente” la forza di pressione e restituisce un feedback simile al click tramite il Taptic Engine. Quest’ultimo, oltre ad essere configurabile per offrire diversi tipi di risposta alla pressione del tasto home, su Phone 7 offre una maggiore interattività su tutto lo schermo, sia come reazione al 3D Touch, sia come feedback all’attuazione di molti controlli, per esempio durante lo scorrimento dei menù. Come al solito, si parla di dettagli, dettagli che nel loro insieme regalano una differente esperienza di usabilità rispetto a quanto visto in passato.

Tra le nuove app che riescono a sfruttare al meglio tutto quanto descritto finora, possiamo citare NOISE , applicazione che trasforma l’iPhone in uno strumento musicale molto versatile, con diversi strumenti ed effetti selezionabili, che sfrutta in modo ottimale il 3D touch per determinare la potenza del suono da emettere, e restituisce un feedback tattile molto realistico, oltre ad un suono stereofonico di discreta potenza (soprattutto considerando che viene dagli altoparlanti di un telefonino).

Concludiamo l’analisi esteriore ricordando che, se le dimensioni sono esattamente le stesse del modello precedente , il peso è leggermente inferiore: 138 grammi anziché 143 (mentre per l’iPhone 7 plus siamo a 188 grammi contro 192 dell’iPhone 6S plus). Inoltre, sempre parlando del case, ricordiamo che iPhone 7 è disponibile in cinque diverse varianti cromatiche: oltre agli ormai classici argento, oro, e oro rosa (che sono gli stessi colori degli altri modelli ancora in vendita, cioè l’iPhone 6, l’iPhone 6S, e il più recente iPhone SE) troviamo il nero opaco che va a sostituire il grigio siderale, e il nuovo Jet Black, lucido, frutto di una lavorazione molto particolare messa a punto da Apple.


Arriviamo così ad uno dei miglioramenti secondo me più interessanti: quello relativo alla fotocamera. Come accennato sopra, pur mantenendo i 12 Megapixel di risoluzione (con sensore retroilluminato e filtro IR ibrido) iPhone 7 cambia l’ obbiettivo inserendone uno più grande, a sei elementi, con stabilizzazione ottica dell’immagine e una maggiore apertura del diaframma, che da f/2.2 passa a f/1.8. Questo significa che sul sensore arriva il 50 per cento di luce in più, e se aggiungiamo la stabilizzazione ottica, il risultato sono foto più brillanti e più nitide, anche in scarse condizioni di luce. I miglioramenti della camera non sono però dovuti solo all’ottica: Apple ha sviluppato anche un nuovo processore di immagini per migliorare la procedura di autofocus (ora più veloce e capace di riconoscere non solo i volti ma anche i corpi) e le regolazioni del colore, sia come tonalità che come bilanciamento del bianco. Il risultato lo potete vedere in un paio di scatti qui sotto, dove lo stesso soggetto è stato fotografato con un iPhone 6S e un iPhone 7.

Discorso a parte per la doppia camera dell’iPhone 7 plus, che però non è oggetto di questa prova, anche perché una delle funzionalità più attese, cioè la profondità dello scatto ottenuta grazie all’utilizzo della doppia camera, non è ancora disponibile in iOS10.

Per apprezzare al meglio gli scatti, anche il display di iPhone 7 è migliorato: stessa risoluzione Retina (1334×750 a 326ppi) ma nuova gamma cromatica e il 25 per cento di luminosità in più, per un display che sicuramente si pone al top della gamma di tutto il settore degli smartphone, come evidenziato anche dalla sempre affidabile analisi di Displaymate . Il nuovo display eredita alcune tecnologie già viste sullo schermo dell’ iPad Pro da 9.7″ . La differenza si nota soprattutto sulle tonalità dell’arancione, e in parte sugli azzurri, anche se è difficile dare un’idea di questa differenza con una foto realizzata da un terzo dispositivo.

Ultimo, ma non per questo meno importante, l’aspetto delle prestazioni . Apple dichiara che il nuovo chip A10 Fusion è più veloce del 40 per cento rispetto al chip A9 dell’iPhone 6S mentre la GPU incrementa le prestazioni del 50 per cento, il tutto consumando meno potenza, grazie all’ottimizzazione dell’utilizzo dei 4 core: 2 core sono ad alta prestazione e vengono chiamati in causa solo in certe situazioni (per esempio durante i giochi che fanno ampio utilizzo di grafica 3D) mentre gli altri 2 core sono ad alta efficienza energetica e vengono utilizzati per i normali compiti. Di seguito vengono riportati alcuni screenshot dei più comuni software di benchmark, anche se personalmente non amo molto questo tipo di test, e preferisco valutare le performances nell’utilizzo reale.

Tipicamente i videogiochi sono tra le app che maggiormente mettono sotto stress le performance di CPU e GPU: in attesa di vedere approdare il gioco ufficiale di F1 2016 (che sulla carta, sfruttando al meglio il nuovo chip A10 fusion e le librerie Metal di iOS, dovrebbe muovere 1.4 milioni di poligoni a 60fps, con tanto di anti-aliasing e numerosi effetti di profondità di campo e sfocature di movimento), possiamo testare un’altra applicazione che sfrutta già molto bene il potenziale di iPhone 7, Oz: Broken Kingdom . Si tratta di una sorta di gioco di ruolo con combattimenti a turni ambientato nel mondo del mago di Oz, ma al di là della dinamica del gioco (che come tipologia può piacere o meno), quello che viene messo in risalto sono le potenzialità di iPhone 7, sia grafiche che sonore, con tanto di feedback tattile che accompagna l’azione.

Complessivamente si tratta di un aggiornamento con migliorie molto più interessanti di quanto ci si aspettasse fino a qualche settimana fa, prima della presentazione ufficiale: personalmente sono stato favorevolmente colpito dalla nuova fotocamera, dal nuovo tasto home (punto debole, dal punto di vista meccanico, dei modelli passati) e dal relativo potenziamento delle funzioni di feedback attraverso il Taptic Engine.
Se leggendo questa recensione vi siete incuriositi riguardo le novità della componentistica interna, potete anche consultare la consueta guida di ifixit , che mette in risalto la nuova camera e il Taptic Engine potenziato.
L’opportunità o meno dell’acquisto dipende, ovviamente, da quale telefono si possiede e dalle scelte personali di ognuno: il nuovo iPhone 7 è disponibile, nei colori descritti sopra, con prezzi a partire da 799 Euro per il modello da 32GB (ma la variante Jet Black è disponibile solo nei tagli da 128GB e 256GB) o con i piani dei vari operatori, alcuni dei quali prevedono anche opzioni di cambio all’uscita dei nuovi modelli.

Domenico Galimberti
blog puce72

Gli altri interventi di Domenico Galimberti sono disponibili a questo indirizzo

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sisko212 scrive:
    mi sà...
    Che al povero sistemista di regime, a cui è sfuggita la svista di configurazione ha già fatto una brutta fine.Secondo me l'hanno cannoneggiato come lo zio del caro leader, quando fu beccato a dormire durante un discorso dell'illustre nipote....
  • cfgghe scrive:
    Viva Kim!
    Viva il Caro Leader Kim Jong-Un che garantisce pace, amore e prosperità. Può darsi che oggi non sia compreso, ma in futuro sarà ricordato come un Gigante della Storia.[yt]Khs6Z7SgSYA[/yt]
  • AntonioA scrive:
    Intranet da 5000 domini
    scemate della propaganda della Corea del Sud, non ci potrà essere verifica come ogni altra notizia. La DPRK possiede 1024 IP pubblici di cui pochi utilizzati, ed una NAT per una Intranet da 3000 a 5000 siti (ma posson esser sottodomini od altro). fonte Will Scott (ex-Google) che ha passato un periodo di insegnamento alla PUST, ed ha insegnato proprio come è il network e cablatura IP della Corea del Nord.
    • monit scrive:
      Re: Intranet da 5000 domini
      Grazie per le info.La cosa che mi fa più specie è che possa essere ancora al governo quello psicopatico e tutti i sotto-psicopatici che gli leccano il grasso deretano.Cecchini precisi non mancano a nessuno dei Paesi confinanti o meno, e un colpo alla testa è anonimo, così i cinesi, altri begli sciacalli, non potrebbero dire niente.Chi ci guadagna quindi dalla sopravvivenza del grassone e dalla sofferenza di un popolo?
      • panda rossa scrive:
        Re: Intranet da 5000 domini
        - Scritto da: monit
        Grazie per le info.
        La cosa che mi fa più specie è che possa essere
        ancora al governo quello psicopatico e tutti i
        sotto-psicopatici che gli leccano il grasso
        deretano.
        Cecchini precisi non mancano a nessuno dei Paesi
        confinanti o meno, e un colpo alla testa è
        anonimo, così i cinesi, altri begli sciacalli,
        non potrebbero dire
        niente.
        Chi ci guadagna quindi dalla sopravvivenza del
        grassone e dalla sofferenza di un
        popolo?Quale parte di "bomba atomica" non ti e' chiara?
        • pazzoletto scrive:
          Re: Intranet da 5000 domini
          - Scritto da: panda rossa
          - Scritto da: monit

          Grazie per le info.

          La cosa che mi fa più specie è che possa
          essere

          ancora al governo quello psicopatico e tutti
          i

          sotto-psicopatici che gli leccano il grasso

          deretano.

          Cecchini precisi non mancano a nessuno dei
          Paesi

          confinanti o meno, e un colpo alla testa è

          anonimo, così i cinesi, altri begli
          sciacalli,

          non potrebbero dire

          niente.

          Chi ci guadagna quindi dalla sopravvivenza
          del

          grassone e dalla sofferenza di un

          popolo?

          Quale parte di "bomba atomica" non ti e' chiara?la parte che recita "nessuno combatte per difendere un dittatore morto"
          • panda rossa scrive:
            Re: Intranet da 5000 domini
            - Scritto da: pazzoletto
            - Scritto da: panda rossa

            - Scritto da: monit


            Grazie per le info.


            La cosa che mi fa più specie è che possa

            essere


            ancora al governo quello psicopatico e
            tutti

            i


            sotto-psicopatici che gli leccano il grasso


            deretano.


            Cecchini precisi non mancano a nessuno dei

            Paesi


            confinanti o meno, e un colpo alla testa è


            anonimo, così i cinesi, altri begli

            sciacalli,


            non potrebbero dire


            niente.


            Chi ci guadagna quindi dalla sopravvivenza

            del


            grassone e dalla sofferenza di un


            popolo?



            Quale parte di "bomba atomica" non ti e' chiara?

            la parte che recita "nessuno combatte per
            difendere un dittatore
            morto"Devi sapere che e' morto pero'.
      • Wooommm scrive:
        Re: Intranet da 5000 domini
        - Scritto da: monit
        Grazie per le info.
        La cosa che mi fa più specie è che possa essere
        ancora al governo quello psicopatico e tutti i
        sotto-psicopatici che gli leccano il grasso
        deretano.
        Cecchini precisi non mancano a nessuno dei Paesi
        confinanti o meno, e un colpo alla testa è
        anonimo, così i cinesi, altri begli sciacalli,
        non potrebbero dire
        niente.
        Chi ci guadagna quindi dalla sopravvivenza del
        grassone e dalla sofferenza di un
        popolo?Ecco, tieniti buono lo screeshot di questo articolo e riproponilo tra qualche anno con argomento "Italia".
      • .... scrive:
        Re: Intranet da 5000 domini
        - Scritto da: monit
        Grazie per le info.
        La cosa che mi fa più specie è che possa essere
        ancora al governo quello psicopatico e tutti i
        sotto-psicopatici che gli leccano il grasso
        deretano.
        Cecchini precisi non mancano a nessuno dei Paesi
        confinanti o meno, e un colpo alla testa è
        anonimo, così i cinesi, altri begli sciacalli,
        non potrebbero dire
        niente.
        Chi ci guadagna quindi dalla sopravvivenza del
        grassone e dalla sofferenza di un
        popolo?un eventuale "giustiziere solitario" che facesse fuori il Brillante Compagno, cosa risolverebbe? te lo dico io: niente. kimcomesichiama e' solo la punta di una piramide di potere che non farebbe altro che mettere una nuova punta. Morto un papa/dittatore, se ne fa un altro. E' tutto il sistema che andrebbe destabilizzato, ma con l'indottrinamento che inizia alla nascita e il controllo costante, e' una cosa irrealizzabile.... cazzo, ora che ci penso, togli "korea del nord" e metti "italia" ed e' la nostra stessa situazione! tolto un berlusconi si mette un renzi e si va avanti uguale :-(
  • passero scrive:
    un problema che si risolve da solo
    in ogni nuova foto kim jong un è sempre più gonfio e probabilmente, passo per passo, un giorno scoppierà
    • Sg@bbio scrive:
      Re: un problema che si risolve da solo
      - Scritto da: passero
      in ogni nuova foto kim jong un è sempre più
      gonfio e probabilmente, passo per passo, un
      giorno
      scoppieràUn'altro prenderà il suo posto
      • passero scrive:
        Re: un problema che si risolve da solo
        - Scritto da: Sg@bbio
        - Scritto da: passero

        in ogni nuova foto kim jong un è sempre più

        gonfio e probabilmente, passo per passo, un

        giorno

        scoppierà

        Un'altro prenderà il suo postoquesto è da vedere, finora non si è riprodotto :)
        • panda rossa scrive:
          Re: un problema che si risolve da solo
          - Scritto da: passero
          - Scritto da: Sg@bbio

          - Scritto da: passero


          in ogni nuova foto kim jong un è sempre più


          gonfio e probabilmente, passo per passo, un


          giorno


          scoppierà



          Un'altro prenderà il suo posto

          questo è da vedere, finora non si è riprodotto :)Quello che noi sappiamo e' quello che loro vogliono farci sapere.
          • pazzoletto scrive:
            Re: un problema che si risolve da solo
            - Scritto da: panda rossa
            - Scritto da: passero

            - Scritto da: Sg@bbio


            - Scritto da: passero



            in ogni nuova foto kim jong un è
            sempre
            più



            gonfio e probabilmente, passo per
            passo,
            un



            giorno



            scoppierà





            Un'altro prenderà il suo posto



            questo è da vedere, finora non si è
            riprodotto
            :)

            Quello che noi sappiamo e' quello che loro
            vogliono farci
            sapere.come per gli alieni.
  • panda rossa scrive:
    E ancora una volta i buoi sono scappati.
    In informatica c'e' una sola certezza: i buoi scapperanno, prima o poi.Qualunque informazione messa in una rete e' destinata a diventare pubblica.Persino quando la rete si chiama corea del nord.Quindi figuriamoci che colabrodo sono i cloud.E una volta che i buoi sono scappati dal recinto...
    • Nome e cognome scrive:
      Re: E ancora una volta i buoi sono scappati.
      - Scritto da: panda rossa
      E una volta che i buoi sono scappati dal
      recinto...Beh, in questo caso come in altri é utile che i buoi siano scappati.
      • cfgghe scrive:
        Re: E ancora una volta i buoi sono scappati.
        Viva il Caro Leader Kim Jong-Un che garantisce pace, amore e prosperità. Può darsi che oggi non sia compreso, ma in futuro sarà ricordato come un Gigante della Storia.[yt]Khs6Z7SgSYA[/yt]
  • cgegse scrive:
    Date troppe cose per scontate
    in quanto non include quei domini presenti solo nell'intranet interna al paese, che è accessibile solo a pochissimi cittadini ... E chi dice al giornalista che la intranet è accessibile solo a pochissimi cittadini?Magari il grosso dell'internet nord coreana è proprio dentro la intranet per proteggerla dai continui cyberattacchi americani. Credete forse che l'exploit di Matt Bryant sia solo frutto dell'errore di un tecnico nord coreano? La Corea del Nord, è cosa nota, è un paese molto chiuso e isolato e tagliato fuori da sanzioni americane e internazionali.
    • Sg@bbio scrive:
      Re: Date troppe cose per scontate
      - Scritto da: cgegse
      in quanto non include quei domini presenti
      solo nell'intranet interna al paese, che è
      accessibile solo a pochissimi cittadini
      ...

      E chi dice al giornalista che la intranet è
      accessibile solo a pochissimi
      cittadini?
      Magari il grosso dell'internet nord coreana è
      proprio dentro la intranet per proteggerla dai
      continui cyberattacchi americani. Credete forse
      che l'exploit di Matt Bryant sia solo frutto
      dell'errore di un tecnico nord
      coreano?


      La Corea del Nord, è cosa nota, è un paese
      molto chiuso e isolato


      e tagliato fuori da sanzioni americane e
      internazionali.Sono una dittatura oppressiva e isolante, che pretendi ?
      • cfgghe scrive:
        Re: Date troppe cose per scontate


        Sono una dittatura oppressiva e isolante,Dicono i giornalisti occidentali.
        • Skywalker scrive:
          Re: Date troppe cose per scontate
          Beh, ad essere sinceri, lo dicono anche i nordcoreani che si trovano oltre confine con la certezza di poter non rientrare...
        • pureilfilon ordcoreano infameabbi amo scrive:
          Re: Date troppe cose per scontate
          - Scritto da: cfgghe
          Dicono i giornalisti occidentali.lo dicono i tre abitanti che sono riusciti a scappare vivi da quella prigione.Ascolterei volentieri la versione degli altri abitanti, ma, chissà come, non possono nè comunicare, nè uscire.
          • .... scrive:
            Re: Date troppe cose per scontate
            - Scritto da: pureilfilon ordcoreano infameabbi amo
            - Scritto da: cfgghe


            Dicono i giornalisti occidentali.

            lo dicono i tre abitanti che sono riusciti a
            scappare vivi da quella
            prigione.
            Ascolterei volentieri la versione degli altri
            abitanti, ma, chissà come, non possono nè
            comunicare, nè
            uscire.tra l'altro, per muoversi da un paese all'altro devono pure avere il permesso, non che prendi il primo autobus e ale', ti fai un viaggetto di piacere a 50 km di distanza. il termine corretto e' "servi della gleba".ad essere onesti, io in korea del nord ci andrei volentieri, a patto di far parte della casta dominante, ovviamente.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: Date troppe cose per scontate
      - Scritto da: cgegse
      e tagliato fuori da sanzioni americane e
      internazionali.Esattament, proteggono se stessi dall' occidente invasore, in particolare dagli us e alleati (o meglio colonie come la nostra) che dettano le regole per tutti, si immischiano nella politica altrui e non accettano altre economie libere da wall strees e dalle corporations.Non sorprende che la stampa occidentale capitalista osteggia da sempre russia, cina e nord corea, per essersi ribellate al vero potere globalista.
      • Skywalker scrive:
        Re: Date troppe cose per scontate
        - Scritto da: Thepassenge r
        russia, cina e
        nord corea, per essersi ribellate al vero potere
        globalista.Depennerei Cina (dal 11 December 2001) e Russia (dal 22 August 2012).
        • italofilo scrive:
          Re: Date troppe cose per scontate
          - Scritto da: Skywalker
          Depennerei Cina (dal 11 December 2001) e Russia
          (dal 22 August 2012).Oddio, che schifo! Pure i nomi dei mesi in inglese adesso...Dai che ti aiuto io ad imparare i mesi in italiano, l'unica vera lingua:[img]http://www.bdp.it/immagini/immag/indiretsqu/ts1499v3-53.jpg[/img]
          • Skywalker scrive:
            Re: Date troppe cose per scontate
            Never argue with an idiot.They will only bring you down to their leveland beat you with experience.
          • italofilo scrive:
            Re: Date troppe cose per scontate
            - Scritto da: Skywalker
            Never argue with an idiot.Questo è un sito italiano, e quindi sei pregato di commentare in italiano. Evitando di mischiare ignobilmente inglese -puah!- ed italiano.Se ami tanto l'english -puah!- e non puoi resistere nell'usarlo, sei pregato di rivolgerti ad altri lidi. E sei anche pregato di non ritornare più.Cordialmente, ItaloFilo.
  • Re fresh scrive:
    Avete una fonte?
    per affermare:"A seguito della scoperta di Bryant molti dei siti risultavano non raggiungibili e questo non perché il regime nordcoreano sia corso ai ripari, oscurando le pagine, ma più probabilmente perché l'eccessivo traffico, generato dai curiosi di tutto il resto del mondo che hanno provato a dare una occhiata, ha finito per sovraccaricare i server, di certo non attrezzati per gestire tale mole di richieste."O sono solo congetture? (eventualmente citate... dalla "fonte")
  • iRoby scrive:
    Il web developer
    Fare il web developer in corea del nord deve essere come vole fare lo psicologo alle Maldive o città di mare dove brilla il sole 300 giorni l'anno.Questa battuta la capiranno in pochi.
  • Teo scrive:
    C'è poco da ridere
    Se è veramente un errore umano, il poveraccio sarà già stato fucilato.
Chiudi i commenti