iPhone, un'esclusiva di TIM. O di Vodafone?

TIM si sarebbe aggiudicata l'esclusiva italiana dell'iPhone in versione EDGE. Ma Vodafone avrebbe messo le mani su quello 3G per i mercati di tutta Europa

Roma – Era da alcune settimane – da prima di Natale – che non si avevano notizie di rilevo sullo sbarco dell’ iPhone sul mercato italiano. L’argomento, da qualche giorno, viene riportato d’attualità da alcuni rumors che danno per certo l’arrivo del melafonino per TIM e Vodafone .

Ma non si parlava di esclusiva? Negli USA, come noto, il music-phone di Apple viene commercializzato solamente da AT&T Wireless , in Germania da T-Mobile (con un’operazione commerciale che ha avuto qualche tortuosità giudiziaria ) e nel Regno Unito con O2 . In Francia Orange – per ovviare al divieto di esclusiva – ne ha dovuto vendere anche una versione unlocked (con il proibitivo e dissuasivo prezzo di listino di 999 euro). In Italia, stando alle indiscrezioni circolanti in rete, la situazione sarà… ibrida.

Repubblica , nei giorni scorsi, ha spiegato che all’accordo Apple-TIM mancherebbe solo un’ufficializzazione formale: secondo quanto riportato dal quotidiano, l’operatore italiano dovrebbe lanciare a luglio 2008 la versione 3G del melafonino. A Morse risultano altre informazioni, che attribuiscono a TIM – a partire dal prossimo febbraio – l’esclusiva dell’iPhone in versione EDGE, e a Vodafone l’esclusiva europea del melafonino nella più promettente versione 3G, forse privata della connettività WiFi (che però qualche smanettone potrebbe presto ripristinare).

Se si verificasse quest’ultima ipotesi, si assisterebbe ad una scelta di marketing alquanto singolare, soprattutto da parte di TIM, che si sarebbe aggiudicata un apparecchio decisamente meno appetibile di quello che si sarebbe accaparrato Vodafone, in grado così di soppiantare in un sol colpo anche la concorrenza in Germania, Inghilterra e Francia. Resta da vedere come reagirà il mercato, anche per la probabile imposizione – da parte delle Authority per la concorrenza – della commercializzazione di una versione unlocked .

Imminente o no, a chi aspetta da mesi l’iPhone non resta che attendere i primi annunci ufficiali. Che non tarderanno a venire, se le indiscrezioni in circolazione mostreranno di essere fondate.

Dario Bonacina

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Silvione scrive:
    non serve a nulla
    Se i dati sulla sim sono numeri persone con cui avete parlato almeno una volta o con le quali avete scambiato sms, distruggerla non serve a nulla perche' i dati sono gia' stati salvati dal carrier in un db.In alternativa, se ci fossero solo foto o files che volete proteggere (mettere roba privata in qualunque cosa che abbia a che fare anche lontanamente con la telefonia mobile e' comunque da folli), basta sminuzzare la sim con un paio di forbici in strisce molto fini e immergere queste ultime in acido solforico.
    • Robert Oppenheime r scrive:
      Re: non serve a nulla
      - Scritto da: Silvione
      Se i dati sulla sim sono numeri persone con cui
      avete parlato almeno una volta o con le quali
      avete scambiato sms, distruggerla non serve a
      nulla perche' i dati sono gia' stati salvati dal
      carrier in un db.concordo pienamente :)Ma è probabile che quello che interessi sia il codicedella SIM che permette di trovare quei numeri del carrier :PInoltre gli SMS non sono salvati dai carrier, ma sulla sim potrebbero esserli
      In alternativa, se ci fossero solo foto o files
      che volete proteggere (mettere roba privata in
      qualunque cosa che abbia a che fare anche
      lontanamente con la telefonia mobile e' comunque
      da folli), Mi spiace deluderti ma in una sim puoi mettere solo nome, n° di telefono, e in alcune indirizzo mail.E gli SMS ovviamente.basta niente altri file, foto, mms o chissa che.
      basta sminuzzare la sim con un paio di
      forbici in strisce molto fini e immergere queste
      ultime in acido solforico.[informazione non sicura] a mia memoria la sim andava incontro a una auto formattazione quando veniva sbagliatoil puk per + di 10 volte..Se cosi fosse sarebbe un metodo sicramente + facile :P
      • alfa beta scrive:
        Re: non serve a nulla
        - Scritto da: Robert Oppenheime r
        Inoltre gli SMS non sono salvati dai carrier, mama tu ci credi veramente a quello che scrivi?
      • Silvione scrive:
        Re: non serve a nulla

        Mi spiace deluderti ma in una sim puoi mettere
        solo nome, n° di telefono, e in alcune indirizzo
        mail. E gli SMS ovviamente.E' vero. Ho detto una minchiata immane perche' per me schedina di memoria significa quasi sempre compact flash. Per fortuna (del portafoglio, soprattutto) uso il cello pochissimo.
        [informazione non sicura] a mia memoria la sim andava
        incontro a una auto formattazione quando veniva sbagliato
        il puk per + di 10 volte..
        Se cosi fosse sarebbe un metodo sicramente + facileMmm, non ho mai lavorato con le sim telefoniche quindi il rischio di dire un'altra minchiata sale, comunque se come le smart card piu' evolute sono dotate di mcu programmabile, in teoria si possono istruire in modo da "distruggersi" logicamente, solo che se la cosa non e' fatta a regola d'arte si rischia di avere una sim che non e' piu' accessibile con i metodi tradizionali (cioe' tramite i normali piedini di lettura e scrittura), ma potrebbe esserlo in un laboratorio ben attrezzato, tipo quelli dove si sezionano i chip per copiarli.
    • battagliacom scrive:
      Re: non serve a nulla
      forse non hai letto letto il pezzo alla fine dell'articolo che diceva che SIM che resistono a questa temperatura sono state usate per gli attentati a Madrid e cosi la polizia è riuscita ad avere delle informazioni.
    • Matx scrive:
      Re: non serve a nulla
      - Scritto da: Silvione
      basta sminuzzare la sim con un paio di
      forbici in strisce molto fini e immergere queste
      ultime in acido
      solforico.Secondo me per distruggerla completamente sarebbe meglio prendere una lima e limare via tutto il silicio fino a quando non rimane solo la plastica... altrimenti potrebbe essere ancora leggibile
  • bilop scrive:
    so io come si fa! :-)
    La do a mia figlia che con le forbici ci fa dei coriandolini da 2 micron."Non soffiare" :-)cioa
  • f... scrive:
    per cancellare i dati di una sim
    come si fà a cancellare i dati di una SIM ?si può collegare al pc e fare wiping con qualche programma?avete link ?
  • olandese volante scrive:
    Nulla di nuovo...
    So di un EPROM 2716 - chi ha giocato con i primi microprocessori probabilmente se lo ricorda - che era stato inserito nello zoccolo in senso inverso... Era caldo fino al punto che lo zoccolo era distrutto, e la scheda visibilmente abbrustolito. Occhio e croce, almeno 250°C, per una decina di minuti. Era ancora leggibile, e si è riuscito perfino a riprogrammarlo. Forse era un pò fuori specifiche, ma era utilizzabile.Comunque, da bravo BOFH sono disposto a scommettere che riesco a far fuori in modo definitivo una SIM nel giro di 30 secondi...
  • Michele scrive:
    Siamo in Italia...
    Le nostre SIM invece fanno fatica resistere al caldo estivo, a 40°C si squagliano!!!!
    • Luco, giudice di linea mancato scrive:
      Re: Siamo in Italia...
      - Scritto da: Michele
      Le nostre SIM invece fanno fatica resistere al
      caldo estivo, a 40°C si
      squagliano!!!!Gli ultimi cellulari hanno tutti la SIM sotto la batteria, la batteria sia durante l'uso che durante la carica si riscalda (non a 400 gradi, ma a 40 sì perché toccandola la senti calda, quindi è più del corpo umano che è 36° se sei in buona salute)... quindi a 40°C non si squaglia un bel niente. Penso che fino a 80-90 gradi una SIM sia in grado di continuare a funzionare senza problemi. Ma poi probabilmente nel frattempo è il telefono che smette di farlo (anche perché tenerlo a lungo potrebbe non essere salutare)
      • ruppolo scrive:
        Re: Siamo in Italia...
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        - Scritto da: Michele

        Le nostre SIM invece fanno fatica resistere al

        caldo estivo, a 40°C si

        squagliano!!!!

        Gli ultimi cellulari hanno tutti la SIM sotto la
        batteria, la batteria sia durante l'uso che
        durante la carica si riscalda (non a 400 gradi,
        ma a 40 sì perché toccandola la senti calda,
        quindi è più del corpo umano che è 36° se sei in
        buona salute)... quindi a 40°C non si squaglia un
        bel niente. Penso che fino a 80-90 gradi una SIM
        sia in grado di continuare a funzionare senza
        problemi. Ma poi probabilmente nel frattempo è il
        telefono che smette di farlo (anche perché
        tenerlo a lungo potrebbe non essere
        salutare)Siamo proprio in Italia, se domani al TG dicono che è arrivata la tassa sull'aria che respiriamo, qualcuno non pensa ad una battuta, ma ci crede.
      • Robert Oppenheime r scrive:
        Re: Siamo in Italia...
        - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
        ma a 40 sì perché toccandola la senti calda,
        quindi è più del corpo umano che è 36° se sei in
        buona salute)Non crederai veramente a questo vero?Scalda un pezzo di metallo a 30° e mettetelo nella manoe poi ditemi se è freddo o no! :D
  • fred scrive:
    E' normale
    Se andate ad esaminare i datasheet dei comunic omponenti quali circuiti integrati e resistenze smd sono sempre riportati i limiti che questi possonio reggere per un dato tempo in quanto durante la deposizione e saldatura dei componenti sui circuiti stampati le temperature utilizzate sono notevoli; scoprirete allora che secondo il datasheet molti CI anche complessi possono reggere senza alcun rischio di danno 400 gradi per 20 o 30 secondi, i dati si potrebbero discostare leggermente ma comunque siamo molto vicini a quelli della sperimentazione descritta nell'articolo.
  • Luco, giudice di linea mancato scrive:
    E se il forno è un microonde?
    A parte che probabilmente prende fuoco il forno (quindi DONT TRY THIS AT HOME), ma il chip non ne uscirebbe tanto bene.
    • Nome e cognome scrive:
      Re: E se il forno è un microonde?
      La mia ragazza aveva una tazza con suoneria incorporata della serie quando la sollevi suona.Messa nel forno a microonde non suona più. Oibò. ;)
      • the.smoothi e scrive:
        Re: E se il forno è un microonde?
        Nel 21esimo secolo chi ha più un camino?Ma un microonde credo proprio di si e a quello non resiste proprio nessuno (elettronicamente parlando!).Credo che di una sim nel microonde rimarrebbe ben poco di esaminabile, dato che il microonde genera onde elettromagnetiche ad alta energia (600 o più watt) che si diffonderebbero nel circuito in maniera casuale.(non credo che la sim arrivi ad esplodere, ma a fondere e bruciare il supporto plastico certamente si)Un cd in pochi secondi si sfalda tutto, mentre in meno di un minuto inizia anche a bruciare a seguito del surriscaldamento dello strato metallico riflettente.Altrochè taglierini o distruggi-documenti!Ciauz!
        • BiGAlex scrive:
          Re: E se il forno è un microonde?
          - Scritto da: the.smoothi e
          Nel 21esimo secolo chi ha più un camino?Ehm... ho un camino ed una stufa a legna, oltre una tradizionale stufa a gas catalitica... e non abito nel nord italia :PCiao!BiGAlex
        • luca scrive:
          Re: E se il forno è un microonde?
          la sim nel microonde con forza 800 per 10 secondi non fa niente. il telefono la legge ugualmente. ho provato io.
        • Anonimo scrive:
          Re: E se il forno è un microonde?
          - Scritto da: the.smoothi e
          Nel 21esimo secolo chi ha più un camino?Piu' del 50% di coloro che non vivono in citta'.
        • Stefano GE scrive:
          Re: E se il forno è un microonde?
          penso che di camini se ne vendano ancora molti, più che altro perché sono belli da vedere. costano cari perché ormai si vendono solo quelli ad alto rendimento con vetro ecc.il problema è semmai avere la disponibilità di una canna fumaria singola.Comunque credo proprio che nella brace la temperatura sia molto superiore a 450°. penso che si vada anche sui 700-800 e la sim ci può rimanere ben più di 20-30 secondi.
          • gerry scrive:
            Re: E se il forno è un microonde?
            - Scritto da: Stefano GE
            penso che di camini se ne vendano ancora moltiAdesso va la stufa a pellets
    • Nome e cognome scrive:
      Re: E se il forno è un microonde?

      A parte che probabilmente prende fuoco il fornoperchè? :| :|(newbie)
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: E se il forno è un microonde?
        - Scritto da: Nome e cognome

        A parte che probabilmente prende fuoco il forno

        perchè? :| :|(newbie)Perché una sim è piccola e esattamente come quando si accende il microonde senza nulla dentro, la maggioranza delle onde tornerebbero indietro al magnetron, che si surriscalda e presto emette scintille. Se non spento in tempi ragionevoli (secondi) prende fuoco.
        • deepred scrive:
          Re: E se il forno è un microonde?
          - Scritto da: Luco, giudice di linea mancato
          - Scritto da: Nome e cognome


          A parte che probabilmente prende fuoco il
          forno



          perchè? :| :|(newbie)

          Perché una sim è piccola e esattamente come
          quando si accende il microonde senza nulla
          dentro, la maggioranza delle onde tornerebbero
          indietro al magnetron, che si surriscalda e
          presto emette scintille. Se non spento in tempi
          ragionevoli (secondi) prende
          fuoco.Un bicchierino d'acqua vicino no eh :)
    • fred scrive:
      Re: E se il forno è un microonde?
      e' differente poiche' induci correnti e tensioni insolite bruciando le giunzioni, ben diverso dal sottoporli al calore.Un po come se usassi un accendino elettrico su un integrato cmos dove la potenza applicata e' minimale e la scarica ha un tempo brevissimo ma il cmos fa una gran brutta fine.
    • Gabriele scrive:
      Re: E se il forno è un microonde?
      Hai visto delle puntate di Brainiac per caso? :D:D:X
      • Luco, giudice di linea mancato scrive:
        Re: E se il forno è un microonde?
        - Scritto da: Gabriele
        Hai visto delle puntate di Brainiac per caso?
        :D:D:X:D
        • ignurant scrive:
          Re: E se il forno è un microonde?
          Quanta ignoranza!Una sim all'interno di un microonde rimane integra.Studiate un po' di fisica e biologia.
          • Darshan scrive:
            Re: E se il forno è un microonde?
            chè c'entra la biologia con una sim?
          • ignurant scrive:
            Re: E se il forno è un microonde?
            - Scritto da: Darshan
            chè c'entra la biologia con una sim?E io ti rispondo : "Cosa c'entra il microonde con una sim?"La sim non è costituita di sostanze organiche , quindi non si frigge all'interno di un microonde. La sua superficie metallica, poi, è talmente ridotta da risultare quasi trasparente al fascio di onde del magnetron.Forse puoi alterare un poco il loro percorso (con generazioni di micro cortocircuiti , ma ne dubito per potenze così modeste), se ponessi la sim in "sospensione al centro del magnetron e non certo adagiandola sulla base del piatto del microonde.
      • Vihai Varlog scrive:
        Re: E se il forno è un microonde?
        - Scritto da: Gabriele
        Hai visto delle puntate di Brainiac per caso?Io l'ho visto una volta. Una vergogna. Se non riescono a far esplodere qualcosa perché fisicamente non può esplodere allora ci mettono dell'esplosivo e così confermano la loro teoria, sbagliata.
  • Nome e cognome scrive:
    farla franca buttando la SIM nel camino?
    Ma credo che chi butta la SIM nel camino non lo fa per farla "riscaldare", ma molto più probabilmente per farla andare a fuoco...Comunque anche senza camino, bastano un paio di pinzette e un accendino... (un po' di alcool e un barbecue è però sicuramente meglio...).Poi nemmeno un indovino riuscirà a leggere la SIM se è polverizzata....
Chiudi i commenti