IT, un contratto a progetto può funzionare

Lo racconta un ex dipendente IT a tempo indeterminato, che ha scelto una strada del tutto diversa, che ora lo riempie di soddisfazioni. Grazie anche alla lungimiranza del suo datore di lavoro

Roma – Salve redazione di PI, seguendo questa discussione sull’IT mi prendo il disturbo di raccontarvi la mia situazione, penso anomala, di programmatore passato da contratto indeterminato a progetto.

Sono stato uno di quei pochi fortunati che appena laureato ha trovato lavoro presso una piccola azienda informatica (meno di 15 dipendenti) con contratto a tempo indeterminato. Ma l’azienda era in città ed io abitavo a 150 km, quindi ho dovuto prendere casa in affitto ed i weekend tornavo a casa.

L’anno scorso mi sono sposato e la situazione di lontananza non era più “sopportabile” quindi ho cominciato a cercare lavoro vicino casa, ma l’unica realtà che ho trovato mi ha proposto un contratto a progetto di 6 mesi con l’obbligo delle 8 ore in azienda, senza malattia etc. a 1800 euro netti al mese.

Purtroppo non avevo molta scelta se volevo avvicinarmi a casa ed ero molto fiducioso sulle mie capacità, sicuro di poter ben figurare e quindi rimanere alla scadenza del contratto. Certo, non ho passato un mese facilmente, con il magone allo stomaco non sapendo cosa fare, ma alla fine ho pensato che la cosa più importante fosse la famiglia, quindi potevo correre qualche rischio (considerando anche che ho 28 anni e quindi tutto il tempo per rimediare).

Ho parlato con il direttore generale della mia azienda dicendogli che me ne andavo, ma sono stato felicemente sorpreso di scoprire che c’era un’ulteriore possibilità: il direttore mi ha proposto un contratto a progetto “pulito”, cioè senza obbligo di presenza in azienda, di un anno con un aumento del mio stipendio e l’obbligo di essere presente in azienda 2 volte al mese per l’avanzamento dei lavori.

Ho accettato subito, anche perché mi dispiaceva lasciare un’azienda che mi ha permesso di crescere ed in cui mi trovavo bene sia con i dirigenti sia con i colleghi.

Da un mese lavoro da casa, sono in contatto con i miei colleghi con Skype, email, mi posso collegare alla LAN in VPN e soprattutto posso stipulare altri contratti a progetto, come se fossi un libero professionista.

Ho lasciato la città con un risparmio di circa 500 euro mensili (200 euro per l’affitto di una camera doppia in casa di un amico;), 200 per benzina, mangiare…, 100 spese varie) più l’aumento di stipendio dovuto al contratto a progetto che all’azienda costa meno.

Con i soldi guadagnati mi sono fatto una pensione integrativa di tutto rispetto. E soprattutto rifacendomi a IT, la vita del programmatore assunto , lavoro dalle 5 alle 8 ore (dipende dal carico di lavoro del momento) “pulite” e che mi gestisco io: venerdì scorso avevo una competizione sportiva e non ho lavorato, ma ho recuperato il sabato.

Adesso ho ripreso a coltivare alcuni hobby che avevo abbandonato per mancanza di tempo, ho iniziato ad andare in piscina e qualche sera ho anche il tempo di prendere una birra con gli amici!

Lettera Firmata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Se questo accadra scoppiera la 4 guerra
    Se questo accadra e le compagnie aderiranno a questo tipo di manomissione, scoppiera la 4 guerra mondiale, la linea adsl non si tocca, non paghero un centesimo in piu dal contratto fatto al costo di scaturire una guerra civile contro Telecom o altre compagnie che mi vorranno far pagare consumi da me non richiesti e non da contratto. Occhio Picciotti a quel che fate.
  • Anonimo scrive:
    La sinistra .. Telecom.. Putin.. truffe.
    ... ehh.. bello schifo davvero. Tutto fa la sinistra per rendere appetibile Telecom a Putin, D'Alema deve venderla e che fa ? Si inventa la legge che permette ai tanti "utilissimi" servizi "a valore aggiunto" russi di Putin di "fare affari" in Italia .. visto che i dialer non tirano più .. ehhh!
    • Anonimo scrive:
      Re: La sinistra .. Telecom.. Putin.. tru
      - Scritto da:
      Si inventa la legge che permette ai tanti
      "utilissimi" servizi "a valore aggiunto" Esattamente, della seguente questa frase, che cosa non è chiaro?"... (decreto Landolfi, 145/2006)..."
      • AdessoBasta scrive:
        Re: La sinistra .. Telecom.. Putin.. tru
        complimenti, bella figura di m... anche se ogni invettiva contro chiunque di destra o di sinistra al momento al potere o all'opposizione è sempre intrinsecamente giusta, tanto prima o poi ci si azzecca. E l'autore del tread potrà dire comunque: "lo avevo detto"
      • Anonimo scrive:
        Re: La sinistra .. Telecom.. Putin.. tru
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Si inventa la legge che permette ai tanti

        "utilissimi" servizi "a valore aggiunto"

        Esattamente, della seguente questa frase, che
        cosa non è
        chiaro?
        "... (decreto Landolfi, 145/2006)..."E cosa aspettano ad abolirlo? Eh?
  • Anonimo scrive:
    qualità news di punto informatico
    non ho mai postato e leggendo questa news ,mi viene da pensare che sia diventato un giornale scandalistico, dove inventano le notizie pur di fare molti contatti e guadagnare dalla pubblicità, aspettate un attimo, non è che leggendo PI in base a quanto dice mi stanno loggando l'ip e presto mi arriverà la bolletta ? :))))) la tariffa vas di PI è 15 euro al minuto ?sto skerzando, come li volete i soldi in contanti o a rate :)
  • Anonimo scrive:
    Non prendiamo lucciole per lanterne
    Innanzitutto ci tengo a precisare che l'articolo è molto molto confusionario....il testo del decreto è leggibile qui http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.jsp?idArt=36595&idCat=307il decreto riguarda la regolamentazione dei Servizi a Sovrapprezzo, quindi l'ADSL che c'entra??? non è un decreto che stabilisce come far pagare gli utenti ADSL, ma è un decreto che crea dei paletti per chi fornisce contenuti con modalità di pagamento a Sovrapprezzo....per quanto riguarda l'IP fantomatico di cui si parla, il decreto si riferisce all'IP del centro servizi non all'IP dell'utente che vede i pornazziriporto dal testo del decreto"4. Gli operatori titolari della numerazione predispongono ed aggiornano un database pubblico, consultabile anche sul loro sito web, contenente le seguenti informazioni: generalità del centro servizi e del/dei fornitori di informazioni o prestazioni, tipologia del servizio a sovrapprezzo offerto e numeri associati o indirizzi IP per l'accesso al servizio stesso. Il database aggiornato è inviato al Ministero delle comunicazioni - (Direzione generale per i servizi di comunicazione elettronica e di radiodiffusione) con periodicità trimestrale."tengo a precisare che non c'è e non c'è mai stato un modo per far pagare in automatico gli utenti ADSL.....i VAS sono servizi che implicano l'accettazione di un contratto scritto e il versamento dei soldi dovuti tramite bollettino postale.....non mi prolungo oltre ma ci tengo a ribadire che in quest'articolo PI ha preso "fischi per fiaschi"
    • Anonimo scrive:
      Re: Non prendiamo lucciole per lanterne
      Che sei, della Telecom, del Governo di sinistra o dei DS ? Ma certo, certo, non c'è nulla di scandaloso in questa "liberalizzazione" , la sinistra "lavora per il popolo", "ci vuole bene" .. quindi non è una mega-truffa .. nooo!! Per carità, "abbiamo freinteso" , eh !- Scritto da:
      Innanzitutto ci tengo a precisare che l'articolo
      è molto molto
      confusionario....

      il testo del decreto è leggibile qui
      http://www.cittadinolex.kataweb.it/article_view.js

      il decreto riguarda la regolamentazione dei
      Servizi a Sovrapprezzo, quindi l'ADSL che
      c'entra??? non è un decreto che stabilisce come
      far pagare gli utenti ADSL, ma è un decreto che
      crea dei paletti per chi fornisce contenuti con
      modalità di pagamento a
      Sovrapprezzo....

      per quanto riguarda l'IP fantomatico di cui si
      parla, il decreto si riferisce all'IP del centro
      servizi non all'IP dell'utente che vede i
      pornazzi

      riporto dal testo del decreto

      "4. Gli operatori titolari della numerazione
      predispongono ed aggiornano un database pubblico,
      consultabile anche sul loro sito web, contenente
      le seguenti informazioni: generalità del centro
      servizi e del/dei fornitori di informazioni o
      prestazioni, tipologia del servizio a
      sovrapprezzo offerto e numeri associati o
      indirizzi IP per l'accesso al servizio stesso. Il
      database aggiornato è inviato al Ministero delle
      comunicazioni - (Direzione generale per i servizi
      di comunicazione elettronica e di
      radiodiffusione) con periodicità
      trimestrale."

      tengo a precisare che non c'è e non c'è mai stato
      un modo per far pagare in automatico gli utenti
      ADSL.....i VAS sono servizi che implicano
      l'accettazione di un contratto scritto e il
      versamento dei soldi dovuti tramite bollettino
      postale.....

      non mi prolungo oltre ma ci tengo a ribadire che
      in quest'articolo PI ha preso "fischi per
      fiaschi"
      • Anonimo scrive:
        Re: Non prendiamo lucciole per lanterne

        Ma certo, certo, non c'è nulla di scandaloso in
        questa "liberalizzazione" , la sinistra "lavora
        per il popolo"quando l'ignoranza regna sovrana.Sai chi e' Mario Landolfi quale governo ha varato questo decreto?http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_Landolfi
        • Anonimo scrive:
          Re: Non prendiamo lucciole per lanterne
          - Scritto da:

          Ma certo, certo, non c'è nulla di scandaloso in

          questa "liberalizzazione" , la sinistra "lavora

          per il popolo"

          quando l'ignoranza regna sovrana.
          Sai chi e' Mario Landolfi quale governo ha varato
          questo
          decreto?
          http://it.wikipedia.org/wiki/Mario_LandolfiE cosa aspetta la sinistra ad abolirlo? Eh?
  • Anonimo scrive:
    In francia gia esiste
    in francia un serivizio del genere gia' esiste e nessuno si e' lamentato
    • Anonimo scrive:
      Re: In francia gia esiste
      - Scritto da:
      in francia un serivizio del genere gia' esiste e
      nessuno si e'
      lamentatoma in Francia la SPPI e company sono ditte serie, mica come quelle italiane, ops pardon, di San Marino :D
    • matteo.moro scrive:
      Re: In francia gia esiste
      - Scritto da:

      in francia un serivizio del genere gia' esiste e
      nessuno si e' lamentato
      Se è per questo esiste già anche in Italia, si chiama RossoAlice e permette di addebitare gli acquisti direttamente sulla bolletta Telecom. Un affarone eh :)ciao.Matteohttp://www.MatteoMoro.net
  • Anonimo scrive:
    Re: Calma... Ecco come funzioneranno:
    Resta una possibiltià da indagare: la telefonia VOIP.Teoricamante vi è un rischio per quegli utenti i cui gestori forniscono la telefonia fissa via VOIP. In questi casi il gestore fornisce all'utente un piccolo router che assegna un IP all'ADSL ed un secondo IP alla telefonia fissa.Ora, un Dialer che riuscisse a sniffare l'IP della telefonia fissa, potrebbe effettuare la procedura di sottoscrizione in modo fraudolento.Questo almeno in linea di principio; insomma, c'è da indagare in merito.
    • AnyFile scrive:
      Re: Calma... Ecco come funzioneranno:
      Una cosa e' certa: che se c'e' un metodo per fare una truffa, i truffatori riusciranno a scoprirla e a porla in atto in un tempo sorprendentemente breve.stolto colui che non impara dagli errori precedenti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Calma... Ecco come funzioneranno:
        - Scritto da: AnyFile
        Una cosa e' certa: che se c'e' un metodo per fare
        una truffa, i truffatori riusciranno a scoprirla
        e a porla in atto in un tempo sorprendentemente
        breve.

        stolto colui che non impara dagli errori
        precedenti.ewistono le carte di credito, che bisogno abbiamo di questi costi addebitati in bolletta ?Per chi non ha la carta di credito ? cioè per chi normalmente non acquista nè ha intenzione di acquistare servizi su internet ?Ma se non ha intenzione di acquistare servizi perchè noi glieli vogliamo far acquistare per forza ?
  • Steven scrive:
    Inaccettabile
    Questo sistema va a solo vantaggio dei provider e non degli utenti. Non venitemi a dire che un'utente medio è interessato a Servizi a Valore Aggiunto sulla sua ADSL.E se qualcuno fosse interessato ci sono sempre i metodi di pagamento "tradizionali".Ho scritto un breve articolo, qui:http://steven.tuttosalento.eu/blog/?p=19SalutiSteven
  • Anonimo scrive:
    ma... i dati dove sono?
    a mio avviso mancano (o non sono sufficientemente evidenziati):- link o citazioni del/dal decreto- descrizione dei meccanismi del servizio- descrizione delle possibili truffe...e non continuo...Direi uno dei peggiori articoli mai letti su punto informatico. Ciao
  • Anonimo scrive:
    Per Redazione : non ho capito...
    Scusate ma nell'articolo da voi scritto non riesco a comprendere la modalita' di "truffa" potenzialmente adottabile.Il traffico di rete verrebbe, in pratica, rediretto su determinati siti internet che, una volta preso il nostro IP, andranno poi ad addebitarci dei costi ?E' giusto ?Mi chiedo come sia possibile che una cosa del genere venga considerata legale (se ho capito bene ?).Il Phishing e' reato, lo spoofing dell'IP pure.In tutti gli altri casi, la visita deve essere volontaria.Quindi forse ho interpretato male l'articolo ?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: Per Redazione : non ho capito...
      Concordo che dall'articolo non si capisce molto. Un dialer poteva funzionare perchè far apparire un numero di telefono mittente (il mio che chiama il servizio a pagamento) diverso dal reale è azione alquanto difficile quindi basta ad identificare l'utenza e ad addebitargli il costo del servizio. Un IP è tutt'altro che univoco. Ci sono i proxy, c'è TOR, ci sono le NAT alla fastweb, ecc..Dire che il pagamento potrà essere veicolato tramite l'IP del fornitore del servizio o è scorretto o non è spiegato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per Redazione : non ho capito...
      - Scritto da:
      Scusate ma nell'articolo da voi scritto non
      riesco a comprendere la modalita' di "truffa"
      potenzialmente
      adottabile.
      Il traffico di rete verrebbe, in pratica,
      rediretto su determinati siti internet che, una
      volta preso il nostro IP, andranno poi ad
      addebitarci dei costi
      ?Ciao!Non sono della redazione.La truffa coi dialer della telefonia analogica avviene in quanto il truffatore/fornitore di servizi, tramite una modifica del tuo computer mette TE in condizione di fare -a tua insaputa- una telefonata ai numeri a valore aggiunto (che presuppongono addebito in bolletta) o ancor peggio a numeri internazionali forse nemmeno disabilitabili come invece i numeri a valore aggiunto....Alla fine risulti essere stato tu ad aver telefonato... Ed in effetti è così anche se è avvenuto a tua insaputa. Questa è la truffa. Su ADSL la truffa sarebbe possibile solo tramite un accordo fra il fornitore di questi servizi e il tuo gestore telefonico in base al quale il primo possa addebitare in bolletta anche quel servizio fornito su Internet semplicemente cliccando qualcosa senza chiedere dati e numero di carta di credito... che se ciò accadesse potresti accorgerti di ciò che avviene.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Per Redazione : non ho capito...
        Il problema è un altro. Con i vecchi dialer il fornitore della linea poteva addebitarti il costo del servizo perchè tra te e il fornitore del servizio stesso non ci potevano essere intermediari quindi il tuo numero di telefono valeva come "firma". Con l'IP è diverso. Proxy e TOR già inficiano il meccanismo.
  • Anonimo scrive:
    Ma servono ancora i dialer software?
    Non ho capito, ma è ancora necessario un software (quindi evitabile con un antivirus) o basta entrare nel sito web truffaldino?
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma servono ancora i dialer software?
      - Scritto da:
      Non ho capito, ma è ancora necessario un software
      (quindi evitabile con un antivirus) o basta
      entrare nel sito web
      truffaldino?Da quel che ho capito sono siti html,ma sono legalissimi altro che truffaldini e' questo il problema
  • Anonimo scrive:
    Senza parole
    --Guardate come si reclamizzano questi-- COSA TI OFFRIAMO:Siti già pronti (18 categorie) Banner PopUp Statistiche in tempo reale Riconoscimento linee ADSL VAS 800 con unguadagno di 15 euro a chiamata (innovativo mezzo di pagamento senza limitazioni da blocco 899) possibilità di acquistare contenuti tramite cellulare e IVR inoltre TRASPARENZA - AFFIDABILITA' - PROFESSIONALITA'-----Mi sono spaventato solo andando sul sito...che mi abbiano addebitato qualcosa?
  • Anonimo scrive:
    VAS? La risposta...
    ...per me è DDoS.Autoinfettiamoci con virussini innocui il cui unico payload sia usare per un buon fine un pizzico di banda e tutti assieme affossare 'sti siti di delinquenti.
  • Anonimo scrive:
    Alternative?
    Stavo pensando: diciamo che la TeleTruffa spa mette su un sito truffaldino per farti pagare anche solo per vedere la sua pagina - potrebbe trattarsi di qualsiasi cosa: quando si pensa a queste cose di solito ci si immagina il solito venditore di tette e culi che ti fa installare il dialer, ma perchè limitarsi a tette e culi quando puoi far pagare truffaldinamente qualsiasi cosa? es. sai che il pornoweb spesso nasconde truffe, e lo eviti, così come non credi alla cartomanzia e non giochi al lotto, o almeno sei ben consapevole che è un gioco basato sulla pura casualità e non sulla statistica - ma se ti interessi di giardinaggio, di teatro, di automobili o ami la buona cucina, giusto per fare esempi, cerchi informazioni con google sul tuo hobby, quello ti potrebbe restituire pagine del sito della TeleTruffa spa e il gioco è fatto.Ma io mi chiedo: se a collegarsi fosse qualcuno fuori dal territorio italiano, con un provider estero, cosa succederebbe? fatturerebbero in bolletta anche a lui?Per cui mi chiedevo: esistono alternative ai provider, per collegarsi a Internet?
  • Anonimo scrive:
    Disinformazione
    L'indirizzo IP non c'entra nulla con il nuovo sistema di tariffazione, e' l'identificativo di rete che identifica l'utenza, e non sara' l'unico sistema di controllo attivo atto a identificare l'utente.E' quello che accade gia' da anni con il portale di Alice!Certo letta cosi' la notizia fa "paura", ed e' anche ovvio: se mi hacckano il PC e mi installano un proxy, comincio a pagare per tutto il mondo? :) ..ma spaventa solo perche' assolutamente incompleta e inesatta (non per colpa di Punto Informatico, si intende.. anche se un po' piu' di aprrondimento, non sarebbe guastato).
    • Anonimo scrive:
      Re: Disinformazione
      Il MAC Address si può cambiare. L' IP te lo assegna l' ISP sempre e comunque, non puoi scegliertelo tu se l' ISP non ti permette una scelta predefinita. - Scritto da:
      L'indirizzo IP non c'entra nulla con il nuovo
      sistema di tariffazione, e' l'identificativo di
      rete che identifica l'utenza, e non sara' l'unico
      sistema di controllo attivo atto a identificare
      l'utente.
      E' quello che accade gia' da anni con il portale
      di
      Alice!
      Certo letta cosi' la notizia fa "paura", ed e'
      anche ovvio: se mi hacckano il PC e mi installano
      un proxy, comincio a pagare per tutto il mondo?
      :) ..ma spaventa solo perche' assolutamente
      incompleta e inesatta (non per colpa di Punto
      Informatico, si intende.. anche se un po' piu' di
      aprrondimento, non sarebbe
      guastato).
  • Anonimo scrive:
    Man forte alla criminalita' organizzata
    Saranno contenti individui come questi:www.callsolutions.biz (criminalita' organizzata Russa che da tempo usa exploit, rootkit e trojan con dialer creati APPOSITAMENTE per colpire l'Italia)o come questi:www.johrnuffo.com (master di botnet legato alle famose mail dell'Avvocato)o come i simpatici autori di gromozon, e dei loro vicini amici di Coolwebsearch:http://www.spamhaus.org/rokso/listing.lasso?-op=cn&spammer=Yambo%20Financialsoppure sara' contenta Eutelia, azienda italiota QUOTATA IN BORSA autrice di trojan-dialer:http://www.google.com/search?q=%22storage+tasp+com%22http://www.dnsstuff.com/tools/whois.ch?ip=storage-tasp.comhttp://www.agcm.it/agcm_ita/DSAP/DSAP_PI.NSF/0/3fb3bd30ff256f19c1256f0e00550002?OpenDocumenthttp://www.borsaitaliana.it/mediasource/borsa/db/pdf/new/5749.pdf (cercare teleasp.net)LEGGI FATTE SU MISURA PER PROTEGGERE E FAVORIRE I PEGGIORI CRIMINALI, questa e' l'Italia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Man forte alla criminalita' organizz
      Parole sante!!!!I primi li conosco pure io.Su john e Eutelia devo approfondire.
  • Anonimo scrive:
    Scandaloso
    C'è gente pagata (da noi) che emana leggi per truffare i cittadini...
  • Anonimo scrive:
    VAS?
    Io non capisco chi, sulla faccia della terra, abbia bisogno di questi "servizi" se non le compagnie che vogliono truffare gli utenti.Al posto di "servizi a valore aggiunto" dovrebbero chiamarli "servizi a truffa aggiunta" :PInS
    • Anonimo scrive:
      Re: VAS?
      Esiste la carta di credito... se voglio vedere 2 donnine la tiro fuori e pago !! Ah no... la moglie dopo se ne accorge dall'estratto conto, meglio far arrivare a casa 900 euro di bolletta... e dare la colpa al virus, mostrando i calli delle mani, che sono venuti a forza di usare il mouse per debbellare il virus...Il vero problema è chi pensa e chi autorizza queste cose... Lo ripeto: CHE SCHIFOOOOOOOOOOOOOOOO
      • Anonimo scrive:
        Re: VAS?
        Guarda, hai proprio ragione!Ma tu pensa che danno possono fare agli utenti!!!E dire che con gli 144 si era capito bene quale fosse il risultato.Il fatto che abbiano aperto un varco che truffatori ed imbroglioni spalancheranno dimostra che i politici, che quando si tratta di fare i loro interessi personali sono molto abili, quando poi fanno le leggi sono dei distratti (co....ni).
  • Anonimo scrive:
    Massa di incompetenti....
    Che schifo, LO DICO A GRAN VOCE: CHE SCHIFO !!!Sta finendo la massa di 144 - 899 - ecc ecc e i nostri politicanti, con le pance gonfie continuano a sparare cazzate dannose su argomenti che ignorano, mettendo in mano a delinquenti i mezzi per creare le truffe...CHE SCHIFO... braccia strappate all'agricoltura... almeno assumessero qualcuno che gli guidi il cervello prima emanare regole del genere...Stesso vale per gli SMS a valore aggiunto, per estorcere soldi ai ragazzini... VERGOGNATEVI !!Esiste la carta di credito, i soldi di carta, i prepagati... non rompete le scatole con i sistemi che nascono con il solo scopo di in---are la gente !BASTA !!
    • Anonimo scrive:
      Re: Massa di incompetenti....
      Mi associo in pieno.E aggiungo: invece di impiegare il tempo per tentare di risolvere tanti problemi seri...Sempre più in basso. Sempre più in basso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Massa di incompetenti....
      Guardate che se approvano delle leggi del genere non lo fatto a caso, ma lo fanno perche' sono pagati per farle. Nessuno e' tanto stupido. L'unica soluzione e' cambiare classe politica o cambiare paese.
  • Anonimo scrive:
    No un momento....
    cosa significa "vendere servizi a sovrapprezzo sulla base del proprio indirizzo IP"?Come faccio a essere certo che non mi... "addebitino" servizi mai richiesti "infilando" il mio IP nei log?
    • Anonimo scrive:
      Re: No un momento....
      - Scritto da:
      cosa significa "vendere servizi a sovrapprezzo
      sulla base del proprio indirizzo
      IP"?

      Come faccio a essere certo che non mi...
      "addebitino" servizi mai richiesti "infilando" il
      mio IP nei
      log?Non puoi esserne certo, paghi e taci, come avviene sulla telefonia tradizionale!!Certo che invece di togliere i servizi a truffa aggiunta delle telefonie tradizionali... :(
      • Anonimo scrive:
        Re: No un momento....
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        cosa significa "vendere servizi a sovrapprezzo

        sulla base del proprio indirizzo

        IP"?



        Come faccio a essere certo che non mi...

        "addebitino" servizi mai richiesti "infilando"
        il

        mio IP nei

        log?

        Non puoi esserne certo, paghi e taci, come
        avviene sulla telefonia
        tradizionale!!
        Certo... magari con le ultime 3 cifre oscurate... tipo 87.x.x.xAhahahaha... E con il nat come la mettiamo... e gli internet point... e qui si ride: e fastweb che esce con pochissimi ip pubblici...Tornate a studiare legislatori incompetenti !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: No un momento....
          E se mi proxo?
        • Anonimo scrive:
          Re: No un momento....
          - Scritto da:
          E con il nat come la mettiamo... e gli internet
          point... e qui si ride: e fastweb che esce con
          pochissimi ip
          pubblici...

          Tornate a studiare legislatori incompetenti !!! Come credi che faccia la polizia informatica a risalire all'identità di un criminale???Se bastasse un nat per non farsi intercettare saremmo alla frutta!!! :)CiauzS.
    • medioman scrive:
      Re: No un momento....
      - Scritto da:
      cosa significa "vendere servizi a sovrapprezzo
      sulla base del proprio indirizzo
      IP"?

      Come faccio a essere certo che non mi...
      "addebitino" servizi mai richiesti "infilando" il
      mio IP nei
      log?Perche' per usufruire di un servizio devi accettare un contratto. E perche' questo contratto possa essere valido deve venire dimostrata la tua accettazione. Deve pertanto esistere un foglio di carta cfirmato da te, o una tua latitanza nel comunicare la presenza in fattura di costi per un servizio non richiesto.Basta che tu legga attentamente la fattura. Certo che se usii la domiciliazione bancaria si potrebbe...
      • Anonimo scrive:
        Re: No un momento....
        - Scritto da: medioman
        Perche' per usufruire di un servizio devi
        accettare un contratto. E perche' questo
        contratto possa essere valido deve venire
        dimostrata la tua accettazione. Deve pertanto
        esistere un foglio di carta cfirmato da te, o una
        tua latitanza nel comunicare la presenza in
        fattura di costi per un servizio non
        richiesto.Cioe' una "latitanza nel comunicare la presenza in fattura di costi per un servizio non richiesto" giustificherebbe il pagamento? Ma STIAMO SCHERZANDO!??! :@
        • Anonimo scrive:
          Re: No un momento....
          - Scritto da:
          Cioe' una "latitanza nel comunicare la presenza
          in fattura di costi per un servizio non
          richiesto" giustificherebbe il pagamento? Ma
          STIAMO SCHERZANDO!??!
          :@E' quello che succede con il tuo conto in banca.Se (quando) le banche sbagliano qualcosa (ovviamente smepre a loro vantaggio, d'altra parte quando lanciano una moneta loro ottengono sempre 'testa'), hai qualche mese per accorgertene e lamentartene, dopo di che "l'errore" diventa un dato di fatto che hai accettato.Bello eh?
        • medioman scrive:
          Re: No un momento....
          - Scritto da:

          Cioe' una "latitanza nel comunicare la presenza
          in fattura di costi per un servizio non
          richiesto" giustificherebbe il pagamento? Ma
          STIAMO SCHERZANDO!??!
          :@Purtroppo no. Dal momento che tu paghi ripetutamente , e volontariamente, un servizio, diventa difficile dimostrare la non accettazione. Quanti hanno attivato ad esempio una linea adsl senza firmare un contratto? Il contratto e' implicitamente accettato poiche' uno continua a pagare per mesi un servizio che usa. Questa e' una situazione ambigua che in cun contesto giudiziario permette di dimostrare al provider che tu hai quantomeno accettato verbalmente quello che ti veniva proposto.
      • ilgorgo scrive:
        Re: No un momento....
        - Scritto da: medioman

        Perche' per usufruire di un servizio devi
        accettare un contratto. E perche' questo
        contratto possa essere valido deve venire
        dimostrata la tua accettazione. Deve pertanto
        esistere un foglio di carta cfirmato da te, o una
        tua latitanza nel comunicare la presenza in
        fattura di costi per un servizio non
        richiesto.
        Basta che tu legga attentamente la fattura. Certo
        che se usii la domiciliazione bancaria si
        potrebbe...
        Già come accade per certi servizi venduti via call center... Scopri di averli "sottoscritti" quando arriva la bolletta... se te ne accorgi :@
        • Anonimo scrive:
          Re: No un momento....
          Infatti il problema è COME vengono addebitati i servizi.Servizi richiesti o non, a valore aggiunto oppure a truffa aggiunta - tutti - NON dovrebbero MAI essere POST-PAGATI!!!!!!!MAI!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: No un momento....
            - Scritto da:
            Infatti il problema è COME vengono addebitati i
            servizi.
            Servizi richiesti o non, a valore aggiunto oppure
            a truffa aggiunta - tutti - NON dovrebbero MAI
            essere
            POST-PAGATI!!!!!!!
            MAI!!!Esattamente. :@ :@ :@ :@ :@
    • Anonimo scrive:
      Re: No un momento....
      esatto....e se uno si mette a fare spoofing? La maggior parte degli utenti non sa usare il pc e non si accorge di nulla... sempre a tirare fuori idee per fo..ere la gente...mondo di M...A!
  • Anonimo scrive:
    Incredibile!!!!!!!!!
    Scusate lo sfogo volgare, ma abbiamo in parlamento una massa di coglioni!!!!!!!!!!!!Mi sono rotto le palle di dovermi parare il culo anche dalle istituzioni che in realta' dovrebbero proteggermi.E' mai possibile che queste grandissime teste di cazzo di parlamentari non abbiano imparato niente dalle precedenti situazioni?Sono avvilito. Mi e' rimasto solo il sogno di vedere noi tutti Cittadini Sovrani entrare in parlamento e tirare calci in culo a questi stronzi. Questi politici devono iniziare ad avere paura della loro incolumita' perche' stanno facendo troppi danni. Saluti.
Chiudi i commenti