iTunes spacciatore di Eminem?

Le parti non si sono accordate. Oggi inizia il processo. Da verificare i diritti di decine di canzoni del noto rapper presenti su iTunes

Roma – Apple è alla sbarra e a trascinarcela è stata Eight Mile Style , la casa produttrice del rapper Eminem che nel 2007 aveva presentato una denuncia presso il tribunale di Detroit contro l’azienda di Cupertino.

Si svolgerà oggi la prima udienza del processo : il nodo della questione era ed è la presenza su iTunes Store di 93 brani prodotti da Eight Mile Style i cui master però appartengono ad Aftermath Records .

Apple, che ha ottenuto le autorizzazioni da Aftermath Records , sostiene di aver pagato tutte le royalty alla casa produttrice del famoso rapper. Secondo Eight Mile Style però gli accordi con Aftermath Records non concerebbero a quest’ultima il potere di disporre dei diritti per utilizzare i brani in rete: sia Apple che Aftermath Records avrebbero quindi incassato denari sfruttando indebitamente le canzoni di Eminem.

Fino all’ultimo minuto prima dell’apertura del processo Apple aveva tentato di raggiungere un accordo ma gli sforzi profusi non hanno portato a nulla. Sarà quindi il giudice Anna Diggs Taylor della corte distrettuale di Detroit a stabilire se accogliere o meno le rivendicazioni di Eight Mile Style , che comprendono, tra l’altro, anche una fetta dei proventi ricavati dalla vendita di iPod.

Già nel 2004 Eminem ed Apple si erano scontrati su un brano dell’artista statunitense utilizzato dalla Mela per la realizzazione di uno spot pubblicitario.

Giorgio Pontico

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • IL Barista scrive:
    Credo proprio....
    Apparte il fatto che si dice "il wii"!
  • Giggetto scrive:
    più che crisi è saturazione
    ormai la console bianca ce l'hanno pure gli eschimesi negli igloo.. impossibile sperare in ritmi di vendita sempre crescenti, aldilà della crisi che pure c'è, ma che colpisce meno Nintendo per via di una politica dei prezzi più orientata alla famiglia che al nerd hardcore di xobox e ps3..
  • Spock scrive:
    LA Wii E' BELLISSIMA !!!
    E BASTA !
  • Lemon scrive:
    La mia previsione sulle vendite
    A causa della crisi mondiale anche gli investimenti per il divertimento cambiano, la wii è una console per famiglie che, con l'occasione delle festività, saranno pure allargate a parenti ed amici. Niente di più divertente che qualche partita al bowling o a prendersi a spadate in testa.La wii mi sembra un investimento che si "spalma" meglio alle esigenze di tutti.E' una mia idea così, tanto per dire, io vedo che a casa mia c'è il pellegrinaggio di amici e parenti per farsi una partita, non mi risulta lo stesso per altre console dove al massimo ci si riunisce 4 amici (maschi!) per una partita a pes o fifa.Tra parentesi: ho sempre giocato con il PC, se non fosse un problema economico me li comprerei tutte le console! ed i giochi naturalmenteciao a tutti
  • Ascella di Tonno Sottolio scrive:
    Voglio sperare che l'EU non sia...
    ...trattata come la figlia della serva, altrimenti ciao ciao Wii.E' ora di finirla di farci trattare a pesci in faccia e pagare più degli altri.
  • Alexxe scrive:
    E' confermato anche per l'Europa
    http://www.lesoir.be/la_vie_du_net/actunet/2009-09-24/wii-bientot-20-chere-729076.shtmlLe Soir è il principale quotidiano belga e la notizia è stata confermata da Nintendo Belgio. Quindi.... buono sconto a tuttiAlexxe
    • Giggetto scrive:
      Re: E' confermato anche per l'Europa
      E' confermato che in USA costerà 199$, in Europa 199, quindi se il cambio euro/dollaro non è un'opinione noi europei continueremo a prendercelo dove non batte il sole..
Chiudi i commenti