Java si accompagna con Yahoo

Il motore di ricerca in viola si sostituisce alla toolbar di Ask nel processo di aggiornamento di Java: in Italia ambisce ad essere il search engine di default per ogni browser

Roma – Per consolidare la propria presenza nelle sessioni di navigazione degli utenti, Yahoo ha scalzato la discussa Ask Toolbar dal processo di installazione e di frequente aggiornamento di Java: la CEO di Yahoo Marissa Mayer ha annunciato l’accordo nel corso dell’incontro con gli azionisti.

Yahoo e Java

L’aggiornamento di Java per gli utenti italiani proporrà d’ora in poi una casella già spuntata: se si sceglierà di proseguire senza operare cambiamenti, Yahoo verrà impostato come motore di ricerca di default “su tutti i browser” e come nuova scheda su Firefox e Chrome. Negli States, invece, l’offerta investe i soli Chrome e Internet Explorer, e le nuove tab di Chrome: il motore di ricerca in viola, sul mercato statunitense e su una manciata di altri mercati , si è già accaparrato una partnership con Mozilla per figurare come motore di ricerca preimpostato ai danni di Google , partner di lunga data di Firefox.

L’accordo ha una durata di tre anni e condizioni economiche che non sono state rivelate: certo è che Java è installato su uno sconfinato numero di macchine in tutto il mondo, e i frequenti aggiornamenti potrebbero indurre gli utenti ad accogliere, più o meno consapevolmente, la proposta di Oracle e Yahoo.

Proprio l’ abitudine di Oracle ad impacchettare proposte commerciali nei propri software continua a sollevare obiezioni , anche dopo l’accantonamento della discussa toolbar di Ask, che per anni si è arroccata in una posizione inespugnabile presso le macchine degli utenti, tanto da indurre Microsoft a bollarne alcune versioni come pericolose. Yahoo, dal canto suo, ha già provveduto a controbattere: “Ci siamo assicurati che il processo sia altamente trasparente e offra agli utenti la possibilità di scegliere”.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • SoS scrive:
    missiva per la Gentile Redazione
    UN SENTITO "VAFFANCULO" A VOI E AL REFRESH CHE CANCELLA I POST IN SCRITTURA!
  • Giuseppe Rossi scrive:
    I Russi
    Hanno ricambiato le attenzioni ai loro vettori degli scorsi anni, sabotaggio veloce e indolore.
  • .... scrive:
    che non si fermino
    quanti aerei si sono fracassati prima di avere roba affidabile? Musk non fermarti, sono disposto a sacrificare ricconi su ricconi che si inceneriranno nelle prime capsule.
  • .... scrive:
    mettici sopra roba microsoft...
    ...e l'hardware va in crash.
    • Alvaro Vitali scrive:
      Re: mettici sopra roba microsoft...
      Mi sa che al prossimo lancio, quelli di SpaceX si rifiuteranno di trasportare qualunque oggetto di marca Microsoft ...
  • dedalo scrive:
    Fessi
    wow e ci sono fessi che credono al turismo spaziale come andare in gita a Gardaland e al settore privato, se pantalone non tira fuori la pecunia si ferma tutto
    • niuno scrive:
      Re: Fessi
      perchè non ci sono mai stati incidenti agli Space Shuttle?trolla meglo
      • dedalo scrive:
        Re: Fessi
        - Scritto da: niuno
        perchè non ci sono mai stati incidenti agli Space
        Shuttle?Certo che ci sono stati ma si è potuto continuare lo stesso e migliorarsi perchè dietro agli enti spaziali c'erano intere nazioni che spingevano il tutto, se va male dietro al privato puo' esserci solo una banca che ti stritola con gli interessi e ti fa chiudere.Fatti una ragione di vita senza pantalone si ferma tutto e sostanzialmente tutta la ricerca spaziale si e' fermata alla fine della guerra fredda quando i soldi delle tasse si sono spostati altrove, è diventata insostenibile per molti stati immagina quanto lo deve essere per un privato quando pantalone smette di finanziarlo.
        • bradipao scrive:
          Re: Fessi
          - Scritto da: dedalo
          Fatti una ragione di vita senza pantalone si
          ferma tutto e sostanzialmente tutta la ricerca
          spaziale si e' fermata alla fine della guerra
          fredda quando i soldi delle tasse si sonoQuesto, ahimè, è vero. L'apice della ricerca spaziale è stata (chiaramente) negli anni '60 durante la corsa alla luna. ne è la riprova il fatto che gli attuali razzi sono largamente inferiori allo storico Saturn V come capacità di "messa in orbita".
        • AstroX scrive:
          Re: Fessi
          - Scritto da: dedalo
          Certo che ci sono stati ma si è potuto continuare
          lo stesso e migliorarsi perchè dietro agli enti
          spaziali c'erano intere nazioni che spingevano
          il tutto, se va male dietro al privato puo'
          esserci solo una banca che ti stritola con gli
          interessi e ti fa
          chiudere.Infatti dopo il secondo disastro dello Shuttle, hanno chiuso la baracca : Fra tagli hanno abbandonato lo sviluppo di un successore e abbandonato il concetto completamente, per tornare alle capsule come negli anni '60 :D
  • me medesimo scrive:
    refresh schermo interrompe il video
    ora basta mi sono rotto, questo sito e' una vera m***aTolgo il bookmark dalla barra e non mi vedete più.Spero che PI fallisca, forse dalle sue ceneri nascerà dinuovo qualcosa di decente
Chiudi i commenti