KDE 2 si aggiorna per l'ultima volta

Il celebre ambiente desktop per Linux esce nella nuova e più veloce versione 2.2.2, l'ultima prima del rilascio, imminente, di KDE 3.0


Web – KDE, il diretto rivale di Gnome nel campo degli ambienti desktop per Linux, è giunto alla versione 2.2.2, un aggiornamento che porta con sé miglioramenti soprattutto nel settore delle prestazioni e della sicurezza.

Questo nuovo rilascio, oltre a tappare diverse falle e bug di sicurezza, velocizza i tempi di caricamento di icone e menù, alleggerendo in questo modo tutta l’interfaccia grafica. Il KDE Project ha fatto delle prestazioni un obiettivo centrale nello sviluppo del KDE, un ambiente che in passato è stato più volte criticato per la sua pesantezza.

Il look di KDE 3.0 KDE 2.2.2 fa da complemento al rilascio, lo scorso agosto, di KOffice 1.1, la suite per l’ufficio open source e sviluppata dal KDE team.

Con questa nuova release, KDE è disponibile in 42 lingue e può ormai contare su oltre un centinaio di applicazioni – per l’amministrazione, il multimedia, la rete, lo sviluppo ecc. – integrate nei vari package che compongono questo colossale progetto open source.

La versione 2.2.2 rappresenta l’ultimo aggiornamento del KDE 2. Il KDE Project, infatti, concentrerà ora tutti i suoi sforzi nel completamento del KDE 3.0, una nuova versione dell’ambiente la cui prima versione beta è attesa per il prossimo mese ed il rilascio finale per il primo trimestre del 2002.

KDE 2.2.2 sarà presto disponibile per il libero download dal sito kde.org o, in alternativa, potrà essere ordinato via CD-ROM o scaricato attraverso i software per l’aggiornamento automatico disponibili nelle principali distribuzioni di Linux.

Proprio in questi giorni è stata anche annunciata la prima versione beta di ” KDE on Cygwin “, un progetto che ha per obiettivo il porting di KDE su Windows sfruttando il layer di emulazione Cygwin.

Al momento, l’ideatore del progetto sta completando il porting della versione 1.1.2 di KDE ed ha iniziato a lavorare sulla versione 2.1. E sostiene che “sarà meraviglioso avere un solo ambiente di sviluppo free per tutte le differenti piattaforme Unix o Windows”, arrivando a immaginare il giorno in cui “potremo uccidere il Windows Explorer ed usare KDE come desktop standard in qualunque OS ci si trovi”. Chissà…

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Opera 6 per Linux
    Intanto e' appena stato rilasciato Opera 6 per Linux (versione non stabile) e mi sembra davvero ottimo... perche' la comunita' open source non fa un browser compatto e gradevole come opera? Galeon e' davvero bello... pero' bisogna aver installato Gnome e Mozilla :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Opera 6 per Linux
      - Scritto da: pingu
      Intanto e' appena stato rilasciato Opera 6
      per Linux (versione non stabile) e mi sembra
      davvero ottimo... perche' la comunita' open
      source non fa un browser compatto e
      gradevole come opera? Galeon e' davvero
      bello... pero' bisogna aver installato Gnome
      e Mozilla :(dammi gli ingredienti e in 15 giorni te lo faccio (o almeno ci provo). Che ci vuoi sopra ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Opera 6 per Linux
        Non e' cosi' semplice...siccome molti web master (che e' gia' vergognoso chiamrli cosi') conoscono solo IE (e dalla 5 per giunta!!) molti siti fatti con i piedi non funzionano bene con altri browser.morale: ci vorrebbe un IE per Linux... ed anche un Office per Linux non guasterebbe e visto che esiste gia' IE per Mac OS X e Office sta' arrivando, aspettiamoci presto l'ennesimo volta faccia del caro amico Bill!del resto, chi disprezza compra no?e poi il caro amico Bill non era quello che..."OS/2 il sistema operativo degli anni 90""Internet? un fenomeno passeggero..."e chi sa quante altre cavolate +/- clamorose ha sparato!ma per restare in tema: Opera e' un gran bel prodotto, l'ho comprato volentieri (3 licenze) e lo usiamo tutti i giorni con Windows e con Linux.
        • Anonimo scrive:
          Re: Opera 6 per Linux
          - Scritto da: trinket
          Non e' cosi' semplice...
          siccome molti web master (che e' gia'
          vergognoso chiamrli cosi') conoscono solo IE
          (e dalla 5 per giunta!!) molti siti fatti
          con i piedi non funzionano bene con altri
          browser.beh... dipende da molti fattori... in ogni caso nemmeno opera supporta tutto.
Chiudi i commenti