KIllustrator mette in ombra Illustrator?

Il software open source KIllustrator si è fatto un nemico scomodo, Adobe, produttore di Illustrator. Conflitto di nome e...


Web – Pare che Adobe, la più grande azienda americana di software per PC dopo Microsoft, si senta minacciata da un software open source: KIllustrator.

L’applicativo fa parte della suite per l’ufficio KOffice e, sebbene il progetto venga portato avanti da diversi sviluppatori, la proprietà intellettuale del software è di Kai-Uwe Sattler, un dipendente dell’università tedesca di Magdeburgo.

Secondo quanto riportato dal quotidiano tedesco Heise-Online, Adobe, attraverso uno studio legale specializzato nella tutela di marchi e brevetti, avrebbe intimato a Sattler di cessare immediatamente la distribuzione del proprio programma e di pagare, come risarcimento ad Adobe, una somma di 4686 marchi tedeschi, oltre 4,5 milioni di lire.

Il risarcimento dovrebbe coprire i danni derivanti dalla “pubblicità” di KIllustrator, un software che secondo i legali di Adobe violerebbe il marchio di Illustrator, il noto software di disegno vettoriale di Adobe.

“L’uso di termini generici e qualificativi come ‘explorer’, ‘illustrator’, ‘word’ e ‘paint’ non sono dunque liberi per tutti?”, si commenta all’interno di una notizia riportata da Slashdot. “Nessuno ha chiamato il programma Kadobe!”.

Dal canto suo Sattler sembra disposto a cambiare nome al proprio software, ma si rifiuta di pagare un risarcimento danni che, a suo modo di vedere, non sussiste. Sattler si domanda perché Adobe non lo abbia avvertito prima e non gli abbia semplicemente domandato, in passato, di cambiare nome al suo prodotto.

Il rischio di intraprendere le vie legali è che, in caso di soccombenza, Settler potrebbe essere multato di una cifra 400 volte maggiore di quella attualmente richiesta dai legali di Adobe.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Che peccato...
    Una potente console come il Dreamcast già inpensione.. che peccato!Per chi ha giocato Shenmue sa di cosa parlo,altro che play2!!!Avrebbe battuto la sony su tutti i fronti, seavrebbe speso più soldi in promozione, cosa chepurtroppo non ha fatto.Beh io intanto me la tengo stretta e aspettoShenmue 2 a settembre!!! :-)
  • Anonimo scrive:
    un pre pensionamento forzato ...
    peccato, davvero. sono un fortunato possessore di Dreamcast che mi sono procurato (come molti) a prezzo modico quando fu annunciato il ritiro dal mercato: mi sono sempre pentito di averlo fatto prima. la PS2 e' anni indietro benche' sia uscita dopo. DC non e' stato compreso in Giappone e non ha venduto molto neppure in USA e Europa ha riscosso sucesso, forse perche' i giochi erano impossibili da copiare. Quindi pensionamento forzato da parte della SEGA ad una console ce veniva venduta gia' in perdita (a quanto si dice).peccato, davvero.
    • Anonimo scrive:
      Re: un pre pensionamento forzato ...
      - Scritto da: Andrea
      peccato, davvero. sono un fortunato
      possessore di Dreamcast che mi sono
      procurato (come molti) a prezzo modico
      quando fu annunciato il ritiro dal mercato:
      mi sono sempre pentito di averlo fatto
      prima. la PS2 e' anni indietro benche' sia
      uscita dopo. DC non e' stato compreso in
      Giappone e non ha venduto molto neppure in
      USA e Europa ha riscosso sucesso, forse
      perche' i giochi erano impossibili da
      copiare. Quindi pensionamento forzato da
      parte della SEGA ad una console ce veniva
      venduta gia' in perdita (a quanto si dice).
      peccato, davvero.E' vero, ho visto alcuni giochi su DC molto belli davvero.P.S. I giochi per DC si possono copiare se entrano in un CD.Ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: un pre pensionamento forzato ...
        - Scritto da: Krecker

        E' vero, ho visto alcuni giochi su DC molto
        belli davvero.alcuni sono veri e propri capolavori dal punto di vista grafico, di giocabilita' e alcuni veramente innovativi come esperienza di gioco.a riprova di questo basta vedere la conversione di Crazy Taxy per PS2 : benche' giri su un hardware sulla carta piu' potente, benche' sia uscito quasi 2 anni fa sul DC, benche' sia al top delle vendite per PS2, ebbene la versone DC e' nettamente superiore, dal punto di vista grafica - giocabilita' (PS2 non ha i trigger analogici del DC).poveri utenti PS2 "truffati" da Sony, dai mass media (che sbandierano la PS2 come lo stato dell'arte dei Videogames) e presi in giro dalla stessa SEGA che non ha voluto neppure mettere la scritta SEGA su Crqazy taxy per DC : forse si vergognava ...;-)ribadisco : peccato per il pre pensionamento forzato ....
        P.S. I giochi per DC si possono copiare se
        entrano in un CD.
        lo so !forse se ne sono accorti troppo tardi : come ho gia' detto se copiare i giochi fosse stato piu' facile o se si fosse scoperto prima il "metodo CD" a cui alludi magari il DC avrebbe avuto vita piu' lunga. del resto e' stata la pirateria che ha decretato il successo della Playstation ....(e che non fa decollare le vendite di PS2)
Chiudi i commenti