Kindle Unlimited, letture senza fine

Lanciato anche in Italia il servizio che offre libri (quasi) illimitati agli utenti Kindle. Prezzi in linea con analoghi servizi video o musicali

Roma – Ci sono 15mila testi italiani, oltre 700.000 in altre lingue, tutti compresi nel prezzo: con 9,99 euro al mese gli utenti Amazon possono sottoscrivere il pacchetto Kindle Unlimited , il servizio all-you-can-eat per la lettura abbinato alla piattaforma di editoria digitale dell’azienda di Seattle. Un servizio attivo solo in poche nazioni, che in Italia debutta oggi mentre negli USA ha esordito lo scorso luglio .

Il meccanismo di funzionamento è analogo a quello di molti altri servizi già noti al pubblico per esempio per la musica o i film: si paga la quota di abbonamento mensile e si ha diritto di accedere a tutto il catalogo messo a disposizione da Amazon per Unlimited. Quest’ultimo non è equivalente all’offerta complessiva di ebook fruibili attraverso la piattaforma, ma tra i 15.000 titoli italiani contrassegnati dalla dicitura “unlimited” figurano classici moderni della narrativa come Harry Potter, le guide della collana “for dummies”, libri illustrati da ormai celebri disegnatori italiani come Giacomo Bevilacqua o Zerocalcare.

Esistono dei limiti a questo meccanismo: non si possono “noleggiare”, ovvero tenere sul proprio dispositivo (e-reader, tablet o smartphone, PC: ovunque sia disponibile un’app Kindle) più di 10 titoli per volta , e se si decide di cancellare la propria sottoscrizione spariranno dalla propria libreria allo scadere del periodo di abbonamento (segnalibri, annotazioni e commenti saranno comunque salvati nel proprio profilo e riappariranno se si rinnova l’abbonamento o si acquista l’ebook). In secondo luogo, queste formule di sottoscrizione escludono il possesso del libro, che si limita a essere “prestato” da Amazon al lettore così come se ci si recasse in biblioteca: è una modalità di fruizione ormai molto comune, analoga a quella adottata da Spotify per la musica o Netflix per i video.

Come detto, Kindle Unlimited costa 9,99 euro al mese: i primi 30 giorni, una sorta di periodo di prova, sono gratuiti. Il modo migliore di approfittare del servizio è possedere un e-reader Kindle, o scaricare l’apposita app su un tablet Android o iOS . Visto che il catalogo italiano al momento non è esattamente vastissimo, la spesa è per ora senz’altro più giustificata per chi è abituato a leggere testi in inglese e in generale nella lingua originale, visto che in quel caso potrà attingere a un bacino decisamente più vasto di opere da consultare.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • critic1 scrive:
    Il codice della strada
    La legge "Stanca" e non "Stanza" come scrive l'autore è la meno osservata dai nostri compaesani dopo il codice della strada.Il bello è che da diversi anni basta usare le versioni accessibili dei CMS open source (vedi per esempio il progetto Joomla! FAP), senza spendere un soldo.
  • sgurz scrive:
    chi predica bene e razzola male
    fa battute sul "gettone nell'iphone", intanto mette le scansioni nel pdf-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 05 novembre 2014 13.42-----------------------------------------------------------
  • Pilo scrive:
    Asimmetrie
    La cosa che mi da più fastidio è l'asimmetria fra organi pubblici e cittadini.Il cittadino (singolare) se sbaglia non fa che un piccolissimo danno e viene punito dalle leggi e perseguitato finché non paga.Un politico che con una sola legge è in grado di creare danni a milioni di persone, non viene punito perché ha l'immunità (naturalmente auto-assegnata) e continua tranquillo la sua opera.Una istituzione, in grado di danneggiare moltitudini di persone, quando sbaglia può dire: abbiamo scherzato e non succede niente di particolare, a parte un po' di polverone mediatico.Se un organismo pubblico (politico, burocrate o ente) sbaglia e paga, lo fa con i soldi dei cittadini, non con i suoi (se è un ente i soldi sono SOLO dei cittadini).Questa è la demoniocrazia, nel mondo, non solo in italia.
    • panda rossa scrive:
      Re: Asimmetrie
      - Scritto da: Pilo
      La cosa che mi da più fastidio è l'asimmetria fra
      organi pubblici e
      cittadini.
      Il cittadino (singolare) se sbaglia non fa che un
      piccolissimo danno e viene punito dalle leggi e
      perseguitato finché non
      paga.
      Un politico che con una sola legge è in grado di
      creare danni a milioni di persone, non viene
      punito perché ha l'immunità (naturalmente
      auto-assegnata) e continua tranquillo la sua
      opera.
      Una istituzione, in grado di danneggiare
      moltitudini di persone, quando sbaglia può dire:
      abbiamo scherzato e non succede niente di
      particolare, a parte un po' di polverone
      mediatico.
      Se un organismo pubblico (politico, burocrate o
      ente) sbaglia e paga, lo fa con i soldi dei
      cittadini, non con i suoi (se è un ente i soldi
      sono SOLO dei
      cittadini).
      Questa è la demoniocrazia, nel mondo, non solo in
      italia.La cosa che mi da' piu' fastidio invece sono quelli che nonostante abbiano in fastidio questa asimmetria, poi quando c'e' da andare a votare, votano ancora per la casta regnante.
      • Pilo scrive:
        Re: Asimmetrie
        Eh caro panda rossa, sono daccordo con te.Purtroppo i requisiti per arrivare al potere, in qualunque posto di questo mondo, sono sempre gli stessi: chi ha meno scrupoli, capacitò strategiche, ed ha abilità istrioniche sufficienti, batte sempre tutti i concorrenti.Con queste premesse si può capire bene perché il mondo gira come gira.Questo da un punto di vista psicologico/sociologico.Da un punto di vista politico, gli schieramenti fanno anche il gioco delle parti che li hanno eletti, almeno per quanto sono costretti per salvare la loro sedia, e quindi si può scegliere il meno peggio; in italia è però davvero difficile capire chi sono i peggio e i meno peggio.Senza contare il fatto che il popolo è stato estromesso da alcuni diritti più importanti, grazie a leggi fatte approvare da uno degli istrionici più estremi degli ultimi decenni.Un affabulatore che forse trova il suo discepolo più dotato nel nostro attuale, naturalmente non eletto dal popolo, primo ministro....
        • Leguleio scrive:
          Re: Asimmetrie

          Un affabulatore che forse trova il suo discepolo
          più dotato nel nostro attuale, naturalmente non
          eletto dal popolo, primo
          ministro....Ancora con questo errore.L'Italia non è una repubblica presidenziale, il capo del governo non è eletto dal popolo, così come non è eletto dal popolo il capo dello Stato. Il capo del governo viene designato dal capo dello Stato in base alle indicazioni dei capigruppi parlamentari e dei segretari di partito, e indirettamente, in base al risultato delle elezioni.
          • Oilo scrive:
            Re: Asimmetrie
            Non è un errore, Leguleio.Intendevo proprio ciò che ho scritto, per sottolineare come la gente sia sempre stata, ed ora lo è ancora di più, esautorata.Esautorare le persone è una delle strategie più importanti, che chi governa conosce bene, per imporre ciò che si desidera ed evitare ribellioni in grande stile, perché addormenta le persone facendole regredire allo stato di bambini.Ed è esattamente ciò che accade da decenni, non solo in italia, naturalmente.Lo vediamo ogni giorno, se abbiamo occhi per vedere.
          • Leguleio scrive:
            Re: Asimmetrie

            Non è un errore, Leguleio.
            Intendevo proprio ciò che ho scritto, Veramente prima eri Pilo, non Oilo.
            per
            sottolineare come la gente sia sempre stata, ed
            ora lo è ancora di più,
            esautorata.Ma esautorata da cosa, scusa? La democrazia rappresentativa prevede che ci siano rappresentanti. E in particolare la democrazia rappresentativa italiana prevede che questi rappresentanti non li elegga direttamente l'elettore.Non è cambiato nulla.
            Esautorare le persone è una delle strategie più
            importanti, che chi governa conosce bene, per
            imporre ciò che si desidera ed evitare ribellioni
            in grande stile, Muʿammar Gheddafi e Zine Ben Ali dovevano esautorare di più i loro popoli, allora. La dose non è stata sufficiente. ;)
            perché addormenta le persone
            facendole regredire allo stato di
            bambini.Strana idea.Io da che ho ricordi nitidi in Italia vedo proteste, manifestazioni di piazza, litigi in tv e fuori dalla tv... Forse tu vedi un'Italia addormentata e pacifica di cui giornali e mass media non parlano.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 07 novembre 2014 15.47-----------------------------------------------------------
          • Pilo Oilo scrive:
            Re: Asimmetrie
            Un errore di battitura...Tu hai ragione ed io non ho torto (credo...), siamo solo su due frequenze differenti e vediamo quindi le stesse cose da due diversi punti di vista.Essendo un forum, qualcuno che legge potrà magari trarre vantaggio da questo.
Chiudi i commenti