La fibra innerverà le case di Manhattan

Uno dei più grandi operatori statunitensi mostra i muscoli: anche nelle case la rete in fibra sempre più spesso sostituisce la vecchia infrastruttura in rame. Investiti 23 miliardi di dollari

New York – Non c’è solo la banda larga nei desideri degli statunitensi, c’è anche voglia di connessioni di qualità, di telefonia avanzata, di affidabilità, un desiderio che si traduce in ricche commesse per l’espansione delle reti in fibra . Ne ha dato prova Verizon, uno dei maggiori operatori del paese, che sta per connettere in fibra un complesso di più di 11.300 appartamenti a Manhattan, portando nel cuore di New York uno dei suoi grandi progetti di espansione infrastrutturale.

La fibra innerverà le case di Manhattan Verizon spinge il suo FiOS Internet , ovvero connettività che a 65 dollari al mese può garantire 15 megabit al secondo sia in upload che in download (ma si può anche risparmiare se si pretende qualcosa di meno). Un’offerta che si scontra con un paese addicted al cavo, ossia con servizi a basso prezzo comprensivi di TV che offrono velocità considerevoli rispetto al semplice doppino, quello ben noto in Italia.

Dei palazzi coinvolti nell’ultima operazione newyorkese di Verizon sette sono già connessi ma ci vorranno ancora mesi per concludere il lavoro. Verizon ha investito negli Stati Uniti qualcosa come 23 miliardi di dollari per rimpiazzare la vecchia infrastruttura in rame con la fibra ottica. L’idea è che anziché tentare di cavar oro dalle rape, come avviene in altri paesi anche grazie a tecnologie capaci di decuplicare le capacità del doppino, sia la fibra l’obiettivo da inseguire .

Se coprire aree o grossi complessi industriali non rappresenta una sfida particolare per operatori delle dimensioni di Verizon, affrontare il mercato domestico è tutto un altro discorso . Alla fine dell’anno passato avevano la fibra di Verizon non più di 560mila appartamenti e a New York quelli già dotati di FiOS fino ad ora non erano che alcuni edifici, proprio grazie alla popolarità del cavo.

Per poter scalzare il cavo, Verizon dovrà superare il maggiore degli ostacoli: oggi può offrire soltanto Internet e telefonia, ma non può offrire il servizio Tv, essenziale per un “rimpiazzo” adeguato, ma vincolato a norme che delimitano il potere di intervento dell’azienda, che non a caso se ne lamenta. Ma, al di là delle questioni procedurali, sono milioni le case che Verizon sostiene di poter già servire nella sola area di Manhattan.

Possono esservi problemi tecnici, come l’impossibilità in certi edifici di passare un nuovo cavo fino agli appartamenti, ma a tutto si può rimediare. Il concetto di fondo che Verizon vuole far passare è che il cable non basta più , ci vuole la fibra per garantire velocità e affidabilità importanti subito, ma soprattutto gli upgrade ulteriori previsti in futuro.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Sherpya scrive:
    figo
    ma mi costera' di + del laptop non so fino a che punto mi convenga :D
  • Stephen Dedalus scrive:
    La vera rivoluzione
    La vera rivoluzione sarebbe, invece di continuare a fare a chi "ce l'ha più grosso", quella di cominciare a fare programmi e S.O che occupino meno memoria e soprattuto lascino meno spazzatura in giro quando li disinstalli
  • andrea scrive:
    GRANDE.. ma il futuro e' SD
    il futuro dei dischi fissi e' lo stato solido.Per ora si arriva a 32 Giga.. e costa un occhioMa col tempo scendera' molto.. e tra 5 o 10 anni ricorderemo i dischi fissi che giravano come preistoriaE ci domanderemo come facevamo ad affidare tutti i nostri dati, a volte tutta la nostra vita, ad un supporto cosi' fragile ed insicuro come un disco (o piu dischi sovrapposti) che giravano a ben 7.200 (o 10.000) rpm !! Un po come oggi guardiamo con romanticismo e un po di nostalgia ai televisoni in bianco e nero e le radio a valvole, che impiegavano alcuni minuti a scaldarsi ed accendersi..
    • Stefano614 scrive:
      Re: GRANDE.. ma il futuro e' SD
      http://punto-informatico.it/2230436/PI/News/SSD--Dell-smentisce-tutto/p.aspxPer adesso non sono cosi affidabili da sostituire un disco tradizionale, senza contare che per i dischi tradizionali ci sono tecniche per recuperare i dati con questi pare che una volta rotti non si puo recuperare un tubo..Saluti Stefano
    • Grande Puffo dice di cacciare Veltroni scrive:
      Re: GRANDE.. ma il futuro e' SD
      - Scritto da: andrea
      il futuro dei dischi fissi e' lo stato solido.Il futuro.Ma mentre aspettiamo il futuro, possiamo anche goderci il presente... o no?Il futuro è l'energia nucleare, ma siccome in Italia non conosciamo il futuro, godiamo ancora dei fumi derivanti dal bruciare il carbone... quando scopriremo i vantaggi del nucleare passeremo a quello, per ora godiamoci il presente fatto di inquinamento continuo.
    • PGStargazer scrive:
      Re: GRANDE.. ma il futuro e' SD
      - Scritto da: andrea
      il futuro dei dischi fissi e' lo stato solido.Sul pernsiero del usa e getta sicuro!CUT
      E ci domanderemo come facevamo ad affidare tutti
      i nostri dati, a volte tutta la nostra vita, ad
      un supporto cosi' fragile ed insicuro come un
      disco (o piu dischi sovrapposti) che giravano a
      ben 7.200 (o 10.000) rpm !! Io tutt'ora mi domando come si fa a fare i backup su dvd quando i cd duravano di piùoppure chi stampa foto con le stampantine a colori che sia sublimazione poco importa
      Un po come oggi guardiamo con romanticismo e un
      po di nostalgia ai televisoni in bianco e nero e
      le radio a valvole, che impiegavano alcuni minuti
      a scaldarsi ed
      accendersi..Ma funzionavano anche meglio
      • chojin scrive:
        Re: GRANDE.. ma il futuro e' SD
        - Scritto da: PGStargazer

        E ci domanderemo come facevamo ad affidare tutti

        i nostri dati, a volte tutta la nostra vita, ad

        un supporto cosi' fragile ed insicuro come un

        disco (o piu dischi sovrapposti) che giravano a

        ben 7.200 (o 10.000) rpm !!

        Io tutt'ora mi domando come si fa a fare i backup
        su dvd quando i cd duravano di
        più
        oppure chi stampa foto con le stampantine a
        colori che sia sublimazione poco
        importaSe compri CD-R che fanno schifo o DVD+-R che fanno schifo certo che durano poco. Comprali di marca come Sony e Verbatim e oramai fuori dall'Italia si prendono a 20-25centesimi cadauno e vedrai che restano leggibili anche dopo 10-15 anni.

        Un po come oggi guardiamo con romanticismo e un

        po di nostalgia ai televisoni in bianco e nero e

        le radio a valvole, che impiegavano alcuni
        minuti

        a scaldarsi ed

        accendersi..

        Ma funzionavano anche meglioI CRT funzionavano meglio ? Ma che dici ?!
    • chojin scrive:
      Re: GRANDE.. ma il futuro e' SD
      - Scritto da: andrea
      il futuro dei dischi fissi e' lo stato solido.

      Per ora si arriva a 32 Giga.. e costa un occhio

      Ma col tempo scendera' molto.. e tra 5 o 10 anni
      ricorderemo i dischi fissi che giravano come
      preistoria

      E ci domanderemo come facevamo ad affidare tutti
      i nostri dati, a volte tutta la nostra vita, ad
      un supporto cosi' fragile ed insicuro come un
      disco (o piu dischi sovrapposti) che giravano a
      ben 7.200 (o 10.000) rpm !!


      Un po come oggi guardiamo con romanticismo e un
      po di nostalgia ai televisoni in bianco e nero e
      le radio a valvole, che impiegavano alcuni minuti
      a scaldarsi ed
      accendersi..5 - 10 anni ? Almeno 20-25 anni direi... Considerando che entro il 2010-2011 dovrebbero uscire HDU fino a 300TeraByte come annunciato da Seagate ed Hitachi tempo fa...
      • Antigone scrive:
        Re: GRANDE.. ma il futuro e' SD
        considerate le necessità e ciò che le due tecnologie hanno da offrire credo sia più facile mantenere i dati voluminosi su hdd a piatti e spostare quelli non voluminosi ed il SO con relativi programmi su SSD
  • gino scrive:
    ssd
    ma invece che andare all'aumento di dimensioni quando inizieranno a sperimentare un aumento di velocità di accesso?
    • anonimo scrive:
      Re: ssd
      la velocita' di accesso non e' ulteriormente aumentabile, per limitazioni intrinseche: il braccetto della testina piu veloce di un tot non puo' andare, punto.
      • Grande Puffo dice di cacciare Veltroni scrive:
        Re: ssd
        - Scritto da: anonimo
        la velocita' di accesso non e' ulteriormente
        aumentabile, per limitazioni intrinseche: il
        braccetto della testina piu veloce di un tot non
        puo' andare,
        punto.Però è anche vero che aumentando la densità dei dati, anche a pari velocità di rotazione, la velocità con cui i dati si prelevano può aumentare.
      • chojin scrive:
        Re: ssd
        - Scritto da: anonimo
        la velocita' di accesso non e' ulteriormente
        aumentabile, per limitazioni intrinseche: il
        braccetto della testina piu veloce di un tot non
        puo' andare,
        punto.Ma che cavolate dici ?
      • gino scrive:
        Re: ssd
        il titolo è un optional vero?stavo parlando di passare alle ssd!!!
Chiudi i commenti