La fine del VoIP in Windows Live Messenger?

VoipBlog - Microsoft accelera verso la piattaforma Echoes ed inizia a tagliare quanto sarà presto obsoleto. Ecco come

Roma – Microsoft ha deciso di non fornire più servizi VoIP, in partnership con Verizon, dal proprio client IM Windows Live Messenger.

La notizia, già trapelata mesi fa, è stata ufficializzata in questi giorni da Verizon che, tramite una e-mail inviata a tutti i sottoscrittori, comunica la cessazione del servizio entro il prossimo 15 Luglio, per l’Europa, e 31 Agosto per gli USA.

Nonostante ci siano società che fanno del VoIP il loro cavallo di battaglia, come Skype, Verizon e Microsoft negli ultimi due anni non hanno ottenuto grossi risultati dal servizio ed altre importanti realtà dell’IM sembrano confermare la tendenza, basti pensare al mancato interesse di Google ed alla mossa di Yahoo che ha preferito dare in out sourcing il servizio VoIP avvalendosi della piattaforma di Jajah .

Microsoft non si è ancora espressa sul futuro del servizio ma già alla fine dello scorso mese Mary-Jo Foley, blogger di ZDNet, parlava di un nuovo progetto , denominato Echoes , a cui Microsoft starebbe lavorando e che verrà presto presentato alle grandi Telco.

A quanto pare, Echoes permetterà di associare un numero di telefono mobile ad ogni contatto Windows Live e, grazie alla collaborazione degli operatori di rete, gli utenti potranno sincronizzare la propria lista contatti con qualsiasi telefono cellulare ed effettuare chiamate, o inviare SMS, direttamente dal client IM.

I messaggi di chat di Windows Live Messenger verranno recapitati sotto forma di SMS verso i telefoni cellulari mentre, viceversa, gli SMS da cellulare arriveranno come messaggi di chat nel client IM.

Secondo la Foley, la piattaforma Echoes dovrebbe essere presentata in concomitanza con la nuova versione di Windows Live Messenger, prevista per la fine del 2008.

Alessandro Ferrazzi
VoipBlog.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tano scrive:
    Siete sicuri che è per la sicurezza?
    Non credo a nulla di tutto ciò che dicono o che vogliono farci credere, non è della sicurezza che l'unione europea, i governi, i politici, le banche e quant'altro, si preoccupano.Loro vogliono solo tenerci sotto controllo in tutto e per tutto, a me questo non va bene e non credo esista un modo legale per far si che ciò non avvenga.L'unico modo è quello di ribellarsi facendo la voce grossa ( e non solo la voce ).Nella legge non credo più,le istituzioni hanno perso tutto il mio rispetto e credo di molti altri cittadini.Italiani, europei: SVEGLIAMOCI
  • andy61 scrive:
    la soluzione esiste (?)
    Di per sé, tutto questo polverone che viene sollevato ogni giorno di più potrebbe (credo) essere ridotto drasticamente già da oggi, con le tecnologie di cui disponiamo.La soluzione si chiama crittografia, e se vogliamo possiamo anche aggiungerci l'anonimizzazione.Personalmente non ho niente da nascondere, come la maggior parte dei cittadini, ma la cosa che mi disturba (come credo tutti) è il fatto che non abbiamo il controllo sull'utilizzo che viene fatto dei nostri dati, e questo se può essere uno stress psicologico per il singolo, è sicuramente un danno economico nell'ambito commerciale.Basterebbe che ciascuno di noi si dotasse di una chiave GPG/PGP per proteggere le nostre comunicazioni.Per il VOIP e per le chat esistono protocolli crittografici basati sui medesimi e su altri algoritmi.Ed in questo modo vengono protetti i contenuti.Per proteggere l'identità (anonimizzazione) occorre ricorrere a Tor e similari, ma per questo occorre anche mettere a disposizione un po' di risorse: l'infrastruttura dei (pochi) server esistenti non sarebbe in grado di reggere il carico di un utilizzo così pervasivo.La contropartita? Molto probabilmente, per il solo fatto di utilizzare la crittografia finiremmo nel mirino di chi controlla, che assocerebbe il nostro voler proteggere i nostri contenuti all'illegalità dei contenuti stessi.D'altra parte non è vietato criptare le proprie comunicazioni, ed anzi la costituzione stessa sancisce l'inviolabilità della corrispondenza e delle comunicazioni.Ci proteggeremmo almeno dall'utilizzo dei nostri dati da parte di soggetti non autorizzati.Sono convinto che la maggior parte di noi non avrebbe problemi a dimostrare la liceità delle proprie comunicazioni, ma a fronte di un mandato che espliciti per quali motivi le nostre comunicazioni devono essere sottoposte a controllo.Insomma, alla fine dipende soprattutto da noi.
    • amedeo scrive:
      Re: la soluzione esiste (?)
      Pero' chi va a spiegare questi concetti a chi parla di cose come "imeil" e "gugol" (ed ora non ricordo quali altri termini dello stesso tenore ho letto su un foglietto di appunti di un cliente) ? :(
  • Nilok scrive:
    Non esiste "privacy" sul net
    Augh,illudersi che esista una cosa chiamata "privacy" su Internet è come cercare di passare inosservati NUDI in un Centro Commerciale di Sabato.Ho ParlatoNilok
    • Wolf01 scrive:
      Re: Non esiste "privacy" sul net
      Bhe, nudi no, ma con un costume da pagliaccio (con su scritto il nome del negozio) si.A prima vista non ti possono riconoscere, ma se vogliono possono tranquillamente risalire a chi ti ha affittato o venduto il costume e quindi a te.Questo perchè il più delle volte ci presentiamo nel web pensando di essere nascosti dietro ad un nick o ad un avatar (il costume), ma in realtà quello che più è evidente, a meno che di non essere ossessionati, è che ognuno ha un IP grazie al quale si può risalire a chi lo ha usato
    • kaiserxol scrive:
      Re: Non esiste "privacy" sul net
      Tutto parte da chi ti fornisce il servizio! Se lui ti obbliga ad identificarti, e lo fanno anche i concorrenti, allora siamo a cavallo.Per me è giustissimo, troppe truffe, troppo spam, troppi bimbiminkia e siti/blog anonimi. Anche la legge sull'editoria è una stupidaggine, ma creare delle leggi simili però apportate ai blog secondo me serve.
  • Ricky scrive:
    la Privacy e' SACRA...
    NESSUNO dovrebbe arrogarsi il diritto di gestire l'altrui privacy come meglio crede.Si puo' capire solo quando hai elementi concreti di dubbio sulla onesta della persona, non a priori!Certo, sotto alcuni aspetti controllare tutto e tutti offre vantaggi sulla sicurezza...ma la sicurezza di chi?E chi controlla che gli strumenti cosi' invasivi non vengano usati per interessi privati?E poi che impatto ha sulla psiche umana la consapevolezza di non avere piu' un solo istante di SOLITUDINE staccati da tutto e tutti, liberi da controlli.Non siamo fatti come dei robot, non possiamo subire simili pressioni, l'unica sicurezza che avremo grazie ai controlli totali e' di sclerare...perdere l'unico bene primario per cui miliardi di persone sino ad ora hanno per so la vita, LA LIBERTA'...A questo punto CHI e' il TERRORISTA?da CHI ci dobbiamo difendere?
    • Hiei3600 scrive:
      Re: la Privacy e' SACRA...
      Quoto due volte.
      • Get Real scrive:
        Re: la Privacy e' SACRA...
        Quotate quel che volete, alla fine ha ragione chi comanda. E chi comanda veramente non rende certo conto a voi, semmai il contrario.
        • Hiei3600 scrive:
          Re: la Privacy e' SACRA...
          - Scritto da: Get Real
          Quotate quel che volete, alla fine ha ragione chi
          comanda. E chi comanda veramente non rende certo
          conto a voi, semmai il
          contrario.Qui siamo in forum,in un forum si discute,si scambiano idee ed opinioni,non conta ne chi ha ragione ne chi alla fine prende le decisioni sugli argomenti di discussione.Coinvolgere piu persone possibili in un argomento che si ritiene importante non è futile come potrebbe sembrare,perché forse anche su questi forum ci sono giovani che un giorno forse saranno quel qualcuno che comandaa.
      • Samuele_C scrive:
        Re: la Privacy e' SACRA...
        - Scritto da: Hiei3600
        Quoto due volte.e tre
  • Joliet Jake scrive:
    Un plauso
    Un goccia nel mare, è vero.Ma sempre meglio di niente...
  • hhh scrive:
    hhh
    hhh hkkh hkhyykfkf yhlh
Chiudi i commenti