La mamma del Walkman sfida iPod

Pronti i player MP3 di Sony dotati di hard disk, dispositivi VAIO capaci, fra le altre cose, di visualizzare le foto archiviate su di una fotocamera digitale

Tokyo (Giappone) – Quello che debutterà a settimane sul mercato giapponese, il VAIO Pocket, sarà il primo player audio portatile di Sony dotato di hard disk e pensato per competere da vicino con l’iPod di Apple .

Il VAIO Pocket utilizza un hard disk da 20 GB per archiviare un massimo di 13.000 canzoni in formato MP3, WMA o ATRAC3 (la tecnologia proprietaria di Sony). Oltre alla musica, trasferibile da un computer attraverso la porta USB, il player è anche in grado di collegarsi ad una fotocamera digitale per archiviare e visualizzare le foto sul proprio display QVGA da 2,2 pollici: le immagini possono eventualmente essere assegnate ad un album o ad una singola traccia. Per il suo gingillo hi-tech Sony dichiara un’autonomia di circa 20 ore.

VAIO Pocket Sul mercato giapponese il VAIO Pocket verrà lanciato ad un prezzo di circa 465 dollari, una trentina di dollari meno dell’iPod con hard disk da 40 GB. Entro l’autunno Sony conta di introdurre VAIO Pocket anche sui mercati occidentali.

Per il momento Sony non ha una proposta alternativa all’iPod mini, che con un hard disk da 4 GB costa 249 dollari.

Alcuni analisti sostengono che per la multinazionale giapponese, che 25 anni or sono inventò il Walkman, non sarà facile erodere quote di mercato ad Apple, e questo nonostante il suo player sia dotato di “extra” come display a colori e capacità di visiualizzare le immagini. L’iPod, che continua ad avere dalla sua un design azzeccato e una linea particolarmente snella, è infatti divenuto un oggetto di moda e, per alcuni, un vero e proprio status symbol.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: Allora il DRM sugli aac cos'è?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    prendersela con Apple, l'unica societa'
    (tra

    migliaia) che non si e' schierata a
    favore

    di palladium, che non usa protezioni nei

    suoi programmi e che offre la STUPENDA
    suite

    ilife a 49EURO!!!

    E già, il 5% dello stipendio per un
    programma. Vabbè, cmq se apple si
    è schierata contro palladium, allora
    perchè cerca tecnologie di DRM
    analoghe? miii...ma è così difficile da capire?niente DRM=niente musica onlineper vendere di servon i diritti delle major e senza drm le majorn non concedono diritti.
    E' ovvio che all'inizio te le fa
    sembrare convenienti, ma sono le stesse
    possibilità. Se loro domani decidono
    di cambiare le possibilità delle loro
    canzoni per evitare che tu masterizzi, lo
    fanno. per adesso è comunque il sistema che concende maggiori libertà agli utenti (anche più di un CD originale protetto), e con l'ultima versione le liobertà son aumentate, quindi non c'è alcun motivo di ritenere possibile la tua eventualità
    E tu non ci puoi fare niente,
    perchè sempre di drm si tratta. Per
    questo non devi supportarla proprio come non
    supporti palladium.se a me sta bene acquistare un brano in questo modo lo compro, se non mi sra bene non lo compro e mi prendo il cd originale; se ritengo che costi troppoi ascolto la radio; in ogni caso, se sono coerente, non cracckobye
  • Anonimo scrive:
    Re: Allora il DRM sugli aac cos'è?
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    prendersela con Apple, l'unica societa'
    (tra

    migliaia) che non si e' schierata a
    favore

    di palladium, che non usa protezioni nei

    suoi programmi e che offre la STUPENDA
    suite

    ilife a 49EURO!!!

    E già, il 5% dello stipendio per un
    programma. Veramente sono 49 Euro per 5 programmi, non per uno....Vabbè, cmq se apple si
    è schierata contro palladium, allora
    perchè cerca tecnologie di DRM
    analoghe? E' ovvio che all'inizio te le fa
    sembrare convenienti, ma sono le stesse
    possibilità. Se loro domani decidono
    di cambiare le possibilità delle loro
    canzoni per evitare che tu masterizzi, lo
    fanno. E tu non ci puoi fare niente,
    perchè sempre di drm si tratta. Se, se, se......SE succederà. Per adesso, e già da un anno, il sistema Apple è il più permissivo in assoluto e di fatto non limita il normale utente in nessun modo; l'unico a essere limitato è il piratucolo che vuole stampare centinaia di volte la stessa playlist.Nei prodotti Apple non esistono spyware (e già questo....) e le varie versioni del s.o. non prevedono (e mai prevederanno) l'attivazione, nè con un numero seriale, né con la connessione a internet: semplicemente NON bisogna attivarlo. Considerando che si tratta di un prodotto commerciale non mi sembra poco.Per
    questo non devi supportarla proprio come non
    supporti palladium.Forse non hai capito: se Apple non accetta (e quindi NON "non impone" ma "non accetta") le protezioni chieste dalle major smette di vendere musica!E francamente mi sembra che il drm Apple somigli molto più a un contentino per i discografici che a una limitazione della libertà dell'utente.
  • Anonimo scrive:
    Re: Hanno rotto le scatole
    quando cambieranno le condizioni ci penseremo ed eventualmente boicotteremo..ma per ora questi programmatori vogliono giusto fare notizia
  • Anonimo scrive:
    Re: Esiste ancora buona musica???? SI
    - Scritto da: AnonimoConcerto benefico a Roma, contribuisce anche Apple A supporto di un'iniziativa benefica di Quincy Jones che si terrà a Roma domenica, corrono Yahoo!, eBay e Apple. Tutti i dettagli.Domenica 16 maggio al Circo Massimo di Roma si terrà il mega-concerto di quattro ore "We are the future", organizzato dal celebre produttore e leggenda musicale Quincy Jones.Lo scopo della beneficenza dell'organizzazione non-profit è il supporto ai bambini che risiedono in quelle aree colpite da guerre, aprendo centri a loro dedicati, nello specifico in sei città martoriate: Kigali (Ruanda) già aperto l'8 aprile, Addis Abeba (Etiopia), Asmara (Eritrea), Freetown (Sierra Leone), Kabul (Afghanistan) e Nablus (Cisgiordania)."Apple metterà in vendita il singolo "We Are The Future" sul suo iTunes Music Store, dando sempre i profitti in beneficenza."Al concerto prenderanno parte importanti star internazionali della musica come Alicia Keys, Andrea Bocelli, Angelique Kidjo, Carmen Consoli, Cirque du Soleil, Eve, Herbie Hancock, Josh Groban, Juanes, Karina, Kazem Al Sahir, Khaled, Lionel Richie, LL Cool J, Natalie Cole, Noa, Norah Jones (in collegamento video), Patti Austin, Rifat Salamat Ali Khan, Simon Shaheen, Soundz of South Africa, Stomp, Take 6, Tarkan, Youssou N'Dour, Zucchero ma parteciperanno anche VIP come Angelina Jolie, Chris Tucker, Francesco Totti, Muhammad Ali, Naomi Campbell, Oprah Winfrey, Quincy Jones e Serena Williams.continua...fonti:tevac & macity
  • Anonimo scrive:
    Re: so.. Crack Different
    - Scritto da: sh4d
    ma quale (troll) .. è l'annosa
    questione sulla fruibilità dei beni
    acquistati. Giusto o sbagliato che sia
    l'acquirente ha diritto di scegliere.iTunes Music Store funziona per MacOS e Windows...quindi l'acquirente può scegliere di utilizzarla nei sistemi supportati nativamente.
  • sh4d scrive:
    Re: so.. Crack Different
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: sh4d

    Prima seguiamo il loro motto e dopo si

    lamentano!! :

    (troll)ma quale (troll) .. è l'annosa questione sulla fruibilità dei beni acquistati. Giusto o sbagliato che sia l'acquirente ha diritto di scegliere.
  • Anonimo scrive:
    Re: ladri
    se vogliamo poi a me poi un cd protetto di musica (assolutamente originale e comprato in negozio di musica) ha dato il colpo di grazia al mio lettore cd del portatile: funzionava maluccio, ci metteva vari secondi per inizare a leggere, ma funzionava. quando poi ho inserito un cd protetto (non so come, ma non c'è scritto da nessuna parte che è protetto) il lettore ha definitivamente smesso di funzionare, continuava a saltare le tracce e a leggere da tutte le parti, fino poi a sputarlo fuori da solo.Il tempo di avere il masterizzatore nuovo, l'ho copiato e la protezione è "miracolosamente svanita"...e ho ascoltato allegramente la musica in MP3 sul povero portatile.Piccola vendetta per un lettore cd fulminato
  • Anonimo scrive:
    Re: Hanno rotto le scatole
    - Scritto da: Anonimo
    Stai tranquillo che DVD jon & c. manco si
    sognano di perder tempo per difendere la
    libertà anche negli altri sistemi di
    distribuzione. Fanno un favore anche a te. Se apple deciderà di cambiare le sue condizioni di distribuzione, vedrai se anche tu non vorrai quel programma.
  • Anonimo scrive:
    Re: ladri
    - Scritto da: Anonimo
    e a chi mette le protezioni sui cd che
    faciamo?? Ghigliottina??Non gli compriamo i CD.Ho smesso da tempo di comprare i CD protetti come personale forma di boicottaggio, ed adesso compro (in media uno ogni tre mesi) solo CD rigorosamente non protetti.Se c'è un disco di un artista che mi piace che è protetto, mi dispiace ma non compro il suo CD (anche perchè in non tutti questi CD si sentono in macchina e sotto Linux e lo stereo di casa non è in camera mia e quindi non sempre "accessibile").Penso che se tutti facessero come me, le major tirerebbero le somme dei minori incassi e forse capirebbero...Guarda caso i CD protetti sono tutti di artisti MOLTO commerciali, che più commerciali non si può... (che generalmente sono anche i CD più cari)...La BUONA musica non ha bisogno di protezioni perchè chi ama la buona musica ama anche la perfezione del supporto originale e non si accontenta dell'mp3 a 64Kbit o del CD scoppiettante comprato dal vu'cumprà....
  • Anonimo scrive:
    i soliti 4 lamer emarginati
    prendersela con Apple, l'unica societa' (tra migliaia) che non si e' schierata a favore di palladium, che non usa protezioni nei suoi programmi e che offre la STUPENDA suite ilife a 49EURO!!! e' proprio da sfigati.. e' come dire "ok abbiamo provato a crakkare cose piu' difficili ma non siamo buoni a un ca**o, il fairplay si crakka facilmente e allora buttiamoci su quello" . Ricordo che durante l'ultimo keynote Jobs disse "..e' possibile condividere foto foto facilmente, abbiamo anche messo una bella opzione per la condivisione dei brani in iTunes ma ce l'hanno fatta togliere". Il fairplay e' stato messo solo per soddisfare le richieste delle major, che altrimenti non avrebbero mai consentito l'apertura del music store che ha cambiato PER SEMPRE il modo di distribuire musica.Penso che questi 4 lamer sfigati forse al soldo di qualche societa' concorrente non faranno molta strada, si troveranno contro svariati milioni di utenti che amano Apple :D (apple)
    • Anonimo scrive:
      Re: i soliti 4 lamer emarginati
      poche ragazze da quelle parti eh?secondo me l'emarginato è qualcunaltro... :asd!
    • Anonimo scrive:
      Allora il DRM sugli aac cos'è?
      - Scritto da: Anonimo
      prendersela con Apple, l'unica societa' (tra
      migliaia) che non si e' schierata a favore
      di palladium, che non usa protezioni nei
      suoi programmi e che offre la STUPENDA suite
      ilife a 49EURO!!! E già, il 5% dello stipendio per un programma. Vabbè, cmq se apple si è schierata contro palladium, allora perchè cerca tecnologie di DRM analoghe? E' ovvio che all'inizio te le fa sembrare convenienti, ma sono le stesse possibilità. Se loro domani decidono di cambiare le possibilità delle loro canzoni per evitare che tu masterizzi, lo fanno. E tu non ci puoi fare niente, perchè sempre di drm si tratta. Per questo non devi supportarla proprio come non supporti palladium.
  • Anonimo scrive:
    Ah ah ah.
    Che ridere.
  • Anonimo scrive:
    Re: so.. Crack Different
    - Scritto da: sh4d
    Prima seguiamo il loro motto e dopo si
    lamentano!! :(troll)
  • sh4d scrive:
    so.. Crack Different
    Prima seguiamo il loro motto e dopo si lamentano!! :
  • Anonimo scrive:
    Re: Hanno rotto le scatole
    Stai tranquillo che DVD jon & c. manco si sognano di perder tempo per difendere la libertà anche negli altri sistemi di distribuzione. Quello che vogliono è ritagliarsi la loro bella fetta di notorietà planetaria e questo lo possono fare solo con il sistema più diffuso e grazie ai pecoroni che ci credono pure...Avessero crackato napster non li baderebbe nessuno eppure anch'esso viola le libertà bla bla bla bla...Come qualcuno ha già detto il sistema di protezione attuale di apple è ridicolo se confrontanto con le imbarazzanti limitazioni di altri distributori on-line e degli stessi CD tradizionali!! Eppure crackarlo fa notizia ed alza il solito polverone. Per mantener in piedi l'iTMS è comunque necessario attivarsi quantomeno avvertendo im prima istanza i provider di chi ospita software atti ad aggirare il meccanismo di funzionamento di itMS.Se non lo si facesse col caxxo che apple avrebbe le concessioni di distribuzione dalle major...
  • Anonimo scrive:
    Re: Think different...
    Pensa invece che compri un Cd, non puoi importarlo in mp3 quindi non puoi ascoltarlo su nessun player mp3 e soprattutto spesso non puoi manco sentirlo sul PC!!! Secondo voi di chi è la colpa, di apple?? Sono le major che non vogliono la distribuzione, a chi vende non gliene può fregar di meno anche perchè chi vende lo fa solo per vendere qualcos'altro (ipod per apple ad esempio...)
  • Anonimo scrive:
    Re: Think different...
    - Scritto da: LordBison
    Think different? in che cosa la apple pensa
    diversamente?Compri un brano sul negozio virtuale di Apple e ci fai praticamente quello che vuoi: lo masterizzi quante volte vuoi, lo metti su tutti gli iPod che vuoi, lo copi su 5 computer diversi, lo condividi in LAN senza limiti. Se non sei un pirata non hai nessun problema.Paghi un abbonamento a Janus (Microsoft), scarichi il brano che ti interessa e lo ascolti sul tuo pc ma non puoi masterizzarlo, non puoi condividerlo, non puoi copiarlo e se scade l'abbonamento scade anche il brano.Questa è la differenza. O meglio UNA delle tante differenze.
    X me nessun giudice cn un minimo di
    intelligenza condannerà il progetto
    specie visto che non siamo in italia :D

    (linux)(linux)(apple)(apple) + tanto convinto del secondo :@Pensa che, credici o no, io ho fatto esattamente il percorso inverso: dal pinguino alla mela...e non mi trovo affatto male ;)
  • LordBison scrive:
    Think different...
    Think different? in che cosa la apple pensa diversamente?X me nessun giudice cn un minimo di intelligenza condannerà il progetto specie visto che non siamo in italia :D(linux)(linux)(apple)(apple)
  • Anonimo scrive:
    Re: ladri

    e a chi mette le protezioni sui cd che
    faciamo?? Ghigliottina??Ottima idea;)
  • Anonimo scrive:
    Hanno rotto le scatole
    Ma questi sono capaci di prendere di petto solo Apple che oltretutto ha il sistema di protezione meno restrittivo in assoluto? Voglio proprio vedere se faranno la stessa cosa con il Connect della Sony o con Janus (a proposito: Giano, il dio con due facce...) di Bilghèiz e Real.Il "terribilen und liberticiden" sistema Apple permette di scaricare il brano su 5 computer diversi (PC Win o Mac), masterizzarlo all'infinito su CD o DVD, caricarlo su infiniti iPod: a chi non verrebbe in mente che, forse forse, qualcuno sta rompendo le scatole a Stivgiòbs per conto della concorrenza?
  • Anonimo scrive:
    Tutta pubblicità per apple ed ipod
    vi sfido: ditemi 4 nomi di concorrenti dell'itunes.Impresa ardua e difficile, e tutte queste beghe non fanno che alimentare la notorietà del più importante distribuutore di musica on-line.E poi per inciso ad apple non gli può fregar di meno della limitazione delle copie per un servizio come itunes che quando va bene è leggermente in attivo. Lo scopo ultimo è vendere ipod, e le protezioni sono imposte perlopiù dalle major, indispensabile per avere l'assenso alla distribuzione legale on-line.
  • avvelenato scrive:
    Re: ladri
    - Scritto da: Anonimo
    "Questo prova - si legge in un comunicato -
    che il nostro lavoro non ha l'obiettivo di
    piratare la musica, ma di consentirne un
    utilizzo più libero secondo il
    diritto del fair use".


    Ma per piacere raccontatelo a un altro!!
    certa gente il carcere se lo merita propriofanno bene a fare ciò che fanno, è giusto che l'utente abbia libertà di scelta.. che poi questo sistema di crack mi sembri totalmente inutile, sono d'accordo con te... ma per lo meno la Apple dovrà tener presente che non potrà, una volta diffuso il suo ipod e il suo drm, restringere le possibilità d'uso come le gira (come siamo stati abituati, sia con le smartcard, sia con la freelosophy, sia con le tariffe telefoniche concorrenziali, ecc ecc ecc)
  • Anonimo scrive:
    Re: ladri

    Il carcere se lo meriterebbero chi inventa e
    usa i luchetti digitali per spennare i
    poveri utenti . Abbasso il DRMe a chi mette le protezioni sui cd che faciamo?? Ghigliottina??
  • Anonimo scrive:
    Re: ladri
    in effetti ci son problemi ben più gravi senza contare che ormai le protezioni dei cd che compri sono ben più restrittive, altro che fairplay...
  • Anonimo scrive:
    Re: ladri
    - Scritto da: Anonimo
    "Questo prova - si legge in un comunicato -
    che il nostro lavoro non ha l'obiettivo di
    piratare la musica, ma di consentirne un
    utilizzo più libero secondo il
    diritto del fair use".


    Ma per piacere raccontatelo a un altro!!
    certa gente il carcere se lo merita proprioIl carcere se lo meriterebbero chi inventa e usa i luchetti digitali per spennare i poveri utenti . Abbasso il DRM
  • Anonimo scrive:
    Re: ladri
    uh mamma come sei esagerato.Ti vendessero una macchina col motore piombato diverresti anche tu un 'ladro'.
  • Anonimo scrive:
    ladri
    "Questo prova - si legge in un comunicato - che il nostro lavoro non ha l'obiettivo di piratare la musica, ma di consentirne un utilizzo più libero secondo il diritto del fair use".Ma per piacere raccontatelo a un altro!! certa gente il carcere se lo merita proprio
Chiudi i commenti