La PA risparmia con la macchina della verità

Procede a pieno ritmo la sperimentazione britannica: l'amministrazione di Harrow torna a fare i conti. Quasi 337mila sterline risparmiate grazie ad un sistema di analisi vocale che individua le frodi

Londra – Gli amministratori di Harrow, nel Middlesex britannico, si fregano le mani: da quando hanno introdotto un sistema di Voice Risk Analysis – VRA , la pubblica amministrazione ha risparmiato 336.711 sterline. Il VRA, infatti, può individuare senza troppa fatica truffe e frodi telefoniche .

L’analisi computerizzata della voce permette ai 12 comuni britannici che la stanno sperimentando di analizzare in tempo reale i percorsi vocali dell’interlocutore, con una tale precisione da saper indicare quando chi si trova dall’altra parte del telefono, e che magari richiede il rinnovo di certi contributi pubblici, stia con ogni probabilità mentendo . Particolari inflessioni della voce, ripetizione di certe frasi, cambi repentini di argomento, esitazioni: tutto finisce nell’orecchio impietoso dell’algoritmo di controllo.

Non si tratta, evidentemente, di fantascienza: ciò che colpisce ancor più della tecnologia è il fatto che il suo impiego permetta alla PA di trattenere denari che altrimenti andrebbero a chi non ne ha diritto . Di interesse anche il fatto che solo il 5 per cento di tutti coloro che hanno chiamato e ai quali è stato annunciato che per le conversazioni telefoniche sarebbe stato utilizzato il VRA ha chiesto di non venire sottoposto a quella analisi.

“Il sistema garantisce che vengano pagate con i fondi le persone che ne hanno diritto – spiegano i responsabili – e li paghiamo anche più rapidamente”. Nel tempo ciò che vanno osservando è un calo delle frottole raccontate dai contribuenti sotto la “minaccia” di essere sottoposti al VRA. Da maggio 2007 a settembre 2007 l’amministrazione aveva già dichiarato di aver risparmiato almeno 110mila sterline.

Fin qui, delle 998 persone sottoposte al sistema, 119 sono state bollate come “ad alto rischio”. In questo caso il VRA ha ritenuto che le probabilità che abbiano mentito erano molto elevate. Di questi, sottoposti successivamente ai controlli diretti dei funzionari del Council, ben 43 sono risultati effettivamente percettori di fondi a cui non hanno diritto.

Non si parla di bruscolini: nel Regno Unito l’amministrazione calcola che le frodi contro lo Stato e legate ad assegni di assistenza e supporti familiari superino i 700 milioni di sterline .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Il Detrattore scrive:
    ONORE al governo cinese !
    Ennesima dimostrazione della bonta' del governo cinese !La cina ribadisce di essere all'avanguardia nella protezione dei suoi cittadini e nella preservazione dei millenari valori etici e morali.Le porcherie (horror, snuff, pornografia, etc) le lasciamo volentieri all'occidente.La cina e' una nazione SANA e lo si vede in primis anche da queste nuove regole.Il Detrattore,Pechino
  • Il Detrattore scrive:
    mercato underground a pechino ?
    concordo in pieno che a Pechino c'e' un foltissimo mercato sotterraneo di dvd di ogni tipo, compresi erotici e porno che vengono venduti in alcune zone da zingarelle col bambino in braccio e se li nascondono sotto il giaccone come fosse eroina...per il resto ovviamente concordo col governo cinese, e che sia di esempio all'occidente.prima di far la morale a noi spazzate via la monnezza a Napoli.
  • il meccanismo scrive:
    Tanto la libertà non esiste (2)
    Cosa vi lamentate dei cinesi quando poi censurano anche qua su punto informatico! Chi siamo noi per giudicare gli altri? In che cosa siamo meglio dei cinesi? Siamo più civili perchè abbiamo film horror e porno a volontà (mentre ai cinesi viene negato)? O siamo a nostra volta talmente repressi che ci viene lasciato horror e porno a volontà per sfogare le nostre frustrazioni, evitando così di incanalarle in qualcosa di più edificante? Siamo liberi noi che abbiamo una vita organizzata dai brand? Divisi da un logo su una maglietta o dal tifo per una squadra di calcio? Non siamo poi tanto migliori di loro.
    • unaDuraLezione scrive:
      Re: Tanto la libertà non esiste (2)
      contenuto non disponibile
      • il meccanismo scrive:
        Re: Tanto la libertà non esiste (2)
        - Scritto da: unaDuraLezione
        Se PI ti censura puoi aprire un blog in cui
        racconti la tua verità e nessuno ti dirà nulla o
        andare su un sito della concorrenza di PI a
        lasciare commenti
        avvelenati.E' vero, però è un pò come dire che scappo dal mio paese perchè sotto dittatura. No, io combatto qui. Combatterò finché non avrò la meglio sul dito inquisitore del moderatore di PI.
        • unaDuraLezione scrive:
          Re: Tanto la libertà non esiste (2)
          contenuto non disponibile
          • il meccanismo scrive:
            Re: Tanto la libertà non esiste (2)
            Ah, sei stato tu allora a cazziarmi! Dai, non sentirti in colpa, non sono arrabbiato (ti perdono). Comunque lo so che PI è privato, la mia voleva essere ironia. ;)
          • unaDuraLezione scrive:
            Re: Tanto la libertà non esiste (2)
            contenuto non disponibile
          • Fart Painter scrive:
            Re: Tanto la libertà non esiste (2)

            Non si tratta di 'scappare dal tuo paese', perchè
            PI *NON* è
            tuo.E' un argomento piuttosto delicato. Non e' mio, e' vero, ma se offri un servizio aperto a tutti, anche se e' tuo non puoi fare tutto quello che ti passa per la testa.
            Piuttosto puoi paragonarlo ad andare via da una
            festa privata perchè non ti fanno dire tutto
            quello che
            vuoi.Ecco, diciamo una festa privata aperta a tutti. Hai delle regole da seguire, anche se la festa e' tua. Non ultima, pagare la SIAE ;)
            Brutto? Vai in una delle 10.000 'feste' gratuite
            presenti in internet oppure organizzane una
            tu...Seguiranno tutte le stesse regole, si spera....
  • ivan ortega scrive:
    SCETTICO.
    Mi sembra una mossa pubblicitaria. Dopo tutto il trend creato proprio da loro (The Ring e tutto il resto) la faccenda sembra di comodo.
    • un informatic o scrive:
      Re: SCETTICO.
      - Scritto da: ivan ortega
      Mi sembra una mossa pubblicitaria. Dopo tutto il
      trend creato proprio da loro (The Ring e tutto il
      resto) la faccenda sembra di comodo.Mi sembra che tu stia confondendo il Giappone(The Ring) con la Cina.Prendi l'atlante e forse ti accorgerai della lieve differenza...g.
  • Micchan scrive:
    Re: Due cose
    Aggiungerei che i cinesi odiano i nippo, e quindi cercheranno sempre piu' di autoprodursi "manga" a scapito delle importazioni originali...
  • secondo me scrive:
    vogliono l'esclusiva
    vogliono solo quello reale, ben nascosto e in esclusiva.
  • kattle87 scrive:
    Seria mancanza di libertà
    Checchè ne dica il Detrattore, la Cina è un paese totalitario, di cui si parla magari in maniera limitata perchè si guarda solo e sempre alla dittatura ecc ecc... Tuttavia quest'opera riformatoria che stanno facendo non farà altro che prosciugare i giovani... Altro che cervelli della Darpa, i cinesi vogliono dei robot a costo zero o quasi... Chi meglio di giovani a cui han lavato il cervello?Stiano attenti ai tassi di suicidi però...
    • un informatic o scrive:
      Re: Seria mancanza di libertà
      - Scritto da: kattle87
      [...] Tuttavia quest'opera
      riformatoria che stanno facendo non farà altro
      che prosciugare i giovani... [...]
      Stiano attenti ai tassi di suicidi però...Sono stato anni fa nella Pechino non turistica.Era fiorentissimo il mercato sotterraneodei DVD (pirata e non) provenienti anche dalle altre nazioni asiatiche.Secondo me questi provvedimenti (rivolti "ai produttoricinesi di contenuti") sono cose di facciata ufficiali,ma non hanno il minimo impatto su cosa guardano icinesi.g.
    • Fart Smeller scrive:
      Re: Seria mancanza di libertà
      - Scritto da: kattle87
      Checchè ne dica il Detrattore, la Cina è un paese
      totalitario, di cui si parla magari in maniera
      limitata perchè si guarda solo e sempre alla
      dittatura ecc ecc... Tuttavia quest'opera
      riformatoria che stanno facendo non farà altro
      che prosciugare i giovani... Altro che cervelli
      della Darpa, i cinesi vogliono dei robot a costo
      zero o quasi... Chi meglio di giovani a cui han
      lavato il
      cervello?
      I giovani italiani. A proposito, esistono ancora? L'Italia e' il Paese piu' anziano del mondo. Non si fanno figli.La Cina e' giovane, giovanissima.Che dici, ci avranno lavato il cervello? Non ci vogliono piu' su questo bel pianeta e ci hanno convinto subdolamente ad estinguerci?
      Stiano attenti ai tassi di suicidi però...Hai paura che raggiungano i nostri tassi di suicidi? Se guardi i tassi dei suicidi nei paesi piu' industrializzati, ti accorgi che non e' proprio come la pensi tu.E' sempre il discorso del fuscello nell'occhio del vicino e della nostra trave.
  • lazarus scrive:
    Re: Due cose
    Ma hai visto (o letto) death note? Se lo hai fatto mi sa che non ci hai capito niente...
    • Overture scrive:
      Re: Due cose
      Ho capito fin troppo bene perchè hanno messo alle calcagna di Kira tutta l'FBI.Con un individuo così i "bush" del fumetto si guardavano bene dal dichiarare guerre non realmente necessarie. Era finita la pacchia quindi il giustiziere andava fermato per sempre (e possibilmente il quaderno doveva passare di mano cosa che fortunatamente non avverrà)
  • Grrrrrrrrr! !! scrive:
    Tanto la libertà non esiste.
    Loro vogliono "ripulire l'immaginario dei giovani", noi ingurgitiamo tonnellate di porno e di horror e ci sentiamo più emancipati quando in realtà, sia noi che loro, siamo tutti adoratori del Dio Denaro (l'unico tabù rimasto) e guai a chi ce lo tocca. Nonostante gli scenari futuri aprano la strada alla possibilità di emanciparsi dalla schiavitù del danaro, non vogliamo neppure prendere in considerazione la cosa. Ci piaciamo così come siamo: corrotti, subdoli, meschini, con invisibili catene che ci assoggettano gli uni agli altri! Siamo solo una banda di ipocriti!Fuck you!! Porci!![yt]5iDMl_riSfw[/yt]Sistema dimmerda!!Vi sputo in faccia a tutti!!Krrrrrrrrsputtt!!! :p
  • Mastro Geppetto scrive:
    Death Note
    Che bell'anime.Guardatelo tutti :)
    • kattle87 scrive:
      Re: Death Note
      non si capisce se sei ironico o no...Un mio amico ha detto che è molto bello e tra l'altro anche giocato benissimo sul lato psicologico...
      • Armisael Garrick scrive:
        Re: Death Note
        A livello di sceneggiatura inizia a trascinarsi dall'episodio dodici in poi, l'equivalente del numero 4 del mannga.Tsugumi Ohba ha dilatato troppo tutti i tempi e se nei primi episodi di appassioni e vuoi vedere tutti i risvolti del caso subito, man mano tutto diventa più lento e fiacco.Si brucia alla partenza un concetto abbastanza originale, purtroppo.
  • AnonimoPerScelta scrive:
    Fobie e quant'altro
    Già esiste il controllo sulle notizie che devono essere in linea con i dettami del governo: a quando il giornale con solo notizie positive, tipo quanti gattini ha fatto la gatta del primo ministro/cittadino o chi per lui?Anche per i video la situazione mi sembra su quella strada...A quando un V-day? (cit. da V per vendetta...)-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 febbraio 2008 00.23-----------------------------------------------------------
    • Sabato GUERRIERO scrive:
      Re: Fobie e quant'altro
      - Scritto da: AnonimoPerScelta
      Già esiste il controllo sulle notizie che devono
      essere in linea con i dettami del governo: a
      quando il giornale con solo notizie positive,
      tipo quanti gattini ha fatto la gatta del primo
      ministro/cittadino o chi per
      luiTipo Studio Aperto?
      • hicrodus scrive:
        Re: Fobie e quant'altro
        studio aperto non lo paghi, puoi non guardarlo ed è una trasmissione privata.Comincia a interrogarti su come sono confezionati i tg sulle reti di stato.in aggiunta neanche a me studio aperto piace, ma è un notiziario per le masse a cui magari di sentire i commenti sprezzanti sul dpef dei politici non gliene frega nulla ma si commuovono per il cagnolino zoppo. anche il fatto che studio sport duri mezz'ora di cui 29 minuti e 30 secondi dedicati al calcio fa capire il target.quindi paragonare un tg censurato ad un tg sensazionalistico/rotocalcoso/sentimentaloide (privato lo ribadisco) è frutto di un ragionamento capzioso, meno male che ci siete voi a salvarci dal dittatore televisivo.adesso mi raccomando vai subito a postare commenti anche sul blog di travaglio e ringrazialo per averti mostrato la via della conoscenza.P.S. Su italia1 che guarda caso ospita studio aperto ogni anno vengono trasmessi i film nel ciclo "notte horror", tiè!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 19 febbraio 2008 03.58-----------------------------------------------------------
        • Joliet Jake scrive:
          Re: Fobie e quant'altro
          Ok. Giusto. Studio Apero non lo paghi (almeno in maniera diretta)Hmmm... Tipo il Tg1? Tipo il Tg2?
    • Fart Smeller scrive:
      Re: Fobie e quant'altro
      - Scritto da:AnonimoPerScelta
      Già esiste il controllo sulle notizie che devono
      essere in linea con i dettami del governo: a
      quando il giornale con solo notizie positive,
      tipo quanti gattini ha fatto la gatta del primo
      ministro/cittadino o chi per
      lui?
      Dalle ultime statistiche sulla liberta' di stampa, mi sembra che questa sia la situazione nostrana.Insomma: dagli spaghetti aglio olio ai niu ro mien (spaghetti cinesi) il passo e' breve. Che ne dici di un gemellaggio?Abbiamo proprio i numeri per farlo:- Italia e Cina sono famose per il cibo;- La Cina ha bellissimi paesaggi, come l'Italia;- La Cina ha montagne altissime e mare caldo, come l'Italia;- La Cina e' famosa per la malavita organizzata, come l'Italia;- La liberta' di stampa e' scritta solo, appunto, sui giornali. Come in Cina;- Il popolo cinese e' rassegnato a subire le decisioni del proprio governo, come l'Italia;- In Cina il rispetto della legge e' spannometrico, come in Italia;- In Italia trovi sempre qualcuno pronto a fregarti, come in Cina;- La Cina ha decine di televisioni a livello nazionale. Beh, questo e' diverso. Ma sono controllate tutte dalle stesse persone, come in Italia;- La televisione cinese la puoi vedere comodamente anche da Internet. Beh, tanto cosa cambia?- In Cina le persone ritengono di vivere nel Paese piu' bello del mondo, come in Italia;- In Cina le persone pensano di essere libere e di poter fare quello che vogliono. Quasi come in ItaliaGemelliamo?
Chiudi i commenti