La prima volta di Galileo

Il sistema di geolocalizzazione europeo diventa operativo. Ci sono voluti 17 anni e milioni di euro per venire a capo di un progetto che dovrebbe superare i limiti del GPS

Milano – Doveva essere operativo nel 2008, ma 8 anni dopo finalmente Galileo è un progetto funzionante: bisognerà attendere il 2020, ancora, per completare la costellazione di 24 satelliti in orbita ma finalmente l’Europa si è dotata del suo sistema di geolocalizzazione che fa concorrenza ai vari GPS, Beidou e Glonass . La precisione del sistema, la capacità di individuare la posizione dei dispositivi in modo migliore di quanto fatto fino ad oggi, sono le armi che Galileo ha da giocare: basteranno a convincere aziende e utenti a investire in questa tecnologia?

La decisione di varare un sistema di geolocalizzazione indipendente nasce in Europa ormai 17 anni fa per tentare di affrancarsi dalla tecnologia altrui: il GPS nacque per gli interessi militari degli Stati Uniti, e ha finito per essere adottato a scopo consumer solo a partire dalla fine del XX secolo. Galileo dovrebbe essere invece una piattaforma pensata sin dalla sua nascita per un massiccio utilizzo da parte del pubblico: supporto alle emergenze con maggiore rapidità di individuazione delle vittime in caso di SOS, come detto precisione superiore (scarto fino a 1 metro, massimo), satelliti di riserva da piazzare in orbita per garantire il funzionamento della rete anche in caso di disservizi da parte di uno degli elementi della costellazione.

Al momento Galileo diventa operativo con 18 satelliti su 24 previsti: entro il 2020 il sistema sarà completato con un totale di 30 satelliti in orbita, sei dei quali disponibili per backup dei principali . A gestire il sistema un’azienda italiana , Telespazio, che si è aggiudicata l’appalto per 10 anni attraverso la Spaceopal messa in piedi assieme all’Agenzia Spaziale Tedesca): sarà la familiare stazione di terra del Fucino a regolare il funzionamento della rete Galileo, assieme alla sede dell’ESA che si trova alle porte di Monaco Di Baviera, e ci sono poi altre aziende italiane come Thales Alenia Spazio che lavorano allo sviluppo delle applicazioni più disparate per istituzioni pubbliche e privati allo scopo di creare servizi di pubblicà utilità o commerciali.

Il costo totale dell’operazione Galileo dovrebbe aver raggiunto e superato i 10 miliardi di euro per le tasche europee , fino a raggiungere i 13 miliardi se sarà confermato il lancio degli ultimi 4 satelliti previsti dal programma: uno sforzo imponente, non privo di sbavature in tutti questi anni di complicata gestazione, che però punta ad affrancare l’industria del Vecchio Continente dalla dipednenza dai servizi altrui. La maggiore precisione e densità dei satelliti Galileo dovrebbe contribuire inoltre allo sviluppo di nuove tecnologie come quella delle vetture a guida automatica: le norme europee impongono già che dal 2018 tutte le automobili vendute siano equipaggiate con hardware Galileo, in questo caso a scopo di soccorso d’emergenza, ma è facile pronosticare che non sarà l’unico utilizzo che sarà fatto di questo chip.

Oltre agli scopi commerciali, a ogni modo, Galileo potrà essere usato anche a fini scientifici: ricerche sull’ambiente, sulla ionosfera e sulla situazione del clima potranno essere condotti anche sfruttando questa nuova tecnologia che si va ad integrare con quella che la stessa Agenzia Spaziale Europea ha piazzzato e piazzerà sulla ISS (la Stazione Spaziale Internazionale) e ad altri progetti di ricerca che stanno venendo portati avanti in questi mesi e anni. C’è un piano complessivo che riguarda le ambizioni europee nello spazio , di ampio respiro e che potrebbe garantire vantaggi strategici al Vecchio Continente.

Una curiosità: non ci sono ancora molti dispositivi in circolazione che sono già in grando di sfruttare i segnali del network Galileo, soprattutto per quanto attiene il mondo consumer. Fanno eccezione un paio di smartphone : lo spagnolo BQ Aquaris X5 Plus e il cinese Huawei Mate 9 sono già compatibili con il geoposizionamento europeo , ma in linea teorica dovrebbe essere possibile attivare la riceazione del segnale anche su altri cellulari equipaggiati con chip Snapdragon di Qualcomm. In ogni caso, i dispositivi potranno incrociare le informazioni tra diverse costellazione di satelliti: a regime, tra rete russa, cinese , europea e statunitense ci saranno oltre 100 segnali a cui attingere per puntamenti rapidi e precisi anche tra i palazzi della città.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • zuccavolata scrive:
    fakebook inbufalito
    Già, il cicap, trionfo della mente uber alles.Il tipico esempio di monchi che dicono ad altri monchi (i ciarlatani che loro combattono) che sono monchi.Ls loro opinione è monca per definizione.Quanto alle bufale di fakebook e su fakebook, ho dei dubbi che si potrà fare alcunché, a meno di blindare ogni post e ogni notizia, cosa che piacerebbe ad ogni buro-politico che si ripetti.
  • ... scrive:
    La cosa fantastica...
    ...di questi rincoglioniti che credono a qualsiasi puttanata leggano su siti di informazione "alternativa" che è in gran parte sono gli stessi che prima credevano a qualsiasi troiata proposta dalle televisioni e dai giornali di regime, specie quelli di Berlusconi.
  • xx tt scrive:
    Arriveranno quelli del CICAP...
    a dirci cosa è scientificamente corretto e chi li smentirà verrà bannato.Resta da chiedersi cosa succederà in caso di palle clamorose date dai TG e segnalate in massa come bufale. Il nostro eroe Zuckerberg come tratterà le pagine fessbuck dei relativi "giornalisti"?
    • collione scrive:
      Re: Arriveranno quelli del CICAP...
      sono gia' arrivati, Attivissimo e' stato assoldato dalla Bolrdini http://www.lantidiplomatico.it/dettnews-laura_boldrini_e_i_quattro_cavalieri_delle_bufale/6119_18293/
      • xx tt scrive:
        Re: Arriveranno quelli del CICAP...
        Ottimo! Questa mitica accoppiata Bugiardissimo + Sboldrina farà mooolti più danni ai media pallonari di tutti gli utenti messi assieme!Go Sboldrina go! Facce sognà!Ripetici come siano "vantaggiosi" gli stati uniti d'Europa che sarebbero la "soluzione" all'immigrazione:https://www.youtube.com/watch?v=q07ghAUMEOwPetizione: mettere fissa ad ogni TG una rubrica di Attivissimo a raccontare una delle sue spiegazzate su 11/9 o altro a scelta.Più un altro paio di minuti di un'altra rubrica della Sboldrina, con titolo: "Più Europa e più risorse umane per risolvere i problemi creati dall'Europa e dell'immigrazione"Chi di voi firma?
  • iRoby scrive:
    Terra piatta
    Impazzano strane storie di terra piatta in questo periodo.Paradossali, tutti ce lo nascondono, i video sono tarocchi, la NASA è una massoneria col simbolo del serpente.Minchia ne hanno di fantasia certi personaggi.
  • finetto scrive:
    basterebbe introdurre il pollice in giù
    basterebbe introdurre il pollice in giù
  • ... scrive:
    censura bella e buona
    Censuriamo le "bufale" che non ci piacciono e facciamo passare quelle che ci servono.
    • Thepassenge r scrive:
      Re: censura bella e buona
      Più che altro chi controlla il controllore?Censura e abusi da parte dei soliti massoni che vogliono filtrare notizie scomode, hanno visto quando potente è la rete, come unisce le persone e sbugiarda le panzane che raccontano tv e giornali di regime.Ci sono comunque moltissimi blogger che portano notizie concrete e non manipolate, i social nemmeno li uso anche se vanno pure troppo di moda.- Scritto da: ...
      Censuriamo le "bufale" che non ci piacciono e
      facciamo passare quelle che ci
      servono.
  • prova123 scrive:
    Se la gente non capisce
    la differenza tra una bufala ed una notizia vera, il problema non è facebook ma questa gente.
  • benkj scrive:
    grillini al tappeto
    R.I.P.
  • tfyvhcr scrive:
    Siamo invasi dalle bufale
    Notizie false e propagandistiche e bufale varie abbondano.Dovunque mi giro leggo di storie di hacker russi.
    • bubba scrive:
      Re: Siamo invasi dalle bufale
      - Scritto da: tfyvhcr
      Notizie false e propagandistiche e bufale
      varie
      abbondano.
      Dovunque mi giro leggo di storie di hacker russi.questa e' metabufala. Nel senso che e' una bufala rilanciare la lamentazione che gli hacker russi sono una bufala, solo perche' talvolta se ne parla a sproposito (per es perche' sono ucraini, o russi si ma localizzati in ucraina. O sono russi in russia ma il famigerato Putin non c'entra una mazza. ecc ecc)Certo uno snowden ex-FSB o ex-SVR, aiuterebbe (a far luce sui putiniani)....
      • rdtgcxe scrive:
        Re: Siamo invasi dalle bufale


        Dovunque mi giro leggo di storie di hacker
        russi.
        questa e' metabufala. E le prove dove sarebbero?Le accuse di Clinton o dei suoi collaboratori? Le accuse della CIA, del FBI o della NSA? Il fatto che i giornalisti ripetono all'infinito la notizia finché la gente creda che sia vera?
        • bubba scrive:
          Re: Siamo invasi dalle bufale
          - Scritto da: rdtgcxe


          Dovunque mi giro leggo di storie di hacker

          russi.

          questa e' metabufala.

          E le prove dove sarebbero?la gente arrestata? i processi? le analisi di kaspersky e di altre dozzine di infosec company? le inchieste di krebs e altri giornalisti?
          Le accuse di Clinton o dei suoi collaboratori? Le
          accuse della CIA, del FBI o della NSA? Il fatto
          che i giornalisti ripetono all'infinito la
          notizia finché la gente creda che sia
          vera?ok, hai un problema. ma non posso curarti.
          • collione scrive:
            Re: Siamo invasi dalle bufale
            p.s. e come ciliegine sulla torta, i fantomatici attori 3-rd party che dovrebbero controllare le "fake news" sono emanazione diretta di George Soros http://www.zerohedge.com/news/2016-12-16/george-soros-funding-facebooks-third-party-fact-checking-organizatione non apriamo il capitolo Siria, altrimenti noi occidentali rischiamo di farci una figura di palta colossale, soprattutto se questo e' vero http://www.rischiocalcolato.it/2016/12/clamoroso-ufficiale-nato-arrestato-dalle-forze-speciali-siriane-ad-aleppo.htmlhttp://www.rischiocalcolato.it/2016/12/clamoroso-aleppo-nomi-degli-ufficiali-catturati-uno-americano-un-altro-israeliano.html
          • collione scrive:
            Re: Siamo invasi dalle bufale
            p.p.s. infine giusto una riflessionema come possono definirsi democratici dei personaggi che pretendono di instaurare una mostruosa macchina di censura, in nome di una presunta lotta contro la "propaganda russa"?voglio dire, se e' giusto in questo caso, allora era pure giusta la censura sovietica e la propaganda contro le "fake news imperialistiche americane" della Pravdainsomma, la liberta' e la democrazia non possono essere strade a senso unico, e soprattutto quando si perde bisogna accettare la sconfitta e la decisione del popolo, non frignare da buoni idioti radical chic e pretendere di attuare un "colpettino di Stato" contro l'avversario ( Trump in questo caso )
          • Il fuddaro scrive:
            Re: Siamo invasi dalle bufale
            - Scritto da: collione
            p.p.s. infine giusto una riflessione

            ma come possono definirsi democratici dei
            personaggi che pretendono di instaurare una
            mostruosa macchina di censura, in nome di una
            presunta lotta contro la "propaganda
            russa"?

            voglio dire, se e' giusto in questo caso, allora
            era pure giusta la censura sovietica e la
            propaganda contro le "fake news imperialistiche
            americane" della
            Pravda

            insomma, la liberta' e la democrazia non possono
            essere strade a senso unico, e soprattutto quando
            si perde bisogna accettare la sconfitta e la
            decisione del popolo, non frignare da buoni
            idioti radical chic e pretendere di attuare un
            "colpettino di Stato" contro l'avversario ( Trump
            in questo caso
            )La democrazia e qualcosa da usare a proprio vantaggio solo quando serve!E il maggiore manipolatore della 'democrazia' nel Mondo a un nome e cognome(non lo sciroccato!) ma henry kissinger!! Personaggio molto ma molto sconosciuto o sottovalutato dai più.
          • frtvdexc scrive:
            Re: Siamo invasi dalle bufale
            Post errato.
          • bubba scrive:
            Re: Siamo invasi dalle bufale
            - Scritto da: collione
            veramente ne' Krebs ne' Kaspersky hanno mai detto
            che si trattava della
            Russia

            non ti starai mica confondendo con i vari casi di
            hacking legati alla mafia o a quelli
            governativi?Il thread partiva perentoriamente con' Notizie false e propagandistiche e bufale varie abbondano.Dovunque mi giro leggo di storie di hacker russi.'... le storie di hacker russi, le legge perche' ce ne sono PARECCHI :Pse poi LUI per "hacker russi di cui legge ovunque" li traduce con 'trump ha vinto le elezioni per via degli hacker russi' e' un problema suo ... come gli ho risposto :Po detto in un altro modo .. bufalari possono anche dire che trump abbia vinto le elezioni per via degli hacker russi... ma se da questa sparata il tizio ne controdeduce che gli hacker russi non esistono (e che, nel caso del trump-affaire, il DNC e co si sono hackerati da soli) ed e' tutto un gombloddo della cia-nsa-gattopancieri, non ci posso fare niente :PTra l'altro rimamendo sul DNC affaire, uno degli infosec che ha correlato per primo le info, e' russo (poi trapiantato americano). mi riferisco al tizio di crowdstrike.. e cmq il pateracchio di DNC & co e' tutt'altro che rappresentativo della moltitutine degli hacker slavi.. fa trendy in questi gg..
          • collione scrive:
            Re: Siamo invasi dalle bufale
            - Scritto da: bubba
            o detto in un altro modo .. bufalari possono
            anche dire che trump abbia vinto le elezioni per
            via degli hacker russi... ma se da questa sparatail guaio e' i bufalari che fanno simili affermazioni sono legati alle lobby e le loro bufale diventano UNICHE verita', anzi si stanno lanciando in una campagna contro le "fake news", cioe' il Ministero della Verita' descritto da Orwelle questo fa decisamente paura
            il tizio ne controdeduce che gli hacker russi non
            esistono (e che, nel caso del trump-affaire, ilquel tizio e' un cazzaroe comunque per fortuna che esistono, visto cosa ha prodotto la mancanza della seconda superpotenza, spero che gli hacker russi vivano a lungo e in salutei monopoli non fanno bene a nessuno, specialmente ai popoli
            Tra l'altro rimamendo sul DNC affaire, uno degli
            infosec che ha correlato per primo le info, e'
            russo (poi trapiantato americano). mi riferisco
            al tizio di crowdstrike.. e cmq il pateracchio di
            DNC & co e' tutt'altro che rappresentativo della
            moltitutine degli hacker slavi.. fa trendy in
            questi
            gg..il problema e' proprio il trendy, ovvero ognuno c'ha la sua agenda, spara balle a destra e a manca e le trasforma in verita' assolutele prove? a che servono le prove nell'era dell'"informazione pervasiva"?
Chiudi i commenti