La radio digitale diventa piccola piccola

Grazie ad un nuovo ricevitore in miniatura, la radio digitale DAB è pronta per sbarcare su telefoni cellulari e PDA e candidarsi al ruolo di tecnologia per la trasmissione di contenuti multimediali verso i dispositivi mobili


Cannes (Francia) – Potrebbe non mancare molto all’arrivo sul mercato dei primi computer palmari e telefoni cellulari in grado di ricevere le trasmissioni radio digitali in standard DAB (Digital Audio Broadcast). Ad aprire la strada a questo promettente sodalizio tecnologico e mediatico è RadioScape , una società londinese che, durante l’edizione francese del 3GSM World Congress, ha svelato un modulo di ricezione DAB sufficientemente piccolo da poter essere integrato in dispositivi mobili “da taschino”.

Il nuovo modulo radio in miniatura, delle dimensioni di 52 x 37 x 7 millimetri, potrebbe fare della tecnologia DAB un valido candidato per la trasmissione di contenuti broadcast verso i telefoni mobili di prossima generazione. Per molti versi la tecnologia DAB potrebbe persino entrare in competizione con la versione mobile dello standard per la TV digitale, il DVB-H : oltre ai contenuti audio, anche surround 5.1 , il DAB è infatti in grado di veicolare video full motion .

Il grande vantaggio del DAB è quello di richiedere investimenti tecnologici inferiori rispetto al DVB-H e di poter già contare, almeno per quel che riguarda l’Europa, di un discreto numero di emittenti. Oltre a questo, mentre le specifiche DAB sono ormai completamente mature, quelle del DVB-H sono ancora in via di definizione. A favore di quest’ultimo standard va invece la velocità massima di trasmissione dei dati: 10 Mbit/s contro gli 1,5 Mbit/s dello standard rivale.

I sostenitori del DAB affermano che oggi sarebbe già possibile integrare la tecnologia DAB sui chipset dei telefoni cellulari, tuttavia il mercato non è ancora maturo: si prevede che il primo telefonino DAB arriverà fra circa due anni.

È interessante notare come il modulo DAB di RadioScape supporti gli standard di trasmissione Eureka 147 Band III, L-band, Radio Data System (RDS) e FM: questo significa che ogni dispositivo mobile che lo includerà potrà ricevere anche le tradizionali emittenti FM e i messaggi di testo RDS.

Basato sul ricevitore radio DRE200 di Texas Instruments , il modulo DAB di RadioScape include il software di gestione, un’interfaccia grafica e il supporto a display grafici con risoluzione di 128 x 64 pixel. La società londinese afferma di aver ottimizzato il ricevitore tenendo soprattutto conto dei consumi, mai superiori ai 500 mW: l’autonomia dichiarata è di 15 ore con tre pile alcaline AA.

Update (ore 11,50): Presso il 3GSM World Congress, Samsung e Frontier hanno mostrato ricevitori DAB per PDA e telefoni cellulari dalle dimensioni ancora più piccole di quello sviluppato da RadioScape, pari a 30 x 38 x 2,5 mm. I moduli, che integrano memoria e controller per il display, saranno prodotti in volumi a partire dal terzo trimestre dell’anno.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Re: zombie bots

    Cmq io non volevo creare polemica inutile.
    Volevo solo dire quello che e' ed e' stato
    il punto di vista di molti addetti ai lavori
    sull' articolo di Gibson.Sarà, ma intanto tu non l'hai letto con attenzione.
    Un altro esempio: lui si legge le RFC sul
    protocollo IRC, ed automagicamente si trova
    in possesso delle chiavi degli utenti che
    creano le stanze segrete dalle quali
    gestiscono gli zombie.

    Ma dico..?!? Scherziamo?La seconda che hai detto, ha sniffato il traffico generato dal bot che è stato usato per il ddos, dal quale ha trovato:IP del server IRCnome stanzapw della stanzaMi sembra abbastanza lineare.
  • Anonimo scrive:
    Re: zombie bots
    ricordo che gli zombies basati su windows, creano in genere danni limitati. Viceversa tutte le shell usate dai ddosers per mettere KO siti a banda larga, sono in genere linux o solaris based questo perche in genere le societa con una banda larga (dai 100 mb in su) preferiscono dotarsi di tecnologia unixlike.Non e' quindi questione di wintonti o lintonti.
  • MemoRemigi scrive:
    Re: Assumano dei crackers
    Sono d'accordo, anche io lo consiglio.Un bel paccketto di crackers assunto per via orale, è meglio di una fiesta !Ma poi, a via orale sarà quella migliore ? :)Vabbè, scusate, sono le 6 !!! :)
  • Anonimo scrive:
    Hanno scelto proprio le persone giuste..
    da ricattare.Di solito chi gestisce il gioco d'azzardo e' una persona tranquilla, timorosa delle leggi e mai disposta ad utilizzare metodi "definitivi" per risolvere ... le "seccature" :D :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Assumano dei crackers
    Come al solito i giornalisti puntano sull'opinione pubblica mischiando il buon nome degli hackers e crackers con la criminalità informatica gestita dai Lamers!!!!!Gente! Voi che sapete chi sono gli hackers e Crackers, e che usate sempre il loro aiuto su Sistemi operativi e applicazioni, fate capire ( apritegli la zucca ) a sti giornalisti UNA VOLTA PER TUTTE! Che Hackers e Crackers non hanno nulla a che vedere con i Criminali Informatici!ZeRoHaCk
    • Anonimo scrive:
      Re: Assumano dei crackers
      - Scritto da: Anonimo
      Come al solito i giornalisti puntano
      sull'opinione pubblica mischiando il buon
      nome degli hackers e crackers con la
      criminalità informatica gestita dai
      Lamers!!!!!
      Gente! Voi che sapete chi sono gli hackers e
      Crackers, e che usate sempre il loro aiuto
      su Sistemi operativi e applicazioni, fate
      capire ( apritegli la zucca ) a sti
      giornalisti UNA VOLTA PER TUTTE! Che Hackers
      e Crackers non hanno nulla a che vedere con
      i Criminali Informatici!

      ZeRoHaCkParole giuste ... parole giuste amico mio!... ma parole al vento! mai sentito dire non c'e' peggior sordo..... (il resto lo sai gia' vero?) ;-)
  • Anonimo scrive:
    E' colpa mia
    .....scusate......
  • Anonimo scrive:
    E' colpa di Linus Torvald
  • Anonimo scrive:
    Re: Beccateli 2
    - Scritto da: Anonimo
    Spero che possano trovarli e li mettano in galera assieme ad un ritratto di Bill Gates !!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'onesta' del popolo di Linux...
  • Anonimo scrive:
    Re: L'onesta' del popolo di Windows...
  • Anonimo scrive:
    Guerra tra mafie
    Come ben si sa, storicamente il gioco d'azzardo è uno dei mezzi più usati da mafiosi e criminali per riciclare denaro 'sporco' e, visto che stando a leggere un pò in giro pare che anche questi hackers siano un pò paragonati a dei criminali dello stesso stampo, io dico: finchè s' ammazzano fra di loro, annoi checcefrega??? - Roy Paranoy -dimenticavo: (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Guerra tra mafie
      hacker ha un altro significato. gli hacker sono quelli grazie al quale tu oggi hai potuto scrivere il tuo post, non quelli che bucano i siti. c'e' un termine apposta vedi, "cracker".Buon pomeriggio
  • Anonimo scrive:
    Colpa di Linzo$$
    ci vuole poco a capire che la colpa è come al solito di Linzo$$, un sistema operativo peggio di un colabrodo:http://www.chicercatrova2000.it/news/leggi.asp?ID=138http://punto-informatico.it/p.asp?i=46149http://www.zone-h.org/en/statshttp://search.securityfocus.com/swsearch?query=linux+vulnerability&sbm=%2F&metaname=alldoc&sort=swishrankE' logico che succedano queste cose quando si sta utilizzando un sistema operativo basato su kernel monolitico e che risale alla preistoria. Le distro che vengono rilasciate non fanno altro che alimentare la crescita (ora esponenziale) di bug, vulnerabilità, ecc. Indubbiamnete lo standard che i linari stanno sbandieranno sarà sempre un' utopia con Linzozzz.La mia campagna contro l'uso di Linozzz sta avendo sempre più successo fra amici e conoscenti, stanno passando tutti a mac o Windows.
    • Anonimo scrive:
      Re: Al massimo pareggi !!!!
      Diffondo sempre di più il bene, contro le tue schiavitù, io diffondo roba utile e libera, e ultimamente sto lavorando alla grande, come ho descritto in altri post, distribuisco addirittura attraverso biblioteca pubblica e ora sto prepararando dei siti...Insomma sto per passare alla distribuzione e istruzione quasi industriale, ne dovrai convertire molti ogni giorno se vuoi avere successo, ma soprattutto devo trovare gente a cui i soldi fanno schifo. Buon diventimento ottimista !
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di Linzo$$
      - Scritto da: Anonimo
      ci vuole poco a capire che la colpa è
      come al solito di Linzo$$, un sistema
      operativo peggio di un colabrodo:

      www.chicercatrova2000.it/news/leggi.asp?ID=13
      punto-informatico.it/p.asp?i=46149
      www.zone-h.org/en/stats
      search.securityfocus.com/swsearch?query=linux

      E' logico che succedano queste cose quando
      si sta utilizzando un sistema operativo
      basato su kernel monolitico e che risale
      alla preistoria. eh già perchè win che kernel avrebbe ?
      Le distro che vengono
      rilasciate non fanno altro che alimentare la
      crescita (ora esponenziale) di bug,
      vulnerabilità, ecc. Indubbiamnete lo
      standard che i linari stanno sbandieranno
      sarà sempre un' utopia con Linzozzz.
      l'unico standard che conoscete voi winzozzari è ctrl-alt-canc...
      La mia campagna contro l'uso di Linozzz sta
      avendo sempre più successo fra amici
      e conoscenti, stanno passando tutti a mac o
      Windows.si vede che conosci solo gente che ha l'ECDL...
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di Linzo$$
      certo che tu hai dei seri problemi a livello mentale...
  • MemoRemigi scrive:
    Colpa di micro$oft come al solito...
    ci vuole poco a capire che la colpa è come al solito di micro$oft che vende un sistema operativo che è un colabrodo.E' logico che succedano queste cose quando il 90% degli utilizzatori di uindos si becca un virus/trojan/spyware/dialer almeno una volta alla settimana !La mia campagna contro l'uso di uindos sta avendo sempre più successo fra amici e conoscenti, stanno passando tutti a mac o linux, emulatemi! :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
      - Scritto da: MemoRemigi

      ci vuole poco a capire che la colpa è
      come al solito di micro$oft che vende un
      sistema operativo che è un colabrodo.

      E' logico che succedano queste cose quando
      il 90% degli utilizzatori di uindos si becca
      un virus/trojan/spyware/dialer almeno una
      volta alla settimana !

      La mia campagna contro l'uso di uindos sta
      avendo sempre più successo fra amici
      e conoscenti, stanno passando tutti a mac o
      linux, emulatemi! :)
      Senti MemoRemigi: vai a trollare nel lug di Mechano. Forse troverai anche lunix e gli altri troll linari che infestano questo forum :-DHai detto un mucchio di cavolate...come al solito del resto...
      • MemoRemigi scrive:
        Re: Colpa di micro$oft come al solito...
        - Scritto da: Anonimo
        Senti MemoRemigi: vai a trollare nel lug di
        Mechano. Forse troverai anche lunix e gli
        altri troll linari che infestano questo
        forum :D
        Hai detto un mucchio di cavolate...come al
        solito del resto...Senti Topo Gigio, invece di insultare perchè non argomenti ?Vuoi forse dire che ciò che ho esposto corrisponde a menzogna ?Hai forse questo ardire ?
        • Anonimo scrive:
          Re: Colpa di micro$oft come al solito...
          • MemoRemigi scrive:
            Re: Colpa di micro$oft come al solito...
          • Anonimo scrive:
            Re: Colpa di micro$oft come al solito...
          • Anonimo scrive:
            OT un botta e risposta molto produttivo
            Avrebbe almeno un minimo di utilita' se il signor Topo Gigio avesse il coraggio di scrivere il suo nome e cognome. Ma evidentemente lui stesso pensa che il bello della rete sia proprio questo, dire parolacce e "cazzate" senza entrare nel merito della questione.Premesso che utilizzo entrambi i sistemi operativi per lavoro (se questo puo' rassicurare l'una o l'altra "fazione" - e' di questo che si tratta, alla fine), assisto incredulo allo stesso processo di "squadrificazione", per cosi' dire, di un argomento invece tangibilissimo e reale: il processo per cui una persona passa da uno stato di "utente analitico", cercando di valutare tutti gli aspetti di un bene o di una situazione, allo stato di "tifoso". Chissa' come mai questo modo di vedere ogni questione sia passato dalle tribune degli stadi fino a raggiungere la politica, ogni tipo di questione riguardante scelte personali e opinabili, ed ora (rido) l'utilizzo di Win. o Lin. . Ho il sospetto (e' legittimo avere almeno un sospetto?) che la cosa finisca per essere a beneficio di alcuni, soprattutto in politica, a cui fa piacere che alla gente piaccia di piu' "tifare" per la propria squadra e non confrontarsi se non a parolacce con gli altri piuttosto di cercare insieme qualcosa di migliore.Devo osservare comunque che questo non succedeva quando l'informatica non era alla portata di tutti. Con l'accesso di tutti alle nuove tecnologie, il "cyberspazio" si e' evidentemente involgarito, instupidito, massificato.SalutiStefano "Ynsane" Capuzzimato
        • Anonimo scrive:
          Re: Colpa di micro$oft come al solito...
    • afiorillo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
      (troll)
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
      - Scritto da: MemoRemigi

      ci vuole poco a capire che la colpa è
      come al solito di micro$oft che vende un
      sistema operativo che è un colabrodo.

      E' logico che succedano queste cose quando
      il 90% degli utilizzatori di uindos si becca
      un virus/trojan/spyware/dialer almeno una
      volta alla settimana !

      La mia campagna contro l'uso di uindos sta
      avendo sempre più successo fra amici
      e conoscenti, stanno passando tutti a mac o
      linux, emulatemi! :)
      Signora Longari è caduta sull' uccello :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
    • Anonimo scrive:
      Re: Colpa di micro$oft come al solito...
  • Anonimo scrive:
    L'onesta' del popolo di Windows...
    Eccone gettata la maschera....Solo capaci a buttare giu i siti di Microsoft e SCO, solo capaci ad usare i loro mezzi in maniera criminale.Che schifo.
    • Anonimo scrive:
      Re: L'onesta' del popolo di Windows...
    • Anonimo scrive:
      Re: L'onesta' del popolo di Windows...
      - Scritto da: Anonimo

      Eccone gettata la maschera....

      Solo capaci a buttare giu i siti di
      Microsoft e SCO, solo capaci ad usare i loro
      mezzi in maniera criminale.

      Che schifo.Ma non vedi quanto sei troll? Hai copiato di pari passo quella minchiata che hanno scritto senza cambiare gli attori...sei un pirla :-D
      • MemoRemigi scrive:
        Re: L'onesta' del popolo di Windows...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo



        Eccone gettata la maschera....



        Solo capaci a buttare giu i siti di

        Microsoft e SCO, solo capaci ad usare i
        loro

        mezzi in maniera criminale.



        Che schifo.

        Ma non vedi quanto sei troll? Hai copiato di
        pari passo quella minchiata che hanno
        scritto senza cambiare gli attori...sei un
        pirla :DScusa, non per intervenire nella vostra discussione a sproposito, ma secondo me sbagli.Potrebbe benissimo essere stato il "popolo di uindos" a fare gli attacchi DDOS contro i siti Micro$oft e SCO(Reggia), solo per gettare fango sulla comunità open source.Quindi la risposta ironica del tizio era giustissima, sei tu che non hai capito una fava.
        • afiorillo scrive:
          Re: L'onesta' del popolo di Windows...
          - Scritto da: MemoRemigi
          Potrebbe benissimo essere stato il "popolo
          di uindos" a fare gli attacchi DDOS contro i
          siti Micro$oft e SCO(Reggia), solo per
          gettare fango sulla comunità open
          source.AHAHAHAHAHAHAH!!! :D :D :DSto male......
        • Anonimo scrive:
          Re: L'onesta' del popolo di Windows...
          - Scritto da: MemoRemigi

          Scusa, non per intervenire nella vostra
          discussione a sproposito, ma secondo me
          sbagli.

          Potrebbe benissimo essere stato il "popolo
          di uindos" a fare gli attacchi DDOS contro i
          siti Micro$oft e SCO(Reggia), solo per
          gettare fango sulla comunità open
          source.

          Quindi la risposta ironica del tizio era
          giustissima, sei tu che non hai capito una
          fava.ROTFL :-D Magari scopriremo che Hitler era un benefattore....ma dai...che caxxo dici!
  • Anonimo scrive:
    Re: L'onesta' del popolo di Linux...
  • Anonimo scrive:
    Metteli in galera,
    o meglio ancora ai lavori forzati: tipo spaccare pietre ecc. ecc. !!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!
  • Anonimo scrive:
    Assumano dei crackers
    Fino a questo punto ho sempre ritenuto che la presenza dei cracker fosse in un qualche modo positiva per la rete in generale - sempre che non vengano causati danni, l'effetto che i gruppi di cracking attualmente ottengono e' solo il miglioramento dal punto di vista della sicurezza delle strutture da difendere. Oggi pero' vedo che il termine 'cracker' viene associato anche a coloro che non si limitano a bucare ma sfruttano le loro nozioni (anche le piu' meschine e comunemente accessibili come il DDOS) per commettere un crimine come il ricatto. Vorrei a questo punto far notare, pur non essendo un cracker, quanto sia sbagliato l'atteggiamento di non operare le distinzioni del caso e lasciare che un certo termine raggruppi persone che svolgono al tempo stesso attivita' alternativamente molto positive o molto negative. E' come riferirsi (stupido esempio, ma rende l'idea) con lo stesso appellativo ad un assassino e ad un istruttore di arti marziali magari solo perche' sono tutti e due 3° dan di kung fu.Nella speranza - spero non malriposta - che la maggior parte dei lettori sappiano quali possano essere i benefici della attivita' di gran parte dei cracker, vorrei invitare - non mi sembra una cattiva idea - le aziende che rischiano questi attacchi a cercare e a "reclutare" persone con le stesse capacità, crackers, o meglio ancora hackers (ben piu' rari) per risolvere il problema ed individuare i responsabili.Spero che nessuno mi dica come al solito che "tanto contro il DDOS non si puo' fare niente", o i soliti commenti sui linari e windowsari o volgarita' varie, tutte cose che mi irritano parecchio (in special modo la prima).Un saluto a tuttiStefano "Ynsane" Capuzzimato
  • Anonimo scrive:
    L'onesta' del popolo di Linux...
    Eccone gettata la maschera....Solo capaci a buttare giu i siti di Microsoft e SCO, solo capaci ad usare i loro mezzi in maniera criminale.Che schifo.
  • warrior666 scrive:
    Re: la colpa e' l'aver...
    cazzo hai contro i drogati? ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: la colpa e' l'aver...
    - Scritto da: Anonimo
    voluto vendere i computer a destra e a
    manca... speriamo che con l'avvento della tv
    interattiva i computer vengano messi in
    soffita e lasciati usare solo a chi li sa
    usare, basta:
    utonti
    casalinghe
    bambini in fasce
    soggetti schizoidi
    drogati
    programmatori php
    terroristi
    Aggiungo cantinari linari :-D
    • Anonimo scrive:
      Re: la colpa e' l'aver...
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      voluto vendere i computer a destra e a

      manca... speriamo che con l'avvento
      della tv

      interattiva i computer vengano messi in

      soffita e lasciati usare solo a chi li
      sa

      usare, basta:

      utonti

      casalinghe

      bambini in fasce

      soggetti schizoidi

      drogati

      programmatori php

      terroristi



      Aggiungo cantinari linari :DIo aggiungerei anche gli idioti....
  • Anonimo scrive:
    la colpa e' l'aver...
    voluto vendere i computer a destra e a manca... speriamo che con l'avvento della tv interattiva i computer vengano messi in soffita e lasciati usare solo a chi li sa usare, basta:utonticasalinghebambini in fasce soggetti schizoidi drogatiprogrammatori phpterroristi
  • Anonimo scrive:
    Re: zombie bots
    - Scritto da: Anonimo

    Ed io capisco benissimo il basso Q.I. di voi
    linari. Troppa cantina fa male :DGia'. MyDoom ad esempio viene eseguito da Linux.Il vino di tua sorella era buono?
  • Anonimo scrive:
    [OT] Per la redazione...
    "informatci" nel sottotitolo ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: zombie bots
    - Scritto da: Anonimo
    Ecco cosa comportano migliaia di Utonti con
    winsozz

    (linux)Ed io capisco benissimo il basso Q.I. di voi linari. Troppa cantina fa male :-D
  • Anonimo scrive:
    Re: Beccateli
    - Scritto da: Anonimo
    Spero che possano trovarli e spaccargli le
    dita di entrambe le mani con una mazza da
    baseball.frustrazione? sei uno di quelli che si giocherebbe anche la m@mm@?
    • Anonimo scrive:
      Re: Beccateli
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      Spero che possano trovarli e spaccargli
      le

      dita di entrambe le mani con una mazza
      da

      baseball.

      frustrazione? sei uno di quelli che si
      giocherebbe anche la m@mm@?Complimenti, ottima associazione. Non vedo il nesso... ma penso che tu abbia preso lezioni di italiano da Biscardi...
  • Anonimo scrive:
    Beccateli
    Spero che possano trovarli e spaccargli le dita di entrambe le mani con una mazza da baseball.
  • dotnet scrive:
    Re: zombie bots
    - Scritto da: Anonimo
    Ecco cosa comportano migliaia di Utonti con
    winsozz

    (linux)a me pare tutta fantascienza... o per lo meno, la realtà è molto più ridimensionata di quanto vogliano far capire questi terroristi...... in fondo sul sito di SCO non si è mai capito se questo mega attacco ci sia mai stato, loro infatti avevano rimosso i dns per precauzione
    • Anonimo scrive:
      Re: zombie bots
      - Scritto da: dotnet

      a me pare tutta fantascienza... o per lo
      meno, la realtà è molto
      più ridimensionata di quanto vogliano
      far capire questi terroristi...una lettura interessante sui zombie botshttp://grc.com/dos/grcdos.htm
      • Anonimo scrive:
        Re: zombie bots
        Quel testo di Gibson, si e' tirato addosso tutte le risate degli esperti del settore, subito dopo essere apparsa su Wired qualche anno fa. Una delle tante chicche che trovi dentro li' e' la finta sessione IRC con a proposito dell' attacker whicked ceh avrebbe attaccato i suoi servers.Se hai pratica di IRC e dei suoi ritmi non avrai difficolta' a capire che quella sessione non sia mai avvenuta ma sia stata prodotta dalla testa di Gibson.Al limite del patetico la frase "I even got quite fancy and built a Markov-chain finite-state statistical dialog modeller. It monitored the flow of IRC channel nicknames and automated the process of determining who was talking to whom, and who were the "bosses" who commanded the most power and respect".Un altra stupidata che dice Gibson e' che lavorando ai filtri a livello di router, loro siano riusciti ad evitare l'attacco ddos.Ma dico, se la tua banda e' di 100 megabit (esempio) ed io ti genero un traffico DDOS di 101 megabit, tu puoi fare tutti i filtri che vuoi che l'unico risultato che ottieni e' che i pacchetti DDOS non arrivino alla tua macchina e... rimani comunque isolato perche' l'utenza normale non trova la possibilita' di avere banda a disposizione per collegarsi col tuo server.
        • Anonimo scrive:
          Re: zombie bots
          - Scritto da: Anonimo
          Quel testo di Gibson, si e' tirato addosso
          tutte le risate degli esperti del settore,
          subito dopo essere apparsa su Wired qualcheUrca, io l'avevo trovata una lettura interessantissima.Vediamo dove mi sono sbagliato.
          Un altra stupidata che dice Gibson e' che
          lavorando ai filtri a livello di router,
          loro siano riusciti ad evitare l'attacco
          ddos.

          Ma dico, se la tua banda e' di 100 megabit
          (esempio) ed io ti genero un traffico DDOS
          di 101 megabit, tu puoi fare tutti i filtri
          che vuoi che l'unico risultato che ottieni
          e' che i pacchetti DDOS non arrivino alla
          tua macchina e... rimani comunque isolato
          perche' l'utenza normale non trova la
          possibilita' di avere banda a disposizione
          per collegarsi col tuo server.Ah, adesso va meglio: o non hai letto bene o non hai capito:lui ha creato i filtri e li ha mandati a Verio, che li ha applicatiai suoi router, che hanno una larghezza di banda che fa paura.Nel testo è scritto molto chiaramente ed è molto convincente.
          • Anonimo scrive:
            Re: zombie bots
            "lui ha creato i filtri e li ha mandati a Verio"boh, che cosa vuol dire creare i filtri e mandarli a Verio????Al massimo gli mandi una richiesta di creazione di regole extra sui router..Cmq io non volevo creare polemica inutile. Volevo solo dire quello che e' ed e' stato il punto di vista di molti addetti ai lavori sull' articolo di Gibson.Un altro esempio: lui si legge le RFC sul protocollo IRC, ed automagicamente si trova in possesso delle chiavi degli utenti che creano le stanze segrete dalle quali gestiscono gli zombie.Ma dico..?!? Scherziamo?Per poter fare cio' e necessario:1) bucare il server IRC (ma qui la lettura del protocolo irc dalla rfc non c'entra..) oppure2) sniffare il traffico verso il server IRC e qui puo' c'entrare, solo che Gibson non aveva modo di accedere alla backbone dell'ISP che serviva il server IRC (ammesso pure che si trovasse in US, Gibson non e' mica l'Fbi!)altro modo non c'e'!ecco perche' non bisogna essere dei geni per capire che Gibson qualche fregnaccia la ha sparata!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: zombie bots
      - Scritto da: dotnet

      - Scritto da: Anonimo

      Ecco cosa comportano migliaia di Utonti
      con

      winsozz



      (linux)

      a me pare tutta fantascienza... o per lo
      meno, la realtà è molto
      più ridimensionata di quanto vogliano
      far capire questi terroristi...

      ... in fondo sul sito di SCO non si è
      mai capito se questo mega attacco ci sia mai
      stato, loro infatti avevano rimosso i dns
      per precauzionePero' MyDoom e' stato preoccupante. Soprattutto e' stata la prova di un qualcosa di piu' grosso.MyDoom e' stato fatto per essere "innocuo". E' stato lanciato troppo presto, e, alla resa dei conti, era gia' in fase "calante", intercettato dalla maggior parte degli anti-virus (anche se solo da un paio di giorni non ne ricevo piu').Immagina un MyDoom nuovo, che si diffonde cosi', aprendo backdoor in quantita'. Cosa ci mettono gli autori del virus a indirizzare a piacere gli attacchi? Il sito di SCO era stato spostato da www.sco.com a sco.com. Cosa pensi ci voglia per un virus con backdoor perche' i prossimi obiettivi possano essere pilotati e corretti in tempo reale?Saluti...................Enrico (linux)
  • Anonimo scrive:
    zombie bots
    Ecco cosa comportano migliaia di Utonti con winsozz(linux)
  • Anonimo scrive:
    Re: QUESTA è criminalità informatica...
    finchè scassano le palle a qualche grossa multinazionale condivido e supporto appieno la causa.(oddio, e ora che l'ho detto? domani mattina la colazione me la porta la gdf? oddio oddio...:'( )sh4d
    • Anonimo scrive:
      Re: QUESTA è criminalità informatica...
      • Anonimo scrive:
        Re: QUESTA è criminalità informatica...
        • Anonimo scrive:
          Re: QUESTA è criminalità informatica...
          • Anonimo scrive:
            Re: QUESTA è criminalità informatica...
            ne riparliamo quando girare con un cd masterizzato in macchina ti costerà 20 anni di carcere (ipotetico futuro in cui l'italia sarà una monarchia gestita dalla siae)sh4d
          • Anonimo scrive:
            Re: QUESTA è criminalità informatica...
            - Scritto da: Anonimo
            ne riparliamo quando girare con un cd
            masterizzato in macchina ti costerà
            20 anni di carcere (ipotetico futuro in cui
            l'italia sarà una monarchia gestita
            dalla siae)

            sh4dMai usare il cervello, he?Ma ti rendi conto che le multi-nazionali hanno potenza a sufficienza e le loro macchine possono reggere quasi qualunque attacco?Se passa, anche solo per un attimo, l'idea che in alcune condizioni si possa, un domani le "alcune condizioni" potranno diventare opinioni diverse dalle tue, e quindi si puo' "sbattere impunemente giu'" chiunque dica qualcosa di diverso da te e non si possa permettere mega CED e mega server! Zittire qualunque piccolo sara' tanto facile quanto senza conseguenze.Bel mondo!Saluti.................Enrico (linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: QUESTA è criminalità informatica...

            Mai usare il cervello, he?
            Ma ti rendi conto che le multi-nazionali
            hanno potenza a sufficienza e le loro
            macchine possono reggere quasi qualunque
            attacco?
            Se passa, anche solo per un attimo, l'idea
            che in alcune condizioni si possa, un domani
            le "alcune condizioni" potranno diventare
            opinioni diverse dalle tue, e quindi si puo'
            "sbattere impunemente giu'" chiunque dica
            qualcosa di diverso da te e non si possa
            permettere mega CED e mega server! Zittire
            qualunque piccolo sara' tanto facile quanto
            senza conseguenze.

            Bel mondo!

            Saluti...
            ..............Enrico (linux)La storia ci insegna che puoi tirare la corda fino a un certo punto, dopodichè il popolo ne avrà le scatole piene.Sia esso un regnante, una schiera di politici o una multinazionale. Ogni costrizione perpetrata nel tempo ha portato alla rivoluzione.sh4d
  • Anonimo scrive:
    QUESTA è criminalità informatica...
    ...altro che p2p e zelanti finanzieri che chiudono enkeywebsite mettendo nei guai due poveretti...
  • Ottav(i)o Nano scrive:
    Quasi quasi lo faccio anche io...
    ...però lo faccio GRATIS :D
Chiudi i commenti