La SIAE avanza online

La "società" definisce quanto deve avere da chi distribuisce musica online


Roma – Bisogna riconoscere alla SIAE di aver fatto un importante passo avanti. Anziché optare per il blocco della distribuzione musicale online, che “si tradurrebbe in una forma di sterile e anacronistico proibizionismo” (!), la SIAE ha definito le royalty da riscuotere per la distribuzione via internet. Una “mossa” che consentirà alla SIAE di riscuotere percentuali dalla distribuzione di musica online e agli editori interessati di offrire servizi a pagamento o gratuiti di diffusione musicale sul nuovo medium.

La Società degli autori e degli editori ha inserito le percentualizzazioni nel suo “Contratto di licenza per le utilizzazioni online del repertorio delle opere musicali tutelate dalla SIAE”. Ogni tre mesi gli utilizzatori dovranno versare le quote dovute alla “società”.

Qui è disponibile il contratto.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    dicesi cazzari...
    almeno a roma li chiamiamo così, quelli come il protagonista dell'articolo.Già di per se definirsi hacker e miliardario è una contraddizione in termini...
    • Anonimo scrive:
      Re: dicesi cazzari...
      eheh Antonella, quanto hai ragione. Eppure c'è gente che gli appoggia dietro e li condanna davanti, individui e società (a scopo di lucro) del genere. Io non sono di Roma ma direi che cazzari sia proprio il termine giusto.
    • Anonimo scrive:
      Re: dicesi cazzari...
      E perche' mai ? Hacker indica una capacita', l'essere miliardario non dipende da essa ma anche da fattori familiari...uno puo' nascere intelligente e mettere a frutto tale dote anche se nasce in famiglie ricchissime...l'essere hacker non contraddice alcun termine legato al patrimonio....Torvalds stesso, ed anche Alan Cox potrebbero essere miliardari ma avere menti che li rendono cio' che sono.Bye.
      • Anonimo scrive:
        Re: dicesi cazzari...
        - Scritto da: me
        E perche' mai ? Hacker indica una capacita',
        l'essere miliardario non dipende da essa ma
        anche da fattori familiari...uno puo'
        nascere intelligente e mettere a frutto tale
        dote anche se nasce in famiglie
        ricchissime...l'essere hacker non
        contraddice alcun termine legato al
        patrimonio....Torvalds stesso, ed anche Alan
        Cox potrebbero essere miliardari ma avere
        menti che li rendono cio' che sono.
        Bye.hackers e miliardario...mi vengono in mente due URL a caso.http://www.woz.org/http://www.kapor.org/
Chiudi i commenti