La strana febbre dei cavi sottomarini

Ancora fibre ottiche che saltano, ventimila leghe sotto i mari. E dopo il quinto episodio, parlare di coincidenza è sempre più difficile. Domande senza risposta, mentre si lavora al ripristino

Roma – Ci sono due navi al lavoro, una nel Golfo Persico e un’altra nel Mediterraneo, per tentare di riparare due cavi sottomarini per le telecomunicazioni saltati la scorsa settimana. Una moria iniziata alla fine di gennaio, quando il FALCON nelle acque antistanti l’Iran aveva cessato di funzionare. Di oggi la notizia che sarebbero saliti a cinque i festoni , così si chiamano a volte in gergo, danneggiatisi inspiegabilmente in meno di due settimane, compromettendo seriamente il traffico Internet mondiale.

Godzilla secondo Bobby Rubio Si tratta di due tratti del SeaMeWe-4 (South East Asia-Middle East-Western Europe-4): il primo collegava Malaysia e India e il secondo nelle acque antistanti Alessandria d’Egitto. Coinvolti anche il FALCON, appunto, colpito nelle vicinanze di Bandar Abbas e il FLAG presente di fronte alle coste di Dubai. È stato reciso anche un altro ramo del FLAG, anche questa volta nei pressi di Alessandria. Tutti sono di proprietà di azienda private.

Se in un primo momento si era parlato di avvenimento casuale, cinque accadimenti del genere a distanza di pochi giorni sono un fatto davvero singolare. Le rotture, per altro, sono avvenute su infrastrutture di età differente , fatto quest’ultimo che farebbe escludere l’ipotesi che in tutti e cinque i casi si tratti di incidenti legati all’usura dei materiali.

In un primo momento, la tesi più accreditata riguardava un possibile incidente dovuto ad un’ancora trascinata sul fondo da una nave in balia del maltempo. Ipotesi tuttavia rapidamente accantonata, dopo che il governo egiziano ha smentito la presenza di qualsiasi imbarcazione nelle zone dove si è verificata la rottura; zone, peraltro, dichiarate off-limits per qualsiasi natante proprio a causa della presenza dei cavi.

Secondo il New York Times , quanto capitato dovrebbe dirottare l’attenzione sulla fragilità della rete telematica attorno al globo: il 90 per cento delle comunicazioni mondiali transita sott’acqua, ed eventi di questo tipo potrebbero avere conseguenze catastrofiche , non solo su Internet ma su ogni tipo di attività commerciale.

Una prospettiva non condivisa da Nicholas Carr , che sul suo blog pone invece l’accento sulla rapidità con cui il traffico web sia stato reindirizzato, riportando online larghe fette di popolazione per alcune ore tagliata fuori dalla rete, anche se il Governo egiziano ha comunque chiesto ai suoi cittadini di cercare di ridurre per qualche giorno le attività online maggiormente avide di banda.

Né Carr, né il NYTimes si sbilanciano sulle possibili cause di questa insolita coincidenza, mentre altrove le ipotesi più disparate prendono piede. Una delle più suggestive si basa sul blocco totale vissuto dall’Internet iraniana durante questi incidenti: le prove generali, sostengono alcuni , di quanto potrebbe accadere in caso di attacco USA . Senza rete, le informazioni su quanto starebbe accadendo impiegherebbero giorni per circolare.

Teorie della cospirazione a parte, altrove si scherza su quanto accaduto: nessuno si azzarda a fare il nome di Godzilla , ma Cloverfield , il nuovo film-reality di JJ Abrams, viene citato spesso e volentieri.

Luca Annunziata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Ciao scrive:
    i neri l'hanno più lungo
    se non è razzismo questo
  • Homer S. scrive:
    In Italia invece li facciamo senatori...
    In Canada in galera e in Italia Calderoli va in prima serata con le sue magliette spiritose...Mah...
  • painlord2k scrive:
    E gli altri?
    Perché i siti che scrivono le stesse cose o peggio di altri gruppi o singoli non vengono mai toccati?Tipo certi gruppi appartenenti alla "Religione della Pace" che sostengono il diritto dovere dei loro aderenti a sottomettere i miscredenti anche con la forza, che sostengono che le donne valgono la metà degli uomini, che sostengono che è lecito sposare e fare sesso con le bambine di 6 anni (se il padre lo permette), che non si possono avere amici o capi che non siano della loro religione, che affermano che tutti i non appartenenti alla loro religione sono "impuri" alla pari dell'urina e dei maiali, e qui mi fermo perché ce ne sarebbe tanto da ragionare.La realtà è che non esiste un singolo metro per tutti, ma solo per chi da fastidio. Se le stesse cose le dice un nero o un indiano vanno bene, anzi sono un suo retaggio culturale.
  • Laonte scrive:
    I Talmud e gli animali parlanti...
    Ma che bravi quelli del Simon Wiesenthal Center, sempre pronti a giudicare gli altri.Peccato che facciano finta di nulla quando si tratta di fare chiarezza nelle porcherie di casa propria.Mai una denuncia nei confronti dei siti religiosi ebraici in cui si inneggia alla superiorità razziale degli ebrei.E sì, perchè forse non tutti sanno che i Talmud ebraici, i più importanti testi religiosi dell'atuale ebraismo, inneggiano alla superiorità razziale ebraica considerando come animali parlanti tutti coloro che non sono ebrei.E gli animali parlanti secondo loro devono essere usati e sfruttati per il bene degli ebrei.Se questo non è razzismo!
    • Intellettua le Sionista in trasferta scrive:
      Re: I Talmud e gli animali parlanti...
      - Scritto da: Laonte
      Ma che bravi quelli del Simon Wiesenthal Center,
      sempre pronti a giudicare gli
      altri.
      Peccato che facciano finta di nulla quando si
      tratta di fare chiarezza nelle porcherie di casa
      propria.
      Mai una denuncia nei confronti dei siti religiosi
      ebraici in cui si inneggia alla superiorità
      razziale degli
      ebrei.
      E sì, perchè forse non tutti sanno che i Talmud
      ebraici, i più importanti testi religiosi
      dell'atuale ebraismo, inneggiano alla superiorità
      razziale ebraica considerando come animali
      parlanti tutti coloro che non sono
      ebrei.
      E gli animali parlanti secondo loro devono essere
      usati e sfruttati per il bene degli
      ebrei.
      Se questo non è razzismo!Sì, il tuo è razzismo. Moderatore, se ci sei batti un colpo @^
      • Laonte scrive:
        Re: I Talmud e gli animali parlanti...
        Se non sei uno che cerca di sfruttare gli "animali parlanti", almeno cerca di documentarti prima di sparare sentenza come uno che fa il tifo anzichè ragionare.Leggi le traduzioni dei Talmud.Leggi da te e poi traine le conclusioni.
        • Intellettua le Sionista in trasferta scrive:
          Re: I Talmud e gli animali parlanti...
          - Scritto da: Laonte
          Se non sei uno che cerca di sfruttare gli
          "animali parlanti", almeno cerca di documentarti
          prima di sparare sentenza come uno che fa il tifo
          anzichè
          ragionare.
          Leggi le traduzioni dei Talmud.
          Leggi da te e poi traine le conclusioni.Non mi servono le traduzioni, mi basta leggere in versione originale per dire che stai facendo affermazioni false in malafede @^
          • Laonte scrive:
            Re: I Talmud e gli animali parlanti...
            Menti sapendo di mentire.Isaia lo aveva preannunciato che tutta questa menzogna vi porterà alla rovina.Vi state distruggendo con le vostre mani.
      • MegaLOL scrive:
        Re: I Talmud e gli animali parlanti...
        Qui siamo su PI. E' permesso odiare Americani ed Israeliani (perchè non si può dire apertamente di odiare gli Ebrei). Eventualmente si può odiare anche gli Svizzeri.Il T-1000 (cioè, una persona viscida dal cervello liquido) interviene solo quando si va contro i dogmi no-global di PI.Quindi questo commento sparirà presto.
        • Nano scrive:
          Re: I Talmud e gli animali parlanti...
          - Scritto da: MegaLOL
          Qui siamo su PI. E' permesso odiare Americani ed
          Israeliani (perchè non si può dire apertamente di
          odiare gli Ebrei). Eventualmente si può odiare
          anche gli
          Svizzeri.

          Il T-1000 (cioè, una persona viscida dal cervello
          liquido) interviene solo quando si va contro i
          dogmi no-global di
          PI.

          Quindi questo commento sparirà presto.Beh, ognuno può odiare chi vuole. Dici bene. Io infatti odio te, spero che sparirai presto dalla faccia della terra e che nessuno si ricordi di te in futuro.
  • Nilok scrive:
    Violazioni dei Diritti Umani
    Ave.I Diritti Umani sono sanciti nella Dichiarazione Universale dei Diritti Umani.Chi viola questi Diritti è un Nemico dell'Umanità.L'odio, la violenza, la discriminazione e la soppressione in generale, anche SOLO in forma verbale, violano i Diritti Umani, quindi è GIUSTO che costoro vengano PENALIZZATI.Puoi informarti correttamente quì:http://it.youtube.com/watch?v=U8Hc1vO-sYQhttp://it.youtube.com/watch?v=OK2A3erQxXYhttp://it.youtube.com/watch?v=Hih_FiVLTiQhttp://it.youtube.com/watch?v=HNbt2xA0jTEA presto.Nilokhttp://informati.blog.tiscali.it/http://it.youtube.com/Nilok1959
    • dsffs scrive:
      Re: Violazioni dei Diritti Umani
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      I Diritti Umani sono sanciti nella Dichiarazione
      Universale dei Diritti
      Umani.
      Chi viola questi Diritti è un Nemico dell'Umanità.
      L'odio, la violenza, la discriminazione e la
      soppressione in generale, anche SOLO in forma
      verbale, violano i Diritti Umani, quindi è GIUSTO
      che costoro vengano
      PENALIZZATI.

      Puoi informarti correttamente quì:
      http://it.youtube.com/watch?v=U8Hc1vO-sYQ
      http://it.youtube.com/watch?v=OK2A3erQxXY
      http://it.youtube.com/watch?v=Hih_FiVLTiQ
      http://it.youtube.com/watch?v=HNbt2xA0jTE

      A presto.

      Nilok
      http://informati.blog.tiscali.it/
      http://it.youtube.com/Nilok1959e l'interdizione da internet cosa c'entra?e se è un suo pensiero perchp devi volergliel far cambiare?io penso tutto l'opposto di ciò che pensa il tizio probabilmente, ma non per questo voglio tappare la bocca a chi non la pensa come me...li ignoro fin quando si limitano a parlare.
    • Laonte scrive:
      Re: Violazioni dei Diritti Umani
      Chi li ha stabiliti questi diritti ?Qualcuno ti ha mai chiesti di esprimere la tua opinione con un voto ?
    • nonno scrive:
      Re: Violazioni dei Diritti Umani
      ma quanto spammi :)
    • Ciao scrive:
      Re: Violazioni dei Diritti Umani
      - Scritto da: Nilok
      Ave.

      I Diritti Umani sono sanciti nella Dichiarazione
      Universale dei Diritti
      Umani.
      Chi viola questi Diritti è un Nemico dell'Umanità.
      L'odio, la violenza, la discriminazione e la
      soppressione in generale, anche SOLO in forma
      verbale, violano i Diritti Umani, quindi è GIUSTO
      che costoro vengano
      PENALIZZATI.anche considerare persone soppressive quelli che non condividono le tue idee religiose o para religiose e tentare di screditarle o infastidirle viola qualche diritto.sarebbe il caso di penalizzare che dici?ma tu non rispondi agli anonimi.
  • Undertaker scrive:
    Libertá d'opinione
    Se uno la pensa cosí non ha il diritto a manifestare il proprio pensiero ?La democrazia dovrebbe valere per tutti, altrimenti é solo stalinismo mascherato.
    • Overture scrive:
      Re: Libertá d'opinione
      Il problema è che lui al massimo si limita a pensarla così poi c'è il fanatico che va a minare le chiese con i fedeli dentro, quello che si nasconde nel bagagliaio dell'auto e cecchina tutti, fanatico che spesso non ha neanche motivo di esserlo ma necessita pure di un'ispirazione che lo giustifichi.
    • Andrea scrive:
      Re: Libertá d'opinione
      La libertà di un individuo termina quando sconfina in quella di un altro, e secondo la dichiarazione della carta dei diritti dell'ONU firmata da tutti gli stati membri di tale organizzazione, ogni cittadino del mondo ha diritto ad essere libero dalla paura.Paura è anche quel sentimento di insicurezza che percorre una persona che si sente insultata e additata come diversa solo per una provenienza geografica diversa.Quindi tali opinioni razziste vanno censurate in quanto ledono la libertà di altri
      • Undertaker scrive:
        Re: Libertá d'opinione
        - Scritto da: Andrea
        Paura è anche quel sentimento di insicurezza che
        percorre una persona che si sente insultata e
        additata come diversa solo per una provenienza
        geografica
        diversa.
        Quindi tali opinioni razziste vanno censurate in
        quanto ledono la libertà di
        altriarrampichiamoci sugli specchi per non dire che si utilizza la comoda scusa della "libertá" per zittire le voci scomode.Paura é anche il sentimento di insicurezza che si prova camminando in un quartiere pieno di immigrati, rischiando di essere rapinati, malmenati e stuprati.
      • winniler scrive:
        Re: Libertá d'opinione
        l'Onu lede la libertà degli stati di scegliere chi portarsi casa.D'altronde, la amgior parte degli stati Onu sonos tati poevri al cui popolazione non vede l'ora di trasferirsi in quelli ricci, è semplice da comprendere: Inoltre le differenze antropologiche e razziali esistono, ed è storicamente provato che portano conflitti: Libano, Jugoslavia, Rwanda, Israele e Palestinesi,Cristiani nei paesei arabi, Timor Est sono i casi più recenti ed eclatanti.Dire che la convivenza tra certi popoli è impossibile è sensato.E inoltre dire che non si devono far entrare nel proprio paese certi gruppi di individui è moralmente legittimo: è solo un opinione, di cui gente come te ha paura.Tu confondi il nazismo col nazionalismo e con il semplice buon senso, o con al critica antropologica: se io dico non sposare una persona perchè ha cattive qualità, sono libero di dirlo, non stò necessariamente istigando all'omicidio.Tu potrai rispondermi, amgari argomentando coi fatti, che mi sbaglio.Altrimenti è censura stalinista, ed il comunismo è una ditattura fondata sulals cusa di difendere la libertà come ebn spiegato del rsto, da Orwell nella celebre, e mai troppo poco letta, fattoria degli animali.
        • Nik scrive:
          Re: Libertá d'opinione
          Ti ci vuole una tastiera nuova.... :s
        • Andrea scrive:
          Re: Libertá d'opinione
          certo che se mi parli di differenza razziali e antropologiche e poi come esempio mi porti i cristiani nei paesi arabi, penso proprio che hai qualche difficoltà a distinguere un problema antropologico da uno religioso o politico.Una religione non dipende dalla "provenienza antropologica".Tutti gli esempi che hai portato, non sono dati da differenze antropologiche, ma da differenza politico-religiose che non possono esser fatte risalire alla "razza". Lo stesso conflitto Jugoslavo prima di tutto era un conflitto religioso tra le varie confessioni presenti nella ex Jugoslavia. Per non parlare del Libano, dove il conflitto è puramente religioso e della Palestina dove il vero significato è quello politico che viene solo mascherato con motivi razziali.Inoltre non è provato scientificamente che la convivenza tra gruppi etnici (non razze) diverse sia impossibile, è solo una fissazione di certa gente, quando ci sarà una dimostrazione scientifica che non può essere contradetta allora potrò dirti che hai ragione, fino ad allora rimane una tua singola opinione
      • Kukulkan scrive:
        Re: Libertá d'opinione
        - Scritto da: Andrea
        La libertà di un individuo termina quando
        sconfina in quella di un altro, e secondo la
        dichiarazione della carta dei diritti dell'ONU
        firmata da tutti gli stati membri di tale
        organizzazione, ogni cittadino del mondo ha
        diritto ad essere libero dalla
        paura.

        Paura è anche quel sentimento di insicurezza che
        percorre una persona che si sente insultata e
        additata come diversa solo per una provenienza
        geografica
        diversa.

        Quindi tali opinioni razziste vanno censurate in
        quanto ledono la libertà di
        altriQuindi se io voglio tappare la bocca a qualcuno, basta che lo accuso di "opinioni razziste che ledono la libertà altrui".In che modo, poi, parlare o scrivere su internet, impedisca la libertà degli altri di replicare o di scrivere a loro volta su internet, be'... questo continua a rimanermi oscuro.PS. Invece di preoccuparci dei peones che fanno i razzisti della domenica su internet, perché non ci preoccupiamo delle politiche di Stati come USA, Canada, UK, Francia, o la stessa Italia?... Ma già, una guerra basta chiamarla "umanitaria", e allora va tutto bene. L'importante è non "ledere la libertà altrui"... con le parole.
    • Roberto Di scrive:
      Re: Libertá d'opinione
      - Scritto da: Undertaker
      Se uno la pensa cosí non ha il diritto a
      manifestare il proprio pensiero
      ?

      La democrazia dovrebbe valere per tutti,
      altrimenti é solo stalinismo
      mascherato.

      Mi sembra di capire che tu asserisci che:essere
      razzisti, fascisti, nazisti non sia alla stessa
      stregua dell'essere stalinisti, maoisti etc, e in
      piú é solo un
      opinione.
      Correggimi se sbaglio ma a me sembra che tu sia
      di
      parte.qui era il posto giusto
  • Overture scrive:
    Quanto sono coerenti gli "americani"
    L'argomento in se della supremazia di una razza sull'altra è già parecchio discutibile ma che a portarlo avanti sia il discendente di una delle popolazioni più miste (per non usare il termine veterinario, al quanto volgare) del globo...
    • Undertaker scrive:
      Re: Quanto sono coerenti gli "americani"
      - Scritto da: Overture
      L'argomento in se della supremazia di una razza
      sull'altra è già parecchio discutibile ma che a
      portarlo avanti sia il discendente di una delle
      popolazioni più miste (per non usare il termine
      veterinario, al quanto volgare) del
      globo...In articolo si parla di CANADA.In USA, infatti, paese veramente LIBERO il "razzismo" non é reato, non si incarcera la gente per le loro opinioni.
      • Overture scrive:
        Re: Quanto sono coerenti gli "americani"
        Perchè i canadesi non sono americani come calpestatori del continente americano vero ?Canadesi, statunitensi, messicani... tutta una bolgia un misto di francesi, olandesi, inglesi, spagnoli più varie minoranze giunte a ondate (tipo italiani e irlandesi) mescolati in un immenso minestrone.Se c'è gente che proprio non può permettersi di fare quei discorsi quelli sono proprio gli americani.Gli unici americani che potrebbero dire qualcosa a riguardo sono 4 gatti chiusi in qualche riserva come fosse lo zoo...
        • neim e cogneim scrive:
          Re: Quanto sono coerenti gli "americani"
          - Scritto da: Overture
          Perchè i canadesi non sono americani come
          calpestatori del continente americano vero
          ?
          Canadesi, statunitensi, messicani... tutta una
          bolgia un misto di francesi, olandesi, inglesi,
          spagnoli più varie minoranze giunte a ondate
          (tipo italiani e irlandesi) mescolati in un
          immenso
          minestrone.
          Se c'è gente che proprio non può permettersi di
          fare quei discorsi quelli sono proprio gli
          americani.
          Gli unici americani che potrebbero dire qualcosa
          a riguardo sono 4 gatti chiusi in qualche riserva
          come fosse lo
          zoo...Guarda che il tizio in questione inneggiava alla supremazia della razza bianca in generale, quindi dubito gli crei qualche problema discendere da tanti popoli europei...
          • Roberto Di scrive:
            Re: Quanto sono coerenti gli "americani"



            Guarda che il tizio in questione inneggiava alla
            supremazia della razza bianca in generale, quindi
            dubito gli crei qualche problema discendere da
            tanti popoli
            europei...Mi sembra di capire che tu asserisci che:essere razzisti, fascisti, nazisti non sia alla stessa stregua dell'essere stalinisti, maoisti etc, e in piú é solo un opinione.Correggimi se sbaglio ma a me sembra che tu sia di parte.
          • Roberto Di scrive:
            Re: Quanto sono coerenti gli "americani"
            - Scritto da: Roberto Di





            Guarda che il tizio in questione inneggiava alla

            supremazia della razza bianca in generale,
            quindi

            dubito gli crei qualche problema discendere da

            tanti popoli

            europei...

            Mi sembra di capire che tu asserisci che:essere
            razzisti, fascisti, nazisti non sia alla stessa
            stregua dell'essere stalinisti, maoisti etc, e in
            piú é solo un
            opinione.
            Correggimi se sbaglio ma a me sembra che tu sia
            di
            parte.Scusate ho sbagliato il topic
        • MegaLOL scrive:
          Re: Quanto sono coerenti gli "americani"
          Eccolo, un altro rappresentante dell'immonda feccia che popola PI. Nient'altro che ignoranza e odio.
    • mirkojax scrive:
      Re: Quanto sono coerenti gli "americani"
      essi perche' in italia non esiste il razzismo. Allora si, che puoi parlare.
Chiudi i commenti