La svolta di Microsoft

Governi e agenzie istituzionali possono vedere il codice sorgente di Windows per accertare che risponda alle proprie esigenze di sicurezza. Accolta anche in Italia la clamorosa novità annunciata dalla società di Redmond


Roma – Windows anno zero. Con una mossa clamorosa, per quanto non inaspettata, Microsoft ha ufficialmente annunciato l’iniziativa GSP (Government Security Program): a governi e istituzioni sarà possibile vedere il codice sorgente di Windows per verificare la sua rispondenza alle proprie esigenze di sicurezza informatica.

“GSP – ha spiegato Salah DanDan, manager dell’iniziativa – è un’operazione globale che intende fornire ai governi l’accesso al codice sorgente e alle informazioni di cui hanno bisogno per affidarsi alla sicurezza della piattaforma Microsoft”.

Il programma, che finora interessa una decina di paesi, prevede la “consegna” del codice di Windows 2000, Windows XP, Windows CE e Windows Server 2003. Sarà anche possibile vedere la documentazione di sicurezza che Microsoft non diffonde all’esterno nonché visitare il quartiere generale dell’azienda. A disposizione per colloqui e approfondimenti saranno anche gli sviluppatori dell’azienda e, chi lo vorrà, potrà anche effettuare propri test sul codice sorgente.

Il 97 per cento del codice sarà fatto vedere ai paesi che aderiranno a GSP e il rimanente 3 per cento sarà a disposizione presso la sede centrale dell’azienda a Redmond.

GSP rappresenta indubbiamente una reazione significativa di Microsoft all’avanzata in mezzo mondo del software open source, capace di guadagnare enormi consensi nell’opinione pubblica e presso la classe politica grazie alla trasparenza del software aperto, trasparenza vista anche come garanzia di sicurezza. Dal Sud America all’Europa, infatti, sono numerosi i paesi nei quali avanzano progetti per sostituire con piattaforme open source sistemi proprietari che, in molti casi, fanno capo proprio all’azienda di Bill Gates.

Secondo DanDan al momento sono circa 60 i paesi che sono stati individuati da Microsoft come possibili referenti per l’iniziativa e tra questi anche la Cina, dove più volte dal regime sono state espresse preoccupazioni circa il codice sorgente di Windows e dei software Microsoft, preoccupazioni che hanno portato ad un maggiore interesse verso software alternativi e aperti.

A progettare la nuova clamorosa iniziativa è stato il Chief Technical Officer di Microsoft, Craig Mundie, che secondo DanDan ci lavora sopra ormai da alcuni anni. “Mundie – ha spiegato DanDan – ha avviato contatti con funzionari governativi nel mondo, e ha tenuto incontri nei quali è emersa l’esigenza di una maggiore visibilità e accesso al codice Microsoft”. Una mossa che ora sta riscuotendo interesse ovunque. Di seguito i dettagli.


La mossa di Microsoft sta già trovando, peraltro, importanti riscontri. Ad essere già coinvolti, infatti, sono organizzazioni come la NATO e paesi come la Russia e l’Italia. E numerosi analisti hanno applaudito all’iniziativa considerandola come la più imponente ed efficace offensiva Microsoft contro “l’onda lunga” dell’open source.

Ad applaudire è stato anche il ministro italiano all’Innovazione Lucio Stanca, secondo cui “la decisione della Microsoft di mettere a disposizione dei governi il software sorgente è importante soprattutto per la sicurezza e la protezione dei dati ed in particolare delle banche dati”.

Secondo Stanca i governi potranno “lavorare in termini più efficaci nello sviluppare programmi che aumentino la sicurezza dei sistemi informativi. In questo senso Microsoft sta lavorando con un’ottantina di istituzioni pubbliche e governi mondiali, compreso quello italiano”.

Stanca ha anche sottolineato che, rispetto all’utilizzo di piattaforme open source o proprietarie, “il Governo italiano è impegnato nell’utilizzare entrambi questi standard e per questo abbiamo costituito una commissione di studio, per approfondire le opportunità e le implicazioni dei sistemi aperti”. “L’intento – ha concluso il Ministro – non è quello di dettare regole né di forzare il mercato ma di aiutare chi deve prendere decisioni ad avere tutti gli elementi per assumere le migliori soluzioni possibili”.

Da Red Hat, invece, uno dei principali player del mondo Linux e acerrimo avversario di Microsoft, è giunto solo un laconico commento: “Hanno fatto le cose a metà” perché “si può vedere ma non toccare”. Ma, a giudicare dalle molte reazioni positive, quella di Microsoft appare ai più proprio come una svolta decisamente rilevante.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Domanda
    Allora la pena è uguale all'omicidio colposo? E per furto quanto danno? Mi sembra che ci siano reati più gravi da perseguire prima di pensare alle pay tv, oppure c'è qualcosa sotto? Uno che usa schede pirata rischia di più di uno che ruba? Spiegatemi perchè sono un pò confuso.
  • Anonimo scrive:
    Rubare NON è lecito...mai
    La partita di Champions League o il filmetto con Julia Roberts NON sono beni di prima necessità, ammetto che sarei più che disposto a chiudere un occhio se qualcuno rubasse per mangiare ma se volete la macchina più bella dovete pagarla, se volete la villa più grande dovete pagarla, se volete la PayTv dovete pagarla! Proprio per il fatto che si può vivere anche senza e perché io e altri 320 dipendenti di Telepiù perderemo il posto entro un mese per colpa di chi RUBA l'abbonamento , giustificando poi il tutto dicendo che esistono reati più gravi. E allora mandiamo in galera soltanto gli assassini con almeno tre morti sulla coscienza e lasciamo liberi tutti gli altri...ladri di auto e di abbonamenti Tv compresi. Qualche post più in basso qualcuno ha detto che l'Italia è un Paese di merd@, dopo aver letto gli altri post ne sono convinto anchio.Futuro ex dipendente Telepiù(seguono 320 firme)
    • Anonimo scrive:
      Re: Rubare NON è lecito...mai
      - Scritto da: Anonimo
      La partita di Champions League o il filmetto
      con Julia Roberts NON sono beni di prima
      necessità, ammetto che sarei più che
      disposto a chiudere un occhio se qualcuno
      rubasse per mangiare ma se volete la
      macchina più bella dovete pagarla, se volete
      la villa più grande dovete pagarla, se
      volete la PayTv dovete pagarla! Proprio per
      il fatto che si può vivere anche senza e
      perché io e altri 320 dipendenti di Telepiù
      perderemo il posto entro un mese per colpa
      di chi RUBA l'abbonamento , giustificando
      poi il tutto dicendo che esistono reati più
      gravi. E allora mandiamo in galera soltanto
      gli assassini con almeno tre morti sulla
      coscienza e lasciamo liberi tutti gli
      altri...ladri di auto e di abbonamenti Tv
      compresi.
      Qualche post più in basso qualcuno ha detto
      che l'Italia è un Paese di merd@, dopo aver
      letto gli altri post ne sono convinto
      anchio.Concordo che ogni reato va punito, ma credo anche che ogni reato debba avere la giusta pena e sinceramente ritengo che qui facciano leggi a misura di Tele+ e Stream per il semplice fatto, credo, che si parla di calcio, di interessi, di miliardi di miliardi.La pirateria e' sempre esistita e sia Tele+ che Stream lo sapevano e lo sanno. Sono anche convinto che a Tele+ e Stream la pirateria abbia fatto comodo, molto comodo, perche' i decoder e gli abbonamenti minimi sono andati a ruba quando le persone hanno visto che si poteva vedere tutto con poco e avere tot decoder venduti per un motivo o per l'altro, fosse una "garanzia" per D+/Stream per dimostrare che tot era i potenziali utenti di partite/film/pubblicita'.Mi dispiace che tra poco sarai licenziato ma credo che questo sia colpa piu' della tua azienda che dei "pirati della PayTV".Perche' con la stessa logica dovrebbero mettere in galera tutti i marocchini che vendono CD/DVD audio, video e giochi. Anche loro "tolgono" lavoro a cantanti, case discografiche, etc etc...Mi dispiace per te, ma credo che questa giustizia sui reati di "pirateria della TV" sia fatta a misura di qualcuno e per cio' non giusta.Un saluto
    • Anonimo scrive:
      Re: Rubare NON è lecito...mai
      - Scritto da: Anonimo
      La partita di Champions League o il filmetto
      con Julia Roberts NON sono beni di prima
      necessità, ammetto che sarei più che
      disposto a chiudere un occhio se qualcuno
      rubasse per mangiare ma se volete la
      macchina più bella dovete pagarla, se volete
      la villa più grande dovete pagarla, se
      volete la PayTv dovete pagarla!Parole da buon predicatore ma alla fine se TU ti sei mai fatto fare una ricevuta dal tuo dentista? o per l'elettricista che ti è venuto a fare manutenzione?non è lecito ..... ma si risparmia ..... e penso che a molte persone questa parola risuoni molto beneè quando vengono toccati i propri interessi che il senso del dovere viene fuori
      Proprio per
      il fatto che si può vivere anche senza e
      perché io e altri 320 dipendenti di Telepiù
      perderemo il posto entro un mese per colpa
      di chi RUBA l'abbonamento , giustificando
      poi il tutto dicendo che esistono reati più
      gravi.Penso che ci siano cose ben + importanti da fare per questo paese, ma si sà chi c'è al governo (e tornando al discorso di prima va nei sui interessi[ anche se non è lecito ] ..... pure io avrei fatto uguale nella sua posizione)
      E allora mandiamo in galera soltanto
      gli assassini con almeno tre morti sulla
      coscienza e lasciamo liberi tutti gli
      altri...ladri di auto e di abbonamenti Tv
      compresi.Chi non ha peccato lanci la prima pietra
      Qualche post più in basso qualcuno ha detto
      che l'Italia è un Paese di merd@, dopo aver
      letto gli altri post ne sono convinto
      anchio.l' Italia è un paese meraviglioso ... italiani compresi


      Futuro ex dipendente Telepiù
      (seguono 320 firme)mi spiace,ma saresti solo una delle oltre 200000 persone che vengono silenziosamente licenziate all'anno ..... pensare che per 60000 licenziamenti in 3/4 anni della Fiat hanno fatto una tragedia ..... e gli altri 170000 all'anno? ..... speriamo solo che tutti non inizino a bloccare le autostrade .....
  • Attila Xihar scrive:
    Una notizia cosi' grave...
    Come mai PI non ha messo una notizia cosi' grave tra quelle principali della giornata, ma le ha riservato solo uno spazietto laterale? Mah...Sul merito della norma, meglio stendere un velo pietoso. Ormai si rischia meno a spacciare eroina che a vedersi una partita di Champions League senza pagare.Corte Costituzionale, salvaci tu!
  • Sellerina scrive:
    Questi sono pazzi???
    Arrestare quelli che copiano carte per il satellite??? Ma se anche al telegiornale dicono che le persone che uccidono sono dei bravi ragazzi? Per non parlare di quelli che fanno le rapine e poi vengono uccisi.. Bravi ragazzi!!! Pero' se una copia una carta per il satellite deve finire in carcere!
    • Anonimo scrive:
      Re: Questi sono pazzi???
      Non hai ancora capito?? Per rubare bisogna rubare tanto, ma tanto tanto, svariati miliardi, poi entrare in politica. Se qualcuno ti indaga tu lo accusi che c'è dietro un complotto politico e fai mettere lui in carcere. Poi ti fai una legge su misura ed è fatta. Ti ricorda qualcosa o qualcuno??
  • Anonimo scrive:
    Tanto c'è l'indulto...
    quindi siccome in carcere non ci sta già abbastanza gente mettiamoci dentro anche qusti pericolosi criminali informatici. ah, dimenticavo, adesso vado a farmi un falso in bilancio per un paio di milioni, nessun problema!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto c'è l'indulto...
      Ma si, e quando hai finito ci vediamo ed andiamo a farci anche una bella rapina a mano armata, tanto se anche ci beccano siamo fuori al massimo in due mesi......Che paese del c@##o che sta diventando l'Italia......Anche colpa nostra comunque che continuoiamo a tenercii soliti politici incompetenti da 40 anni che pensano soloai propri interessi. Tanto lor hanno scorta, stipendio e pensione assicurata, che volete che gli interessi di NOIcittadini che sgobbiamo 12 ore al giorno per far quadrare un bilancio familiare.Che tristezza ragazzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Tanto c'è l'indulto...
      ma ancor prima dell'indulto c'è la CONDIZIONALE! ehehchi ha paura di sta notizia?
  • Anonimo scrive:
    Uh Uh
    Ke paura
Chiudi i commenti