La tavoletta grafica, senza tavoletta

Wacom disegna il futuro delle Pen Tablet. Con la nuova Inkling sarà possibile digitalizzare gli schizzi realizzati direttamente su carta

Roma – Wacom stravolge il concetto stesso di tavoletta grafica, quella periferica utilizzata da artisti e progettisti CAD che permette di disegnare a mano libera con una penna digitale al posto del mouse. Nelle classiche Wacom il movimento della stilo viene riconosciuto dall’apposita tavoletta di plastica e lo schizzo appare solamente sul monitor. Con la nuova penna Inkling è invece possibile scrivere e disegnare direttamente su carta.

La penna magica in questione, venduta a 199 dollari, è caricata con “vero” inchiostro per scrivere sui fogli di qualunque tipo ma lavora in accoppiata con un piccolo sensore che registra ogni tratto tracciato. Una volta terminato il disegno in bianco e nero basterà collegare il gadget al computer, via USB, per trasferire i dati.

Tramite l’apposito software realizzato da Wacom sarà poi possibile convertire lo sketch acquisito da immagine raster a vettoriale : tecnica che consente d’ingrandire l’immagine arbitrariamente, senza che si verifichi una perdita di risoluzione.

Portare il disegno sul computer a lavoro finito, utilizzando un semplice scanner, non è proprio la stessa cosa. La Inkling consente infatti di dividere il progetto in “livelli”, per separare gli elementi dallo sfondo fin dall’inizio, ed è comunque sensibile alla pressione, cosa che garantisce la possibilità di giocare con le sfumature. Stando alle specifiche rilasciate, non dovrebbe far rimpiangere i prodotti consumer tradizionali dello stesso produttore. In ogni caso, il video promozionale rilasciato dall’azienda nipponica vale più di mille parole.

Roberto Pulito

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • hermanhesse scrive:
    [OT] A proposito del don't be evil
    Oggi sembra che le API di translator siano giunte al loro termine di utilizzo "free".Difatti, se si prova da una app a fare la traduzione si riceve:"Suspected Terms of Service Abuse."Provando a creare una API key, si vede che i caratteri "gratuiti" per traduzione sono stati portati a zero.Fine dei giochi quindi? Voi ne sapete qualcosa in più?
  • LaNberto scrive:
    Don't be evil
    sì, larillallera
    • Nome e cognome scrive:
      Re: Don't be evil
      - Scritto da: LaNberto
      sì, larillallerasi dice sempre una cosa e se ne fa un'altra 8)
    • MeX scrive:
      Re: Don't be evil
      ero venuto qui a fare esattamente lo stesso post :D
    • Izio01 scrive:
      Re: Don't be evil
      - Scritto da: LaNberto
      sì, larillalleraBoh, non mi pare di capire che si tratti di spaccio di droga o roba simile. "Evil" per aver accettato inserzioni del Canada non in regola con gli USA mi sembra inappropriato.
    • SCF IS EVIL scrive:
      Re: Don't be evil
      - Scritto da: LaNberto
      sì, larillalleraPermettere ai residenti USA di pagare la metà i farmaci venduti dal Canada non mi sembra proprio "Evil" se non al business della sanità USA che tratta le persone peggio degli animali.
      • vac scrive:
        Re: Don't be evil

        Permettere ai residenti USA di pagare la metà i
        farmaci venduti dal Canada non mi sembra proprio
        "Evil" se non al business della sanità USA che
        tratta le persone peggio degli animali.Gli USA lucrano sui farmaci come l'Italia lucra sulle sigarette.Ma i farmaci possono essere indispensabili!!
Chiudi i commenti