La TV pubblica e gli hacker dei sette mari

I server di PBS finiti nelle grinfie del collettivo LulzSec, non propriamente impressionato da un documentario sui segreti di Wikileaks. La resurrezione del rapper Tupac ha fatto subito il giro della Rete. Insieme ai dati dell'emittente

Roma – “Ragazzi. Certo che Tupac è vivo. Non avete forse letto l’ultimo articolo della PBS ? Perché mai dovrebbero mentire a più di 750mila seguaci?”. Così uno degli ultimi cinguettii su Twitter del misterioso collettivo LulzSec , recentemente intervenuto sul noto social network per rivendicare una curiosa cyberoffensiva nei confronti del broadcaster statunitense Public Broadcasting Service (PBS).

“Saluti, Internets – si può leggere in un’ironica missiva pubblicata su Twitter dallo stesso gruppo di cyberattivisti – Abbiamo appena finito di vedere WikiSecrets e siamo tutt’altro che impressionati. Abbiamo dunque deciso di far salpare la nostra Lulz Boat verso i server di PBS , per un maggiore… coinvolgimento. Gente, dite ciao ai meandri dei server della Public Broadcasting Service “.

E gli Internets hanno in effetti salutato su pastebin una massiva quantità di informazioni e dati personali, incollata dai membri di LulzSec dopo le picaresche scorribande di Lulz Boat . Ad essere stati rivelati, nomi e indirizzi IP dei server interni di PBS, insieme alle identità di dozzine di blogger. Ma anche indirizzi di posta elettronica e password legate agli account di circa 200 fonti affiliate , ovvero assoldate nella cosiddetta pressroom del broadcaster .

Ma, oltre al danno, c’è la beffa . I membri di LulzSec sono riusciti a piazzare su PBS Newshour un falso articolo dal titolo Tupac è ancora vivo ed è in Nuova Zelanda . Una notizia certo clamorosa se data in prima pagina da una fonte affidabile come quella statunitense. L’improvvisa resurrezione kiwi del rapper – deceduto quasi 20 anni fa – ha immediatamente fatto il giro del web, scalando addirittura le classifiche di Google News.

Alla base dell’attacco sembra comunque esserci un recente documentario di PBS sui segreti del sito delle soffiate Wikileaks. Stando al parere del gruppo – in realtà simile a quello espresso dal founder Julian Assange – il filmato avrebbe presentato una vera e propria distorsione della realtà, evitando di raccontare le reali condizioni in cui vive attualmente l’ex-soldato Bradley Manning .

Tra le gesta compiute dal gruppo LulzSec – che ha poi negato qualsiasi legame con quello più noto degli Anonymous – l’attacco informatico contro il sito giapponese di Sony BMG. Il collettivo aveva successivamente preso di mira Fox.com , rilasciando migliaia di dati relativi ad aspiranti concorrenti del talent show televisivo X-Factor . LulzSec ha ora annunciato una nuova offensiva contro il colosso nipponico, che dovrà prepararsi alla sua apocalisse lulz .

Mauro Vecchio

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • ThEnOra scrive:
    Un mondo...
    ...senza brevetti e diritti d'autore? Semplice!Just a matter of copy-and-paste ! :D :D
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Un mondo...
      Esatto... saremmo avanti almeno di 200 anni e milioni di persone sarebbero ancora vive invece che bloccati da millemila assurdi lacciuoli da brevetti che poco ci manca che abbraccino anche la virgola, l'aria o la sequenza di mettere un piede avanti all'altro e camminare...
      • ThEnOra scrive:
        Re: Un mondo...
        La tua risposta si basa su fatti concreti, tangibili e misurabili, giusto? Oppure è solo quel che pensa tuo cuggino?
        • The Dude scrive:
          Re: Un mondo...
          - Scritto da: ThEnOra
          La tua risposta si basa su fatti concreti,
          tangibili e misurabili, giusto? Oppure è solo
          quel che pensa tuo
          cuggino?Leggiti la biografia di Sabin e impara anche qualcosa che non ti sia imposto.
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Un mondo...
          Vivi in questo mondo nel 2011 o sei sbarcato stamattina da qualche navetta? Mai sentito parlare di brevetti sui farmaci compresi quelli salvavita? Mai sentito dei danni che fanno la Monsanto e compagnia bella in giro per il mondo impedendo di conservare le sementi (come si e' sempre fatto) e inquinando coi loro ogm anche campi estranei e poi rivendicando diritti e accusando di furto i padroni dei campi? Mai sentito parlare dei brevetti software dove ancora un poco ti brevettano il ciclo for-next e tu devi reinventare la ruota ogni giorno ma molto diversa se no o sborsi o ti prendi una denuncia? Mai sentito parlare dei brevetti su sostanze naturali usate da popoli da intere generazioni? Apri gli occhi e informati.Gli scienziati veri come Sabin, Tim-Berners Lee e compagnia bella non sono corsi all'ufficio brevetti e li devi ringraziare fino allo sfinimento se sei ancora qui e puoi scrivere su PI.
      • mah scrive:
        Re: Un mondo...
        - Scritto da: ciccio quanta ciccia
        Esatto... saremmo avanti almeno di 200 anni e
        milioni di persone sarebbero ancora vive invece
        che bloccati da millemila assurdi lacciuoli da
        brevetti I brevetti hanno permesso l'avanzamento dell'umanità, perché senza protezione del diritto d'autore, nessuno ha incentivo nel creare nulla di nuovo.
        • hermanhesse scrive:
          Re: Un mondo...
          Già, difatti prima che esistessero mi sembra ci fossero solo le clave e la ruota...a no, quella no...Mi fai un piacere? La smetti? Grazie.
        • The Dude scrive:
          Re: Un mondo...

          I brevetti hanno permesso l'avanzamento
          dell'umanità, perché senza protezione del diritto
          d'autore, nessuno ha incentivo nel creare nulla
          di
          nuovo.Bravo, se ragionassero tutti come te o come quei deficienti che brevettano anche l'aria sai dove saremmo? Leggiti la biografia di Sabin, questo è un estratto da wiki ma le persone come te se la dovrebbero leggere tutta:Sabin non brevettò la sua invenzione, rinunciando allo sfruttamento commerciale da parte delle industrie farmaceutiche, cosicché il suo prezzo contenuto ne garantisse una più vasta diffusione della cura:« Tanti insistevano che brevettassi il vaccino, ma non ho voluto. È il mio regalo a tutti i bambini del mondo »Dalla realizzazione del suo diffusissimo vaccino anti-polio il filantropo Sabin non guadagnò quindi un solo dollaro, continuando a vivere con il suo stipendio di professore universitario.E qua non si parla di un inutile smartphone ma di un vaccino anti polio.Fortunatamente al mondo non sono tutti come te.
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Un mondo...
            Credono ancora alle favole che ci vuoi fare....
          • The Dude scrive:
            Re: Un mondo...
            Ma la cosa più drammatica è che queste assurdità che cercano di inculcarci fanno presa...quello di prima crede veramente al fatto che senza brevetti l'umanità non avanzerebbe....terrificante....
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Un mondo...
            Se non ci credessero il mondo non sarebbe ridotto com'e' ora...E arriviamo a queste XXXXXte: http://news.nationalgeographic.com/news/2005/10/1013_051013_gene_patent.html
          • The Dude non loggato scrive:
            Re: Un mondo...
            Questa poi è l'apoteosi della stupidità umana, brevettare i geni....
          • ThEnOra scrive:
            Re: Un mondo...
            "Sabin non brevettò la sua invenzione, rinunciando allo sfruttamento commerciale..."La biografia di Sabin non l'ho letta (se almeno mi avessi indicato un editore...) però mi è bastato fermarmi alle prime due righe del tuo post che ho riportato sopra.Chiaro, no? Ti do un aiuto: rifletti sul verbo "rinunciare".In che mondo e mondo è obbligatorio brvettare? Secondo te la Coca-Cola ha brevettato la sua formula?
          • ciccio quanta ciccia scrive:
            Re: Un mondo...
            Non e' una scelta individuale quando lavori per un'azienda e decide lei e automaticamente quanto TU scopri diventa suo. Guarda caso proprio i medicinali anti AIDS sono brevettati... non ne azzecchi una...
          • ThEnOra scrive:
            Re: Un mondo...
            Adesso lavorare per un'azienda non è una scelta individuale... ma vi rendete conto delle boiate che scrivete voi?Capisco benissimo il vostro punto di vista, ma da qui al dire che senza il sistema dei brevetti/copiright la società sarebbe avanti di 200 anni mi sembra azzardato. Può essere un'ipotesi, ma se i contenuti sono quelli che avete proposto, beh, non siete affatto convincenti e non ne azzeccate una...
          • The Dude non loggato scrive:
            Re: Un mondo...
            Proprio non ci arrivi, eh?Tu sei partito affermando una castroneria ENORME, rileggiti il tuo post, và, e cerca di vedere le cose con la tua testa.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Un mondo...
            - Scritto da: The Dude non loggato
            Proprio non ci arrivi, eh?

            Tu sei partito affermando una castroneria ENORME,
            rileggiti il tuo post, và, e cerca di vedere le
            cose con la tua
            testa.Senza brevetti/copyright tutto si riduce a un copy & paste (e non cut&paste).Spiegami la castroneria che avrei detto. La verità è che la mia frase è l'essenza della sintesi, in forma sarcastica, di ciò che sarebbe oggi la società senza, appunto, il sistema dei brevetti e del copyright.Mi sbaglio? Rispondimi allora perchè?Preciso che non sto dando un giudizio sul bene o male dell'esistenza dei brevetti/copyright.
          • The Dude scrive:
            Re: Un mondo...

            Senza brevetti/copyright tutto si riduce a un
            copy & paste (e non
            cut&paste).

            Spiegami la castroneria che avrei detto. La
            verità è che la mia frase è l'essenza della
            sintesi, in forma sarcastica, di ciò che sarebbe
            oggi la società senza, appunto, il sistema dei
            brevetti e del
            copyright.

            Mi sbaglio? Rispondimi allora perchè?Perchè è nell'essenza dell'uomo scoprire e innovare. Quello che un tempo si faceva per l'interesse dell'umanità ora si fa per l'interesse di poche aziende, quelle che hanno i soldi per muoversi bene in quel mondo.Ora, nonostante l'esistenza del copyright per millenni l'umanità è progredita. Certo, c'era anche (soprattutto) chi faceva dei semplici copy&paste ma anche chi faceva delle migliorie su quanto inventato e tirava fuori qualcosa di nuovo.Sto ovviamente parlando di cose basilari quali la medicina, la genetica, l'alimentazione, i trasporti, le comunicazioni ed altro, non sicuramente la forma di uno smartphone.L'introduzione del copyright ha di fatto falsato tutto perchè da strumento di difesa (scopo per il quale, presumo, è nato) è diventato uno strumento di offesa e, come tale, controprocudente alla crescita.Non sto ovviamente dicendo che debba essere eliminato, ma rivisto sicuramente si.
          • ThEnOra scrive:
            Re: Un mondo...
            Ecco vedi che la castroneria non l'ho detta!Anche tu riconosci la possibilità del mero copy&paste come anch'io riconosco che anche in assenza di copyright e patents (per dirle entrambi in inglese) le innovazioni ci sono state, tuttavia il dato che secondo me è importante è che la moltitudine di persone continuerebbe a fare semplicemente copy&paste, disconoscendo eventuali pretese dell'inventore/autore di quella data cosa, mentre solo poche persone innoverebbero.Aggiungo, anch'io sono dell'idea di una revisione totale del copyright e del sistema dei brevetti.
          • uno qualsiasi scrive:
            Re: Un mondo...

            state, tuttavia il dato che secondo me è
            importante è che la moltitudine di persone
            continuerebbe a fare semplicemente copy&paste,
            disconoscendo eventuali pretese
            dell'inventore/autore di quella data cosa,Pretese che sono, in genere, del tutto infondate. Se qualcuno ti copia, a te cosa importa? Perchè dovrebbe pagarti?
          • ThEnOra scrive:
            Re: Un mondo...
            XXXXX miei. Punto. Che t'importa a te!?!?
          • The Dude non loggato scrive:
            Re: Un mondo...
            Allora lsciamo tutto alla "buona fede" delle case farmaceutiche allora, che brevettano qualunque cosa. Morale=0
        • lol scrive:
          Re: Un mondo...
          - Scritto da: mah
          - Scritto da: ciccio quanta ciccia

          Esatto... saremmo avanti almeno di 200 anni e

          milioni di persone sarebbero ancora vive invece

          che bloccati da millemila assurdi lacciuoli da

          brevetti
          I brevetti hanno permesso l'avanzamento
          dell'umanità, perché senza protezione del diritto
          d'autore, nessuno ha incentivo nel creare nulla
          di
          nuovo.Ma anche no...
        • ciccio quanta ciccia scrive:
          Re: Un mondo...
          Eh gia' gia'... infatti non e' mai stato creato nulla di nulla fino all'invenzione del diritto d'autore... ma per favore! Studia!
  • Fetente scrive:
    Magnifico, ottimo risultato
    ... ora i brevetti oltre a frenare l'innovazione con cause sui prodotti immessi in commercio, potranno bloccare sul nascere anche i prodotti ancora da progettaree il bello è che sono sempre e solo brevetti software cioè brevetti sul nulla visto che un software è semplicemente una delle tantissime modalità di far funzionare un hardware, quello sì, realizzato grazie a invenzioni e tecnologie.Che schifo
    • ruppolo scrive:
      Re: Magnifico, ottimo risultato
      - Scritto da: Fetente
      e il bello è che sono sempre e solo brevetti
      software cioè brevetti sul nulla Prova a sviluppare software, poi veedrai quanto "nulla" è.
      • Thr scrive:
        Re: Magnifico, ottimo risultato
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Fetente


        e il bello è che sono sempre e solo brevetti

        software cioè brevetti sul nulla

        Prova a sviluppare software, poi veedrai quanto
        "nulla"
        è.Super Quotone !
      • remote scrive:
        Re: Magnifico, ottimo risultato
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Fetente


        e il bello è che sono sempre e solo brevetti

        software cioè brevetti sul nulla

        Prova a sviluppare software, poi veedrai quanto
        "nulla"
        è.non che tu ne capisca qualcosa in tal proposito
      • Mela avvelenata scrive:
        Re: Magnifico, ottimo risultato
        - Scritto da: ruppolo
        - Scritto da: Fetente


        e il bello è che sono sempre e solo brevetti

        software cioè brevetti sul nulla

        Prova a sviluppare software, poi veedrai quanto
        "nulla"
        è.Bella prospettiva quella di infrangere un brevetto ogni volta che si mette giù una riga di codice!!
      • hermanhesse scrive:
        Re: Magnifico, ottimo risultato
        E tu che cosa ne sai di come si sviluppa il software? :D (ROTFL)
        • ruppolo scrive:
          Re: Magnifico, ottimo risultato
          - Scritto da: hermanhesse
          E tu che cosa ne sai di come si sviluppa il
          software? :D
          (ROTFL)Io sviluppavo software quando tu ancora succhiavi il biberon :D
          • Fiber scrive:
            Re: Magnifico, ottimo risultato
            - Scritto da: ruppolo
            - Scritto da: hermanhesse

            E tu che cosa ne sai di come si sviluppa il

            software? :D

            (ROTFL)

            Io sviluppavo software quando tu ancora succhiavi
            il biberon
            :Dtu Rupollo l'unica cosa che hai sviluppato e che sviluppi ancora in abbondanza ai giorni d'oggi sono solo boiate galattiche quando scrivi su questo sito
  • The Dude scrive:
    Paradossale
    Ormai questi qua sono andati completamente fuori da ogni logica.A furia di farsi delle azioni legali a vicenda hanno perso di vista la realtà e sono giunti al più paradossale degli eventi: per evitare di copiarsi, guardano l'uno i modelli dell'altro.Demenza allo stato puro.
    • Papple scrive:
      Re: Paradossale
      - Scritto da: The Dude
      Ormai questi qua sono andati completamente fuori
      da ogni
      logica.
      A furia di farsi delle azioni legali a vicenda
      hanno perso di vista la realtà e sono giunti al
      più paradossale degli eventi: per evitare di
      copiarsi, guardano l'uno i modelli
      dell'altro.
      Demenza allo stato puro.E'la nuova frontiera Apple lo spionaggio industriale autorizzato da un giudice, certo che come idee innovative nessuno batte Apple
    • ciccio quanta ciccia scrive:
      Re: Paradossale
      E' il risultato di quella follia che è il brevetto; follia che negli ultimi anni ha raggiunto livelli di assurdità stellari.
Chiudi i commenti