La visita medica si prenota via SMS

Pagine3 e i medici di base: la prenotazione delle visite oggi si gestisce con un SMS

Roma – Arriva una novità dal portale interattivo Pagine3 : un servizio dedicato ai medici di base che permette ai pazienti di prenotare visite mediche via cellulare, smartphone o PC . Uno strumento che potrebbe rivelarsi davvero utile nella vita di tutti i giorni.

Pagine3 “L’organizzazione delle visite dai medici di base spesso può costituire una criticità – spiegano quelli di Pagine3 – Sia che si tratti di singoli ambulatori o di studi medici associati, la gestione delle prenotazioni delle visite è un problema che richiede tempo quando non addirittura la presenza di una segreteria vera e propria. Ulteriore complessità nell’organizzazione della giornata è dettata dalle visite degli Informatori Medico Scientifici (IMS) che si susseguono con frequenze non sempre gestibili in maniera ottimale”.

E qui entra in scena il nuovo servizio: “Una volta registrati sul portale Pagine3, i medici potranno consentire ai propri pazienti di accedere 24 ore su 24 – cliccando su www.pagine3.it attraverso un laptop o un PC, o su www.pagine3.mobi se il collegamento avviene tramite un telefono cellulare o smartphone – alla loro vetrina, con la possibilità di verificare orari, disponibilità e, soprattutto, con l’opportunità di prenotare in modo automatico e gratuito la visita, ricevendone tempestiva conferma”.

Il servizio informativo, il cui utilizzo non comporta il sostenimento di alcun costo per i pazienti, per i medici che lo attivano ha invece un costo di 30 euro. L’attivazione dei servizi di prenotazione via SMS avviene invece attraverso l’acquisto di una carta ricaricabile.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Tigerman scrive:
    Mha...
    Il caro vecchio silicio rimarrà protagonista ancora per qualche anno,spinto sopratutto dall'economicità della materia prima.Non se esistano delle buone alternative.
    • bubusettete scrive:
      Re: Mha...
      il silicio è una materia deperibile e sopratutto finirà per scarseggiare a questi ritmi di utilizzi, anche perchè le campagne di riciclo fanno CAGARE...per il resto non vedo assolutamente cosa centri il nesso tra il silicio e il problema della massima potenza dei calcolatori, è un fattore fisico che non ha nulla a che vedere con il tipo di materiale, ma con la struttura della "materia"...questi investimenti sono fatti a scopo di garantire studi prettamente fisici in grado di scovare nuovi metodi di utilizzo degli atomi e delle molecole, visto che non c'è proprio modo di spingersi più di così nella potenza dei calcolatori e con precondizioni che non sono decidibili da noi, credo sia molto difficile dire ad un atomo di occupare meno spazio :) .
      • Ricky scrive:
        Re: Mha...
        - Scritto da: bubusettete
        credo sia molto difficile dire
        ad un atomo di occupare meno spazio :)
        .Mai visto l'interno della scatola cranica di Berlusconi?Li le leggi fisiche sono come quelle dell'infinitamente piccolo, magari si puo' comprimere anche il vuoto...!
      • Tigerman scrive:
        Re: Mha...
        Em...il silicio è la sabbia...opportunamente lavorata e drogata.Ok,non ci si può spigere oltre per motivi fisici,ma ora come ora non vedo alternative valide ed economiche.Con questi studi penso che cerchino di sviluppare gli attuali elementi circuitali a dimensioni minori,non credo vogliano implementarne di nuovi,da qualche a parte ho letto di studi con i quali vorrebbero sostituire l'attuale corrente con la luce...ma è roba strettamente teorica
Chiudi i commenti