L'Afghanistan scopre il bonifico SMS

Vodafone lancia nel paese un servizio mobile per il trasferimento di denaro, soluzione già adottata in Africa e in altri paesi emergenti privi di strutture bancarie adeguate

Roma – Vodafone ha ufficializzato il lancio del primo servizio mobile afgano per trasferimenti di contante. “Si può spedire denaro, prelevare, pagare le bollette o le rate, e il tutto in pochi secondi”, ha spiegato Aleeda Fazal, responsabile della società afgana Roshan, partner di Vodafone nel progetto.

people Il sistema adottato si è già dimostrato vincente in Kenya, dove dal marzo scorso circa 1,6 milioni di persone hanno potuto finalmente disporre di servizi bancari fino a poco tempo fa impensabili. Il problema in contesti di questo genere è che spesso il numero di sportelli e di bancomat è troppo basso per soddisfare la domanda – o comunque mal distribuito sul territorio.

“Siamo ancora all’inizio, ma quando vedi la bassa penetrazione bancaria nei mercati emergenti, in confronto a quella delle telefonia mobile, allora è evidente che il potenziale è grande”, ha sottolineato James Moberly, senior manager per i sistemi di pagamento di Vodafone. Inoltre, come già rilevato anni fa con i primi esperimenti africani ogni operazione mobile evita agli utenti di portare con sé contanti, riducendo drasticamente il rischio di rapine.

Come riporta AFP , il segmento specifico è in fermento. La stessa GSM Association , che rappresenta più di 700 operatori, ha stimato che i servizi mobili di “money transfer”, nel mondo, sono ormai una dozzina e vantano circa 10 milioni di utenti.

In dettaglio, il compito dell’operatore mobile è comunque sempre minimo, dato che di fatto si comporta come un semplice intermediario. L’utente deposita il denaro che desidera sul suo “conto” mobile, poi spedisce un SMS al suo debitore. Quest’ultimo può andare a prelevare la cifra pattuita presso il più vicino negozio di telefonia oppure lasciarla in deposito sul suo conto virtuale. “L’operatore riceve una piccola commissione, ma soprattutto consolida il rapporto con i clienti e incrementa il traffico sul suo network”, ha spiegato David Pringle della GSM Association.

L’unico problema, al momento, è che il trasferimento di fondi può essere effettuato entro i limiti dello Stato. Sono quindi esclusi dal servizio tutti i lavoratori che operano all’estero. Una forza lavoro che GSM Association ha stimato in 200 milioni di persone, con trasferimenti medi di 2/3 mila dollari all’anno.

Insomma, la prossima sfida sarà quella di mettere le mani su almeno una fetta di quei 250 miliardi di dollari che ogni anno vengono trasferiti dai paesi più ricchi a quelli emergenti. La GSM Association vi sta già lavorando con un programma pilota avviato l’anno scorso. La squadra al momento è formata da 19 operatori mobili presenti su 100 paesi diversi, Mastercard e la specialista del trasferimento internazionale, Western Union. Una corazzata, se paragonata al vecchio brigantino TextPayMe di Amazon, che nel 2005 esplorò per prima il mondo dei liquidi via SMS.

Dario d’Elia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Di ME scrive:
    E' ridicolo che...
    che 2 lamerini script kiddie di cui uno minorenne e che si e no sapeva soffiarsi il nasino da solo possano prendere il controllo di computer nella sede si enti governativi/militari che hanno a che fare con gli armamenti nucleari... e' ridicolo e assurdo, Windows dovrebbero vietarlo in posti del genere
    • Io blocco il P2P scrive:
      Re: E' ridicolo che...
      - Scritto da: Di ME
      che 2 lamerini script kiddie di cui uno minorenne
      e che si e no sapeva soffiarsi il nasino da solo
      possano prendere il controllo di computer nella
      sede si enti governativi/militari che hanno a che
      fare con gli armamenti nucleari... e' ridicolo e
      assurdo, Windows dovrebbero vietarlo in posti del
      genereIl bello della sicurezza è quello...non è come nei film dove ci vogliono ore ore ore, sembra una guerra!Se c'è un bug, con lo script giusto si brekka immediatamente...bravi i ragazzini.
      • obbligatori o scrive:
        Re: E' ridicolo che...

        Il bello della sicurezza è quello...non è come
        nei film dove ci vogliono ore ore ore, sembra una
        guerra!

        Se c'è un bug, con lo script giusto si brekka
        immediatamente...bravi i
        ragazzini.Ma lo "script giusto" da dove nasce? Generazione spontanea?Oppure qualche programmatore passa ore ore ore a scovare e capire come sfruttare i bug?
        • haxxor scrive:
          Re: E' ridicolo che...
          la seconda che hai detto, e quel programamtore lì è pragato fior di quattrini per farlo, poi l'exploit viene reso noto (non sempre fortunamatamente) e si fà in modo che venga corretto.MAtra il dire ed il fare c'è in mezzo l'utente/amminisrtatore di rete che non mette tutte tutte tutte tutte tutte le parch o qualche nota società di Redmond che non rilascia tutte le patch immediatamente o qulche produttore di software che tarda a pathcare i propri gingilli e ti lascia una finestra di tempo in cui un exploit pubblicamente noto funziona.in questo caso poi questi due manco sapevano crearlo l'exploit nè probabilmente sapevano davvero capirlo (come me del resto, per fare quel lavoro lì ci volgiono le OO quadrangolari) e hanno modificato un malware noto (se cerchi bene lo puoi trovare anche tu!).io che questi abbiano infettato i computer del centro ricerche bla bla bla ci credo. PERO' pure io ho visto computer win delle centrali elettriche italiane che andavano sverminati, però si tratta quasi sempre del computer della segretaria o dell'ultimo degli ultimi, i dati seri sono sempre su server seri, e quelli non li infetti con uno sparaspam schioccando le dita!sarebbe stato molto + pericoloso un keylogger, in fondo anche l'ultima delle segretarie ogni tanto batte qualche lettera con delle info + o - riservate.
      • ... scrive:
        Re: E' ridicolo che...
        - Scritto da: Io blocco il P2P
        Se c'è un bug, con lo script giusto si brekka
        immediatamente...bravi i
        ragazziniBravissimi guarda. Un po' come i ladri di macchine e gli scippatori, gente in gamba, eh? Complimenti per aver reso perfettamente che razza di persona sei con questo tuo messaggio. La classica persona che crede che fregare il prossimo sia "figo".
        • marto tortio scrive:
          Re: E' ridicolo che...
          ma fregare il prossimo è FIGO, perchè dimostra quanto imbecille sia la persona che si è fatta fregare ;-)
          • rotfl scrive:
            Re: E' ridicolo che...
            - Scritto da: marto tortio
            ma fregare il prossimo è FIGO, perchè dimostra
            quanto imbecille sia la persona che si è fatta
            fregareQui non si tratta di una pubblica dimostrazione dell'ingenuita' della gente a scopo preventivo, questi la gente la fregavano davvero; trojan li installavano davvero sui computer di utenti ignari.
          • supercast scrive:
            Re: E' ridicolo che...
            infatti è così che i nostri politici ragionano.bravi!
  • the moment of silence scrive:
    ATOMIC LOL
    SoBe sostiene di aver preso il controllo anche di alcune macchine gestite dai Sandia National Laboratories, i lab governativi impegnati anche nello sviluppo di tecnologie correlate alle armi nucleari.ATOMIC LOL!!
Chiudi i commenti