L'antiphishing di Google semina password

Una debolezza della Google Toolbar per Firefox ha fatto sì che le email e le password di alcuni utenti divenissero di dominio pubblico. Pronta la risposta di BigG

Roma – Un recente advisory pubblicato dalla società Finjan ha portato alla luce una grave quanto imbarazzante breccia nella sicurezza di Safe Browsing , la tecnologia antiphishing inclusa nella celebre Google Toolbar per Firefox.

Secondo quanto spiegato da Finjan, l’estensione antiphishing di Google ha inavvertitamente raccolto e reso pubblici gli indirizzi email e le password di alcuni utenti . Quanto accaduto si spiega con il fatto che gli utenti del software di Google possono segnalare ad una blacklist pubblica l’URL di eventuali siti sospetti: il problema è che alcuni di questi siti inglobano nome utente e password direttamente nell’URL, così quando questo appare nella blacklist i dati degli utenti divengono di dominio pubblico.

Non appena avvertita della debolezza, Google ha provveduto ad eliminare dal proprio database antiphishing tutti gli URL – per fortuna una piccola minoranza – che contenevano dati di autenticazione degli utenti, indirizzi email o token di sessione. BiG ha inoltre rilasciato una nuova versione della propria toolbar capace di eliminare automaticamente dagli URL inviati alla propria blacklist eventuali dati di login.

“Stiamo avvisando tutti gli utenti che hanno involontariamente rivelato informazioni personali di cambiare immediatamente le password compromesse”, ha affermato un portavoce americano di Google.

Finjan, che qui ha pubblicato lo snapshot di un porzione di blacklist contenente le succitate violazioni alla privacy, ha avvisato Google del problema all’inizio di gennaio.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Msdead scrive:
    Alla faccia dell'accordo!?!
    Scusate ma io devo rileggere sul vocabolario cosa vuol dire la parola "accordo".Microsoft accusa Linux, Novell dice di lasciar perdere Windows Vista...più che accordo mi sembra di vedere "Red e Toby: Amici Nemici".
  • Anonimo scrive:
    AhAhahAAh!!
    Questa poi è proprio divertente. la migliore che si potesse sentire..!
  • Anonimo scrive:
    Ci vuole coraggio...
    ...a dire che suse linux è meglio di windows vista, soprattutto se il messaggio è indirizzato a utenti finali (rotfl)povere aziende open source, con questa testa che vi ritrovate sulle spalle ne fare di strada... oh se ne farete :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci vuole coraggio...
      - Scritto da:
      ...a dire che suse linux è meglio di windows
      vista, soprattutto se il messaggio è indirizzato
      a utenti finali
      (rotfl)

      povere aziende open source, con questa testa che
      vi ritrovate sulle spalle ne fare di strada... oh
      se ne farete
      :-oSe quegli utenti hanno avuto il coraggio di usare windows puoi dirgli qualsiasi cosa :D :D :D :D
    • mythsmith scrive:
      Re: Ci vuole coraggio...
      - Scritto da:
      ...a dire che suse linux è meglio di windows
      vista, soprattutto se il messaggio è indirizzato
      a utenti finali
      (rotfl)
      E' così che windows ha cominciato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ci vuole coraggio...
      - Scritto da:
      ...a dire che suse linux è meglio di windows
      vista, soprattutto se il messaggio è indirizzato
      a utenti finali
      (rotfl)

      povere aziende open source, con questa testa che
      vi ritrovate sulle spalle ne fare di strada... oh
      se ne farete
      :-oHa parlato il rotolo di carta igienica dello zio bill....pensa a cos'hai tu in bocca!!!!
  • Anonimo scrive:
    su linux no ngirano i giochi e altri pro
    fin oa quando i giochetti per pc non girano su linux, la suite di adobe e macromedia no ngira su linux, si e' costretti a restare su microsoft.il resto sono solo discorsi da bar
    • 5ze247940 scrive:
      Re: su linux no ngirano i giochi e altri
      Adobe Photoshop installata senza problemi,Morrowind installato senza problemi...A cosa Ti riferisci esattamente?
      • Anonimo scrive:
        Re: su linux no ngirano i giochi e altri
        - Scritto da: 5ze247940
        Adobe Photoshop installata senza problemi,Quale versione?
        Morrowind installato senza problemi...
        A cosa Ti riferisci esattamente?Alle tonnellate di giochi e applicativi che non girano su wine.
        • Anonimo scrive:
          Re: su linux no ngirano i giochi e altri
          per quello dio ha creato cedega
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            - Scritto da:
            per quello dio ha creato cedegaQuindi posso giocare a oblivion sotto linux?In ogni caso la questione fondamentale è: i giochi futuri, siamo certi che funzioneranno sempre e comunque? Con windows è assicurato
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            per quello dio ha creato cedega

            Quindi posso giocare a oblivion sotto linux?

            In ogni caso la questione fondamentale è: i
            giochi futuri, siamo certi che funzioneranno
            sempre e comunque? Con windows è
            assicuratoCome posso giocare con i giochi per ps3 sotto win ?!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            per quello dio ha creato cedega



            Quindi posso giocare a oblivion sotto linux?



            In ogni caso la questione fondamentale è: i

            giochi futuri, siamo certi che funzioneranno

            sempre e comunque? Con windows è

            assicurato


            Come posso giocare con i giochi per ps3 sotto win
            ?!!!Ma hai presente la dimensione del mercato giochi ps e windows rispetto a quello linux? Su linux sei costretto ad emulare i giochi semplicemente perché a parte due giochi due e qualche gioco hobbisitico mancano completamente!
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            Sici ho giocato personalmente e ti posso assicurare che se non sei schizzinoso per gli shader (cedega purtroppo non ha ancora pieno supporto a dx9) va alla grandehttp://cedegawiki.sweetleafstudios.com/wiki/The_Elder_Scrolls_IV_-_Oblivion
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            No, io voglio gli shader, non so cosa siano ma visto che il gioco lo pago, il processore mi costa un occhio della testa, la scheda video pure e cedega mica me lo regalano...be' voglio anche gli shader.
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            - Scritto da:
            Si

            ci ho giocato personalmente e ti posso assicurare
            che se non sei schizzinoso per gli shader (cedega
            purtroppo non ha ancora pieno supporto a dx9) va
            alla
            grande


            http://cedegawiki.sweetleafstudios.com/wiki/The_ElCioè mi stai dicendo di giocare a oblivion senza pixel shader 2.0 e tante robette simili? Ma allora gioco a morrowind che è uguale e ci risparmio 50 euro.
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            figuriamoci gothic 3 e NWN2, per non parlare dei futuri crysis, huxley, quake wars, UT2007, LOTRO online, S.T.A.L.K.E.R, ....altro che cedega qui ci vuole VISTAAAAAAAAA (win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            allora non dite che non ci vanno i giochi, perche' non e' vero. Ho una Ti4600, non ho motivo di cambiarla vedere 2 rifrazioni di luce in piu', tanto piu' che cedega costa BEN 15$ .Io posso fare a meno di di ninnoli grafici e non devo cambiare scheda video ogni 6 mesi, se voi volete cambiare gpu ogni volta che esce un gioco nuovo mi sta bene, ora esce svista con le dx10? liberissimi di comprarli, ma se fate critiche, fatele bene.
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            - Scritto da:
            figuriamoci gothic 3 e NWN2, per non parlare dei
            futuri crysis, huxley, quake wars, UT2007, LOTRO
            online, S.T.A.L.K.E.R,
            ....
            altro che cedega qui ci vuole VISTAAAAAAAAA
            (win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)
            (win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)(win)e un pc con un reattore nucleare XD
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            per quello dio ha creato cedega

            Quindi posso giocare a oblivion sotto linux?

            In ogni caso la questione fondamentale è: i
            giochi futuri, siamo certi che funzioneranno
            sempre e comunque? Con windows è assicuratoAssicurato dove da chi ?Da quella microsoft che diceva che i giochi di '95 avrebbero girato su XP ?Peccato che non sia vero :Ufo, Elite, Privateer, la saga di wind commander, e molti altri non girano senza un emulatore ben piu' serio di quello di XP.
          • Anonimo scrive:
            Re: su linux no ngirano i giochi e altri
            cedega (ex winex) è una ciofecasupporta ufficialmente una manciata di giochi e sono gli unici giocabili quasi senza problemipoi bisogna avere un computer molto potente per non rischiare di andare a 2fps, una scheda nvidia con i driver ufficiali(con le ati rimarrete parecchio delusi)e una buona quantità di ramva bene a chi come me è drogato dai titoli Blizzard, quelli vengono supportati in men che non si dicama per il resto è piuttosto deludente, e c'è sempre l'incognita di rimanere a metà gioco solo perchè ad un certo punto salta fuori un errore invalicabileps. e non dite che cedega è un emulatore, gli sviluppatori vi prenderebbero a martellate :D
  • Anonimo scrive:
    Qualcuno si fida di Novell ?
    Io penso che il 90% della gente che lavora seriamente con Linux sta alla larga da questa societa.Cercano in tutti i modi di far passare roba microsoft tipo merda ops mono Evolution col connector exchange le AspNet di merda ops monoMiguel de Icaza questo qui poi è un fenomenoè stato cacciato dalla Microsoft anni fa e ora cerca a tutti i costi di inserire dentro gnomela merda ops mono e nel frattempo butta nel dimenticatoio tutti quei progetti schifosi che hanno alimentato i flames verso kde vedasi bonobo e il loro mirabolante concetto di oggetti binari riusabili copiati spudoratamente da tecnologie Microsoft DCOM ActivexMa vogliamo parlare poi del suo ex socio ?un certo Nat Friedman che per sponsorizzare merdacrea dashboard poi diventato beagle un sorta di desktop search lighting fast ahhahahahahahauna merdosa imitazione di spotlight.e adesso per finire mettono merda pure sul gnome-panel di opensuse.whuahahhahahahhaaaaaa
  • Grillo Parlante scrive:
    L' alter ego di Vista
    L' alter ego di Windows Vista, per la famiglia e la scuola, si chiama openSUSE .E' quanto prevede l' iniziativa 'Bridging The Divide' supportata da Didasca, che ha come scopo quello di colmare il divario esistente fra le piattaforme Windows e Linux.Coloro che fossero interessati al problema sono invitati a leggere questa pagina:http://www.FLOSSIE.it/Divide.html.Grillo Parlante
    • Anonimo scrive:
      Re: L' alter ego di Vista
      - Scritto da: Grillo Parlante
      L' alter ego di Windows Vista, per la
      famiglia e la scuola, si chiama
      openSUSE .
      E' quanto prevede l' iniziativa 'Bridging
      The Divide' supportata da Didasca, che ha
      come scopo quello di colmare il divario esistente
      fra le piattaforme Windows e
      Linux.

      Coloro che fossero interessati al problema sono
      invitati a leggere questa
      pagina:
      http://www.FLOSSIE.it/Divide.html.

      Grillo Parlante"openSUSE consente agli utenti di Windows 2000 / XP che sono impossibilitati a passare a Windows Vista per ragioni di ordine tecnico ( scarsità di risorse hardware) o per ragioni di ordine economico (scarsità di risorse finanziarie ) di godere comunque delle più significative funzionalità offerte da Windows Vista."come directX 10? o fa solo copy, paste....
      • Anonimo scrive:
        Re: L' alter ego di Vista
        - Scritto da:

        - Scritto da: Grillo Parlante

        L' alter ego di Windows Vista, per la

        famiglia e la scuola, si chiama

        openSUSE .

        E' quanto prevede l' iniziativa 'Bridging

        The Divide' supportata da Didasca, che
        ha

        come scopo quello di colmare il divario
        esistente

        fra le piattaforme Windows e

        Linux.



        Coloro che fossero interessati al problema sono

        invitati a leggere questa

        pagina:

        http://www.FLOSSIE.it/Divide.html.



        Grillo Parlante

        "openSUSE consente agli utenti di Windows 2000 /
        XP che sono impossibilitati a passare a Windows
        Vista per ragioni di ordine tecnico ( scarsità di
        risorse hardware) o per ragioni di ordine
        economico (scarsità di risorse finanziarie ) di
        godere comunque delle più significative
        funzionalità offerte da Windows
        Vista."

        come directX 10? o fa solo copy, paste....Non fa i giochini: se non puoi metterti a videogiocare 3 nei laboratori scolastici e' un problema ???
        • Anonimo scrive:
          Re: L' alter ego di Vista
          - Scritto da:
          - Scritto da:



          - Scritto da: Grillo Parlante


          L' alter ego di Windows Vista, per la


          famiglia e la scuola, si chiama


          openSUSE .


          E' quanto prevede l' iniziativa
          'Bridging


          The Divide' supportata da Didasca, che

          ha


          come scopo quello di colmare il divario

          esistente


          fra le piattaforme Windows e


          Linux.





          Coloro che fossero interessati al problema
          sono


          invitati a leggere questa


          pagina:


          http://www.FLOSSIE.it/Divide.html.





          Grillo Parlante



          "openSUSE consente agli utenti di Windows 2000 /

          XP che sono impossibilitati a passare a Windows

          Vista per ragioni di ordine tecnico ( scarsità
          di

          risorse hardware) o per ragioni di ordine

          economico (scarsità di risorse finanziarie ) di

          godere comunque delle più significative

          funzionalità offerte da Windows

          Vista."



          come directX 10? o fa solo copy, paste....

          Non fa i giochini: se non puoi metterti a
          videogiocare 3 nei laboratori scolastici e' un
          problema
          ???in famiglia sono vietati i giochini?e perché dovrebbe essere opensuse l'alterego e non ubuntu o mandriva?ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: L' alter ego di Vista
      L'alterego di vista è indubbiamente Ubuntu, sia per semplicità d'uso che per grafica. E con la feisty, via con AIXGL (solo per chi lo vuole, ovviamente)...- Scritto da: Grillo Parlante
      L' alter ego di Windows Vista, per la
      famiglia e la scuola, si chiama
      openSUSE .
      E' quanto prevede l' iniziativa 'Bridging
      The Divide' supportata da Didasca, che ha
      come scopo quello di colmare il divario esistente
      fra le piattaforme Windows e
      Linux.

      Coloro che fossero interessati al problema sono
      invitati a leggere questa
      pagina:
      http://www.FLOSSIE.it/Divide.html.

      Grillo Parlante
  • Anonimo scrive:
    Cambiare Hardware...
    ...per usare Aero...forse qualcuno non gli ha detto che Aero si può anche disattivare! E comunque non ho capito..."Dovete cambiare hardware per usare la nuova interfaccia grafica di vista se volete "attivarla"...invece noi vi diamo quella vecchia così siete a posto!!" Ah no, dirà qualcuno..vuoi mettere AIGLX con compiz...certo allora preparatevi a cambiare hardware e comprare una scheda grafica nVidia visto che con le schede ATi aiglx funziona solo con i driver Open (che fanno girare bene il caz*o di cubo ma solo quello) e provate ad usare qualsiasi altra applicazione OpenGL mentre è attivo aiglx...scandaloso! Altrimenti basta creare una bella sessione XGL da sovrapporre alla sessione esistente....
    • Anonimo scrive:
      Re: Cambiare Hardware...
      sono le tipiche situazioni di linux, funziona se.... e se... e se.... in alternativa prova questo... ah ma questo funziona solo se... però se usi anche quello... aspetta che ci penso... mhhhh... ah forse wine.... no, prova col mame in emulazione x86....
      • Anonimo scrive:
        Re: Cambiare Hardware...
        - Scritto da:
        sono le tipiche situazioni di linux, funziona
        se.... e se... e se.... in alternativa prova
        questo... ah ma questo funziona solo se... però
        se usi anche quello... aspetta che ci penso...
        mhhhh... ah forse wine.... no, prova col mame in
        emulazione
        x86....-.- che parli a fare? parli perhce' dai fiato alla bocca?se la ati se ne sbatte di linux non e' certo colpa del sistema operativo...........infattis e se ne sbattesse di win saresti nella stessa situazione -_-quindi vai avendere le caramelle
  • Crazy scrive:
    ma Novell e` o non e` TC?
    CIAO A TUTTINovell non appare nella lista delle aziende aderenti al Trusted Computing, quindi, verrebbe da dire: ben venga, un'alternativa valida al Trsuted Computing di Vista, ma gli indizi sono sospettosi: Novell/Suse funziona su piattaforma X86, notoriamente Trusted, oltretutto, il Kernel di Linux supporta il Trusted Computing, che fortunatamente e` rimovibile grazie all'OpenSource, ma la cosa suona molto strana.Ora, mi addentro su un terreno che non conosco, Novell-Suse non lo ho mai nemmeno visto, quindi, domando: puo` girare su piattaforme diverse dall'X86?E` possibile ricompilare il Kernel rimuovendone tutti gli elementi di Trusted Computing? Se la risposta a queste due domande e`: SI`, allora, possiamo passare tranquillamente a Novell e lasciare perdere Vista e tutto il Trusted Computing che gli gira attorno, se invece la risposta e` no, allora, sara` meglio pensare ad altro, come un Linux ricompilato senza TC o, per gli amanti dell'interfaccia grafica di Windows, un bel ReactOS che pero` tutt'ora e` ancora in fase Alpha... se tutto va bene, la Beta arrivera` per fine anno... e sinceramente, mi sa che migrero` proprio a quel sistema.DISTINTI SALUTI
    • PinguinoMannaro scrive:
      Re: ma Novell e` o non e` TC?
      - Scritto da: Crazy
      CIAO A TUTTI
      Novell non appare nella lista delle aziende
      aderenti al Trusted Computing, quindi, verrebbe
      da dire: ben venga, un'alternativa valida al
      Trsuted Computing di Vista, ma gli indizi sono
      sospettosi: Novell/Suse funziona su piattaforma
      X86, notoriamente Trusted, oltretutto, il Kernel
      di Linux supporta il Trusted Computing, che
      fortunatamente e` rimovibile grazie
      all'OpenSource, ma la cosa suona molto
      strana.
      Ora, mi addentro su un terreno che non conosco,
      Novell-Suse non lo ho mai nemmeno visto, quindi,
      domando: puo` girare su piattaforme diverse
      dall'X86?
      E` possibile ricompilare il Kernel rimuovendone
      tutti gli elementi di Trusted
      Computing?Si si puo'
      Se la risposta a queste due domande e`: SI`,
      allora, possiamo passare tranquillamente a Novell
      e lasciare perdere Vista e tutto il Trusted
      Computing che gli gira attorno, se invece la
      risposta e` no, allora, sara` meglio pensare ad
      altro, come un Linux ricompilato senza TC o, per
      gli amanti dell'interfaccia grafica di Windows,
      un bel ReactOS che pero` tutt'ora e` ancora in
      fase Alpha... se tutto va bene, la Beta arrivera`
      per fine anno... e sinceramente, mi sa che
      migrero` proprio a quel
      sistema.
      DISTINTI SALUTIIl fatto e' che quasi tutti usano kernel precompilati.E la ricompilazione spesso non e' immediata, in particolare per chi ha poca esperienza.Quindi bisogna fidarsi di chi fa la distro.(comunque la configurazione del kernel e' facilmente verificabile)Prova a controllare sul forum di opensuse se dicono qualcosa.
      • 5ze247940 scrive:
        Re: ma Novell e` o non e` TC?
        Se qlcuno è interessato al TC sotto linux e a come funziona libtcpa(IBM) io ho trovato questa pagina...http://www.linuxjournal.com/article/6633Niente di trascendentale, cmq penso che l'implicazione sotto linux sara data dagli applicativi e al momento non ho conoscenza di proggetti che l'utilizzano...Qlcuno a news che mi sfuggono?
        • PinguinoMannaro scrive:
          Re: ma Novell e` o non e` TC?
          - Scritto da: 5ze247940
          Se qlcuno è interessato al TC sotto linux e a
          come funziona libtcpa(IBM) io ho trovato questa
          pagina...
          http://www.linuxjournal.com/article/6633

          Niente di trascendentale, cmq penso che
          l'implicazione sotto linux sara data dagli
          applicativi e al momento non ho conoscenza di
          proggetti che
          l'utilizzano...
          Qlcuno a news che mi sfuggono?Per il lato server penso sia inevitabile che applicazioni come apache php o .... oracle ... prima o poi lo usino.Dalla parte users bisogna vedere come si evolverà la cosa, comunque per il momento mi sembra che l'interesse sia basso.Comunque coi driver attivi applicazioni commerciali come falsh player, adobe reader, google earth ... e simili ... potrebbero essere tentate ad usarlo.(quindi sarebbe meglio vivere col TCP non attivo, almeno la tentazione resta bassa)E forse anche i vari Office allo scopo di criptare i documenti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2007 16.09-----------------------------------------------------------
    • Hermes73 scrive:
      Re: ma Novell e` o non e` TC?
      crazy ai rotto il ca220...ti hanno risposto tutti inquesti mesi, hai letto di tutto, ormai dovresti essere un esperto, invece fai solo dell allarmismo e disinformazione.
  • Anonimo scrive:
    quanto marchetting che c'è in linux
    cari linari, ma non vi vergognate ?
    • Anonimo scrive:
      Re: quanto marchetting che c'è in linux
      - Scritto da:
      cari linari, ma non vi vergognate ?in questi giorni fanno pura disinformazione perchè hanno tanta paura di essere sotterrati definitivamente con l'iscita di Vista. Con Vista linux non ha proprio più ragione di esistere.
      • Anonimo scrive:
        Re: quanto marchetting che c'è in linux
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        cari linari, ma non vi vergognate ?

        in questi giorni fanno pura disinformazione
        perchè hanno tanta paura di essere sotterrati
        definitivamente con l'iscita di Vista. Con Vista
        linux non ha proprio più ragione di
        esistere.Linux è GRATIS .Vista costa un patrimonio.Quindi le ragioni ci sono eccome!
        • Anonimo scrive:
          Re: quanto marchetting che c'è in linux
          - Scritto da:
          Linux è GRATIS .il sistema operativo sarà anche gratis, ma poi il supporto e la manutenzione costa molto di più che avere Windows.
          • Anonimo scrive:
            Re: quanto marchetting che c'è in linux
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Linux è GRATIS .
            il sistema operativo sarà anche gratis, ma
            poi il supporto e la manutenzione costa molto
            di più che avere Windows.Quando hai avuto bisogno del supporto ?Con chi hai il contratto di supporto ?Hai confrontato con il costo del supporto microsoft ?
          • Kirisuto scrive:
            Re: quanto marchetting che c'è in linux
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Linux è GRATIS .

            il sistema operativo sarà anche gratis, ma poi il
            supporto e la manutenzione costa molto di più che
            avere
            Windows.Strano, finora Linux non mi è costato niente, Windows, invece, fra utilities e antivirus, che una volta era più raro trovarne gratuite, e upgrade non evitabili mi è costato ben di più. Il supporto l'ho sempre fatto da solo, cercando in rete o su riviste, per entrambi, se mi fossi rivolto a professionisti, avrei speso ancora di più per Windows, dato che mi ha dato molti più problemi.
      • Anonimo scrive:
        Re: quanto marchetting che c'è in linux
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        cari linari, ma non vi vergognate ?

        in questi giorni fanno pura disinformazione
        perchè hanno tanta paura di essere sotterrati
        definitivamente con l'iscita di Vista. Con Vista
        linux non ha proprio più ragione di
        esistere.Bah, se hai qesta idea .... auguri.
    • Anonimo scrive:
      Re: quanto marchetting che c'è in linux
      onestamente di ciò che fa novell me ne calo ben poco
  • Anonimo scrive:
    Resta il fatto che Linux e di Linus
    Linux è un marchio registrato da Linus Torvalds e i diritti sul kernel sono pure suoi.Il finnico potrebbe tranquillamente alzarsi una bella mattina e obbligare novell o chicchessia a non utilizzare più quel marchio e i prossimi aggiornamenti sul kernel (per le versioni finora rilasciate sotto gpl 2 non ha controllo commerciale).E questo cosa c'entra con la notizia? Boooh... sarà che tutte ste gare tra chi ha la distro più lunga mi lasciano un po' perplesso :s
    • 5ze247940 scrive:
      Re: Resta il fatto che Linux e di Linus
      Proponi di passare a Hurd? e cmq scusa l'ignoranza ma il kernel è di Linus, il gcc allora?E' meno importante, dici che Stalmann volterà faccia?E tutte le persone che vi hanno lavorato?Faranno una cooperativa?mmm...
    • Anonimo scrive:
      Re: Resta il fatto che Linux e di Linus
      - Scritto da:
      Linux è un marchio registrato da Linus Torvalds e
      i diritti sul kernel sono pure
      suoi.

      Il finnico potrebbe tranquillamente alzarsi una
      bella mattina e obbligare novell o chicchessia a
      non utilizzare più quel marchio e i prossimi
      aggiornamenti sul kernel (per le versioni finora
      rilasciate sotto gpl 2 non ha controllo
      commerciale).

      E questo cosa c'entra con la notizia? Boooh...
      sarà che tutte ste gare tra chi ha la distro più
      lunga mi lasciano un po' perplesso
      :ssi ma hai tralasciato che non viene vietato a nessuno di fare un FORK.il problema non si pone.
      • Anonimo scrive:
        Re: Resta il fatto che Linux e di Linus
        - Scritto da:

        si ma hai tralasciato che non viene vietato a
        nessuno di fare un
        FORK.
        il problema non si pone.e come chiameresti il nuovo kernel... rimux o nilux?senza marchio non vai da nessuna parte, torvalds nel giro di 2 anni sfornerebbe versioni di linux (unico marchio ormai conosciuto) incompatibili con le vecchie versioni, a meno che non installi patch anch'esse rilasciate da torvalds sotto copyrightin questo classico scenario, cari ragazzini, novell e compagnia bella sparirebbero in men che non si dica
        • Anonimo scrive:
          Re: Resta il fatto che Linux e di Linus
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          si ma hai tralasciato che non viene vietato a

          nessuno di fare un

          FORK.

          il problema non si pone.

          e come chiameresti il nuovo kernel... rimux o
          nilux?

          senza marchio non vai da nessuna parte, torvalds
          nel giro di 2 anni sfornerebbe versioni di linux
          (unico marchio ormai conosciuto) incompatibili
          con le vecchie versioni, a meno che non installi
          patch anch'esse rilasciate da torvalds sotto
          copyright

          in questo classico scenario, cari ragazzini,
          novell e compagnia bella sparirebbero in men che
          non si
          dicaFino a poco tempo fa tutte le distro usavano xfree86 ora usano tutte Xorg e non è morto nessuno, se hai il codice la questione marchi è inesistente.Quanto a Linus forse non lo sai ma il suo ruolo all'interno del gruppo di sviluppo del kernel è sicuramente importante ma non tale da poter portare alle rivoluzioni che paventi, il kernel è diventato troppo complesso per poter essere visto come un one man show :D :D :D :DStallman ha provato a fare scelte personalistiche con hurd è i risultati son sotto gli occhi di tutti.
    • Anonimo scrive:
      Re: Resta il fatto che Linux e di Linus
      E' tutto sotto GPL quindi il problema è inesistente.
      • Anonimo scrive:
        Re: Resta il fatto che Linux e di Linus
        - Scritto da:
        E' tutto sotto GPL quindi il problema è
        inesistente.no non è vero il problema esiste me lo ha detto mio cuggino
    • Anonimo scrive:
      Re: Resta il fatto che Linux e di Linus
      - Scritto da:
      Il finnico potrebbe tranquillamente alzarsi una
      bella mattina e obbligare novell o chicchessia a
      non utilizzare più quel marchio e i prossimi
      aggiornamenti sul kernelNon utilizzare il MARCHIO sul kernel... e qui c'è gente che lo prende anche sul serio.
  • wakeNow scrive:
    usatecio' che volete,ma Ubuntu e' meglio
    Cari ragazzi, se volete rompervi la testa con SUSE o VISTA o altro fate pure. Intanto esiste un sistema eccellente chiamato Ubuntu che non ha precedenti nelle funzionalita' offerte e nella versatilita', e si tratta di un sistema completamente diverso come filosofia rispetto a quanto visto finora.Da xp sono passato ad Ubuntu e dopo qualche giorno di ovvio sforzo cerebrale per capire certi meccanismi ho capito qual'e' il sistema del futuro. Ubuntu e' il '68 dell'informatica.http://www.ubuntu.com/
    • Anonimo scrive:
      Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
      - Scritto da: wakeNow
      Cari ragazzi, se volete rompervi la testa con
      SUSE o VISTA o altro fate pure.


      Intanto esiste un sistema eccellente chiamato
      Ubuntu che non ha precedenti nelle funzionalita'
      offerte e nella versatilita', e si tratta di un
      sistema completamente diverso come filosofia
      rispetto a quanto visto
      finora.

      Da xp sono passato ad Ubuntu e dopo qualche
      giorno di ovvio sforzo cerebrale per capire certi
      meccanismi ho capito qual'e' il sistema del
      futuro.


      Ubuntu e' il '68 dell'informatica.

      http://www.ubuntu.com/gran bella trollata (troll2)ubuntu è una normale distro che contiene solo qualche wizard grafico in più e chi la usa si autoesalta convincendosi di aver imparato a usare linux (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
        - Scritto da:

        - Scritto da: wakeNow

        Cari ragazzi, se volete rompervi la testa con

        SUSE o VISTA o altro fate pure.





        Intanto esiste un sistema eccellente chiamato

        Ubuntu che non ha precedenti nelle funzionalita'

        offerte e nella versatilita', e si tratta di un

        sistema completamente diverso come filosofia

        rispetto a quanto visto

        finora.



        Da xp sono passato ad Ubuntu e dopo qualche

        giorno di ovvio sforzo cerebrale per capire
        certi

        meccanismi ho capito qual'e' il sistema del

        futuro.





        Ubuntu e' il '68 dell'informatica.



        http://www.ubuntu.com/


        gran bella trollata (troll2)

        ubuntu è una normale distro che contiene solo
        qualche wizard grafico in più e chi la usa si
        autoesalta convincendosi di aver imparato a usare
        linux
        (rotfl)Straquoto
      • Anonimo scrive:
        Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me

        gran bella trollata (troll2)

        ubuntu è una normale distro che contiene solo
        qualche wizard grafico in più e chi la usa si
        autoesalta convincendosi di aver imparato a usare
        linux
        (rotfl)In effetti si mette in guardia dai rasponi indotti...
      • Kirisuto scrive:
        Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
        - Scritto da:

        - Scritto da: wakeNow

        Cari ragazzi, se volete rompervi la testa con

        SUSE o VISTA o altro fate pure.





        Intanto esiste un sistema eccellente chiamato

        Ubuntu che non ha precedenti nelle funzionalita'

        offerte e nella versatilita', e si tratta di un

        sistema completamente diverso come filosofia

        rispetto a quanto visto

        finora.



        Da xp sono passato ad Ubuntu e dopo qualche

        giorno di ovvio sforzo cerebrale per capire
        certi

        meccanismi ho capito qual'e' il sistema del

        futuro.





        Ubuntu e' il '68 dell'informatica.



        http://www.ubuntu.com/


        gran bella trollata (troll2)

        ubuntu è una normale distro che contiene solo
        qualche wizard grafico in più e chi la usa si
        autoesalta convincendosi di aver imparato a usare
        linux
        (rotfl)In questo momento magari ti sfugge, ma hai proprio colto il segreto di Ubuntu.Del resto è anche il segreto del Mac e MS vorrebbe lo fosse anche di Windows, peccato che con Windows, se ti fila liscio OK, se qualcosa va storto, o ti scervelli a cercare strampalati e illogici rimedi, o ti tocca chiedere aiuto all'amico smanettone.Ubuntu non è il Mac come facilità, ma è più facile di qualsiasi Windows abbia provato finora.E' anche più facile, meno casinista e più stabile di tutte le distro linux "aspiranti facili" che io abbia provato.Infine non è "facilona" su questioni delicate, per esempio "educa" l'utente a non usare l'account o i privilegi di root se non per ciò che li richiede espressamente e questo è veramente un'ottima cosa, tanto che dopo innumerevoli disastri e tentativi non riusciti, forse finalmente anche MS farà così.In teoria sarebbestato possibile già da Windows 2000, peccato che "runas" risolva solo metà dei problemi, l'esecuzione di programmi con differenti privilegi (in maniera molto scomoda per le voci riservate all'admin del pannello di controllo, dato che il loro vero nome è quasi sempre diverso da quello visualizzato nel pannello e per di più il loro menu del tasto destro è ultralimitato), mentre non risolve l'altro problema, poter accedere temporaneamente a cartelle protette (in realtà è possibile, ma con scomodi e inefficienti trucchetti, come la finestra di dialogo di apertura file da un programma lanciato con "runas"), a meno di non installare un file manager di terze parti e farlo partire con "runas".
    • Anonimo scrive:
      Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
      - Scritto da: wakeNow
      Cari ragazzi, se volete rompervi la testa con
      SUSE o VISTA o altro fate pure.


      Intanto esiste un sistema eccellente chiamato
      Ubuntu che non ha precedenti nelle funzionalita'
      offerte e nella versatilita', e si tratta di un
      sistema completamente diverso come filosofia
      rispetto a quanto visto
      finora.

      Da xp sono passato ad Ubuntu e dopo qualche
      giorno di ovvio sforzo cerebrale per capire certi
      meccanismi ho capito qual'e' il sistema del
      futuro.


      Ubuntu e' il '68 dell'informatica.

      http://www.ubuntu.com/Molto meglio Kubuntu a questo punto.Il problema di Linux è che se hai certe esigenze ci fai il 60% delle cose che puoi fare su Windows, e questo non per meriti di Windows ma per questioni di software e drivers.Per un uso da ufficio (scrittura testi, browser, email) credo che Linux sia equivalente (se non migliore) a Windows, conosco persone che lo usano in tal senso e sono soddisfatte.Però se uno deve connettere un cellulare, usare funzioni avanzate della stampante/fax/scanner/scheda video ecc, ecco che spunta fuori il solito problema della mancanza totale di software.
      • Anonimo scrive:
        Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
        vero d'altronde come non usare photoshop da mane a sera.Un dubbio mi assilla... come mai ci sono cosi' tante foto mal ritoccate se tutti noi usiamo un prodotto leader come il succitato?beh io lo so, godo moltissimo a sbailare i colori, usare il cerottino a caso che pulisce una meraviglia, o tagliare teste e distruggere quadratura fotograficaBASTA PAINT !! davvero lasciate stare i software professionale ai professionisti.
        • shezan74 scrive:
          Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
          - Scritto da:
          BASTA PAINT !! davvero lasciate stare i software
          professionale ai professionisti.Se la tua incapacità nell'uso di Photoshop si traduce nel dire che Linux è meglio di Windows o di Mac, allora il tuo è un parere sicuramente autorevole.Tra l'altro hai mai provato a ritoccare le foto della digitale con paint? ah, no, ti mancano i drivers sotto linux...
          • Anonimo scrive:
            Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
            - Scritto da: shezan74

            - Scritto da:

            BASTA PAINT !! davvero lasciate stare i software

            professionale ai professionisti.

            Se la tua incapacità nell'uso di Photoshop si
            traduce nel dire che Linux è meglio di Windows o
            di Mac, allora il tuo è un parere sicuramente
            autorevole.

            Tra l'altro hai mai provato a ritoccare le foto
            della digitale con paint? ah, no, ti mancano i
            drivers sotto
            linux...Quali drivers ? Su ubuntu una digitale la colleghi e ti viene vista come una directory piena di foto.
          • Anonimo scrive:
            Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
            - Scritto da:
            - Scritto da: shezan74



            - Scritto da:


            BASTA PAINT !! davvero lasciate stare i
            software


            professionale ai professionisti.



            Se la tua incapacità nell'uso di Photoshop si

            traduce nel dire che Linux è meglio di Windows o

            di Mac, allora il tuo è un parere sicuramente

            autorevole.



            Tra l'altro hai mai provato a ritoccare le foto

            della digitale con paint? ah, no, ti mancano i

            drivers sotto

            linux...

            Quali drivers ? Su ubuntu una digitale la
            colleghi e ti viene vista come una directory
            piena di
            foto.Sarà magia ? paint e' un programma che non è assolutamente utilizzabile per il fotoritocco...
          • Anonimo scrive:
            Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me

            paint e' un programma che non è assolutamente
            utilizzabile per il
            fotoritocco...sapete che esiste GIMP??? Forse all'inizio il passaggio da Photoshop non è dei più semplici.. ma è ricco di funzionalità.
          • Anonimo scrive:
            Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
            - Scritto da:


            paint e' un programma che non è assolutamente

            utilizzabile per il

            fotoritocco...

            sapete che esiste GIMP??? Forse all'inizio il
            passaggio da Photoshop non è dei più semplici..
            ma è ricco di
            funzionalità.Ma ROTFL (rotfl)(rotfl)Prima dici di lasciare il software da professionisti ai professionisti e poi consigli un programma che nemmeno molti professionisti amano usare per via della sua interfaccia (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
      - Scritto da: wakeNow
      Ubuntu e' il '68 dell'informatica.

      http://www.ubuntu.com/Nel senso che sembra di usare un s.o. fatto nel '68?
      • Anonimo scrive:
        Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
        - Scritto da:

        - Scritto da: wakeNow


        Ubuntu e' il '68 dell'informatica.



        http://www.ubuntu.com/

        Nel senso che sembra di usare un s.o. fatto nel
        '68?
        AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAH...Mamma mia che risate... :-o
    • Anonimo scrive:
      Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me

      Ubuntu e' il '68 dell'informatica.E quale distro fa la parte del 69 che me la lecco subito?
      • Anonimo scrive:
        Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
        - Scritto da:

        Ubuntu e' il '68 dell'informatica.

        E quale distro fa la parte del 69 che me la lecco
        subito?Ma ROTFL @^
    • Hermes73 scrive:
      Re: Ubuntu o Kubuntu?
      lo dico solo per dovere di cronaca, sotto ubuntu (gnome) ho scaricato e installato k3b da applicazioni/aggiungi-rimuovi e funziona bene tranne per i cd audio. allora il problema potrebbe essere la mancanza di qualche componente di presente in kde o semplicemente un problema di codec?
      • Anonimo scrive:
        Re: Ubuntu o Kubuntu?
        - Scritto da: Hermes73
        lo dico solo per dovere di cronaca, sotto ubuntu
        (gnome) ho scaricato e installato k3b da
        applicazioni/aggiungi-rimuovi e funziona bene
        tranne per i cd audio. allora il problema
        potrebbe essere la mancanza di qualche componente
        di presente in kde o semplicemente un problema di
        codec?
        Codek : ubuntu gestisce molto bene le dipendenze, quindi non credo sia un problema di componenti.Dai un'occhiata qui : http://wiki.ubuntu-it.org/FormatiProprietari
    • Anonimo scrive:
      Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
      - Scritto da: wakeNow
      Intanto esiste un sistema eccellente chiamato
      Ubuntu che non ha precedenti nelle funzionalita'
      offerte e nella Ubuntu cosa è diverso rispetto alle altre distrib. di linux? Nulla, è sempre il solito kernel con un ammasso di pacchetti cioè di applicazioni scaricate da internet, tutte diverse fra loro senza un minimo di coordinamento.
      • Anonimo scrive:
        Re: usatecio' che volete,ma Ubuntu e' me
        ??? accozzaglia di pacchetti ???un consiglio soltanto: scaricati una live e provalo, se proprio ti senti in dovere di dare giudizi. Sparare frasi a caso ha poco senso.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ubuntu o Kubuntu?
      grazie mille per le informazioni! :)
    • Anonimo scrive:
      [OT]Re: usatecio' che volete,ma.....
      - Scritto da: wakeNow
      Cari ragazzi, se volete rompervi la testa con
      SUSE o VISTA o altro fate pure.


      Intanto esiste un sistema eccellente chiamato
      Ubuntu che non ha precedenti nelle funzionalita'
      offerte e nella versatilita', e si tratta di un
      sistema completamente diverso come filosofia
      rispetto a quanto visto
      finora.

      Da xp sono passato ad Ubuntu e dopo qualche
      giorno di ovvio sforzo cerebrale per capire certi
      meccanismi ho capito qual'e' il sistema del
      futuro.


      Ubuntu e' il '68 dell'informatica.

      http://www.ubuntu.com/si poi arrivano i '70,le BR dell'informatica ed il terrorismo info-teologico......infine ammazzeranno il capo di OSDL reo di aver preso accordi con il nemico reazionario e si ricomincia da capo. Bello veramente bello. :|
  • Anonimo scrive:
    miti su linux
    Ho provato numerose distribuzioni di Linux negli ultimi 5 anni e devo dire che l'usabilità in ambito casalingo di linux al posto di altri OS, sta dientnado possibile.Possibile, ma non indolore: l'elemento più frustrante quando si installa un sistama operativo basato su linux è il rpoblema del rilascio di driver specifici epr le epriferiche.in altre parole, o si compera tutto l'hardware nuovo, in funzione dell'installazione di linux o, spesso, ci si ritrova nell'impossobilità di usare periferiche, anche banali: schede video dual head che funzionano solo single head e con risoluzioni risibili; webcam che non funzionano, modem impossibili da installare, shcde audio con funzionalità avanzate che funzionano come schede audio base da 6 euro, stampanti a colori che funzionano solo come stampanti di testo bianconero...e così via.Inoltre sotto linux mancano completamente programmi di livello di settori perticolarmente in espansione, come l'editing video, o l'authoring DVD...Il problema è filosofico: se io sono un utente finale DEVO essere messo in condizione di lavorare nel modo più semplice possibile.Con Linux questo non è possibile (qualuqneuc osa dicano i suoi sostenitori).Con Windows e MAc, questo è possibile.Per questo Novell può dire quello che le pare, ma SUSE non è un'altrnativa credibile nel settore dell'utenza domestica.Se invece che 5000 disperdere le forze in 5000 distribuzioni diverse, la comunità di linux si concentrasse per fare una distribuzione che possa essere presa come standard dai rpoduttori di harware, credo che rapidamente la situazione cambierebbe in meglio.Il rpoblema è che finche sono i rpogrammatori a gestire il lavoro, e manca una strategia di fono che esuli dagli elementi tecnici, linux resterà un prodotto scarsamente usabile e quindi scarsamente diffuso.
    • Anonimo scrive:
      Re: miti su linux
      Ne hai provate tante ma ne hai usate poche....
      • Anonimo scrive:
        Re: miti su linux
        mica vero: ho usato per quasi 2 anni redhat installato su una partizione e tuttora uso delle distribuzioni live per continuare a studiare linux.Grazie a queste frequentazioni ho sostituioto photoshop con Gimpf e Office con Openoffice (entrambi consociuti ed apprezzati tramite linux).Il fatto è che io un po' di informatica me ne intendo, ma mettendomi nei panni di un utente "normale" mi rendo conto che non si può costringere qualcuno a studiare per mesi, solo per riuscire a ricompilare un drive di una stampante.Essere utenti finali significa proprio questo: che la "pappina" DEVE essere già tutta pronta e tu non devi essere costretto a farti il mazzo per fare funzionare le cose.Peraltro ho anche testato l'edizione definitiva di Vista e l'ho trovata molto meglio delle beta: più stabile e soprattutto molto meno avida di risorse. Considerando che di solito le prime release microsoft fanno rizzare i capelli, questa volta almeno rilasciano un prodotto interessante e innovativo. Ma ridicolmente costoso: tanto da rendere molto competitivo l'acquisto di un machintosh (soluzione che ritengo molto meno valida di quanto non si ami credere).
        • Anonimo scrive:
          Re: miti su linux
          - Scritto da:
          mica vero: ho usato per quasi 2 anni redhat
          installato su una partizione e tuttora uso
          delle distribuzioni live per continuare a
          studiare linux.Una live per studiare ? Forse dovresti cominciare ad usare invece di studiare tanto.
          Grazie a queste frequentazioni ho sostituioto
          photoshop con Gimpf e Office con Openoffice
          (entrambi consociuti ed apprezzati tramite
          linux).
          Il fatto è che io un po' di informatica me ne
          intendo, ma mettendomi nei panni di un utente
          "normale" mi rendo conto che non si può
          costringere qualcuno a studiare per mesi, solo
          per riuscire a ricompilare un drive di una
          stampante.Spiegaami perche' l'utente normale, che compra il pc nel negozio con il so preinstallato, dovrebbe avere improvvisi e sporadiche improvvisazioni da sistemista volendosi installare un linux: Che se lo faccia installare da qualcuno come ha fatto con windows.
          Essere utenti finali significa proprio questo:
          che la "pappina" DEVE essere già tutta pronta
          e tu non devi essere costretto a farti il
          mazzo per fare funzionare le cose.Il problema e' comune a windows, la differenza e' che spesso windows lo trovi preinstallato, continuo a non capire perche' un utente linux che non ha mai voluto sapere niente su windows dovrebbe trasformarsi in installatore per linux...
          Peraltro ho anche testato l'edizione
          definitiva di Vista e l'ho trovata molto
          meglio delle beta: Anche io, ma non mi ha riconosciuto dell'hw alla prima e mi ha posto domande, in fase di installaizone, che avrebbero bloccato l'utente normale di cui si parlava prima.La domanda resta : perche' windows se lo fanno installare da gente capace e quando vogliono provare linux non fanno altrettanto ?
          • Anonimo scrive:
            Re: miti su linux
            beh , io ho provato fc6 , kubuntu 606 ed altre....e ho provato a darle in mano ad utenti "standard" senza grandi conoscenze..Ho visto un problema che viene visto come "abbastanza enorme" e in effetti piuttosto pesante ,per una buona integrazione di linux in azienda: aprire files di tipo ".doc" che sono in una condivisione di una macchina windows ;con il canonico "doppio clic" OpenOffice si apre , si chiude e non dice nulla ; aprendo invece il documento da openoffice ( tentando il percorso" smb://..." ) OpenOffice dice chiaramente che "smb non è ancora implementato ...etc.etc.".In quache forum ho letto anche che "si , succede perchè OpenOffice non gestisce le modalità di connessione smb che invece konqueror gestisce...." e qua sta il punto grave , secondo me; Ovvero sembra che linux non abbia una infrastruttura comune che permetta ad una qualunque applicazione , che giri su un desktop qualunque, di aprire files in shares "windows like" in maniera trasparente.Certo , Kde ha fatto qualcosa , Gnome ha fatto qualcosa e molti files si aprono ma il problema rimane ; inutile parlare di "smbfs" poichè questo costringe a fare dei mount a manina o di configurare punti di mount in /etc/fstab ( non a portata degli utenti standard di cui ho parlato prima.)Perchè aprire un .doc in una share windows ( per chi non ci arriva ? ) è la prima cosa che un utente tenta di fare se usa un pc in una rete mista windows / linux....( NO, SI ,SI :no, non mi dite di installare un server nfs su ogni macchina windows ..si , so cosa faccio uso unix e linux da annisi , sto parlando di fare usare linux ad un utente inesperto.. )FIDUCIA_ZERO
          • Anonimo scrive:
            Re: miti su linux

            parlare di "smbfs" poichè questo costringe a fare
            dei mount a manina o di configurare punti di
            mount in /etc/fstab ( non a portata degli utenti
            standard di cui ho parlato
            prima.)in un'azienda dovrebbe essere categoricamente escluso che l'utente standard abbia i diritti per modificare /etc/fstab ciò sarà compito di chi è pagato per farlo.O nella vostra azienda funziona così, assemblate i computer poi è il dipendente che si installa windows, stampanti, si configura la rete etc?
          • Anonimo scrive:
            Re: miti su linux
            - Scritto da:

            in un'azienda dovrebbe essere categoricamente

            escluso che l'utente standard abbia i diritti

            per modificare /etc/fstab ciò sarà compito di

            chi è pagato per
            farlo.


            O nella vostra azienda funziona così,

            assemblate i computer poi è il dipendente che

            si installa windows, stampanti, si configura
            la
            rete
            etc?
            Gli devo configurare a manina tutte le
            share della azienda con smbfs ? sì
            Se Pippo è un
            dirigente e mi chiede di aprire un .docNella vostra azienda usate gnu/linux e utilizzate il formato proprietario doc? come mai? La scelta migliore, in tal senso, è utilizzare openoffice anche sulle macchine win e avere una postazione per la compatibilità dei formati
            pc di
            Ciccio che è un collaboratore e il documento lo
            ha in una condivisione fatta al voloCiccio può creare condivisioni?
            Nella mia
            azienda ( e in tutte le altre del mondo )
            funziona che "certa gente" fa quello che vuole
            fare no, ti assicuro non in tutte le aziende del mondo...certo che poi se il virus kamasutra immobilizza un ufficio non mi stupisco più
            Lo so anche io che
            in una azienda l user non "dovrebbe" mettere mano
            all
            fstabnon devono.Qualunque sistema operativo sia (ovviamente riferito alle configurazioni e non a fstab)
          • Anonimo scrive:
            Re: miti su linux
            Mah , una cosa è la azienda ideale , una cosa quella reale. Se ancora non ti sei scontrato con questa semplice cosa beh , ritieniti fortunato. Se invece parli per teorie preparati alla vita vera. Ti assicuro che in molte aziende in cui / con cui ho lavorato e in altre di cui ho consciuto i tecnici molti utenti "devono" essere liberi di fare ...quasi quello che vogliono con i loro pc; per questa gente ( guarda che sono molti ) linux non è per ora utilizzabile. Se puoi forzare la gente a fare quello che è imposto da una certa policy aziendale i problemi sono molti di meno , questo è ovvio , ma non funziona così. Poi , se non vogliamo vedere i problemi di Linux a tutti i costi , liberissimo ; come utilizzatore giornaliero di diverse macchine unix e linux ci terrei che si potessero risolvere quelle , non tante in realtà ma vincolanti, funzionalità che non sono ancora affatto mature ( parlo sempre di desktop, per i server direi che va benissimo così...appena mettiamo in piedi un samba4 poi... :) )
          • Anonimo scrive:
            Re: miti su linux
            - Scritto da:
            Mah , una cosa è la azienda ideale , una cosa
            quella reale. Se ancora non ti sei scontrato con
            questa semplice cosa beh , ritieniti fortunato.forse la fortuna uno se la crea
            molti utenti "devono" essere
            liberi di fare ...molti utenti "vogliono" ess4ere liberi di fare anche a scapito della qualità e sicurezza dell'azienda.
            linux non è per ora
            utilizzabile.Non mi stupisce. Mi permetto di sottolineare che tali persone sono altamente pericolose con un windows in mano (che non è un os totalemente negativo, sono gli utenti che ne creano la triste nomea) se non pesantemente limitato nei permessi.
            Poi , se non vogliamo vedere i
            problemi di Linux a tutti i costi , liberissimo ;un sysadmin quale tu sei dovrebbe occuparsi di far funzionare correttamente l propria aziende ed evitare i casi kamasutra che tristemente ci rendono famosi.E qui devi operare non tanto sull'os ma su chi lo utilizza (o alternativamente sui permessi che hanno).
            come utilizzatore giornaliero di diverse macchine
            unix e linux ci terrei che si potessero risolvere
            quelle , non tante in realtà ma vincolanti,
            funzionalità che non sono ancora affatto mature per fortune diverse PA, ovviamente non italiche, la pensano differentemente da te.Poi, ovviamente, si può sempre migliorare ma questo vel per qualunque os.
          • Anonimo scrive:
            Re: miti su linux
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            mica vero: ho usato per quasi 2 anni redhat

            installato su una partizione e tuttora uso

            delle distribuzioni live per continuare a

            studiare linux.

            Una live per studiare ? Forse dovresti cominciare
            ad usare invece di studiare
            tanto.Purtroppo per lavorare NOn posso usare linux...a meno che non esca un adobe premiere per linux, un after effects per linux ed un Encore DVD per linux...


            Grazie a queste frequentazioni ho sostituioto

            photoshop con Gimpf e Office con Openoffice

            (entrambi consociuti ed apprezzati tramite

            linux).

            Il fatto è che io un po' di informatica me ne

            intendo, ma mettendomi nei panni di un utente

            "normale" mi rendo conto che non si può

            costringere qualcuno a studiare per mesi, solo

            per riuscire a ricompilare un drive di una

            stampante.

            Spiegaami perche' l'utente normale, che compra il
            pc nel negozio con il so preinstallato, dovrebbe
            avere improvvisi e sporadiche improvvisazioni da
            sistemista volendosi installare un linux: Che se
            lo faccia installare da qualcuno come ha fatto
            con
            windows.Perfetto, allora, se per caso decide di mettere una webcam deve chiamare un installatore? e per installare uno scanner? o per cambiare stampante? insomma siamo seri...


            Essere utenti finali significa proprio questo:

            che la "pappina" DEVE essere già tutta pronta

            e tu non devi essere costretto a farti il

            mazzo per fare funzionare le cose.

            Il problema e' comune a windows, la differenza e'
            che spesso windows lo trovi preinstallato,
            continuo a non capire perche' un utente linux che
            non ha mai voluto sapere niente su windows
            dovrebbe trasformarsi in installatore per
            linux...Perchè operazioni banali su windoews, come installare una stampante, con tutte le carattersitiche funzionanti, su linux è un'operaizone tutt'altro che alla protata di utente "medio".


            Peraltro ho anche testato l'edizione

            definitiva di Vista e l'ho trovata molto

            meglio delle beta:

            Anche io, ma non mi ha riconosciuto dell'hw alla
            prima e mi ha posto domande, in fase di
            installaizone, che avrebbero bloccato l'utente
            normale di cui si parlava
            prima.
            A me tutto incredibilmente liscio e veloce. Forse avò avuto più fortuna...
            La domanda resta : perche' windows se lo fanno
            installare da gente capace e quando vogliono
            provare linux non fanno altrettanto
            ?Vedi sopra....
  • Anonimo scrive:
    LINUX_IN_AZIENDA
    beh , io ho provato fc6 , kubuntu 606 ed altre....e ho provato a darle in mano ad utenti "standard" senza grandi conoscenze.. Ho visto un problema che viene visto come "abbastanza enorme" e in effetti piuttosto pesante ,per una buona integrazione di linux in azienda: aprire files di tipo ".doc" che sono in una condivisione di una macchina windows ;con il canonico "doppio clic" OpenOffice si apre , si chiude e non dice nulla ; aprendo invece il documento da openoffice ( tentando il percorso" smb://..." ) OpenOffice dice chiaramente che "smb non è ancora implementato ...etc.etc.".In quache forum ho letto anche che "si , succede perchè OpenOffice non gestisce le modalità di connessione smb che invece konqueror gestisce...." e qua sta il punto grave , secondo me; Ovvero sembra che linux non abbia una infrastruttura comune che permetta ad una qualunque applicazione , che giri su un desktop qualunque, di aprire files in shares "windows like" in maniera trasparente.Certo , Kde ha fatto qualcosa , Gnome ha fatto qualcosa e molti files si aprono ma il problema rimane ; inutile parlare di "smbfs" poichè questo costringe a fare dei mount a manina o di configurare punti di mount in /etc/fstab ( non a portata degli utenti standard di cui ho parlato prima.)Perchè aprire un .doc in una share windows ( per chi non ci arriva ? ) è la prima cosa che un utente tenta di fare se usa un pc in una rete mista windows / linux....( NO, SI ,SI :no, non mi dite di installare un server nfs su ogni macchina windows ..si , so cosa faccio uso unix e linux da annisi , sto parlando di fare usare linux ad un utente inesperto.. )FIDUCIA_ZERO
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX_IN_AZIENDA
      in un'azienda dovrebbe essere categoricamente escluso che l'utente standard abbia i diritti per modificare /etc/fstab (ma qualunque configurazione simile, su qualunque os) ciò sarà compito di chi è pagato per farlo.O nella vostra azienda funziona così, assemblate i computer poi è il dipendente che si installa windows, stampanti, si configura la rete etc? e rimane gioioso con poteri di sa?
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX_IN_AZIENDA
      - Scritto da:
      beh , io ho provato fc6 , kubuntu 606 ed
      altre....e ho provato a darle in mano ad utenti
      "standard" senza grandi
      conoscenze..
      Ho visto un problema che viene visto come
      "abbastanza enorme" e in effetti piuttosto
      pesante ,per una buona integrazione di linux in
      azienda:


      aprire files di tipo ".doc" che sono in una
      condivisione di una macchina windows ;con il
      canonico "doppio clic" OpenOffice si apre , si
      chiude e non dice nulla ; aprendo invece il
      documento da openoffice ( tentando il percorso"


      smb://..." ) OpenOffice dice chiaramente che "smb
      non è ancora implementato
      ...etc.etc.".
      In quache forum ho letto anche che "si , succede
      perchè OpenOffice non gestisce le modalità di
      connessione smb che invece konqueror
      gestisce...." e qua sta il punto grave , secondo
      me; Ovvero sembra che linux non abbia una
      infrastruttura comune che permetta ad una
      qualunque applicazione , che giri su un desktop
      qualunque, di aprire files


      in shares "windows like" in maniera trasparente.

      Certo , Kde ha fatto qualcosa , Gnome ha fatto
      qualcosa e molti files si aprono ma il problema
      rimane ; inutile


      parlare di "smbfs" poichè questo costringe a fare
      dei mount a manina o di configurare punti di
      mount in /etc/fstab ( non a portata degli utenti
      standard di cui ho parlato
      prima.)

      Perchè aprire un .doc in una share windows ( per
      chi non ci arriva ? ) è la prima cosa che un
      utente tenta di fare se usa un pc in una rete
      mista windows /
      linux....
      ( NO, SI ,SI :
      no, non mi dite di installare un server nfs su
      ogni macchina windows
      ..

      si , so cosa faccio uso unix e linux da anni

      si , sto parlando di fare usare linux ad un
      utente inesperto..
      )

      FIDUCIA_ZEROPerchè non vuoi installare un server NFS su ogni macchina windows ma *pretendi* che linux si adatti perfettamente ad una rete windows?
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX_IN_AZIENDA

        Perchè non vuoi installare un server NFS su ogni
        macchina windows ma *pretendi* che linux si
        adatti perfettamente ad una rete
        windows?Perche' e' l'unico modo per far si che gli utenti usino, provino ed apprezzino Linux altrimenti continueranno ad utilizzare windows.
      • Anonimo scrive:
        Re: LINUX_IN_AZIENDA
        per l'NFS : a parte l'umorismo e i piedi per terra che in questa discussione sono fondamentali, il punto è questo:1) vogliamo che linux possa sostituirsi a windows un domani? si : goto2 no : have fun and take a beer2) pensiamo con buon senso che potrà farlo magari gradatamente ? si : goto 3 no : have fun and take a beer3) abbiamo capito che gradatamente significa convivere con macchine windows e tentare di avere sempre buone funzionalità senza impattare sulle winzos già installate ? si : goto 4 no : have fun and take a beer4) OK sappiamo che linux DEVE poter aprire un .doc in una share windows , come minimo...oppure siamo sbronzi , ma ci stiamo divertendo.FIDUCIA_ZERO
        • Anonimo scrive:
          Re: LINUX_IN_AZIENDA
          - Scritto da:
          per l'NFS : a parte l'umorismo e i piedi per
          terra che in questa discussione sono
          fondamentali, il punto è
          questo:
          1) vogliamo che linux possa sostituirsi a windows
          un
          domani?
          si : goto2
          no : have fun and take a beer

          2) pensiamo con buon senso che potrà farlo magari
          gradatamente
          ?
          si : goto 3
          no : have fun and take a beer

          3) abbiamo capito che gradatamente significa
          convivere con macchine windows e tentare di avere
          sempre buone funzionalità senza impattare sulle
          winzos già installate
          ?
          si : goto 4
          no : have fun and take a beer
          4) OK sappiamo che linux DEVE poter aprire un
          .doc in una share windows , come
          minimo

          ...oppure siamo sbronzi , ma ci stiamo divertendo.

          FIDUCIA_ZEROUna rete di macchine Windows funziona perfettamente.Una rete di macchine Linux funziona perfettamente.Una rete *ibrida*, di base, non funziona.Fortunatamente ci sono dei mezzi per far sì che funzioni (installando NFS su win o installando serve Samba su linux).Ovviamente sono necessari dei compromessi (da una parte o dall'altra) ed una capacità configurare la rete non alla portata di tutti (per questo esistono i sistemisti).Detto questo, la situazione si può migliorare, in modo che l'installazione di una rete ibrida sia più semplice. Una delle due parti, però, deve necessariamente fornire strumenti *migliori* perchè questo accada.La MS probabilmente non lo farà mai.È più probabile invece aspettarsi una cosa del genere dalla comunità open source, e quindi anche io, come te, mi aspetto che sia Linux a rendersi più Win-friendly.Ma questo non vuol dire che Linux DEVE poter fare questo o quell'altro.Nessuno ti obbliga a migrare ad una rete Linux, sei tu che hai deciso di farlo. E devi sapere che il passaggio non è indolore, non puoi pretendere la "pappa pronta" che si autoconfiguri e ti risolva i problemi.Trovo le tue lamentele ingiustificate, oltre che sterili.
    • nattu_panno_dam scrive:
      Re: LINUX_IN_AZIENDA
      - Scritto da:
      aprire files di tipo ".doc" che sono in una
      condivisione di una macchina windows ;con il
      canonico "doppio clic" OpenOffice si apre , si
      chiude e non dice nulla ; aprendo invece ilKDE accetta anche il "canonico "doppio clic" (una scomodità assurda), al posto del clic singolo.
      documento da openoffice ( tentando il percorso"


      smb://..." ) OpenOffice dice chiaramente che "smb
      non è ancora implementato
      ...etc.etc.".
      In quache forum ho letto anche che "si , succede
      perchè OpenOffice non gestisce le modalità di
      connessione smb che invece konqueror
      gestisce...." e qua sta il punto grave , secondomai sentito parlare di smbfs? Monti il ramo condiviso con samba, e la vedi come parte del fs locale, da dove puoi attingere quello che ti serve in rw.
      me; Ovvero sembra che linux non abbia una
      infrastruttura comune che permetta ad una
      qualunque applicazione , che giri su un desktop
      qualunque, di aprire files


      in shares "windows like" in maniera trasparente.Ti faccio notare che le applicazioni su win32, non aprono in modo autonomo il file, ma è explorer che lo fa per loro. Quindi anche se all' applicazione su linux manchi il client smb (alla faccia della trasparenza), è comunque piu' completa di qualsiasi applicazione win32.

      Certo , Kde ha fatto qualcosa , Gnome ha fatto
      qualcosa e molti files si aprono ma il problema
      rimane ; inutile


      parlare di "smbfs" poichè questo costringe a fare
      dei mount a manina o di configurare punti di
      mount in /etc/fstab ( non a portata degli utenti
      standard di cui ho parlato
      prima.)Palle, l' fs puo' essere montato in automatico durante l' init, e non serve modificare fstab per montare una partizione (man mount).

      Perchè aprire un .doc in una share windows ( per
      chi non ci arriva ? ) è la prima cosa che un
      utente tenta di fare se usa un pc in una rete
      mista windows /
      linux....
      ( NO, SI ,SI :eh?
      no, non mi dite di installare un server nfs su
      ogni macchina windows
      ..Chi ti ha consigliato questa cazzata? Qualcuno con il tuo stesso livello di competenza immagino.

      si , so cosa faccio uso unix e linux da anni
      Per fortuna...
      si , sto parlando di fare usare linux ad un
      utente inesperto..
      )

      FIDUCIA_ZEROSono problemi tuoi, se non li vuoi risolvere tu, pensa gli altri.
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX_IN_AZIENDA
      installa smb4k ... vedi ? sempre problemi di ignoranza .. non conoscete linux e pretendete di giudicarlo.
    • Anonimo scrive:
      Re: LINUX_IN_AZIENDA
      bhe tesoro, pretendi un po' no? se sei un amministratore DEVI essere capace a fare un mount smb. gli utenti non devono nemmeno immagniare cosa c'e' dietro l'iconcina "disco condiviso globale".E se non ti sta bene, bhe tesoro, contribuisci !
  • Anonimo scrive:
    cache del disco
    Non sono un esperto di linux, ma ho letto da qualche parte che questo sistema super-stabile fa la cache del disco e se salta la corrente e i dati in cache non sono stati scritti sul disco, il file system può essere compromesso.Proprio una bella cosa per un sistema desktop...
    • Anonimo scrive:
      Re: cache del disco
      - Scritto da:
      Non sono un esperto di linux, ma ho letto da
      qualche parte che questo sistema super-stabile fa
      la cache del disco e se salta la corrente e i
      dati in cache non sono stati scritti sul disco,
      il file system può essere
      compromesso.

      Proprio una bella cosa per un sistema desktop...Cercando di navigare nel male di inesattezze che scrivi:1. La gestione della partizione di swap da parte di linux è molto più efficiente di quella del file di swap fatta da win.2. Linux ha filesystem journal dalla notte dei tempi.3. Se va via la corrente non succede nulla.Se i tuoi problemi sono questi win è trent'anni indietro e non solo rispetto a linux....
      • Anonimo scrive:
        Re: cache del disco
        - Scritto da:

        - Scritto da:
        1. La gestione della partizione di swap da parte
        di linux è molto più efficiente di quella del
        file di swap fatta da
        win.Questa è una sciocchezza non suffragata dai fatti. Il punto è che Windows non ha un accesso raw alle partizioni ma ha un accesso diretto a porzioni di disco passando per il file system. Infatti la definizione del file allocato per lo swap non è modificabile runtime e si può anche impostare ad una dimensione fissa ottenendo di fatto un comportamento simile a quello delle partizioni di swap. In generale sono due sistemi diversi difficilmente confrontabili. E infatti le persone serie non parlano di prestazioni migliori nell'uno e nell'altro. In tal senso fa molto di più lavorare sulla disposizione dei dischi fisici.
        2. Linux ha filesystem journal dalla notte dei
        tempi.Non esageriamo, dai. Windows NT aveva il journaling molto prima di Linux (e adesso ha pure le transazioni). Con ReiserFS e poi EXT3 le cose sono cambiate e il journaling è diventato una opzione standard.
        3. Se va via la corrente non succede nulla.Usando un file system journaled. Questo è vero solo da qualche anno.
        Se i tuoi problemi sono questi win è trent'anni
        indietro e non solo rispetto a
        linux....Anche questa mi pare una sciocchezza gratuita. Rimanendo sul kernel, quello di Windows in generale ha una impostazione più moderna rispetto al kernel di Linux (che si ispira pesantemente al vecchio UNIX). Il che non vuol dire che quest'ultimo sia fatto male ma in quanto a modernità...Ma vado più oltre: persino il file system NTFS (di Vista) ha cose che EXT3 non ha: versionamento, transazioni, stream alternativi. Ma perchè ne sapete così poco di Windows? Non fate del bene alla causa.
        • Anonimo scrive:
          Re: cache del disco
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          1. La gestione della partizione di swap da parte

          di linux è molto più efficiente di quella del

          file di swap fatta da

          win.

          Questa è una sciocchezza non suffragata dai
          fatti. Il punto è che Windows non ha un accesso
          raw alle partizioni ma ha un accesso diretto a
          porzioni di disco passando per il file system.
          Infatti la definizione del file allocato per lo
          swap non è modificabile runtime e si può anche
          impostare ad una dimensione fissa ottenendo di
          fatto un comportamento simile a quello delle
          partizioni di swap. In generale sono due sistemi
          diversi difficilmente confrontabili. E infatti le
          persone serie non parlano di prestazioni migliori
          nell'uno e nell'altro. In tal senso fa molto di
          più lavorare sulla disposizione dei dischi
          fisici.Ma per favore la gestione dello swap di win è semplicemente scandalosa e le "persone serie" neanche si sognano di paragonarla alla gestione che ha un sistema unix-like. Da questo punto di vista il paragone linux-win non sta né in cielo né in terra.


          2. Linux ha filesystem journal dalla notte dei

          tempi.

          Non esageriamo, dai. Windows NT aveva il
          journaling molto prima di Linux (e adesso ha pure
          le transazioni). Con ReiserFS e poi EXT3 le cose
          sono cambiate e il journaling è diventato una
          opzione
          standard.NT il journal ?!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) Ma dai siamo seri ma ti sembra anche solo lontanamente paragonabile a ext3, reiser4, ext4 o xfs ?!!!!L'unica speranza che win ha di avere un fs "serio" è che vengano superate le limitazioni strutturali della famiglia NT e si possa fare il porting anche per il boot di un fs decente.


          3. Se va via la corrente non succede nulla.

          Usando un file system journaled. Questo è vero
          solo da qualche anno.Perchè secondo te il journal sotto linux da quando è supportato ? E prima che succedeva ? Le uniche perdite dati che abbiamo avuto sono avvenute su macchine win....

          Se i tuoi problemi sono questi win è trent'anni

          indietro e non solo rispetto a

          linux....

          Anche questa mi pare una sciocchezza gratuita.
          Rimanendo sul kernel, quello di Windows in
          generale ha una impostazione più moderna rispetto
          al kernel di Linux (che si ispira pesantemente al
          vecchio UNIX). Il che non vuol dire che
          quest'ultimo sia fatto male ma in quanto a
          modernità...(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Tra i kernel ibridi quello di win è il peggiore in assoluto. L'idea poi che un ukernel ibrido sia superiore è stata superata da tempo, la stessa MS s'è dovuta arrendere.
          Ma vado più oltre: persino il file system NTFS
          (di Vista) ha cose che EXT3 non ha:
          versionamento, transazioni, stream alternativi.Vista nasce con un fs superato e rabberciato, ext4 è nel kernel da ottobre....Paragonare NTFS ai fs supportati da linux e alle loro funzionalità è semplicemente ridicolo. Cosa preferisci ext3,ext4, reiser3, reiser4,JFS, xfs ?

          Ma perchè ne sapete così poco di Windows? Non
          fate del bene alla causa.
          Ma perchè parlate a sproposito leggendo solo le brochure della MS...
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            - Scritto da:





            - Scritto da:




            1. La gestione della partizione di swap da
            parte


            di linux è molto più efficiente di quella del


            file di swap fatta da


            win.



            Questa è una sciocchezza non suffragata dai

            fatti. Il punto è che Windows non ha un accesso

            raw alle partizioni ma ha un accesso diretto a

            porzioni di disco passando per il file system.

            Infatti la definizione del file allocato per lo

            swap non è modificabile runtime e si può anche

            impostare ad una dimensione fissa ottenendo di

            fatto un comportamento simile a quello delle

            partizioni di swap. In generale sono due sistemi

            diversi difficilmente confrontabili. E infatti
            le

            persone serie non parlano di prestazioni
            migliori

            nell'uno e nell'altro. In tal senso fa molto di

            più lavorare sulla disposizione dei dischi

            fisici.

            Ma per favore la gestione dello swap di win è
            semplicemente scandalosa e le "persone serie"
            neanche si sognano di paragonarla alla gestione
            che ha un sistema unix-like. Da questo punto di
            vista il paragone linux-win non sta né in cielo
            né in
            terra.







            2. Linux ha filesystem journal dalla notte dei


            tempi.



            Non esageriamo, dai. Windows NT aveva il

            journaling molto prima di Linux (e adesso ha
            pure

            le transazioni). Con ReiserFS e poi EXT3 le cose

            sono cambiate e il journaling è diventato una

            opzione

            standard.


            NT il journal
            ?!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) Ma dai
            siamo seri ma ti sembra anche solo lontanamente
            paragonabile a ext3, reiser4, ext4 o xfs
            ?!!!!
            L'unica speranza che win ha di avere un fs
            "serio" è che vengano superate le limitazioni
            strutturali della famiglia NT e si possa fare il
            porting anche per il boot di un fs
            decente.






            3. Se va via la corrente non succede nulla.



            Usando un file system journaled. Questo è vero

            solo da qualche anno.

            Perchè secondo te il journal sotto linux da
            quando è supportato ? E prima che succedeva ? Le
            uniche perdite dati che abbiamo avuto sono
            avvenute su macchine
            win....








            Se i tuoi problemi sono questi win è
            trent'anni


            indietro e non solo rispetto a


            linux....



            Anche questa mi pare una sciocchezza gratuita.

            Rimanendo sul kernel, quello di Windows in

            generale ha una impostazione più moderna
            rispetto

            al kernel di Linux (che si ispira pesantemente
            al

            vecchio UNIX). Il che non vuol dire che

            quest'ultimo sia fatto male ma in quanto a

            modernità...


            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Tra i
            kernel ibridi quello di win è il peggiore in
            assoluto. L'idea poi che un ukernel ibrido sia
            superiore è stata superata da tempo, la stessa MS
            s'è dovuta arrendere.






            Ma vado più oltre: persino il file system NTFS

            (di Vista) ha cose che EXT3 non ha:

            versionamento, transazioni, stream alternativi.


            Vista nasce con un fs superato e rabberciato,
            ext4 è nel kernel da ottobre....Paragonare NTFS
            ai fs supportati da linux e alle loro
            funzionalità è semplicemente ridicolo. Cosa
            preferisci ext3,ext4, reiser3, reiser4,JFS, xfs
            ?









            Ma perchè ne sapete così poco di Windows? Non

            fate del bene alla causa.



            Ma perchè parlate a sproposito leggendo solo le
            brochure della
            MS...non sono quello di prima, ma almeno quello a differenza tua ha datto qualche motivazione per la sua tesi, tu ti sei solo limitato a dire che linux è meglio perchè... sono fati miei...è proprio vero, voi del linux sembrati fatti in serie (rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            - Scritto da:





            - Scritto da:







            - Scritto da:






            1. La gestione della partizione di swap da

            parte



            di linux è molto più efficiente di quella
            del



            file di swap fatta da



            win.





            Questa è una sciocchezza non suffragata dai


            fatti. Il punto è che Windows non ha un
            accesso


            raw alle partizioni ma ha un accesso diretto a


            porzioni di disco passando per il file system.


            Infatti la definizione del file allocato per
            lo


            swap non è modificabile runtime e si può anche


            impostare ad una dimensione fissa ottenendo di


            fatto un comportamento simile a quello delle


            partizioni di swap. In generale sono due
            sistemi


            diversi difficilmente confrontabili. E infatti

            le


            persone serie non parlano di prestazioni

            migliori


            nell'uno e nell'altro. In tal senso fa molto
            di


            più lavorare sulla disposizione dei dischi


            fisici.



            Ma per favore la gestione dello swap di win è

            semplicemente scandalosa e le "persone serie"

            neanche si sognano di paragonarla alla gestione

            che ha un sistema unix-like. Da questo punto di

            vista il paragone linux-win non sta né in cielo

            né in

            terra.












            2. Linux ha filesystem journal dalla notte
            dei



            tempi.





            Non esageriamo, dai. Windows NT aveva il


            journaling molto prima di Linux (e adesso ha

            pure


            le transazioni). Con ReiserFS e poi EXT3 le
            cose


            sono cambiate e il journaling è diventato una


            opzione


            standard.





            NT il journal

            ?!!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl) Ma dai

            siamo seri ma ti sembra anche solo lontanamente

            paragonabile a ext3, reiser4, ext4 o xfs

            ?!!!!

            L'unica speranza che win ha di avere un fs

            "serio" è che vengano superate le limitazioni

            strutturali della famiglia NT e si possa fare il

            porting anche per il boot di un fs

            decente.










            3. Se va via la corrente non succede nulla.





            Usando un file system journaled. Questo è vero


            solo da qualche anno.



            Perchè secondo te il journal sotto linux da

            quando è supportato ? E prima che succedeva ? Le

            uniche perdite dati che abbiamo avuto sono

            avvenute su macchine

            win....















            Se i tuoi problemi sono questi win è

            trent'anni



            indietro e non solo rispetto a



            linux....





            Anche questa mi pare una sciocchezza gratuita.


            Rimanendo sul kernel, quello di Windows in


            generale ha una impostazione più moderna

            rispetto


            al kernel di Linux (che si ispira pesantemente

            al


            vecchio UNIX). Il che non vuol dire che


            quest'ultimo sia fatto male ma in quanto a


            modernità...





            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Tra i

            kernel ibridi quello di win è il peggiore in

            assoluto. L'idea poi che un ukernel ibrido sia

            superiore è stata superata da tempo, la stessa
            MS

            s'è dovuta arrendere.












            Ma vado più oltre: persino il file system NTFS


            (di Vista) ha cose che EXT3 non ha:


            versionamento, transazioni, stream
            alternativi.





            Vista nasce con un fs superato e rabberciato,

            ext4 è nel kernel da ottobre....Paragonare NTFS

            ai fs supportati da linux e alle loro

            funzionalità è semplicemente ridicolo. Cosa

            preferisci ext3,ext4, reiser3, reiser4,JFS, xfs

            ?

















            Ma perchè ne sapete così poco di Windows? Non


            fate del bene alla causa.






            Ma perchè parlate a sproposito leggendo solo le

            brochure della

            MS...

            non sono quello di prima, ma almeno quello a
            differenza tua ha datto qualche motivazione per
            la sua tesi, tu ti sei solo limitato a dire che
            linux è meglio perchè... sono fati
            miei...

            è proprio vero, voi del linux sembrati fatti in
            serie
            (rotfl)http://polaris.ing.unimo.it/didattica/Tesi/davolio/Analisidialcuneimplementazionimodernedifilesystems.pdfParliamone...
        • Anonimo scrive:
          Re: cache del disco

          Questa è una sciocchezza non suffragata dai
          fatti. Il punto è che Windows non ha un accesso
          raw alle partizioni ma ha un accesso diretto a
          porzioni di disco passando per il file system.
          Infatti la definizione del file allocato per lo
          swap non è modificabile runtime e si può anche
          impostare ad una dimensione fissa ottenendo di
          fatto un comportamento simile a quello delle
          partizioni di swap. In generale sono due sistemi
          diversi difficilmente confrontabili. E infatti le
          persone serie non parlano di prestazioni migliori
          nell'uno e nell'altro. In tal senso fa molto di
          più lavorare sulla disposizione dei dischi
          fisici.
          Windows usa TROPPO lo swap, questo è il punto.
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:
            Windows usa TROPPO lo swap, questo è il punto.conosci un sistema operativo che non usa un file di swap?
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Windows usa TROPPO lo swap, questo è il punto.

            conosci un sistema operativo che non usa un file
            di
            swap?Ovvero come non rispondere ponendo un quesito inutile....
      • Anonimo scrive:
        Re: cache del disco
        - Scritto da:
        1. La gestione della partizione di swap da parte
        di linux è molto più efficiente di quella del
        file di swap fatta da
        win.in che modo una partizione di swap rende più efficiente linux? (rotfl)
        2. Linux ha filesystem journal dalla notte dei
        tempi.
        anche NTFS è jornal dalla notte dei tempi
        3. Se va via la corrente non succede nulla.a si certo perchè c'è sant antonio che ti protegge (rotfl)
        indietro e non solo rispetto a
        linux....
        • Anonimo scrive:
          Re: cache del disco
          - Scritto da:
          - Scritto da:

          1. La gestione della partizione di swap

          da parte di linux è molto più efficiente

          di quella del file di swap fatta da win.
          in che modo una partizione di swap rende più
          efficiente linux?
          (rotfl)Probabilmente e' semplicemente scritto meglio: te ne accorgi quando fai redering pesante, occupando una ventina di Gb di swap e continuando ad usare la macchina senza sentire lo swapping continuo.Inoltre dal kernel 2.6 c'e' la possibilta' di gestire il bilanciamento tra lo swapping di applicazione e la liberazione della cache.Mentre su windows una macchina che swappa pesantemente affossa le capacita' del sistema operativo fino a renderlo usabile.Inoltre su linux non so quale sia il limite massimo di swap, al massimo mi e' capitato di settare 120Gb.Su Windows Vista il massimo e' 4Gb, su Xp non so, ma non credo sia superiore a Vista.

          2. Linux ha filesystem journal dalla notte

          dei tempi.
          anche NTFS è jornal dalla notte dei tempiNT Sp4: Ntfs 5.0Che ha ucciso la compatibilita' all'indietro : se metti un disco formattato in questo modo su un NT precedente al SP4 non lo legge o lo distrugge cercando di ricostruire l'indice.L'ext3 e' un plughin dell'Ext2, come il journaling; se metti un disco Ext3 Journaled su una macchina che ha solo i driver per Ext2 lo legge e lo scrive tranquillamente, limitandosi a non sfruttare le capacita' avanzate.
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:
            Mentre su windows una macchina che swappa
            pesantemente affossa le capacita' del sistema
            operativo fino a renderlo
            usabile.su Vista no.

            Inoltre su linux non so quale sia il limite
            massimo di swap, al massimo mi e' capitato di
            settare
            120Gb.
            Su Windows Vista il massimo e' 4GbPerchè è il limite di indirizzamento di una CPU a 32bit. Hai scoperto l'acqua calda.su Vista a 64bit vai oltre i 4GB
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Mentre su windows una macchina che swappa

            pesantemente affossa le capacita' del

            sistema operativo fino a renderlo usabile.
            su Vista no.Ottimo, provero', peccato il limite dei 4 Gb.

            Inoltre su linux non so quale sia il limite

            massimo di swap, al massimo mi e' capitato

            di settare 120Gb.

            Su Windows Vista il massimo e' 4Gb
            Perchè è il limite di indirizzamento di una
            CPU a 32bit. Hai scoperto l'acqua calda.
            su Vista a 64bit vai oltre i 4GBQuesto e' un limite del sistema operativo, poiche' nella configurazione del kernel ci sono flag per settare il Physical Address Extension e arrivi a gestire fino a 64 Gb. E' vero che non viene piu' gestito direttamente dalla CPU, ma le prestazioni non sembrano risentirne.Volendo ho letto che ci sono apposite patch per aumentare il limite, ma non le hop mai provate.
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:
            Mentre su windows una macchina che swappa
            pesantemente affossa le capacita' del sistema
            operativo fino a renderlo
            usabile.questo succede anche su linux
          • Anonimo scrive:
            Re: cache del disco
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Mentre su windows una macchina che swappa

            pesantemente affossa le capacita' del sistema

            operativo fino a renderlo

            usabile.
            questo succede anche su linuxNo, su linux non succede, ho tirato su diverse macchine per render farm e lo so bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: cache del disco
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        Non sono un esperto di linux, ma ho letto da

        qualche parte che questo sistema super-stabile
        fa

        la cache del disco e se salta la corrente e i

        dati in cache non sono stati scritti sul disco,

        il file system può essere

        compromesso.



        Proprio una bella cosa per un sistema desktop...


        Cercando di navigare nel male di inesattezze che
        scrivi:-
        commento tuo di parte e qundi inutile.

        1. La gestione della partizione di swap da parte
        di linux è molto più efficiente di quella del
        file di swap fatta da
        win.-
        inutile il confronto con win.Lui non l'ha tirato in ballo,si sta parlando di linux.

        2. Linux ha filesystem journal dalla notte dei
        tempi.-
        inesatto.I journaling sono arrivati con il 2.4.x ufficialmente.Parliamo quindi del 2001.Poi bisogna distinguere le diverse strategie di journaling.

        3. Se va via la corrente non succede nulla.-
        inesatto perche' l'FS e' transazionale,quindi i dati non registrati nel log andranno persi.Cio' che e' in cache se non viene scritto su disco e qundi aggiornato il log va' perso.

        Se i tuoi problemi sono questi win è trent'anni
        indietro e non solo rispetto a
        linux....-
        ancora.lui non faceva confronti con windows.ha semplicemente posto un questione tutt'altro che banale e tu aggiungi cose inutili facendo un confronto assolutamente non riechiesto e per giunta privo di giustificazioni tecniche.Non contento ci aggiungo pure un tono da preconcetto assoluto.Mi domando,ha ragione la gente a lamentarsi quando si sente aggredita senza motivo alcuno?Ma e' mai possibile che non si puo' mai parlare di linux in maniera rilassata e costruttiva?Ragazzi,non ci siamo.
    • Anonimo scrive:
      Re: cache del disco
      - Scritto da:
      ho letto da
      qualche parte che questo sistema super-stabile fa
      la cache del disco e se salta la corrente e i
      dati in cache non sono stati scritti sul disco,
      il file system può essere
      compromesso.Hai letto male...
    • Anonimo scrive:
      Re: cache del disco

      informatevi prima di scrivere cazzateè evidente che questo non è il posto adatto per farlo.
      • Anonimo scrive:
        Re: cache del disco
        - Scritto da:

        informatevi prima di scrivere cazzate

        è evidente che questo non è il posto adatto per
        farlo.A me pare che gli abbiano risposto con tanto di dettagli
    • Anonimo scrive:
      Re: cache del disco

      Non sono un esperto di linux, ma ho letto da
      qualche parte che questo sistema super-stabile fa
      la cache del disco e se salta la corrente e i
      dati in cache non sono stati scritti sul disco,
      il file system può essere
      compromesso.Ma va?Usare molta cache comunque ti dà vantaggi non trascurabili in termini di prestazioni, in gran parte però è utilizzata per ridurre le seek in LETTURA, non in scrittura.E comunque i dati che devono essere scritti su disco rimangono in cache per un periodo limitato.Se poi tu non usi un FS journaling sono solo cavoli tuoi.

      Proprio una bella cosa per un sistema desktop...Non ti preoccupare, può succedere anche con win. Se non vuoi questi problemi torna a DOS, la cache dei blocchi non è nemmeno implementata.
      • Anonimo scrive:
        Re: cache del disco

        Se non vuoi questi problemi torna a DOS, la cache
        dei blocchi non è nemmeno
        implementata.
        ncache2 /ext=8192 /block=2048 /read=32K /write=32K /delay=2
    • Anonimo scrive:
      Re: cache del disco

      Non sono un esperto di linux, ma ho letto da
      qualche parte che questo sistema super-stabile fa
      la cache del disco e se salta la corrente e i
      dati in cache non sono stati scritti sul disco,
      il file system può essere
      compromesso.

      Proprio una bella cosa per un sistema desktop...Proprio come tutti gli OS moderni di questo mondo tranne MS/DR/FREE DOS.
    • Anonimo scrive:
      Re: cache del disco
      cazzate, mi è andata via la corrente almeno 20 volte con ubuntu e non ho mai perso niente.
      • Anonimo scrive:
        Re: cache del disco
        - Scritto da:
        cazzate, mi è andata via la corrente almeno 20
        volte con ubuntu e non ho mai perso
        niente.anche io non ho mai perso niente su WinXP, e dire che alcune volte mi cade la corrente elettrica
    • Anonimo scrive:
      Re: cache del disco

      Io le macro con excel non le so fare.... ma in
      compenso ho una laurea in ingegneria
      informatica....

      Che dite... compensa la mancanza?Diciamo che piu' che altro la mancanza e' dell'istruzione dell'universita' italiana se ti hanno dato una laurea anche in presenza di queste lacune...
  • Anonimo scrive:
    A Novell puzza l'alito
    Questo signor Novell dev'essere un comunistaccio straccione linuxista come voi, che non può permettersi di pagare 500 Euro per un s.o. e preferisce perdere 500 ore all'anno di problemi derivanti da hardware non riconosciuto.Quando crescerete...
    • Anonimo scrive:
      Re: A Novell puzza l'alito
      - Scritto da:
      Questo signor Novell dev'essere un comunistaccio
      straccione linuxista come voi, che non può
      permettersi di pagare 500 Euro per un s.o. e
      preferisce perdere 500 ore all'anno di problemi
      derivanti da hardware non
      riconosciuto.

      Quando crescerete...curioso uno che non sa riconoscere l'open source e il free software dal comunismo (uso linux dal 1999 ma se permetti comunista lo dici a tua sorella e se vuoi anche fascista tanto stessa zuppa), che chiama la gente straccione e titola i post "a novell puzza l'alito" ci dice di crescere. Hardware non riconosciuto meglio di dover installare 150 disinfettanti nel sistemaps torna quando avrai perso qualche brufolo e avrai avuto la tua prima esperienza sessuale
    • Anonimo scrive:
      Re: A Novell puzza l'alito
      - Scritto da:
      Questo signor Novell dev'essere un comunistaccio
      straccione linuxista come voi, che non può
      permettersi di pagare 500 Euro per un s.o. e
      preferisce perdere 500 ore all'anno di problemi
      derivanti da hardware non
      riconosciuto.

      Quando crescerete...LINUX RULEZ!!!! @^ @^ @^il giorno in cui capirai la differenza tra mutex e spinlock forse risponderò alla tua stupida affermazione
    • sisko1701 scrive:
      Re: A Novell puzza l'alito
      - Scritto da:
      Questo signor Novell dev'essere un comunistaccio
      straccione linuxista come voi, che non può
      permettersi di pagare 500 Euro per un s.o. e
      preferisce perdere 500 ore all'anno di problemi
      derivanti da hardware non
      riconosciuto.

      Quando crescerete...Ma dai su, fai il bravo, se non la smetti dico alla tua mamma che fumi.
  • Anonimo scrive:
    Lasciate perdere Novell (usate Debian )
    Debian Etch gli fa il culo a Suse e tutta Novell
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate perdere Novell (usate Debia
      - Scritto da:
      Debian Etch gli fa il culo a Suse e tutta NovellSi,si ok come al solito.
      • Anonimo scrive:
        Re: Lasciate perdere Novell (usate Debia
        Mi hai convinto, i tuoi argomenti solidi e rassicuranti mi hanno fatto capire che devo mettere il futuro della mia azienda nelle mani di gente del tuo stampo e sopratutto di Debian. :|
        • 5ze247940 scrive:
          Re: Lasciate perdere Novell (usate Debia
          Accidenti ai cori da stadio!!!
        • Anonimo scrive:
          Re: Lasciate perdere Novell (usate Debia
          - Scritto da:
          Mi hai convinto, i tuoi argomenti solidi e
          rassicuranti mi hanno fatto capire che devo
          mettere il futuro della mia azienda nelle mani di
          gente del tuo stampo e sopratutto di Debian.
          :|Devo dire che in linea di principio sono d'accordo con l'autore del post (ho avuto modo di usarle e Debian è effettivamente una delle distro Linux più pulite, ordinate e facili da usare) ma le sue argomentazioni risultano alquanto debolucce...
    • Anonimo scrive:
      Re: Lasciate perdere Novell (usate Debia
      - Scritto da:
      Debian Etch gli fa il culo a Suse e tutta NovellMa vai a cagare te, quella merda di debian, e quell'aborto africano di ubuntu,kubuntu,xubunti. (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Lasciate perdere Novell (usate Debia
        - Scritto da:
        Ma vai a cagare te, quella merda di debian, e
        quell'aborto africano di ubuntu,kubuntu,xubunti.
        Senza Debian tu non avresti la libertà di usare un vero Linux GNU svincolo da giochi di potere se ti interessa la grafica smandruppante e gli effettini del cazzo tipo il cubo che gira,allora monta una cazzo di distribuzione commercialma se invece desideri usare Linux per quello che è allora debian è il massimo.
  • Anonimo scrive:
    Quatto quatto Mark Russinovich...
    ... sfruttando la sua ineguagliabile conoscenza dei sistemi MS collabora con i team di Wine e ReactOS, su commissione e sovvenzioni di IBM, Sun, Novell, Oracle, Google e HP per realizzare un clone di Windows Open Source e senza le sue limitazioni sempre più sgradite agli utenti.Mentre MS si preoccupa di Linux, la mazzata sta per arrivare da tutt'altra direzione...
    • Anonimo scrive:
      Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
      - Scritto da:
      Mentre MS si preoccupa di Linux, la mazzata sta
      per arrivare da tutt'altra
      direzione...chi diavolo è Mark Russinovich
      • Anonimo scrive:
        Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        Mentre MS si preoccupa di Linux, la mazzata sta

        per arrivare da tutt'altra

        direzione...


        chi diavolo è Mark Russinovich e' il famoso cugggino di cui si parla tanto
        • Anonimo scrive:
          Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
          Russinovich sa di Windows più di quanto ne sappiano i programmatori che lo hanno realizzato. Sembra un paradosso ma così è! Ha creato il sito Sysinternals ed è così bravo da essere stato assunto di recente dalla Microsoft, sito compreso!! Come dire, "questo ci mazzola malamente se vuole, assumiamolo che è meglio, va!"
          • Anonimo scrive:
            Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
            - Scritto da:
            Russinovich sa di Windows più di quanto ne
            sappiano i programmatori che lo hanno realizzato.
            Sembra un paradosso ma così è! Ha creato il sito
            Sysinternals ed è così bravo da essere stato
            assunto di recente dalla Microsoft, sito
            compreso!! Come dire, "questo ci mazzola
            malamente se vuole, assumiamolo che è meglio,
            va!"Sì ma è stato pure molto contento di farsi assumere! Il resto è fantapolitica.Russinovich è anche il tipo che ha scoperto/dettagliato il rootkit di Sony.Per rimanere in tema vi segnalo un articolo sulle modifiche del kernel di Vista scritto dal nostro su MSDN Magazine proprio in questi giorni. E' un articolo che da per scontata la conoscenza del vecchio kernel (cosa che non penso sia così diffusa) ma è interessante.
          • Rei scrive:
            Re: Quatto quatto Mark Russinovich...

            Per rimanere in tema vi segnalo un articolo sulle
            modifiche del kernel di Vista scritto dal nostro
            su MSDN Magazine proprio in questi giorni. E' un
            articolo che da per scontata la conoscenza del
            vecchio kernel (cosa che non penso sia così
            diffusa) ma è
            interessante.hai un link ??grazie.
          • 5ze247940 scrive:
            Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
            http://www.sysinternals.com/Ho provato personalmente pagedefrag(ottimo sotto windows2000), TCPView(mappature di connessioni ), infoNTFS(allocazioni e info sul Tuo NTFS),AccessEnum (indica accessi ai file)...Insomma decisamente un grande...N.B. i file hanno il sorgente compreso...TOP!!!!
          • Anonimo scrive:
            Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
            http://www.microsoft.com/technet/technetmag/issues/2007/02/VistaKernel/default.aspx?loc=it
          • Anonimo scrive:
            Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
            In effetti uno dei primi tool per scovare i simil rootkit windows l'ha sviluppato proprio sysinternals (come altri ottimi software,molto"grezzi" graficamente ma funzionali)
      • Anonimo scrive:
        Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
        - Scritto da:

        chi diavolo è Mark Russinovich http://en.wikipedia.org/wiki/Mark_Russinovichhttp://blogs.technet.com/markrussinovich/P.S.Il famoso Spyware Sony è stato scoperto da lui.
    • Anonimo scrive:
      Re: Quatto quatto Mark Russinovich...

      ... sfruttando la sua ineguagliabile conoscenza(cut)fonte?
      • 5ze247940 scrive:
        Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
        Dimenticavo..Bello il sito microsoft ma preferisco l'originale al redirect quindi...http://www.sysinternals.com/SourceCode.htmlMaledetta Microsoft pure il sito in casa si fa e non ho trovato il codice sorgente degli applicativi...Mondo cane ditemi che ho sbagliato qlchecosa...Microsoft...Bastard inside...
      • Anonimo scrive:
        Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
        - Scritto da:

        ... sfruttando la sua ineguagliabile conoscenza
        (cut)

        fonte?Se spulci in rete scopri che quelli di ReactOS sono in buoni rapporti con una caterva di esperti delle "interiora" di Windows, Russinovich compreso, e scopri anche che quest'ultimo non si è mai fatto pregare per divulgare le sue conoscenze, è un appassionato della sua materia, non è mosso solo dai soldi (non gli fanno di sicuro schifo, ma non sono la sua unica molla).
    • Anonimo scrive:
      Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
      - Scritto da:
      ... sfruttando la sua ineguagliabile conoscenza
      dei sistemi MS collabora con i team di Wine e
      ReactOS, su commissione e sovvenzioni di IBM,
      Sun, Novell, Oracle, Google e HP per realizzare
      un clone di Windows Open Source e senza le sue
      limitazioni sempre più sgradite agli
      utenti.
      Mentre MS si preoccupa di Linux, la mazzata sta
      per arrivare da tutt'altra
      direzione...Mark è sul libro paga del draga, non ci contare troppo.
      • Kirisuto scrive:
        Re: Quatto quatto Mark Russinovich...
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        ... sfruttando la sua ineguagliabile conoscenza

        dei sistemi MS collabora con i team di Wine e

        ReactOS, su commissione e sovvenzioni di IBM,

        Sun, Novell, Oracle, Google e HP per realizzare

        un clone di Windows Open Source e senza le sue

        limitazioni sempre più sgradite agli

        utenti.

        Mentre MS si preoccupa di Linux, la mazzata sta

        per arrivare da tutt'altra

        direzione...


        Mark è sul libro paga del draga, non ci contare
        troppo.Anche il Draga non dovrebbe fidarsi troppo: mai fidarsi di chi ti ha ceduto la propria azienda.Per di più, contrariamente alla convinzione comune, finché Russinovich ha lavorato in proprio non ha mai avuto accesso ai sorgenti di Windows e altri SW MS, in quanto è politica di MS di non mostrarli a potenziali concorrenti e di non fare eccezioni per nessuno, neanche per lui.D'altra parte il team di ReactOS, forse per una politica di pubbliche relazioni indovinata, forse per le indubbie capacità del pur sparuto team di sviluppo, forse proprio perché sparuto e considerato non pericoloso, forse per tutto questo e chissà cos'altro, non saprei proprio, gode delle simpatie di gran parte dei "guru" Windows, Russinovich compreso. ReactOS d'altra parte ha forti legami con Wine, che a sua volta almeno in teoria riscuote vaste simpatie, escludendo probabilmente solo MS e i produttori di antivirus, troppo legati alle fortune e disgrazie di MS.In definitiva, comunque, il pericolo rappresentato da ReactOS+Wine dipende da una cosa fondamentale: quanto le simpatie si traducano in appoggio concreto.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2007 16.52-----------------------------------------------------------
  • Anonimo scrive:
    Grossa bugia!
    Molto meglio Kubuntu.
  • Gusbertone scrive:
    provata proprio stasera opensuse 10.2
    questo è un commento futile e senza pretese, lo butto giusto lì vista la coincidenza: se il primo impatto con un desktop linux dovesse passare dalla distro di novell, be' allora capisco perché la gente si terrebbe stretto windows... mini review:- installazione pachidermica- rendering dei caratteri pietoso, e già questo per una distro orientata al desktop basta per squalificarla, mai visto una roba del genere- rilevata la mia bella hp 1160, supportata al 100%, quindi non c'è scusa "gne gne compra hardware compatibile" che tenga, installato il suo bel ppd... ma niente da fare, non stampa, ammetto che non ho investigato ulteriormente- lentezza da suicidio, ridimensionare una finestra fa venire il latte alle ginocchia, e poi la menano ancora con il cubo rotante, sono anni che si parla di accelerare cairo attraverso le opengl, non se ne sa più nulla- stendiamo un velo pietoso su quella app gtk penosa per installare i pacchetti- artwork: forse per il 2015 riusciamo a vedere completo il tango icon set, mancano ancora icone fondamentali come "apply" e "cancel", io davvero non capisco come si possa mettere in giro un prodotto che emana puzza di incompletezza in questo modoper il resto, a parte un pannello di controllo che saprebbe programmare anche mia nonna con python e le gtk, solito bloatware, credetemi se la mia opinione sul desktop linux fosse dovuta passare da questa esperienza andrei in giro a dire che linux sucks di brutto... è vero è una conclusione superficiale, ma la prima impressione è troppo importante, le altre cose belle (bellissime) di questo OS (la maggior parte ahime su lato server) richiedono troppo tempo e passione per essere scopertetorno alla mia archlinux, se la cava certamente meglio, notte a tutti
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      - Scritto da: Gusbertone
      questo è un commento futile e senza pretese, lo
      butto giusto lì vista la coincidenza: se il primo
      impatto con un desktop linux dovesse passare
      dalla distro di novell, be' allora capisco perché
      la gente si terrebbe stretto windows... mini
      review:

      - installazione pachidermica
      - rendering dei caratteri pietoso, e già questo
      per una distro orientata al desktop basta per
      squalificarla, mai visto una roba del
      genere
      - rilevata la mia bella hp 1160, supportata al
      100%, quindi non c'è scusa "gne gne compra
      hardware compatibile" che tenga, installato il
      suo bel ppd... ma niente da fare, non stampa,
      ammetto che non ho investigato
      ulteriormente
      - lentezza da suicidio, ridimensionare una
      finestra fa venire il latte alle ginocchia, e poi
      la menano ancora con il cubo rotante, sono anni
      che si parla di accelerare cairo attraverso le
      opengl, non se ne sa più
      nulla
      - stendiamo un velo pietoso su quella app gtk
      penosa per installare i
      pacchetti
      - artwork: forse per il 2015 riusciamo a vedere
      completo il tango icon set, mancano ancora icone
      fondamentali come "apply" e "cancel", io davvero
      non capisco come si possa mettere in giro un
      prodotto che emana puzza di incompletezza in
      questo
      modo

      per il resto, a parte un pannello di controllo
      che saprebbe programmare anche mia nonna con
      python e le gtk, solito bloatware, credetemi se
      la mia opinione sul desktop linux fosse dovuta
      passare da questa esperienza andrei in giro a
      dire che linux sucks di brutto... è vero è una
      conclusione superficiale, ma la prima impressione
      è troppo importante, le altre cose belle
      (bellissime) di questo OS (la maggior parte ahime
      su lato server) richiedono troppo tempo e
      passione per essere
      scoperte

      torno alla mia archlinux, se la cava certamente
      meglio, notte a
      tuttiNo, veramente, non ti buttare giù, davvero un bel post, non c'è che dire.Guarda caso (ma tu dimmi un po' le coincidenze a volte), questa sera ho provato Windows.Installazione pachidermica. Mi ha ranzato via tutte le altre partizioni e mi ha fatto perdere tutti i miei dati. Una volta collegato in rete non ho fatto in tempo a scaricare gli aggiornamenti che già avevo beccato una valanga di virus. Ho dovuto reinstallare, scaricare il service pack 2 da un altro PC con linux e installarlo a mano su windows, per potermi collegare in rete e scaricare il resto degli aggiornamenti tra cui internet explorer 7 che ho trovato semplicemente orrendo. Chissà se per il 2015 si decidono a trovare un posto fisso per quella maledetta barra del menu o mi tocca cercarla ad ogni nuova versione per 20 minuti. Applicazioni nessuna, supporto all'hardware nessuno. Ho dovuto perdere almeno un'altra ora per recuperare drivers vari e installarli tutti a manina. Le icone poi e quella grafica da dementi sono davvero desolanti. Se volevo il sapientino prendevo quella della fisher-price mica quello della MS.Adesso ho Windows con sopra assolutamente niente perché dopo una serata così sono sfinito per cercare ed installare altre applicazioni. E poi ancora devo trovare un firewall (quello del service pack 2 dicono sia poco più di un giocattolo), un antivirus, un antispyware, un anticrittogamico e un anticoncezionale (ok, quello in realtà mi serve per altro). Domani si vedrà.Certo, magari sarò io che sono sfigato, ma adesso li capisco tutti quei linari cantinari, che continuano a dire che windows fa schifo. Mi sa che almeno un po' ragione ce l'hanno.
      • Gusbertone scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        apprezzo il tono ironico del tuo post, sono tutte verità, sia quelle che ho espresso io (penso) sia quelle che hai espresso tuvedi, nel caso di windows si tratta di problemi strutturali, qua invece no, stiamo parlando di problemi che potrebbero essere risolti con un impegno forse minore, stiamo parlando di conquistare l'utenza desktop, non di far apprezzare i vantaggi della multiutenza (tanto per dirne una)... quelle che sono cose che si scoprono dopoma quando mi trovo una stampante che non funziona, un rendering dei caratteri che fa venire il mal di testa e una lentezza spaventosa nello spostare una finestra, spiacente mi passa la voglia di scoprire il resto (parlo per un utente non addetto ai lavori)triste ma è cosìsia ben chiaro: io fino alla morte considererò windows un prodotto da terzo mondo informatico, semplicemente mi arrabbio nel vedere come certe piccolezze possano sciupare buone occasioni-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 24 gennaio 2007 00.47-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          - Scritto da: Gusbertone
          ma quando mi trovo una stampante che non
          funziona, un rendering dei caratteri che fa
          venire il mal di testa e una lentezza spaventosa
          nello spostare una finestra, spiacente mi passa
          la voglia di scoprire il resto (parlo per un
          utente non addetto ai
          lavori)La stampante che non funziona direi che non mi sorprende. Però il rendering di caratteri e la lentezza nello spostare la finestra mi sembra insolito.
          • Gusbertone scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            attenzione: è il ridimensionamento che dà problemiper quando riguarda la stampante: non ci sono scuse, bocciati, è imperdonabile
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            Premesso che opensuse non è che mi faccia impazzire non ho notato NESSUNO dei problemi che hai presentato. Ti lascio il dubbio della stampante anche se devo dire che per stampanti supportate non ho mai avuto problemi.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: Gusbertone
            attenzione: è il ridimensionamento che dà
            problemiMa i driver video c'erano ???A succede sempre quando reinstallo XP: 640x480 a 256 colori finche non scarico i driver (peccato che non riconosce neanche della sche da di rete :'() )
            per quando riguarda la stampante: non ci sono
            scuse, bocciati, è imperdonabile
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            Ho l'impressione che hai avuto due problemi...Uno potrebbe averti riconosciuto la scheda grafica come VESA standard e devi trovare i driver altrove. Può succedere con ATI, Nvidia e con ultime versioni del VIA Unichrome Pro per il quale trovi i driver nel progetto OpenChrome.La stampante se è una multifunzione recente e non è supportata dai ppd standard che vengono con la versione 1.2 di CUPS, puoi provare con i pacchetti del tool HPOJ che inserisce un demone ed un altro componente per pilotare le officejet compreso il backend per Sane per lo scanner.Cose successe anche a me ma risolte velocemente con due pacchetti ed una mezz'oretta in giro per internet.
          • FDG scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:
            Cose successe anche a me ma risolte velocemente
            con due pacchetti ed una mezz'oretta in giro per
            internet.Il che esclude un certo tipo di utenza che di quella mezzora non ha neanche la più pallida idea. E dire che con un po di impegno certe cose si potrebbero risolvere in modo più completo e pulito.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da:


            Cose successe anche a me ma risolte velocemente

            con due pacchetti ed una mezz'oretta in giro per

            internet.

            Il che esclude un certo tipo di utenza che di
            quella mezzora non ha neanche la più pallida
            idea. E dire che con un po di impegno certe cose
            si potrebbero risolvere in modo più completo e
            pulito.Quel tipo di utenza porta il pc in negozio o chiama un tecnico, esattamente come su windows, quindi ?
          • FDG scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:
            Quel tipo di utenza porta il pc in negozio o
            chiama un tecnico, esattamente come su windows,
            quindi?Cioè, usare Linux per avere lo stesso tipo di problemi che si hanno su Windows? Mmmm... non ci siamo... no...
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da:


            Quel tipo di utenza porta il pc in negozio o

            chiama un tecnico, esattamente come su windows,

            quindi?

            Cioè, usare Linux per avere lo stesso tipo di
            problemi che si hanno su Windows? Mmmm... non ci
            siamo...
            no...Un utonto porta dal tecnico il PC (o chiama l'amico) ogni qualvolta si presenti un problema (anche se banale).Considerando che un OS che non crei nessun tipo di problemi non esiste, e mai esisterà, la tua osservazione è un tantino insignificante.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            Mah le persone che ho convertito a Linux e sono degli utonti non hanno avuto alcun problema a pagarmi per l'installazione e configurazione di Linux, così come avrebbero fatto con Windows.Con l'unica differenza che con Windows mi chiamano anche 3-4 l'anno per una reinstallazione o problemi di Win, per Linux mi chiamano solo per avvenute nuove necessità, ossia vogliono provare cose nuove, si trovano davanti a nuove necessità, dato che sono distratte da virus, infezioni, malfunzionamenti. E non serve reinstallare.A voler essere pignoli ora che c'è la nuova Kubuntu Dapper un'installazione di Breezy sta diventando "vecchiotta"...
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            c'e' edgy da ottobre e il mese prossimo esce feisty...
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            Con la piccola differenza che Windows lo si paga e a caro prezzo...Ps. Per la cronaca ti scrivo da una opensuse 10.2 con hw vecchiotto (di 5 anni fa) che va come una spada, che gli stessi tempi di avvio nonostante avvii a differenza di windows svariati server tra cui mysql e apache, e svariati demoni per svariati servizi, che ha un grande rendering dei caratteri, che supporta le stampanti che le ho sottoposto (basta provare a cambiare driver... tempo 4 s), che non ha bisongo di antivirus e firewall a parte... etc etc...
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          - Scritto da: Gusbertone
          vedi, nel caso di windows si tratta di problemi
          strutturali, qua invece no, stiamo parlando di
          problemi che potrebbero essere risolti con un
          impegno.....E questa e' una gran verita'.10 e lode per averla scritta e 22 per averla pensata.Ottimo commento.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Gusbertone


            vedi, nel caso di windows si tratta di problemi

            strutturali, qua invece no, stiamo parlando di

            problemi che potrebbero essere risolti con un

            impegno.....

            E questa e' una gran verita'.10 e lode per averla
            scritta e 22 per averla pensata.Ottimo commento.Quoto. Chi l'ha scritto deve essere un genio dell'informatica, davvero.Mandami la mail, ti assumo subito.Per fare le pulizie. (rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          Modificato dall' autore il 24 gennaio 2007 00.47
          --------------------------------------------------
        • nattu_panno_dam scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          Ti bastava dire che Novell è vergonosa alla pari di M$ e avevi riassuntoil tutto in una riga.
      • Anonimo scrive:
        [OT] linaro pagliaccio si nasce
        -
        Guarda caso (ma tu dimmi un po' le coincidenze a
        volte), questa sera ho provato
        Windows.quale? qui si parla di Vista mentre tu installi XP vero?
        Installazione pachidermica. Mi ha ranzato via
        tutte le altre partizioni e mi ha fatto perdere
        tutti i miei dati.sei davvero un (troll) se non riesci a capire come installare windows, specialmente se provieni da linuxl'installazione di XP è un po' lenta rispetto a Vista (RC2)
        Una volta collegato in rete
        non ho fatto in tempo a scaricare gli
        aggiornamenti che già avevo beccato una valanga
        di virus.sei ancora di più un (troll1) perché tutti sanno che PRIMA di connettersi ad internet devi installare almeno SP2
        Ho dovuto reinstallare, scaricare il
        service pack 2 da un altro PC con linux esei molto (troll2) perché metti in mezzo linux che non serve a una fava, il CD SP2 lo trovi pure in edicola o lo chiedi a MS, al limite te lo fai scaricare da un amico non (troll3) come te e masterizzare su cd così non hai problemi
        installarlo a mano su windows, per potermi
        collegare in rete e scaricare il resto degli
        aggiornamenti tra cui internet explorer 7 che ho
        trovato semplicemente orrendo.sempre più (troll4), con l'installazione personalizzata puoi scegliere di NON installare IE7, ma parli di XP vero? Vista ha IE7 incorporato
        Chissà se per il
        2015 si decidono a trovare un posto fisso per
        quella maledetta barra del menu o mi tocca
        cercarla ad ogni nuova versione per 20 minuti.
        Applicazioni nessuna, supporto all'hardware
        nessuno. Ho dovuto perdere almeno un'altra ora
        per recuperare drivers vari e installarli tutti a
        manina. Le icone poi e quella grafica da dementi
        sono davvero desolanti. Se volevo il sapientino
        prendevo quella della fisher-price mica quello
        della
        MS.ecco il vero linaro (troll) che è in te: ti preoccupi delle icone, magari volevi pure il cubo rotante eh?
        Adesso ho Windows con sopra assolutamente niente
        perché dopo una serata così sono sfinito per
        cercare ed installare altre applicazioni. E poi
        ancora devo trovare un firewall (quello del
        service pack 2 dicono sia poco più di un
        giocattolo), un antivirus, un antispyware, un
        anticrittogamico e un anticoncezionale (ok,
        quello in realtà mi serve per altro). Domani si
        vedrà.torna in cantina (troll1), lì hai tutto quello che ti servepoi quando trovi una distro che riconosce automaticamente e installa lo stripe silicon image fammi un fischio
        Certo, magari sarò io che sono sfigato,no non sei sfigato, sei un linaro trolleggiante che non sa come far funzionare windows
        ma adesso
        li capisco tutti quei linari cantinari, che
        continuano a dire che windows fa schifo. Mi sa
        che almeno un po' ragione ce
        l'hanno.tu sei il linaro cantinaro, caro (troll2)se windows è così scarso com'è che voi superesperti cantilinari non lo sapete adoperare? :Dgioca con questo(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)PS: ovviamente questo post è ironico
        • Super_Treje scrive:
          Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
          - Scritto da:
          -
          Guarda caso (ma tu dimmi un po' le coincidenze
          a

          volte), questa sera ho provato

          Windows.
          quale? qui si parla di Vista mentre tu installi
          XP
          vero?L'installazione di xp credo sia + veloce di quella di Vista.

          Installazione pachidermica. Mi ha ranzato via

          tutte le altre partizioni e mi ha fatto perdere

          tutti i miei dati.
          sei davvero un (troll) se non riesci a capire
          come installare windows, specialmente se provieni
          da
          linux
          l'installazione di XP è un po' lenta rispetto a
          Vista
          (RC2)Bisogna saperlo installare Windows, in ogni modo spazza via l'mbr non preoccupandosi affatto su quali altri OS siano installati sopra.Concorrenza sleale ? :D

          Una volta collegato in rete

          non ho fatto in tempo a scaricare gli

          aggiornamenti che già avevo beccato una valanga

          di virus.
          sei ancora di più un (troll1) perché tutti sanno
          che PRIMA di connettersi ad internet devi
          installare almeno
          SP2Un os dovrebbe essere sicuro in rete appena viene installato non dopo "avere messo questo", "aver patchato st'altra cosetta" ecc.ecc.ecc.Linux diciamo che e' abbastanza sicuro gia' al primo avvio.Sicuramente OpenBSD E' SICURO al primo avvio.!!!

          Ho dovuto reinstallare, scaricare il

          service pack 2 da un altro PC con linux e
          sei molto (troll2) perché metti in mezzo linux
          che non serve a una fava, il CD SP2 lo trovi pure
          in edicola o lo chiedi a MS, al limite te lo fai
          scaricare da un amico non (troll3) come te e
          masterizzare su cd così non hai
          problemiSp2 e' una macchia su windows che si porta dietro, il fatto di gestire male, (xp, vedremo in vista cosa ha combinato questa volta microsoft), l'utenza della macchina, ecc.ecc.ecc. fanno si' che in ogni caso una macchina windows, salvo smanettamenti al livello di servizi, registri e quant'altro ha una insicurezza critica.Certo e' possibile blindare anche una macchina windows ma avendo un know how in termini quantitativi veramente elevato.Insomma alla fine devi smanetta' di + che in linux!

          installarlo a mano su windows, per potermi

          collegare in rete e scaricare il resto degli

          aggiornamenti tra cui internet explorer 7 che ho

          trovato semplicemente orrendo.
          sempre più (troll4), con l'installazione
          personalizzata puoi scegliere di NON installare
          IE7, ma parli di XP vero? Vista ha IE7
          incorporatoIE fa' schifo a priori, io sono anni che uso Opera sia sotto windows che sotto linux, e sto' a da dio.Ha cose in + pure rispetto a Firefox che non amo molto per la qualita' di default dei fonts che e' un po' scarsa.

          Chissà se per il

          2015 si decidono a trovare un posto fisso per

          quella maledetta barra del menu o mi tocca

          cercarla ad ogni nuova versione per 20 minuti.

          Applicazioni nessuna, supporto all'hardware

          nessuno. Ho dovuto perdere almeno un'altra ora

          per recuperare drivers vari e installarli tutti
          a

          manina. Le icone poi e quella grafica da dementi

          sono davvero desolanti. Se volevo il sapientino

          prendevo quella della fisher-price mica quello

          della

          MS.
          ecco il vero linaro (troll) che è in te: ti
          preoccupi delle icone, magari volevi pure il cubo
          rotante
          eh?Al cubetto rotante sotto windows xp ci avevo pensato peccato che se lo realizza microsoft solo quando uscira' la versione 2.0 (del cubetto), la versione 1.0 comincera' ad essere installabile :D

          Adesso ho Windows con sopra assolutamente niente

          perché dopo una serata così sono sfinito per

          cercare ed installare altre applicazioni. E poi

          ancora devo trovare un firewall (quello del

          service pack 2 dicono sia poco più di un

          giocattolo), un antivirus, un antispyware, un

          anticrittogamico e un anticoncezionale (ok,

          quello in realtà mi serve per altro). Domani si

          vedrà.
          torna in cantina (troll1), lì hai tutto quello
          che ti
          serve
          poi quando trovi una distro che riconosce
          automaticamente e installa lo stripe silicon
          image fammi un
          fischioPrenditela con Microsoft se dell'hardware viene riconosciuto solo da windows :)Certo come soluzione si potrebbero violare tutte le licenze su software ed hardware dei drivers che ci sono per windows portandoli su linux (ed a sto' punto pure su mac/unix).Ci si metterebbe sicuramente di meno che aspettare che ti diano il permesso di scrivere un driver per linux di una periferica, sempre che ti diano tutti i documenti della periferica stessa senza omettere nulla 8)

          Certo, magari sarò io che sono sfigato,
          no non sei sfigato, sei un linaro trolleggiante
          che non sa come far funzionare
          windowsBeh in effetti bisogna conoscerlo il nemico per poterlo affondare definitivamente.Se non conosci windows non apprezzi linux e per alcune cose anche il viceversa !

          ma adesso

          li capisco tutti quei linari cantinari, che

          continuano a dire che windows fa schifo. Mi sa

          che almeno un po' ragione ce

          l'hanno.

          tu sei il linaro cantinaro, caro (troll2)
          se windows è così scarso com'è che voi
          superesperti cantilinari non lo sapete adoperare?

          :D

          gioca con questo
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)
          (rotfl)(rotfl)(rotfl)

          PS: ovviamente questo post è ironicoSi lo so' ma rispondendo seriamente si fanno notare pregi e difetti di chi tifa windows e di chi tifa linux ;)P.S. : Ma chi tifa OpenBSD non ha difetti (newbie)(newbie) :|:'( 8) :D(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce

            L'installazione di xp credo sia + veloce di
            quella di
            Vista.sul mio vecchio pc no, vista RC2 si installa ed è operativo in 20 minuti (dopo due reboot),per xp ci vuole molto di più
            Bisogna saperlo installare Windows, in ogni modo
            spazza via l'mbr non preoccupandosi affatto su
            quali altri OS siano installati
            sopra.
            Concorrenza sleale ? :Dcon due comandi di lilo rimetti tutto a posto, no?

            Un os dovrebbe essere sicuro in rete appena viene
            installato non dopo "avere messo questo", "aver
            patchato st'altra cosetta"
            ecc.ecc.ecc.
            Linux diciamo che e' abbastanza sicuro gia' al
            primo
            avvio.ehm,Ramen affects systems running default installations of Red Hat Linux 6.2 and 7.0.http://antivirus.about.com/library/virusinfo/blramen.htm
            Sicuramente OpenBSD E' SICURO al primo avvio.!!!sì ma non è per tutti openbsd
            [CUT]
            Certo e' possibile blindare anche una macchina
            windows ma avendo un know how in termini
            quantitativi veramente elevato.
            Insomma alla fine devi smanetta' di + che in
            linux!ma no dai, un problema principale di windows è che l'utente fa tutto come amministratore....l'unico smanettamento è per il firewall in modalità learning se vuoi fare una configurazione precisa
            IE fa' schifo a priori, io sono anni che uso
            Opera sia sotto windows che sotto linux, e e io uso slimbrowser con IE6, e mi trovo bene, su opera non ti so dire perché non ho provato versioni recenti. (però ti scrivo da firefox :D )
            [CUT]
            Prenditela con Microsoft se dell'hardware viene
            riconosciuto solo da windows
            :)io ho scritto a silicon image e mi hanno detto che non esiste driver per linux dato che linux supporta nativamente il raid.... :@mandriva vedeva due dischi e voleva installarsi un una partizione per lui libera.....

            Beh in effetti bisogna conoscerlo il nemico per
            poterlo affondare
            definitivamente.
            Se non conosci windows non apprezzi linux e per
            alcune cose anche il viceversa
            !vero
            Si lo so' ma rispondendo seriamente si fanno
            notare pregi e difetti di chi tifa windows e di
            chi tifa linux
            ;)

            P.S. : Ma chi tifa OpenBSD non ha difetti
            (newbie)(newbie) :|:'( 8)
            :D(rotfl)nel 2001 però...http://www.linuxdevcenter.com/pub/a/linux/2001/06/18/insecurities.html
          • mmiki scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce


            Bisogna saperlo installare Windows, in ogni modo

            spazza via l'mbr non preoccupandosi affatto su

            quali altri OS siano installati

            sopra.

            Concorrenza sleale ? :D
            con due comandi di lilo rimetti tutto a posto, no?sicuramente sì, ma perchè uno deve sempre star lì a smanettare quando le distro linux (almeno fedora e ubuntu, che sono quelle che ho provato) controllano se ci sono altri SO e ti preparano una configurazione completa del boot-loader?




            Un os dovrebbe essere sicuro in rete appena
            viene

            installato non dopo "avere messo questo", "aver

            patchato st'altra cosetta"

            ecc.ecc.ecc.

            Linux diciamo che e' abbastanza sicuro gia' al

            primo

            avvio.
            ehm,
            Ramen affects systems running default
            installations of Red Hat Linux 6.2 and
            7.0.
            http://antivirus.about.com/library/virusinfo/blramintanto sono uscite red hat linux 8 e 9 e fedora ha sostituito red hat linux..come fare esempi su windows 98 -.-'
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
            e XP è del 2001
          • outkid scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
            facile per openbsd essere sicura: non fa na cippa.non la usa nemmeno chi la sviluppa secondome.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
            Alla faccia...un esempio mi viene in mente...Quasi tutti i mail server di Yahoo girano sotto BSD con Qmail...Non è che solo le cose che conosci tu sono buone e le altre fanno tutte cagare...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
            - Scritto da:
            Alla faccia...un esempio mi viene in
            mente...Quasi tutti i mail server di Yahoo girano
            sotto BSD con Qmail...Non è che solo le cose che
            conosci tu sono buone e le altre fanno tutte
            cagare...Secondo i macachi se non c'e' l'effetto "schermo rotante" al logout e le finestre trasparenti il computer "non fa una cippa".Poco importa che i BSD supportino molte piu' applicazioni server dei Mac e siano molto piu' sicuri, ai macachi piacciono le animazioni e le cose colorate. Sono un po' come dei bambini stupidi che calmi dandogli i pupazzi dei Pokemon.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
            - Scritto da: outkid
            facile per openbsd essere sicura: non fa na cippaMa non ti vergogni a dire certe demenze?
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
          - Scritto da:
          torna in cantina (troll1), lì hai tutto quello
          che ti
          serve
          poi quando trovi una distro che riconosce
          automaticamente e installa lo stripe silicon
          image fammi un
          fischioQuando trovi un WinXP che riconosce e installa automaticamente il controller Promise della mia Asus fallo tu a me...
          PS: ovviamente questo post è ironicoCome questo, ovviamente...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT] linaro pagliaccio si nasce
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            torna in cantina (troll1), lì hai tutto quello

            che ti

            serve

            poi quando trovi una distro che riconosce

            automaticamente e installa lo stripe silicon

            image fammi un

            fischio

            Quando trovi un WinXP che riconosce e installa
            automaticamente il controller Promise della mia
            Asus fallo tu a
            me...


            PS: ovviamente questo post è ironico

            Come questo, ovviamente...
            xp è del 2001 , nel 2007 mandriva non installa il silicon image del 2001 (sì a riconoscerlo lo riconosce, ma devi smanettare per farlo funzionare)per il controller promise ti scarichi il driver da mettere sul floppy; all'installazione quando ti viene richiesto premi F6 e metti il floppy, non devi configurare alcunché (e neanche preoccuparti di rendere attiva la configurazione al prossimo reboot)così ho fatto col silicon image e non ho avuto problemi, se invece promise non fornisce il driver per XP.....
      • Anonimo scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        E' circa un mese che ho Vista (RTM Eng) sul portatile, e dopo un giro veloce di aggiornamento dei driver, fila che è un piacere...magari sono fortunato ioCiao
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          - Scritto da:
          E' circa un mese che ho Vista (RTM Eng) sul
          portatile, e dopo un giro veloce di aggiornamento
          dei driver, fila che è un piacere...magari sono
          fortunato
          io

          CiaoEd io sono 4 anni che uso SuSE/openSUSE senza nessun problema di sorta.Il mio post era ovviamente ironico e provocatorio.
      • Anonimo scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        - Scritto da:
        Guarda caso (ma tu dimmi un po' le coincidenze
        volte), questa sera ho provato
        Windows.Mai visto un post tanto inventato come questo.
      • Anonimo scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.

        anticrittogamico e un anticoncezionale (ok,Mi raccomando l'anticoncezionale, ci manca solo che ti riproduca...
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      non sono un grande utilizzatore di suse (solo una settimana)molte cose le condivido, altre meno.Ho notato che suse si fa amare con maggiore lentezza ;)Ad esempio mandriva 2007 all'avvio mi aveva colpito, ma dopo due giorni non mi garbava mica molto...Fedora ci ho messo un po' a farmela piacere...Certo cacchio sono 4 release che uso ubuntu per cui se installo quella mi sento a casa e mi sembra che sia tutto perfetto e ottimale (ma per questioni di abitudine magari)La bellezza, checche ne dicano i soliti di turno che vorrebbero una sola mega distro, è proprio poter scegliere se non ci si trova bene...
    • TADsince1995 scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      Io dopo anni di slackware per fini didattici ho deciso di provare questa famosa ubuntu. C'è davvero pochissimo da criticare, a parte qualche problemuccio con la stampante è semplicemente perfetta, solo un po' più pesante di slackware, l'unico vero problema che ho riscontrato è l'inspiegabile lentezza di java, almeno 2 o 3 volte più lenta della slamd64 che avevo installato precedentemente, qualcuno ne sa qualcosa?TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        - Scritto da: TADsince1995
        Io dopo anni di slackware per fini didattici ho
        deciso di provare questa famosa ubuntu. C'è
        davvero pochissimo da criticare, a parte qualche
        problemuccio con la stampante è semplicemente
        perfetta, solo un po' più pesante di slackware,
        l'unico vero problema che ho riscontrato è
        l'inspiegabile lentezza di java, almeno 2 o 3
        volte più lenta della slamd64 che avevo
        installato precedentemente, qualcuno ne sa
        qualcosa?

        TAD
        Una ricerchina nel web e in uno o due minuti risolvi, non devi neppure andare al centro commerciale.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.

          Una ricerchina nel web e in uno o due minuti
          risolvi, non devi neppure andare al centro
          commerciale.Lo so, mi trovato per caso al centro commerciale, così mi sono preso i due modelli (Trust wb-1400t e wb-3400t) e ho fatto la ricerchina. Domani mattina procedo all'acquisto.TAD
      • Gusbertone scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        sono uno scassamaroni lo so: a me il livecd della ubuntu parte in 1024x768 a 60hz, ho una nvidia, ok anche qua due colpi da console e va tutto a posto, ma per un utente alle prime armi? il live cd di linux from scratch (!!!!!) non ha questo problemacaro tad non ci siamo ancora, queste cose nel 2007 devono essere date per scontate, non devono essere "feature"
        • TADsince1995 scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          - Scritto da: Gusbertone
          sono uno scassamaroni lo so: a me il livecd della
          ubuntu parte in 1024x768 a 60hz, ho una nvidia,
          ok anche qua due colpi da console e va tutto a
          posto, ma per un utente alle prime armi?Guarda, proprio le nvidia ormai si installano con colpi di avanti avanti avanti fine. L'installer ti configura perfino xorg.conf (che poi c'è semplicemente da cambiare "nv" a "nvidia" nella sezione driver)
          caro tad non ci siamo ancora, queste cose nel
          2007 devono essere date per scontate, non devono
          essere
          "feature"Sicuro. Io infatti non ho detto che linux è pronto per l'utonto che compra il cassone acer al supermarket, ma è già prontissimo per un'utenza un minimo smaliziata, che sa almeno cosa è un file e un processo e ha un pizzico di buona volontà e per fortuna sono tanti.TAD
        • mythsmith scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          Il problema della lentezza è sicuramente causato dai driver della scheda video. Probabilmente ti sta usando i generici vesa. Mi spiace ma anche su windows è così: devi andare sul sito del produttore e scaricarteli (a meno che non sia preistallato).
        • pikappa scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          - Scritto da: Gusbertone
          sono uno scassamaroni lo so: a me il livecd della
          ubuntu parte in 1024x768 a 60hz, ho una nvidia,
          ok anche qua due colpi da console e va tutto a
          posto, ma per un utente alle prime armi?


          il live cd di linux from scratch (!!!!!) non ha
          questo
          problema

          caro tad non ci siamo ancora, queste cose nel
          2007 devono essere date per scontate, non devono
          essere
          "feature"Vero, ma considerando che il livecd ha anche il doppio uso di installer, credo che abbiano fatto una scelta conservativa e deciso di usare il driver vesa, in fondo anche windows in fase di installazione (e pure dopo l'installazione in molti casi) usa un generico driver vesa
      • Anonimo scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        Dai un occhio qui:http://www.ubuntuforums.org/showthread.php?t=183239.
      • GrayLord scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        - Scritto da: TADsince1995
        Io dopo anni di slackware per fini didattici ho
        deciso di provare questa famosa ubuntu. C'è
        davvero pochissimo da criticare, a parte qualche
        problemuccio con la stampante è semplicemente
        perfetta, solo un po' più pesante di slackware,
        l'unico vero problema che ho riscontrato è
        l'inspiegabile lentezza di java, almeno 2 o 3
        volte più lenta della slamd64 che avevo
        installato precedentemente, qualcuno ne sa
        qualcosa?
        TADCiao Tad !I nostri percorsi continuano ad essere simili : dopo anni di slackware anche io ho sostituito da un po' il mio desktop con Xubuntu.Programmando in Java ho notato che avevo installate 2 JVM: una della sun e un'implementazione GNU; il sistema tendeva a favorire la seconda, molto piu' lenta, e ignorare la prima. Controlla di non avere anche tu entrambe installate, nel caso tieni solo quella Sun.
        • TADsince1995 scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.

          Ciao Tad !
          I nostri percorsi continuano ad essere simili :
          dopo anni di slackware anche io ho sostituito da
          un po' il mio desktop con
          Xubuntu.

          Programmando in Java ho notato che avevo
          installate 2 JVM: una della sun e
          un'implementazione GNU; il sistema tendeva a
          favorire la seconda, molto piu' lenta, e ignorare
          la prima. Controlla di non avere anche tu
          entrambe installate, nel caso tieni solo quella
          Sun.Ciao GrayLord! Grazie della segnalazione! Anche un altro gentile utente mi ha segnalato questa cosa con tanto di link ai forum di ubuntu, io ho verificato proprio ieri sera e ho la jvm della sun, nessuna traccia di quella gnu... (sulla quale credo che eclipse non sarebbe partito neanche) Eclipse continua a essere inspiegabilmente pesante e con lui tutta la jvm, nonostante tutto nativo a 64 bit Athlon64 3500+ e 2 Giga di ram... Persino sul portatilaccio acer con centrino e slackware va ben più veloce...Dovrò indagare ancora!TAD
          • GrayLord scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: TADsince1995

            Ciao Tad !

            I nostri percorsi continuano ad essere simili :

            dopo anni di slackware anche io ho sostituito da

            un po' il mio desktop con

            Xubuntu.



            Programmando in Java ho notato che avevo

            installate 2 JVM: una della sun e

            un'implementazione GNU; il sistema tendeva a

            favorire la seconda, molto piu' lenta, e
            ignorare

            la prima. Controlla di non avere anche tu

            entrambe installate, nel caso tieni solo quella

            Sun.

            Ciao GrayLord! Grazie della segnalazione! Anche
            un altro gentile utente mi ha segnalato questa
            cosa con tanto di link ai forum di ubuntu, io ho
            verificato proprio ieri sera e ho la jvm della
            sun, nessuna traccia di quella gnu... (sulla
            quale credo che eclipse non sarebbe partito
            neanche) Eclipse continua a essere
            inspiegabilmente pesante e con lui tutta la jvm,
            nonostante tutto nativo a 64 bit Athlon64 3500+ e
            2 Giga di ram... Persino sul portatilaccio acer
            con centrino e slackware va ben più
            veloce...

            Dovrò indagare ancora!
            TADE invece parte, ma diventa elefantiaco: mi succedeva la stessa cosa, stasera guardo a casa e ritrovo il nome del pacchetto che mi dava problemi.
          • GrayLord scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: GrayLord

            - Scritto da: TADsince1995


            Ciao Tad !


            I nostri percorsi continuano ad essere simili
            :


            dopo anni di slackware anche io ho sostituito
            da


            un po' il mio desktop con


            Xubuntu.





            Programmando in Java ho notato che avevo


            installate 2 JVM: una della sun e


            un'implementazione GNU; il sistema tendeva a


            favorire la seconda, molto piu' lenta, e

            ignorare


            la prima. Controlla di non avere anche tu


            entrambe installate, nel caso tieni solo
            quella


            Sun.



            Ciao GrayLord! Grazie della segnalazione! Anche

            un altro gentile utente mi ha segnalato questa

            cosa con tanto di link ai forum di ubuntu, io ho

            verificato proprio ieri sera e ho la jvm della

            sun, nessuna traccia di quella gnu... (sulla

            quale credo che eclipse non sarebbe partito

            neanche) Eclipse continua a essere

            inspiegabilmente pesante e con lui tutta la jvm,

            nonostante tutto nativo a 64 bit Athlon64 3500+
            e

            2 Giga di ram... Persino sul portatilaccio acer

            con centrino e slackware va ben più

            veloce...



            Dovrò indagare ancora!

            TAD

            E invece parte, ma diventa elefantiaco: mi
            succedeva la stessa cosa, stasera guardo a casa e
            ritrovo il nome del pacchetto che mi dava
            problemi.Non lo trovo e non riesco a ricordarlo :(Spiace, fosse ancora pgktools saprei dove andare a prendere i log delle cose disintallate.Non posso che consigliarti di controllare di non avere un'implementazione free della java virtual machine, io disintallata quella ho smesso di avere rallentamenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            ho una macchina uguale alla tua (a parte che io ho solo un 1kkk ram) e ho testato sia Ubuntu che Kubuntu entrambe sia a 32bit che a 64bite le performance di JVM 1.5 sono stabili (mediamente 1,5 - 2 volte più veloce di quanto misurato su XP sulla stessa macchina) Ho preso delle misure facendo girare del codice pesantemente ricorsivo (test unitari su una libreria che stavo sviluppando) e le misure sono state abbastanza accurateciao- Scritto da: TADsince1995

            Ciao Tad !

            I nostri percorsi continuano ad essere simili :

            dopo anni di slackware anche io ho sostituito da

            un po' il mio desktop con

            Xubuntu.



            Programmando in Java ho notato che avevo

            installate 2 JVM: una della sun e

            un'implementazione GNU; il sistema tendeva a

            favorire la seconda, molto piu' lenta, e
            ignorare

            la prima. Controlla di non avere anche tu

            entrambe installate, nel caso tieni solo quella

            Sun.

            Ciao GrayLord! Grazie della segnalazione! Anche
            un altro gentile utente mi ha segnalato questa
            cosa con tanto di link ai forum di ubuntu, io ho
            verificato proprio ieri sera e ho la jvm della
            sun, nessuna traccia di quella gnu... (sulla
            quale credo che eclipse non sarebbe partito
            neanche) Eclipse continua a essere
            inspiegabilmente pesante e con lui tutta la jvm,
            nonostante tutto nativo a 64 bit Athlon64 3500+ e
            2 Giga di ram... Persino sul portatilaccio acer
            con centrino e slackware va ben più
            veloce...

            Dovrò indagare ancora!

            TAD
          • TADsince1995 scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:
            ho una macchina uguale alla tua (a parte che io
            ho solo un 1kkk ram) e ho testato sia Ubuntu che
            Kubuntu entrambe sia a 32bit che a
            64bit
            e le performance di JVM 1.5 sono stabili
            (mediamente 1,5 - 2 volte più veloce di quanto
            misurato su XP sulla stessa macchina)

            Ho preso delle misure facendo girare del codice
            pesantemente ricorsivo (test unitari su una
            libreria che stavo sviluppando) e le misure sono
            state abbastanza
            accurate

            ciaoTi ringrazio dell'informazione! :) Evidentemente dovrò studiare la cosa più a fondo, anche semplicemente lanciando il comando "java" da console rimane mezzo secondo fermo e poi risponde col set di comandi, cosa che qui su slackware non avviene (su una macchina moooolto meno potente)... :sCiaoTAD
    • Anonimo scrive:
      Ma che ci stai a raccontare
      L'hp 1160 la supporta direttamente l'hp sotto linux e non da nessun problema :http://hplip.sourceforge.net/
      • Gusbertone scrive:
        Re: Ma che ci stai a raccontare
        appunto, com'è che non funziona su opensuse alla prima botta? che poi con due botte da console sistemi è un altro discorso, rivaluta il senso del mio discorso nell'ottica della "prima impressione di un novizio"
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma che ci stai a raccontare
          - Scritto da: Gusbertone
          appunto, com'è che non funziona su opensuse alla
          prima botta? che poi con due botte da console
          sistemi è un altro discorso, rivaluta il senso
          del mio discorso nell'ottica della "prima
          impressione di un
          novizio"non so che dirti, devi avere un problema di configurazione ho usato gli stessi driver in ufficio su opensuse ed hanno funzionato alla prima. Ma la stampante l'hai accesa ? :)Comunque se ti può consolare sotto Vista per far funzionare le stampanti ho dovuto aggeggiare un'ora buona, tra un avviso d'errore e l'altro.
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      - Scritto da: Gusbertone
      questo è un commento futile e senza pretese, lo
      butto giusto lì vista la coincidenza: se il primo
      impatto con un desktop linux dovesse passare
      dalla distro di novell, be' allora capisco perché
      la gente si terrebbe stretto windows... mini
      review:

      - installazione pachidermica
      - rendering dei caratteri pietoso, e già questo
      per una distro orientata al desktop basta per
      squalificarla, mai visto una roba del
      genere
      - rilevata la mia bella hp 1160, supportata al
      100%, quindi non c'è scusa "gne gne compra
      hardware compatibile" che tenga, installato il
      suo bel ppd... ma niente da fare, non stampa,
      ammetto che non ho investigato
      ulteriormente
      - lentezza da suicidio, ridimensionare una
      finestra fa venire il latte alle ginocchia, e poi
      la menano ancora con il cubo rotante, sono anni
      che si parla di accelerare cairo attraverso le
      opengl, non se ne sa più
      nulla
      - stendiamo un velo pietoso su quella app gtk
      penosa per installare i
      pacchetti
      - artwork: forse per il 2015 riusciamo a vedere
      completo il tango icon set, mancano ancora icone
      fondamentali come "apply" e "cancel", io davvero
      non capisco come si possa mettere in giro un
      prodotto che emana puzza di incompletezza in
      questo
      modo

      per il resto, a parte un pannello di controllo
      che saprebbe programmare anche mia nonna con
      python e le gtk, solito bloatware, credetemi se
      la mia opinione sul desktop linux fosse dovuta
      passare da questa esperienza andrei in giro a
      dire che linux sucks di brutto... è vero è una
      conclusione superficiale, ma la prima impressione
      è troppo importante, le altre cose belle
      (bellissime) di questo OS (la maggior parte ahime
      su lato server) richiedono troppo tempo e
      passione per essere
      scoperte

      torno alla mia archlinux, se la cava certamente
      meglio, notte a
      tutti...mai sentito parlare di hplip per la tua bella stampantina hp? Provalo, te lo consiglio.
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      ignorante.. la opensuse con Suste Desktop non centra un cavolo!!! la ho originale comprata a 50 ed è anni luce da Win!
      • Gusbertone scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        a parte roba proprietaria inclusa nella versione a pagamento (tipo codec etc suppongo) cosa cambia? opensuse non dovrebbe essere il "test bed" dei prodotti novell?
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          E poi gli utenti linux si arrabbiano quando gli si dice che dividono il letto con la shell...Ma una volta non si diceva banco di prova ?
          • Super_Treje scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:
            E poi gli utenti linux si arrabbiano quando gli
            si dice che dividono il letto con la
            shell...
            Ma una volta non si diceva banco di prova ?Guarda che windows lo puoi usare pure da prompt di dos solo che pochissimi lo sanno fare :D
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: Super_Treje

            - Scritto da:

            E poi gli utenti linux si arrabbiano quando gli

            si dice che dividono il letto con la

            shell...

            Ma una volta non si diceva banco di prova ?


            Guarda che windows lo puoi usare pure da prompt
            di dos solo che pochissimi lo sanno fare
            :DE' invidioso perchè la shell su win non la vedrà prima del prossimo sp, manco quella son riusciti ad implementare. :D :D :D :D
          • nattu_panno_dam scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:

            - Scritto da: Super_Treje



            - Scritto da:


            E poi gli utenti linux si arrabbiano quando
            gli


            si dice che dividono il letto con la


            shell...


            Ma una volta non si diceva banco di prova ?





            Guarda che windows lo puoi usare pure da prompt

            di dos solo che pochissimi lo sanno fare

            :D

            E' invidioso perchè la shell su win non la vedrà
            prima del prossimo sp, manco quella son riusciti
            ad implementare. :D :D :D
            :DHanno cygwin, ma solo i "linari" la usano quando sono costretti ad usare win32, dato che i "winari" la shell manco sanno a che serve.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: nattu_panno_dam
            Hanno cygwin, ma solo i "linari" la usano quando
            sono costretti ad usare win32, dato che i
            "winari" la shell manco sanno a che
            serveMolti winari non sanno neanche aprire un file di testo senza estensione.
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          - Scritto da: Gusbertone
          a parte roba proprietaria inclusa nella versione
          a pagamento (tipo codec etc suppongo) cosa
          cambia? opensuse non dovrebbe essere il "test
          bed" dei prodotti
          novell?Infatti Opensuse installa quella merda di mono
    • Madder scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      Io uso la SuSE dalla versione 9.1 e condivido diversi commenti che hai fatto. Nonostante tutti gli sforzi ci sono ancora diverse cosette che non funzionano e che hanno ancora quel gusto di "smanettone" che non di "utonto" (nel senso buono del termine). Vale comunque il discorso che né SuSE né Ubuntu né tantomeno windows sono esenti da problemi, specialmente durante l'installazione. La differenza è che con con linux ti puoi ritrovare con problemi di hardware non riconosciuto o non ben configurato (almeno al primo colpo) mentre con windows ti ritrovi a dover aggiungere software di ogni genere anche solo per raggiungere un livello di sicurezza accettabile. Cosa è più facile da fare ? A mio modesto parere preferisco un SO che non funziona al 100% e dover "smanettare" un po' per farlo funzionare bene che non un SO che si infetta dopo pochi minuti, più che altro per una questione di quanti danni posso fare a terzi se il mio PC si mette a sparare spam o a infettare altri PC.Preferisco un SO che non mi chieda di installare una decina di software ulteriori una volta finita l'installazione standard solo per poter andare oltre l'800x600 o attivare il DMA sulla scheda madre, e così via. Preferisco poi trovarmi i software già installati che si aggiornano tutti tramite la stessa applicazione che non avere diverse applicazioni che utilizzano sistemi di aggiornamento separati.Infine preferisco, di gran lunga, avere le funzioni base di una periferica che ritrovarmi con 3 programmi residenti più 2 applicazioni che si contendono la macchina fotografica ogni volta che la collego. Ma sono preferenze personali, dettate sicuramente da esperienze diverse dalla tua. Per quanto riguarda la tua suse, probabilmente hai installato Gnome (SuSE storicamente preferisce KDE, anche se ultimamente per il desktop 3d sembra virare verso Gnome) e altrettanto probabilmente hai attivato le estensioni OpenGL per il desktop (compiz e simili) che, nonostante tutta la pubblicità, sono ancora funzioni abbastanza "beta" che funzionano con alcune schede mentre con altre non vanno proprio o vanno malissimo.madder
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      Infatti Novell parlava di SLED e non OpenSuSE.
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.2
      - Scritto da: Gusbertone
      torno alla mia archlinux, se la cava certamente
      meglio....amen! ;)
    • Anonimo scrive:
      Re: rendering caratteri
      - Scritto da: Gusbertone
      - rendering dei caratteri pietoso, e già questo
      per una distro orientata al desktop basta per
      squalificarla, mai visto una roba del
      genere
      Io sono rimasto scioccato vedendo il rendering dei caratteri di Windows XP dopo anni di utilizzo di Mac OS X.Fortuna che almeno IE 7 ha introdotto l'antialiasing.Concordo che se è veramente pietoso passa la voglia di usarlo un sistema con questo problema. Non capisco ad esempio come chi usa windows riesca a leggere i testi (di Word per esempio) seghettati.
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.2
      beh , io ho provato fc6 , kubuntu 606 ed altre....ho visto anche un problema che viene visto come "abbastanza enorme" e in effetti piuttosto pesante ,per una buona integrazione di linux in azienda: aprire files di tipo ".doc" che sono in una condivisione di una macchina windows ;con il canonico "doppio clic" OpenOffice si apre , si chiude e non dice nulla ; aprendo invece il documento da openoffice ( tentando il percorso" smb://..." ) OpenOffice dice chiaramente che "smb non è ancora implementato ...etc.etc.". In quache forum ho letto anche che "si , succede perchè OpenOffice non gestisce le modalità di connessione smb che invece konqueror gestisce...." e qua sta il punto grave , secondo me; Ovvero sembra che linux non abbia una infrastruttura comune che permetta ad una qualunque applicazione , che giri su un desktop qualunque, di aprire files in shares "windows like" in maniera trasparente.Certo , Kde ha fatto qualcosa , Gnome ha fatto qualcosa e molti files si aprono ma il problema rimane ; inutile parlare di "smbfs" poichè questo costringe a fare dei mount a manina o di configurare punti di mount in /etc/fstab ( non a portata degli utenti standard di cui ho parlato prima.) Perchè aprire un .doc in una share windows ( per chi non ci arriva ? ) è la prima cosa che un utente tenta di fare se usa un pc in una rete mista windows / linux....( NO, SI ,SI :no, non mi dite di installare un server nfs su ogni macchina windows ..si , so cosa faccio uso unix e linux da annisi , sto parlando di fare usare linux ad un utente inesperto.. )FIDUCIA_ZERO
      • Anonimo scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        Guarda, se in linux ci fossero l'autocritica interna giusta e dovuta a quest'ora linux sarebbe veramente in competizione vs mac e winz.Invece se uno in questo momento vede delle cose buone in linux è solo perchè le vuole vedere a tutti i costi
    • pikappa scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      - Scritto da: Gusbertone
      torno alla mia archlinux, se la cava certamente
      meglio, notte a
      tuttiGuarda io uso linux da una decina di anni, e di distribuzioni ne ho provate parecchie, mentre lato server per il mio lavoro uso debian, come desktop credo che oggi l'esempio migliore sia ubuntu, è immediata da installare (doppio click sull'installer), si installa velocemente, e parte altrettanto velocemente (attiva solo i servizi essenziali per un desktop) ed è anche curata graficamente (edgy eft, l'ultima, in particolare) inoltre trovo buona l'idea di una versione con supporto sul lungo periodo (attualmente dapper, con 3 anni di supporto) e dei rilasci veloci di versioni piu recenti (feisty fawn uscirà ad aprile) che introducono nuove caratteristiche (e passare da una versione all'altra è piuttosto facile, SENZA dover reinstallare) come dicevo ieri ci sono ancora cose da sistemare, ma è un buon esempio di un desktop linux
      • Anonimo scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        - Scritto da: pikappa
        Guarda io uso linux da una decina di anni, e di
        distribuzioni ne ho provate parecchie, mentre
        lato server per il mio lavoro uso debian, come
        desktop credo che oggi l'esempio migliore sia
        ubuntu, è immediata da installare (doppio click
        sull'installer), si installa velocemente, e parte
        altrettanto velocemente (attiva solo i servizi
        essenziali per un desktop) ed è anche curata
        graficamente (edgy eft, l'ultima, in particolare)
        inoltre trovo buona l'idea di una versione con
        supporto sul lungo periodo (attualmente dapper,
        con 3 anni di supporto) e dei rilasci veloci di
        versioni piu recenti (feisty fawn uscirà ad
        aprile) che introducono nuove caratteristiche (e
        passare da una versione all'altra è piuttosto
        facile, SENZA dover reinstallare) come dicevo
        ieri ci sono ancora cose da sistemare, ma è un
        buon esempio di un desktop
        linuxQuoto in pieno. Inoltre la filosofia che sta dietro ad Ubuntu è ammirevole, ed è pienamente conforme alle idee (forse un po' utopistiche) della FSF. Novell al contrario dopo l'accordo con M$ è da boicottare...
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.2
      Ignoranza pietosa ...Si vede che non ci sai fare ...1 metti KDE di default ...2 vai nel pannello di controllo e setta il fojnt globale che piu' ti aggrada e sopratutto setta una dimensione del font adatta alla tua risoluzione video, faccio notare che windows usato sopra a 1024x768 fa schifo come font e icone sgranate nel dock di fianco all' orologio mentre invece linux e' adattabile.3 lentezza, magari prova e non installare tutto il DVD intero e sopratutto disabilita o non installare beagle.4 zen-updater e novell-zmd hanno caratteristiche che li rendono utili a comodi in grosse reti (ossia maneggiare il software installato su tutti i PC di una rete da un solo server) ma si sono pesini a girare ma basta disabilitare il servizio novell-zmd da yast (3 click) e avviare l'applet "alternativa" per l' aggiornamento che trovi in Sistema
      appletdel desktop
      openSuSE Updater Applet.Come sempre si dimostra che le critiche dei windowsiani verso Linux sono mosse da esperienze superficiali totalmente insignificanti per poter dare un giudizio qualsiasi e tanto meno per poter affermare che Windows e' davvero meglio.
      • Gusbertone scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        evidentemente sei tu che non hai saputo cogliere il senso del mio post, se benissimo anche io come ovviare a questi problemi, semplicemente ho cercato di capire quale potrebbe essere stata la prima impressione di un utente occasionale
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          - Scritto da: Gusbertone
          evidentemente sei tu che non hai saputo cogliere
          il senso del mio post, se benissimo anche io
          come ovviare a questi problemi, semplicemente ho
          cercato di capire quale potrebbe essere stata la
          prima impressione di un utente occasionaleQuegli utenti dovrebbero fare come con windows : farsi installare il sistema da qualcuno che ne sia capace.Non capisco perche' tanta gente che ha sempre e solo a malapena utilizzato windows dovrebbe improvvisarsi sistemista per dover installare linux.
          • Gusbertone scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            su questo mi trovi perfettamente d'accordo, anche considerando che windows ha il vantaggio di essere preinstallatosul fatto poi che linux una volta installato a dovere continui a funzionare fino alla notte dei tempi è un fatto praticamente oggettivo
          • FDG scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:
            Quegli utenti dovrebbero fare come con windows :
            farsi installare il sistema da qualcuno che ne
            sia capace.Come dire che il Personal Computer non è mai stato inventato.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: FDG
            - Scritto da:

            Quegli utenti dovrebbero fare come con

            windows : farsi installare il sistema da

            qualcuno che ne sia capace.
            Come dire che il Personal Computer non è mai
            stato inventato.Ci sono gli utenti che si arrangiano e quelli che non si interessano e vogliono un Pc preinstallato e preconfigurato; non capisco perche' quando si parla di linux gente che non sa neanche installarsi una stampante sotto win vuole trasformarsi in sistemista / programmatore / assemblatore / supertecnico.Dovresti deciderti : di che genere di utenti stai parlando ?A) Quello che non si arrangiano: non sono in grado di installarsi ne' win ne' linux a meno di essere Gastone de Paperone e avere per assoluta caso ogni singolo pezzo di hw riconosciuto al volo.B) Quelli che si arrangiano, per cui non e' un problema risolvere piccoli problemi, come XP che non riconosce la maggior parte delle schede di rete e parte in Vga 800x600 a 265 colori.
        • Anonimo scrive:
          Re: provata proprio stasera opensuse 10.
          l' impressione di un utente occasionale e' totalmente insignificante qualsiasi sia il sistema operativo in gioco.Da utente occasionale mac probabilmente non saprei subito nemmeno aprire il cassetto del cdrom ... da utente occasionale Windows potrei non sapere come installare un driver di periferica ... immagina solo che attacco prima il cavo usb e poi butto il CD come fanno tutti e poi mi chiedo come mai l' installare continua a dirmi che devo attaccare la stampante e che non la trova ...
          • Gusbertone scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            l'utente occasionale è quello a cui però linux desktop deve essere proposto, quindi la prima impressione è fondamentale, è questa la barriera di ingresso
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da: Gusbertone
            l'utente occasionale è quello a cui però linux
            desktop deve essere proposto, quindi la prima
            impressione è fondamentale, è questa la barriera
            di ingressoBhe, in effetti ho visto pochi problemi da parte di utenti messi davanti a un linux preinstallato e preconfigurato, quanto meno non si piantera' se infili un device usb senza aver messo il Cdrom prima (rotfl) anzi se e' una gentoo e' probabile che ti riconosca l'hw al volo :)
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            se e' gentoo e' probabile che dovrai ricompilare il kernel e meta' distribuzione perche' quasi sicuramente l' invasato geek che l' ha installata avra' badato bene a togliere ogni cosa che gli sembrasse non servire per manie paranoiche dell' ottimizzazione e non aveva previsto che l' utente dopo 1 settimane avrebbe comprato alla coop una fotocamera digitale ...Ma per piacere gentoo slackware e debian non sono distribuzioni nemmeno da prendere in considerazione per installare macchine desktop destinare all' utenza casalinga !!! almeno che non abitiate sotto lo stesso tetto dell' utilizzatore finale per intervenire ogni volta a ritoccare le cosine che non vanno e che l' utente utonto non e' buono a configurarsi da solo per totale assenza di interfaccie di amministrazione user-friendly grafiche automatizzate ne di software preconfigurati decorosamente.E non saltatemi su dicendo ah ma basta fare aptget o cazcutamaza ... distro come suse per gli utenti finali sono milioni di anni luce avanti per quello che riguarda gli utenti finali, quelli veri che usano il PC, che lo accettiate o no e anche se novell ha i manini non rende suse meno usabile.
          • Anonimo scrive:
            Re: provata proprio stasera opensuse 10.
            - Scritto da:
            - Scritto da: Gusbertone

            l'utente occasionale è quello a cui però linux

            desktop deve essere proposto, quindi la prima

            impressione è fondamentale, è questa la barriera

            di ingresso

            Bhe, in effetti ho visto pochi problemi da parte
            di utenti messi davanti a un linux preinstallato
            e preconfigurato, quanto meno non si piantera' se
            infili un device usb senza aver messo il Cdrom
            prima (rotfl) anzi se e' una gentoo e' probabile
            che ti riconosca l'hw al volo :)
            Emm, volevo scrivere Ubuntu... Non gentoo, hehehe quella la tengo per me e per il mio portatile, non la installo certo al pubblico.
      • Gusbertone scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.
        - Scritto da:
        Ignoranza pietosa ...davvero, il sapere passa dalle ricette che proponi appresso
        Si vede che non ci sai fare ...eh già
        1 metti KDE di default ...sempre nello spirito niubbo, ho scelto il desktop predefinito
        2 vai nel pannello di controllo e setta il fojnt
        globale che piu' ti aggrada e sopratutto setta
        una dimensione del font adatta alla tua
        risoluzione video, faccio notare che windows
        usato sopra a 1024x768 fa schifo come font e
        icone sgranate nel dock di fianco all' orologio
        mentre invece linux e'
        adattabile."mentre invece" nel mio post non si faceva nessun confronto con windows, che c'entra windows? permetti cmq che a 1600x1200 su un 20", caratteri a 10pt dovrebbero avere abbastanza pixel a disposizione per essere resi a dovere
        3 lentezza, magari prova e non installare tutto
        il DVD intero e sopratutto disabilita o non
        installare
        beagle.non ho installato tutto il dvd per intero
        4 zen-updater e novell-zmd hanno caratteristiche
        che li rendono utili a comodi in grosse reti
        (ossia maneggiare il software installato su tutti
        i PC di una rete da un solo server) ma si sono
        pesini a girare ma basta disabilitare il servizio
        novell-zmd da yast (3 click) e avviare l'applet
        "alternativa" per l' aggiornamento che trovi in
        Sistema
        appletdel desktop
        openSuSE Updater
        Applet.non conosco yast, non mi pronuncio, preferisco metodologie più trasparenti comunque

        Come sempre si dimostra che le critiche dei
        windowsiani verso Linux sono mosse da esperienze
        superficiali totalmente insignificanti per poter
        dare un giudizio qualsiasi e tanto meno per poter
        affermare che Windows e' davvero
        meglio.windows? chi ha mai parlato di windows?
      • webwizard scrive:
        Re: provata proprio stasera opensuse 10.2
        - Scritto da:

        Come sempre si dimostra che le critiche dei
        windowsiani verso Linux sono mosse da esperienze
        superficiali totalmente insignificanti per poter
        dare un giudizio qualsiasi e tanto meno per poter
        affermare che Windows e' davvero
        meglio.E si dimostra anche che la spocchia di certi linari è una delle prime cause del predominio Microsoft nei PC. Vediamo quando capirete che il mondo non è fatto solo da nerd che mangiano pane e floppy la mattina a colazione, ma anche di persone che non possono (o non vogliono) passare le ore a configurare un OS. Gusbertone ha afferrato in pieno il problema e l'ha esposto con chiarezza, ed in cambio si è beccato dell'ignorante. Bill Gates ringrazia, sentitamente. :(
    • Anonimo scrive:
      Re: provata proprio stasera opensuse 10.
      - Scritto da: Gusbertone
      questo è un commento futile e senza pretese, lo
      butto giusto lì vista la coincidenza: se il primo
      impatto con un desktop linux dovesse passare
      dalla distro di novell, be' allora capisco perché
      la gente si terrebbe stretto windows... mini
      review:

      - installazione pachidermica
      - rendering dei caratteri pietoso, e già questo
      per una distro orientata al desktop basta per
      squalificarla, mai visto una roba del
      genere
      - rilevata la mia bella hp 1160, supportata al
      100%, quindi non c'è scusa "gne gne compra
      hardware compatibile" che tenga, installato il
      suo bel ppd... ma niente da fare, non stampa,
      ammetto che non ho investigato
      ulteriormente
      - lentezza da suicidio, ridimensionare una
      finestra fa venire il latte alle ginocchia, e poi
      la menano ancora con il cubo rotante, sono anni
      che si parla di accelerare cairo attraverso le
      opengl, non se ne sa più
      nulla
      - stendiamo un velo pietoso su quella app gtk
      penosa per installare i
      pacchetti
      - artwork: forse per il 2015 riusciamo a vedere
      completo il tango icon set, mancano ancora icone
      fondamentali come "apply" e "cancel", io davvero
      non capisco come si possa mettere in giro un
      prodotto che emana puzza di incompletezza in
      questo
      modo

      per il resto, a parte un pannello di controllo
      che saprebbe programmare anche mia nonna con
      python e le gtk, solito bloatware, credetemi se
      la mia opinione sul desktop linux fosse dovuta
      passare da questa esperienza andrei in giro a
      dire che linux sucks di brutto... è vero è una
      conclusione superficiale, ma la prima impressione
      è troppo importante, le altre cose belle
      (bellissime) di questo OS (la maggior parte ahime
      su lato server) richiedono troppo tempo e
      passione per essere
      scoperte

      torno alla mia archlinux, se la cava certamente
      meglio, notte a
      tutti-_- opensuse non e' suse............. e' gestita da volontari, inoltre prova ubunut epoi mi dici
  • Anonimo scrive:
    Ovvero: fate la carità.
    Questo è il senso delle parole di Novell.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ovvero: fate la carità.
      anche il tuo cranio chiede un po' di cervello per le strade
    • Anonimo scrive:
      Re: Ovvero: fate la carità.
      - Scritto da:
      Questo è il senso delle parole di Novell.Essi' e' proprio cosi'.L'erba del vicino e' sempre....meglio dei coniugi di Erba! (geek)
  • Anonimo scrive:
    Peccato che...
    Ultimamente FIOR di programmi commerciali, installabili su Novell SuSE Linux Enterprise non funzioano bene o con gravi problemi, nonostante siano "Certified for Novell SuSE Linux"Giratevi un po'... http://lists.suse.com/archive/Per il desktop non so, ancora non l'ho provata, pero' mi pare un azzardo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Peccato che...
      se pensi che uno si giri una mailing list di migliaia e più post stai fresco.Piuttosto sarebbero stati molto più graditi link mirati
      • Anonimo scrive:
        [OT]Re: Peccato che...
        - Scritto da:
        se pensi che uno si giri una mailing list di
        migliaia e più post stai
        fresco.

        Piuttosto sarebbero stati molto più graditi link
        miratiEcco bravo dopo le bombe intelligenti inventiamo i link intelligenti.....magari a guida laser. :DStrano comunque che non si parli del gruppetto di Italiani che ha overclockato un P4 631 ad 8Ghz. Spaghetti Power 8)
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT]Re: Peccato che...
          Se questi scienziati di Novell riescono a far funzionare lo stupidissimo modem di Alice Fastrate100 che nessuno mai con Linux è riuscito a far funzionare in modo stabile e duraturo allora faccio lo switch, se mi devo sentir dire ancora "compra un modem con supporto LAN" anche se a casa ne ho 1000 resto con Windows. Basta poco che ce vo? O forse non basta poco o basta riempirsi la bocca di paroloni.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Se questi scienziati di Novell riescono a far
            funzionare lo stupidissimo modem di Alice
            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è riuscito
            a far funzionare in modo stabile e duraturo
            allora faccio lo switch, se mi devo sentir dire
            ancora "compra un modem con supporto LAN" anche
            se a casa ne ho 1000 resto con Windows. Basta
            poco che ce vo? O forse non basta poco o basta
            riempirsi la bocca di
            paroloni.L'acquisto si un modem adsl usb è un errore che si può fare una volta sola nella vita.... :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :|
          • Super_Treje scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Se questi scienziati di Novell riescono a far

            funzionare lo stupidissimo modem di Alice

            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è riuscito

            a far funzionare in modo stabile e duraturo

            allora faccio lo switch, se mi devo sentir dire

            ancora "compra un modem con supporto LAN" anche

            se a casa ne ho 1000 resto con Windows. Basta

            poco che ce vo? O forse non basta poco o basta

            riempirsi la bocca di

            paroloni.

            L'acquisto si un modem adsl usb è un errore che
            si può fare una volta sola nella
            vita....
            :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :|Piu' che altro se fossero indipendenti dalla piattaforma e "stabili" come i loro fratelli Ethernet a quel punto si potrebbero pure utilizzare.Ovviamente Usb 2.0 e non 1.1 !!!Il problema e' che la tecnologia usb e' giovane rispetto alla tecnologia ethernet.Deve ancora maturare in ambiti professionali.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da: Super_Treje

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Se questi scienziati di Novell riescono a far


            funzionare lo stupidissimo modem di Alice


            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è
            riuscito


            a far funzionare in modo stabile e duraturo


            allora faccio lo switch, se mi devo sentir
            dire


            ancora "compra un modem con supporto LAN"
            anche


            se a casa ne ho 1000 resto con Windows. Basta


            poco che ce vo? O forse non basta poco o basta


            riempirsi la bocca di


            paroloni.



            L'acquisto si un modem adsl usb è un errore che

            si può fare una volta sola nella

            vita....

            :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :|


            Piu' che altro se fossero indipendenti dalla
            piattaforma e "stabili" come i loro fratelli
            Ethernet a quel punto si potrebbero pure
            utilizzare.
            Ovviamente Usb 2.0 e non 1.1 !!!

            Il problema e' che la tecnologia usb e' giovane
            rispetto alla tecnologia
            ethernet.
            Deve ancora maturare in ambiti professionali.Più che altro la tecnologia usb nasce per risparmiare con tutte le conseguenze del caso...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Vi state nascondendo dietro un dito. Il modem usb di Alice Fastrate100 è un comunissimo prodotto Bewan con chip ST. E' stato distribuito a tutti coloro che hanno stipulato un contratto "Alice" o Telecom qualche anno fa. E' il piccolo apparecchietto bianco con i tre led di stato e funziona su tutti i Windows a partire dall'edizione '95. La comunità di Linux si vanta di avere programmatori abilissimi ma ancora un driver degno di questo nome per quel modem, distribuito in centinaia di migliaia di esemplari in tutto il mondo, non è stato fatto. Non c'è nessuna scusa di qualsiasi genere per questa grave mancanza, nessuna. Solo per quel motivo non ho potuto installare "Gnu Linux" su molte macchine. "Basta poco che ce vo?"
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Vi state nascondendo dietro un dito. Il modem usb
            di Alice Fastrate100 è un comunissimo prodotto
            Bewan con chip ST. E' stato distribuito a tutti
            coloro che hanno stipulato un contratto "Alice" o
            Telecom qualche anno fa. E' il piccolo
            apparecchietto bianco con i tre led di stato e
            funziona su tutti i Windows a partire
            dall'edizione '95. La comunità di Linux si vanta
            di avere programmatori abilissimi ma ancora un
            driver degno di questo nome per quel modem,
            distribuito in centinaia di migliaia di esemplari
            in tutto il mondo, non è stato fatto. Non c'è
            nessuna scusa di qualsiasi genere per questa
            grave mancanza, nessuna. Solo per quel motivo non
            ho potuto installare "Gnu Linux" su molte
            macchine. "Basta poco che ce
            vo?"Qua ti smentisco subito..su win '98 non funziona, occorre la SE.Quindi la tua affermazione funziana con tutti i windows dal 95 in su è già falsa in partenza!
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Chiedere a mamma telecom di cambiarti il modem no eh? Ma si sà, in Italia piace molto accusare gli altri di non fare il proprio lavoro invece di accorgersi che qualcuno ci sta infinocchiando bene bene (il cambio del modem è un tuo diritto)
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Vi state nascondendo dietro un dito. Il modem usb
            di Alice Fastrate100 è un comunissimo prodotto
            Bewan con chip ST. E' stato distribuito a tutti
            coloro che hanno stipulato un contratto "Alice" o
            Telecom qualche anno fa. E' il piccolo
            apparecchietto bianco con i tre led di stato e
            funziona su tutti i Windows a partire
            dall'edizione '95. La comunità di Linux si vanta
            di avere programmatori abilissimi ma ancora un
            driver degno di questo nome per quel modem,
            distribuito in centinaia di migliaia di esemplari
            in tutto il mondo, non è stato fatto. Non c'è
            nessuna scusa di qualsiasi genere per questa
            grave mancanza, nessuna. Solo per quel motivo non
            ho potuto installare "Gnu Linux" su molte
            macchine. "Basta poco che ce
            vo?"Su 95 non funziona, su 98 ci vuole la 2' edition e relativa patch per il supporto dell'usb.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Vi state nascondendo dietro un dito. Il modem usb
            di Alice Fastrate100 è un comunissimo prodotto
            Bewan con chip ST. E' stato distribuito a tutti
            coloro che hanno stipulato un contratto "Alice" o
            Telecom qualche anno fa. E' il piccolo
            apparecchietto bianco con i tre led di stato e
            funziona su tutti i Windows a partire
            dall'edizione '95. La comunità di Linux si vanta
            di avere programmatori abilissimi ma ancora un
            driver degno di questo nome per quel modem,
            distribuito in centinaia di migliaia di esemplari
            in tutto il mondo, non è stato fatto. Non c'è
            nessuna scusa di qualsiasi genere per questa
            grave mancanza, nessuna. Solo per quel motivo non
            ho potuto installare "Gnu Linux" su molte
            macchine. "Basta poco che ce
            vo?"Allora guarda scrivi al produttore che il driver che ha scritto non ti piace:http://www.bewan.com/bewan/users/downloads/index.phpqui trovi le istruzioni per usarlihttp://guide.debianizzati.org/index.php/Installare_i_driver_unicorn_(BeWAN)sul sito Simon03 trovi pure la patch per il driver ufficiale.I problemi che ha sono gli stessi che ha sotto win, con il piccolo dettaglio che la patch per win non te la scirve nessuno...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Risparmiare cosa scusa?Il costo di un interfaccia USB e quello di una ETH non mi pare cosi diverso...Bisogna solo ricordarsi che anche se cercano di fare tutto USB l'USB non è fatto per gestire al massimo tutto...- Scritto da:

            - Scritto da: Super_Treje



            - Scritto da:





            - Scritto da:



            Se questi scienziati di Novell riescono a
            far



            funzionare lo stupidissimo modem di Alice



            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è

            riuscito



            a far funzionare in modo stabile e duraturo



            allora faccio lo switch, se mi devo sentir

            dire



            ancora "compra un modem con supporto LAN"

            anche



            se a casa ne ho 1000 resto con Windows.
            Basta



            poco che ce vo? O forse non basta poco o
            basta



            riempirsi la bocca di



            paroloni.





            L'acquisto si un modem adsl usb è un errore
            che


            si può fare una volta sola nella


            vita....


            :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :|





            Piu' che altro se fossero indipendenti dalla

            piattaforma e "stabili" come i loro fratelli

            Ethernet a quel punto si potrebbero pure

            utilizzare.

            Ovviamente Usb 2.0 e non 1.1 !!!



            Il problema e' che la tecnologia usb e' giovane

            rispetto alla tecnologia

            ethernet.

            Deve ancora maturare in ambiti professionali.


            Più che altro la tecnologia usb nasce per
            risparmiare con tutte le conseguenze del
            caso...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            sono d'accordo comprate un modem ethernet e passa la paura(linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            A pari costo come si fa a scegliere un modem USB a un modem ETH che sfrutta puramente TCP/IP senza driver quindi è sicuramente piu veloce?Il problema del fastrate non è dei vari SO ma di Alice che dava in comodato certe schifezze!!Anche su win il driver non ha mai funzionato da dio quindi figurati se stanno a perderci tempo...- Scritto da:

            - Scritto da:

            Se questi scienziati di Novell riescono a far

            funzionare lo stupidissimo modem di Alice

            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è riuscito

            a far funzionare in modo stabile e duraturo

            allora faccio lo switch, se mi devo sentir dire

            ancora "compra un modem con supporto LAN" anche

            se a casa ne ho 1000 resto con Windows. Basta

            poco che ce vo? O forse non basta poco o basta

            riempirsi la bocca di

            paroloni.

            L'acquisto si un modem adsl usb è un errore che
            si può fare una volta sola nella
            vita....
            :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :| :|
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Perchè insisti nel voler fare usare al modem un po' del tuo processore per poter navigare? Lo sai, vero che un modem usb si appoggia al tuo processore per funzionare mentre un ethernet no?E' per questo che un USB costa meno!Un banale modem ETH ti dà la garanzia che chi deve fare qualcosa (il modem) lo faccia e lasci fare al processore il suo cippa di lavoro!.simpaticamente. M
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Arridaje! Il suddetto modem funziona *con i corretti driver per le porte usb* anche su Win95 OSR2. Win95 OSR2 e 98 non SE avevano i driver usb traballanti ma lavorandoci un po' andavano anche quelli. Se non si sanno installare i driver usb su macchine e SO vetusti non è colpa mia. Non posso essere smentito perchè l'ho installato ed usato anche su quelle vetuste versioni di Win. Sarà forse perchè me la cavo con i file inf e ini ma funzionava ;)Il modem veniva fornito *in dotazione standard* con l'ADSL di Telecom, non veniva acquistato apposta in negozio, il cliente, inteso come persona con nessuna conoscenza informatica, non poteva scegliere. Su Windows funziona perfettamente, su Linux chissà perchè mai non funziona in modo affidabile, quando qualcuno è riuscito a farlo funzionare. Altri specchi su cui arrampicarsi??
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Arridaje! Il suddetto modem funziona *con i
            corretti driver per le porte usb* anche su Win95
            OSR2. Win95 OSR2 e 98 non SE avevano i driver usb
            traballanti ma lavorandoci un po' andavano anche
            quelli. Se non si sanno installare i driver usb
            su macchine e SO vetusti non è colpa mia. Non
            posso essere smentito perchè l'ho installato ed
            usato anche su quelle vetuste versioni di Win.
            Sarà forse perchè me la cavo con i file inf e ini
            ma funzionava
            ;)
            Il modem veniva fornito *in dotazione standard*
            con l'ADSL di Telecom, non veniva acquistato
            apposta in negozio, il cliente, inteso come
            persona con nessuna conoscenza informatica, non
            poteva scegliere. Su Windows funziona
            perfettamente, su Linux chissà perchè mai non
            funziona in modo affidabile, quando qualcuno è
            riuscito a farlo funzionare. Altri specchi su cui
            arrampicarsi??Cioe' e uguale : su entrambi i sistemi qualcuno e' riuscito a farlo andare...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Aridaje.. fornito in **dotazione standard** significa che avevi tutto il diritto di cambiarlo dato che erano stata appunto telecom a fornirti qualcosa che non funzionava. Anch'io ho avuto questo problemo, chiamata al call center ed invio immediato di nuovo modem ethernet.Cmq meglio chiudere qui, d'altronde se sai arrangiarti con un file inf chi te lo fa fare di chiamare il 187?
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Arridaje! Il suddetto modem funziona *con i
            corretti driver per le porte usb* anche su Win95
            OSR2. Win95 OSR2 e 98 non SE avevano i driver usb
            traballanti ma lavorandoci un po' andavano anche
            quelli. Se non si sanno installare i driver usb
            su macchine e SO vetusti non è colpa mia. Non
            posso essere smentito perchè l'ho installato ed
            usato anche su quelle vetuste versioni di Win.
            Sarà forse perchè me la cavo con i file inf e ini
            ma funzionava
            ;)
            Il modem veniva fornito *in dotazione standard*
            con l'ADSL di Telecom, non veniva acquistato
            apposta in negozio, il cliente, inteso come
            persona con nessuna conoscenza informatica, non
            poteva scegliere. Su Windows funziona
            perfettamente, su Linux chissà perchè mai non
            funziona in modo affidabile, quando qualcuno è
            riuscito a farlo funzionare. Altri specchi su cui
            arrampicarsi??eccone uno un utente che come dici tu sa installare i driver dell'usb decenti su win 95 sr2 (cazzo serve poi) è abbastanza smaliziato e per tua ammissione è a conoscenza che puoi cambiare il modem.Senza contare che uno FURBO se il suo modem non va per il suo sistema operativo (chi naviga con win 95?) prende il telefono chiama telecom e chiede se può cambiarlo. se ha una altro pc a disposizione attacca il modem fa andare internet va su www.alice.it e vede se può cambiarlo
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Se questi scienziati di Novell riescono a far
            funzionare lo stupidissimo modem di Alice
            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è riuscito
            a far funzionare in modo stabile e duraturo
            allora faccio lo switch, se mi devo sentir dire
            ancora "compra un modem con supporto LAN" anche
            se a casa ne ho 1000 resto con Windows. Basta
            poco che ce vo? O forse non basta poco o basta
            riempirsi la bocca di
            paroloni.non capisco il punto...è forse MS a creare i driver per il proprio OS? no sono i produttori di hardware a farlo.....perchè la stupidissima Alice non distribuisce il suo stupidissimo modem "Ethernet-enemy" con i driver per Linux?
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...

            non capisco il punto...è forse MS a creare i
            driver per il proprio OS? no sono i produttori di
            hardware a
            farlo.....

            perchè la stupidissima Alice non distribuisce il
            suo stupidissimo modem "Ethernet-enemy" con i
            driver per
            Linux?secondo l'amico per windows deve essere il produttore a farlo, per linux deve essere la comunità e deve anche falo bene sennò lui si incazza e va a picchiarli uno per volta
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Qui si manca il punto della "questione". La questione è che se da comune utente voglio installare il comunissimo modem di Alice che su Windows funziona benissimo *senza alcun probblema* e se qualcuno non lo avesse capito ancora *senza NESSUN PROBLEMA*. Lo stesso non si può dire di Linux come la vogliate girare e rigirare. A me personalmente del modem di Alice non me ne po' fregà de meno ma molte persone mi guardano male quando gli dico di cambiare modem perchè con Linux non funziona. Se non è ancora chiaro il discorso allora mi pare evidente che con Linux e i "supporter" c'è solo da perder tempo. Continuate a perderlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Qui si manca il punto della "questione". La
            questione è che se da comune utente voglio
            installare il comunissimo modem di Alice che su
            Windows funziona benissimo *senza alcun
            probblema* e se qualcuno non lo avesse capito
            ancora *senza NESSUN PROBLEMA*. Lo stesso non si
            può dire di Linux come la vogliate girare e
            rigirare. A me personalmente del modem di Alice
            non me ne po' fregà de meno ma molte persone mi
            guardano male quando gli dico di cambiare modem
            perchè con Linux non funziona. Se non è ancora
            chiaro il discorso allora mi pare evidente che
            con Linux e i "supporter" c'è solo da perder
            tempo. Continuate a perderlo.Quello che tu non capisci e' che ogni SO ha il suo hw compatibile, questo vale per tutto hw e tutti i SO; questo modem funziona solo per windows da 98 2'ed. in poi, se non usi windows da 98 2'ed. in poi o impazzisci o cambi modem, e' molto semplice...Del resto io a casa ho delle schede Zarro che funzionano sia su linux che su amiga, tu me le fai vedere sotto windows ?
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Sei tu quello che non capisce qua...NON è IL PRODUTTORE DI SISTEMI OPERATIVI A FARE I DRIVER MA SONO I PRODUTTORI DI HARDWARE.SE IL DRIVER IN LINUX NON VA é COLPA DEL PRODUTTORE CHE NON FORNISCE SUPPORTO ADEGUATO AD ESSO.Ribadisco il concetto di prima cmq:tu ti stai appigliando a un modem di merda che veniva distribuito da una società di merda come la telecom che ha scelto una delle cose più economiche in commercio (non venire a dirmi di no).Per cui una comunità ha il diritto di dire "no è un prodotto del cazzo e manco ci perdo tempo" perchè sarebbe lavoro oneroso per niente.Per avere un modem che cmq ha gli stessi problemi di windows che funziona veramente in maniera PENOSA.E di nuovo...Ma prendersi con un esossima cifra di 40-50 euro un modem ETH e usare quello?Sicuramente ti da molti meno problemi e non è Piattaforma dipendente...Credo tu abbia perso piu tempo/soldi per questionare sul Fastrate che andandone a comprare uno ETH...Spero tu non faccia il sistemista o similare di lavoro xchè i tuoi clienti con la tua elasticità mentale stanno a cavallo...- Scritto da:
            Qui si manca il punto della "questione". La
            questione è che se da comune utente voglio
            installare il comunissimo modem di Alice che su
            Windows funziona benissimo *senza alcun
            probblema* e se qualcuno non lo avesse capito
            ancora *senza NESSUN PROBLEMA*. Lo stesso non si
            può dire di Linux come la vogliate girare e
            rigirare. A me personalmente del modem di Alice
            non me ne po' fregà de meno ma molte persone mi
            guardano male quando gli dico di cambiare modem
            perchè con Linux non funziona. Se non è ancora
            chiaro il discorso allora mi pare evidente che
            con Linux e i "supporter" c'è solo da perder
            tempo. Continuate a
            perderlo.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Sei tu quello che non capisce qua...NON è IL
            PRODUTTORE DI SISTEMI OPERATIVI A FARE I DRIVER
            MA SONO I PRODUTTORI DI HARDWARE.SE IL DRIVER IN
            LINUX NON VA é COLPA DEL PRODUTTORE CHE NON
            FORNISCE SUPPORTO ADEGUATO AD
            ESSO.
            Ribadisco il concetto di prima cmq:tu ti stai
            appigliando a un modem di merda che veniva
            distribuito da una società di merda come la
            telecom che ha scelto una delle cose più
            economiche in commercio (non venire a dirmi di
            no).Per cui una comunità ha il diritto di dire
            "no è un prodotto del cazzo e manco ci perdo
            tempo" perchè sarebbe lavoro oneroso per
            niente.Per avere un modem che cmq ha gli stessi
            problemi di windows che funziona veramente in
            maniera PENOSA.E di nuovo...Ma prendersi con un
            esossima cifra di 40-50 euro un modem ETH e usare
            quello?Sicuramente ti da molti meno problemi e
            non è Piattaforma dipendente...Credo tu abbia
            perso piu tempo/soldi per questionare sul
            Fastrate che andandone a comprare uno
            ETH...
            Spero tu non faccia il sistemista o similare di
            lavoro xchè i tuoi clienti con la tua elasticità
            mentale stanno a
            cavallo...
            - Scritto da:

            Qui si manca il punto della "questione". La

            questione è che se da comune utente voglio

            installare il comunissimo modem di Alice che su

            Windows funziona benissimo *senza alcun

            probblema* e se qualcuno non lo avesse capito

            ancora *senza NESSUN PROBLEMA*. Lo stesso non si

            può dire di Linux come la vogliate girare e

            rigirare. A me personalmente del modem di Alice

            non me ne po' fregà de meno ma molte persone mi

            guardano male quando gli dico di cambiare modem

            perchè con Linux non funziona. Se non è ancora

            chiaro il discorso allora mi pare evidente che

            con Linux e i "supporter" c'è solo da perder

            tempo. Continuate a

            perderlo.E aggiungo: sai quanto hw ho io che windows non ha i driver per vedere ?
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Se questi scienziati di Novell riescono a far
            funzionare lo stupidissimo modem di Alice
            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è riuscito
            a far funzionare in modo stabile e duraturoMa, funzionare funziona anche.. ma come fai a dire a uno che vuol passare a linux (e che dunque lo conosce poco) di ricompilarsi il kernel per il supporto atm, patchare i driver ecc.. fai prima a fargli comprare un ethernet.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Se questi scienziati di Novell riescono a far
            funzionare lo stupidissimo modem di Alice
            Fastrate100 che nessuno mai con Linux è riuscito
            a far funzionare in modo stabile e duraturo
            allora faccio lo switch, se mi devo sentir dire
            ancora "compra un modem con supporto LAN" anche
            se a casa ne ho 1000 resto con Windows. Basta
            poco che ce vo? O forse non basta poco o basta
            riempirsi la bocca di
            paroloni.Scienziati? LoLComunque se un modem USB funziona solo sotto Win la colpa è del produttore, non degli sviluppatori. Quanto credi che ci metterebbero a realizzare un driver se avessero a disposizione le specifiche? O perlomeno i sorgenti dei driver Windows? Invece a furia di tenere tutto segreto...Quoto chi dice che comprare un modem USB ADSL è un errore che si fa solo una volta nella vita. Anzi, penso che sia importante fare questo errore, la massima "sbagliando s'impara" non ha mai avuto applicazione pratica più adatta! ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Caro amico, i driver sono stati rilasciati da tempo immemorabile sul sito della Bewan, anche in sorgente, e anche "aggiornati". Se nonostante questo nessun esperto di Linux è riuscito a farli andare decentemente o meglio ancora a preparare un pacchetto precompilato beh non so che pensare. O meglio so che non devo nemmeno tentare di installare Linux su una macchina munita del comunissimo modem bianco di Alice se il proprietario non vuol sentirne di cambiarlo con un altro supportato dal SO. Che male abbia poi fatto questo diffusissimo modem per non aver ricevuto la necessaria attenzione dalla "comunità" proprio non so.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Funziona male.Ti basta?- Scritto da:
            Caro amico, i driver sono stati rilasciati da
            tempo immemorabile sul sito della Bewan, anche in
            sorgente, e anche "aggiornati". Se nonostante
            questo nessun esperto di Linux è riuscito a farli
            andare decentemente o meglio ancora a preparare
            un pacchetto precompilato beh non so che pensare.
            O meglio so che non devo nemmeno tentare di
            installare Linux su una macchina munita del
            comunissimo modem bianco di Alice se il
            proprietario non vuol sentirne di cambiarlo con
            un altro supportato dal SO. Che male abbia poi
            fatto questo diffusissimo modem per non aver
            ricevuto la necessaria attenzione dalla
            "comunità" proprio non
            so.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Mi sono fatto l'idea che, almeno chi scrive QUI getta un'ombra su tutta la comunità Linux perchè non lo sa usare o non è un power user (come io lo sono invece ma di Windows), ma bravo a dire "se hai un problema risolvilo da te perchè Linux è il miglior SO del pianeta e questo deve bastarti". Non si legge o non si vuol leggere quel che scrivo, il problema non lo si affronta , lo si nega ma negandolo il problema resta comunque.Il famigerato modem con Windows funziona alla perfezione fino a 8 Mb/s (mega bit secondo). La parola perfezione non ha bisogno di spiegazioni, mi par sufficientemente chiara.Il modem è diffusissimo sul nostro territorio perchè fornito in bundle con l'offerta Telecom qualche anno fa.Non esiste, e questa è la vergogna quantomento della comunità italiana di Linux, un driver stabile che consenta a questo apparecchietto di funzionare impeccabilmente senza bisogno di far macumbe con Linux, nonostante sia diffusissimo e presente sul nostro territorio da diversi anni ormai e che le specifiche del chipset siano arcinote ed esistano persino i sorgenti ufficiali per i driver. E' evidente la scarsa preparazione tecnica anche dei più sfegatatissimi sostenitori di Linux, almeno in Italia, che a quel che si vede qui o ridicolizzano il problema o ti ridicolizzano o ti dicono più o meno gentilmente di comprare un altro apparecchio. C'è una cosa che si chiama modestia, quando non si è in grado di risolvere un problema si dice semplicemente "io non sono in grado di farlo", comportamento molto più apprezzato che l'arrampicarsi sugli specchi o addirittura l'insulto a chi ci pone un problema che non sappiamo risolvere.Se ci fossero stati driver degni di questo nome per quel modem diffusissimo ma indigesto agli utenti italiani di Linux avrei installato, senza esagerare, un migliaio di Gnu/Linux tra Red Hat, Suse ed Ubuntu. Stavo per dire "ed è un peccato" ma a ben pensarci, visto il tono di alcune risposte è più appropriato "ed è stato un bene non averlo potuto fare".
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Mi sono fatto l'idea che, almeno chi scrive QUI
            getta un'ombra su tutta la comunità Linux perchè
            non lo sa usare o non è un power user (come io lo
            sono invece ma di Windows), ma bravo a dire "se
            hai un problema risolvilo da te perchè Linux è il
            miglior SO del pianeta e questo deve bastarti".
            Non si legge o non si vuol leggere quel che
            scrivo, il problema non lo si affronta , lo si
            nega ma negandolo il problema resta
            comunque.

            Il famigerato modem con Windows funziona alla
            perfezione fino a 8 Mb/s (mega bit secondo). La
            parola perfezione non ha bisogno di spiegazioni,
            mi par sufficientemente
            chiara.
            Il modem è diffusissimo sul nostro territorio
            perchè fornito in bundle con l'offerta Telecom
            qualche anno
            fa.
            Non esiste, e questa è la vergogna quantomento
            della comunità italiana di Linux, un driver
            stabile che consenta a questo apparecchietto di
            funzionare impeccabilmente senza bisogno di far
            macumbe con Linux, nonostante sia diffusissimo e
            presente sul nostro territorio da diversi anni
            ormai e che le specifiche del chipset siano
            arcinote ed esistano persino i sorgenti ufficiali
            per i driver. E' evidente la scarsa preparazione
            tecnica anche dei più sfegatatissimi sostenitori
            di Linux, almeno in Italia, che a quel che si
            vede qui o ridicolizzano il problema o ti
            ridicolizzano o ti dicono più o meno gentilmente
            di comprare un altro apparecchio. C'è una cosa
            che si chiama modestia, quando non si è in grado
            di risolvere un problema si dice semplicemente
            "io non sono in grado di farlo", comportamento
            molto più apprezzato che l'arrampicarsi sugli
            specchi o addirittura l'insulto a chi ci pone un
            problema che non sappiamo
            risolvere.

            Se ci fossero stati driver degni di questo nome
            per quel modem diffusissimo ma indigesto agli
            utenti italiani di Linux avrei installato, senza
            esagerare, un migliaio di Gnu/Linux tra Red Hat,
            Suse ed Ubuntu. Stavo per dire "ed è un peccato"
            ma a ben pensarci, visto il tono di alcune
            risposte è più appropriato "ed è stato un bene
            non averlo potuto
            fare".Cosa posso aggiungere? Tono pacato,idee chiare e problema centrato.Purtroppo la comunita' linux (non solo quella italiana) sta silurando ogni mezza misura (sia in senso di idee sia in termini di persone che le esprimono) e questi sono i risultati.Strilloni ad ogni angolo,teocratici talebani e toni da gran cassa ma sopratutto gente da "educare" a tutti i costi per la verita' ultima e' un bene che a noi terreni non appartiene.Peccato che se si vuole pervadere la passione e l'anima delle persone servono ben altre cose come la concretezza attraverso molte rinunce e compromessi a cominciare da una licenza che blinda ogni possibilita' di crescita di tale sistema.Evidentemente non vogliono mettersi sul mercato per migliorarlo semplicemente perche' non ne vogliono sentire parlare.Bene come ogni novita' o pone radici nel tessuto economico oopure e' destinata ad essere spazzata via dalla successiva.E' circa arrivata a meta' della sua vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Mi sono fatto l'idea che, almeno chi scrive QUI

            getta un'ombra su tutta la comunità Linux perchè

            non lo sa usare o non è un power user (come io
            lo

            sono invece ma di Windows), ma bravo a dire "se

            hai un problema risolvilo da te perchè Linux è
            il

            miglior SO del pianeta e questo deve bastarti".

            Non si legge o non si vuol leggere quel che

            scrivo, il problema non lo si affronta , lo si

            nega ma negandolo il problema resta

            comunque.



            Il famigerato modem con Windows funziona alla

            perfezione fino a 8 Mb/s (mega bit secondo). La

            parola perfezione non ha bisogno di spiegazioni,

            mi par sufficientemente

            chiara.

            Il modem è diffusissimo sul nostro territorio

            perchè fornito in bundle con l'offerta Telecom

            qualche anno

            fa.

            Non esiste, e questa è la vergogna quantomento

            della comunità italiana di Linux, un driver

            stabile che consenta a questo apparecchietto di

            funzionare impeccabilmente senza bisogno di far

            macumbe con Linux, nonostante sia diffusissimo e

            presente sul nostro territorio da diversi anni

            ormai e che le specifiche del chipset siano

            arcinote ed esistano persino i sorgenti
            ufficiali

            per i driver. E' evidente la scarsa preparazione

            tecnica anche dei più sfegatatissimi sostenitori

            di Linux, almeno in Italia, che a quel che si

            vede qui o ridicolizzano il problema o ti

            ridicolizzano o ti dicono più o meno gentilmente

            di comprare un altro apparecchio. C'è una cosa

            che si chiama modestia, quando non si è in grado

            di risolvere un problema si dice semplicemente

            "io non sono in grado di farlo", comportamento

            molto più apprezzato che l'arrampicarsi sugli

            specchi o addirittura l'insulto a chi ci pone un

            problema che non sappiamo

            risolvere.



            Se ci fossero stati driver degni di questo nome

            per quel modem diffusissimo ma indigesto agli

            utenti italiani di Linux avrei installato, senza

            esagerare, un migliaio di Gnu/Linux tra Red Hat,

            Suse ed Ubuntu. Stavo per dire "ed è un peccato"

            ma a ben pensarci, visto il tono di alcune

            risposte è più appropriato "ed è stato un bene

            non averlo potuto

            fare".

            Cosa posso aggiungere? Tono pacato,idee chiare e
            problema centrato.Problema centrato ?Quale problema ?Ogni SO ha hw supportato e hw non supportato, se vuoi usare un so ovviamente ti devi informare sul supporto, ad esempio windows non vedrebbe meta' dell'hw che ho in casa, ma non mi viene in mente di lamentarmi perche' non posso installare 95 sul mio vecchio Vax.
            Purtroppo la comunita' linux (non solo
            quella italiana) sta silurando ogni mezza
            misura (sia in senso di idee sia in termini
            di persone che le esprimono) e questi sono i
            risultati.Strilloni ad ogni angolo,teocratici
            talebani e toni da gran cassa ma sopratutto
            gente da "educare" a tutti i costi per la
            verita' ultima e' un bene che a noi terreni
            non appartiene.
            Peccato che se si vuole pervadere la passione e
            l'anima delle persone servono ben altre cose come
            la concretezza attraverso molte rinunce e
            compromessi a cominciare da una licenza che
            blinda ogni possibilita' di crescita di tale
            sistema.E come si potrebbe migliorare senza che faccia la fine di BSD e tutelare il codice ?Raccontami la tua idea.
            Evidentemente non vogliono mettersi sul
            mercato per migliorarlo semplicemente perche'
            non ne vogliono sentire parlare.
            Bene come ogni novita' o pone radici nel tessuto
            economico oopure e' destinata ad essere spazzata
            via dalla successiva.E' circa arrivata a meta'
            della sua
            vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Mi sono fatto l'idea che, almeno chi scrive
            QUI


            getta un'ombra su tutta la comunità Linux
            perchè


            non lo sa usare o non è un power user (come io

            lo


            sono invece ma di Windows), ma bravo a dire
            "se


            hai un problema risolvilo da te perchè Linux è

            il


            miglior SO del pianeta e questo deve
            bastarti".


            Non si legge o non si vuol leggere quel che


            scrivo, il problema non lo si affronta , lo si


            nega ma negandolo il problema resta


            comunque.





            Il famigerato modem con Windows funziona alla


            perfezione fino a 8 Mb/s (mega bit secondo).
            La


            parola perfezione non ha bisogno di
            spiegazioni,


            mi par sufficientemente


            chiara.


            Il modem è diffusissimo sul nostro territorio


            perchè fornito in bundle con l'offerta Telecom


            qualche anno


            fa.


            Non esiste, e questa è la vergogna quantomento


            della comunità italiana di Linux, un driver


            stabile che consenta a questo apparecchietto
            di


            funzionare impeccabilmente senza bisogno di
            far


            macumbe con Linux, nonostante sia
            diffusissimo
            e


            presente sul nostro territorio da diversi anni


            ormai e che le specifiche del chipset siano


            arcinote ed esistano persino i sorgenti

            ufficiali


            per i driver. E' evidente la scarsa
            preparazione


            tecnica anche dei più sfegatatissimi
            sostenitori


            di Linux, almeno in Italia, che a quel che si


            vede qui o ridicolizzano il problema o ti


            ridicolizzano o ti dicono più o meno
            gentilmente


            di comprare un altro apparecchio. C'è una cosa


            che si chiama modestia, quando non si è in
            grado


            di risolvere un problema si dice semplicemente


            "io non sono in grado di farlo", comportamento


            molto più apprezzato che l'arrampicarsi sugli


            specchi o addirittura l'insulto a chi ci pone
            un


            problema che non sappiamo


            risolvere.





            Se ci fossero stati driver degni di questo
            nome


            per quel modem diffusissimo ma indigesto agli


            utenti italiani di Linux avrei installato,
            senza


            esagerare, un migliaio di Gnu/Linux tra Red
            Hat,


            Suse ed Ubuntu. Stavo per dire "ed è un
            peccato"


            ma a ben pensarci, visto il tono di alcune


            risposte è più appropriato "ed è stato un bene


            non averlo potuto


            fare".



            Cosa posso aggiungere? Tono pacato,idee chiare
            e


            problema centrato.

            Problema centrato ?
            Quale problema ?
            Ogni SO ha hw supportato e hw non supportato, se
            vuoi usare un so ovviamente ti devi informare sul
            supporto, ad esempio windows non vedrebbe meta'
            dell'hw che ho in casa, ma non mi viene in mente
            di lamentarmi perche' non posso installare 95 sul
            mio vecchio
            Vax.Certo ma quando un SO ha pretese di girare su hw generico le aspettative cambiano.


            Purtroppo la comunita' linux (non solo

            quella italiana) sta silurando ogni mezza

            misura (sia in senso di idee sia in termini

            di persone che le esprimono) e questi sono i

            risultati.Strilloni ad ogni angolo,teocratici

            talebani e toni da gran cassa ma sopratutto

            gente da "educare" a tutti i costi per la

            verita' ultima e' un bene che a noi terreni

            non appartiene.

            Peccato che se si vuole pervadere la passione e

            l'anima delle persone servono ben altre cose
            come

            la concretezza attraverso molte rinunce e

            compromessi a cominciare da una licenza che

            blinda ogni possibilita' di crescita di tale

            sistema.

            E come si potrebbe migliorare senza che faccia la
            fine di BSD e tutelare il codice
            ?
            Raccontami la tua idea. Senza che faccia la fine del BSD? Vedi che sei/ siete prevenuti? Quale fine avra' mai fatto il BSD!Io vedo solo un sistema che perde terreno perche' non e' al passo con la rivoluzione del desktop che ormai e' una realta' su hw x86 (difatti PCBSD comincia a prendere quota).Per il resto io non vedo un sistema condannato anzi.Ha avuto la forza di reinventarsi (dal 5.x in poi) dopo anni di affinamenti sui sorgenti del vecchio 4.4BSD.Parlando con gli sviluppatori non mi sembrano votati al sacrificio anzi.Loro non confidano sulle protezioni a tutti i costi (si,siete paranoici come a redmond) ma semplicemente confidano sulla convenienza di condividere il codice senza obbligare nessuno ( anche perche' se conviene non serve obbligare ).Questa e' la liberta' vera.Non ti piace? Bene troviamo una via di mezzo per rendere la GPL compatibile con le altre licenze OSI.Attenzione non parle di licenze generiche o truffaldine ma di quelle opensource approvate dall'OSI.La GPL e' l'unica licenza che non ammette altro al di fuori di lei. E' questo il fondamento della condivisione di una comunita' aperta? Ma quando la capiremo che si tratta di una forzatura inaccettabile?


            Evidentemente non vogliono mettersi sul

            mercato per migliorarlo semplicemente perche'

            non ne vogliono sentire parlare.

            Bene come ogni novita' o pone radici nel tessuto

            economico oopure e' destinata ad essere spazzata

            via dalla successiva.E' circa arrivata a meta'

            della sua

            vita.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:

            Problema centrato ?

            Quale problema ?

            Ogni SO ha hw supportato e hw non

            supportato, se vuoi usare un so ovviamente

            ti devi informare sul supporto, ad esempio

            windows non vedrebbe meta' dell'hw che

            ho in casa, ma non mi viene in mente di

            lamentarmi perche' non posso installare 95

            sul mio vecchio Vax.
            Certo ma quando un SO ha pretese di girare
            su hw generico le aspettative cambiano.Non esiste un SO che "ha pretese di girare su hw generico", perche' dire "hw generico" non vuol dire nulla.Sarebbe come dire che windows XP, essendo stato creato per far andare i videogiochi deve farmi vedere ogni joypad possibile, eppure ci sono joypad che non funzionano su XP, pensa, perfino roba che funzionava su 98 non va su XP.Oppure forse intendi come gli eseguibili multipiattaforma di apple ? Anche quelli non fanno miracoli e girano su un paio di architetture al massimo senza essere ricompilati.


            Peccato che se si vuole pervadere la


            passione e l'anima delle persone servono


            ben altre cose come


            la concretezza attraverso molte rinunce


            e compromessi a cominciare da una licenza


            che blinda ogni possibilita' di crescita


            di tale sistema.

            E come si potrebbe migliorare senza che

            faccia la fine di BSD e tutelare il codice?

            Raccontami la tua idea.
            Senza che faccia la fine del BSD?
            Vedi che sei/ siete prevenuti? Quale fine
            avra' mai fatto il BSD!
            Io vedo solo un sistema che perde terreno
            perche' non e' al passo con la rivoluzione
            del desktop che ormai e' una realta' su hw
            x86 (difatti PCBSD comincia a prendere
            quota).Per il resto io non vedo un sistema
            condannato anzi. Ha avuto la forza di
            reinventarsi (dal 5.x in poi) dopo anni
            di affinamenti sui sorgenti del vecchio
            4.4BSD.
            Parlando con gli sviluppatori non mi sembrano
            votati al sacrificio anzi. Loro non confidano
            sulle protezioni a tutti i costi (si,siete
            paranoici come a redmond) ma semplicemente
            confidano sulla convenienza di condividere il
            codice senza obbligare nessuno ( anche
            perche' se conviene non serve obbligare ).
            Questa e' la liberta' vera.
            Non ti piace? Bene troviamo una via di
            mezzo per rendere la GPL compatibile con le
            altre licenze OSI. Attenzione non parle di
            licenze generiche o
            truffaldine ma di quelle opensource
            approvate dall'OSI.La GPL e' l'unica
            licenza che non ammette altro al di fuori di
            lei. E' questo il fondamento della
            condivisione di una comunita' aperta?
            Ma quando la capiremo che si tratta di una
            forzatura inaccettabile?Ma allora non c'e' problema, visto che BSD e' cosi' avanti lasciate perdere linux e interessatevi a BSD, io non capisco perche' tutto questo accanimento contro la GPL quando c'e' tutta questa ammirazione per la licenza BSD.E allora perche' tutti vogliono usare linux ?Se tanto e' uguale che si mettano ad usare BSD !!!Qual e' il problema ?
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...

            E allora perche' tutti vogliono usare linux ?
            Se tanto e' uguale che si mettano ad usare BSD !!!
            Qual e' il problema ?il problema è:la MIA licenza è meglio della tua, ha solo vantaggi e non difetti come la tua, sono libero ma regolamentato, free ma non gratis, open ma chiuso alle novità, ....
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:

            E allora perche' tutti vogliono usare linux ?

            Se tanto e' uguale che si mettano ad usare BSD

            !!!

            Qual e' il problema ?
            il problema è:
            la MIA licenza è meglio della tua, ha solo
            vantaggi e non difetti come la tua, sono libero
            ma regolamentato, free ma non gratis, open ma
            chiuso alle novità,
            ....Se la tua licenza e' meglio della mia usala, se vuoi parlare sii chiaro...
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:

            E allora perche' tutti vogliono usare linux ?

            Se tanto e' uguale che si mettano ad usare BSD
            !!!

            Qual e' il problema ?
            il problema è:
            la MIA licenza è meglio della tua, ha solo
            vantaggi e non difetti come la tua, sono libero
            ma regolamentato, free ma non gratis, open ma
            chiuso alle novità,
            ....Ma se hai appena detto che BSD e' matura, va benissimo ed e' equivalente a linux: allora usa BSD !
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...

            Non esiste un SO che "ha pretese di girare su hw
            generico", perche' dire "hw generico" non vuol
            dire
            nulla.Come no,i PC che cavolo sono delle Silicon Graphics?

            Sarebbe come dire che windows XP, essendo stato
            creato per far andare i videogiochi deve farmi
            vedere ogni joypad possibile, eppure ci sono
            joypad che non funzionano su XP, pensa, perfino
            roba che funzionava su 98 non va su
            XP.

            Oppure forse intendi come gli eseguibili
            multipiattaforma di apple ? Anche quelli non
            fanno miracoli e girano su un paio di
            architetture al massimo senza essere
            ricompilati.
            Io per hw generico intendo le piattaforme hw non costruite attorno al sistema operativo con componenti selezionati.Il PC ne e' un esempio.
            Ma allora non c'e' problema, visto che BSD e'
            cosi' avanti lasciate perdere linux e
            interessatevi a BSD, io non capisco perche' tutto
            questo accanimento contro la GPL quando c'e'
            tutta questa ammirazione per la licenza
            BSD.Accanimento contro la GPL? Ma hai mai sviluppato? Hai mai progettato sw che richiede componenti sotto GPL ed essere costretto ad utilizzare tale licenza perche' sei obbligato?Certo posso fare a meno dei componenti GPL e riprogettarli cioe' fare esattamente come si fa' con il codice proprietario,reinventare la ruota.Ma uno dei vostri cavalli di battaglia non era proprio la condivisione e riutilizzazione dei componenti? Voi in questo modo costringete non solo a chiudere il codice (cosa condivisibile) ma ad utilizzare solo la GPL come licenza,questa e' la verita' ed il marcio di tutto il discorso.Vergogna!!

            E allora perche' tutti vogliono usare linux ?
            Se tanto e' uguale che si mettano ad usare BSD !!!
            Qual e' il problema ?Qual'e' il problema? Beh intanto un conto e' usarlo ed un altro sviluppare e la differenza e' enorme.Il sistema operativo non e' la sua licenza.Comunque ed e' una promessa, avete finito di fare disinformazione.Se liberta' deve essere lo deve essere per tutta la comunita' che apre codice e non solo quella che sta' alle regole della GPL,della FSF e di Stallman.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            solo a non chiudere il codice (cosa condivisibile) ma
            ad utilizzare solo la GPL come
            licenza,questa e' la verita' ed il marcio di
            tutto il
            discorso.Vergogna!!



            E allora perche' tutti vogliono usare linux ?

            Se tanto e' uguale che si mettano ad usare BSD
            !!!

            Qual e' il problema ?

            Qual'e' il problema? Beh intanto un conto e'
            usarlo ed un altro sviluppare e la differenza e'
            enorme.Il sistema operativo non e' la sua
            licenza.
            Comunque ed e' una promessa, avete finito di fare
            disinformazione.Se liberta' deve essere lo deve
            essere per tutta la comunita' che apre codice e
            non solo quella che sta' alle regole della
            GPL,della FSF e di
            Stallman.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:

            Non esiste un SO che "ha pretese di girare

            su hw generico", perche' dire "hw generico"

            non vuol dire nulla.
            Come no,i PC che cavolo sono delle Silicon
            Graphics?Da wikipedia : i Pc Personal Computer computer dovrebbe essere, nel significato originale del termine, un qualsiasi computer che sia stato progettato per l'uso da parte di una singola persona (in opposizione per esempio ai mainframe a cui interi gruppi di persone accedono attraverso terminali remoti).Alcune famiglie o modelli di personal computer: * Amiga * Apple II * Apple Macintosh * PC IBM

            Sarebbe come dire che windows XP, essendo

            stato creato per far andare i videogiochi

            deve farmi vedere ogni joypad possibile,

            eppure ci sono joypad che non funzionano

            su XP, pensa, perfino roba che funzionava

            su 98 non va su XP.

            Oppure forse intendi come gli eseguibili

            multipiattaforma di apple ? Anche quelli non

            fanno miracoli e girano su un paio di

            architetture al massimo senza essere

            ricompilati.
            Io per hw generico intendo le piattaforme
            hw non costruite attorno al sistema operativo
            con componenti selezionati. Il PC ne e' un
            esempio.Proprio perche' non costruito intorno ad un SO non ha senso dire che il SO che ci gira sopra puo' vedere tutte le periferiche esistenti; soprattuto in questi casi e' necessario porre ancora piu' attenzione a quello che si acquista, poiche' ogni SO che gira su quell'hw supportera' delle periferiche.Ad esempio XP non supporta quasi nessuno scanner che non sia USB

            Ma allora non c'e' problema, visto che

            BSD e' cosi' avanti lasciate perdere

            linux e interessatevi a BSD, io non

            capisco perche' tutto questo accanimento

            contro la GPL quando c'e' tutta questa

            ammirazione per la licenza BSD.
            Accanimento contro la GPL? Ma hai mai
            sviluppato?
            Hai mai progettato sw che richiede componenti
            sotto GPL ed essere costretto ad utilizzare
            tale licenza perche' sei obbligato?No: quello che sviluppo lo metto sotto GPL, in compenso mi e' capitato di cercare componenti che mi servissero e di trovarli solo a pagamento, non per questo sono andato dai curatori del progetto a dirgli che la loro licenza non mi piace: me li sono riscritti.
            Certo posso fare a meno dei componenti GPL e
            riprogettarli cioe' fare esattamente come si
            fa' con il codice proprietario, reinventare
            la ruota.
            Ma uno dei vostri cavalli di battaglia non
            era proprio la condivisione e
            riutilizzazione dei componenti? Ti sfugge solo una cosa nel ragionamento : io il mio codice lo condivido con chi mi condivide il suo.
            Voi in questo modo costringete non solo a
            chiudere il codice (cosa condivisibile) ma
            ad utilizzare solo la GPL come
            licenza, questa e' la verita' ed il marcio
            di tutto il discorso. Vergogna!!Guarda che nessuno ti obbliga ad usare programmi o librerie sotto GPL, ci sono molte altre soluzioni: usa librerie a pagamento ad esempio.Quello che non capisci e' che GPL non e' gratis, tu usi il mio codice se io posso usare il tuo, altrimenti ciccia.Del resto se io ti dessi il mio codice senza obbligarti a darmi in cambio il tuo tu me lo daresti ?

            E allora perche' tutti vogliono usare

            linux ? Se tanto e' uguale che si mettano

            ad usare BSD !!!

            Qual e' il problema ?
            Qual'e' il problema? Beh intanto un conto e'
            usarlo ed un altro sviluppare e la
            differenza e' enorme.Ma non dicevi che erano uguali ?
            Il sistema operativo non e' la sua licenza.Infatti il sistema operativo e' SOTTO una licenza : GPL, BSD, EULA, ecc...
            Comunque ed e' una promessa, avete finito di
            fare disinformazione. Se liberta' deve essere
            lo deve essere per tutta la comunita' che
            apre codice e non solo quella che sta' alle
            regole della GPL, della FSF e di Stallman.Non capisco cosa vuoi dire...Intanto dovresti definire cosa intenti per "comunita" esattamente.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            Senti,hai capito molto bene quello che ho scritto ed e' inutile che metti i puntini sulle i cercando una scappatoia arrampicandoti sugli specchi.Sei hai sviluppato sai molto bene quali gravi limiti ti pone la GPL e questo deve bastarti a metterti in guardia.Se invece non lo hai mai fatto conviene,ed e' un suggerimento che estendo a tutti quelli che mi leggono,di verificare le implicazioni di ogni licenza approvata dall'OSI (se intendete rimanere nel mondo del software libero) e vedrete che le cose non stanno esattamente come predicano quelli che si dicono difensori della liberta'.Quello che a persone come me interessa e' che ogni comunita' che condivida codice liberamente possa avere reciprocita' nello scambio di codice e non che ne possa fruire solo una determinata parte.Se permetti in un mondo libero siamo tutti alla pari con pari diritti e doveri.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Senti,hai capito molto bene quello che ho
            scritto ed e' inutile che metti i puntini
            sulle i cercando una scappatoia arrampicandoti
            sugli specchi.Mi sembra di aver risposto punto per punto ai tuoi quesiti, cosa che tu non hai fatto con i miei.
            Sei hai sviluppato sai molto bene quali gravi
            limiti ti pone la GPL e questo deve bastarti
            a metterti in guardia.Io trovo vantaggiosa per i miei scopi la GPL: io do' il codice a te e tu, se lo vuoi, dai il tuo a me, altrimenti ciccia.Non mi interessa vendere il mio codice, ma mi interessa che venga migliorato, quindi...
            Se invece non lo hai mai fatto conviene, ed
            e' un suggerimento che estendo a tutti
            quelli che mi leggono, di verificare le
            implicazioni di ogni licenza approvata
            dall'OSI (se intendete rimanere nel mondo
            del software libero) e vedrete che le
            cose non stanno esattamente come predicano
            quelli che si dicono difensori della
            liberta'.Temo che lascero' agli amici avvocati di leggersi ogni singola licenza, se vuoi fare citazioni circostanziate sono apprezzate.
            Quello che a persone come me interessa e'
            che ogni comunita' che condivida codice
            liberamente possa avere reciprocita'
            nello scambio di codice e non che ne possa
            fruire solo una determinata parte. Se
            permetti in un mondo libero siamo tutti
            alla pari con pari diritti e doveri.Non e' vero e non e' possibile: dipende fortemente dalla licenza che e' legata al software : ad esempio la la "Microsoft Permissive License" (Ms-PL) e "Microsoft Community License" (Ms-CL) sono incompatibili con BSD.E questi sono semplici problemi legali, dovuta a scelte compiute da chi ha creato il software e che tutto il diritto aveva di lasciar fare alla gente, con quel software, solo quello che il creatore voleva autorizzarli a fare.Ma ovviamente questo vale per ogni forma contrattuale.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Senti,hai capito molto bene quello che ho

            scritto ed e' inutile che metti i puntini

            sulle i cercando una scappatoia arrampicandoti

            sugli specchi.

            Mi sembra di aver risposto punto per punto ai
            tuoi quesiti, cosa che tu non hai fatto con i
            miei.Si come no vedo.


            Sei hai sviluppato sai molto bene quali gravi

            limiti ti pone la GPL e questo deve bastarti

            a metterti in guardia.

            Io trovo vantaggiosa per i miei scopi la GPL: io
            do' il codice a te e tu, se lo vuoi, dai il tuo a
            me, altrimenti
            ciccia.No aspetta.Ci possiamo scambiare il codice solo se anch'io ho la GPL,altrimenti ciccia.Non e' una questione di volonta' mia,se permetti.
            Non mi interessa vendere il mio codice, ma mi
            interessa che venga migliorato,
            quindi...Chi ha mai parlato di vendere?


            Se invece non lo hai mai fatto conviene, ed

            e' un suggerimento che estendo a tutti

            quelli che mi leggono, di verificare le

            implicazioni di ogni licenza approvata

            dall'OSI (se intendete rimanere nel mondo

            del software libero) e vedrete che le

            cose non stanno esattamente come predicano

            quelli che si dicono difensori della

            liberta'.

            Temo che lascero' agli amici avvocati di leggersi
            ogni singola licenza, se vuoi fare citazioni
            circostanziate sono
            apprezzate.No ma quali avvocati,e' ora di svegliarsi e di vedere le cose come stanno.La reciprocita' da parte vostra non esiste.Bada bene,che considero solo le licenze approvate dall'OSI cioe' quelle opensource.


            Quello che a persone come me interessa e'

            che ogni comunita' che condivida codice

            liberamente possa avere reciprocita'

            nello scambio di codice e non che ne possa

            fruire solo una determinata parte. Se

            permetti in un mondo libero siamo tutti

            alla pari con pari diritti e doveri.

            Non e' vero e non e' possibile: dipende
            fortemente dalla licenza che e' legata al
            software : ad esempio la la "Microsoft Permissive
            License" (Ms-PL) e "Microsoft Community License"
            (Ms-CL) sono incompatibili con
            BSD.Senti e chi se ne frega della Microsoft e della sua licenza truffaldina? E' una licenza OSI? No! l'ho mai citata a titolo di esempio? No! Allora,vedi che non ci siamo?Non tiratemi fuori lo spauracchio MS per giustificare ogni porcheria che si sta' compiendo.Per cortesia uscite da questo schema mentale.

            E questi sono semplici problemi legali, dovuta a
            scelte compiute da chi ha creato il software e
            che tutto il diritto aveva di lasciar fare alla
            gente, con quel software, solo quello che il
            creatore voleva autorizzarli a
            fare.
            Ma ovviamente questo vale per ogni forma
            contrattuale.C.V.D.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:


            Senti,hai capito molto bene quello che ho


            scritto ed e' inutile che metti i puntini


            sulle i cercando una scappatoia


            arrampicandoti sugli specchi.

            Mi sembra di aver risposto punto per punto

            ai tuoi quesiti, cosa che tu non hai fatto

            con i miei.
            Si come no vedo.Anche io ho visto, come ogni lettore...


            Sei hai sviluppato sai molto bene quali


            gravi limiti ti pone la GPL e questo deve


            bastarti a metterti in guardia.

            Io trovo vantaggiosa per i miei scopi la

            GPL: io do' il codice a te e tu, se lo

            vuoi, dai il tuo a me, altrimenti ciccia.
            No aspetta.Ci possiamo scambiare il codice
            solo se anch'io ho la GPL, altrimenti
            ciccia. Non e' una questione di volonta'
            mia,se permetti.Non e' vero : ci sono diverse licenze compatibili con la GNU GPL : GNU LGPL, La licenza di Guile, X11, Expat, standard ML, Cryptix, BSD Modificata, Zlib, iMatrixSF, Berckeley DB, Pyton, Perl, LAC, LAC 2.0, Zope, IOS, Netscape Javascript.

            Non mi interessa vendere il mio codice,

            ma mi interessa che venga migliorato,

            quindi...
            Chi ha mai parlato di vendere?Infatti io sto parlando di codice che viene migliorato, e le cui migliorie mi tornano indietro.


            Se invece non lo hai mai fatto conviene,


            ed e' un suggerimento che estendo a tutti


            quelli che mi leggono, di verificare le


            implicazioni di ogni licenza approvata


            dall'OSI (se intendete rimanere nel mondo


            del software libero) e vedrete che le


            cose non stanno esattamente come predicano


            quelli che si dicono difensori della


            liberta'.

            Temo che lascero' agli amici avvocati di

            leggersi ogni singola licenza, se vuoi

            fare citazioni circostanziate sono

            apprezzate.
            No ma quali avvocati,e' ora di svegliarsi e di
            vedere le cose come stanno.La reciprocita' da
            parte vostra non esiste. Bada bene,che
            considero solo le licenze approvate dall'OSI
            cioe' quelle opensource.La reciprocita' e' del codice: io do i sorgenti a te, tu ci lavori e me li ridai elaborati.


            Quello che a persone come me interessa e'


            che ogni comunita' che condivida codice


            liberamente possa avere reciprocita'


            nello scambio di codice e non che ne


            possa fruire solo una determinata parte.


            Se permetti in un mondo libero siamo


            tutti alla pari con pari diritti


            e doveri.

            Non e' vero e non e' possibile: dipende

            fortemente dalla licenza che e' legata al

            software : ad esempio la la "Microsoft

            Permissive License" (Ms-PL) e "Microsoft

            Community License" (Ms-CL) sono

            incompatibili con BSD.
            Senti e chi se ne frega della Microsoft e
            della sua licenza truffaldina? E' una licenza
            OSI? No!Guarda che la Common Public License e' stata approvata dall'OSI.
            l'ho mai citata a titolo di esempio? No!
            Allora, vedi che non ci siamo ?Hai citato l'OSI.

            E questi sono semplici problemi legali,

            dovuta a scelte compiute da chi ha creato

            il software e che tutto il diritto aveva

            di lasciar fare alla gente, con quel

            software, solo quello che il creatore

            voleva autorizzarli a fare.

            Ma ovviamente questo vale per ogni forma

            contrattuale.
            C.V.D.Che Vor Di' ?Bhe, se vuoi te lo spiego con parole piu' semplici.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            - Scritto da:




            Senti,hai capito molto bene quello che ho



            scritto ed e' inutile che metti i puntini



            sulle i cercando una scappatoia



            arrampicandoti sugli specchi.



            Mi sembra di aver risposto punto per punto


            ai tuoi quesiti, cosa che tu non hai fatto


            con i miei.

            Si come no vedo.

            Anche io ho visto, come ogni lettore...Infatti.




            Sei hai sviluppato sai molto bene quali



            gravi limiti ti pone la GPL e questo deve



            bastarti a metterti in guardia.



            Io trovo vantaggiosa per i miei scopi la


            GPL: io do' il codice a te e tu, se lo


            vuoi, dai il tuo a me, altrimenti ciccia.


            No aspetta.Ci possiamo scambiare il codice

            solo se anch'io ho la GPL, altrimenti

            ciccia. Non e' una questione di volonta'

            mia,se permetti.

            Non e' vero : ci sono diverse licenze compatibili
            con la GNU GPL : GNU LGPL, La licenza di Guile,
            X11, Expat, standard ML, Cryptix, BSD Modificata,
            Zlib, iMatrixSF, Berckeley DB, Pyton, Perl, LAC,
            LAC 2.0, Zope, IOS, Netscape
            Javascript.Allora meta' sono della FSF o derivate l'altra meta' licenze i cui connotati possono essere cambiati.Cioe' la GPL e' compatibile con queste non per merito suo ma liberalismo altrui.Non c'e' reciprocita'.



            Non mi interessa vendere il mio codice,


            ma mi interessa che venga migliorato,


            quindi...

            Chi ha mai parlato di vendere?

            Infatti io sto parlando di codice che viene
            migliorato, e le cui migliorie mi tornano
            indietro.Infatti allora restituite un po' di codice che avete preso in prestito al BSD visto che siete estremamente attenti a non perdere nulla.Reciprocita' totale,non solo quella che da' vantaggio a voi,furbetti.




            Se invece non lo hai mai fatto conviene,



            ed e' un suggerimento che estendo a tutti



            quelli che mi leggono, di verificare le



            implicazioni di ogni licenza approvata



            dall'OSI (se intendete rimanere nel mondo



            del software libero) e vedrete che le



            cose non stanno esattamente come predicano



            quelli che si dicono difensori della



            liberta'.



            Temo che lascero' agli amici avvocati di


            leggersi ogni singola licenza, se vuoi


            fare citazioni circostanziate sono


            apprezzate.


            No ma quali avvocati,e' ora di svegliarsi e di

            vedere le cose come stanno.La reciprocita' da

            parte vostra non esiste. Bada bene,che

            considero solo le licenze approvate dall'OSI

            cioe' quelle opensource.

            La reciprocita' e' del codice: io do i sorgenti a
            te, tu ci lavori e me li ridai
            elaborati.Esatto cosa che non avviene se io non uso GPL e tu si.E' questo il punto.Non esiste la reciprocita'.Tu puoi prendere perche' la mia licenza te lo permette,ma io non posso perche' la tua non me lo permette.




            Quello che a persone come me interessa e'



            che ogni comunita' che condivida codice



            liberamente possa avere reciprocita'



            nello scambio di codice e non che ne



            possa fruire solo una determinata parte.



            Se permetti in un mondo libero siamo



            tutti alla pari con pari diritti



            e doveri.



            Non e' vero e non e' possibile: dipende


            fortemente dalla licenza che e' legata al


            software : ad esempio la la "Microsoft


            Permissive License" (Ms-PL) e "Microsoft


            Community License" (Ms-CL) sono


            incompatibili con BSD.


            Senti e chi se ne frega della Microsoft e

            della sua licenza truffaldina? E' una licenza

            OSI? No!

            Guarda che la Common Public License e' stata
            approvata
            dall'OSI.Guarda che la CPL e' IBM ed e' usata da MS ma e' ben dversa da quelle che hai citato cioe' MS-CL ed MS-PL.


            l'ho mai citata a titolo di esempio? No!

            Allora, vedi che non ci siamo ?

            Hai citato l'OSI.Esatto.



            E questi sono semplici problemi legali,


            dovuta a scelte compiute da chi ha creato


            il software e che tutto il diritto aveva


            di lasciar fare alla gente, con quel


            software, solo quello che il creatore


            voleva autorizzarli a fare.


            Ma ovviamente questo vale per ogni forma


            contrattuale.


            C.V.D.

            Che Vor Di' ?
            Bhe, se vuoi te lo spiego con parole piu'
            semplici.No io capisco benissimo.Vedrai che la capirete pure voi.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:




            Sei hai sviluppato sai molto bene




            quali gravi limiti ti pone la GPL e




            questo deve bastarti a metterti in




            guardia.



            Io trovo vantaggiosa per i miei scopi



            la GPL: io do' il codice a te e tu, se



            lo vuoi, dai il tuo a me, altrimenti



            ciccia.


            No aspetta. Ci possiamo scambiare il


            codice solo se anch'io ho la GPL,


            altrimenti ciccia. Non e' una questione


            di volonta' mia,se permetti.

            Non e' vero : ci sono diverse licenze

            compatibili con la GNU GPL : GNU LGPL, La

            licenza di Guile, X11, Expat, standard ML,

            Cryptix, BSD Modificata, Zlib, iMatrixSF,

            Berckeley DB, Pyton, Perl, LAC, LAC 2.0,

            Zope, IOS, Netscape Javascript.
            Allora meta' sono della FSF o derivate l'altra
            meta' licenze i cui connotati possono essere
            cambiati.Cioe' la GPL e' compatibile con
            queste non per merito suo ma liberalismo
            altrui. Non c'e' reciprocita'.Vero, cosi' come non c'e' reciprocita' quando qualcosa sotto BSD finisce dentro a programmi commerciali, e' la stessa cosa, qual e' il problema ?

            Infatti io sto parlando di codice che viene

            migliorato, e le cui migliorie mi tornano

            indietro.
            Infatti allora restituite un po' di codice che
            avete preso in prestito al BSD visto che siete
            estremamente attenti a non perdere nulla.
            Reciprocita' totale,non solo quella che da'
            vantaggio a voi, furbetti.Sono stati quelli che hanno messo il loro software sotto BSD a decidere che il loro codice poteva essere preso da chiunque ed utilizzato, qual e' il problema ?Se andava bene a quelli che programmano BSD...



            Temo che lascero' agli amici avvocati di



            leggersi ogni singola licenza, se vuoi



            fare citazioni circostanziate sono



            apprezzate.


            No ma quali avvocati,e' ora di svegliarsi


            e di vedere le cose come stanno. La


            reciprocita' da parte vostra non esiste.


            Bada bene, che considero solo le licenze


            approvate dall'OSI cioe' quelle


            opensource.

            La reciprocita' e' del codice: io do i

            sorgenti a te, tu ci lavori e me li ridai

            elaborati.
            Esatto cosa che non avviene se io non uso
            GPL e tu si.E' questo il punto. Non esiste la
            reciprocita'.Tu puoi prendere perche' la mia
            licenza te lo permette, ma io non posso
            perche' la tua non me lo permette.Capita con moltissime licenze commerciali, perche' non prendersela con tutte quelle che non ti permettono di usare il loro codice ?Cel'hai con GPL per semplice invidia dei sorgenti ?




            Quello che a persone come me




            interessa e' che ogni comunita' che




            condivida codice liberamente possa




            avere reciprocita' nello




            scambio di codice e non che ne




            possa fruire solo una determinata




            parte.




            Se permetti in un mondo libero siamo




            tutti alla pari con pari




            diritti e doveri.


            Senti e chi se ne frega della Microsoft e


            della sua licenza truffaldina? E' una


            licenza OSI? No!

            Guarda che la Common Public License e' stata

            approvata dall'OSI.
            Guarda che la CPL e' IBM ed e' usata da MS
            ma e' ben dversa da quelle che hai citato
            cioe' MS-CL ed MS-PL.Giusto : la MS-CL e' stata sottoposta, ma non ancora approvata, ci stanno lavorando.



            E questi sono semplici problemi legali,



            dovuta a scelte compiute da chi ha



            creato il software e che tutto il



            diritto aveva di lasciar fare alla



            gente, con quel software, solo quello



            che il creatore voleva autorizzarli



            a fare.



            Ma ovviamente questo vale per ogni forma



            contrattuale.


            C.V.D.

            Che Vor Di' ?

            Bhe, se vuoi te lo spiego con parole piu'

            semplici.
            No io capisco benissimo.Vedrai che la capirete
            pure voi.Forse quando avremo a che fare con gente che voglia discutere, invece di fare il "bel misterioso" con mezze frasi e malcelate allusioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Allora meta' sono della FSF o derivate l'altra

            meta' licenze i cui connotati possono essere

            cambiati.Cioe' la GPL e' compatibile con

            queste non per merito suo ma liberalismo

            altrui. Non c'e' reciprocita'.

            Vero, cosi' come non c'e' reciprocita' quando
            qualcosa sotto BSD finisce dentro a programmi
            commerciali, e' la stessa cosa, qual e' il
            problema
            ?Ancora con il commerciale? Ma chi vuole sentire parlare di commerciale? Vedi che siete ossessionati da questo o semplicemente non avete risposta ai miei quesisti? E' possibile rendere la GPL conpatibile con le licenze OSI per questioni di reciprocita'? Sara' mica impossibile da capire?



            Infatti io sto parlando di codice che viene


            migliorato, e le cui migliorie mi tornano


            indietro.


            Infatti allora restituite un po' di codice che

            avete preso in prestito al BSD visto che siete

            estremamente attenti a non perdere nulla.

            Reciprocita' totale,non solo quella che da'

            vantaggio a voi, furbetti.

            Sono stati quelli che hanno messo il loro
            software sotto BSD a decidere che il loro codice
            poteva essere preso da chiunque ed utilizzato,
            qual e' il problema
            ?
            Se andava bene a quelli che programmano BSD...Tralasciando il commerciale (ancora una volta) quelli dell'OSI sono chiunque oppure e' gente come voi che rilascia codice? Perche' loro non non possono stare alle stesse regole vostre? Valgono meno?


            La reciprocita' e' del codice: io do i


            sorgenti a te, tu ci lavori e me li ridai


            elaborati.


            Esatto cosa che non avviene se io non uso

            GPL e tu si.E' questo il punto. Non esiste la

            reciprocita'.Tu puoi prendere perche' la mia

            licenza te lo permette, ma io non posso

            perche' la tua non me lo permette.

            Capita con moltissime licenze commerciali,
            perche' non prendersela con tutte quelle che non
            ti permettono di usare il loro codice
            ?
            Cel'hai con GPL per semplice invidia dei sorgenti
            ?Ooooh ancora con questo commerciale,quanto e' dura!Nessuna invidia,io desidero le cose uguali per tutti, reciprocita' per tutte le licenze approvate dall'OSI. Non mi sembra difficile da interpretare.

            Guarda che la CPL e' IBM ed e' usata da MS

            ma e' ben dversa da quelle che hai citato

            cioe' MS-CL ed MS-PL.

            Giusto : la MS-CL e' stata sottoposta, ma non
            ancora approvata, ci stanno
            lavorando.Si mi sa' che ci lavoreranno ancora per molto tempo.


            No io capisco benissimo.Vedrai che la capirete

            pure voi.

            Forse quando avremo a che fare con gente che
            voglia discutere, invece di fare il "bel
            misterioso" con mezze frasi e malcelate
            allusioni.Forse quando avremo a che fare con gente che non fa' finta di non capire e spostando sistematicamente il problema allora si riuscira' a discutere un poco.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:


            Allora meta' sono della FSF o derivate


            l'altra meta' licenze i cui connotati


            possono essere cambiati. Cioe' la GPL e'


            compatibile con queste non per merito


            suo ma liberalismo altrui. Non c'e'


            reciprocita'.

            Vero, cosi' come non c'e' reciprocita'

            quando qualcosa sotto BSD finisce dentro

            a programmi commerciali, e' la stessa

            cosa, qual e' il problema ?
            Ancora con il commerciale? Ma chi vuole
            sentire parlare di commerciale? Vedi che
            siete ossessionati da questo o semplicemente
            non avete risposta ai miei quesisti? E'
            possibile rendere la GPL conpatibile con le
            licenze OSI per questioni di reciprocita'?
            Sara' mica impossibile da capire?Ti ho gia' detto : No nessuna licenza puo' mai essere compatibile con tutte le altre, specificatamente la GPL e' compatibile solo con quelle elencate prima o con se stessa.Perche' questa decisione ti crea problemi ?



            Infatti io sto parlando di codice che



            viene migliorato, e le cui migliorie



            mi tornano indietro.


            Infatti allora restituite un po' di codice


            che avete preso in prestito al BSD visto


            che siete estremamente attenti a non


            perdere nulla.


            Reciprocita' totale,non solo quella che


            da' vantaggio a voi, furbetti.

            Sono stati quelli che hanno messo il loro

            software sotto BSD a decidere che il loro

            codice poteva essere preso da chiunque ed

            utilizzato, qual e' il problema ?

            Se andava bene a quelli che programmano

            BSD...
            Tralasciando il commerciale (ancora una volta)
            quelli dell'OSI sono chiunque oppure e' gente
            come voi che rilascia codice? Perche' loro non
            non possono stare alle stesse regole vostre?
            Valgono meno?Chiedilo a loro !!!!!



            La reciprocita' e' del codice: io do i



            sorgenti a te, tu ci lavori e me li



            ridai elaborati.


            Esatto cosa che non avviene se io non uso


            GPL e tu si.E' questo il punto. Non esiste


            la reciprocita'.Tu puoi prendere perche'


            la mia licenza te lo permette, ma io non


            posso perche' la tua non me lo permette.

            Capita con moltissime licenze commerciali,

            perche' non prendersela con tutte quelle

            che non ti permettono di usare il loro

            codice ?

            Cel'hai con GPL per semplice invidia dei

            sorgenti ?
            Ooooh ancora con questo commerciale,quanto e'
            dura!Commerciale o nn commerciale, sono contratti alla fine, cambiano solo le clausole, che problema c'e' ?
            Nessuna invidia,io desidero le cose uguali per
            tutti, reciprocita' per tutte le licenze
            approvate dall'OSI.
            Non mi sembra difficile da interpretare.Allora dovresiti avvertire quelli di BSD che stanno regalando il loro codice per contratto.

            Giusto : la MS-CL e' stata sottoposta, ma

            non ancora approvata, ci stanno lavorando.
            Si mi sa' che ci lavoreranno ancora per molto
            tempo.Puo' darsi, vedremo.


            No io capisco benissimo.Vedrai che la


            capirete pure voi.

            Forse quando avremo a che fare con gente che

            voglia discutere, invece di fare il "bel

            misterioso" con mezze frasi e malcelate

            allusioni.
            Forse quando avremo a che fare con gente che
            non fa' finta di non capire e spostando
            sistematicamente il problema allora si
            riuscira' a discutere un poco.E' un semplice problema di licenze, alla fine e' un problema legale, sei tu che lo stai spostando. Almeno cosi' mi sembra, se a te sembra diverso allora definiamo prima il problema.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            - Scritto da:




            Allora meta' sono della FSF o derivate



            l'altra meta' licenze i cui connotati



            possono essere cambiati. Cioe' la GPL e'



            compatibile con queste non per merito



            suo ma liberalismo altrui. Non c'e'



            reciprocita'.



            Vero, cosi' come non c'e' reciprocita'


            quando qualcosa sotto BSD finisce dentro


            a programmi commerciali, e' la stessa


            cosa, qual e' il problema ?


            Ancora con il commerciale? Ma chi vuole

            sentire parlare di commerciale? Vedi che

            siete ossessionati da questo o semplicemente

            non avete risposta ai miei quesisti? E'

            possibile rendere la GPL conpatibile con le

            licenze OSI per questioni di reciprocita'?

            Sara' mica impossibile da capire?

            Ti ho gia' detto : No nessuna licenza puo' mai
            essere compatibile con tutte le altre,
            specificatamente la GPL e' compatibile solo con
            quelle elencate prima o con se
            stessa.
            Perche' questa decisione ti crea problemi ?Ancora!! Perche' la GPL come licenza piu' diffusa ha il dovere di essere compatibile con le altre opensource contemplate dall'OSI.E' una questione di correttezza,di praticita'e trasparenza nei confronti degli sviluppatori open e di tutto quello che ci gira intorno.Quelle che hai elencato? E' stato fatto l'OSI come garante e lo si dovrebbe riconoscere nel pieno delle sue capacita' di supervisione.Vi dovrebbe bastare,ma evidentemente la reciprocita' la volete fare a modo vostro secondi i vostri vantaggi.





            Infatti io sto parlando di codice che




            viene migliorato, e le cui migliorie




            mi tornano indietro.



            Infatti allora restituite un po' di codice



            che avete preso in prestito al BSD visto



            che siete estremamente attenti a non



            perdere nulla.



            Reciprocita' totale,non solo quella che



            da' vantaggio a voi, furbetti.



            Sono stati quelli che hanno messo il loro


            software sotto BSD a decidere che il loro


            codice poteva essere preso da chiunque ed


            utilizzato, qual e' il problema ?


            Se andava bene a quelli che programmano


            BSD...


            Tralasciando il commerciale (ancora una volta)

            quelli dell'OSI sono chiunque oppure e' gente

            come voi che rilascia codice? Perche' loro non

            non possono stare alle stesse regole vostre?

            Valgono meno?

            Chiedilo a loro !!!!!Ah ecco,non sappiamo rispondere.





            La reciprocita' e' del codice: io do i




            sorgenti a te, tu ci lavori e me li




            ridai elaborati.



            Esatto cosa che non avviene se io non uso



            GPL e tu si.E' questo il punto. Non esiste



            la reciprocita'.Tu puoi prendere perche'



            la mia licenza te lo permette, ma io non



            posso perche' la tua non me lo permette.



            Capita con moltissime licenze commerciali,


            perche' non prendersela con tutte quelle


            che non ti permettono di usare il loro


            codice ?


            Cel'hai con GPL per semplice invidia dei


            sorgenti ?


            Ooooh ancora con questo commerciale,quanto e'

            dura!

            Commerciale o nn commerciale, sono contratti alla
            fine, cambiano solo le clausole, che problema
            c'e'
            ?E' sempre lo stesso dal primo post.Quello a cui non e' stata data risposta.


            Nessuna invidia,io desidero le cose uguali per

            tutti, reciprocita' per tutte le licenze

            approvate dall'OSI.

            Non mi sembra difficile da interpretare.

            Allora dovresiti avvertire quelli di BSD che
            stanno regalando il loro codice per
            contratto.Ancora con questa storia della BSD e dei regali? Io sto parlando di un'altra cosa.



            Giusto : la MS-CL e' stata sottoposta, ma


            non ancora approvata, ci stanno lavorando.

            Si mi sa' che ci lavoreranno ancora per molto

            tempo.

            Puo' darsi, vedremo.




            No io capisco benissimo.Vedrai che la



            capirete pure voi.



            Forse quando avremo a che fare con gente che


            voglia discutere, invece di fare il "bel


            misterioso" con mezze frasi e malcelate


            allusioni.


            Forse quando avremo a che fare con gente che

            non fa' finta di non capire e spostando

            sistematicamente il problema allora si

            riuscira' a discutere un poco.

            E' un semplice problema di licenze, alla fine e'
            un problema legale, sei tu che lo stai spostando.
            Almeno cosi' mi sembra, se a te sembra diverso
            allora definiamo prima il
            problema.Assolutamente no.Reciprocita' per ogni licenza OSI,questo e' il problema.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:



            Vero, cosi' come non c'e' reciprocita'



            quando qualcosa sotto BSD finisce dentro



            a programmi commerciali, e' la stessa



            cosa, qual e' il problema ?


            Ancora con il commerciale? Ma chi vuole


            sentire parlare di commerciale? Vedi che


            siete ossessionati da questo o semplicemente


            non avete risposta ai miei quesisti? E'


            possibile rendere la GPL conpatibile con le


            licenze OSI per questioni di reciprocita'?


            Sara' mica impossibile da capire?



            Ti ho gia' detto : No nessuna licenza puo' mai

            essere compatibile con tutte le altre,

            specificatamente la GPL e' compatibile solo con

            quelle elencate prima o con se

            stessa.

            Perche' questa decisione ti crea problemi ?
            Ancora!! Perche' la GPL come licenza piu'
            diffusa ha il dovere di essere compatibile
            con le altre opensource contemplate dall'OSI.
            E' una questione di correttezza, di praticita'
            e trasparenza nei confronti degli sviluppatori
            open e di tutto quello che ci gira intorno.E tu per correttezza, e trasparenza nei confronti degli sviluppatori open che per anni hanno sviluppato sotto GPL vuoi cambiargli la GPL ?Ma te sei fuori se credi che una cosa va cambiata perche' ha successo.


            Tralasciando il commerciale (ancora una


            volta) quelli dell'OSI sono chiunque


            oppure e' gente come voi che rilascia


            codice? Perche' loro non non possono stare


            alle stesse regole vostre? Valgono meno?

            Chiedilo a loro !!!!!
            Ah ecco,non sappiamo rispondere.Io no e tu ?

            Commerciale o nn commerciale, sono contratti

            alla fine, cambiano solo le clausole, che

            problema c'e' ?
            E' sempre lo stesso dal primo post. Quello a
            cui non e' stata data risposta.


            Nessuna invidia,io desidero le cose


            uguali per tutti, reciprocita' per


            tutte le licenze approvate dall'OSI.


            Non mi sembra difficile da interpretare.

            Allora dovresiti avvertire quelli di BSD che

            stanno regalando il loro codice per

            contratto.
            Ancora con questa storia della BSD e dei
            regali? Io sto parlando di un'altra
            cosa. Tu non sai di cosa stai parlando.

            E' un semplice problema di licenze, alla fine e'

            un problema legale, sei tu che lo stai
            spostando.

            Almeno cosi' mi sembra, se a te sembra diverso

            allora definiamo prima il

            problema.
            Assolutamente no.Reciprocita' per ogni licenza
            OSI,questo e' il problema.(E perche' solo tra quelle OSI allora ?)Non e' possibile, non ti rendi conto che ci saranno sempre clausole in contrasto ?E' un tipico problema legale di compatibilita' contrattuale, ci sono troppi interessi diversi legati ad ogni contratto perche' i contratti siano tutti uguali, del resto se ce ne sono diversi un motivo ci sara', e piu' contratti ci sono piu' e' probabile che ci siano clausole contrastanti.
          • Anonimo scrive:
            Re: [OT]Re: Peccato che...
            - Scritto da:
            Mi sono fatto l'idea che, almeno chi scrive QUI
            getta un'ombra su tutta la comunità Linux perchè
            non lo sa usare o non è un power user (come io lo
            sono invece ma di Windows), ma bravo a dire "se
            hai un problema risolvilo da te perchè Linux è il
            miglior SO del pianeta e questo deve bastarti".
            Non si legge o non si vuol leggere quel che
            scrivo, il problema non lo si affronta , lo si
            nega ma negandolo il problema resta
            comunque.

            Il famigerato modem con Windows funziona alla
            perfezione fino a 8 Mb/s (mega bit secondo). La
            parola perfezione non ha bisogno di spiegazioni,
            mi par sufficientemente
            chiara.
            Il modem è diffusissimo sul nostro territorio
            perchè fornito in bundle con l'offerta Telecom
            qualche anno
            fa.
            Non esiste, e questa è la vergogna quantomento
            della comunità italiana di Linux, un driver
            stabile che consenta a questo apparecchietto di
            funzionare impeccabilmente senza bisogno di far
            macumbe con Linux, nonostante sia diffusissimo e
            presente sul nostro territorio da diversi anni
            ormai e che le specifiche del chipset siano
            arcinote ed esistano persino i sorgenti ufficiali
            per i driver. E' evidente la scarsa preparazione
            tecnica anche dei più sfegatatissimi sostenitori
            di Linux, almeno in Italia, che a quel che si
            vede qui o ridicolizzano il problema o ti
            ridicolizzano o ti dicono più o meno gentilmente
            di comprare un altro apparecchio. C'è una cosa
            che si chiama modestia, quando non si è in grado
            di risolvere un problema si dice semplicemente
            "io non sono in grado di farlo", comportamento
            molto più apprezzato che l'arrampicarsi sugli
            specchi o addirittura l'insulto a chi ci pone un
            problema che non sappiamo
            risolvere.

            Se ci fossero stati driver degni di questo nome
            per quel modem diffusissimo ma indigesto agli
            utenti italiani di Linux avrei installato, senza
            esagerare, un migliaio di Gnu/Linux tra Red Hat,
            Suse ed Ubuntu. Stavo per dire "ed è un peccato"
            ma a ben pensarci, visto il tono di alcune
            risposte è più appropriato "ed è stato un bene
            non averlo potuto
            fare".Perdonami, ma se il driver non funziona, la colpa è di Linux e della sua comunità?Io credo sia un problema del produttore.Perchè per Win hai un bel driver con il suo installer già pronto per essere double-clickato e per linux invece no?
  • Anonimo scrive:
    Che teatrino...
    Sparate come questa non fanno molto bene a linux.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che teatrino...
      - Scritto da:
      Sparate come questa non fanno molto bene a linux.Credo che la sparata sia pro Suse, non pro linux in generale.
    • Anonimo scrive:
      Re: Che teatrino...
      - Scritto da:
      Sparate come questa non fanno molto bene a linux.Dopo che avrai utilizzato vista mi saprai dire(apple)(linux)(win)
      • Hermes73 scrive:
        Re: Che teatrino...
        un cane che morde un uomo nn fa notizia.un uomo che morde un cane e' una notizia.che novell spari una simile bordata contro microsoft dopo aver stipulato un patto commerciale per far si che i loro prodotti si supportino meglio a vicenda in reti miste FA NOTIZIA.novell a morso la mano che gli ha riempito le casse e gli ha portato molte critiche dal mondo linux. ha forse in qlche modo cercato di rimediare a questo?
  • Anonimo scrive:
    PRIMO!
    Novell ha ragione...
    • Anonimo scrive:
      Re: PRIMO!
      Però non sei il primo...
    • Anonimo scrive:
      Re: PRIMO!
      ovvio, se poi uno è in grado di usarlo meglio...sì, era cattiva, ma è colpa degli stupidi che non mollano... (io per primo)win può essere il peggiore os che ci sia, ma è tutto li... linux invece se non si entra nell'ottica dei conf, non si va avanti... (parlo principalmente per me)osx e win sono più semplici da gestire perchè l'utente medio-basso non deve fare qausi nulla per farlo funzionare.con linux bisogna sapere che eventualmente un giro col terminale devi fartelo...se la scheda video non funziona bene e devi installare il driver non originale, un doppio clik non basta, e purtroppo non tutti sono in grado o hanno tempo di fare ste cose.io personalmente di stare li "il capodanno a compilare il kernel" proprio non mi va...si sono un mucchio di cazzate, ma se linux fosse più user friendly, e quindi meno da smanettoni, sarebbe più diffuso. c'è da dire che essendo nato da smanettoni questo non capiterà mai, e quindi win sarà ancora il più diffuso purtroppo.
      • Anonimo scrive:
        Re: PRIMO!
        - Scritto da:
        linux invece se non si entra
        nell'ottica dei conf, non si va avanti...non ci sono ancora entrato in quest'ottica...se non per kismet...ma se mi dici che kismet è software per la casalinga di voghera... beh non sarei d'accordo ;)
        osx e win sono più semplici da gestire perchè
        l'utente medio-basso non deve fare qausi nulla
        per farlo
        funzionare.
        con linux bisogna sapere che eventualmente un
        giro col terminale devi
        fartelo...
        se la scheda video non funziona beneDunque la semplicità di mac e di windows è data dal sistema operativo o dall'hardware supportato?Se ti assemblassi un pc "linux ready" sarebbe ancora così difficile? il terminale così necessario?E viceversa, se provi a installare una stampante non supportata su mac...questo è ancora così user friendly?
        e devi
        installare il driver non originale un doppio
        clik non bastapurtroppo spesso i casini li hai con i dati originali se non ci sono quelli open ;)
        io personalmente di stare li "il capodanno a
        compilare il kernel" proprio non mi
        va...questa è una cagata che rende il tuo post magari interessante ben poco piacevole e obiettivo, spero che te ne renda conto da solo :)
  • Anonimo scrive:
    come i fa i calcoli?
    il non poter installare hardware e periferiche di qualsiasi marca con un click è appena il 10% delle funzionalità?
    • Anonimo scrive:
      Re: come i fa i calcoli?
      - Scritto da:
      il non poter installare hardware e periferiche di
      qualsiasi marca con un click è appena il 10%
      delle
      funzionalità?Tecnicamente quella è un'unica funzionalità :DAnche se vale per 90! ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        il non poter installare hardware e periferiche
        di

        qualsiasi marca con un click è appena il 10%

        delle

        funzionalità?

        Tecnicamente quella è un'unica funzionalità :D

        Anche se vale per 90! ;)questa è una funzionalità anche di suse che patcha pesantemente il kernel linux fino a far riconoscere qualsiasi cosa. invece di funzionalità lo chiamerei problema visto che mette driver anche in ultra beta
    • Anonimo scrive:
      Re: come i fa i calcoli?
      - Scritto da:
      il non poter installare hardware e periferiche di
      qualsiasi marca con un click è appena il 10%
      delle
      funzionalità?Se hai un Mac compri hardware per Windows? Se hai Windows compri hardware per Mac?No?Perché dovresti poterlo fare con Linux?
      • Anonimo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?
        - Scritto da:
        Perché dovresti poterlo fare con Linux?Perchè l'hardware per Linux non lo fa nessuno.Quindi il problema è risolto.
        • Anonimo scrive:
          Re: come i fa i calcoli?
          noiosi
        • pane@rita scrive:
          Re: come i fa i calcoli?
          - Scritto da:


          - Scritto da:


          Perché dovresti poterlo fare con Linux?


          Perchè l'hardware per Linux non lo fa nessuno.
          non è vero.Proprio oggi mi sono preso una multifunzione e l'ho installata (parole grosse...fatto tutto lui, non serviva neanche il cd) su gnu/linux.La precedente multifunzione è stata regalata ai miei.La seconda è stata scleta prendendo hardware per gnu/linux la prima, a suo tempo, no.
        • Anonimo scrive:
          Re: come i fa i calcoli?

          Perchè l'hardware per Linux non lo fa nessuno.Sbagliato! :) In realtà esistono schede che lavorano solo e unicamente sotto linux. E non costano poco...
        • Anonimo scrive:
          Re: come i fa i calcoli?
          - Scritto da:


          - Scritto da:


          Perché dovresti poterlo fare con Linux?


          Perchè l'hardware per Linux non lo fa nessuno.

          Quindi il problema è risolto.beata ignoranzalinux è andato alla prima (senza intervento manuale da parte mia) su un portatile scelto ad hoc uscito una settimana prima dell'installazione, con supporto acpi perfettoquindi prima di parlare informati daimica perchè non vogliamo leggere falsità ma perchè fai la figura dello scemo
      • Anonimo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?
        mah, sul mio mac ci metto le stesse robe che ci metto sul mio pc, stessi dischi, stesse schede video/eth, stesse ram, ecc... linux non lo uso, ma mi è capitato di usare ubuntu live e knoppix... bè, hanno sempre visto tutto, quindi non venire fuori con stupidate. poi, eventualmente un driver lo trovi...
    • Anonimo scrive:
      Re: come i fa i calcoli?
      - Scritto da:
      il non poter installare hardware e periferiche di
      qualsiasi marca con un click è appena il 10%
      delle
      funzionalità?provato mai Novell/SuSE Linux? La openSuSE? La SLED? La versione Enterprise? No?E allora che parliamo a fare?SuSE è di quelle distribuzioni per novellini che non ha bisogno nemmeno del click: infili la periferica dove deve essere infilata (esatto, vedi che ci arrivi quando vuoi) e SuSE la rileva e la attiva. Non ha nemmeno bisogno di installarla, perché i moduli per il kernel sono già tutti presenti (ma in quanto moduli non appesantiscono inutilmente il kernel) e pronti all'uso.Ma si sa... a dare aria alla bocca, son bravi tutti: ci vuol poco. Già più difficile è trovare qualcuno, che assieme all'aria, ci metta anche dei concetti articolati.
      • Anonimo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?

        provato mai Novell/SuSE Linux? La openSuSE? La
        SLED? La versione Enterprise?
        No?
        E allora che parliamo a fare?

        SuSE è di quelle distribuzioni per novellini che
        non ha bisogno nemmeno del click: infili la
        periferica dove deve essere infilata (esatto,
        vedi che ci arrivi quando vuoi) e SuSE la rileva
        e la attiva. Non ha nemmeno bisogno di
        installarla, perché i moduli per il kernel sono
        già tutti presenti (ma in quanto moduli non
        appesantiscono inutilmente il kernel) e pronti
        all'uso.

        Ma si sa... a dare aria alla bocca, son bravi
        tutti: ci vuol poco. Già più difficile è trovare
        qualcuno, che assieme all'aria, ci metta anche
        dei concetti
        articolati.Tipiche frasi di chi con il computer naviga, scarica posta e gioca. Al massimo avrai fatto un paio di programmini in java.Vieni a lavorare da me, poi ridiamo
        • Anonimo scrive:
          Re: come i fa i calcoli?
          - Scritto da:

          provato mai Novell/SuSE Linux? La openSuSE? La

          SLED? La versione Enterprise?

          No?

          E allora che parliamo a fare?



          SuSE è di quelle distribuzioni per novellini che

          non ha bisogno nemmeno del click: infili la

          periferica dove deve essere infilata (esatto,

          vedi che ci arrivi quando vuoi) e SuSE la rileva

          e la attiva. Non ha nemmeno bisogno di

          installarla, perché i moduli per il kernel sono

          già tutti presenti (ma in quanto moduli non

          appesantiscono inutilmente il kernel) e pronti

          all'uso.



          Ma si sa... a dare aria alla bocca, son bravi

          tutti: ci vuol poco. Già più difficile è trovare

          qualcuno, che assieme all'aria, ci metta anche

          dei concetti

          articolati.

          Tipiche frasi di chi con il computer naviga,
          scarica posta e gioca.

          Al massimo avrai fatto un paio di programmini in
          java.
          Vieni a lavorare da me, poi ridiamoSe volevo fare il fruttivendolo, studiavo agraria.
          • Anonimo scrive:
            Re: come i fa i calcoli?
            - Scritto da:
            Se volevo fare il fruttivendolo, studiavo agraria.Agraria comunque non è una così semplice e leggera come molti credono.
          • Anonimo scrive:
            Re: come i fa i calcoli?
            Credo che dovresti studiare ancora.Se AVESSI VOLUTO FARE il fruttivendolo, AVREI studiato agraria.
        • outkid scrive:
          Re: come i fa i calcoli?

          Al massimo avrai fatto un paio di programmini in
          java.
          Vieni a lavorare da me, poi ridiamotu lavori e la marmotta confeziona la cioccolata mentre passeggia sull'autostrada contromano.vieni a lavorare da me!!!
    • TADsince1995 scrive:
      Re: come i fa i calcoli?
      - Scritto da:
      il non poter installare hardware e periferiche di
      qualsiasi marca con un click è appena il 10%
      delle
      funzionalità?Proprio oggi stesso sono stato in un centro commerciale qui vicino. Ho visto una micragnosissima webcam Trust a 9,90 e un'altra un po' migliore a 19,90. Mi sono segnato il modello, sono tornato a casa, una ricerchina di 40 secondi con google mi ha permesso di verificare che i driver per linux ci sono.In tutto avrò perso 1 o 2 minuti a controllare e decidere che potrei comprare quella webcam.E parliamo non della scheda nvidia da 400 euro, ma di una super economica Trust con chissà quale chipset.La cosa fa ben sperare e, comunque, la situazione driver è evidentemente moooolto migliorata...TAD
      • perfidolupo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?

        Proprio oggi stesso sono stato in un centro
        commerciale qui vicino. Ho visto una
        micragnosissima webcam Trust a 9,90 e un'altra un
        po' migliore a 19,90. Mi sono segnato il modello,
        sono tornato a casa, una ricerchina di 40 secondi
        con google mi ha permesso di verificare che i
        driver per linux ci
        sono.

        In tutto avrò perso 1 o 2 minuti a controllare e
        decidere che potrei comprare quella
        webcam.
        Molto comodo, uno va al centro cmmerciale si prende nota di tutte le cam, torna a casa e fa la sua ricerchina quindi torna al centro commerciale a comprarla. Uno o due minuti e fai tutto.
        • pane@rita scrive:
          Re: come i fa i calcoli?

          Molto comodo, uno va al centro cmmerciale si
          prende nota di tutte le cam, torna a casa e fa la
          sua ricerchina quindi torna al centro commerciale
          a comprarla. può fare il viceversa, cosa molto saggia anche perché potrà (soprattutto per acquisti superiori ai 10 ) valutare i prezzi e non farsi infinocchiare da chi vende i computer vicini alle banane ;)
          • outkid scrive:
            Re: come i fa i calcoli?

            può fare il viceversa, cosa molto saggia anche
            perché potrà (soprattutto per acquisti superiori
            ai 10 ) valutare i prezzi e non farsi
            infinocchiare da chi vende i computer vicini alle
            banane
            ;)--x tadCOMPUTER VICINO ALLE BANANE E LINUX ALLA FRUTTA!!!insomma.. con tutta sta niu economi vi fate ancora acquisti all'ipercoop?controllare tra le periferiche supportate ed acquistare da internet no eh?WWW = 666 = BILL GATES = MORTE E DISTRUZIONE!
          • TADsince1995 scrive:
            Re: come i fa i calcoli?

            --x tad
            COMPUTER VICINO ALLE BANANE E LINUX ALLA FRUTTA!!!
            insomma.. con tutta sta niu economi vi fate
            ancora acquisti
            all'ipercoop?
            controllare tra le periferiche supportate ed
            acquistare da internet no
            eh?
            WWW = 666 = BILL GATES = MORTE E DISTRUZIONE!Forse non è chiara una cosa, non avevo intenzione di comprare una webcam, se no avrei cercato prima su internet quelle supportate e poi avrei comprato direttamente da internet. Semplicemente mi trovavo nel centro commerciale (50 metri da casa mia) e, incuriosito dalle webcam, mi sono preso il modello per vedere se erano supportate. Una volta che l'ho scoperto di sicuro preferirò quella supportata rispetto a una che funziona solo su Windows!TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?
        Eh poi bisogna vedere come funzia.Non basta l'eventuale supporto.Ad esempio la mia Logitech e' supportata ma i driver sono schifosi e purtroppo si vede benissimo.Spero che tu sia piu' fortunato.
        • pane@rita scrive:
          Re: come i fa i calcoli?
          - Scritto da:
          Eh poi bisogna vedere come funzia.Non basta
          l'eventuale supporto.Ad esempio la mia Logitech
          e' supportata ma i driver sono schifosi e
          purtroppo si vede benissimo.Spero che tu sia piu'
          fortunato.uhm ipotizzo un "non" si vede benissimo ;)imho la ricerca, preventiva, deve valutare anche quello.E preciso che io, sui miei acquisti, mi informavo anche quando usavo windows... E di certo non mi mettevo a guardare se c'era il driver o meno, ma "prove su strada" :D
          • Anonimo scrive:
            Re: come i fa i calcoli?
            - Scritto da: pane@rita

            - Scritto da:

            Eh poi bisogna vedere come funzia.Non basta

            l'eventuale supporto.Ad esempio la mia Logitech

            e' supportata ma i driver sono schifosi e

            purtroppo si vede benissimo.Spero che tu sia
            piu'

            fortunato.


            uhm ipotizzo un "non" si vede benissimo ;)si vede benissimo -
            che sono schifosi.capisco,usare un "si vede benissimo" con una webcam puo' trarre in inganno. :D

            imho la ricerca, preventiva, deve valutare anche
            quello.

            E preciso che io, sui miei acquisti, mi informavo
            anche quando usavo windows... E di certo non mi
            mettevo a guardare se c'era il driver o meno, ma
            "prove su strada"
            :D
      • Anonimo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?
        Ho quella da 19,90, funziona che è una meraviglia :D
        • TADsince1995 scrive:
          Re: come i fa i calcoli?
          - Scritto da:
          Ho quella da 19,90, funziona che è una meraviglia
          :DOvvero la Trust wb-3400t? Dovrebbe funzionare coi driver spca5xx giusto?Grazie della conferma! ;)TAD
      • Anonimo scrive:
        Re: come i fa i calcoli?
        va be e il tempo di tornare a casa non lo calcoli? e se non avessi avuto ancora internet e ti serviva un modem 56k? e se invece stavi di passaggio in quella città col centro commerciale, dai, non è un esempio di praticità per gli acquisti.. poi a sto punto se sono a casa me ne frego di andare al centro commerciale a prendere pezzi e vedo tutte le offerte online di tutti i negozi, e oltre ai drivers vedo i forum di chi ha già comprato i prodotti per avere un parere..
        • TADsince1995 scrive:
          Re: come i fa i calcoli?
          - Scritto da:
          va be e il tempo di tornare a casa non lo
          calcoli? e se non avessi avuto ancora internet e
          ti serviva un modem 56k? e se invece stavi di
          passaggio in quella città col centro commerciale,
          dai, non è un esempio di praticità per gli
          acquisti.. poi a sto punto se sono a casa me ne
          frego di andare al centro commerciale a prendere
          pezzi e vedo tutte le offerte online di tutti i
          negozi, e oltre ai drivers vedo i forum di chi ha
          già comprato i prodotti per avere un
          parere..http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1861284&id=1860374&r=PITAD
      • outkid scrive:
        Re: come i fa i calcoli?

        Proprio oggi stesso sono stato in un centro
        commerciale qui vicino. Ho visto una
        micragnosissima webcam Trust a 9,90 e un'altra un
        po' migliore a 19,90. Mi sono segnato il modello,AZZ.. ANCHE TU HAI FATTO QUALCOSA _OGGI STESSO_?ma che giorno e' oggi?si sparano piu' cazzate del solito..
    • Anonimo scrive:
      Re: come i fa i calcoli?
      - Scritto da:
      il non poter installare hardware e periferiche di
      qualsiasi marca con un click è appena il 10%
      delle
      funzionalità?assolutamente falso....il 90% dell'hardware in circolazione è compatibile con Linux....i produttori di hardware, dovrebbero preoccuparsi di scrivere i driver, non certo i developer di Linuxcomunque se sono i driver che ti preoccupano, vedrai la bella sorpresa che ti ha preparato Vista per marzo
    • Anonimo scrive:
      Re: come i fa i calcoli?
      aggiungerei che OpenOffice si installa anche su Vista. Ma tanto è il classico articolo scritto per dar da mangiare ai troll.
Chiudi i commenti