Laptop perquisiti, ci vuole il mandato

Un giudice federale stabilisce: le autorità di controllo agli aeroporti non possono arrogarsi il diritto di trattenere un computer per mesi per poi controllarlo con calma. Il governo Obama deve cambiare marcia

Roma – Pesante battuta d’arresto per la capziosa tendenza dei controllori aeroportuali a esaminare gadget elettronici e laptop dei cittadini statunitensi in ritorno da un viaggio all’estero. Il Department of Homeland Security e l’amministrazione Obama devono darci un taglio con le tecnoperquisizioni immotivate e ricorrere a un giudice quando necessario.

Le perquisizioni degli ufficiali del DHS sono da tempo nel mirino delle organizzazioni a tutela dei diritti civili e digitali, le quali di certo avranno di che rallegrarsi dopo la decisione del giudice Jeffrey White (Distretto Nord della California) di rigettare le argomentazioni della Casa Bianca tese a giustificare la necessità di agire senza un mandato.

Nella fattispecie, il caso coinvolge un cittadino statunitense tornato in patria dopo un viaggio nella Corea del Sud, a cui l’anno scorso era stato sottratto un portatile tenuto “al fresco” per ben sei mesi prima di passare a esaminare il suo contenuto. L’amministrazione aveva tentato di giustificare il comportamento dei funzionari federali, ma il laptop restava in un limbo legale in cui non esisteva alcuna tutela prevista dalla legge.

Una volta provveduto alla perquisizione, su quel laptop è stata trovata una foto di una ragazza adolescente nuda sulla spiaggia e il proprietario si è beccato – nel settembre 2009 – un’accusa di trasporto e possesso di pornografia infantile per cui si è dichiarato non colpevole.

Per quanto riguarda la detenzione del laptop nei sei mesi successivi al rientro dell’uomo, a ogni modo, il giudice White ha stabilito che il sequestro prolungato fosse illegale e sarebbe stato necessario il mandato di un giudice. Il successivo ritrovamento di presunte immagini pedopornografiche, ha deciso White, non elimina la ragionevole aspettativa di privacy dell’uomo e non giustifica in alcun modo la perquisizione svolta senza mandato .

Alfonso Maruccia

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Valentino scrive:
    alternativa
    provare gratuitamente il software desktop remoto Aeroadmin http://www.aeroadmin.comE è molto meglio e più facile!Per di più è gratuito per uso commerciale.
    • krane scrive:
      Re: alternativa
      - Scritto da: Valentino
      provare gratuitamente il software desktop remoto
      Aeroadmin
      http://www.aeroadmin.com
      E è molto meglio e più facile!
      Per di più è gratuito per uso commerciale.Non l'ho ancora provato ma in effetti me ne hanno parlato bene.
  • Eugene scrive:
    alternativa
    Ma che ne dite di Ammyy Admin? http://www.ammyy.com/it/Passa attraverso tutto (firewall etc..), trasferisce files, chat, sta anche su una pendrive, ha un modulo aggiuntivo che fa da pannello di controllo dei collegamenti. Sembra sicuro perchè cifra tutto. E gratuito ed anche in italiano.
    • Melton scrive:
      Re: alternativa
      Fidati di me! Tutto ciò che serve è gratis Aeroadmin. Nessuna installazione, nessuna registrazione, nessuna configurazione.http://www.aeroadmin.com
  • Cavallo Pazzo scrive:
    La novità?
    Dove starebbe allora novità? Al di la del fatto che se BigG impiega tanto tempo e risorve per sviluppare una propria distro di linux dove non deve girare alcuna applicazione al di la del browser, sono convinto che questo OS sarà una scheggia anche solo un un vecchio pentium II, se per essere utilizzato deve connettersi a windows in remoto, ecco che tra la mia menete qualche dubbio o per lo meno perplessità inizia a farsi strada. Intanto perchè il desktop remoto non è una novità ma una funzione che esiste già tanto su windows quanto su linux (con il quale ci si può connettere in terminal server su windows e funziona benissimo), ma, di certo le perfomance sono limitate alla velocità della rete (nella quale deve passare anche il segnale video), e poi per connettersi a windowsin remoto occorre comunque pagre delle licenze, che, costano mica tanto meno di un sistema locale.
    • collione scrive:
      Re: La novità?
      si ma non hai colto il motivo di questa featuregoogle non dice che dovrai sempre e solo usare un pc windows a cui collegarti da remoto con chromeosgoogle dice semplicemente che oggi ci sono millemila miliardi di programmi per windows che non potranno apparire su chromeos dall'oggi al domani, per cui ti dà questa ulteriore possibilitàciò non toglie che bisognerà scrivere software RIA per chromeos
      • Cavallo Pazzo scrive:
        Re: La novità?
        Ah come dire che ti stiamo preparando la ferrari, c'è già la carrozzeria e le ruote, però per il momento non ha ancora il motore dunque, puoi farti trainare da una BMW.
        • collione scrive:
          Re: La novità?
          paragone fuori luogo se permettise mastichi un pò di informatica saprai benissimo che un sistema operativo senza programmi è un oggettino interessante per smanettare ma totalmente inutile a livello praticodel resto cos'è che dicono sempre i troll winari? su linux non ci gira fotoscioppechromeos ha lo stesso identico problema e cioè google ha fatto una statistica e ha visto che ci sono ennemila programmi aziendali che non girano su windowsparlando di software aziendale ti posso assicurare che molti non girano nemmeno su vista/7, questo per farti capire a che livello siamogoogle furbescamente ha introdotto quella caratteristica per far si che le aziende adottino chromeos senza troppi tentennamentiè chiaro che se parliamo di utente domestico, allora chromeos ha già tutto quello che servea te come utente che naviga in rete, guarda video, ecc... non servirà ad un tubo il desktop remoto
          • Uno scrive:
            Re: La novità?
            Si in teoria ha una logica, ma se poi devo stampare il mastrino, la ricevuta ecc...come faccio? Siamo sicuri che la stampa in remoto nn creara problemi di compatibilità dei driver?
          • krane scrive:
            Re: La novità?
            - Scritto da: Uno
            Si in teoria ha una logica, ma se poi devo
            stampare il mastrino, la ricevuta ecc...come
            faccio? Siamo sicuri che la stampa in remoto nn
            creara problemi di compatibilità dei driver?Ma te li vai proprio a cercare i problemi ?Dici che non ci hanno pensato ai driver ?
  • ccc scrive:
    no cloud!!!
    cloud computing = controllo remoto totale = fascismo digitale
  • pampa scrive:
    Ideale per lavorare da casa
    Se insieme a Chromoting supporteranno anche i client delle VPN, per me Chrome OS diventerà il sistema ideale per lavorare. Veloce leggero ed economico, possibilità di accedere a qualsiasi tipo di server...Non mi serve altro :)
    • xxx scrive:
      Re: Ideale per lavorare da casa
      Microsoft Remote Desktop, Citrix, X Windows, ... sorpresa... sono tutte tecnologie che già esistono e non devi "aspettare" l'hype di Google... scommetto che hai un iphone, vero???- Scritto da: pampa
      Se insieme a Chromoting supporteranno anche i
      client delle VPN, per me Chrome OS diventerà il
      sistema ideale per lavorare. Veloce leggero ed
      economico, possibilità di accedere a qualsiasi
      tipo di
      server...

      Non mi serve altro :)
      • pampa scrive:
        Re: Ideale per lavorare da casa

        Microsoft Remote Desktop, Citrix, X Windows, ...
        sorpresa... sono tutte tecnologie che già
        esistono e non devi "aspettare" l'hype di
        Google... scommetto che hai un iphone,
        vero???Cisco VPN, Secure Application Manager, ecc. Tra l'altro la prima in qualche modo sono riuscito ad usarla con Ubuntu. Per la seconda mi è parso di capire che dipende da come è installata sul server e quindi mi sa che non riuscirò a schivare Windows. Nel post dicevo "Veloce, leggero ed economico", non mi pare che iphone sia così economico. Uso un normalissimo netbook 10.1'
  • angros scrive:
    E X Windows?
    Anche X Windows supporta le applicazioni da remoto. Basta che xserver e xclient vengano fatti girare su computer diversi.
    • bubba scrive:
      Re: E X Windows?
      - Scritto da: angros
      Anche X Windows supporta le applicazioni da
      remoto. Basta che xserver e xclient vengano fatti
      girare su computer
      diversi.e questo dalla meta' degli anni '80 ...forse pero' google sta pensando a qualcosa di un po diverso.. vedrem..
    • Gemini90 scrive:
      Re: E X Windows?
      - Scritto da: angros
      Anche X Windows supporta le applicazioni da
      remoto. Basta che xserver e xclient vengano fatti
      girare su computer
      diversi.X Window non confodiamo le cose :D
  • windows scrive:
    ....
    A cosa serve un sistema su cui non vanno le applicazioni....invece di usarle in remoto mi compro un PC e faccio prima, così posso scegliere se andare in remoto o no.
    • tyler scrive:
      Re: ....
      - Scritto da: windows
      A cosa serve un sistema su cui non vanno le
      applicazioni....invece di usarle in remoto mi
      compro un PC e faccio prima, così posso scegliere
      se andare in remoto o
      no.http://www.youtube.com/watch?v=0QRO3gKj3qwi sistemi operativi tradizionali sono elefantiaci.la potenza quando serve! inutile portarsi sempre dietro il carrozzone di un sistema operativo classico
      • windows scrive:
        Re: ....
        Un sistema classico può essere alleggerito di alcune parti e funziona sempre anche senza connessione, Chrome OS no
        • tyler scrive:
          Re: ....
          - Scritto da: windows
          Un sistema classico può essere alleggerito di
          alcune parti e funziona sempre anche senza
          connessione, Chrome OS
          nocerto... è una questione di scelte. non è da escludere che escano dispositivi con un sistema operativo classico e chrome OS
        • bibop scrive:
          Re: ....
          per la stragrande maggioranza delle persone un pc senza connessione e' un pc inutile... qualunque sistema operativo ci fai girare sopra
      • krane scrive:
        Re: ....
        - Scritto da: tyler
        - Scritto da: windows

        A cosa serve un sistema su cui non vanno le

        applicazioni....invece di usarle in remoto mi

        compro un PC e faccio prima, così posso

        scegliere se andare in remoto o no.
        http://www.youtube.com/watch?v=0QRO3gKj3qw
        i sistemi operativi tradizionali sono elefantiaci.
        la potenza quando serve! inutile portarsi sempre
        dietro il carrozzone di un sistema operativo
        classicoWindows e' elefantiaco.
        • tyler scrive:
          Re: ....
          - Scritto da: krane
          - Scritto da: tyler

          - Scritto da: windows


          A cosa serve un sistema su cui non vanno le


          applicazioni....invece di usarle in remoto mi


          compro un PC e faccio prima, così posso


          scegliere se andare in remoto o no.


          http://www.youtube.com/watch?v=0QRO3gKj3qw


          i sistemi operativi tradizionali sono
          elefantiaci.

          la potenza quando serve! inutile portarsi sempre

          dietro il carrozzone di un sistema operativo

          classico

          Windows e' elefantiaco.anche il più leggero ci impiega 40 secondi per avviarsi
        • Difensore scrive:
          Re: ....
          Windows c'e' l'ha elefantico, ecco perche' siete gelosi, anzi proboscico ;-)
          • krane scrive:
            Re: ....
            - Scritto da: Difensore
            Windows c'e' l'ha elefantico, ecco perche' siete
            gelosi, anzi proboscico
            ;-)Per quello occupa tutti quei Gb sul disco ?
          • Maya La scrive:
            Re: ....
            - Scritto da: krane
            - Scritto da: Difensore

            Windows c'e' l'ha elefantico, ecco perche' siete

            gelosi, anzi proboscico

            ;-)

            Per quello occupa tutti quei Gb sul disco ?Sì, serve per fare capire all'utonto che ha pagato (o piratato) per "tanta" roba anche se poi è solo bloated software. Devo pagare per un software che non mi riempie neanche mezzo CD, invece che quattro DVD? Bleah! È come i megapixel delle compatte o i gigabyte nelle schede video. La gente guarda i numeroni, deve vedere il PC che arranca, se no è un programmino.
          • collione scrive:
            Re: ....
            adesso capisco perchè votano Berlusconi (rotfl)vabbè ormai l'Ita(g)lia è il regno della de Filippi :D
    • collione scrive:
      Re: ....
      - Scritto da: windows
      A cosa serve un sistema su cui non vanno le
      applicazioni....invece di usarle in remoto michi te l'ha detto che non vanno? solo perchè si chiama webapps e non sono scritte in C non significa che non sono applicazioni?native client, questo sconosciuto
      compro un PC e faccio prima, così posso scegliere
      se andare in remoto o
      no.ma anche con chromeos fai lo stesso visto che è prevista la funzionalità offline per moltissime applicazioni
Chiudi i commenti