Lavoro IT, pesci grandi e pesci piccoli

Con vent'anni di esperienza, un lettore racconta la distribuzione del lavoro IT sul mercato, di come lavorano le grandi e piccole aziende e di come viene sfruttato il personale IT. E lancia una proposta per uscirne

Roma – Gentile Punto Informatico, lavoro nell’IT da quando si programmava in assembler ed ho vissuto tutte le fasi dell’informatica dai primi database pseudo relazionali, dal Cobol al C, all’html, dal maiframe ai sistemi aperti ed al PC, dalla gestione casalinga del progetto agli standard di qualità ISO 900x, prendendo non so quante certificazioni. Tutto in grandi multinazionali e nella pubblica amministrazione, dapprima come consulente esterno e poi dall’interno. Dai miei 20 anni di esperienza vi racconto come funzionano le cose in Italia.

Una qualsiasi ditta tende a pagare le persone per quanto riesce a farsi pagare dal cliente e tanto più riesce a prendere lavori dove paga Pantalone, quanto più riesce a farsi pagare. Nelle ditte che sono in monopolio essere un IT equivale a fare la bella vita, soldi e lavoro giusto; ma fuori da questi regni si sta davvero male.
In genere quando vi è un grosso budget da spendere l’importo dei lavori è deciso e diviso tra le grandi ditte IT, mentre alle piccole rimangono davvero le briciole.

Quindi primo punto: se la tua ditta è piccola prenderà pochi lavori, di conseguenza non ti potrà mai pagare il giusto, l’ho vissuto sulla mia pelle per 8 anni. Al contrario, se la tua ditta è molto florida od addirittura un monopolio allora non solo avrai un alta remunerazione essendo considerato un mega specialista, ma anche un adeguato carico di lavoro, ed anche questo l’ho provato per esperienza personale.

Le grandissime ditte in Italia fanno pagare le loro persone dai 500 euro o più al giorno, perché hanno un nome ed un grandissimo reparto commerciale che sa ben consigliare chi muove le leve del budget. A sua volta la ditta enorme sub appalta alla ditta più piccola per 2-300 euro al giorno il lavoro; la piccola ditta a sua volta prende dei ragazzi e li sfrutta.

Io continuamente vedo questo: il discorso del giusto prezzo esiste solo per i piccolissimi, le multinazionali vanno sul nome ed i giusti consigli.

Le ditte piccole poi sanno che hanno preso quel dato lavoro per il rotto della cuffia o perché magari hanno delle persone che costano davvero poco, sanno che non saranno mai i main contractor e quindi tendono a fare un lavoro approssimativo, insomma tirano a campare finché dura o più semplicemente vedono di arrivare a fine mese, poi le cose in un modo o nell’altro si aggiusteranno.
Il Cliente da parte sua si sente coperto avendo messo delle penali nel contratto. Penali che quasi mai ho visto pagare.

Come si esce da tutto questo?
Come si può far pagare il giusto la professionalità?
La risposta deriva essenzialmente dal fatto che il rischio d’impresa ricade sulle piccole imprese le quali rischiano prendendo dei ragazzi, possono farlo in quanto la legge glielo consente ed i controlli sono pressocché nulli, vedi i 5mila lavoratori a progetto dei call centers.

Per cambiare questo stato di cose occorrerebbe:
1) un contratto degli informatici (finirebbe subito la questione oggi sono il programmatore, domani l’analista, domani il sistemista ed il capo progetto); penso che nella vita mi hanno dato almeno 200 qualifiche diverse per far pagare al cliente la mia persona;
2) evitare il ricorso a contratti CoCoCo, Progetto ecc, a meno che non si dica subito che un professionista IT con fattura non si possa pagare meno di 600 euro al giorno, come per gli avvocati e notai dove esiste una tariffa minima, rivedibile o davvero questa sia un esigenza assolutamente temporanea ed imprevedibile e non un modello di business (come previsto dalla legge);
3) maggiori controlli all’interno delle ditte da parte degli ispettori del lavoro e sindacati per far rispettare le leggi.

Mi rendo conto che ad occhio e croce di vorranno dieci anni (se bastano) per fare questo in Italia; le alternative la conoscete. E se pensate diversamente, provate a fare una ricerca su Monster o Stepstone: vedrete solo contratti a tempo determinato.

Se pensate di mettervi in proprio allora siete o molto saggi o molto pazzi. Coloro che conosco che si sono messi in proprio o avevano già un loro parco clienti o avevano amicizie cosi alte ed influenti da avere il lavoro assicurato per i prossimi dieci anni.

lettera firmata

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Chad scrive:
    la peppermint è stata bloccata
    Non so dove la redazione abbia preso questa notizia, ma di fatto sulla pagina di oggi del sito della repubblica c'è una notizia esattamente opposta, ossia che l'Autority per la Privacy ha bloccato la Peppermint.Ecco il link:http://www.repubblica.it/2007/11/sezioni/scienza_e_tecnologia/p2p3/illecito-spiare/illecito-spiare.html
  • Tony Montana scrive:
    Sta peppermint del ca***
    Hai fatto bn Francus
  • Inversione Bastiana scrive:
    Inversione Bastiana
    io scaricherò...infatti con il mio gruppo, Inversione Bastiana, abbiamo pubblicato le nostre canzoni gratuitamente su internet, in c..o alle case discografiche!!!ScArIcAtE che non vi denunciamo!!!www.inversionebastiana.aponet.it
  • francus scrive:
    adesso basta !
    Ma io mi chiedo e perche' non comprare piu' quel cd prodotto da questa Mejor tedesca o quel che sia ,e chissa che non vadino a zappare la terra un domani , spero presto.O ma non sanno piu' come fare i soldi sti elvetici ,forse stanno inventando un nuovo modo per far entrare soldi nel bel paese svizzero BRAVI
  • yellowBaron scrive:
    MA é ILLEGALE SOLO CONDIVIDERE O...
    è illegale solo condividere o anche scaricare?se lascio le cartelle incoming e shared vuote sono a posto?
  • topo78 scrive:
    Portatemi le prove
    Bhe!!!Io alla ricezione della raccomandata cancello tutto per bene, poi venitemi a portare le prove che io VERAMENTE ho scaricato musica illegalmente da internet.
    • girobai scrive:
      Re: Portatemi le prove
      ti beccano lo stesso, sono tracce informatiche lasciate in rete che tu nn potrai mai cancellare. il tuo ip a quell ora del tale giorno ha scaricato il tal mp3 e non ci piove. viceversa loro hanno scaricato da te il tal mp3 e quindi è una controprova.ci hanno inculato
    • Dani scrive:
      Re: Portatemi le prove
      Si ma poi oltre a dover cancellare tutti gli mp3 dovrai:1. eliminare tutti i software senza licenza installati sui tuoi pc2. eliminare qualsiasi cd o supperto contenente musica e/o software pirata presente in casa tua3. anche le videocassette e i dvd copiati se ce ne haisai, non si sa mai.. se vengono a fare un controllo :DPraticamente hai buone probabilità ripensarci :D
  • MalEf|ka scrive:
    Ma per cortesia....
    .....ma pensate ad abbassare il prezzo dei CD audio,dei giochi e perchè no anche del software....e poi magari ne riparliamo.... :)
  • Scmuzhla Pascal scrive:
    A tutti quelli kontro il P2P
    Scmuzhla
    • Linaro scrive:
      Re: A tutti quelli kontro il P2P
      --------------------------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 10 giugno 2007 23.07-----------------------------------------------------------
  • Coky renato scrive:
    Ma se ho il cd originale?
    Cioe' se me lo compro e poi dico a kartoffen ke mi son scaricato i files per averele canzoni anche in formato mp3?
  • gianpietrone scrive:
    LE VIE DELLA RETE SONO INFINITE.
    Interessante!! Tra le tante attività che si possono svolgere in seno alla Rete, cè anche quella di cacciatore di reati. UN AVVOCATO QUALSIASI CHE VOGLIA SVOLGERE UNATTIVITÀ CON GRANDE PROFITTO, HA A DISPOSIZIONE LA RETE CON MILIONI DI POTENZIALI DELINQUENTI. Con le opportune apparecchiature può intraprendere la caccia. E siccome un Giudice ha sentenziato che la Telecom o i Provider , sono obbligati a fornire le prove delle persone che in un qualsiasi momento hanno scaricato o messo in condivisione brani musicali tutto diventa semplice. Se il signore (non dico avvocato) è riuscito a trovare oltre tremila passibili di Reato con un po più di impegno qualsiasi altro avvocato, può riuscire a scovarne: 10.000 100.000 - 1.000.000.000 o ancora di più. Capirete che, il suo Business diventerebbe superiore a quello di una grande industria. Bello il sogno caro avvocato!! Peccato che, la gente non è sprovveduta peccato che così facendo sta passando sopra ad altre leggi ben più importanti del diritto su una semplice CANZONETTA la quale ha già dato grandi guadagni allautore o alla casa musicale PECCATO CHE LA RETE È PECULIARMENTE FATTA PER ESSERE NAVIGATA E PECCATO CHE LA SUA FORZA DERIVA PROPRIO DALLA CONDIVISIONE DI QUALSIASI DATO. Sono portato a pensare che la notizia sullavvocato che ha inviato le lettere per invitare a pagare una certa cifra, non sia altro che una BUFFALA!!!!! Se così non fosse, sarebbe linizio della fine della libertà. PAZZA IDEA. Saluti,Dr Gian Pietro Bomboi.
    • Anonimo scrive:
      Re: LE VIE DELLA RETE SONO INFINITE.
      Mi spiace deluderti, ma 1) l'avvocato esiste ed esiste lo studio legale, se sai usare la rete sai basta consultarewww.ordineavvocati.bz.it e lo trovi, come se non bastasse hanno anche creato un simpatico sito www.antipirateria.it2)La sentenza esiste ce l'ho qua sotto il naso...che sia uno scempio o un capolavoro giuridico non spetta a me dirlo... e alla fine il tribunale ORDINA ai provider di fornire alla peppermint le generalita complete degli utenti.e ti confermo che la cosa non è una bufala dato che ho anche la lettera la quale mi è arrivata una settimana fa a cui io non ho risposto.... e non ho pagato per ora, quindi ti consiglio di informarti meglio e bene prima di scrivere la prossima volta...ciaociaoGiamP
      • gianpietrone scrive:
        Re: LE VIE DELLA RETE SONO INFINITE.
        E chi ha detto che l'avvocato non esiste (forse sei tu??), resta il fatto che nessun'azione o intenzione è oro colato, come non è giusto parlare di "pirateria". In Rete la pirateria non esiste. Poi, perchè mi fornisci una risposta così "ACIDA"? Io non ho nulla da temere e se avessi tra le mani una lettera, come quella che dici di avere tu, saprei cosa farmene. Sei liggio e zelante?? Fai il versamento - paga e taci. Così ti metterai l'Anima in pace e vedrai che vivrai meglio. Sia ben chiaro che, io non copio musica, anche perchè non mi interessa, come non la compro perchè sarei uno stupido a pagare un CD 20-30Euro. La mia era solo una considerazione (della quale sono sempre convinto). Da uomo libero penso di potermi esprimere liberamente.Ricordati che la Rete è di tutti: mia - tua - del tuo avvocato. Il materiale che circola in Rete non può essere regolato come pensi tu. Andare contro la libertà della Rete, è come sputare in cielo (lo sputo ti ricade addosso), o ammazzare la libertà. a pro di chi?? Forse di chi vende milioni di dischi all'anno e racimola milioni di euro?? Bene viva il Business. Auguri,Dr Gian Pietro Bomboi.
  • gianpietrone scrive:
    NON HO ANCORA CAPITO!!
    Un Giudice con una sentenza decide che da quel momento la Telecom è obbligata ad fare i nomi dei clienti che usano una connessione Internet per scaricare musica. Accidenti un Giudice ha la capacità di travolgere ogni cosa (privacy).Sorgono alcune domande: N.1 e la privacy tanto decantata che a sua volta prevede un Reato per chi la viola?? N.2 può un qualsiasi avvocato (di cui non siamo neanche sicuri che lo sia) tedesco o svizzero; sentenziare e mandare lettere con la richiesta del pagamento di una certa cifra?? N.3 ma siamo tutti degli asini. Cè ancora la dignità dellindividuo oppure siamo tutti passibili di essere presi per il CU.O in qualsiasi momento, da qualsiasi buontempone non tanto corretto???Saluti, Dr Gian Pietro Bomboi.PS. Che vadino a lavorare!!
  • Anonimo scrive:
    [OT] Grande,Bravo,Post molto utile...
    ed interessante.Se avessi la moderazione te lo premierei.Spero che qualcun'altro lo faccia al posto mio.Grazie per il tuo intervento.
    • Anonimo scrive:
      Re: [OT] Grande,Bravo,Post molto utile..
      Dunque oggi sono andato di persona alla sede dell'adiconsum della mia città, loro hanno visto la lettera e mi han detto che mi preparano due risposte da mandare al Garante e allo studio legale ed è proprio di oggi la notizia che Adiconsum sta preparando una sua azione ecco il link:http://www.adiconsum.it/index.php?pagina=notizia&idarticolo=207&categoria=7giamP
      • Anonimo scrive:
        Grazie!
        - Scritto da:
        Dunque oggi sono andato di persona alla sede
        dell'adiconsum della mia città, loro hanno visto
        la lettera e mi han detto che mi preparano due
        risposte da mandare al Garante e allo studio
        legale ed è proprio di oggi la notizia che
        Adiconsum sta preparando una sua azione ecco il
        link:

        http://www.adiconsum.it/index.php?pagina=notizia&i

        giamPgrazie per tenerci al corrente.
  • Anonimo scrive:
    A ME E' ARRIVATA OGGI
    A me è arrivata questa mattina la raccomandata con ricevuta di ritorno e mi contestano di aver condiviso ben UN file mp3 di mousse T nell'aprile del 2006...sto cercando associazioni di consumatori e avvocati per parare il colpo... perchè a sentire qua è facile parlare finchè non ti tirano in mezzo...vi farò sapere GiamP
  • Anonimo scrive:
    Sono arrivate
    Sono arrivate le lettere di diffida. 330 euro e non si verrà denunciati.(ghost)
  • STEN1959 scrive:
    WINDOWS UPDATE- HELP ME PLEASE
    Ho riscattato un pc portatile che utilizzavo esclusivamente per lavoro; su questo pc non potevo fare alcun intervento o aggiornamento in quanto "l'amministratore" era l'azienda.Ora ho provato a fare l'aggiornamento di windows con il WINDOWS UPDATE; mi appare però questa scritta:"le impostazioni dei criteri di rete impediscono di utilizzare il sito per ottenere aggiornamenti per il pc in uso"ho provato anche a scaricare degli aggiornamenti manualmente... mi appare questa scritta:"impossibile aggiornare i file di windows xp. La lingua del sistema correntemente installato è diversa da quelle dell'aggiornamento"non riesco a capire più nulla, per quello che vedo io è tutto in italiano compresi gli aggiornamenti :-(Risultato? non posso aggiornare nulla :-(Le ho provate tutte ma davvero non riesco a venirne fuori.. qualcuno potrebbe aiutarmi?Grazie mille in anticipo :-)ps: il sistema e' un xp professional
    • STEN1959 scrive:
      Re: WINDOWS UPDATE- HELP ME PLEASE
      ps:ho provato a creare un nuovo account quale amministratore e a eliminare quello vecchio ma senza esito.Ho provato anche a controllare gli "strumenti di amministrazione"/ "servizi". E' correttamente impostato per consentire gli aggiornamenti automatici.
  • Anonimo scrive:
    Bufala ???
    Possibile che nesun'altro organo di stampa tranne Punto Informatico riporti la notizia ???? Gli unici che lo hanno fatto hanno linkato a questo sito .... soleeeeeee ????Non voglio neanche pensare che il vostro sia un modo di diffondere allarmismi inutili ma i fatti mi stanno dando ragione purtroppo ...Gradirei essere smentito p)
    • Anonimo scrive:
      Re: Bufala ???
      - Scritto da:
      Possibile che nesun'altro organo di stampa tranne
      Punto Informatico riporti la notizia ???? Gli
      unici che lo hanno fatto hanno linkato a questo
      sito .... soleeeeeee
      ????

      Non voglio neanche pensare che il vostro sia un
      modo di diffondere allarmismi inutili ma i fatti
      mi stanno dando ragione purtroppo
      ...

      Gradirei essere smentito p)cioè tu non sai come funziona l'italia e vuoi essere smentito?
    • Anonimo scrive:
      Re: Bufala ???
      ho ricevuto oggi stesso la lettera mafiosa...
  • Anonimo scrive:
    le fonti?
    nessuno ne parla oltre PI... e a questo punto faccio una domanda legittima; le fonti su cui PI si è appoggiata per elaborare la notizia quali sono?qualche conferma?grazie
  • Hermes73 scrive:
    avidi di mp3? andate quì...
    volete scaricare mp3 a manetta? patiti di musica? e se magari vi piace, perche' no? magari donare qlche euro all artista? visitate questo sito... http://www.jamendo.com/it/tutta la musica e' pubblicata sotto creative commons.un artista di un etichetta si becca all incirca 3 euro ogni album venduto. se voi donaste questi 3 euro direttamente agli artisti che VERAMENTE vi piacciono, il gioco e' fatto. tutti contenti e le case si fottono.http://www.jamendo.com/it/
  • Anonimo scrive:
    "l'ordinanza stabilisce"?
    NOTIZIA:"È la prima volta che tante persone in Italia vengono individuate - spiega a Punto Informatico l'avvocato Otto Mahlknecht, che per conto di Logistep-Peppermint ha seguito il caso - ed accade perché la direttiva europea cosiddetta IP enforcement ha aumentato i diritti dei danneggiati. In Italia è stata recepita ed ora per i provider diventa obbligatorio fornire i dati personali degli utenti" in caso di contestazione da parte dei detentori dei diritti.L'ordinanza nei fatti riconosce queste novità e stabilisce una sorta di dovere di collaborazione degli ISP, un dovere che in precedenza i provider avevano solo rispetto all'intervento delle forze dell'ordine o di pubbliche autorità, e che ora invece è esteso anche a soggetti privati come, appunto, i discografici.COMMENTO:Che cosa intende dire con "in Italia è stata recepita?" E' stata fatta una legge o è solo l'ordinanza di un tribunale?Che cosa vuol dire con "l'ordinanza stabilisce"?In Italia le norme comunitarie NON POSSONO ESSERE FONTI DIRETTE DI NORME PENALI, è necessaria una legge statale che recepisca la norma comunitaria. In Italia potere legislativo e potere giudiziario sono ancora distinti (almeno sulla carta)Mi auguro per tutti noi che l'ordinanza non stabilisca nulla senza che la rispettiva legge sia stata approvata dalle Camere
    • Anonimo scrive:
      Re: "l'ordinanza stabilisce"?
      qui ce anche qualcosa d'altro che non torna, visto che in italia...i privati non possono richiedere i dati per rispetto della privacy...senno domani mattina vado dal mio assicuratore e gli chiedo i dati di tutti......cose dell'altro mondo..che pensano..che siamo crucchi?
    • Hermes73 scrive:
      Re: "l'ordinanza stabilisce"?
      quoto quanto dici. e' da ieri che mi domando :ma arriveranno prima le diffide o prima le forze dell ordine? nn da me ovvio, io nn ho quegli mp3, ho altro ma nn quelli.se la legge e' stata recepita, quindi applicata anche in italia, se la magistratura si fronte all illecito non interviene direttamente non commette omissione di atti d'ufficio?se una qlche azione andra' in porto si verra' acreare un precedente per qui tutti gli aventi diritto cominceranno a battere cassa?bah! staremo a vedere...
  • Anonimo scrive:
    un ricatto?
    anche se senza dubbio è un ottima iniziativa la cosa dell'avvertimento.. così uno ha la possibilità di scampara peggio cosa..però mi sa tanto di ricatto!tu mi dai 100 euro e io ti lascio vivere tranquillo..
  • Anonimo scrive:
    IL MIO MULEN STA ANDANDO....
    A TUTTO SPIANEN..........MANTATEMI L' AFFOKATEN KARTOFEN CHE ME LO INKIAPPETTEN!!
  • Anonimo scrive:
    La prossima volta che comrperò un CD...
    La prossima volta che comprerò un CD, starò attento che non sia pubblicato da loro, o che non ci sia la loro sigla, anche scritta in piccolo. Non comprerò MAI PIU' cd prodotto o pubblicati da loro, da me non riceveranno più nemmeno un euro. Questa invasione di privacy è un sopruso e spazzolare la rete in cerca di soldi ha un solo significato, sono alla frutta, non stanno guadagnando più un caxxo e questo mi rallegra. I CD costano troppo e anch'io, quando ne compro uno per decine di euro rimango deluso dal fatto che solo 2-3 brani sono meritevoli di essere comprati, il resto è puro CRAP. Trovo giusto che i musicisti guadagnino dal loro lavoro, come tutti del resto, ma lavoro inteso come concerti, eventi ai quali distribuire i loro CD a prezzi modici in aggiunta al biglietto. Spero vivamente che schiattino tutte le discografiche, sono solo dei parassiti e tra laltro ostacolano anche l'emergere di nuovi artisti. Troppo denaro uccide la creatività degli artisti, che poi si drogano e rovinano con le loro mani, che pur sempre sono briciole rispetto ai guadagni delle discografiche.Ma che mondo di mer*a è il nostro? Se accendi una radio in un luogo pubblico devi pagare la siae, paghi il canone della rai che produce spazzatura e ci incricca di pubblicità come le altre tv libere (non è concorrenza sleale quella della rai?) Soldi soldi soldi... per fortuna mi trasferirò in america latina 6 mesi all'anno, questa vita di qui non la reggerei un giorno solo in più.L'italia sta puzzando di marcio, che peccato.
  • Anonimo scrive:
    TETESKI KARTOFEN!
    Col KAKKIEN che fi pakiamo!! Col KAKKIEN!!
  • Anonimo scrive:
    AI MAGIACRAUTI E AVVOCATI CRUCCHI
    MAANNATEAOIJARVELOANDERculetto!!
  • Anonimo scrive:
    QUI I CONTI NON TORNANO
    L'Unione Europea "libera" chi scarica musica onlineROMA - Il Parlamento Europeo ha dato a larga maggioranza il suo via libera ad una direttiva in materia di copyright che, se da un lato impone un giro di vite contro chi copia e distribuisce illegalmente cd e dvd a scopi commerciali, dall'altro, in maniera abbastanza esplicita, solleva da ogni rischio chi scambia musica e film per uso personale....http://www.repubblica.it/2003/g/sezioni/scienza_e_tecnologia/p2p/laue/laue.htmle non solo P2p, in Francia schiaffo alle major non possono tracciare chi scarica"Vietato sostituirsi all'autorità giudiziariaPARIGI - Sono più importanti gli interessi delle major o la privacy degli utenti? Secondo la Commission Nationale de l'Informatique et de la Liberté, l'autorità francese di garanzie e libertà connesse alle nuove tecnologie, la riservatezza dei dati personali viene prima di tutto. Quindi le case discografiche e cinematografiche non possono associare un'identità agli indirizzi Ip per risalire a chi usa servizi di file sharing per scaricare e scambiare su internet materiale protetto da copyright.http://www.repubblica.it/2005/d/sezioni/scienza_e_tecnologia/p2p2/majorfrancia/majorfrancia.htmlla domanda sorge spontanea "ma questa europa come funziona?"
    • Anonimo scrive:
      Re: QUI I CONTI NON TORNANO
      e aggiungo anche ke in italia funziona cosìCASSAZIONE: SENZA LUCRO, SCARICARE FILE NON E' REATO sentenza (numero 149/2007)
      • Anonimo scrive:
        Re: QUI I CONTI NON TORNANO
        - Scritto da:
        e aggiungo anche ke in italia funziona così
        CASSAZIONE: SENZA LUCRO, SCARICARE FILE NON E'
        REATO sentenza (numero
        149/2007)studia va http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1857111
        • Anonimo scrive:
          Re: QUI I CONTI NON TORNANO
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          e aggiungo anche ke in italia funziona così

          CASSAZIONE: SENZA LUCRO, SCARICARE FILE NON E'

          REATO sentenza (numero

          149/2007)

          studia va
          http://punto-informatico.it/p.aspx?id=1857111In questa pagina non c'è nulla che smentisca il nucleo della sentenza della Cassazione.Infatti si dice: "il perno della sentenza della Cassazione, "lo scopo di lucro" è stato sostituito dal ben più restrittivo: trarre profitto dalla duplicazione abusiva del materiale protetto dalla tutela del diritto d'autore".Come può ben capire chiunque, la norma sarà anche più restrittiva, ma "trarre profitto" non è lo scopo di chi scarica file tramite P2P.
    • Anonimo scrive:
      Re: QUI I CONTI NON TORNANO
      Soprattutto poi mi piacerebbe sapere che cosa ne sanno loro se il mio mp3 sta sul pc perché ce l'ho messo io dal MIO cd originale oppure no. Adesso in Italia si fanno anche i processi alle intenzioni. Gli Italiani
  • Anonimo scrive:
    Italienenen kaputt!!!
    E' davvero una barzelletta da raccontare. Una società svizzera, invece di indagare sulla montagna di soldi portati in patria da criminali, mafiosi, politici corrotti - ossia la fortuna che corrisponde alla repubblica elvetica, si mette a monitorare "gli italiani", noti ladri e assassini, che sarebbero colpevoli di scaricare le pseudo scoregge di cantanti tedeschi coperti da diritti d'autore. La cosa ovviamente non quadra e si comincia a calcoalre quanto sia "costata" una siffatta sentenza se davvero esiste. Tra l'altro, dobbiamo dire che la prassi prefigurata non esiste. Ovvero, se ricevete una lettera in cui vi si accusa di avere scaricato file illegali chiedendovi dei soldi, rispondete con una uguale missiva dell'avvocato, minacciando l'interlocutore di denuncia per tentata estorsione. Infatti non è questa la prassi prevista dalla legge. Se uno vi scippa e scappa con il motorino e voi prendete la targa, non è che voi vi fate dare il nome dell'intestatario del motorino al PRA e poi gli scrivete a casa ingiungendogli di restituire il portafoglio. Se questi signori credono di essere stati lesi in qualche loro diritto devono esporre denuncia all'autorità giudiziaria e dimostrare le loro ragioni. Siccome quasi sempre perdono in giudizio, allora ricorrono ad espedienti per intimorire gli eventuali imputati inducendoli a pagare anche somme non dovute. Molte persone, anche se no hanno scaricato niente e ricevono una lettera di accusa spesso pagano anche il non dovuto pur di essere lasciate in pace. Mi sembra dunque una operazione da associazione a delinquere ed è questo che dobbiamo temere. Il fatto che abbiano cercato la complicità della Telecom non mi lasci a a tranquillo in quanto (pensando alle associazioni poco pulite e dedite allo spionaggio clandestino) la telecom dovrebbe essere bannata dal sodalizio informatico e privata delle possibilità di agire come operatore di rete.In ogni caso ricordo che esiste una protesta universale contro gli sfruttatori degli autori. Non comprare più opere coperte da diritto d'autore.
    • Anonimo scrive:
      Re: Italienenen kaputt!!!
      - Scritto da:
      ossia la fortuna che
      corrisponde alla repubblica elveticaE' una CONFEDERAZIONE, ignorante. E l'equazione banche svizzere = soldi sporchi è come italiano = mafioso.Vai a studiare, và.
  • Anonimo scrive:
    I MANGIACRAUTI E I LORO AVVOCATI CRUCCHI
    POSSONOANNÀAPIJARSELOANDERCUxO!!
  • kaotX scrive:
    Stampa italiana
    La stampa italiana "ha fatto credere agli italiani che scaricare MP3 è legale, basta che non abbia lo scopo di fare soldi", che è una buggia. Hanno chiesto il permesso ai tedeschi (e altri) prima di dire "potete scaricare tutto quello che volete" ??? E adesso???
  • Anonimo scrive:
    Mi devo preoccupare?
    Nel senso, è il caso che mi cripti preventivamente il disco fisso?
  • stb scrive:
    colpiscine uno per educarne 100
    che aggiungere?è davvero l' ora di far cambiare qualche cosa, iniziamo col cambiare la nostra mentalità visto che non mi stancherò mai di ripetere che siamo noi che alimentiamo il loro mercato, il file sharing, l' acquisto di cd, dvd o quant' altro, o gli facciamo guadagnare direttamente soldi con l'acquisto dei loro prodotti o comunque gli facciamo pubblicità. smettiamola, proviamo a cercare nuovi modelli, iniziamo a pretendere musica libera e rifiutiamoci di acquistare la loro.non dico che gli artisti non van pagati, anzi sarebbe tutto l' opposto, dico solo che ci vuole un nuovo modello di business al passo coi tempi, ora lo possiamo fare, tagliamo fuori tutti, devono rimanere solo consumatori ed artisti, in mezzo niente.
    • Hermes73 scrive:
      Re: colpiscine uno per educarne 100
      si lasciamo il vuoto tra noi e loro, ascoltiamo questi artisti !!!http://www.jamendo.com/it/ tutta musica sotto CC
      • stb scrive:
        Re: colpiscine uno per educarne 100
        già già...http://freemusic.freeculture.org/
      • andrcos scrive:
        Re: colpiscine uno per educarne 100
        - Scritto da: Hermes73
        si lasciamo il vuoto tra noi e loro, ascoltiamo
        questi artisti
        !!!

        http://www.jamendo.com/it/ tutta musica sotto CCAssolutamente d'accordo! Non lo conoscevo e ti ringrazio moltissimo della segnalazione!Ho trovato SUBITO musica "Fusion" di ottimo livello.Diffondo subito ad amici!Stronchiamo una lobby
  • Anonimo scrive:
    si autodenuncia!
    scaricato un intero cd di omar!!sono pronto per un tso (trattamento sanitario obbligatorio), csm arrivo!!
  • newhyn scrive:
    Pubblicità
    Ma li avete visti i cantanti di quell'etichetta?Quale migliore pubblicità.....
  • Anonimo scrive:
    Ho un dubbio..
    Se io domani vedo uno ladro incappucciato sotto casa e gli dico che non lo denuncio se mi da 100euro (strappandogli magari anche una promessa di pentimento con tanto di pianto sincero..) legalmente non divento suo complice con la possibilità di essere accusato di favoreggiamento (oltre che ricatto)?Un eventuale accordo dovrebbe venire dopo una denuncia, non prima! Un reato penso che vada denunciato.. non ci si può lucrare sopra.Qualcuno esperto in legge può illuminarmi? :|Faber
  • Anonimo scrive:
    ecco come fregarli
    ho capito bene? scaricano il tuo file e poi con il checksum vedono se il file è davvero quello protetto da copyright che si immaginavano...cioè, se non scaricano TUTTO il file non possono controllare niente, e quindi non possono nemmeno denunciarti, al limite possono dire che avevano un ragionevole dubbio che bla bla bla... ma non una prova...insomma, adesso scrivo un programmino che ogni 5 secondi controlla la cartella c:incoming e se c'è qualcosa lo sposta subito in c:incoming2in questo modo il file completo è subito tolto dalla condivisione, baci ed abbracci...poi posto il codice sorgente, e fatene buon uso...
    • The Animal scrive:
      Re: ecco come fregarli
      - Scritto da:
      ho capito bene? scaricano il tuo file e poi con
      il checksum vedono se il file è davvero quello
      protetto da copyright che si
      immaginavano...

      cioè, se non scaricano TUTTO il file non possono
      controllare niente, e quindi non possono nemmeno
      denunciarti, al limite possono dire che avevano
      un ragionevole dubbio che bla bla bla... ma non
      una
      prova...mi pare che hai le idee molto confuse.
      insomma, adesso scrivo un programmino che ogni 5
      secondi controlla la cartella c:incoming e se
      c'è qualcosa lo sposta subito in
      c:incoming2una leecherata :s
      in questo modo il file completo è subito tolto
      dalla condivisione, baci ed
      abbracci...

      poi posto il codice sorgente, e fatene buon uso... :s
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco come fregarli
      Il nome di queste mod, please? :$ O)
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco come fregarli
      Capirai che programma evoluto...
    • mark111 scrive:
      Re: ecco come fregarli
      come fai
  • Anonimo scrive:
    Anvedi sti tedeschi...
    ...ci vogliono ricattare per non essere denunciati. Che Fabrizio Corona si sia ispirato da 'sti tedeschi?
  • Anonimo scrive:
    WiFi condivisa: chi è colpevole?
    Poniamo che ho un router wifi non criptato.Poniamo che un vicino di casa, una persona che passa sotto casa mia, chiunque riesca a connettersi con la mia rete si metta a condividere file in P2P.Questi signori guardano l'indirizzo IP che fino a prova contraria è quello del router (ADSL peraltro) e non quello della macchina locale. Come fanno a dimostrare che sono stato io? Anche se in qualche modo perquisissero il mio computer, chi gli dice loro che non siano copie di backup di un Cd originale che ho lasciato da mia zia in America?
    • Anonimo scrive:
      Re: WiFi condivisa: chi è colpevole?
      E' illegale lasciare una rete wireless condivisa al mondo se non sei autorizzato a farlo.
  • Anonimo scrive:
    Siete a dir poco spettacolari.
    Leggo i vostri commenti fin da quando questa notizia e' uscita ieri sera.Ne state tirando fuori di tutti i colori pur di giustificare un qualcosa che sapevate non andava fatto.La legge parla chiaro no? Non fate la figura dei soliti italioti che arraffano a piene mani per poi fare scene di isteria collettiva se poi qualcuno chiede il rispetto della legge.Questo e' uno dei tanti motivi e/o difetti che all'estero ci riconoscono e aggiungo io FANNO BENE,perche' offendervi sarebbe ancora poco.
    • Anonimo scrive:
      Re: Siete a dir poco spettacolari.
      Quello che dici può avere un senso da un certo punto di vista. Ma a mio avviso è parecchio limitato.Oltre all'effimera correttezza legale della questione va affrontato il problema da un punto di vista sociale, culturale, equilibrato.E' giusto lasciare che a manipolare la cultura siano pochi e potenti gruppi economici? E' una manipolazione di fatto il proporre sul mercato quantità e qualità a prezzi di oligopolio. Di fatto non c'è neppure concorrenza libera perché un CD o un DVD viene pubblicato, almeno all'inizio, e venduto solo sotto una etichetta che impone il proprio prezzo. (punto!)E' giusto che i potenti gruppi economici in combutta con i poteri politici e giudiziari abbiano la meglio sui più deboli (in questo caso lo sono) consumatori? Sempre di fatto la tutela dei consumatori per i motivi visti sopra viene messa in secondo luogo rispetto ai diritti (che sicuramente ci devono essere) delle case produttrici e degli artisti. Io sono del parere che finché ci sono poche persone che hanno un potere economico eccezionalmente superiore a molte altre, a scapito di queste ultime, di fondo c'è un'ingiustizia. In parole povere è giusto che un artista o un'azienda produttrice sia ricca se vende un prodotto di successo, non è più giusto se diventa spaventosamente ricca a fronte di un contributo culturale ed economico non proporzionabile perché vuol dire che sta approfittando di una debolezza sociale.
      • Anonimo scrive:
        Re: Siete a dir poco spettacolari.
        - Scritto da:
        Quello che dici può avere un senso da un certo
        punto di vista. Ma a mio avviso è parecchio
        limitato.

        Oltre all'effimera correttezza legale della
        questione va affrontato il problema da un punto
        di vista sociale, culturale,
        equilibrato.

        E' giusto lasciare che a manipolare la cultura
        siano pochi e potenti gruppi economici? E' una
        manipolazione di fatto il proporre sul mercato
        quantità e qualità a prezzi di oligopolio. Di
        fatto non c'è neppure concorrenza libera perché
        un CD o un DVD viene pubblicato, almeno
        all'inizio, e venduto solo sotto una etichetta
        che impone il proprio prezzo.
        (punto!)

        E' giusto che i potenti gruppi economici in
        combutta con i poteri politici e giudiziari
        abbiano la meglio sui più deboli (in questo caso
        lo sono) consumatori? Sempre di fatto la tutela
        dei consumatori per i motivi visti sopra viene
        messa in secondo luogo rispetto ai diritti (che
        sicuramente ci devono essere) delle case
        produttrici e degli artisti.


        Io sono del parere che finché ci sono poche
        persone che hanno un potere economico
        eccezionalmente superiore a molte altre, a
        scapito di queste ultime, di fondo c'è
        un'ingiustizia. In parole povere è giusto che un
        artista o un'azienda produttrice sia ricca se
        vende un prodotto di successo, non è più giusto
        se diventa spaventosamente ricca a fronte di un
        contributo culturale ed economico non
        proporzionabile perché vuol dire che sta
        approfittando di una debolezza
        sociale.
        Hai scaricato materiale protetto si o no? E' questo il punto.Se e' cosi' hai infranto una legge forse ingiusta quanto vuoi ma esiste e'quella e tu lo sapevi.E' come dire io facevo i 70 Km/h su strada con limite dei 50.Tuttavia la strada priva di traffico ed agevole mi permette di farli in sicurezza.Ok ma la legge ti dice chi li DEVI fare i 50 e tu andavi a 70.Cambiamo la legge ingiusta e non lamentiamoci quando ci contestano una sua violazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Siete a dir poco spettacolari.
          Perfetto, seguendo il tuo ragionamento io mi immagino che: - tu sei quello che investe il pedone che non attraversa sulle strisce, avevi ragione tu e lui torto- tu sei quello che investe il ciclista che va contromano, avevi ragione tu e lui torto- tu sei quello che si ti danno l'ordine di sparare ad un bambino tu spari, sei un soldato hai rispettato l'ordine- tu sei quello che sgancia la bomba su Hiroshima, hai rispettato gli ordini- tu sei quello che non pensa, rispetta le regole imposte e gli ordiniHai minimamente presente di quante schifezze ha fatto l'uomo quando ha rispettato la legge ciecamente senza porsi domande?Il problema che tu poni è reale (hai ragione a dire che sarebbe illegale scaricare), non è realistico però come lo poni.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siete a dir poco spettacolari.
            - Scritto da:
            Perfetto, seguendo il tuo ragionamento io mi
            immagino che:

            - tu sei quello che investe il pedone che non
            attraversa sulle strisce, avevi ragione tu e lui
            torto
            - tu sei quello che investe il ciclista che va
            contromano, avevi ragione tu e lui
            torto
            - tu sei quello che si ti danno l'ordine di
            sparare ad un bambino tu spari, sei un soldato
            hai rispettato
            l'ordine
            - tu sei quello che sgancia la bomba su
            Hiroshima, hai rispettato gli
            ordini
            - tu sei quello che non pensa, rispetta le regole
            imposte e gli
            ordini

            Hai minimamente presente di quante schifezze ha
            fatto l'uomo quando ha rispettato la legge
            ciecamente senza porsi
            domande?

            Il problema che tu poni è reale (hai ragione a
            dire che sarebbe illegale scaricare), non è
            realistico però come lo
            poni.Invece secondo me e' perfettamente realistico.La societa' civile occidentale si e' addormentata ed impigrita nell'accettare tutto quello che le viene propinato salvo poi lamentarsi alla prima occasione a cose ampiamente fatte.Non siamo piu' in grado di lottare per i nostri diritti,i diritti della nazione di cui ne siamo parte (purtroppo passiva).Ci siamo imborghesiti ed acculturati diventando dei perfetti pensatori e dismettendo i panni da protagonisti della storia,la nostra storia.Ecco il senso generale del mio internvento.
          • Anonimo scrive:
            Re: Siete a dir poco spettacolari.
            Beh, su questo sono perfettamente d'accordo con te. Magari più sull'imborghesimento che sull'acculturamento (di cultura ce n'è gran poca). Di certo nessuno ha più voglia di combattere per degli ideali o per dei diritti che vadano al di là dei piccoli interessi spiccioli.
  • Anonimo scrive:
    Convenienze parallele?
    Non riesco a fare a meno di pensare che l'enorme quantita' di traffico dovuta al P2P potrebbe diventare per le societa' telefoniche un male da estirpare non appena riescano a far partire qualche servizietto (tipo IPTV) che occupi meno banda (e l'IPTV si presta al multicast e al caching, riducendo la banda reale utilizzata e annullando quella piu' costosa, la banda in entrata/uscita dalla rete del gestore verso altri gestori) e leghi comunque i clienti al loro servizio.Quanto ci vorra' prima che certe iniziative vengano se non richieste, agevolate dai providers?
  • Anonimo scrive:
    come se a Malpensa
    l'omino che smista i bagagli (privati e sigillati) trovasse (mentre, diciamo così, fruga senza volerlo...) materiale compromettente e, letto il nome sul cartellino, ti mandasse una richiesta di denaro per non denunciarti: chi è il più criminale?cit. da Pinocchio:"fu derubato dai briganti e quindi, portato davanti al giudice, venne condannato alla galera, per compiacere i ladri" e il giudice era uno scimmione...
  • Anonimo scrive:
    FACCIAMO LA STESSA COSA AI TEDESCHI
    Avanti.. stessa identica procedura ! Non c'è nessuno che vuol guadagnare quel milione di euro senza troppa fatica.. basta una srl e un po' di tempo per succhiare soldi ai cittadini degli altri paesi !Sotto la minaccia di azione legale.. avanti alla conquista dell'Europa !
    • Anonimo scrive:
      Re: FACCIAMO LA STESSA COSA AI TEDESCHI
      Qua non si tratta di lotta tra nazioni(anche se...) ma di una lotta contro la legge Urbani.
  • Anonimo scrive:
    ATTENTI !
    La verità è che più internet tecnologicamente progredisce, più socialmente deve soccombere agli interessi economici.Ragazzi, mi sa mi sa che il cyberspazio sta diventando il vero grande fratello, quello di Orwell!!!Se vai con l'automobile per strada e ti filmano con una telecamera sei protetto dalla legge sulla privacy. Ci vuole l'autorizzazione di un magistrato per filmarti. Invece, se vai su un sito, ti tracciano, la legge cambia.Tra il software che ti spia, i virus che ti rompono il c... gli spyware, gli adware, e li mejo mortacci loro siamo tutti intrapolati nella rete.La musica, gli spartiti, qualunque cosa sta diventando sempre più controllata, spiata, sfruttata.Internet sta diventando sempre più una vetrina dove stare a guardare, guardare ma non toccare...Tutto questo è sempre più soffocante.Che se ne andassero a ca__are! Vogliono i vostri, i NOSTRI soldi?PROPOSTA: (così tanto come esercizio di immaginazione) Organizziamoci! In maniera organizzata, terminiamo tutti insieme i contratti ADSL. Immaginate che danno gli facciamo? Altro che pirateria!!! Cosi' la rete (da pesca) che ci buttano addosso diventerebbe immediatamente vuota!!! Si puo' vivere benissimo senza ADSL, senza internet. Ci sono tanti localini dove fanno tanta buona musica, non quello schifo che ci propinano le case discografiche.E così per tutto, altro che realta virtuale: realtà reale !!!Incominciamo a riprenderci il rispetto. A non farci usare, a trattare come pecore.Ora me ne scendo a giocare a pallone (non fifa ma quello vero). Non mi costa una lira!!!E voglio vedere cosa c'è da tracciare.
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENTI !
      - Scritto da:
      La verità è che più internet tecnologicamente
      progredisce, più socialmente deve soccombere agli
      interessi
      economici.

      Ragazzi, mi sa mi sa che il cyberspazio sta
      diventando il vero grande fratello, quello di
      Orwell!!!

      Se vai con l'automobile per strada e ti filmano
      con una telecamera sei protetto dalla legge sulla
      privacy. Ci vuole l'autorizzazione di un
      magistrato per filmarti.

      Invece, se vai su un sito, ti tracciano, la legge
      cambia.

      Tra il software che ti spia, i virus che ti
      rompono il c... gli spyware, gli adware, e li
      mejo mortacci loro siamo tutti intrapolati nella
      rete.

      La musica, gli spartiti, qualunque cosa sta
      diventando sempre più controllata, spiata,
      sfruttata.

      Internet sta diventando sempre più una vetrina
      dove stare a guardare, guardare ma non
      toccare...

      Tutto questo è sempre più soffocante.

      Che se ne andassero a ca__are!

      Vogliono i vostri, i NOSTRI soldi?
      PROPOSTA:
      (così tanto come esercizio di immaginazione)
      Organizziamoci! In maniera organizzata,
      terminiamo tutti insieme i contratti ADSL.
      Immaginate che danno gli facciamo? Altro che
      pirateria!!! Cosi' la rete (da pesca) che ci
      buttano addosso diventerebbe immediatamente
      vuota!!!


      Si puo' vivere benissimo senza ADSL, senza
      internet. Ci sono tanti localini dove fanno tanta
      buona musica, non quello schifo che ci propinano
      le case
      discografiche.Cosa ? Andare nei locali ?Vuoi rovinare la campagna autoorganizzata per protestare contro il divieto di fumo nei locali?
      E così per tutto, altro che realta virtuale:
      realtà reale
      !!!

      Incominciamo a riprenderci il rispetto. A non
      farci usare, a trattare come
      pecore.

      Ora me ne scendo a giocare a pallone (non fifa ma
      quello vero). Non mi costa una
      lira!!!
      E voglio vedere cosa c'è da tracciare.Cosa ? E vuoi rovinare la campagna autoorganizzata di protesta contro la mancanza di campetti da calcio nel quartiente ?
      • 5ze247940 scrive:
        Re: ATTENTI !
        Io ci sto!!!SE fosse mai possibile disdire contemporaneamente un bel numero di ADSL e se cercassi chi disposto a farlo...Bhe trova il modo per farlo sapere e io mi associo gia da ora...Perche?Perche se la rete che mi propongono oggi è questo bhe, non mi interessa...Bye
    • CoreDump scrive:
      Re: ATTENTI !


      Si puo' vivere benissimo senza ADSL, senza
      internet. Ci sono tanti localini dove fanno tanta
      buona musica, non quello schifo che ci propinano
      le case
      discografiche.

      E così per tutto, altro che realta virtuale:
      realtà reale
      !!!
      A parte il fatto che usare internet solo per il"p2p" mi sembra alquanto riduttivo, se la usisolo per quello forse faresti meglio a disdireveramente l'abbonamento ;) io preferiscocombattere piuttosto, loro tracciano? e io passoad altri programmi più anonimi, mi voglionocontrollare? e io cripto l'intero disco e viadicendo :D
    • ilgorgo scrive:
      Re: ATTENTI !
      - Scritto da:
      La verità è che più internet tecnologicamente
      progredisce, più socialmente deve soccombere agli
      interessi
      economici.

      Ragazzi, mi sa mi sa che il cyberspazio sta
      diventando il vero grande fratello, quello di
      Orwell!!!

      Se vai con l'automobile per strada e ti filmano
      con una telecamera sei protetto dalla legge sulla
      privacy. Ci vuole l'autorizzazione di un
      magistrato per filmarti.

      Invece, se vai su un sito, ti tracciano, la legge
      cambia.

      Tra il software che ti spia, i virus che ti
      rompono il c... gli spyware, gli adware, e li
      mejo mortacci loro siamo tutti intrapolati nella
      rete.

      La musica, gli spartiti, qualunque cosa sta
      diventando sempre più controllata, spiata,
      sfruttata.

      Internet sta diventando sempre più una vetrina
      dove stare a guardare, guardare ma non
      toccare...

      Tutto questo è sempre più soffocante.

      Che se ne andassero a ca__are!
      Non ti salveresti ugualmente. Magari hai un cellulare che continuamente segnala dove sei.. Oppure una fidelity card, in cui è registrato tutto ciò che compri... Ormai lasciamo talmemnte tante traccie elettroniche che diventa facile 'spiare' una persona..Saluti
    • Anonimo scrive:
      Re: ATTENTI !
      - Scritto da:
      La verità è che più internet tecnologicamente
      progredisce, più socialmente deve soccombere agli
      interessi
      economici.
      E' gia' da moltissimo tempo che Internet non e' piu' una rete di ricerca ma una rete commerciale... Benvenuto nel mondo reale... Era ora che te ne accorgessi...
      Ragazzi, mi sa mi sa che il cyberspazio sta
      diventando il vero grande fratello, quello di
      Orwell!!!
      Il cyber-che? Nahhh troppa fantascienza...
      Se vai con l'automobile per strada e ti filmano
      con una telecamera sei protetto dalla legge sulla
      privacy. Ci vuole l'autorizzazione di un
      magistrato per filmarti.
      No basta l'autorizzazione di chi viene filmato... Poi qui mi sa che stai facendo confusione, nei luoghi pubblici ognuno di noi puo' filmare chiunque... Al massimo non puo' rendere il filmato pubblico ma di questo mi pare che poiche' e' stato filmato in un luogo pubblico il contenuto e' gia' pubblico... per cui non dovrebbe necessitare di nessuna autorizzazione... Diverso se si mettono a spiare dal finestrino...
      Invece, se vai su un sito, ti tracciano, la legge
      cambia.
      Oddio la legge cambia...
      Tra il software che ti spia, i virus che ti
      rompono il c... gli spyware, gli adware, e li
      mejo mortacci loro siamo tutti intrapolati nella
      rete.
      Allora siamo tutti dei pesci? E tu che pesce saresti? Un pescecane, un barracuda o un tonno? In scatola? (rotfl)
      La musica, gli spartiti, qualunque cosa sta
      diventando sempre più controllata, spiata,
      sfruttata.
      Fino a prova contraria non ho mai visto uno spartito che ti controlla, li compri nei migliori negozi di musica e nessuno ti controlla quante volte te li suoni a casa tua...
      Internet sta diventando sempre più una vetrina
      dove stare a guardare, guardare ma non
      toccare...
      O maledizione questo lo era gia' da subito non lo sapevi? (rotfl)
      Tutto questo è sempre più soffocante.

      Che se ne andassero a ca__are!
      Beh non preferiresti invece che non ci andassero piu'? (Di solito un blocco intestinale e' peggio)... (rotfl)
      Vogliono i vostri, i NOSTRI soldi?
      PROPOSTA:
      (così tanto come esercizio di immaginazione)
      Organizziamoci! In maniera organizzata,
      terminiamo tutti insieme i contratti ADSL.
      Immaginate che danno gli facciamo? Altro che
      pirateria!!! Cosi' la rete (da pesca) che ci
      buttano addosso diventerebbe immediatamente
      vuota!!!
      Le reti da pesca (in senso metaforico) non saranno mai vuote per ogni scemo che diventa saggio 100 nuovi scemi.

      Si puo' vivere benissimo senza ADSL, senza
      internet. Ci sono tanti localini dove fanno tanta
      buona musica, non quello schifo che ci propinano
      le case
      discografiche.
      Perche' scusa usi Internet solo per la musica?Sembri saggio ma puo' darsi che mi sbaglio... del resto io saggio non lo sono ancora diventato... (rotfl)
      E così per tutto, altro che realta virtuale:
      realtà reale
      !!!
      (troll3) MEGA TROLL
      Incominciamo a riprenderci il rispetto. A non
      farci usare, a trattare come
      pecore.
      piu' che pecore mi pare un GRAN TROLLATA il tuo post...
      Ora me ne scendo a giocare a pallone (non fifa ma
      quello vero). Non mi costa una
      lira!!!
      E voglio vedere cosa c'è da tracciare.Behh per lo meno hai trovato la tua soluzione...
      • Anonimo scrive:
        Re: ATTENTI !
        Ciao,ammazza, non credevo di suscitare tanto interesse!Dunque, ti rispondo. E non la prendere per una provocazione o una risposta a tale. Anche perchè, mi pare, siamo tutti dalla stessa parte.Allora, innanzitutto il mio non è un troll. E già il fatto che tu lo ritenga tale mi fa notare che sei già tu un po' una vittima. Non credi alle cose reali. Le prendi per finte. Bene, bene...Parliamo della "rete per pesci": hai travisato il senso. Non intendo che NOI tutti siamo li ad abbocare. Ma solo che sta diventando SEMPRE PIU' SPREZZANTE il modo con cui tutti gli utenti della rete vengono trattati. E scusa se lo scrivo.Ma fammi capire una cosa: sei polemico con me?Sei contento che ti offrano una 10Mbit e poi te la limitano? Che ti diano una supermegabanda e poi ti trattano anticipatamente come un coglione criminale? Sei contento che il "WOW" Windows Vista abbia nel suo cuore meccanismi di DRM, come a dire: "compratelo ma usalo solo come dico io, ladro!"?Ti sembra scontato quello che dico? A me sembra superficiale il tuo darlo per scontato. Personalmente a me non stanno bene le forme di oppressione. Cazzo, compro DVD al prezzo i 28 euro e me li riempiono di pubblicità e messaggi contro la pirateria!!! A me che li compro. Non ti senti appena appena un po' incazzato ad essere una pedina piccola piccola?Personalmente si. Qualcuno, nei messaggi, che ho letto prima, ha scritto che questi le leggi se le fanno a proprio uso e consumo. Eggia', sarà una cosa scontata. Ma che facciamo, non lo diciamo? Per favore allora, non te la prendere con me, noi non siamo diversi. Piuttosto incàzzati con chi ha tanti tanti soldi, ne vuole ancora di piu', e cammina sugli altri per averne. Non puo' starti bene.
      • Anonimo scrive:
        Re: ATTENTI !
        - Scritto da:

        piu' che pecore mi pare un GRAN TROLLATA il tuo..e il tuo cos'è? il suo post un senso ce l'ha.. il tuo è solo una presa in giro..Se vuoi un consiglio datti poche arie da persona arrivata che ha capito tutto della vita..
  • Anonimo scrive:
    HO I VOSTRI IP
    E so che fate P2P.Presto riceverete lettera del mio avvocato con proposta di soluzione pacifica della questione con pagamento di una qualche decina di Euri sul conto corrente che sarà indicato sulla lettera.Chi non paga, sarà denunciato e dovrà subire un processo per violazione del diritto d' autore pagando di conseguenza le spese di processo.
  • manfrys scrive:
    LA RIIA accusa una famiglia senza PC
    Una notizia vecchia, ma giusto per capire come funziona ;-)!http://www.afterdawn.com/news/archive/7495.cfm
  • Anonimo scrive:
    direttiva IP Enforcement
    Qualcuno ha informazioni su questa direttiva?perche' non se ne e' mai parlato?
  • Anonimo scrive:
    IP enforcement, quale legge?
    Quando sarebbe stata recepita la direttiva dell'IP enforcement? Con quale legge?E' tutta una balla.Se Telecom osa fornire i dati senza vostro consenso e senza richiesta della magistratura, denunciatela pure per violazione per la privacy e chiede i danni. Da un giudice di pace non spendete niente anzi avrete il vostro giusto risarcimento.
  • Anonimo scrive:
    20-30 Files..GRAN Numero??
    20-30 Files???Un gran numero???Tutta Italia allora perseguibile lol (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Se solo rompessero a chi ha win craccato
    Molti passerebbero a linux.E invece sono i big della musica e dei film a rompere i maroni...mah.C'è qualcosa che non torna.E forse è il baco del sistema dei giganti.Se solo venisse fuori ben bene la magagna del diritto d'autore, forse cambierebbero d'un botto le cose.
  • Anonimo scrive:
    Gentile Telecom Italia...
    Buongiorno,sono una spia bulgar... ops.. un rappresentante di un'azienda detentrice di diritti del gruppo musicale 'cul@toons'.Abbiamo notato che un numero altissimo di persone sta cnodividendo illecitamente le nostre produzioni.Chiediamo pertanto l'elenco dei nominativi degli utenti italiani con i seguenti IP:da 0.0.0.0 a 255.255.255.255Grazie mille, per la sicura collaborazione!
  • Anonimo scrive:
    ma vanno diffusi si i nominativi
    per curiosita' ho dato un'occhiata al sito della casa discografica che ha fatto tante storie per il P2P.Beh a sto punto convengo che sia d'uopo diffondere pubblicamente il nome dei malmessi che sono riusciti a scovare gruppi del calibro di omar (???) e friends (o forse in crucco frenzens).ma una casa discografica cosi' pessima e ignota come si permette di fare la voce grossa?non hanno neanche un maledetto dominio (il loro sito e' su un IP??)ma che si attacchino....daniele
  • Anonimo scrive:
    Bon
    Se arriva la richiesta di pizzo a qualcuno, è pregato di postarla. Così facciamo un sitino, coinvolgiamo le associazioni di consumatori, facciamo un po' di TAM TAM ed affrontiamo il problema una volta per tutte.In america le idnustrie tech metteno in discussione brevetti e proprietà intellettuale, che il povero Bill è stanco dei pezzenti che tentano la "lotteria delle Royalties". Per quello che mi riguarda, che CI riguarda, visto che non sono bill, mi sono scocciato di collegarmi ad internet tra spyware corporate e pendenze penali, e di tutte queste piattole che hanno elevato il tribunale ad unico modello di business. Ciao,L.
  • Anonimo scrive:
    Re: e se cripto la cartella incoming ???

    Però, se vogliono indagarti ti sequestrano il pc
    e, con le tue credenziali o con un'analisi
    forense, trovano il contenuto del tuo
    disco.NO...Assolutamente.Non possono avviare il pc...solo collegarlo per usb e scaricare con un software una copia dei file collegati.Non avviano windows.Ma parlate come saputelli e non sapete nemmeno come si effettuano certe cose che avete visto solo alla tivvu'.
    • Anonimo scrive:
      Re: e se cripto la cartella incoming ???
      - Scritto da:


      Però, se vogliono indagarti ti sequestrano il pc

      e, con le tue credenziali o con un'analisi

      forense, trovano il contenuto del tuo

      disco.

      NO...

      Assolutamente.
      Non possono avviare il pc...solo collegarlo per
      usb e scaricare con un software una copia dei
      file
      collegati.

      Non avviano windows.
      Ma parlate come saputelli e non sapete nemmeno
      come si effettuano certe cose che avete visto
      solo alla
      tivvu'.Allora illuminaci tu, che sei un esperto... vero? e se il pc fosse sprovvisto di usb? cosa si fa? nulla?Volendo essere precisi un'analisi forense la si fa anche collegando il pc per mezzo di un cavo di rete ad un'altro pc; non si avvia windows, assolutamente! anzi, spesso e volentieri si preferisce staccare brutalmente la spina al pc accesso che, anche se può fare danni evita che lo spegnimento "corretto" possa in qualche modo alterare il contenuto del disco (es cancellando lo swap); si avvia il pc da cd (magari con distro Linux-live) evitando di far scrivere sui dischi fissi e si crea (magari con dd_rescue) una copia del disco (o dei dischi) da analizzare. Se l'operazione di "clonazione" viene eseguita per mezzo di un cavo di rete serve pure un'utility come nc, fatto questo si calcolano gli hash delle immagini create (per scrupolo vogliamo creare pure la hash della hash? ma si). Finita questa operazione si riporta tutto com'era all'inizio e si va in laboratorio per la seconda parte, l'analisi dei dati.Non l'ho visto in TV... lo faccio...P.S.: se il pc fa parte di una lan (o addirittura è un server) durante l'operazione di clonazione si disconnettono tutte le schede e gli eventuali hub/switch/router.mc2000
    • Anonimo scrive:
      Re: e se cripto la cartella incoming ???
      - Scritto da:


      Però, se vogliono indagarti ti sequestrano il pc

      e, con le tue credenziali o con un'analisi

      forense, trovano il contenuto del tuo

      disco.

      NO...

      Assolutamente.
      Non possono avviare il pc...solo collegarlo per
      usb e scaricare con un software una copia dei
      file
      collegati.Ma se non avvian il pc come li scaricano i dati? a pc spento!
      • Anonimo scrive:
        Re: e se cripto la cartella incoming ???

        Ma se non avvian il pc come li scaricano i dati?
        a pc
        spento!Staccano lo HD e lo collegano ad un drive imager come questo: http://www.forensicpc.com/proddetail.asp?prod=HARDCOPYPoi caricano l'immagine in un programma come Encase (http://www.guidancesoftware.com/products/ee_index.aspx)e tu non hai scampo.
        • Anonimo scrive:
          Re: e se cripto la cartella incoming ???
          - Scritto da:


          Ma se non avvian il pc come li scaricano i dati?

          a pc

          spento!

          Staccano lo HD e lo collegano ad un drive imager
          come questo:
          http://www.forensicpc.com/proddetail.asp?prod=HARD

          Poi caricano l'immagine in un programma come
          Encase
          (http://www.guidancesoftware.com/products/ee_index
          e tu non hai scampo.Solitamente non si stacca l'HDD, si preferisce non aprire il PC per evitare di inquinare le prove, staccare l'HDD è l'ultima spiaggia, prima si tenta in altri modi di creare immagini.Per le immagini esiste anche Autopsymc2000
  • Anonimo scrive:
    E'giusto
    Sempre la solita solfa.... denunce di qua denunce di la... Vi mettono in galera tutti pian piano, volete capire che state danneggiando un sistema.Le regole nn si dettano rubando... Lè ora de finirla! @^
    • Anonimo scrive:
      Re: E'giusto
      Si lo stiamo danneggiando, infatti son tutti li a morire di fame.
      • Anonimo scrive:
        Re: E'giusto
        Nella tua ironia, hai visto giusto, nn esistono solo le major e la siae, esistono anche famiglie che vivono con il lavoro che la musica/video/multimediale produce. Ti ringrazio per la tua comprensione.Saluti.
  • Anonimo scrive:
    Buon per i pedofili
    Che presto potranno approfittare della criptazione dei sistemi p2p.
    • Anonimo scrive:
      Re: Buon per i pedofili
      Ma non è già vietato criptare?No, chiedo!
      • Anonimo scrive:
        Re: Buon per i pedofili
        - Scritto da:
        Ma non è già vietato criptare?
        No, chiedo!Ma sei fuori ???
        • topo78 scrive:
          Re: Buon per i pedofili
          - Scritto da:

          - Scritto da:

          Ma non è già vietato criptare?

          No, chiedo!

          Ma sei fuori ???No, non è fuori.In america mi sembra sia vietato dalla legge utilizzare algoritmi di criptazione a doppia chiave superiori ad un certo numero di bit. Non solo ma vengono addirittura considerati alla stregua di un'arma.Comunque in europa fortunatamente non siamo ancora arrivati a questi livelli di "RIDICOLAGGINE".
      • Anonimo scrive:
        Re: Buon per i pedofili
        - Scritto da:
        Ma non è già vietato criptare?
        No, chiedo!No, non e' vietato, anzi la comunita' Europea ha invitato le aziende a criptare mail e comunicazioni dopo lo studio del caso Echelon.Inoltre nella citta' del vaticato tutte le comunicazioni sono criptate (unico stato al mondo e il primo a fare uso di crittografia a livello statale).
        • Anonimo scrive:
          Re: Buon per i pedofili

          Inoltre nella citta' del vaticato tutte le
          comunicazioni sono criptate (unico stato al mondo
          e il primo a fare uso di crittografia a livello
          statale).Sai com'è, in uno stato di simili dimensioni non è che sia una cosa molto difficile..
  • Anonimo scrive:
    Beh, sappiamo che etichetta evitare....
    Direi che l'acquisto di CD/materiale della'Peppermint Jam Records Gmbh' è da evitare caldamente, in quanto nuoce alla salute...... ops... stanno intercettando il mio IP...aiut! O)
  • Anonimo scrive:
    Art.15 Costituzione Italiana
    "Art. 15.La libertà e la segretezza della corrispondenza e di ogni altra forma di comunicazione sono inviolabili.La loro limitazione può avvenire soltanto per atto motivato dell'autorità giudiziaria con le garanzie stabilite dalla legge."La comunicazione tra 2 computer privati rientra nella "corrispondenza privata" ?Non esistono leggi o sentenze della cassazione in tal senso, nessuno può dirlo con sicurezza assoluta fino ad oggi.Se una società privata, estera perlopiù, viola la corrispondenza privata dei cittadini italiani commette un reato contro i diritti civili della persona.Invito le 3.636 persone a denunciare la società svizzera e quanti altri per violazioni dei propri diritti civili garantiti dalla costituzione.E andateci pesanti con la richiesta danni.Fatelo per tutti noi.Lasciamo perdere poi i "faciloni" che dicono "ma di che libertà parli ? se scarichi tutto quello che vuoi ..."Qui non è questione di p2p, diritti d'autore o altro. Qui la questione è la violazione "facilona" di diritti civili fondamentali dell'uomo.Se si comincia da queste cose il passo per arrivare a un regime di polizia o dittatura o quello che volete diventa facile.Sarebbe brutto poi risvegliarsi in un mondo di quel tipo per 2 mp3.
    • Anonimo scrive:
      Re: Art.15 Costituzione Italiana
      - Scritto da:
      "Art. 15.

      La libertà e la segretezza della corrispondenza e
      di ogni altra forma di comunicazione sono
      inviolabili.

      La loro limitazione può avvenire soltanto per
      atto motivato dell'autorità giudiziaria con le
      garanzie stabilite dalla
      legge.
      "

      La comunicazione tra 2 computer privati rientra
      nella "corrispondenza privata"
      ?
      Non esistono leggi o sentenze della cassazione in
      tal senso, nessuno può dirlo con sicurezza
      assoluta fino ad
      oggi.

      Se una società privata, estera perlopiù, viola la
      corrispondenza privata dei cittadini italiani
      commette un reato contro i diritti civili della
      persona.

      Invito le 3.636 persone a denunciare la società
      svizzera e quanti altri per violazioni dei propri
      diritti civili garantiti dalla
      costituzione.
      E andateci pesanti con la richiesta danni.
      Fatelo per tutti noi.

      Lasciamo perdere poi i "faciloni" che dicono "ma
      di che libertà parli ? se scarichi tutto quello
      che vuoi
      ..."
      Qui non è questione di p2p, diritti d'autore o
      altro.

      Qui la questione è la violazione "facilona" di
      diritti civili fondamentali
      dell'uomo.
      Se si comincia da queste cose il passo per
      arrivare a un regime di polizia o dittatura o
      quello che volete diventa
      facile.
      Sarebbe brutto poi risvegliarsi in un mondo di
      quel tipo per 2
      mp3.Non solo, credo anche che la legge europea che impone alle telcom di consegnare dati privati dei suoi utenti a terzi diversi da polizia e magistratura e senza l'autorizzazione di quest'ultima sia anticostituzionale in qualsiasi paese civile.
      • Anonimo scrive:
        Re: Art.15 Costituzione Italiana
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        "Art. 15.



        La libertà e la segretezza della corrispondenza
        e

        di ogni altra forma di comunicazione sono

        inviolabili.



        La loro limitazione può avvenire soltanto per

        atto motivato dell'autorità giudiziaria con le

        garanzie stabilite dalla

        legge.

        "



        La comunicazione tra 2 computer privati rientra

        nella "corrispondenza privata"

        ?

        Non esistono leggi o sentenze della cassazione
        in

        tal senso, nessuno può dirlo con sicurezza

        assoluta fino ad

        oggi.



        Se una società privata, estera perlopiù, viola
        la

        corrispondenza privata dei cittadini italiani

        commette un reato contro i diritti civili della

        persona.



        Invito le 3.636 persone a denunciare la società

        svizzera e quanti altri per violazioni dei
        propri

        diritti civili garantiti dalla

        costituzione.

        E andateci pesanti con la richiesta danni.

        Fatelo per tutti noi.



        Lasciamo perdere poi i "faciloni" che dicono "ma

        di che libertà parli ? se scarichi tutto quello

        che vuoi

        ..."

        Qui non è questione di p2p, diritti d'autore o

        altro.



        Qui la questione è la violazione "facilona" di

        diritti civili fondamentali

        dell'uomo.

        Se si comincia da queste cose il passo per

        arrivare a un regime di polizia o dittatura o

        quello che volete diventa

        facile.

        Sarebbe brutto poi risvegliarsi in un mondo di

        quel tipo per 2

        mp3.

        Non solo, credo anche che la legge europea che
        impone alle telcom di consegnare dati privati dei
        suoi utenti a terzi diversi da polizia e
        magistratura e senza l'autorizzazione di
        quest'ultima sia anticostituzionale in qualsiasi
        paese
        civile.Bravi, vi quoto in pieno! finalmente un post utile e intelligente, grazie.
        • Anonimo scrive:
          Re: Art.15 Costituzione Italiana
          Non per smontare le vostre tesi,ma gli utenti di cui si parla sono stati colti con le mani nel sacco poprio perchè i responsabili di questa casa discografica tedesca hanno provato a scaricare file musicali degli artisti di cui detengono i diritti.La privacy non c'entra quindi un bel niente: chi scarica e fa scaricare accetta implicitamente di mettersi in comunicazione con altri pc.
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da:
            Non per smontare le vostre tesi,ma gli utenti di
            cui si parla sono stati colti con le mani nel
            sacco poprio perchè i responsabili di questa casa
            discografica tedesca hanno provato a scaricare
            file musicali degli artisti di cui detengono i
            diritti.
            La privacy non c'entra quindi un bel niente: chi
            scarica e fa scaricare accetta implicitamente di
            mettersi in comunicazione con altri
            pc.Ciò non toglie che secondo qualsiasi costituzione liberaldemocratica un privato non può imporre a chicchesia di rivelargli dati personali suoi o peggio ancora di terzi senza un'ingiunzione della magistratura.Quella legge europea è uno sconcio per qualsiasi costituzione.Se quella casa discografica millanta che i p2ppari hanno di fatto rinunciato alla privacy, be' si accontenti dei dati su di loro che è riuscita a trovare in chiaro in rete senza ricorrere a mezzi illegali.Non ha dati utili? Si rivolga alla magistratura.
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            Non per smontare le vostre tesi,ma gli utenti di

            cui si parla sono stati colti con le mani nel

            sacco poprio perchè i responsabili di questa
            casa

            discografica tedesca hanno provato a scaricare

            file musicali degli artisti di cui detengono i

            diritti.

            La privacy non c'entra quindi un bel niente: chi

            scarica e fa scaricare accetta implicitamente di

            mettersi in comunicazione con altri

            pc.
            Ciò non toglie che secondo qualsiasi costituzione
            liberaldemocratica un privato non può imporre a
            chicchesia di rivelargli dati personali suoi o
            peggio ancora di terzi senza un'ingiunzione della
            magistratura.
            Quella legge europea è uno sconcio per qualsiasi
            costituzione.
            Se quella casa discografica millanta che i
            p2ppari hanno di fatto rinunciato alla privacy,
            be' si accontenti dei dati su di loro che è
            riuscita a trovare in chiaro in rete senza
            ricorrere a mezzi
            illegali.
            Non ha dati utili? Si rivolga alla magistratura.Ma sapete leggere ?!!!Ed ora il tribunale di Roma (procedimento n. 81901/2006)costringe Telecom Italia a fornire i nomi corrispondenti agli indirizzi IP rilevati online
          • dodoalien scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da:
            - Scritto da:

            - Scritto da:


            Non per smontare le vostre tesi,ma gli utenti
            di


            cui si parla sono stati colti con le mani nel


            sacco poprio perchè i responsabili di questa

            casa


            discografica tedesca hanno provato a scaricare


            file musicali degli artisti di cui detengono i


            diritti.


            La privacy non c'entra quindi un bel niente:
            chi


            scarica e fa scaricare accetta implicitamente
            di


            mettersi in comunicazione con altri


            pc.

            Ciò non toglie che secondo qualsiasi
            costituzione

            liberaldemocratica un privato non può imporre a

            chicchesia di rivelargli dati personali suoi o

            peggio ancora di terzi senza un'ingiunzione
            della

            magistratura.

            Quella legge europea è uno sconcio per qualsiasi

            costituzione.

            Se quella casa discografica millanta che i

            p2ppari hanno di fatto rinunciato alla privacy,

            be' si accontenti dei dati su di loro che è

            riuscita a trovare in chiaro in rete senza

            ricorrere a mezzi

            illegali.

            Non ha dati utili? Si rivolga alla magistratura.


            Ma sapete leggere ?!!!
            Ed ora il tribunale di Roma (procedimento
            n. 81901/2006)costringe Telecom Italia a fornire
            i nomi corrispondenti agli indirizzi IP rilevati
            onlinehanno fatto in tempo record a dare l'ordinanza.... hanno almeno verificato la fonte? no perchè dalla presentazione della "denuncia" all'ordine di concessione dei dati personali solitamente non passano 2 giorni...
      • Anonimo scrive:
        Re: Art.15 Costituzione Italiana
        - Scritto da:

        Non solo, credo anche che la legge europea che
        impone alle telcom di consegnare dati privati dei
        suoi utenti a terzi diversi da polizia e
        magistratura e senza l'autorizzazione di
        quest'ultima sia anticostituzionale in qualsiasi
        paese
        civile.Salve a tutti,Non ho letto nell'articolo i riferimenti alla fantomatica legge europea... ;)Vorrei ricordare che:1) Se trattasi di direttiva allora DEVE essere recepita dal locale stato con apposita legge, se trattasi di regolamento essa stessa vale come legge in tutta la UE, comunque gradirei i riferimenti corretti e precisi, grazie PI :)2) Ora in Italia esiste una legislazione che regolamenta il diritto d'autore come esiste una legislazione che regolamente l'accesso alla corrispondenza privata, entrambe mettono in luce reati di rilevanza penale. Ricordo che l'Italia NON essendo un paese in cui esiste la procedura penale anglo-sassone per procedere penalmente verso un soggetto imputato di reato penale NON e' necessario una denuncia da parte di un altro soggetto fisico/giuridico, si procede d'ufficio!!! :o Per cui non dovrebbe bastare affermare: "noi non vi denunciamo semplicemente vorremmo bachettarvi un poco le manine perche' siete stati cattivi", di fronte ad evidenza di reato commesso all'interno del territorio nazionale (in Italia) la magistratura DEVE procedere d'ufficio!!! :o Lo stesso vale anche nei confronti della sedicente societa' svizzera (che caso pure fuori UE) che avrebbe commesso il reato di violazione della corrispondenza privata. :pSaluti,
        • ilgorgo scrive:
          Re: Art.15 Costituzione Italiana
          - Scritto da:

          -
          2) Ora in Italia esiste una legislazione che
          regolamenta il diritto d'autore come esiste una
          legislazione che regolamente l'accesso alla
          corrispondenza privata, entrambe mettono in luce
          reati di rilevanza penale. Ricordo che l'Italia
          NON essendo un paese in cui esiste la procedura
          penale anglo-sassone per procedere penalmente
          verso un soggetto imputato di reato penale NON e'
          necessario una denuncia da parte di un altro
          soggetto fisico/giuridico, si procede
          d'ufficio!!! :o Proprio il dubbio che avevo, se nel caso specifico occorre una denuncia o se scatta comunque il procedimento d'ufficio.Grazie
      • outkid scrive:
        Re: Art.15 Costituzione Italiana
        ma lo e' infatti. :) telecom non dara' mai quei nominativi.. semplicemente perche' NON PUO'. poi il resto e' fuffa e terrore mediatico.
    • sisko1701 scrive:
      Re: Art.15 Costituzione Italiana
      E secondo te il comma II cosa significa? :D
    • ilgorgo scrive:
      Re: Art.15 Costituzione Italiana
      - Scritto da:
      "Art. 15.

      La libertà e la segretezza della corrispondenza e
      di ogni altra forma di comunicazione sono
      inviolabili.

      La loro limitazione può avvenire soltanto per
      atto motivato dell'autorità giudiziaria con le
      garanzie stabilite dalla
      legge.
      "Premesso che non so come abbiano fatto, ma basta che apri un programma di p2p, cerchi un brano, scopri chi lo condivide ed il gioco è fatto... e hai spiato solo la comunicazione tra la tua macchina ed il condivisore, senza violare la macchina remota.Saluti-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 13.53-----------------------------------------------------------
      • dodoalien scrive:
        Re: Art.15 Costituzione Italiana
        Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 13.53
        --------------------------------------------------bene però puniamo anche loro visto che hanno commesso loro stessi il reato di scaricare illegalmente.come se un ladro nel procinto di rapinare il luvre, vede un altro ladro rubare prima di lui e fa scattare l'allarme dicendo "l'ho visto l'ho visto" che senso ha?-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 15.50-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: Art.15 Costituzione Italiana
          - Scritto da: dodoalien
          bene però puniamo anche loro visto che hanno
          commesso loro stessi il reato di scaricare
          illegalmente.Illegalmente?Ma se sono loro i detentori dei diritti...
          • dodoalien scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da:

            - Scritto da: dodoalien


            bene però puniamo anche loro visto che hanno

            commesso loro stessi il reato di scaricare

            illegalmente.

            Illegalmente?
            Ma se sono loro i detentori dei diritti...la canzone in mp3 non ha tag che dice "i detentori dei diritti sono xyz" e poi se leggi l'articolo non parla di "canzoni i cui diritti sono di quella casa discografica" dice solo 20-30 canzoni, non so te ma io di gruppi tedeschi ne conosco proprio pochi (che siano conosciuti in italia) per essere, secondo logica, pubblicati da una casa discografica tedesca.vuoi dirmi che han beccato giusto giusto quei 4 mila cristiani che hanno 20 canzoni di gruppi tedeschi sconosciuti? :|le mie sono solo supposizioni ma l'atto di scaricare e mettere in condivisione lo compiono anche loro.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 16.02-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 16.02
            --------------------------------------------------A dire il vero ti basta andare sul sito della casa per scoprire di quali autori detiene i diritti. Fra cui Carl Keaton Jr. Colin Rich Emma Lanford James Kakande Mousse T. Omar Roachford SO PHAT! VD3 Beatz Warren G.Come vedi non sono tutti gruppi tedeschi sconosciuti... Io non so se la casa si riferisce solo alla musica di questi artisti ma se così fosse:1. Produce musica schifosa2. Non la compro ne la scarico neanche se me la danno gratis e legalemente XD
          • dodoalien scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana

            A dire il vero ti basta andare sul sito della
            casa per scoprire di quali autori detiene i
            diritti. Fra cui

            Carl Keaton Jr.
            Colin Rich
            Emma Lanford
            James Kakande
            Mousse T.
            Omar
            Roachford
            SO PHAT!
            VD3 Beatz
            Warren G.

            Come vedi non sono tutti gruppi tedeschi
            sconosciuti... Io non so se la casa si riferisce
            solo alla musica di questi artisti ma se così
            fosse:
            1. Produce musica schifosa
            2. Non la compro ne la scarico neanche se me la
            danno gratis e legalemente
            XDquello che dicevo, chi conosce sti qui in italia? io non gli darei nemmeno le monetine del mendicante a quelli li :Dl'unico che conosco, per sentito in giro, è Kakande che fa kakare :D
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da: dodoalien
            la canzone in mp3 non ha tag che dice "i
            detentori dei diritti sono xyz" e poi se leggi
            l'articolo non parla di "canzoni i cui diritti
            sono di quella casa discografica" dice solo 20-30
            canzoni, non so te ma io di gruppi tedeschi ne
            conosco proprio pochi (che siano conosciuti in
            italia) per essere, secondo logica, pubblicati da
            una casa discografica
            tedesca.Non hai letto molto bene la notizia,vero?Anzitutto dovresti leggere di quali artisti si parla(e mi è parso di capire che non si tratti di artisti tedeschi,per quanto non conosca quasi nessuno di quelli citati in alcuni topic).In secondo luogo è ovvio che siano andati a cercare le canzoni di cui detengono i diritti,quindi ripeto che non capisco in cosa consista l'illegalità(sono loro che detengono i diritti: se scaricano o fanno scaricare,come fanno a compiere un attività illegale,se i diritti che ledono sono i loro? Guarda che non è lo scaricare o il far scaricare ad essere attività illegale: è farlo utilizzando materiale di cui non si detengono i diritti ad essere illegale).
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da:

            - Scritto da: dodoalien


            la canzone in mp3 non ha tag che dice "i

            detentori dei diritti sono xyz" e poi se leggi

            l'articolo non parla di "canzoni i cui diritti

            sono di quella casa discografica" dice solo
            20-30

            canzoni, non so te ma io di gruppi tedeschi ne

            conosco proprio pochi (che siano conosciuti in

            italia) per essere, secondo logica, pubblicati
            da

            una casa discografica

            tedesca.

            Non hai letto molto bene la notizia,vero?
            Anzitutto dovresti leggere di quali artisti si
            parla(e mi è parso di capire che non si tratti di
            artisti tedeschi,per quanto non conosca quasi
            nessuno di quelli citati in alcuni
            topic).
            In secondo luogo è ovvio che siano andati a
            cercare le canzoni di cui detengono i
            diritti,quindi ripeto che non capisco in cosa
            consista l'illegalità(sono loro che detengono i
            diritti: se scaricano o fanno scaricare,come
            fanno a compiere un attività illegale,se i
            diritti che ledono sono i loro? Guarda che non è
            lo scaricare o il far scaricare ad essere
            attività illegale: è farlo utilizzando materiale
            di cui non si detengono i diritti ad essere
            illegale).ok loro detengono i diritti e fanno scaricare, io che scarico da loro allora ho l'autorizzazione da parte di chi detiene i diritti quindi non punibile, se loro stessi l'hanno messa nel circuito p2p... di che si lamentano quindi?
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da: dodoalien




            la canzone in mp3 non ha tag che dice "i


            detentori dei diritti sono xyz" e poi se leggi


            l'articolo non parla di "canzoni i cui diritti


            sono di quella casa discografica" dice solo

            20-30


            canzoni, non so te ma io di gruppi tedeschi ne


            conosco proprio pochi (che siano conosciuti in


            italia) per essere, secondo logica, pubblicati

            da


            una casa discografica


            tedesca.



            Non hai letto molto bene la notizia,vero?

            Anzitutto dovresti leggere di quali artisti si

            parla(e mi è parso di capire che non si tratti
            di

            artisti tedeschi,per quanto non conosca quasi

            nessuno di quelli citati in alcuni

            topic).

            In secondo luogo è ovvio che siano andati a

            cercare le canzoni di cui detengono i

            diritti,quindi ripeto che non capisco in cosa

            consista l'illegalità(sono loro che detengono i

            diritti: se scaricano o fanno scaricare,come

            fanno a compiere un attività illegale,se i

            diritti che ledono sono i loro? Guarda che non è

            lo scaricare o il far scaricare ad essere

            attività illegale: è farlo utilizzando materiale

            di cui non si detengono i diritti ad essere

            illegale).

            ok loro detengono i diritti e fanno scaricare, io
            che scarico da loro allora ho l'autorizzazione da
            parte di chi detiene i diritti quindi non
            punibile, se loro stessi l'hanno messa nel
            circuito p2p... di che si lamentano
            quindi?No perchè l'immissione non l'hanno fatta loro e quando si collegano ad un p2p possono benissimo mettere la condivisione a zero...non son la per farti scaricare ma per beccarti mentre condividi. Non ti far troppe illusioni non son polli e senza consultare gli studi legali non si muovono.
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            eh..allora forse e meglio che cambiano avvocati.Mica possono dire che loro non andranno a denunciare chi hanno beccato, quando in italia come qualcuno ha scritto sopra, esiste la'apedrtura dell'indagine d'ufficio.....Forse e veramente meglio che cambiano avvocati
          • Anonimo scrive:
            Re: Art.15 Costituzione Italiana
            - Scritto da:
            ok loro detengono i diritti e fanno scaricare, io
            che scarico da loro allora ho l'autorizzazione da
            parte di chi detiene i diritti quindi non
            punibile, se loro stessi l'hanno messa nel
            circuito p2p... di che si lamentano
            quindi?Mi spieghi esattamente quando avresti ottenuto la loro autorizzazione?E' OVVIO che abbiano scaricato parti dei brani solo per segnarsi gli ip dei condivisori.
    • Anonimo scrive:
      Buuummmmhhhhh non c'entra nulla
      Un p2p non è una comunicazione privata ma una comunicazione al pubblico, in Italia la messa in condivisione di materiale coperto da (c) è un REATO il resto son storielle per evitare di pagare i danni che queste pratiche generano. Non vi piacciono quei prodotti ?!!!! Non comprateli e non finanziate quelle aziende. il fatto che i p2p siano strapieni di materiale pirata la dice lunga sull'interesse che c'è per quei prodotti. Il p2p di materiale pirata danneggia prima di tutto quei piccoli produttori che producono prodotti alternativi a prezzi interessanti.
  • Anonimo scrive:
    Vista la qualità della musica scaricata
    Questi tremila e fischia possono cavarsela con l'infermità totale di mente, un bel proscioglimento e peppermink a becco asciutto. Ovviamente i tremila e fischia dovranno poi essere rieducati all'ascolto di vera musica e non pattume (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Vista la qualità della musica scaric
      - Scritto da:
      Questi tremila e fischia possono cavarsela con
      l'infermità totale di mente, un bel
      proscioglimento e peppermink a becco asciutto.


      Ovviamente i tremila e fischia dovranno poi
      essere rieducati all'ascolto di vera musica e non
      pattume

      (rotfl)(rotfl)(rotfl)Non è che nel p2p ci siano solo Fabri Fibra e Britney Spears...
  • Anonimo scrive:
    sempre succubi di qualcuno noi italiani
    io vorrei sapere se un tribunaletedesco avrebbe mai preso in considerazione una richiesta di questo tipo giunta da un'aziendaitaliana. Siamo sempre succubi di qualcuno, ce l'abbiamo nel DNA.
  • Anonimo scrive:
    Terroristi in erba: Obiettivo raggiunto!
    Hanno raggiunto pienamente il loro scopo.Ovvero sparare una cifra alta a caso per terrorizzare la gente. E leggendo i post ha funzionato. (4000 persone su quanto? Svariati milioni? E' più facile vincere la lotteria)Ma soprattutto, nei prossimi giorni ci saranno titoloni sui giornali e tv: "Arrestati perchè scaricavano! Beccati in pieno" etc etcCosì oltretutto possono far passare altre leggi ancora più limitative della libertà personale e rendere illegale i software di condivisione.Che tristezza...:'(
  • Anonimo scrive:
    Siamo sotto scacco
    purtroppo hanno ragione a "pensare male" perchè il P2P è usato principalmente per scopi illegali.io insisto con il dire che che l'unica soluzione è ridurli tutti in mutande senza comprare e scaricare. Evidentemente per qualcuno è troppo difficile.Ma gentilmente, qualcuno mi vuole rispondere sinceramente se scarica? e COSA scarica? ma dopo 3-4 mesi cosa gli manca? certo ci sono le nuove uscite, ma un album si scarica in pochissimo... e poi li ascoltate tutti?Supponiamo che a me piaccia in particolar modo l'hard-rock... ma dopo un mese ho tutto il possibile + il pop + la lirica.Ma che CASSO fate con questo P2P, non è che giocate ai collezzionisti?????
  • Anonimo scrive:
    Praticamente.....
    sono.... AZZI VOSTRI :D
  • Anonimo scrive:
    Proposta per i 4000 e più
    Propongo fin da adesso che i 4000 sfortunati si coalizzino, convincano altri migliaia di utenti e tutti assieme tengano continuamente aperta una pagina con un sistema di autoloading ogni mezzo secondo verso il sito e-commerce di questo signore.Vediamo chi riesce più ad usarlo.Non si dirà che nessuno è interessato alle meravigliose proposte artistiche di questa notissima etichetta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Proposta per i 4000 e più

      Propongo fin da adesso che i 4000 sfortunati si
      coalizzino, convincano altri migliaia di utenti e
      tutti assieme tengano continuamente aperta una
      pagina con un sistema di autoloading ogni mezzo
      secondo verso il sito e-commerce di questo
      signore.
      Vediamo chi riesce più ad usarlo.
      Non si dirà che nessuno è interessato alle
      meravigliose proposte artistiche di questa
      notissima
      etichetta.Sarebbe un attacco DDOS, che è illegale. Non servirebbe comunque a fargli ritirare le denunce, è solo una ripicca inutile.Inoltre, quello che hai fatto con questo post si chiama istigazione a delinquere. Il tuo IP è stato memorizzato e a PI può essere ordinato di metterlo a disposizione della Magistratura per procedere d'ufficio nei tuoi confronti.
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i 4000 e più
        - Scritto da:



        Propongo fin da adesso che i 4000 sfortunati si

        coalizzino, convincano altri migliaia di utenti
        e

        tutti assieme tengano continuamente aperta una

        pagina con un sistema di autoloading ogni mezzo

        secondo verso il sito e-commerce di questo

        signore.

        Vediamo chi riesce più ad usarlo.

        Non si dirà che nessuno è interessato alle

        meravigliose proposte artistiche di questa

        notissima

        etichetta.

        Sarebbe un attacco DDOS, che è illegale. Non
        servirebbe comunque a fargli ritirare le denunce,
        è solo una ripicca
        inutile.

        Inoltre, quello che hai fatto con questo post si
        chiama istigazione a delinquere. Il tuo IP è
        stato memorizzato e a PI può essere ordinato di
        metterlo a disposizione della Magistratura per
        procedere d'ufficio nei tuoi
        confronti.
        MA che stai a di?e secondo te appena 4000...mi è passata la voglia di risponderti da quanto /dev/nul sei
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i 4000 e più


        Sarebbe un attacco DDOS, che è illegale. Non
        servirebbe comunque a fargli ritirare le denunce,
        è solo una ripicca
        inutile.

        Inoltre, quello che hai fatto con questo post si
        chiama istigazione a delinquere. Il tuo IP è
        stato memorizzato e a PI può essere ordinato di
        metterlo a disposizione della Magistratura per
        procedere d'ufficio nei tuoi
        confronti.
        :-oParanoico....
      • mr_setter scrive:
        Re: Proposta per i 4000 e più
        - Scritto da:



        Propongo fin da adesso che i 4000 sfortunati si

        coalizzino, convincano altri migliaia di utenti
        e

        tutti assieme tengano continuamente aperta una

        pagina con un sistema di autoloading ogni mezzo

        secondo verso il sito e-commerce di questo

        signore.

        Vediamo chi riesce più ad usarlo.

        Non si dirà che nessuno è interessato alle

        meravigliose proposte artistiche di questa

        notissima

        etichetta.

        Sarebbe un attacco DDOS, che è illegale. Non
        servirebbe comunque a fargli ritirare le denunce,
        è solo una ripicca
        inutile.

        Inoltre, quello che hai fatto con questo post si
        chiama istigazione a delinquere. Il tuo IP è
        stato memorizzato e a PI può essere ordinato di
        metterlo a disposizione della Magistratura per
        procedere d'ufficio nei tuoi
        confronti.Si e poi una volta incarcerato trasferirlo direttamente a Guantanamo per essere sottoposto ad un trattamento "rieducativo".... @^Ma che film hai guardato ultimamente, V per Vendetta? (belliffimo tra l'altro...)LV&P O)
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i 4000 e più
        - Scritto da:
        Il tuo IP è
        stato memorizzato e a PI può essere ordinato di
        metterlo a disposizione della Magistratura per
        procedere d'ufficio nei tuoi
        confronti.E se si è collegato da una presa telefonica non sua, ma di qualche ufficio e lì nessuno l'ha visto mentre postava su Punto Informatico? Mi dici come fa la Polizia ad identificarlo?Mah... (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i 4000 e più
        A : "Berlusconi mi ha rubato il portafoglio"B : "Ti denuncio per calunnia"
      • Anonimo scrive:
        Re: Proposta per i 4000 e più
        Ma qvante kazateee!
  • Buzz scrive:
    3.636..
    ..Non è solo il numero di utenti italiani "beccati" con le mani nella marmellata, ma anche il numero totale mondiale (spero) di individui che ascoltano gli "artisti" che hanno in portafoglio!Warren G? :D :D :DDico, ma se proprio devi sharare, almeno shara "musica", di immondizia ce n'è già a sufficienza in giro.
    • Anonimo scrive:
      Re: 3.636..
      allora perchè il tuo avatar fa riferimento a dell'immondizia? :s
      • Anonimo scrive:
        Re: 3.636..
        - Scritto da:
        allora perchè il tuo avatar fa riferimento a
        dell'immondizia?
        :sTua madre è immondizia
    • Anonimo scrive:
      Re: 3.636..
      - Scritto da: Buzz
      ..Non è solo il numero di utenti italiani
      "beccati" con le mani nella marmellata, ma anche
      il numero totale mondiale (spero) di individui
      che ascoltano gli "artisti" che hanno in
      portafoglio!

      Warren G? :D :D :D

      Dico, ma se proprio devi sharare, almeno shara
      "musica", di immondizia ce n'è già a sufficienza
      in
      giro.Ma dai sono le canzonette da compilation....da festivalbar..... per ogni artista si ha solo la canzone commerciale diffusa per radio e discoteche... io non parlo per me mi fa schifetto pero' tanto per chiarire:)
  • Anonimo scrive:
    3636 italiani con 20-30 brani condivisi?
    Sembrano cifre strane.Personalmente ho non più di 5 canzoni condivise, giusto il tempo di scaricarle e spostarle.Tendenzialmente preferisco scaricare brani zippati , credo (ma è una mia idea) diano meno nell'occhio con un formato .zip o .rar piuttosto che palesemente .mp3 o .wma
    • Anonimo scrive:
      Re: 3636 italiani con 20-30 brani condiv
      - Scritto da:
      Sembrano cifre strane.ahahahah! forse hanno invertito i numeri... volevano dire 20 o 30 italiani che condividevano 3636 FILE!!! O)
  • Anonimo scrive:
    Con verdi e comunisti al governo
    leggi Urbani et similia non dovevano essere modificate? Finora (poche) parole e nessun fatto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Con verdi e comunisti al governo
      - Scritto da:
      leggi Urbani et similia non dovevano essere
      modificate?


      Finora (poche) parole e nessun fatto.eh vabbè... ma cosa c'entra adesso... loro sono li per la poltrona mica per altro. Lasciali in pace che hanno già un bertinotti per capello (rotfl)
      • Anonimo scrive:
        Re: Con verdi e comunisti al governo


        eh vabbè... ma cosa c'entra adesso... loro sono
        li per la poltrona mica per altro. Lasciali in
        pace che hanno già un bertinotti per capello
        (rotfl)Cavoli sta poltrona la vorrebbero tutti! Persino chi se la teneva stretta per non finire in galera e processato!Non c'e' piu' dignita'!
  • mr_setter scrive:
    sarebbe interessante conoscere...
    ...quale tecnologia e quale capacita' di analisi possieda questa societa' svizzero-tedesco-polacca.http://www.logistepag.com/en/technologie.phpanche perche' a sua volta sarebbe utile conoscere quale sia il limite cui vengono spinte tali metodologie di indagine: sono sicuramente sempre legali o siamo gia' oltre? (newbie)"le strade dell'inferno sono sempre lastricate di buone intenzioni..." @^LV&P O)
  • Anonimo scrive:
    Intercettazione legale?
    E' legale che un organo NON di polizia "intercetti" gli utenti?
    • rockroll scrive:
      Re: Intercettazione legale?
      - Scritto da:
      E' legale che un organo NON di polizia
      "intercetti" gli
      utenti?NON lo è!http://punto-informatico.it/pm.aspx?id=1925032&m_id=1925437&r=PI
    • Anonimo scrive:
      Re: Intercettazione legale?
      - Scritto da:
      E' legale che un organo NON di polizia
      "intercetti" gli utenti?Una società privata estera non può intercettare quello che a tutti gli effetti è una "corrispondenza privata" di utenti italianiSolo l'autorità di polizia giudiziaria (cc, polizia, finanza) può farlo
      • Anonimo scrive:
        Re: Intercettazione legale?
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        E' legale che un organo NON di polizia

        "intercetti" gli utenti?

        Una società privata estera non può intercettare
        quello che a tutti gli effetti è una
        "corrispondenza privata" di utenti
        italiani
        Solo l'autorità di polizia giudiziaria (cc,
        polizia, finanza) può
        farloMettere un file coperto da (c) su un p2p non è una corrispondenza privata e non lo sarà mai, è una comunicazione al pubblico a tutti gli effetti sanzionata penalmente in Italia...
        • Anonimo scrive:
          Re: Intercettazione legale?

          Mettere un file coperto da (c) su un p2p non è
          una corrispondenza privata e non lo sarà mai, è
          una comunicazione al pubblico a tutti gli
          effetti sanzionata penalmente in Italia...Una cosa che molti dimenticano (o forse non sanno proprio...) è che Internet non è uno "spazio", ma solo collegamento fra computers.Quindi "mettere un file su un p2p" non significa nulla: il file è e resta sul computer dell'utente.Questo utente "tollera" che altri "guardino" i suoi files, ma con uno scopo ben preciso che è quello di consentire (più o meno consapevolmente) ad altri la fruizione del materiale. Ogni altra azione, incluso evidentemente lo spionaggio, deve ritenersi non consentita e dunque illecita.Un'altra cosa che non tutti capiscono è che pure l'affermazione "file coperto da (c)" non significa nulla, perché in base alla LDA *tutte* le opere, per il solo fatto di venire ad esistenza, sono coperte da diritto d'autore.Di conseguenza, non esistono files non coperti da diritto d'autore: la differenza, semmai, è sul possesso o meno dell'autorizzazione da parte dell'utilizzatore.Viceversa, tirando avanti con la storia del "coperto da copyright" si giustifica tutto, anche le presunzioni di colpevolezza: ma chi mi "accusa" di detenere un file coperto da (c) non mi sta accusando di nulla, se non specifica come e perché io quel file non dovrei detenerlo.Ergo, chi spara accuse a destra e a manca [NB: parlo dei sedicenti "detentori dei diritti", non dell'autore del post precedente], appellandosi al copyright puro e semplice, o non sa di cosa parla, oppure, peggio, è decisamente in malafede.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intercettazione legale?
            - Scritto da:

            Mettere un file coperto da (c) su un p2p non è

            una corrispondenza privata e non lo sarà mai, è

            una comunicazione al pubblico a tutti gli

            effetti sanzionata penalmente in Italia...
            Una cosa che molti dimenticano (o forse non sanno
            proprio...) è che Internet non è uno "spazio", ma
            solo collegamento fra
            computers.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E le bancherelle per strada con tanti cd sopra, son due assi di legno un cuore e una capanna...
            Quindi "mettere un file su un p2p" non significa
            nulla: il file è e resta sul computer
            dell'utente.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E su qualche milione di pc che da quel computer lo prelevano e duplicano. Si chiama comunicazione al pubblico....
            Questo utente "tollera" che altri "guardino" i
            suoi files, ma con uno scopo ben preciso che è
            quello di consentire (più o meno consapevolmente)
            ad altri la fruizione del materiale. Ogni altra
            azione, incluso evidentemente lo spionaggio, deve
            ritenersi non consentita e dunque
            illecita.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)Il mondo delle fate e degli gnomi, il p2p a cosa serve? Non stiamo parlando di un ftp bloccato che impedisce l'accesso....
            Un'altra cosa che non tutti capiscono è che pure
            l'affermazione "file coperto da (c)" non
            significa nulla, perché in base alla LDA *tutte*
            le opere, per il solo fatto di venire ad
            esistenza, sono coperte da diritto
            d'autore.buaaaaahhhhhh il copyright è una cosa, il diritto d'autore è un'altra , i diritti commerciali con la paternità artistica non c'entrano nulla. Qui si parla di sfruttamento dell'opera.
            Di conseguenza, non esistono files non coperti da
            diritto d'autore: la differenza, semmai, è sul
            possesso o meno dell'autorizzazione da parte
            dell'utilizzatore.
            Viceversa, tirando avanti con la storia del
            "coperto da copyright" si giustifica tutto, anche
            le presunzioni di colpevolezza: ma chi mi
            "accusa" di detenere un file coperto da (c) non
            mi sta accusando di nulla, se non specifica come
            e perché io quel file non dovrei
            detenerlo.
            Ergo, chi spara accuse a destra e a manca [NB:
            parlo dei sedicenti "detentori dei diritti", non
            dell'autore del post precedente], appellandosi al
            copyright puro e semplice, o non sa di cosa
            parla, oppure, peggio, è decisamente in
            malafede.Sveglia la messa in condivisione di materiale coperto da (c) senza autorizzazione degli aventi diritto in Italia è REATO, se non lo sapevi ora lo sai, e l'utilizzo di un p2p è una messa a disposizione del pubblico.
          • Anonimo scrive:
            Re: Intercettazione legale?


            Una cosa che molti dimenticano (o forse non

            sanno proprio...) è che Internet non è uno

            "spazio",ma solo collegamento fra computers.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E le
            bancherelle per strada con tanti cd sopra, son
            due assi di legno un cuore e una
            capanna...Prego???


            Quindi "mettere un file su un p2p" non

            significa nulla: il file è e resta sul

            computer dell'utente.
            (rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)E su
            qualche milione di pc che da quel computer lo
            prelevano e duplicano. Si chiama comunicazione
            al pubblico....Non so se davvero non hai compreso o se lo fai apposta?Comunque il discorso è: siccome i files non si trovano in un presunto "spazio virtuale", bensì su un singolo e privato computer, al quale nessuno (se non l'Autorità pubblica con le dovute autorizzazioni e garanzie) può accedere per fini non consentiti dal titolare dello ius excludendi.Pertanto, chi "entra" in un computer qualsiasi, al fine di spiarlo, commette un illecito (non necessariamente penale, perché il 615-bis prevede condizioni specifiche), anche se per ipotesi il soggetto proprietario/utilizzatore l'avesse volontariamente lasciato "aperto".Se io lascio aperta la porta di casa, tu (e neppure le Forze dell'Ordine, fuori dai casi in cui sarebbero comunque autorizzate a farlo) non puoi entrarci comunque, se io non ti invito. Se ti invito per fare una cosa, e poi ne fai un'altra, sei ugualmente colpevole.E' più chiaro adesso?
            Il mondo delle fate e degli gnomi, il p2p a
            cosa serve? Non stiamo parlando di un ftp
            bloccato che impedisce l'accesso....E quindi? Un furto è tale solo se il proprietario del bene lo ha protetto in modo oggettivamente sicuro?

            Un'altra cosa che non tutti capiscono è che

            pure l'affermazione "file coperto da (c)"

            non significa nulla, perché in base alla LDA

            *tutte* le opere, per il solo fatto di

            venire ad esistenza, sono coperte da diritto

            d'autore.
            buaaaaahhhhhh il copyright è una cosa, il
            diritto d'autore è un'altra , i diritti
            commerciali con la paternità artistica non
            c'entrano nulla. Qui si parla di sfruttamento
            dell'opera.Cosa stai dicendo???Copyright = diritto d'autore.Il diritto d'autore, com'è noto (non a te, a quanto pare) si declina in varie facoltà e diritti, che possono raggrupparsi in diritti morali e diritti patrimoniali. La LDA (n.633/41) dedica ad essi articoli in diversi titoli (o capi, non ricordo).Tu l'hai mai letta, la LDA?Ecco, magari bisogerebbe farlo, prima di mettersi a dare lezioni di Diritto a chi (se permetti) qualcosa ne capisce.
            Sveglia la messa in condivisione di materiale
            coperto da (c) senza autorizzazione degli
            aventi diritto in Italia è REATO, se non lo
            sapevi ora lo sai, e l'utilizzo di un p2p è
            una messa a disposizione del pubblico.Guarda, come ho già detto prima di dare lezioni di diritto ad altri faresti meglio ad informarti.Io so di cosa sto parlando (ci ho fatto una tesi sopra), altrettanto probabilmente non può dirsi di te.Ti informo, pertanto, che la fattispecie cui fai riferimento (171 a-bis) non richiede solo la messa a disposizione del pubblico, bensì specificamente l'inserimento in un sistema di reti. Cosa che, pertanto, eventualmente fa solo chi "per primo" immette il file in rete, tutti i successivi sharers non commettono questo illecito (hai letto la Cassazione sul caso Sky contro calciolibero? No? Ti converrebbe farlo).Ah, e poi io non sono così sicuro che si tratti di "reato".Vedi, gli artt.171 e ss. sono stati letti sempre e solo da interpreti "di parte": se così non fosse stato, ci si sarebbe ben presto resi conto che il primo ed il secondo comma dell'art.171 (già esistenti nel 1941, anche se poi in parte modificati) prevedevano in realtà due distinti delitti e non, come normalmente si afferma, un delitto e le relative aggravanti. Ciò è reso evidente dalla diversità del bene giuridico tutelato (diritti solo patrimoniali nel comma 1, patrimoniali e morali insieme nel comma 2), e confermato per analogia da alcune recenti sentenze riguardanti il 171-ter.Ma, se così è, allora vuol dire che il reato ex art.171 comma 1 non prevedeva la pena della reclusione NEPPURE COME AGGRAVANTE, con la diretta conseguenza che, al contrario di quanto normalmente si ritiene, il comma 1 dell'art.171 E' STATO DEPENALIZZATO sicuramente dalla L.689 del 1981 (o forse anche prima a seconda delle interpretazioni).Questa tesi, peraltro abbastanza ferrea, verrà presto sostenuta anche nelle aule di Tribunale.Pertanto, come vedi, non sono io a non sapere che il p2p costituisce reato, ma sei tu a non sapere che il p2p NON costituisce reato (salvo ovviamente non vi sia il fine di lucro, ora nuovamente richiesto al posto del profitto dall'art.171-ter).Amen.
    • Anonimo scrive:
      Re: Intercettazione legale?
      - Scritto da:
      E' legale che un organo NON di polizia
      "intercetti" gli
      utenti?Si lo è, come lo è il fatto che tu faccia una foto alla proprietà del tuo vicino mentre ti sta costruendo in faccia un abuso edilizio.Son tutte pratiche che portano alla documentazione del danno, quando sporgi denuncia puoi chiedere che vengano allegate agli atti. Questa di suo comuque non è un'intecettazione ma una registrazione di traffico in chiaro.
    • Anonimo scrive:
      Re: Intercettazione legale?
      - Scritto da:
      E' legale che un organo NON di polizia
      "intercetti" gli
      utenti?E' legale scaricare e ridistribuire via p2p materiale protetto da copyright?Certo che avete il cervello in corto...
      • Anonimo scrive:
        Re: Intercettazione legale?


        E' legale che un organo NON di polizia

        "intercetti" gli utenti?
        E' legale scaricare e ridistribuire via p2p
        materiale protetto da copyright?
        Certo che avete il cervello in corto...Fammi capire: tu, PRIVATO, per farti giustizia da solo (COSA NON CONSENTITA) e così reprimere un IPOTETICO reato (ammesso che lo sia, e comunque "violazione del diritto d'autore", capirai, fatto gravissimo al pari di omicidi e rapine se non peggio!), ti senti autorizzato a COMMETTERE ALTRI REATI, in numero potenzialmente illimitato (intercettazione illegale DI TUTTI, mica solo di quelli che poi vengono denunciati)?Il principio è che l'ordinamento deve impedire e prevenire i fatti illeciti.Autorizzando comportamenti del genere, invece, si incoraggia la commissione di ALTRI REATI, da parte di privati (le Forze dell'Ordine possono violare certe regole solo in casi specifici e a certe condizioni, mica siamo nel far west) oltretutto assolutamente sproporzionata.Come se io lasciassi l'auto di traverso in mezzo alla strada per andare a fare la multa ad un'auto parcheggiata che sporge di 5 cm sulle strisce pedonali dove sta passando un tizio "di cui io tutelo i diritti".Ti sembra? Non potrebbe farlo neanche la polizia vera (oddio, a volte lo fanno pure - l'esempio, seppur iperbolico, non è di pura fantasia - ma andrebbero sanzionati a loro volta!), figuriamoci un privato...
  • medioman scrive:
    Un utile follia
    Dal punto di vista del diritto questa ordinanza non sta ne in cielo ne in terra. E' come se io mi rivolgessi al tribunale per conoscere il nominativo di un utente cellulare, poiche' semplicemente dichiaro che da quel numero ho subito delle molestie. In sostanza la sentenza deroga il diritto alla privacy, delegando ad un privato potere di indagine giudiziaria. Basterebbe un ricorso di Telecom per mandare tutto a quel paese. Che fara' telecom? Nulla probabilmente, e consegnera' i dati di cittadini italiani ad un paese straniero (follia nella follia). Ma tutto cio' e' un bene. Quest'affermazione non e' frutto di un altra botta di follia, la mia nel caso, ma di un semplice ragionamento che considera l'attuale legislazione in tema di pirateria e codice penale. L'alternativa alla linea morbida della Peppermint sarebbe una denuncia penale contro ignoti, e le conseguenze sarebbero centinaia di perquisizioni e conseguenti denuncie. Piuttosto che creare una tale situazione e' sicuramente meglio chiudere un occhio sul temporaneo impazzimento del tribunale di Roma, che in realta' assecondando i tedeschi fa un favore ai cittadini italiani segnalati, nonche' alla polizia che dovrebbe spendere tempo e denaro per fare indagini e accertamenti onerosi (parliamo di 4000 persone da controllare!!). Detto cio' vorrei ricordare ai giudici che con il loro provvedimento in sostanza si espone chiunque ad atti estortivi, che sicuramente i galantuomini della Peppermint non non praticheranno, ma che altri potrebbero essere tentati dal farli. Se domani ricevete una richiesta di 100 euro per non incorrere in un procedimentop penale, voi che fate?hola
    • Anonimo scrive:
      Re: Un utile follia
      - Scritto da: medioman
      Dal punto di vista del diritto questa ordinanza
      non sta ne in cielo ne in terra. E' come se io mi
      rivolgessi al tribunale per conoscere il
      nominativo di un utente cellulare, poiche'
      semplicemente dichiaro che da quel numero ho
      subito delle molestie. In sostanza la sentenza
      deroga il diritto alla privacy, delegando ad un
      privato potere di indagine giudiziaria.
      Basterebbe un ricorso di Telecom per mandare
      tutto a quel paese. Che fara' telecom? Nulla
      probabilmente, e consegnera' i dati di cittadini
      italiani ad un paese straniero (follia nella
      follia). Ma tutto cio' e' un bene.
      Quest'affermazione non e' frutto di un altra
      botta di follia, la mia nel caso, ma di un
      semplice ragionamento che considera l'attuale
      legislazione in tema di pirateria e codice
      penale. L'alternativa alla linea morbida della
      Peppermint sarebbe una denuncia penale contro
      ignoti, e le conseguenze sarebbero centinaia di
      perquisizioni e conseguenti denuncie. Piuttosto
      che creare una tale situazione e' sicuramente
      meglio chiudere un occhio sul temporaneo
      impazzimento del tribunale di Roma, che in
      realta' assecondando i tedeschi fa un favore ai
      cittadini italiani segnalati, nonche' alla
      polizia che dovrebbe spendere tempo e denaro per
      fare indagini e accertamenti onerosi (parliamo di
      4000 persone da controllare!!). Detto cio' vorrei
      ricordare ai giudici che con il loro
      provvedimento in sostanza si espone chiunque ad
      atti estortivi, che sicuramente i galantuomini
      della Peppermint non non praticheranno, ma che
      altri potrebbero essere tentati dal farli. Se
      domani ricevete una richiesta di 100 euro per non
      incorrere in un procedimentop penale, voi che
      fate?

      holaBeh mi fa' piacere vedere che quello che hai scritto rimane un TUO pensiero e una TUA convinzione.Le cose non vanno esattamente cosi'....
      • rockroll scrive:
        Re: Un utile follia
        Beh mi fa' piacere vedere che quello che hai scritto rimane un TUO pensiero e una TUA convinzione.Le cose non vanno esattamente cosi'.... Beh, io francamente tendo concordare col SUO pensiero e la SUA convinzione; perchè non ci dici il TUO pensiero e la TUA convinzione?
        • Anonimo scrive:
          Re: Un utile follia
          - Scritto da: rockroll
          Beh mi fa' piacere vedere che quello che hai
          scritto rimane un TUO pensiero e una TUA
          convinzione.Le cose non vanno esattamente
          cosi'....

          Beh, io francamente tendo concordare col SUO
          pensiero e la SUA convinzione; perchè non ci dici
          il TUO pensiero e la TUA
          convinzione?
          quoto
    • Anonimo scrive:
      Re: Un utile follia
      che farei se mi arrivasse la lettera con richiesta dei 100 euro?molto semplice..gli darei i 100 euro esclusivamente come forma di indennizzo per la redazione e la spedizione della lettera (qualcuno l'avrà scritta e in qualche modo ci sarà arrivata a casa mia), e per aver rinvenuto il mio indirizzo di posta e il mio ip (in qualche modo lo avranno rilevato).ecco, gli darei giusto 100 euro per questi oneri che si sarebbero accollati per farmi arrivare la diffida. Ma nulla di più!!la promessa scritta di mio pugno per un reato che ritengo di non aver commesso non la scriverò e non la firmerò mai!!ovviamente, subito dopo aver spedito la mia risposta alla loro diffida, cancellerei tutti gli HD in casa mia, riscriverei qualsiasi supporto riscrivibile (e consiglio a tutti di usarli, perchè a differenza di quelli non riscrivibili possono essere facilmente cancellati), e distruggerei tutti quelli non riscrivibili in modo da renderli illeggibili.voglio vedere poi che fanno.sono sicuro che si terrano i loro 100 euro che gli ho spedito buoni buoni e rinunceranno alla lettera di promessa di non scaricare più scritta di mio pugno.
    • Anonimo scrive:
      Re: Un utile follia
      Ci ho ragionato, se fossi in loro farei ricorso, se lo perdo non ci perdo nulla e faccio bella figura con i miei clienti, se lo vinco ci ho guadagnato molto da vari punti di vista...Ci sono buone probabilita' che venga fatto un ricorso e altrettante buone che venga vinta;ricordate che qui le leggi Usa non valgono quindi non bisogna prendere loro come riferimento.
    • Edo78 scrive:
      Re: Un utile follia
      Se tu ricevi un sms con minacce o altro contenuto illegale da un numero che non conosci puoi fare comunque una denuncia.Similmente questi tizi sono andati in tribunale con dei log che dimostrano che quegli ip hanno condiviso materiale protetto e piuttosto che denunciare a piede libero chiedono al tribunale di conoscere chi siano questi individui per poter stabilire un accordo extra processuale piuttosto che denunciarli a piede libero.In questo modo ne traggono tutti un vantaggio, lo stato non deve sobbarcarsi 4000 perquisizioni, i giudici non devono fare 4000 procedimenti, i proprietari dei diritti hanno più possibilità di ottenere un rimborso in tempi rapidi e i cittadini si evitano lunghi processi e il rischio di condanna e sanzioni peggiori.Ovviamente se il sistema fosse diverso sarebbe meglio per tutti.Io per esempio mi limito ad ascoltare musica rilasciata sotto CC (su jamendo c'è più musica di quanta ne possa ascoltare), mando al diavolo le major e i loro protetti e vivo felice.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un utile follia
        un log da solo non dimostra nulla: ci vogliono riscontri da tutte e due le parti. E' per questo che fanno le perquisizioni.I log che portano sono la loro parola contro la tua.
        • Edo78 scrive:
          Re: Un utile follia
          - Scritto da:
          un log da solo non dimostra nulla: ci vogliono
          riscontri da tutte e due le parti. E' per questo
          che fanno le
          perquisizioni.

          I log che portano sono la loro parola contro la
          tua.Ovvio, è per questo che o ci si accorda o parte la denuncia con seguente perquisizione alla ricerca di ulteriori prove.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un utile follia
            - Scritto da: Edo78

            - Scritto da:

            un log da solo non dimostra nulla: ci vogliono

            riscontri da tutte e due le parti. E' per questo

            che fanno le

            perquisizioni.



            I log che portano sono la loro parola contro la

            tua.
            Ovvio, è per questo che o ci si accorda o parte
            la denuncia con seguente perquisizione alla
            ricerca di ulteriori
            prove.Allora,provo a dire la mia.La peppermint jam e' una ottima casa discografica tedesca che fa principalmente musica house.Ha molti grossi autori sotto di se , forse il nome piu' importante è Mousse T.Qui non si parla di major , si parla di una casa che se stampa 10000 pezzi di una vinile o cd e' gia tanto.Detto questo credo che se hanno detto che in italia quasi 4000 persone hanno in condivisione dei loro brani sono davvero tentato di crederci.Io non so come funzioni la cosa , non so quali siano le ricerche che fanno e come arrivano a dire i risultati che ottengono ma sono quasi certo che se lo dicono sia vero.A differenza di una major se i loro pezzi sono in condivisione da 4000 utenti quelli sono quasi realmente 4000 clienti persi in quando a differenza di musica mainstream ( pop, rock ecc ecc... ) i loro brani sono pezzi suonati in discoteca dove dovresti usare materiale ufficiale e originale mentre invece quasi sicuramente questi 4000 condivisori sono a loro volta dj.non voglio colpevolizzare la categoria , ne faccio parte , ma non ho il prosciutto sugli occhi: da quando esistono lettori cd da dj la pirateria ha davvero dilagato nel settore e le nuove leve del settore a volte non hanno mai preso in mano un vinile.Che dire? Ho paura che la peppermint jam abbia ragione e la richiesta cha ha fatto e' "onesta".
          • Anonimo scrive:
            Re: Un utile follia

            Allora,
            provo a dire la mia.
            La peppermint jam e' una ottima casa discografica
            tedesca che fa principalmente musica
            house.
            Ha molti grossi autori sotto di se , forse il
            nome piu' importante è Mousse
            T.Che cosaaaa ?MousseT ?Diosanto, pubblichiamo su un sito tutti i titoli stampati da questi cialtroni, ed impegniamoci a cambiare stazione alla radio, a non ballarli, insomma la peppermint jam alla GOGNA! Cosi chiudono a causa del loro stesso male !Capite che la liberta´(conquistata col sangue) non puo´essere barattata per 2 canzoncine (brutte) del cazzo (pardon)?
        • rockroll scrive:
          Re: Un utile follia
          - Scritto da:
          un log da solo non dimostra nulla: ci vogliono
          riscontri da tutte e due le parti. E' per questo
          che fanno le
          perquisizioni.

          I log che portano sono la loro parola contro la
          tua.Verissimo, ma il problema è proprio evitare le perquisizioni, perchè se ti perquisiscono (e la cosa avviene senza preavviso), oltre a rimetterci i computers sei praticamente incastrato, e non è detto che ad incastrarti sia il materiale o solo il materiale che loro stanno cercando: cercando trovano anche altro, nessuno e pulito fino in fondo.
          • Anonimo scrive:
            Re: Un utile follia
            l'azione penale e' obbligatoria in italia.se tu paghi, ammetti la tua colpevolezza e questo significa perquisizione *certa* se per caso la magistratura dovesse rendersene conto.
      • Anonimo scrive:
        Re: Un utile follia
        metti che in mezzo a quella lista un programmatore ha messo un ip che non c'entra niente ma è quello di qualcuno ceh molestava una sua ipotetica figlia via pc e appena sa l'indirizo va da lui e lo uccide?non credo proprio che sia legittimo obbligare una compagnia telefonica a rivelare tali dati.se vogliono fare denuncia la fanno contro anonimi con tutto quello che ne consegue, non devono esistere scorciatoie che possono essere sfruttate per fare anche altre cose
    • Anonimo scrive:
      Re: Un utile follia
      (ghost)ma proprio i tedeschi che scaricano come ricci....
  • Anonimo scrive:
    Non dovrebbe pagarli la SIAE?
    ...visto che incassa i soldi della tassa su cd e dvd che serve per compesare i mancati introiti (secondo il genio mancato che l'ha pensato) dovuti al download illegale?
    • rockroll scrive:
      Re: Non dovrebbe pagarli la SIAE?
      Dovrebbe!
      • Anonimo scrive:
        Re: Non dovrebbe pagarli la SIAE?
        l'equo compenso non serve a "pagare" il download illegale. Sono d'accordo che chi l'ha pensata è un genio ma voi cercate di non cascare in certe trappole. In Italia serve a compensare quella che viene definita "copia privata" (l'eccezione all'articolo 71-sexies).
        • Anonimo scrive:
          Re: Non dovrebbe pagarli la SIAE?
          - Scritto da:
          l'equo compenso non serve a "pagare" il download
          illegale. Sono d'accordo che chi l'ha pensata è
          un genio ma voi cercate di non cascare in certe
          trappole. In Italia serve a compensare quella che
          viene definita "copia privata" (l'eccezione
          all'articolo
          71-sexies)....compensare di cosa se la copia privata in Italia e' perfettamente legale.
  • Anonimo scrive:
    Basta discussioni,sofismi,occultamenti..
    mettere i puntin sulle "i" sperando di far la franca.State cancellando a rotta di collo eh??.Sapevate quello che stavate facendo....e' illegale e non da ieri....tutti in galeraaaaa e buttiamo via la chiave una volta per tutte.Siete maggiorenni e pure ladri,patirete le pene dell'inferno.Vi verro' a trovare portandovi le sigarette e la frutta finche' un carcerato che divide con voi la cella ed in astinenza di sesso da mesi,fissa le vostre natiche da due ore......ihihihihihhi.(Temo che a qualcuno qui su PI piaccia pure.....)Certezza della pena,altrimenti vi facciamo fare il viaggio di ritorno sulle carrette del mare per la somalia.Landrun!! (troll)(troll)(troll)(troll)
  • Anonimo scrive:
    privacy
    nell'articolo l'avv. rottermaier dice che la privacy è rispettata perché il consenso sarebbe implicito all'uso del mulo. Ma chi l'ha detto? ma chi lo dice? se io uso il p2p e scopro che qualcuno usa il mio ip o altri dati senza permesso, lo denuncio! un conto è la condivisione semi-anonima, un conto lo sputtanamento.
    • Anonimo scrive:
      Re: privacy
      - Scritto da:
      nell'articolo l'avv. rottermaier dice che la
      privacy è rispettata perché il consenso sarebbe
      implicito all'uso del mulo. Ma chi l'ha detto? ma
      chi lo dice? se io uso il p2p e scopro che
      qualcuno usa il mio ip o altri dati senza
      permesso, lo denuncio! un conto è la condivisione
      semi-anonima, un conto lo
      sputtanamento.dici solo corbellerie.il tuo IP è li bello bello sotto il sole.il tuo mulo dialoga con l'altro mulo e si dicono tutto quantoloro usano una mod che fa esattamente quello che fa il mulo, ma registrando i dati che servono loro: non si tratta quindi di penetrare nel tuo pc o fare cracking.arrivano all'IP.poi chiedono il resto al provider.E tutto questo è consentito dalla legge.Non è nemmeno intercettazione: direi che cercano la flagranza di reato ... cercano le puttane e si simulano clienti... e infatti nell'articolo specifica che CHI SCARICA non lo toccano: ovvio, chi non condivide uccide il p2p... e quindi loro cercano loro, quelli che il p2p lo salvano: gli sharers.chiaro che delle sanguisughe non gli importa.
      • Anonimo scrive:
        Re: privacy

        loro usano una mod che fa esattamente quello
        che fa il mulo, ma registrando i dati che
        servono loro: non si tratta quindi di
        penetrare nel tuo pc o fare cracking.
        arrivano all'IP.
        poi chiedono il resto al provider.
        E tutto questo è consentito dalla legge.No, non lo è affatto.Il "consenso" che l'utente fornisce condividendo la cartella deve ritenersi limitato all'attività di downloading per fini personali. Il fine di "spionaggio" è automaticamente escluso.Come dire: io ti invito a casa mia per mangiare una pizza, e tu frughi nei miei cassetti per cercare prove di un presunto misfatto (presunto nel senso che tu lo fai a tutti gli utenti, solo dopo scopri se sono sospetti, quindi statisticamente avrai violato la privacy di moltissime persone che tu stesso poi scarterai, ammettendo che sono del tutto pulite).Ti assicuro che, nella vita reale, tale comportamento sarebbe sicuramente sanzionato come violazione di domicilio (è famoso un indirizzo della Cassazione sull'amante della moglie o figlia), proprio perché commesso in spregio allo ius excludendi.Ma purtroppo, si sa, nel mondo dei computers le normali regole del diritto sostanziale e procedurale non vengono quasi mai rispettate, e questa ne è l'ennesima dimostrazione.Eppure, esiste la fattispecie di "esercizio arbitrario delle proprie ragioni mediante violenza sulle cose", dove violenza alle cose è espressamente previsto che possa essere anche il "turbamento" di un sistema informatico.Ah, dimenticavo: anche se PI non ne ha mai parlato (credo), una cosa del genere è succede (o almeno è successa) anche in Italia... ad opera di chi si arroga diritti e pretende di difenderli sparando denunce qua e là (tanto la probabilità di trovare qualcosa di non in regola è vicina al 100%, quella di trovare qualcosa che "assomiglia" a qualcosa non in regola è del 100% tout court). E non sto parlando della SIAE...
        Non è nemmeno intercettazione: direi che
        cercano la flagranza di reato ...Guarda che questo lo possono fare solo le Forze dell'Ordine, in materie specifiche previste dalla legge, con tutta una serie di precise garanzie procedurali (spesso pure troppe, perché di fatto i criminali veri sfuggono proprio grazie a quelle): in questo caso, come in quelli italiani, invece, si tratta di PRIVATI che senza alcuna autorizzazione si mettono a spiare tutti alla ricerca di presunti illeciti... mentre il vero illecito lo commettono loro!Anche perchè, per loro stessa ammissione, hanno effettuato il download... quindi due considerazioni:a) il fatto di aver lasciato in condivisione in sè (che può anche essere accidentale) a seconda delle legislazioni può non essere neppure illecito perché questo si realizza con l'immissione in rete... che avviene appunto su richiesta del downloader: ne consegue che senza l'intervento dei privati di cui sopra, il fatto illecito non si sarebbe realizzato, e questo rende gli spioni COMPLETAMENTE CORRESPONSABILI del fatto, e pure a titolo doloso (l'hanno fatto consapevolmente), mentre magari il condivisore ha agito solo colposamente (in Italia il 171 a-bis punisce solo condotte dolose... e la prova del dolo spetta all'accusa!).b) è certamente vero che il download (che loro hanno AMMESSO PUBBLICAMENTE di aver compiuto) in sè non costituisce reato, ma è anche vero che potrebbero permanere sanzioni amministrative e comunque tutto ciò che di spiacevole normalmente viene "minacciato" agli utenti: perquisizioni, sequestri e compagnia cantante... Un'Autorità Giudiziaria seria, a questo punto, eventualmente su querela degli spiati, sarebbe TENUTA a procedere contro gli spioni esattamente come agisce contro i comuni cittadini... ma qualcosa mi dice che purtroppo non sarà così...
        cercano le puttane e si simulano clienti...Forse inconsapevolmente hai fatto un esempio calzante: allo stato della legislazione attuale, prostituirsi o "andare" con una prostituta maggiorenne (a onor del vero, forse anche meno: cfr.art.600-bis e comunque 609-sexies cp) non è reato, piaccia o non piaccia. Di conseguenza, e viceversa, commette reato chi sfrutta la propria posizione pubblica per sostituire il proprio ideale etico a ciò che dice la legge.Un discorso, in fondo, analogo ai famigerati avvisi che compaiono all'inizio dei DVD rigorosamente originali (in quelli piratati credo bene che li tolgano... o li lasciano per ironia?), in cui si asserisce che tutta una serie di comportamenti sono vietati ed anzi costituirebbero illecito... FALSO! La Legge sul Diritto d'Autore, per quanto decisamente malfatta, GARANTISCE AGLI UTENTI una serie di diritti, tra cui la copia di backup e anche la copia privata degli audiovisivi, che prescinde dal possesso dell'originale (è solo illecito amministrativo scaricare da Internet, ma salvo rari casi credo sia difficile dimostrare che un cd masterizzato proviene da mp3 scaricati, illegale, oppure copiato da un originale noleggiato).Sto seriamente pensando ad un esposto per "pubblicazione di notizie false, esagerate o tendenziose, atte a turbare l'ordine pubblico" ex art.656 cp...
        • bluefox81 scrive:
          Re: privacy
          Grazie, fa piacere leggere ogni tanto post SERI. Con molte meno competenze avrei voluto esprimere gli stessi concetti, ma lo hai fatto senz'altro molto meglio di me.Insomma, la legge deve agire secondo precise PROCEDURE, mica possiamo fare tutti i Magnum PI (scusate l'ambiguità ;-) allo sbaraglio?Se c'è da investigare, monitorare per presunti illeciti ci sono la magistratura e le forze dell'ordine. Se questi reati si compiono nel campo informatico, le indagini vanno svolte su quel campo CON ADEGUATE PROCEDURE PREVISTE A NORMA DI LEGGE non dalla prima blasonata azienda IT specializzata, questa al massimo devono essere utilizzata come consulente, ma chi le da il diritto di prendere iniziative del genere e di permettersi addirittura di minacciare gli utenti?
    • rockroll scrive:
      Re: privacy
      - Scritto da:
      nell'articolo l'avv. rottermaier dice che la
      privacy è rispettata perché il consenso sarebbe
      implicito all'uso del mulo. Ma chi l'ha detto? ma
      chi lo dice? se io uso il p2p e scopro che
      qualcuno usa il mio ip o altri dati senza
      permesso, lo denuncio! un conto è la condivisione
      semi-anonima, un conto lo
      sputtanamento.Se la motizia è vera, c'è da pensare che sono autorizzati a tale comportamento. Non sarebbe la prima volta che l'interpretazione della liceità o meno di certe intercettazioni venga adattata a situazioni di comodo sotto particolari pressioni. Non sottovalutare il fatto che lo scopo è evidentemente mettere in crisi il P2P e dare modo alla SIAE di cavalcare la situazione, piuttosto che dare quattro soldi a questi pezzenti, che sono solo una scusa per giustificare un'operazione di repressione. Lo scopo da raggiungere val bene una piccola forzatura nell'interpretazione dei diritti di "privacy".
    • Anonimo scrive:
      Re: privacy
      - Scritto da:
      nell'articolo l'avv. rottermaier dice che la
      privacy è rispettata perché il consenso sarebbe
      implicito all'uso del mulo. Ma chi l'ha detto? ma
      chi lo dice? se io uso il p2p e scopro che
      qualcuno usa il mio ip o altri dati senza
      permesso, lo denuncio! un conto è la condivisione
      semi-anonima, un conto lo
      sputtanamento.come un povero ladro che si mette il passamontagna per far rispettare la sua privacy quando va a fare rapine... e viene arrestato. questi poliziotti violatori di privacy vanno puniti !!!connetti il neurone prima di pigiare i tasti.
      • Anonimo scrive:
        Re: privacy


        chi lo dice? se io uso il p2p e scopro che

        qualcuno usa il mio ip o altri dati senza

        permesso, lo denuncio! un conto è la

        condivisione semi-anonima, un conto lo

        sputtanamento.
        come un povero ladro che si mette il
        passamontagna per far rispettare la sua privacy
        quando va a fare rapine... e viene arrestato.
        questi poliziotti violatori di privacy vanno
        punitiGià, ma i "poliziotti" NON POSSONO venire a casa mia con il passamontagna. Devono qualificarsi, avere la divisa, il distintivo e tutto il resto.Le intercettazioni telefoniche e/o telematiche possono essere svolte SOLO da soggetti pubblici e SOLO in casi determinati, previa apposita autorizzazione.Leggiti il codice di procedura penale se non ci credi...
        • Anonimo scrive:
          Re: privacy
          Ma quale privacy e quali intercettazioni: chiunque può risalire all'ip di chi scarica e di chi condivide con un paio di click,perchè sono gli stessi programmi a fornire queste informazioni.Come si fa a violare qualcosa se le informazioni sono pubblicamente a disposizione di chiunque si colleghi?Sarebbe come sostenere che segnarsi il numero di targa di qualcuno è violazione della privacy od intercettazione,quando invece è un numero che è sotto gli occhi di tutti quelli che vedono l'auto.L'ip è la stessa cosa: è il numero di targa dell'utente,e chiunque si collega con un altro utente,può vederlo senza difficoltà.Piuttosto: è preoccupante che i propri dati possano essere forniti al primo privato che li richiede(chi verifica che ci sia stata veramente una violazione?).In questo modo sì che si può violare la privacy di chiunque(basta sostenere che abbia avuto luogo una violazione,e si ottengono dati che dovrebbero rimanere privati).Questo è il fatto grave,non lo scaricare canzoncine.
          • Anonimo scrive:
            Re: privacy
            la targa è pubblica, ma neanche la polizia quando fa i controlli, può permettersi, senza mandato di aprire nemmeno una portiera, e infatti di solito ti "invitano" ad aprire il bagagliaio, ma tu puoi rifiutare!
          • Anonimo scrive:
            Re: privacy
            - Scritto da:
            la targa è pubblica, ma neanche la polizia quando
            fa i controlli, può permettersi, senza mandato di
            aprire nemmeno una portiera, e infatti di solito
            ti "invitano" ad aprire il bagagliaio, ma tu puoi
            rifiutare!Appunto: nessuno ha aperto un bel niente,si sono collegati e hanno visto l'ip di chi condivideva.Chiunque lo può vedere,esattamente come la targa.Tra l'altro: il download loro possono farlo tranquillamente,visto che sono i detentori dei diritti.
          • Anonimo scrive:
            Re: privacy
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            la targa è pubblica, ma neanche la polizia
            quando

            fa i controlli, può permettersi, senza mandato
            di

            aprire nemmeno una portiera, e infatti di solito

            ti "invitano" ad aprire il bagagliaio, ma tu
            puoi

            rifiutare!

            Appunto: nessuno ha aperto un bel niente,si sono
            collegati e hanno visto l'ip di chi
            condivideva.
            Chiunque lo può vedere,esattamente come la targa.Gia, ma non e' che dalla targa puoi andare da un'assicurazione a farti dare nomi e indirizzi delle persone, al massimo vai alla polizia.
            Tra l'altro: il download loro possono farlo
            tranquillamente,visto che sono i detentori dei
            diritti.
          • Anonimo scrive:
            Re: privacy
            - Scritto da:
            Gia, ma non e' che dalla targa puoi andare da
            un'assicurazione a farti dare nomi e indirizzi
            delle persone, al massimo vai alla
            polizia.Questo è un altro discorso,ed è quello che ho già scritto io,ovvero che è preoccupante che basti una richiesta,da parte di un privato(che lamenta una violazione dei suoi diritti),per far sì che vengano comunicati dati che non dovrebbero circolare.
      • Anonimo scrive:
        Re: privacy
        Appunto, poliziotti ! Non il primo stronzo che ha voglia di fare il galletto.Allora, se secondo te questo principio è giustificabile, dovrebbero essere pubblici anche i dati sui titolari dei veicoli. Così, se qualcuno mi taglia la strada, vedo chi è, e vado ad aspettarlo sotto casa.Ma andiamo, su .... trovatene di migliori.
    • Anonimo scrive:
      Re: privacy
      - Scritto da:
      nell'articolo l'avv. rottermaier dice che la
      privacy è rispettata perché il consenso sarebbe
      implicito all'uso del mulo. Ma chi l'ha detto? ma
      chi lo dice? se io uso il p2p e scopro che
      qualcuno usa il mio ip o altri dati senza
      permesso, lo denuncio! un conto è la condivisione
      semi-anonima, un conto lo
      sputtanamento.Infatti... allora siccome io uso email non criptate vuol dire che tutti ci possono guardare dentro...
  • Anonimo scrive:
    Visitando il loro sito
    http://81.3.15.208/e vedendo i loro "artisti", sembrano dei pezzenti morti di fame sull' orlo del fallimento e con l' acqua così alla gola che tentano la via dell' estorsione per cercare di raccattare un pò di quattrini per pagare almeno un qualche loro fornitore truffando i bambacioni che ci cascano.
    • Anonimo scrive:
      Re: Visitando il loro sito
      - Scritto da:
      http://81.3.15.208/

      e vedendo i loro "artisti", sembrano dei pezzenti
      morti di fame sull' orlo del fallimento e con l'
      acqua così alla gola che tentano la via dell'
      estorsione per cercare di raccattare un pò di
      quattrini per pagare almeno un qualche loro
      fornitore truffando i bambacioni che ci
      cascano.boh WarrenG non mi pare che sia l'ultimo della terra... e roachford ce l'hanno solo da un album... ha fatto roba da 20 anni...
    • rockroll scrive:
      Re: Visitando il loro sito
      - Scritto da:
      http://81.3.15.208/

      e vedendo i loro "artisti", sembrano dei pezzenti
      morti di fame sull' orlo del fallimento e con l'
      acqua così alla gola che tentano la via dell'
      estorsione per cercare di raccattare un pò di
      quattrini per pagare almeno un qualche loro
      fornitore truffando i bambacioni che ci
      cascano.Loro saranno dei piccoli estorsori (legalizzati, temo), ma il pericolo non sono loro, lo è la potentissima mafia nostrana (SIAE) alla quale passeranno la palla.
    • Anonimo scrive:
      Re: Visitando il loro sito
      - Scritto da:
      http://81.3.15.208/

      e vedendo i loro "artisti", sembrano dei pezzenti
      morti di fame sull' orlo del fallimento e con l'
      acqua così alla gola che tentano la via dell'
      estorsione per cercare di raccattare un pò di
      quattrini per pagare almeno un qualche loro
      fornitore truffando i bambacioni che ci
      cascano.non ho mai creduto che siano loro i mandanti ma sono quasi certo che dietro ci sia qualche gigante di quelli gia' coinvolti nelle 20mila denunce, solo che per procedere in terriorio europeo devono far avanzare qualcuno che risiede in europa e che quindi puo' appoggiarsi alla giurisprudenza europea; presuppongo che sia piu' che altro un'azienda di facciata con artisti 'sacrificabili' alla causa.Mi domando semmai perche' sceglierne una un Germania.
      • Anonimo scrive:
        Re: Visitando il loro sito
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        http://81.3.15.208/



        e vedendo i loro "artisti", sembrano dei
        pezzenti

        morti di fame sull' orlo del fallimento e con l'

        acqua così alla gola che tentano la via dell'

        estorsione per cercare di raccattare un pò di

        quattrini per pagare almeno un qualche loro

        fornitore truffando i bambacioni che ci

        cascano.

        non ho mai creduto che siano loro i mandanti ma
        sono quasi certo che dietro ci sia qualche
        gigante di quelli gia' coinvolti nelle 20mila
        denunce, solo che per procedere in terriorio
        europeo devono far avanzare qualcuno che risiede
        in europa e che quindi puo' appoggiarsi alla
        giurisprudenza europea; presuppongo che sia piu'
        che altro un'azienda di facciata con artisti
        'sacrificabili' alla
        causa.
        Mi domando semmai perche' sceglierne una un
        Germania.La svizzera e' un paese extracomunitario... Non esiste una "magistratura europea" per cause di questo tipo... Forse ti stai un poco confondendo...
  • Anonimo scrive:
    ecco l'omino
    http://www.ital-recht.com/rechtsanwalt-kanzlei/ansprechpartner/mahlknecht-otto/che firmerà le lettere estor... ehm di diffida!
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco l'omino
      - Scritto da:
      http://www.ital-recht.com/rechtsanwalt-kanzlei/ans

      che firmerà le lettere estor... ehm di diffida!La faccia da cuxo ce l' ha.Sembra anche un noto pederasta che bazzica nei cessi della stazione ferroviaria di Luino.
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco l'omino
        http://www.ital-recht.com/rechtsanwalt-kanzlei/ansprechpartner/rottensteiner-ewald/perché, che dire del duo collega rottermaier?ma rotfl(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco l'omino
      - Scritto da:
      http://www.ital-recht.com/rechtsanwalt-kanzlei/ans

      che firmerà le lettere estor... ehm di diffida!mh... Laurea in giurisprudenza, Università di Padova (1997) oltre ad altre 2 in altri stati... sticazzi!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco l'omino


        mh... Laurea in giurisprudenza, Università di
        Padova (1997) oltre ad altre 2 in altri stati...
        sticazzi!!!e le usa per fare ste cazzate ????? mah, contento lui.
  • Anonimo scrive:
    Se scrivono a me li denuncio
    per estorsione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Se scrivono a me li denuncio
      - Scritto da:
      per estorsione.casomai manda il tutto in copia per conoscenza a PI, per favore.vogliamo proprio vedere.
    • rockroll scrive:
      Re: Se scrivono a me li denuncio
      - Scritto da:
      per estorsione.Ho tutta l'impressione che si tratti di estorsione legalizzata ! Ti controdenuncerebbero per diffamazione.Ma perchè, non ti sei accorto che siamo immersi in un mondo di estorsione legalizzata, specialmente noi Italici? Se tu non paghi e loro procedono, sai a quante ulteriori estorsioni legalizzate sarai soggetto?
    • Anonimo scrive:
      Re: Se scrivono a me li denuncio
      Se scrivono a te significa che uno stinco di santo evidentemente proprio non lo sei! ;-)
    • Anonimo scrive:
      Re: Se scrivono a me li denuncio
      - Scritto da:
      per estorsione.E dove sarebbe l'estorsione ?!!!!! Ringrazia non ti trascinino in causa.
      • Anonimo scrive:
        Re: Se scrivono a me li denuncio
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        per estorsione.



        E dove sarebbe l'estorsione ?!!!!! Ringrazia non
        ti trascinino in
        causa.
        Certo lasceremo loro anche la mancia per la bonta'...ma vai a nasconderti.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se scrivono a me li denuncio
          - Scritto da:

          - Scritto da:



          - Scritto da:


          per estorsione.







          E dove sarebbe l'estorsione ?!!!!! Ringrazia non

          ti trascinino in

          causa.



          Certo lasceremo loro anche la mancia per la
          bonta'...ma vai a
          nasconderti.Qui chi si deve nascondere è chi parla di estorsione quando sta commettendo un reato ...Va a scuola che è tardi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se scrivono a me li denuncio
            Io quoto con l'autore del post, questa è un'estorsione, se devono denunciare che lo facciano.Allora per lo sesso principio un poliziotto quando ti ferma può chiederti una somma sottobanco invece di farti pagare la multa e di toglierti i punti dalla patente. E' lo stesso principio per il quale Corona è stato arrestato.
          • Anonimo scrive:
            Re: Se scrivono a me li denuncio
            - Scritto da:
            Io quoto con l'autore del post, questa è
            un'estorsione, se devono denunciare che lo
            facciano.
            Allora per lo sesso principio un poliziotto
            quando ti ferma può chiederti una somma
            sottobanco invece di farti pagare la multa e di
            toglierti i punti dalla patente. E' lo stesso
            principio per il quale Corona è stato
            arrestato.Mai visto sparare tante cazzate!!! :|
      • Anonimo scrive:
        Re: Se scrivono a me li denuncio
        Dire "paga o ti denuncio" è estorsione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Se scrivono a me li denuncio
          - Scritto da:
          Dire "paga o ti denuncio" è estorsione.In campo legale si definisce 'accordo extragiudiziale'... poi se preferisci pagare un avvocato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Se scrivono a me li denuncio
      - Scritto da:
      per estorsioneCazzo, tu si' che sei un duro. (rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Tedeschi ed italiani
    Si vede proprio che siamo su 2 mondi totalmente diversi.1 - Loro pensano che un italiano medio sappia che vuol dire diffida e tiri fuori subito i soldi... ma si sono resi conto che se beccano un genovese non gli spillano manco 1 cent se non andandogli in casa con un mitra???2 - Ora che gli arrivi per posta una diffida passeranno mesi se non anni visto che girano ancora buste del seconde dopoguerra che devono essere recapitate...3 - Col culo che avranno beccheranno qualche ingegnere od avvocato che ha voglia di creare rogne a questa società tedesca e quindi in causa cui andrà volentieri cercando di avere i danni morali...4 - Ehm ricordatevi: CAMPIONI DEL MONDO!!!!! Germania-Italia 0-2 Grosso, Del PieroPopopopopo pooo popopopopo pooo popopopopo pooo popopopopo pooo popopopopo pooo
    • Anonimo scrive:
      Re: Tedeschi ed italiani
      - Scritto da:
      Si vede proprio che siamo su 2 mondi totalmente
      diversi.
      1 - Loro pensano che un italiano medio sappia che
      vuol dire diffida e tiri fuori subito i soldi...
      ma si sono resi conto che se beccano un genovese
      non gli spillano manco 1 cent se non andandogli
      in casa con un
      mitra???
      2 - Ora che gli arrivi per posta una diffida
      passeranno mesi se non anni visto che girano
      ancora buste del seconde dopoguerra che devono
      essere
      recapitate...
      3 - Col culo che avranno beccheranno qualche
      ingegnere od avvocato che ha voglia di creare
      rogne a questa società tedesca e quindi in causa
      cui andrà volentieri cercando di avere i danni
      morali...
      4 - Ehm ricordatevi: CAMPIONI DEL MONDO!!!!!
      Germania-Italia 0-2 Grosso, Del
      Piero
      Popopopopo pooo popopopopo pooo popopopopo pooo
      popopopopo pooo popopopopo
      poooammazza quanto sei triste
    • Anonimo scrive:
      Re: Tedeschi ed italiani
      - Scritto da:
      Si vede proprio che siamo su 2 mondi totalmente
      diversi.
      1 - Loro pensano che un italiano medio sappia che
      vuol dire diffida e tiri fuori subito i soldi...
      ma si sono resi conto che se beccano un genovese
      non gli spillano manco 1 cent se non andandogli
      in casa con un
      mitra???
      2 - Ora che gli arrivi per posta una diffida
      passeranno mesi se non anni visto che girano
      ancora buste del seconde dopoguerra che devono
      essere
      recapitate...
      3 - Col culo che avranno beccheranno qualche
      ingegnere od avvocato che ha voglia di creare
      rogne a questa società tedesca e quindi in causa
      cui andrà volentieri cercando di avere i danni
      morali...
      4 - Ehm ricordatevi: CAMPIONI DEL MONDO!!!!!
      Germania-Italia 0-2 Grosso, Del
      Piero
      Popopopopo pooo popopopopo pooo popopopopo pooo
      popopopopo pooo popopopopo
      poooSi,si vedrai come te la canta l'incaprettatore in galera....finche' hai le lacrime agli occhi dal dolore.....
      • Anonimo scrive:
        Re: Tedeschi ed italiani

        Si,si vedrai come te la canta l'incaprettatore in
        galera....finche' hai le lacrime agli occhi dal
        dolore.....Che tristezza...come se si stesse parlando di galera....hanno parlato di multa, sanzione no galera!Quanto siete ignoranti, vorrei vedere che occupazione avete come ve la cavate o se siete rinco come quando postate qui!
    • Anonimo scrive:
      Re: Tedeschi ed italiani
      - Scritto da:
      Si vede proprio che siamo su 2 mondi totalmente
      diversi.
      1 - Loro pensano che un italiano medio sappia che
      vuol dire diffida e tiri fuori subito i soldi...
      ma si sono resi conto che se beccano un genovese
      non gli spillano manco 1 cent se non andandogli
      in casa con un
      mitra???
      2 - Ora che gli arrivi per posta una diffida
      passeranno mesi se non anni visto che girano
      ancora buste del seconde dopoguerra che devono
      essere
      recapitate...
      3 - Col culo che avranno beccheranno qualche
      ingegnere od avvocato che ha voglia di creare
      rogne a questa società tedesca e quindi in causa
      cui andrà volentieri cercando di avere i danni
      morali...
      4 - Ehm ricordatevi: CAMPIONI DEL MONDO!!!!!
      Germania-Italia 0-2 Grosso, Del
      Piero
      Popopopopo pooo popopopopo pooo popopopopo pooo
      popopopopo pooo popopopopo
      pooo :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Tedeschi ed italiani
      voto: 1,50 (Divertente) ???? :| :s :| :s :|
  • Anonimo scrive:
    PI STA FACENDO TERRORIRISMO MEDIATICO
    Prestandosi al giochetto fasullo dei ricattatori crucchi della peppermint.Infatti questa notizia ha tutta l' aria di essere una solenne strunzata.
    • Anonimo scrive:
      Re: PI STA FACENDO TERRORIRISMO MEDIATICO
      - Scritto da:
      Prestandosi al giochetto fasullo dei ricattatori
      crucchi della
      peppermint.
      Infatti questa notizia ha tutta l' aria di essere
      una solenne
      strunzata.ti fa troppa paura eh?
    • Anonimo scrive:
      Re: PI STA FACENDO TERRORIRISMO MEDIATIC
      - Scritto da:
      Prestandosi al giochetto fasullo dei ricattatori
      crucchi della
      peppermint.
      Infatti questa notizia ha tutta l' aria di essere
      una solenne
      strunzata.E come noto, Strunz è un tipico cognome tedesco!... che dire, ogni popolo ha i cognomi che si merita! :D :D :D
    • Anonimo scrive:
      Re: PI STA FACENDO TERRORIRISMO MEDIATIC
      - Scritto da:
      Prestandosi al giochetto fasullo dei ricattatori
      crucchi della
      peppermint.
      Infatti questa notizia ha tutta l' aria di essere
      una solenne
      strunzata.Si e intanto chi si caga addosso sei te....
    • Anonimo scrive:
      Re: PI STA FACENDO TERRORIRISMO MEDIATICO
      - Scritto da:
      Prestandosi al giochetto fasullo dei ricattatori
      crucchi della
      peppermint.
      Infatti questa notizia ha tutta l' aria di essere
      una solenne
      strunzata.Ti ricordi quando faceva la stessa cosa con i dialer?"I dialer sono finiti!" "fine dei guadagni sulle spalle dei navigatori!"..... i guadagni con i dialer sono andati avanti quasi 2 anni dopo dai loro titoloni....va letto come un fumetto no come un quotidiano....
      • Anonimo scrive:
        Re: PI STA FACENDO TERRORIRISMO MEDIATIC

        - Scritto da:

        Prestandosi al giochetto fasullo dei
        ricattatori

        crucchi della

        peppermint.

        Infatti questa notizia ha tutta l' aria di
        essere

        una solenne

        strunzata.

        Ti ricordi quando faceva la stessa cosa con i
        dialer?

        "I dialer sono finiti!" "fine dei guadagni
        sulle spalle dei navigatori!"..... i guadagni
        con i dialer sono andati avanti quasi 2 anni
        dopo dai loro titoloni....va letto come un
        fumetto no come un quotidiano....senno' come fanno ad alimentare sto' blog? invece di punto informatico potrebbero chiamarlo pero' "punto pettegolezzatico!"
  • Anonimo scrive:
    Il primo che paga..........
    ........è un troglodita!!!:o)Ma che raz de gan di musica hanno sti tipi?!?!?
  • Anonimo scrive:
    Sono disgustato
    Che schifo, pure il terrorismo mediatico, stanno veramente alla frutta.
    • borg_troll scrive:
      Re: Sono disgustato

      Che schifo, pure il terrorismo mediatico, stanno
      veramente alla
      frutta.Sbagliato. Stanno vincendo, su tutta la linea. Imporranno la loro volontà, e il "popolo di internet" dovrà piegarsi.Le autorità staranno dalla loro parte.Gli ISP staranno dalla loro parte.La legge è già dalla loro parte.Non avete nessuna possibilità.Fatevene una ragione.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono disgustato
        - Scritto da: borg_troll


        Che schifo, pure il terrorismo mediatico, stanno

        veramente alla

        frutta.

        Sbagliato. Stanno vincendo, su tutta la linea.
        Imporranno la loro volontà, e il "popolo di
        internet" dovrà
        piegarsi.

        Le autorità staranno dalla loro parte.

        Gli ISP staranno dalla loro parte.

        La legge è già dalla loro parte.

        Non avete nessuna possibilità.

        Fatevene una ragione.prrrrRRrrrRRRrrRRRrrooOOOOooooOOOOoOOtttTTTtTTttttT
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono disgustato
        - Scritto da: borg_troll * Noi siamo i Borg.* Le vostre peculiarità biologiche e tecnologiche saranno assimilate.* La vostra cultura si adatterà a servire noi.* La resistenza è inutile. ...direi che ti sei adattato perfettamente al nick ;)
        • borg_troll scrive:
          Re: Sono disgustato
          - Scritto da:

          - Scritto da: borg_troll
          * La resistenza è inutile.


          ...direi che ti sei adattato perfettamente al
          nick
          ;)Esatto. Fattene una ragione, perchè non puoi farci nulla. NULLA!
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono disgustato
        ma i soldi sono i nostri e il manico del coltello sta dalla nostra parte, basta solo che ci uniamo e se la situazione dovesse arrivare ali limite sicuramente succedera'...finora questo non riesce semlicemente perche' la maggior parte degli utenti non ne sente il bisogno e non e' interessata.Da parte mia se ricevo la lettera mi piacerebbe pagare se possibile spedendogli in uno o piu' pacchi una quantita' di letame il cui valore di mercato sia pari alla cifra richiesta; in alternativa vado per lo scontro, non siamo negli Usa qui.......
      • Anonimo scrive:
        Re: Sono disgustato
        Sticazzi ! Tanto lu granaiu è pieno !
  • Anonimo scrive:
    Non è possibile
    Allora mi preparo a scappare perché ci sarò di sicuro anche io!!Dai ma è evidente che NON è vero!! I nomi associati agli IP, come, perché??E' IMPOSSIBILE!
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è possibile

      Dai ma è evidente che NON è vero!! I nomi
      associati agli IP, come,
      perché??

      E' IMPOSSIBILE!Rilevano l'IP e si segnano data/ora di tale istante.Poi fanno un semplice whois e vedono a chi appartengono.Ed ora siamo alla fase: Domandare agli ISP cui appartengono gli IP intercettati di cercare nei log a quali loro utenze fossero assegnati tali IP alla tale ora/data Ed ecco che spuntano i dati dell'intestatario della linea...
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è possibile
        L'ultima fase non è affrontabile, per nessun motivo (attualmente)Nè più mai è sarà affrontata... salvo visioni fantascientifiche
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è possibile
          - Scritto da:
          L'ultima fase non è affrontabile, per nessun
          motivo
          (attualmente)

          Nè più mai è sarà affrontata... salvo visioni
          fantascientificheLo spero con cuore, ci manca solo un ISP che fotte i suoi utenti.
          • Anonimo scrive:
            Re: Non è possibile
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            L'ultima fase non è affrontabile, per nessun

            motivo

            (attualmente)



            Nè più mai è sarà affrontata... salvo visioni

            fantascientifiche

            Lo spero con cuore, ci manca solo un ISP che
            fotte i suoi
            utenti.magari non vorrebbero (come imprenditori/industrie), ma se la legge li obbliga... e altri imprenditori di un settore differente danno il carburante...
        • rockroll scrive:
          Re: Non è possibile
          - Scritto da:
          L'ultima fase non è affrontabile, per nessun
          motivo
          (attualmente)

          Nè più mai è sarà affrontata... salvo visioni
          fantascientificheSei proprio un ottimista, come puoi pensare che ti da un servizio non sia attrezzato per sapere come questo servizio venga usato? Quello che tu sei autorizzato a sapere è una cosa, quello che loro se proprio vogliono possono fare è tutt'altro.Vorrei proprio che fosse come tu credi!
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è possibile
          - Scritto da:
          L'ultima fase non è affrontabile, per nessun
          motivo
          (attualmente)

          Nè più mai è sarà affrontata... salvo visioni
          fantascientifichedai, non puoi essere vero!o sei uno di quei furboni che per telefono Sparla di tutto?guarda che le linee sono loro , secondo te non hanno modo di sapere quello che ci fai ?(rotfl)ma ndo vivi?
      • Anonimo scrive:
        Re: Non è possibile
        - Scritto da:

        Dai ma è evidente che NON è vero!! I nomi

        associati agli IP, come,

        perché??



        E' IMPOSSIBILE!

        Rilevano l'IP e si segnano data/ora di tale
        istante.
        Poi fanno un semplice whois e vedono a chi
        appartengono.

        Ed ora siamo alla fase:
        Domandare agli ISP cui appartengono gli IP
        intercettati di cercare nei log a quali loro
        utenze fossero assegnati tali IP alla tale
        ora/data

        Ed ecco che spuntano i dati dell'intestatario
        della
        linea...Già, ma devono dimostrare senza ombra di dubbio che che i file incriminati provenivano veramente da quel computer qul giorno a quella tal ora, il che non sarà possibile a meno di sequestrare il pc e farlo analizzare trovandoci sopra quei file. Cosa praticamente impossibile da farsi.Per questo puntano a estorcere denaro preventivamente ai babacioni che ci cascano.
        • Anonimo scrive:
          Re: Non è possibile

          Già, ma devono dimostrare senza ombra di dubbio
          che che i file incriminati provenivano veramente
          da quel computer qul giorno a quella tal ora, il
          che non sarà possibile a meno di sequestrare il
          pc e farlo analizzare trovandoci sopra quei file.Infatti, ho un dubbio:Quando è legalmente attendibile ed inconfutabile un'intercettazione svolta da un privato con i suoi mezzi?Privato che poi è il presunto danneggiato... insomma non proprio una figura super-partes con le forze dell'ordine...
          Cosa praticamente impossibile da
          farsi.Seagate - Western Digital - Hitachi - Fujitsu ecc.. ringraziano O)
          • Anonimo scrive:
            Re: Non è possibile

            Infatti, ho un dubbio:
            Quando è legalmente attendibile ed inconfutabile
            un'intercettazione svolta da un privato con i
            suoi mezzi?E' un indizio e non una prova, quindi facilmente contestabile in assenza di prove.
        • rockroll scrive:
          Re: Non è possibile
          Già, ma devono dimostrare senza ombra di dubbio che che i file incriminati provenivano veramente da quel computer qul giorno a quella tal ora, il che non sarà possibile a meno di sequestrare il pc e farlo analizzare trovandoci sopra quei file. Cosa praticamente impossibile lora, sda farsi. Anche tu sei proprio un ottimista.Un "ragionevole" dubbio può bastare ad un magistrato per dare mandato di perquisizione. Se ci fosse certezza saresti incriminato direttamente senza neache perquisizione, incidente probatorio, indagini preliminari, avvisi di garanzia ecc...Sequestrare il PC per farlo analizzare (ed idem per supporti registrati, che non rivedrai più se non sulle bancarelle abusive), è proprio quello che fanno in questi casi, sei solo tu che credi sia impossibile, lo fanno e basta! Oppure ritieni che sia impossibile trovarci sopra "quei" files? Se li cancelli preventivamente certo che non li trovano, ma se hai qualcosa di criptato hanno diritto a chiedeti la chiave di decodifica, e se simuli di averla persa te la vedrai col Giudice che terrà conto del tuo atteggiamento. Ma ti sfugge una cosa di base: non ha proprio importanza che siano "quelli" i files incriminati: il vero scopo della perquisizione, oltre a fregarti di fisso il materiale informatico, è quello di cercare un qualsiasi materiale protetto di cui tu non possa dimostrarne l'originalità e/o l'acquisto... Non ne sei convinto?Allora, se per caso salta fuori droga o armi o pedopornografia, cosa fanno, lasciano correre perchè erano venuti "solo" per quattro canzoncine con diritti dei tedeschi? Non troveranno, spero, droga, armi o altro, ma stai tranquillo che, per angioletto verginello che tu sia, almeno tre canzoncine dimenticate magari su una musicassetta in cantina incise anni prima te le trovano, e, tre o trentamila, sempre accusa penale ti becchi stando così le leggi!Non mi stancherò mai di ripetere che sono le leggi imposte dalla potentissima SIAE che vanno cambiate. Ora sai, auguri..
          • Edo78 scrive:
            Re: Non è possibile
            - Scritto da: rockroll
            trovano, ma se hai qualcosa di criptato hanno
            diritto a chiedeti la chiave di decodifica, e se
            simuli di averla persa te la vedrai col Giudice
            che terrà conto del tuo atteggiamento.Sai citarmi un articolo di legge che ti obblighi a fornire una password in caso tu sostenga di averla dimenticata o stai citando quanto ti ha riferito tuo cugggino ?Se io sostengo di aver dimenticato la password o loro provano che non è vero o devono ammettere che io l'abbia dimenticata e tanti saluti.
            stai tranquillo che, per angioletto verginello
            che tu sia, almeno tre canzoncine dimenticate
            magari su una musicassetta in cantina incise anni
            prima te le trovano, e, tre o trentamila, sempre
            accusa penale ti becchi stando così le
            leggi!1) esiste la prescrizione2) se ti sei fatto una copia o mille o trentamila per uso personale prima dell'entrata in vigore della legge urbani quello che hai fatto non comporta reato
          • rockroll scrive:
            Re: Non è possibile
            - Scritto da: Edo78

            - Scritto da: rockroll

            trovano, ma se hai qualcosa di criptato hanno

            diritto a chiedeti la chiave di decodifica, e se

            simuli di averla persa te la vedrai col Giudice

            che terrà conto del tuo atteggiamento.
            Sai citarmi un articolo di legge che ti obblighi
            a fornire una password in caso tu sostenga di
            averla dimenticata o stai citando quanto ti ha
            riferito tuo cugggino
            ?
            Se io sostengo di aver dimenticato la password o
            loro provano che non è vero o devono ammettere
            che io l'abbia dimenticata e tanti
            saluti.



            stai tranquillo che, per angioletto verginello

            che tu sia, almeno tre canzoncine dimenticate

            magari su una musicassetta in cantina incise
            anni

            prima te le trovano, e, tre o trentamila, sempre

            accusa penale ti becchi stando così le

            leggi!
            1) esiste la prescrizione
            2) se ti sei fatto una copia o mille o trentamila
            per uso personale prima dell'entrata in vigore
            della legge urbani quello che hai fatto non
            comporta
            reatoSto citando quanto mi ha detto personalmente un responsabile PolPost. Tutto quel che riferisco ve lo dico perchè sono rimaste vittime del sopruso Urbani persone molto vicine a me, ed io so perfettamente come è andata. Se volete articoli di legge precisi, oltre al sopruso Urbani non saprei dirvi, dovrei cercare. Comunque fior di riferimenti erano presenti nei capi di imputazione rilasciati contestualmente all'irruzione perquisitoria, ed essenzialmente si trattava di trascrizioni da suddetta legge sopruso. Ripeto, loro ti chiedono la chiave, tu sei libero di averla "dimenticata", loro comunque verbalizzano tutto, poi ti fanno firmare, tutti i presenti firmano (loro arrivano almeno in 4); se non vuoi firmare lo verbalizzano.Tu dici, ed è opinione comune, che esiste la prescrizione. L'avvocato infatti faceva ipotesi di tirare in lungo per arrivare alla prescrizione (5 anni, e tu paghi...), ma credo che facesse solo i propri sporchi interessi, perchè da quel che sapevo i processi penali o non vanno in prescrizione o sono comunque riesumabili. In effetti l'avvocato tirava anche alla derubricazione in processo civile, ma sempre tirando in lungo col pretesto di cui sopra.Circa le copie personali antecedenti al sopruso Urbani, mi sembra che andrebbero legalizzate da apposito bollino SIAE, ma quel che posso dirvi per certo è ben poco rassicurante: gli emissari PolPoat prima ti perquisiscono, poi rastrellano l'abitazione comprensiva di servizi, balconi, ripostigli, quin di la cantina e/o soffitta ed il/i Box Auto vetture comprese, e non lasciano niente di non visionato: qualunque Laptop o corpo Desktop (Tower) viene sequestrato e verrà restituito ben "depurato" solo dopo anni a processo concluso, e qualunque supporto magnetico o ottico non originale e non sigillato, che cioè potrebbe contenere "illegalmente" materiale coperto da diritti, viene definitivamente confiscato e non lo si vedrà mai più (o forse si, su bancherelle abusive). Per avere accesso ai dati personali deve far richiesta l'avvocato, sperando sia accolta e lo sia in tempi utili, e la cosa può avvenire solo nel deposito PolPost alla presenza di ispettori e tecnici, e la prassi per avere restituzione dei computer in tempi ragionevoli (mesi) facendo fare il Dump degli HD, viene a costare sopratutto in spese di intervento legale, molto più degli stessi computer a prezzo attuale! Anche a te dico: se non sapessi in modo molto preciso i rischi che si corrono, non starei qui tutta la notte a cercare di dissuadervi da comportamenti troppo pericolosi. Infine una notizia meno drammatica della altre: dopo circa due anni dalla perquisizione le pachidermiche strutture della patria giustizia sono ancora alle fase di indagini preliminari per il processo probatorio, per la qual cosa di sei mesi in sei mesi continuano a chiedere rinvio, denunciando la necessità di tempi e sforzi immani per svolgere l'indagine (esame del materiale) a termine di legge.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 marzo 2007 04.50-----------------------------------------------------------
          • Edo78 scrive:
            Re: Non è possibile
            - Scritto da: rockroll
            Sto citando quanto mi ha detto personalmente un
            responsabile PolPost.O se lo dice un responsabile polpost ...Una volta mi hanno incriminato per aver volontariamente diffuso un virus in un'azienda in cui lavoravo (l'antivirus aziendale aggiornato non lo segnalava).Ho dovuto spiegare all'avvocato della parte avversa che pur essendo io un programmatore non ho la possibilità di sostituirmi ad un antivirus così come un pilota di formula uno non riesce a correre a 300 km/h a piedi. (ovvio che sono stato assolto ma mi sono kagato in mano)
            Ripeto, loro ti chiedono la chiave, tu sei libero
            di averla "dimenticata", loro comunque
            verbalizzano tutto, poi ti fanno firmare, tutti i
            presenti firmano (loro arrivano almeno in 4); se
            non vuoi firmare lo
            verbalizzano.Bene, io lo firmo, io sono a posto e loro rimangono con un pugno di mosche (mi risulta che nemmeno loro possano legalmente "cracckare" un sistema informatico) ma anche se avessero la possibilità legale di farlo gli mancherebbe la possibilità tecnica di farlo in tempi utili e per quando ci saranno riusciti se sarò ancora vivo sarò come minimo bisnonno.
            Tu dici, ed è opinione comune, che esiste la
            prescrizione. L'avvocato infatti faceva ipotesi
            di tirare in lungo per arrivare alla prescrizione
            (5 anni, e tu paghi...), ma credo che facesse
            solo i propri sporchi interessi, perchè da quel
            che sapevo i processi penali o non vanno in
            prescrizione o sono comunque riesumabili. In
            effetti l'avvocato tirava anche alla
            derubricazione in processo civile, ma sempre
            tirando in lungo col pretesto di cui
            sopra.Io mi riferivo alla prescrizione per quanto riguarda reati commessi in passato e già prescritti prima che arrivi la polpost a casa tua. Una cassetta copiata di 15 anni fa non ha più valore probatorio di un sasso del vialetto di casa.Inoltre ti rassicuro, un processo penale una volta prescritto non può essere "riesumato". Sono solo gli omicidi che non hanno prescrizione (mi pare).
            Circa le copie personali antecedenti al sopruso
            Urbani, mi sembra che andrebbero legalizzate da
            apposito bollino SIAE, ma quel che posso dirvi
            per certo è ben poco rassicurante: gli emissari
            PolPoat prima ti perquisiscono, poi rastrellano
            l'abitazione comprensiva di servizi, balconi,
            ripostigli, quin di la cantina e/o soffitta ed
            il/i Box Auto vetture comprese, e non lasciano
            niente di non visionato: qualunque Laptop o corpo
            Desktop (Tower) viene sequestrato e verrà
            restituito ben "depurato" solo dopo anni a
            processo concluso, e qualunque supporto magnetico
            o ottico non originale e non sigillato, che cioè
            potrebbe contenere "illegalmente"
            materiale coperto da diritti, viene
            definitivamente confiscato e non lo si vedrà mai
            più (o forse si, su bancherelle abusive). Per
            avere accesso ai dati personali deve far
            richiesta l'avvocato, sperando sia accolta e lo
            sia in tempi utili, e la cosa può avvenire solo
            nel deposito PolPost alla presenza di ispettori e
            tecnici, e la prassi per avere restituzione dei
            computer in tempi ragionevoli (mesi) facendo fare
            il Dump degli HD, viene a costare sopratutto in
            spese di intervento legale, molto più degli
            stessi computer a prezzo
            attuale!

            Anche a te dico: se non sapessi in modo molto
            preciso i rischi che si corrono, non starei qui
            tutta la notte a cercare di dissuadervi da
            comportamenti troppo
            pericolosi. Qui non parliamo di rischi correlati a qualcosa che fai o non fai.Se qualcuno ti spoofa l'ip e finisse in una lista simile (o lo usasse per crimini peggiori) tu passeresti cmq per questo suplizio anche se in casa hai solo un palmare.Inoltre ho l'impressione che tu non sappia in modo preciso quali rischi si corrano, non hai idea se siano stati fatti riferimenti ad altri articoli di legge, ti basi sulle parole (non ufficiali) di un funzionario polpost (e ti ricordo che le sue parole non fanno legge).Ovvio se si accaniscono contro di te innocente o colpevole che tu sia ti passerai un bel brutto e lungo periodo ma 3 cassette impolverate in cantina sono relative a infrazioni prescritte da tempo, quindi evitiamo questo FUD cataclismatico.
          • rockroll scrive:
            Re: Non è possibile
            - Scritto da: Edo78
            .......Io mi riferivo alla prescrizione per quanto riguarda reati commessi in passato e già prescritti prima che arrivi la polpost a casa tua. Una cassetta copiata di 15 anni fa non ha più valore probatorio di un sasso del vialetto di casa.Inoltre ti rassicuro, un processo penale una volta prescritto non può essere "riesumato". Sono solo gli omicidi che non hanno prescrizione (mi pare)........Qui non parliamo di rischi correlati a qualcosa che fai o non fai. Se qualcuno ti spoofa l'ip e finisse in una lista simile (o lo usasse per crimini peggiori) tu passeresti cmq per questo suplizio anche se in casa hai solo un palmare. Inoltre ho l'impressione che tu non sappia in modo preciso quali rischi si corrano, non hai idea se siano stati fatti riferimenti ad altri articoli di legge, ti basi sulle parole (non ufficiali) di un funzionario polpost (e ti ricordo che le sue parole non fanno legge). Ovvio se si accaniscono contro di te innocente o colpevole che tu sia ti passerai un bel brutto e lungo periodo ma 3 cassette impolverate in cantina sono relative a infrazioni prescritte a tempo, quindi evitiamo questo FUD cataclismatico. Anzitutto ringrazio per avermi chiarito circa le prescrizioni, ora ricordo perfettamente, è come dici tu. Allora parliamo delle mie fonti: faccio riferimento a quanto accaduto ad alcuni indagati ed i particolare ad un mio grande amico ex vicino di casa, che fu inquisito e subì perquisizione nell'ambito dell'operazione Cucciolandia, alias Pastore Abruzzese (30/05/2005 06:45 ), anche lui FW Fibra, col quale vissi da vicino le vicissitudini. Alle 06:45 di quell'alba tragica, poichè lui non apriva subito, bussarono anche a me per informazioni, e me la feci letteralmente addosso! Mi riferisco a quanto ho visto sui suoi capi di imputazione notificatigli contestualmente al mandato di perquisizione, per altro ricchi di riferimenti ad articoli di legge (essenzialmente la Urbani, più riferimenti a leggi d'anteguerra mai abrogate!). Lo accompagnai dal suo avvocato un paio di volte, e lo stesso lo accompagnai 2 volte presso il commissariato PolPost dove era custodito il materiale sequestrato, in più ebbi modo di vedere le comunicazioni che scambiò nei mesi successivi con altri inquisiti nell'ambito della stessa operazione (57 persone, quasi tutti FW Fibra). Posso dire come unica notizia positiva che l'elefantiaca burocrazia della nostra giustizia da allora non ha ancora concluso le indagini preliminari, chiedendo rinnvii su rinvii per procastinare la scadenza (sei mesi) dell'incidente probatorio, adducento come motivazione le "immense" difficoltà da superare per esaminare l'"immane" materiale sequestrato nei termini "conservativi" e rispettosi della privacy imposti dalle sue stesse normative!Il commissario PolPost rivelò che il mio amico era stato intercettato ripetutamente nel corso del dicembre 2004, e che di questo esistevano documentazioni " inequivocabili ", che come oggetto di indagine in corso potevano essere visionate solo dall'avvocato difensore e solo dopo consenso della magistratura alla sua richiesta. Devo dire che il mio amico, che di giorno lavorava, in quel periodo era solito attivare il P2P (WinMX 3.3.1) per tutta la notte, e solitamente al mattino dopo si ritrovava completati almeno quattro delle decine di film che metteva in coda di DL, ed altrettanto riscontrava uscito dal suo UL. Condivideva circa 100 film DivX e 2000 pezzi MP3, per un totale di circa 80 GB.Per dare un'idea della probabile soglia di rischio, posso dire che la passò liscia un suo amico vicino di casa con analoga connessione, che condivideva quanto lui (il materiale era praticamento lo stesso), ma non stava in linea più di un paio di ore in "seconda serata", contro le sue minimo 8 ore notturne. Gli sequestrarono di brutto il suo PC tower da poco acquistato, più un portatile aziendale (fortunatamente non contenente dati sensibili particolari; ebbe per questo qualche problema col l'Azienda, che però si risolse facilmente), più il suo vecchio desktop appena riparato e destinato a sua figlia (essendo separato, viveva da solo in un alloggetto a fianco al mio). Gli portarono via anche 600 CD non originali (non aveva ancora usato il nuovo masterizzatore DVD) di cui 200 erano back-up in tutte le combinazioni di quanto aveva su HD software compreso, 200 back-up di altro in gran parte lecito (aveva almeno 30 CD audio con musica prodotta personalmente dal sottoscritto), e 200 erano CD Vergini (confenzioni a campana aperte) e CD illeggibili, conservati per motivi di composizioni artistiche. Interessante notare che una cinquantina di DivX gli erano stati passati da amici ... POLIZIOTTI, cosa che si guardò bene dal dichiarare!I perquisenti, sazi del materiale confiscato, non degnarono di attenzione le almeno 300 cassette VHS registrate dalla TV, sopratutto per questioni di tempi e di volumi, accontentandosi della sua dichiarazione che su esse non vi erano duplicazioni illecite, e sorvolarono comunque sulla presenza di almeno 100 cassette audio incise in illo tempore (molte erano mie)... dicendo che se non avessero trovato altro si sarebbero accaniti anche su di esse! In proposito ti rammento che non è identificabile la data di incisione di audio (e video) cassette magnetiche. Inutile dirvi che dopo tali eventi quel suo ... vicino di casa non ha più avuto il coraggio di toccare il P2P... Ora sai, anzi sapete tutto: più esauriente di così non posso essere, e spero proprio che l'accaduto lo prendiate in considerazione, sopratutto per evitarvi grossi guai se esagerate con il P2P. Non fate che la mia fatica sia stata inutile.Bye - rockroll.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 marzo 2007 17.43-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: Non è possibile
            Madonna come s'impegna 'sto Rock'n'roll. Ha scritto almeno 50 risposte ognuna da una pagina di testo.Ma ti interessa molto questo argomento, Rocchenrò? Ma sei in ferie?:-)))
          • Anonimo scrive:
            Re: Non è possibile
            Io sarò ottimista ma te sei un inguaribile utopista...Tutto quello che hai scritto accade nei romanzi, non nella realtà.- Scritto da: rockroll
            Già, ma devono dimostrare senza ombra di
            dubbio che che i file incriminati provenivano
            veramente da quel computer qul giorno a quella
            tal ora, il che non sarà possibile a meno di
            sequestrare il pc e farlo analizzare trovandoci
            sopra quei file. Cosa praticamente impossibile
            lora, sda
            farsi.


            Anche tu sei proprio un ottimista.

            Un "ragionevole" dubbio può bastare ad un
            magistrato per dare mandato di perquisizione. Se
            ci fosse certezza saresti incriminato
            direttamente senza neache perquisizione,
            incidente probatorio, indagini preliminari,
            avvisi di garanzia
            ecc...
            Sequestrare il PC per farlo analizzare (ed idem
            per supporti registrati, che non rivedrai più se
            non sulle bancarelle abusive), è proprio quello
            che fanno in questi casi, sei solo tu che credi
            sia impossibile, lo fanno e basta! Oppure ritieni
            che sia impossibile trovarci sopra "quei" files?
            Se li cancelli preventivamente certo che non li
            trovano, ma se hai qualcosa di criptato hanno
            diritto a chiedeti la chiave di decodifica, e se
            simuli di averla persa te la vedrai col Giudice
            che terrà conto del tuo atteggiamento.

            Ma ti sfugge una cosa di base: non ha proprio
            importanza che siano "quelli" i files
            incriminati: il vero scopo della perquisizione,
            oltre a fregarti di fisso il materiale
            informatico, è quello di cercare un qualsiasi
            materiale protetto di cui tu non possa
            dimostrarne l'originalità e/o l'acquisto...

            Non ne sei convinto?
            Allora, se per caso salta fuori droga o armi o
            pedopornografia, cosa fanno, lasciano correre
            perchè erano venuti "solo" per quattro canzoncine
            con diritti dei tedeschi?

            Non troveranno, spero, droga, armi o altro, ma
            stai tranquillo che, per angioletto verginello
            che tu sia, almeno tre canzoncine dimenticate
            magari su una musicassetta in cantina incise anni
            prima te le trovano, e, tre o trentamila, sempre
            accusa penale ti becchi stando così le
            leggi!

            Non mi stancherò mai di ripetere che sono le
            leggi imposte dalla potentissima SIAE che vanno
            cambiate.


            Ora sai, auguri.
            .
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è possibile
      - Scritto da:
      Allora mi preparo a scappare perché ci sarò di
      sicuro anche
      io!!

      Dai ma è evidente che NON è vero!! I nomi
      associati agli IP, come,
      perché??

      E' IMPOSSIBILE!ahahaha ma sei vero? :)la data retention c'è per legge da annie per il provider sapere il tuo/mio IP è uno scherzo :)
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è possibile
      - Scritto da:
      Allora mi preparo a scappare perché ci sarò di
      sicuro anche
      io!!

      Dai ma è evidente che NON è vero!! I nomi
      associati agli IP, come,
      perché??

      E' IMPOSSIBILE!Ci dovevi pensare prima a spoofare. :p
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è possibile
      - Scritto da:
      Allora mi preparo a scappare perché ci sarò di
      sicuro anche
      io!!

      Dai ma è evidente che NON è vero!! I nomi
      associati agli IP, come,
      perché??

      E' IMPOSSIBILE!AHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHMa ci sei o ci fai? Non solo e' possibile, e' FACILISSIMO!!! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • krustine scrive:
      Re: Non è possibile
      Ieri un mio amico mi ha detto di essere tra i quasi 4000 "forunati"...può capitare a chiunque. Ma sono lotte inutili...se le somme ridicole che ci chiedono per un cd, spesso brutto, calassero io preferirei il cd originale.Spesso lo compro lo stesso originale. Ma non vogliono capire!
  • Anonimo scrive:
    unica fonte PI
    sarà possibile?su ansa, reuter, giornali vari, g-news, nulla di nulla eppure dovrebbe essere successo al massimo oggi pomeriggio...allora bravo PI @^
    • Anonimo scrive:
      Re: unica fonte PI
      - Scritto da:
      sarà possibile?

      su ansa, reuter, giornali vari, g-news, nulla di
      nulla eppure dovrebbe essere successo al massimo
      oggi
      pomeriggio...

      allora bravo PI @^mah, secondo me interessa solo a noi on-line
    • Wakko Warner scrive:
      Re: unica fonte PI
      - Scritto da:
      sarà possibile?

      su ansa, reuter, giornali vari, g-news, nulla di
      nulla eppure dovrebbe essere successo al massimo
      oggi
      pomeriggio...

      allora bravo PI @^Il che la dice lunga sulla qualità dell'informazione in Italia e sull'asservitismo della stampa al potere.
      • Anonimo scrive:
        Re: unica fonte PI
        - Scritto da: Wakko Warner
        Il che la dice lunga sulla qualità
        dell'informazione in Italia e sull'asservitismo
        della stampa al
        potere.asservitismo ?asserverazionismo?che dire allora del poterifortismo dei poteri forti?e del ingovernabilitazionismo che deriva dal partitismo italiano?mahDal canto mio vedo solo un perplessismo e un preoccupazionismo crescente...
        • Anonimo scrive:
          Re: unica fonte PI
          Questo luogocomunismo mi provoca un forte nervosismo. Un po' più di obbiettivismo non guasterebbe.
          • Anonimo scrive:
            Re: unica fonte PI
            - Scritto da:
            Questo luogocomunismo mi provoca un forte
            nervosismo. Un po' più di obbiettivismo non
            guasterebbe.Ma quanto fancazzismo leggo(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: unica fonte PI
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Questo luogocomunismo mi provoca un forte

            nervosismo. Un po' più di obbiettivismo non

            guasterebbe.
            Ma quanto fancazzismo leggo(rotfl)Questo e' sano umorismo!(rotfl)
          • Anonimo scrive:
            Re: unica fonte PI
            - Scritto da:

            - Scritto da:



            - Scritto da:


            Questo luogocomunismo mi provoca un forte


            nervosismo. Un po' più di obbiettivismo non


            guasterebbe.

            Ma quanto fancazzismo leggo(rotfl)
            Questo e' sano umorismo!(rotfl)con un pizzico di qualunquismo
      • ilgorgo scrive:
        Re: unica fonte PI
        - Scritto da: Wakko Warner

        Il che la dice lunga sulla qualità
        dell'informazione in Italia e sull'asservitismo
        della stampa al
        potere.Forse mi sfugge qualcosa, ma direi, in questo specifico caso, che al 'potere' farebbe molto più comodo amplificare la notizia per fomentare il terrorismo nei confronti del p2p, non il contrario.
        • Anonimo scrive:
          Re: unica fonte PI
          - Scritto da: ilgorgo

          Forse mi sfugge qualcosa, ma direi, in questo
          specifico caso, che al 'potere' farebbe molto più
          comodo amplificare la notizia per fomentare il
          terrorismo nei confronti del p2p, non il
          contrario.In effetti anche io mi stavo chiedendo come mai a 48 ore di distanza solo PI ha pubblicato questa notizia e non ci sono tracce in tutto il web (newbie)Vi seguo da anni ma sinceramente è un pò imbarazzante questa cosa non trovate ? Un linkino , una fonte magari ..... O)
  • Anonimo scrive:
    Che dire....
    Seige Heil Gegen Piraterien !(non si dirà cosi però....)
  • Anonimo scrive:
    VI CAGATE ADDOSSO EH?
    Adesso voglio proprio vedere questi supercondivisiladri di pollame,come passeranno bene le prossime settimane nell'angoscia.....Vergognosi!!! :D
    • Anonimo scrive:
      Re: VI CAGATE ADDOSSO EH?
      - Scritto da:
      Adesso voglio proprio vedere questi supercondivisi
      ladri di pollame,come passeranno bene le prossime
      settimane
      nell'angoscia.....
      Vergognosi!!! :Dpppprrrr RRRRrrrrrrrrrRRR RRRoooooOOooooooooooooootttt tTTTtttttttttttttttt..........
    • Anonimo scrive:
      Re: VI CAGATE ADDOSSO EH?
      - Scritto da:
      Adesso voglio proprio vedere questi supercondivisi
      ladri di pollame,come passeranno bene le prossime
      settimane
      nell'angoscia.....
      Vergognosi!!! :Dma va la....che ci provino a mandarmi richieste di soldi...come privati poi....Cestinare ogni comunicazione e' sempre bene in questi casi;)
    • Anonimo scrive:
      Re: VI CAGATE ADDOSSO EH?
      Ma svegliati perpiacere, adesso vuoi farmi credere che tu rispetti tutte le leggi? Si ok ci credo....fai meno il perbenista e ragiona di più.
      • 5ze247940 scrive:
        Re: VI CAGATE ADDOSSO EH?
        Se è per quello non vigeva anche la regola del buon senso?Bhe se guardi a lato cosa leggi?"RIAA trascina in tribunale un paralitico"Interessante...E cmq basta con la balla che il diritto d'autore è nato con gli albori dell'umanita...E' una carognata pensare che la convenzione di Berna del 1880 sia stata fatta per ledere cosi le persone...Basta perditempo e azzeccagarbugli, hai fatto qlche cosa che valeva la pena di esser fatto? Bene allora dimostralo non nasconderti come un bambino dietro leggi che di civile mostrano ben poco...Maledetta arroganza e maledetto diritto d'autore...Mozart nn era tutelato eppure lo conoscoMichelangelo? Heisenberg...Me guarda Te...Piu che diritto d'autore è il festival dell'arroganza...
  • Anonimo scrive:
    Belle queste leggi europee... IPRED2
    Dal un sito di FFII:http://www.ipred.org/ci vogliono criminalizzare per tutto, minacciati e schiacciati!Se donate tempo/soldi a www.ffii.org non vi fate che del bene, qui tira una pessima aria(non è MOLTO preoccupante lo strapotere delle Major e di M$ anche nel nostro continente?)
    • Anonimo scrive:
      Re: Belle queste leggi europee... IPRED2
      Comunque sia le norme comunitarie non possono essere fonti dirette di norme penali.
  • Anonimo scrive:
    La famosissima peppermint..
    .. ma chi l'hai mai sentita nominare ?e chi scarica musica tedesca ?questi sono truffatori che cercano il pollo.
    • Anonimo scrive:
      Re: La famosissima peppermint..
      - Scritto da:
      .. ma chi l'hai mai sentita nominare ?
      e chi scarica musica tedesca ?

      questi sono truffatori che cercano il pollo. Roachford lo avrai sentito negli anni 80-90, no?era famosa "family man" (da non confondere con quella dei Fleetwood mac)
  • Anonimo scrive:
    la telecom non dara i dati
    voi credete che la telecom dara' subito i dati? in quel caso le disdette di adsl arriverebbero a frotte! i loro legali sapranno prendere tempo...
    • Anonimo scrive:
      Re: la telecom non dara i dati
      - Scritto da:
      voi credete che la telecom dara' subito i dati?
      in quel caso le disdette di adsl arriverebbero a
      frotte! i loro legali sapranno prendere
      tempo...sicuro che non dara' i dati? quant GB hai scaricato ladrone...eh diccelo forza...
      • Anonimo scrive:
        Re: la telecom non dara i dati
        - Scritto da:

        - Scritto da:

        voi credete che la telecom dara' subito i dati?

        in quel caso le disdette di adsl arriverebbero a

        frotte! i loro legali sapranno prendere

        tempo...

        sicuro che non dara' i dati? quant GB hai
        scaricato ladrone...eh diccelo
        forza...ti voglio vedere quanto stringi le chiappe ogni volta che ti suonano al campanello....nella vana speranza che non si tratti di una divisa graduata...vedrai il commissariato quanto e' carino visto da dentro....ti attendo e' solo una questione di tempo....verrai e subirai,come tutti gli altri,perche' e' giusto cosi'
        • rockroll scrive:
          Re: la telecom non dara i dati
          ti voglio vedere quanto stringi le chiappe ogni volta che ti suonano al campanello....nella vana speranza che non si tratti di una divisa graduata...vedrai il commissariato quanto e' carino visto da dentro....ti attendo e' solo una questione di tempo....verrai e subirai,come tutti gli altri,perche' e' giusto cosi' Sembra che tu proprio ci goda se qualcuno si rovina la vita per una banalità del genere! Complimenti!
  • Anonimo scrive:
    Per vincere la causa
    Basta che i denunciati chiedano i sorgenti del software utilizzato per controllare come agisce.
    • Anonimo scrive:
      Re: Per vincere la causa
      - Scritto da:
      Basta che i denunciati chiedano i sorgenti del
      software utilizzato per controllare come
      agisce.(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: Per vincere la causa
      - Scritto da:
      Basta che i denunciati chiedano i sorgenti del
      software utilizzato per controllare come
      agisce.Chiama allora San Prepuzio che li indottrini a sufficienza.Questi alla FSF ladri come sono li vedrei molto bene.(rotfl)(rotfl)(rotfl)
  • Anonimo scrive:
    io ne trovo di più...
    Il 90% di chi ha adsl usa p2p.L'altro 10% sono aziende serie e utontonti.Se non ci fosse il p2p le adsl sarebbero moooolto meno!
  • Anonimo scrive:
    devono dimostrarlo...
    Cosa hanno in mano un indirizzo ip e dei log.. wow, prove schiaccianti, peccato che esistano le tecniche di spoofing e che potrei avere un programma che simula un seeding senza inviare nulla...ops mi è appena caduto l'hard disk nella mietitrebbia! (rotfl)
    • Anonimo scrive:
      Re: devono dimostrarlo...
      Infatti questa (sempre che venga fatta) sarà una diffida. E come tale non necessità alcuna dimostrazione: se la rifiuti potresti finire in causa.In questo senso è un'estorsione. Se anche uno è sicuro al 100% di essere pulito e decide di andare in giudizio deve comunque anticipare migliaia di euro di spese legali per dimostrare di avere ragione. Certo le si recupera, ma quanto sbattimento (visti i tempi della giustizia) per risparmiare qualche centinaio di euro?E' lo stesso identico schema usato dalla RIAA negli USA, solo l'estorsione ha un'entità minore.
      • danieleMM scrive:
        Re: devono dimostrarlo...

        di avere ragione. Certo le si recupera, ma le si recupera?è un luogo comune che vincendo una causa si venga totalmente rimborsati, in genere il giudice PUO' decidere di stabilire il rimborsotale rimborso è stabilito come tetto massimo alle spese legali "minime" secondo l'albo degli avvocati..ovvero se hai preso l'avvocato che applica le tariffe minime prescritte dall'albo puoi ottenere un rimborso completo, altrimenti ne ottieni uno parziale, ed in genere poco più del 50%
      • Anonimo scrive:
        Re: devono dimostrarlo...
        - Scritto da:
        Infatti questa (sempre che venga fatta) sarà una
        diffida. E come tale non necessità alcuna
        dimostrazione: se la rifiuti potresti finire in
        causa.
        In questo senso è un'estorsione. Se anche uno è
        sicuro al 100% di essere pulito e decide di
        andare in giudizio deve comunque anticipare
        migliaia di euro di spese legali per dimostrare
        di avere ragione. Certo le si recupera, ma quanto
        sbattimento (visti i tempi della giustizia) per
        risparmiare qualche centinaio di
        euro?

        E' lo stesso identico schema usato dalla RIAA
        negli USA, solo l'estorsione ha un'entità
        minore.
        Non ti far troppe illusioni in questi casi al max il giudice compensa le spese...
      • Anonimo scrive:
        Re: devono dimostrarlo...
        ma per favore!loro in tribunale con un ip ed una lista di file, che visto che è la loro e non è quella fatta da un ufficiale giudiziario italiano (=finanza) non vale niene.io posso dire che si sono sbagliati: finchè non trovano il file nel MIO computer e dimostrano che è li A SCOPO DI LUCRO, non possono nulla.Andiamo in tribunale.Io denuncio loro per intromissione della privacy, calunnia e diffamazione. Oltre che alle spese processuali, mi pagheranno i danni morali e materiali.
    • Anonimo scrive:
      Re: devono dimostrarlo...
      Maiala nella mietitrebbia, e ora come fai a far crescere i pomodori con tutti quei file illegali che avvelenano il tuo terreno?
    • rockroll scrive:
      Re: devono dimostrarlo...
      - Scritto da:
      Cosa hanno in mano un indirizzo ip e dei log..
      wow, prove schiaccianti, peccato che esistano le
      tecniche di spoofing e che potrei avere un
      programma che simula un seeding senza inviare
      nulla...


      ops mi è appena caduto l'hard disk nella
      mietitrebbia!
      (rotfl)Non ti illudere, è pericoloso. Siamo allo schifo più completo, i governi hanno calato le braghe al punto di concedere a società private di difendere i loro sporchi affari con vere e proprie azioni di spionaggio che ad entità private proprio non dovrebbero competere: la cosa quanto meno è palesemente anticostituzionale, ma chi si sente di intentare una causa di questo genere senza avere alle spalle una "Class Action"? Se le cosa stanno così, sarà bene porre attenzione a quanto sto per dire.Bada, anzi badate, che quando un'intercettazione, sia pur inizialmente con rispetto di anonimato (e purtroppo ne fanno senza problemi di autorizzazione specifica), da luogo a consistenti dubbi di attività di condivisione a contenuto considerato illecito, il magistrato non si fa affatto pregare a dare autorizzazione di identificazione (pleonastico, spesso le identità sono già state violate), seguito a ruota da specifico mandato di perquisizione , ed allora sono dolori, e ripeto purtroppo.Dico questo perchè è successo, anche molto vicino a me, e pertanto ne ho le prove.I 3600 e passa pinzati adesso sono molto fortunati che i "danneggiati" si accontentino di accomodamento su una cifra dico poco 50 volte inferiore a quel che un inquisito spenderebbe solo in avvocati (nel penale la difesa legale è obbligatoria), e questo anche se venisse assolto perchè il fatto non costituisce reato (spero sempre che si riesca a cambiare il "sopruso Urbani" in questo senso, ed a questo vi esorto di unire gli sforzi). Se credete, accoppiate queste avvertenza con l'invito di due giorni fa a limitare l'attività P2P su ADSL Flat per evitare un degrado esponenziale dannoso a noi tutti con conseguenti iniziative limitanti il P2P da parte degli ISP. Io vi ho avvertito (tra parentisi da una vita non scambio più, finchè le imposizioni di leggi che combatto non verranno debellate). Fate le Vs. considerazioni e sappiatevi regolare. Auguri - rockroll.
      • Anonimo scrive:
        Re: devono dimostrarlo...

        - Scritto da: rockroll
        [CUT]

        E' un punto di vista, comunque per me resta il
        principio che piuttosrto che infrangere una legge
        ingiusta è meglio combatterla con tutte le nostre
        forze.

        Bye
        .Il problema è che combattere le leggi "legalmente" sia per certi versi impossibile visto che il gioco è truccato a favore dei soliti noti.
        • Anonimo scrive:
          Re: devono dimostrarlo...

          Il problema è che combattere le leggi
          "legalmente" sia per certi versi impossibile
          visto che il gioco è truccato a favore dei soliti
          noti.togli pure "per certi versi", di fatto E' impossibile combattere a livello legale.-Modificare una legge, per il cittadino comune e' impossibile a tutti i livelli, anche se la richiesta viene da migliaia di utenti.-Fare leggi piu' giuste d'altronde e' poco probabile, perche' chi fa le leggi da retta alle mazzette delle lobby...Quindi onore al merito se c'e' chi vuol combattere le leggi inique utilizzando metodi ortodossi, pero' e' chiaro che in questo modo non otterra' MAI niente.E con MAI intendo assolutamente MAI.I nostri politici si girano dall'altra parte quando vedono gente che si lamenta, a meno che la gente in questione non faccia come hanno fatto i tassisti : spaccare tutto e bloccare il paese fino a quando la situazione non si smuove.Chi protesta in modo "legale" resta inascoltato sempre.
          • Anonimo scrive:
            Re: devono dimostrarlo...
            sono daccordo con te. d'altro canto per diventare politico devi avere una mente predisposta a fo..ere gli altri, a fare inciuci e compromessi. se no, politico non ci diventi.
      • Anonimo scrive:
        Re: devono dimostrarlo...
        "essere beccati per traffico anomalo" significa intercettazioni di massa in tempo reale. Sei sicuro di quello che dici?
        • rockroll scrive:
          Re: devono dimostrarlo...
          - Scritto da:
          "essere beccati per traffico anomalo" significa
          intercettazioni di massa in tempo reale. Sei
          sicuro di quello che
          dici?Questo tipo di informazione, già altre volte contestatami, non è una mia opinione, ma quanto candidamente ammesso in più occasioni sia dalle forze dell'ordine sia da esponenti delle Majors che tali provvedimenti riescono ad ottenere (e riportate come notizie e risultati di interviste anche in articoli anche recenti di questo Forum). Che tecnicamente sia difficoltoso non è neppure vero, perchè non si tratta di controllo di massa a tappeto (che è pur sempre fattibile, con cattura in tempo reale e cernita in differita: apparecchiature e tecnologie disponibili volendo possono fare benissimo questo ed altro), ma di controlli a campione di aree di traffico sospetto o sospettabile, ovviamente più concentrati dove la probabilità è maggiore in base a rilevazioni statistiche di natura anche eterogenea, oltre che ovviamente a tipologia e concentrazione di linee, di utenze, di tendenze comportamentali ecc. ecc. (certamente non vengono a dire a me tutti i loro segreti, ma i mezzi, non gli uomini, sono più sofisticati di quanto si crede o si spera).-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 marzo 2007 01.46-----------------------------------------------------------
    • Anonimo scrive:
      Re: devono dimostrarlo...
      - Scritto da:
      Cosa hanno in mano un indirizzo ip e dei log..
      wow, prove schiaccianti, peccato che esistano le
      tecniche di spoofing e che potrei avere un
      programma che simula un seeding senza inviare
      nulla...


      ops mi è appena caduto l'hard disk nella
      mietitrebbia!
      (rotfl)Perche' secondo te in italia vige lo stato di diritto? Guarda per fartela breve...dipende da che cosa puoi offrire.....se hai molto faranno finta di non conoscerti ma se non hai nulla le sbarre ti accompagneranno fino alla prossima eclissi di sole.Se fossi in te domani andrei in banca a sentire le agevolazioni sui prestiti di grosse cifre....
    • Anonimo scrive:
      Re: devono dimostrarlo...
      ip,log e registrazione della sessione sono più che sufficienti, se c'è stata un'intrusione telematica sta all'indiziato darne ragione. Oh ragà avete visto Matrix 'na volta di troppo. Nelle aule dei tribunali si ragiona come nell'800. Prima di far certi discorsi andatevi a guardare un processo, son pubblici.
    • Anonimo scrive:
      Re: devono dimostrarlo...
      Le solite buffonate.Ormai siamo a milioni in Italia, miliardi nel mondo. La strategia dello "colpirne uno per educarne cento" è già stata ampiamente utilizzata da un certo gruppo terroristico negli anni 70 e sappiamo tutti com'è andata a finire.Falliranno anche loro. Decenni di arresti da parte della polizia e oggi gira più cocaina che 10 anni fa. Sono riusciti a fermare lo spaccio? No, è aumentato. Sono riusciti a limitarne il consumo? No, è aumentato.Allo stesso modo queste nuove tecniche punitive sono destinante al fallimento.
      • WDECR scrive:
        Re: devono dimostrarlo...
        SI MA QUELLI KE SONO CADUTI?BISOGNA CONSIDERARE PURE QUESTO....POCCHI HANNO PAGATO MA HANNO PAGATO BENE.....
  • Anonimo scrive:
    Non è che il tedesco sia un estorsore?
    Che manderà lettere estorsive a raxxo per raccattare soldi dai mammalucchi che ci cascheranno?
    • Anonimo scrive:
      Re: Non è che il tedesco sia un estorsor
      - Scritto da:
      Che manderà lettere estorsive a raxxo per
      raccattare soldi dai mammalucchi che ci
      cascheranno?Perche' te lo chiedi? Sei te il ladrone perche' scarica...no?
  • Anonimo scrive:
    E fu la notte
    E fu la notte la notte per noinotte profonda sui nostri pce fu la fine di tutto per noiresta il passato e niente di piùma se ti dico "non scarico più"sono sicuro di non dire il veroe fu la notte la notte per noibuio e silenzio son scesi su noie fu la notte la notte per noibuio e silenzio son scesi su noiDe Andrè, perdonami! :'(
    • Anonimo scrive:
      Re: E fu la notte
      - Scritto da:
      E fu la notte la notte per noi
      notte profonda sui nostri pc
      e fu la fine di tutto per noi
      resta il passato e niente di più
      ma se ti dico "non scarico più"
      sono sicuro di non dire il vero
      e fu la notte la notte per noi
      buio e silenzio son scesi su noi
      e fu la notte la notte per noi
      buio e silenzio son scesi su noi



      De Andrè, perdonami! :'(Perdona anche a me, che ho scaricato la tua intera discografia !
  • Anonimo scrive:
    Ci stiamo cacando addosso
    BBbrrrrrrrrr.................che para....................
  • Anonimo scrive:
    ECCHISSENEFREGA DI PEPPERMINT
    Ci stiamo cacando addosso.Tremiamo dalla paura......:'(:'(:'(:'(:'(:'(Ah peppermint...a lo sapete annò dovete annàà°°àààà........................
    • Anonimo scrive:
      Re: ECCHISSENEFREGA DI PEPPERMINT
      - Scritto da:
      Ci stiamo cacando addosso.
      Tremiamo dalla paura......:'(:'(:'(:'(:'(:'(
      Ah peppermint...a lo sapete annò dovete
      annàà°°àààà........................Ecco il piu' coraggioso,colui che sfida apertamente l'accusatore.....sara' il primo a finire dentro....
    • Anonimo scrive:
      Macchicaxxo sono sti peppermint?
      Non li ho mai sentini scoreggiare, che fanno? Pubblicano scorregge?Dai raga, insegnamoglia masticare il wurstel col cul*
  • Anonimo scrive:
    urge evoluzione...
    oramai bisogna passare a sistemi dove l'utente non e' intercettabile... poi in caso di contestazioni come si puo' dire con assoluta certezza che sia stato l'utente X a mettere in condivisione il file? si sbandiera tanto alice wi-fi... e chi puo' esculedere che un intruso abbia violato la wi-fi del presunto condivisore?
    • The Animal scrive:
      Re: urge evoluzione...
      ti sequestrano il pc e vedono quello che hai sull'HD.Ci sono p2p anonimi, tipo ants, ma non li utilizza un cazzo di nessuno.Funzionano?Non lo so non li uso nemmeno io....P.S. ovviamente il p2p lo uso solo per scaricare le ISO di linux.
      • CoreDump scrive:
        Re: urge evoluzione...
        - Scritto da: The Animal
        ti sequestrano il pc e vedono quello che hai
        sull'HD.
        Ci sono p2p anonimi, tipo ants, ma non li
        utilizza un cazzo di
        nessuno.
        Funzionano?
        Non lo so non li uso nemmeno io....

        P.S. ovviamente il p2p lo uso solo per scaricare
        le ISO di
        linux.Senza scomodare Freenet/Darknet che va al di la del classicop2p, cè Share che non è niente male ( mi rircordaun pò WinMx, sarà per il nero abbondante :D )che è l'erede leggittimo di Winny che in giapponeè molto usato ma esiste solo una vecchia versionetradotta in inglese mentre Winny è in tutte lelingue, purtroppo anche qui trovi moltigiapponesi e pochi europei, per il resto perproteggere l'HD puoi tranquillamente usareTrueCrypt ;)
      • Anonimo scrive:
        Re: urge evoluzione...
        ....4000 decreti di perquisizione domiciliare :-) e quando mai li firmano.... poi te li vedi a trovare proprio gli mp3 incriminati in un 100 supporti (e credo che l'utente medio superi i 100) poi le spese per il perito che fa la disamina e trova l'mpe per lo stesso hash, poi i tempi della giustizia etc... in italia i processi vanno in prescrizione non e' come in america che un grado di giudizio lo fanno in 6 mesi al massimo.
        • Anonimo scrive:
          Re: urge evoluzione...
          Non ci arrivano nemmeno alle perquisizioni. Il tedesco chiede l'utente a Telecom, quest'ultima gielo fornisce e il tedesco ti spedisce una lettera che ti chiede firma e soldi per non procedere legalmente. Se ci sarà qualcuno che non accetta si conteranno sulle dita di una mano.
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...
            - Scritto da:
            Non ci arrivano nemmeno alle perquisizioni. Il
            tedesco chiede l'utente a Telecom, quest'ultima
            gielo fornisce e il tedesco ti spedisce una
            lettera che ti chiede firma e soldi per non
            procedere legalmente. Se ci sarà qualcuno che non
            accetta si conteranno sulle dita di una
            mano.sì firmo e mi autodenuncio, più c**glione di così si muore! manco quando vengono quelli della rai a vedere se hai la tv e ti fanno firmare la ricevuta...DEVONO DIMOSTRARE!
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...

            Se ci sarà qualcuno che
            non

            accetta si conteranno sulle dita di una

            mano.Ti sbagli alla grande, ricorda che siamo pur sempre in ItaGlia... :DE poi quoto questo :

            sì firmo e mi autodenuncio, più c**glione di così
            si muore! manco quando vengono quelli della rai a
            vedere se hai la tv e ti fanno firmare la
            ricevuta...

            DEVONO DIMOSTRARE!Esatto ;)Appena ti arriva il famoso tagliandino, ti scarichi un bel programmino di Wiping del disco e fai 70 passaggi.Ecco fatto, dell'Mp3 non c'e' traccia, ora li puoi denunciare tutti per accuse false e minacce (la lettera e' minacciosa, dopotutto, ti intima di pagare per qualcosa che non hai rubato...)
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...
            Logica e pratica dicono il contrario. Se uno mi minaccia di un'azione legale che potrebbe costarmi migliaia di euro contro un'ammenda comparabile in quantità ad una multa e ad un documento che mi impegna a non mettere in condivisione certi tipi di file (bisognerebbe leggere la richiesta ma potrebbe anche essere che non ti richiedano una confessione scritta ma solo un impegno futuro) la logica mi dice i più accetterebbero. Non sono rari i casi in cui, nel dubbio, si pagano multe o altre contestazioni amministrative e non pur di evitare cause legali (la maggior parte di truffe che si sentono in programmi tipo mi manda raitre sono di questo tipo per fare un esempio pratico). Figuriamoci se una sa di essere nel torto e di aver scaricato quei file.La pratica che mi da ragione viene dagli USA. L'usanza ben più comune in casa americana, dimostra che la quasi totalità dei denunciati si sono sottomessi alle richieste della RIAA. Dei pochi che sono andati a processo ne si può leggere nei due o tre articoli riportati da PI.
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...
            - Scritto da:
            Logica e pratica dicono il contrario. Se uno mi
            minaccia di un'azione legale che potrebbe
            costarmi migliaia di euro contro un'ammenda
            comparabile in quantità ad una multa e ad un
            documento che mi impegna a non mettere in
            condivisione certi tipi di file (bisognerebbe
            leggere la richiesta ma potrebbe anche essere che
            non ti richiedano una confessione scritta ma solo
            un impegno futuro) la logica mi dice i più
            accetterebbero. Non sono rari i casi in cui, nel
            dubbio, si pagano multe o altre contestazioni
            amministrative e non pur di evitare cause legali
            (la maggior parte di truffe che si sentono in
            programmi tipo mi manda raitre sono di questo
            tipo per fare un esempio pratico). Figuriamoci se
            una sa di essere nel torto e di aver scaricato
            quei
            file.
            La pratica che mi da ragione viene dagli USA.
            L'usanza ben più comune in casa americana,
            dimostra che la quasi totalità dei denunciati si
            sono sottomessi alle richieste della RIAA. Dei
            pochi che sono andati a processo ne si può
            leggere nei due o tre articoli riportati da
            PI.Ecco bravi cominciate a fare i conti...che di soldi da tirar fuori ne avete a migliaia.....ci sono pure le agevolazioni sui prestiti di grosse cifre,lo sapevate?
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...
            - Scritto da:
            Logica e pratica dicono il contrario. Se uno mi
            minaccia di un'azione legale che potrebbe
            costarmi migliaia di euro contro un'ammenda
            comparabile in quantità ad una multa e ad un
            documento che mi impegna a non mettere in
            condivisione certi tipi di file (bisognerebbe
            leggere la richiesta ma potrebbe anche essere che
            non ti richiedano una confessione scritta ma solo
            un impegno futuro) la logica mi dice i più
            accetterebbero. Non sono rari i casi in cui, nel
            dubbio, si pagano multe o altre contestazioni
            amministrative e non pur di evitare cause legali
            (la maggior parte di truffe che si sentono in
            programmi tipo mi manda raitre sono di questo
            tipo per fare un esempio pratico). Figuriamoci se
            una sa di essere nel torto e di aver scaricato
            quei
            file.
            La pratica che mi da ragione viene dagli USA.
            L'usanza ben più comune in casa americana,
            dimostra che la quasi totalità dei denunciati si
            sono sottomessi alle richieste della RIAA. Dei
            pochi che sono andati a processo ne si può
            leggere nei due o tre articoli riportati da
            PI.Riflettiamo :-Disco pulito.-IP non e' prova incriminante per la legge italiana (altrimenti dimmi il tuo IP, domani ti trovi la postale a casa per aver acquistato schiave da harem su PornBay :D )-La lettera ha scopo intimidatorio.Ora...con questi elementi, quale societa' sana di mente ti trascinerebbe davvero in tribunale, sapendo che, una volta persa la causa, si troverebbe a dover fronteggiare il ridicolo di giornali e tv ?Tra l'altro rifletti su questo :La lettera ti richiede di non mettere in condivisione un certo tipo di file, e nel caso in cui tu abbia scaricato questo file, ti richiede di cancellarlo in modo definitivo.Ebbene : per la prima parte, non c'e' bisogno di replica alcuna.Per la seconda parte, nemmeno.Entrambe, in caso di replica, forniscono prova certa della tua colpevolezza, mentre in caso di silenzio (non risposta) la lettera resta quello che e' : una richiesta di denaro basata su presupposti tenici non dimostrabili (torniamo al discorso dell'IP).Personalmente non accetterei mai.Ne' credo lo farebbero le persone che conosco.Poi ricorda che l'Italia non e' come gli States... da loro il paese e' grande, 10.000 utenti sono noccioline.L'italia e' piccola...saranno forse meno di 300.000 gli effettivi utenti condivisori, magari 500.000 se vuoi proprio star largo...4.000 utenti sono una piccola citta di user, gente che si conosce magari sui forum, gente che parla con amici di amici e racconta in giro di come la Telecom abbia fornito gli IP, di come sia bene usare programmi criptati oppure di come sia meglio staccare l'adsl...Io penso, in tutta onesta', che se qualcuno inizia una campagna di caccia alle streghe nel nostro paese nei confronti dell'utenza, nel giro di pochissimo l'utenza si difendera' staccando tutto oppure passando a sistemi non tracciabili.E' chiaro che ne' l'una ne' l'altra soluzione possono essere accettabili a livello sociale, sia per gli ISP che per chi svolge le indagini piu' serie (mafia, pedofilia, terrorismo, etc..)Io dico che finisce tutto in una nuvola di fumo.Poi vedrem... :)
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...
            Che tutto finisca in una nuvola di fumo è possibile (anche perchè nessun altro organo d'informazione ha, ad ora, riportato la notizia...) e che quello che dici possa essere formalmente corretto pure. Ma tra la teoria e la pratica c'è sempre da puntualizzare. Le persone che scaricano non sono tutti attenti lettori di PI con in camera un bersaglio con il fondo rappresentante il simbolo SIAE a cui ogni tanto tirano qualche freccetta. Anzi direi che questi ultimi sono una minoranza. Immagino che il 99% delle segnalazioni che ipoteticamente arriveranno, saranno notificate a delle famiglie "normali" con (giusto per prendere una famiglia tipo) due genitori che lavorano 8 ore al giorno e due figli in età scolatico/universitaria. Quando il padre di famiglia leggerà la lettera la prima cosa che farà non credo sia di pensare ad un programma di wiping o quali leggi sull'IP (ammesso che sappia cosa sia) l'Italia adotti (leggi che credo conoscano in pochi anche i lettori di PI). Prenderà il figlio o domanderà a se stesso: "Ho fatto questo illecito che mi contestano e che potrei risolvere senza troppi grattacapi?". Se sai di essere colpevole, per mentire e rischiare grosse pene e qualche anno in giro per tribunali, la posta in gioco deve essere alta. Quindi o ti chiedono migliaia di euro come fa la RIAA o odi la SIAE e il diritto d'autore con tutte le tue forze altrimenti, se sai di essere colpevole, ti pieghi. Se il senso di indignazione e di principio per fatti come questo fossero forti, la RAI si troverebbe sommersa da anni da denunce per le lettere minatorie, qui si illecite per davvero, che periodicamente arrivano anche a chi il canone non lo deve pagare. La pratica è vecchia di anni e diffusa in tutta Italia, e solo adesso se ne sta parlando più diffusamente e si sono mosse le prime azioni.
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...

            Se il senso
            di indignazione e di principio per fatti come
            questo fossero forti, la RAI si troverebbe
            sommersa da anni da denunce per le lettere
            minatorie, qui si illecite per davvero, che
            periodicamente arrivano anche a chi il canone non
            lo deve pagare. La pratica è vecchia di anni e
            diffusa in tutta Italia, e solo adesso se ne sta
            parlando più diffusamente e si sono mosse le
            prime
            azioni.Veramente :-Le stime ufficiali parlando di un'utenza Rai che paga il Canone (Tassa di Possesso) con una percentuale pari (in media) all'80% per regione.Alcune regioni pagano sotto al 60% altre pagano quasi al 100%.Questo secondo le stime ufficiali pompate dai media...La realta' dei fatti e' invece la seguente :-Le famiglie che davvero pagano sono il 50-60% a livello nazionale.-Moltissimi figli che sono andati ad abitare da soli non pagano.-Chi abitava con i genitori, alla morte degli stessi non paga.-Quando arrivano i controlli, in tanti sanno quali sono i loro diritti e non fanno entrare gli inviati, fissano appuntamento in seguito e poi danno la tv al vicino...-Altri, come me, buttano la tv e la radio e usano internet.Tu dici che non c'e' indignazione.Io dico che c'e', ma che la gente ha trovato modo di percorrere la via breve : perche' fare lettere e denunce, quando molto piu' semplicemente si fa passare sotto silenzio la cosa ?Se gli addetti della Rai diventassero dei veri segugi, perseguendo ogni singolo evasore, vedresti che pandemonio si scatenerebbe.L'unico motivo per cui le acque torbide della tassa di possesso restano chete, e' che in molti riescono ad evadere l'iniquo balzello svicolando.Se fossero costretti in ogni caso a pagare, si creerebbe un caos infernale.
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...

            -Moltissimi figli che sono andati ad abitare da
            soli non
            pagano.

            -Chi abitava con i genitori, alla morte degli
            stessi non
            paga.

            -Quando arrivano i controlli, in tanti sanno
            quali sono i loro diritti e non fanno entrare gli
            inviati, fissano appuntamento in seguito e poi
            danno la tv al
            vicino...

            -Altri, come me, buttano la tv e la radio e usano
            internet.

            Tu dici che non c'e' indignazione.
            Io dico che c'e', ma che la gente ha trovato modo
            di percorrere la via breve : perche' fare lettere
            e denunce, quando molto piu' semplicemente si fa
            passare sotto silenzio la cosa
            ?E voglio vedere che fai sparire il televisore dopo il controllo e poi li denunci pure. Qui si parla di gente che non è tenuta a pagare alcunchè e dopo aver notificato la cosa a chi di dovere viene ugualmente minacciata ripetutamente per un presunto mancato pagamento. Questo dovrebbe far indignare eccome, soprattutto sapendo che la cosa non è uno sporadico errore ma una strategia applicata a livello nazionale. Ma nel caso il silenzio possa essere una soluzione (per quanto omertosa) nel caso canone non dovendo in realtà nulla alla RAI, qui si presuppone che i denunciati, per una larghissima maggioranza, siano realmente colpevoli. E si torna al discorso di prima: quanti, sapendo di essere colpevoli, si avventurerebbero in una probabile causa legale dichiarando il contrario sapendo di mentire, quando gli viene data una via d'uscita praticamente indolore? Uno che vuole farla franca a tutti i costi, benchè nel torto, quando questa possibilità gli viene in una qualche misura proposta, è uno che a) ha molto tempo libero per trovare tutti i cavilli che lo possono mettere al sicuro (non essendo certo di trovarli) e si diverte a perdere tempo in questo modo b)uno che odia fortemente la SIAE e nella possibilità di poterla mettere nel didietro al suo peggior nemico decide che il rischio vale la candela c) gli chiedono migliaia di euro di danno e si dice: se mi va male la contropartita non era poi tanto peggio se mi va bene mi risparmio un sacco di soldi
          • rockroll scrive:
            Re: urge evoluzione...
            Appena ti arriva il famoso tagliandino, ti scarichi un bel programmino di Wiping del disco e fai 70 passaggi.Ecco fatto, dell'Mp3 non c'e' traccia, ora li puoi denunciare tutti per accuse false e minacce (la lettera e' minacciosa, dopotutto, ti intima di pagare per qualcosa che non hai rubato...) Anche tu sei troppo ingenuo.Per passarla liscia dovresti ripulire TUTTA la casa, cantina, auto ..., in modo che non ci sia più traccia di qualunque prodotto protetto di cui non puoi dimostrare legittimo acquisto, senza contare che il/i computers ed ogni supporto magnetico non in confezione originale te li sequestrano comunque , quindi dovresti proprio sperare, e non ci contare , che il Giudice reputi non sufficientemente affidabile la documentazione che esibiranno relativa alle tue intercettazioni...Non ci contare perchè se l'accusa ti trascina in giudizio vuol dire che reputa sufficienti le prove che ha in mano, e purtoppo l'accusa qui da noi non sono i malleabili tedeschi della casa discografica, ma la potentissima mafia SIAE!-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 03.48-----------------------------------------------------------
          • rockroll scrive:
            Re: urge evoluzione...
            - Scritto da:

            - Scritto da:

            Non ci arrivano nemmeno alle perquisizioni. Il

            tedesco chiede l'utente a Telecom, quest'ultima

            gielo fornisce e il tedesco ti spedisce una

            lettera che ti chiede firma e soldi per non

            procedere legalmente. Se ci sarà qualcuno che
            non

            accetta si conteranno sulle dita di una

            mano.

            sì firmo e mi autodenuncio, più c**glione di così
            si muore! manco quando vengono quelli della rai a
            vedere se hai la tv e ti fanno firmare la
            ricevuta...

            DEVONO DIMOSTRARE!E purtroppo sono in grado di farlo con documentazione che il Giudice del caso reputerà credibile.Leggiti questa ottima risposta sull'argomento, che condivido perfettamente:http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1925432&id=1925032&r=PI
        • rockroll scrive:
          Re: urge evoluzione...
          - Scritto da:
          ....4000 decreti di perquisizione domiciliare :-)
          e quando mai li firmano.... poi te li vedi a
          trovare proprio gli mp3 incriminati in un 100
          supporti (e credo che l'utente medio superi i
          100) poi le spese per il perito che fa la
          disamina e trova l'mpe per lo stesso hash, poi i
          tempi della giustizia etc... in italia i processi
          vanno in prescrizione non e' come in america che
          un grado di giudizio lo fanno in 6 mesi al
          massimo.Ma sei così ingenuo?Secondo te quando fanno irruzione forzata in casa tua cercano SOLO il materiale su cui gli accusatori del caso detengono i diritti? Dietro c'è l'intera mafia SIAE, e bastano tre canzonette di tutt'altro autore senza il "bollino" o supporto originale o prova d'acquisto legale per finire in guai seri...Chi non ha una canzonetta non "bollata", una foto d'autore riprodotta, un fascicolo fotocopiato, una vecchia MC (musicassetta) dimenticata che un amico vi ha duplicato, o peggio una VHS duplicata, un DVD copiato dall'amico, un programma trial non cancellato dopo scadenza? .... Bastano 3 (tre) di queste cosette e siete fregati definitivamente in barba a tutti i sofisticatissimi sistemi antintercettazione di cui andate fieri; c'è il corpo del reato, non serve dimostrare che proprio voi avete scambiato in rete, la cosa è servita, a livello di ragionevole dubbio solo per entrare d'autorità in casa vostra!http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1925388&id=1925032.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 02.38-----------------------------------------------------------
      • mr_setter scrive:
        Re: urge evoluzione...
        - Scritto da: The Animal
        P.S. ovviamente il p2p lo uso solo per scaricare
        le ISO di
        linux.Senz'altro! E mia nonna e' l'avvocato Kobayashi...(non so in quanti la capiranno ma non la spiego proprio) :@ LV&P O)
        • Hermes73 scrive:
          Re: urge evoluzione...
          mmm... nirvana, il film di salvatores. giusto? cobayashi quello finito tra le grinfie della psicopatica thailandese :-)
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...
            - Scritto da: Hermes73
            mmm... nirvana, il film di salvatores. giusto?

            cobayashi quello finito tra le grinfie della
            psicopatica thailandese
            :-)io propendo per l'avvocato de "i soliti sospetti", e per le porcellane...
          • mr_setter scrive:
            Re: urge evoluzione...
            - Scritto da:

            - Scritto da: Hermes73

            mmm... nirvana, il film di salvatores. giusto?



            cobayashi quello finito tra le grinfie della

            psicopatica thailandese

            :-)

            io propendo per l'avvocato de "i soliti
            sospetti", e per le
            porcellane...Centrato! 8)una bambolina per il signore prego!!!(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)(rotfl)LV&P O)
        • Anonimo scrive:
          Re: urge evoluzione...
          - Scritto da: mr_setter
          - Scritto da: The Animal

          P.S. ovviamente il p2p lo uso solo per scaricare

          le ISO di

          linux.

          Senz'altro! E mia nonna e' l'avvocato Kobayashi...
          (non so in quanti la capiranno ma non la spiego
          proprio) :@


          LV&P O)E chi è Keyser Soze?
        • Anonimo scrive:
          Re: urge evoluzione...
          Ah ah, io l'ho capita... GELATTOOOO! :-DDDKaiser
    • Anonimo scrive:
      Re: urge evoluzione...
      - Scritto da:
      oramai bisogna passare a sistemi dove l'utente
      non e' intercettabile... poi in caso di
      contestazioni come si puo' dire con assoluta
      certezza che sia stato l'utente X a mettere in
      condivisione il file? si sbandiera tanto alice
      wi-fi... e chi puo' esculedere che un intruso
      abbia violato la wi-fi del presunto
      condivisore?l'intestatario della linea ADSL è il diretto responsabile dell'uso della linea. Se riesce a dimostrare che la linea era in uso da qualcu'altro o che gli sono entrati in rete allora puoi anche cavarsela altrimenti cazzi suoi!!!in genere se tu non ti proteggi e fai entrare estranei e comunque colpa tua, e fino a che non dimostri il contrario, essendo tu l'intestatario, sei tu il responsabile...alias: fai usare solo la linea a persone fidare e non fare il cazzone con reti aperte...
      • rockroll scrive:
        Re: urge evoluzione...
        - Scritto da:
        - Scritto da:

        oramai bisogna passare a sistemi dove l'utente

        non e' intercettabile... poi in caso di

        contestazioni come si puo' dire con assoluta

        certezza che sia stato l'utente X a mettere in

        condivisione il file? si sbandiera tanto alice

        wi-fi... e chi puo' esculedere che un intruso

        abbia violato la wi-fi del presunto

        condivisore?

        l'intestatario della linea ADSL è il diretto
        responsabile dell'uso della linea. Se riesce a
        dimostrare che la linea era in uso da
        qualcu'altro o che gli sono entrati in rete
        allora puoi anche cavarsela altrimenti cazzi
        suoi!!!
        in genere se tu non ti proteggi e fai entrare
        estranei e comunque colpa tua, e fino a che non
        dimostri il contrario, essendo tu l'intestatario,
        sei tu il
        responsabile...
        alias: fai usare solo la linea a persone fidare e
        non fare il cazzone con reti
        aperte...
        Quello che dici è verissimo, ma la perquisizione non puoi evitarla, e se ti pescano in casa materiale protetto qualsiai (bastano tre pezzi) di cui non puoi dimostrare la provenienza legale, sei "bello che fatto"! E qualcosina, stai pur certo, ti trovano sempre, magari la musicassetta dimenticata in cantina che avevi inciso 15 anni fa!La SIAE, perchè di essa si tratta in definitiva, ha avuto il potere di ottenere che una più o meno dubbia e più o meno legale intercettazione dia luogo a mandato di perquisizione, e la motivazione dell'irruzione in casa tua per lei è solo un pretesto per farti passare al setaccio la totalità della tua casa, nella quasi certezza che quel minimo di compromettente, non necessariamente legato all'accusa specifica, ma sufficiente a fregarti o almeno a farti portar via computers e supporti, salti fuori comunque. Bye.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 04.10-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: urge evoluzione...
          - Scritto da: rockroll

          - Scritto da:

          - Scritto da:


          oramai bisogna passare a sistemi dove l'utente


          non e' intercettabile... poi in caso di


          contestazioni come si puo' dire con assoluta


          certezza che sia stato l'utente X a mettere in


          condivisione il file? si sbandiera tanto alice


          wi-fi... e chi puo' esculedere che un intruso


          abbia violato la wi-fi del presunto


          condivisore?



          l'intestatario della linea ADSL è il diretto

          responsabile dell'uso della linea. Se riesce a

          dimostrare che la linea era in uso da

          qualcu'altro o che gli sono entrati in rete

          allora puoi anche cavarsela altrimenti cazzi

          suoi!!!

          in genere se tu non ti proteggi e fai entrare

          estranei e comunque colpa tua, e fino a che non

          dimostri il contrario, essendo tu
          l'intestatario,

          sei tu il

          responsabile...

          alias: fai usare solo la linea a persone fidare
          e

          non fare il cazzone con reti

          aperte...




          Quello che dici è verissimo se non ti pescano in
          casa materiale protetto (bastano tre pezzi) di
          cui non puoi dimostrare la provenienza legale, e
          qualcosina, stai pur certo, ti trovano sempre,
          magari la musicassetta dimenticata in cantina che
          avevi inciso 15 anni
          fa!
          ecco suggeriscigli di far trovare il vecchio Commodore 64 magari ci credono anche.
        • The Animal scrive:
          Re: urge evoluzione...

          Quello che dici è verissimo, ma la perquisizione
          non puoi evitarla, e se ti pescano in casa
          materiale protetto qualsiai (bastano tre pezzi)
          di cui non puoi dimostrare la provenienza legale,
          sei "bello che fatto"! E qualcosina, stai pur
          certo, ti trovano sempre, magari la musicassetta
          dimenticata in cantina che avevi inciso 15 anni
          fa!

          La SIAE, perchè di essa si tratta in definitiva,
          ha avuto il potere di ottenere che una più o meno
          dubbia e più o meno legale intercettazione dia
          luogo a mandato di perquisizione, e la
          motivazione dell'irruzione in casa tua per lei è
          solo un pretesto per farti passare al setaccio la
          totalità della tua casa, nella quasi certezza che
          quel minimo di compromettente, non
          necessariamente legato all'accusa specifica, ma
          sufficiente a fregarti o almeno a farti portar
          via computers e supporti, salti fuori comunque.


          ByeSei più catastrofista di Crazy.Se ti trovano una cassetta duplicata di Celentano di 15 anni fa non ti fanno una sega, perchè precedente la legge Urbani, la stessa legge non da 3000 di multa non te la fanno nemmeno si ti trovano in casa 1 milardo di cd duplicati, la maximulta è per la parte di chi diffonde o vende, cosa più difficile da dimostrare.Sul fatto che la gente paghi, ne dubito contestano tutto in Italia se possono (io compreso), e poi che cazzo, se pagassi è come se mi autodenuciassi, penalmente per giunta, visto che è un reato penale la diffusione di materiale coperto da diritto d'autore.Leggendo i tuoi post sull'argomento sembra che pensi che da un giorno all'altro di sfondino la porta i GIS incappucciati per perquisirti la casa e postarti via in manette come hanno fatto con Giovanni Brusca.echecazzo siamo realisti.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 10.08-----------------------------------------------------------
          • Anonimo scrive:
            Re: urge evoluzione...
            - Scritto da: The Animal

            Sul fatto che la gente paghi, ne dubito
            contestano tutto in Italia se possono (io
            compreso), e poi che cazzo, se pagassi è come se
            mi autodenuciassi, penalmente per giunta, visto
            che è un reato penale la diffusione di materiale
            coperto da diritto
            d'autore.Tutto sta nella formulazione del documento con il quale si formalizza la transazione. Non è detto che tu ti autodenunci solo perché accetti un accordo extragiudiziale (mi pare si definiscano così).
            Leggendo i tuoi post sull'argomento sembra che
            pensi che da un giorno all'altro di sfondino la
            porta i GIS incappucciati per perquisirti la casa
            e postarti via in manette Non sfondano la porta: si presentano con un mandato e sequestrano tutto quello che puzza di informatica. Leggevo l'anno scorso di casi di sequestro dove si sono presi pure il tappetino del mouse! :| Poi tu dimostrerai anche di essere estraneo ai fatti, ma intanto per settimane o mesi non hai potuto usare il PC né accedere ai tuoi dati personali lì memorizzati (e non distinguendoli, stai certo che sequestreranno anche tutti i backup su DVD o nastri che tu avessi in casa).Insomma, il danno e la "rottura" saranno tali che al confronto una piccola multa sembrerà una passeggiata. A me Autostrade ha contestato un mancato pagamento Viacard di due anni prima! (e tenendo conto che era ad un portale con sbarra, come avrei fatto a passare, se non avessi pagato?).Purtroppo non avevo ricevuta a sostenere la mia convinzione di aver pagato, e dopo due raccomandate di risposta ho rinunciato: stavo pagando più in francobolli che in pedaggio contestato + spese.Il recupero crediti lucra così: loro possono tranquillamente permettersi di perseguitarti, mentre tu non puoi permetterti di replicare per vie legali.
          • rockroll scrive:
            Re: urge evoluzione...
            Scritto da The Anomal Sei più catastrofista di Crazy.Se ti trovano una cassetta duplicata di Celentano di 15 anni fa non ti fanno una sega, perchè precedente la legge Urbani, la stessa legge non da 3000 di multa non te la fanno nemmeno si ti trovano in casa 1 milardo di cd duplicati, la maximulta è per la parte di chi diffonde o vende, cosa più difficile da dimostrare.Sul fatto che la gente paghi, ne dubito contestano tutto in Italia se possono (io compreso), e poi che cazzo, se pagassi è come se mi autodenuciassi, penalmente per giunta, visto che è un reato penale la diffusione di materiale coperto da diritto d'autore.Leggendo i tuoi post sull'argomento sembra che pensi che da un giorno all'altro di sfondino la porta i GIS incappucciati per perquisirti la casa e postarti via in manette come hanno fatto con Giovanni Brusca.echecazzo siamo realisti. Come devo dirti che ragionare così vuol dire correre dei rischi, a farli correre a chi ti legge e magari ti da ragione semplicemente perchè io sono sullo stile di Crazy o peggio!Celentano non è morto da almeno 70 anni, per cui tale materiale è soggetto a diritti d'autore. Sulla MC con brani "illegali" mica c'è scritta la data di incisione, e poi è assolutamente ininfluente, tu da quando vige il sopruso Urbani non devi detenere materiale "illegale" che prima era tollerato: per legalizzarlo devi applicare i bollini SIAE... (o per lo meno così mi hanno detto). Se ti documenti sul sopruso Urbani, o meglio chiedi direttamente a chi ha subito tale sopruso o alla PolPost, scopri che il condivisore o anche solo downloader non a scopo di lucro (per lucro va dentro, max 3 anni, ... per uscirne automaticamente per effetto indulto), è comunque accusato di reato penale se i contenuti protetti sono più di 3 (tre, fai tu), e viene assoggettato a multa di 150 euro per contenuto protetto illegalmente detenuto (non importa se tu l'abbia davvero condiviso, se hanno le prove che hai condiviso, qualunque cosa ti trovino sei fregato ), fino ad un massimo di 1034 euro (molto meno di quel che è obbligato a spendere in avvocati anche se per asurdo ne esce pulito), a meno che non voglia evitare le spese legali patteggiando preventivamente: l'oblazione pari al doppio del massimo (2024 euro) estingue anche il reato perpetrato non a scopo di lucro.Quanto a sfondarti la porta, se non apri, che tu sia in casa o meno, sono autorizzati a farlo, ma magari ti usano la cortesia di chiamare un fabbro, e si presentano quando credono, in borghese, su auto civetta, in formazione di 4 o 5, magari alle 7 di mattino o prima, con tanto di mandato che ti fanno vedere dallo spioncino o dalla fessura della porta con catenella, e certo la loro gradita visita di cortesia non è in alcun modo preavvertita. Hai diritto alla presenza del tuo avvocatro, ma loro sono autorizzati a procedere senza aspettarlo, e se tu riesci a farti arrivare il tuo legale in casa alle 07:00 sei proprio bravo! Su questo modo di agire non ci sono dubbi, non solo possono farlo ma sono obbligati a farlo!Anche a te ripeto: illudersi che non sia così, o peggio non volerselo sentir dire e nascondere la testa sotto la sabbia come gli struzzi, è quanto meno pericoloso! Tutto quello che sto affermando è dovuro ad esperienze dirette subite da persone a me molto vicine, e se non ci fosse questo buon motivo non starei qui a passare la notte per cercare di evitarvi problemi molto seri! Bye.-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 16 marzo 2007 03.46-----------------------------------------------------------
      • Anonimo scrive:
        Re: urge evoluzione...
        - Scritto da:
        alias: fai usare solo la linea a persone fidare e
        non fare il cazzone con reti
        aperte...
        Non male come ideaPeccato che il 99% degli utenti NON sappia nemmeno cosa significa "reti aperte". Nel mio lavoro ho dovuto fare anche dei penetration testing (che brutto termine) e avevo dei clienti con aziende completamente in wireless e COMPLETAMENTE aperte (accedevo ai server aziendali dalla macchina parcheggiata fuori senza conoscere nessuna password....). Mi viene da piangere al solo ricordo
        • Anonimo scrive:
          Re: urge evoluzione...

          Nel mio
          lavoro ho dovuto fare anche dei penetration
          testing (che brutto termine)...ma scusa, chiamali come fanno tutti, no?pen-test!
    • rockroll scrive:
      Re: urge evoluzione...
      - Scritto da:
      oramai bisogna passare a sistemi dove l'utente
      non e' intercettabile... poi in caso di
      contestazioni come si puo' dire con assoluta
      certezza che sia stato l'utente X a mettere in
      condivisione il file? si sbandiera tanto alice
      wi-fi... e chi puo' esculedere che un intruso
      abbia violato la wi-fi del presunto
      condivisore?Quando, in base a ragionevoli dubbi, un magistrato emette mandato di perquisizione, e ti pescano anche solo con tre (dico 3) canzonette non originali (che potresti benissimo non aver ricavato da P2P), hai voglia di dare le tue furbe spiegazioni tecniche, c'è il corpo del reato, e con queste leggi imposte sei fregato su tutta la linea. Purtroppo.Leggi una mia precedente risposta. http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1925388&id=1925032.
    • Anonimo scrive:
      Re: urge evoluzione...

      e chi puo' esculedere che un intruso
      abbia violato la wi-fi del presunto
      condivisore?Prova a metter mano alla carta di credito e COMPRARLA la musica :@
      • Anonimo scrive:
        Re: urge evoluzione...
        Sì... per pagare la villa con piscina a quei parassiti della SIAE e a tutti i leccaculo che ci bivaccano intorno ??? E magari sei uno di quelli.
        • Anonimo scrive:
          Re: urge evoluzione...
          - Scritto da:
          Sì... per pagare la villa con piscina a quei
          parassiti della SIAE e a tutti i leccaculo che ci
          bivaccano intorno ??? E magari sei uno di
          quelli.E' un buon motivo per infrangere la legge?? Perche' anziche' infrangerla e poi lamentarti non lo fai prima quando la legge deve essere varata? Molto comodo vero?
        • Anonimo scrive:
          Re: urge evoluzione...

          Sì... per pagare la villa con piscina a quei
          parassiti della SIAE e a tutti i leccaculo che ci
          bivaccano intorno ??? E magari sei uno di
          quelli.No, sono uno di quelli che la musica la SCARICA LEGALMENTE DA EMUSIC :@ e con i prezzi che fanno NON CI SONO SCUSE!!!
  • avvelenato scrive:
    p2pari al TAPPET0!
    come da titolo (rotfl)
  • Anonimo scrive:
    Chi ha voluto la bicicletta...
    Adesso pedali! @^
  • The FoX scrive:
    In pratica un'estorsione...
    o ci paghi e firmi una confessione con promessa di non ripetere lo sgarro (che altrimenti ti apriamo come una poverazza...), o ti spenniamo per bene in tribunale.Le cifre saranno minori, ma la musica e' uuguale a quella che la RIAA suona negli States... :(
    • CoreDump scrive:
      Re: In pratica un'estorsione...
      - Scritto da: The FoX
      o ci paghi e firmi una confessione con promessa
      di non ripetere lo sgarro (che altrimenti ti
      apriamo come una poverazza...), o ti spenniamo
      per bene in
      tribunale.
      Le cifre saranno minori, ma la musica e' uuguale
      a quella che la RIAA suona negli States...
      :(Si, in pratica hanno trovato un nuovo modo di far business, certo che dopo aver visto passare lalegge per "l'equo compenso" motivata dal fattoche il fruitore del supporto vergine POTREBBEusarlo per scopi illegali, beh non mi stupisco piùdi niente :|
    • rockroll scrive:
      Re: In pratica un'estorsione...
      - Scritto da: The FoX
      o ci paghi e firmi una confessione con promessa
      di non ripetere lo sgarro (che altrimenti ti
      apriamo come una poverazza...), o ti spenniamo
      per bene in
      tribunale.
      Le cifre saranno minori, ma la musica e' uuguale
      a quella che la RIAA suona negli States...
      :(Hai perfettamente ragione, ma che ci possiamo fare, se non andare allo sbaraglio per far cambiare queste leggi sopruso?http://punto-informatico.it/pm.aspx?m_id=1925388&id=1925032
      • Anonimo scrive:
        Re: In pratica un'estorsione...
        Loro dicono:" tu avevi in condivisione quei file, se non vuoi passare guai peggiori, pagaci questa somma e finisce li, altrimenti...". Mi ricorda tanto delle storie del tipo:" Ho queste foto se le vuoi tu comprale, altrimenti le vendo ai giornali". Qualcuno dice sia estorsione.....
        • Anonimo scrive:
          Re: In pratica un'estorsione...
          Sono perfettamente daccordo, in + pensare a dei privati, che da questo ottengono un vantaggio economico, che possono otteneere ancor prima di avviare un procedimento, dati personali su un utente mi metet un angoscia terribile.A parte la possibilità di un abuso, e di illazioni.Ma come può un dipendente non funzionario portare una prova "informatica" di colpevolezza?A quel punto è un gioco di testimonianze.La cosa pero' più angosciante, ancor prima della estorsone per canzoncina, ci saranno sicuramente dei colpevoli in mezzo, è la facilità con cui queste aziende possono acquisire dati su provati cittadini. Intercettazioni ON-demand!!!io protesto, ci vuole una petizione europea!!
  • Anonimo scrive:
    ecco gli artisti!
    Carl Keaton Jr. Colin Rich Emma Lanford James Kakande Mousse T. Omar Roachford SO PHAT! VD3 Beatz Warren G.(cit. dal sito)sarà ma io non ne ho mai sentito nominare manco uno (però un mp3 di omar farebbe la sua figura), sarà mica che così si fanno pubblicità? ps: se la telecom, che sta per essere venduta, dovesse dare i nomi, ho paura che il giorno dopo varrebbe 1/10...
    • avvelenato scrive:
      Re: ecco gli artisti!
      - Scritto da:


      Carl Keaton Jr.
      Colin Rich
      Emma Lanford
      James Kakande
      Mousse T.
      Omar
      Roachford
      SO PHAT!
      VD3 Beatz
      Warren G.

      (cit. dal sito)

      sarà ma io non ne ho mai sentito nominare manco
      uno (però un mp3 di omar farebbe la sua figura),
      sarà mica che così si fanno pubblicità?


      ps: se la telecom, che sta per essere venduta,
      dovesse dare i nomi, ho paura che il giorno dopo
      varrebbe
      1/10...dai cazzo mousse t. è famosa.... i'm horny, horny horny horny!ti dice niente?
      • The Animal scrive:
        Re: ecco gli artisti!
        anche warren G, quello della cover di "I shot the sheriff"-----------------------------------------------------------Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 00.16-----------------------------------------------------------
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco gli artisti!
          - Scritto da: The Animal
          anche warren G, quello della cover di "I shot the
          sheriff"Cover? Stupro e vilipendio. Comunque, musica di merda, chi l'ha scaricata merita una giusta punizione :@
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!
            - Scritto da:

            - Scritto da: The Animal

            anche warren G, quello della cover di "I shot
            the

            sheriff"

            Cover? Stupro e vilipendio.

            Comunque, musica di merda, chi l'ha scaricata
            merita una giusta punizione
            :@Non sono d'accordo.Quelli della Peppermint Jam sono grossi artisti nell'ambito house.Di warren G hanno la licenza di distribuzione europea mi sembra ma per il resto hanno davvero artisti grossi , forse non ne conosci i nomi , anche se mi sembra strano , ma se vai a ballare sicuramente avrai ballato decine di loro dischi.Ovviamente se non vai a ballare e la house non e' il tuo genere capisco che tu possa non conoscerli.In ogni caso quella musica di merda di cui parli a me piace parecchio e loro sono molto bravi a farla.
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!

            In ogni caso quella musica di merda di cui parli
            a me piace parecchio e loro sono molto bravi a
            farla.e tu a scaricarla ;)
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!

            e tu a scaricarla ;)Pensa che sono cosi coglione che quella musica di merda la compro... e la pago pure tanto perche' mi piace averla.della peppermint jam avro' quasi un centinaio di vinili.
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!


            e tu a scaricarla ;)


            Pensa che sono cosi coglione che quella musica di
            merda la compro... e la pago pure tanto perche'
            mi piace
            averla.
            della peppermint jam avro' quasi un centinaio di
            vinili.Anch'io faccio parte della tribù dei coglioni :'( ne ho una marea di vinili...
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco gli artisti!
          Modificato dall' autore il 15 marzo 2007 00.16
          --------------------------------------------------Piu' famoso per "regulate", collaborazioni con Dr.Dre e "inventore" del G-Funk .(Mitico Adebisi!!!!)
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco gli artisti!
        - Scritto da: avvelenato

        - Scritto da:





        Carl Keaton Jr.

        Colin Rich

        Emma Lanford

        James Kakande

        Mousse T.

        Omar

        Roachford

        SO PHAT!

        VD3 Beatz

        Warren G.



        (cit. dal sito)



        sarà ma io non ne ho mai sentito nominare manco

        uno (però un mp3 di omar farebbe la sua figura),

        sarà mica che così si fanno pubblicità?





        ps: se la telecom, che sta per essere venduta,

        dovesse dare i nomi, ho paura che il giorno dopo

        varrebbe

        1/10...


        dai cazzo mousse t. è famosa.... i'm horny, horny
        horny
        horny!

        ti dice niente?Famos o , donne sono le diverse cantanti con cui ha collaborato per i suoi dischi.Fra canzoni sue e cover non ha una produzione molto vasta, ma decisamente di successo.E al contrario di molta musica commerciale, non è melenso, usa coriste e soliste con voci di prim'ordine e l'esecuzione è impeccabile.Un'unica pecca: è fra i "padri fondatori" della casa discografica che ha avuto questa bella pensata legale. :(http://it.wikipedia.org/wiki/Mousse_T.
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco gli artisti!

        dai cazzo mousse t. è famosa.... i'm horny, horny
        horny
        horny!

        ti dice niente?La canzone è giusta, ma Mousse T è un uomo, non una donna.E' un dj tedesco di origine turcaMousse = mustafàEmma Lanford è la "nera" che canta in molti dei pezzi di Mousse TGli altri non li conosco.
      • Anonimo scrive:
        Re: ecco gli artisti!
        Famosa...Mah
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco gli artisti!
      Anche James Kakande che quando caga si smerda le mutande! A parte gli scherzi, è famosino mi pare. :D
      • The Animal scrive:
        Re: ecco gli artisti!
        Di starai confondendo con Kaka, quello che gioca nel milan
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco gli artisti!
          - Scritto da: The Animal
          Di starai confondendo con Kaka, quello che gioca
          nel
          milanBe' devono essere parenti, uno è imperativo, l'altro gerundio.
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!

            Be' devono essere parenti, uno è imperativo,
            l'altro
            gerundio.Sei un mito, questa mi ci voleva prima di andare a dormire :)Grazie!
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!
            - Scritto da:


            Be' devono essere parenti, uno è imperativo,

            l'altro

            gerundio.

            Sei un mito, questa mi ci voleva prima di andare
            a dormire
            :)

            Grazie!non riesco a smettere di ridereeee! (rotfl)grazie anche da parte mia!
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!
            E' grazie a persone come te che uno inizia bene la propria giornata. Tenkiù! (rotfl)(rotfl)(rotfl)- Scritto da:

            Be' devono essere parenti, uno è imperativo,
            l'altro
            gerundio.
          • TeknoDMNK scrive:
            Re: ecco gli artisti!
            - Scritto da:

            - Scritto da: The Animal

            Di starai confondendo con Kaka, quello che gioca

            nel

            milan

            Be' devono essere parenti, uno è imperativo,
            l'altro
            gerundio.Battuta MITICA!!!! (rotfl)(rotfl)10 e lode!! (rotfl) p)
          • Anonimo scrive:
            Re: ecco gli artisti!
            orrore: gerundio=kakando; participio presente=kakande!ma studiate, mer*a! (rotfl)(rotfl)(rotfl)
        • Anonimo scrive:
          Re: ecco gli artisti!
          - Scritto da: The Animal
          Di starai confondendo con Kaka, quello che gioca
          nel
          milanNo, ha ragione :-) veniva anche citato in uno spot con Aldo Giovanni e Giacomo (quello dove la vecchia zia suona un cd sul grammofono). Con un nome così è indimenticabile (mai sentito una sua canzone....)
      • Ekleptical scrive:
        Re: ecco gli artisti!
        James Kakande è quello della musica degli spot Wind con Aldo, Giovanni e Giacomo ("You You You...")
    • Alucard scrive:
      Re: ecco gli artisti!
      - Scritto da:


      Carl Keaton Jr.
      Colin Rich
      Emma Lanford
      James Kakande
      Mousse T.
      Omar
      Roachford
      SO PHAT!
      VD3 Beatz
      Warren G.

      (cit. dal sito)

      sarà ma io non ne ho mai sentito nominare manco
      uno (però un mp3 di omar farebbe la sua figura),
      sarà mica che così si fanno pubblicità?


      ps: se la telecom, che sta per essere venduta,
      dovesse dare i nomi, ho paura che il giorno dopo
      varrebbe
      1/10...Anche io non li conosco ma devo dire che Emma Lanford è una gran gnocca, soprattutto nel terza foto che appare nel filmatino flash nella pagina generale degli artisti.
    • Anonimo scrive:
      Re: ecco gli artisti!
      - Scritto da:
      Roachford ...PORCAPUTT... (ghost) :|:'(
    • gioverone scrive:
      Re: ecco gli artisti!
      - Scritto da:


      Carl Keaton Jr.
      Colin Rich
      Emma Lanford
      James Kakande
      Mousse T.
      Omar
      Roachford
      SO PHAT!
      VD3 Beatz
      Warren G.

      (cit. dal sito)

      sarà ma io non ne ho mai sentito nominare manco
      uno (però un mp3 di omar farebbe la sua figura),
      sarà mica che così si fanno pubblicità?


      ps: se la telecom, che sta per essere venduta,
      dovesse dare i nomi, ho paura che il giorno dopo
      varrebbe
      1/10...Sicuramente chi scarica omar va punito ,ma dai come si fa a scaricare certa porcheria (che oltretutto ha l'unico scopo di arricchire siae e c.)
  • Anonimo scrive:
    1° aprile?
    aembra un pesce d'aprile in anticipo, ma la notizia è riportata da altri? mah per me bufala...
Chiudi i commenti