Le power line hanno il loro standard

La banda larga tra le mura domestiche potrà decollare grazie all'approvazione del nuovo standard


New York (USA) – Un gruppo di 90 aziende, riunite nel consorzio HomePlug Powerline Alliance , hanno rilasciato le prime specifiche definitive di quello che, a loro dire, diverrà uno standard nel campo dell’home networking.

La tecnologia si basa sul passaggio dei dati attraverso le comuni linee elettriche che già si trovano in tutte le case, un fattore che abbatte drasticamente i costi di implementazione consentendo tuttavia di raggiungere prestazioni simili a quelle fornite dalle ben più costose reti wireless.

Da non confondere con la connettività ad Internet su power line, che interessa le linee elettriche esterne alle abitazioni, questo standard definisce un modo per connettere fra loro computer e dispositivi elettronici di consumo attraverso le stesse prese della corrente che si trovano già in ogni casa. Il consorzio sostiene che questo permetterà di condividere fra un vasta gamma di dispositivi eterogenei l’accesso a Internet, audio, video, giochi e file.

Il presidente del consorzio HomePlug, Alberto Mantovani, ha affermato che nonostante il ritardo con cui le specifiche sono state approvate, questa tecnologia merita attenzione perché potrebbe davvero rivoluzionare le nostre case nei prossimi anni.

Le specifiche 1.0 di HomePlug supportano trasferimenti dei dati di circa 8 Mb/s, dunque subito a ridosso di una rete locale Ethernet 10BaseT. Sebbene il transfer rate possa teoricamente salire fino a 13 Mb/s, la banda viene utilizzata anche per servizi di supporto della rete ed inoltre essa dipende dalla qualità della linea: durante i test è emerso che nella media della case il transfer rate si aggirava sui 5 Mbps. In compenso Mantovani sostiene che le specifiche sono compatibili con il 98% degli impianti elettrici esistenti.

Mantovani ora si aspetta che i primi dispositivi in grado di supportare le power line vengano rilasciati entro pochi mesi.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Malati
    I commenti che ho letto sono scritti da paranoici malati di mente.La Adobe sta solo prevenendo possibili problemi e questi sono qui che si formattano l'harddisk perchè hanno il Reader ver. 2.1 installato.La notizia di per sè è di scarso interesse e il tutto è basato su una ipotesi davvero remota; lo straccio delle vesti è solo sintomo di scarsa cultura informatica.
    • Anonimo scrive:
      Re: Malati : Specifichiamo !
      - Scritto da: efbtd
      I commenti che ho letto sono scritti da
      paranoici malati di mente.
      La Adobe sta solo prevenendo possibili
      problemi e questi sono qui che si formattano
      l'harddisk perchè hanno il Reader ver. 2.1
      installato.
      La notizia di per sè è di scarso interesse e
      il tutto è basato su una ipotesi davvero
      remota; lo straccio delle vesti è solo
      sintomo di scarsa cultura informatica.Se alludi anche al mio, ti devo dire che non lo faccio da quando ho sentito sta cosa, ma da sempre: non sono solo i .doc anon piacermi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Malati
      - Scritto da: efbtd
      I commenti che ho letto sono scritti da
      paranoici malati di mente.si, si, va bene, adesso togliti il cappello da Napoleone, e torna nella tua stanza....:-p
  • Anonimo scrive:
    Ho la soluzione :
    Personalmente io converto tutti i file PDF che mi capitano in html o in ps.Soprattutto se devo passarli a qualcuno.Fate cosi' anche voi e vedrete che non ci saranno piu' problemi da parte do Adobe.
  • Anonimo scrive:
    Scandaloso!
    OK! Il rischio c'è e allora cosa si fa? Non cambio il formato, non cambio il Reader... tanto c'e' l'antivirus! Prendi pure il Reader che è gratuito però ricordati di comprare l'anti-virus! Ho sempre sostenuto che il miglior antivirus è la propria testa, però ormai non c'e' più scampo...
  • Anonimo scrive:
    Uffa.....
    ...ma il PDF non doveva essere un formato di stampa e basta?Ah gia' le nuove features....... che servono giusto a creare virus....:-(
  • Anonimo scrive:
    Lo zampino di MS c'è sempre...
    Quando ci si mette MS anche un semplice file .txt diventa pericoloso... ;-D
    • Anonimo scrive:
      Re: Lo zampino di MS c'è sempre...
      Ma cosa dici, con MS anche un file vuoto diventa un possibile veicolo di infezione!- Scritto da: HotEngine
      Quando ci si mette MS anche un semplice file
      .txt diventa pericoloso... ;-D
Chiudi i commenti