Lexmark si arena sulle cartucce rigenerate

Il colosso cala la cresta e per ora deve consentire la realizzazione dei chip che fanno funzionare cartucce non originali sulle sue stampanti. Ma sul caso incombe il DMCA


Lexington (USA) – Lexmark ha tentato in ogni modo di impedire ad altre imprese di realizzare e diffondere cartucce non originali per le proprie stampanti, ma ora il giochino che aveva messo a punto le si è rivoltato contro. Per ora.

L’anno scorso il più importante produttore mondiale di stampanti aveva denunciato una piccola società californiana che basava le sue fortune su un chip capace di far funzionare sulle stampanti Lexmark anche le cartucce non originali. Un chip che simulava le funzioni del chip che Lexmark aveva inserito sulle proprie cartucce proprio per impedire tutto questo. Senza i chip, originali o non, quelle stampanti non funzionano.

Ora una corta d’appello federale ha stabilito che la Static Control Components (SCC) può senz’altro riprendere la commercializzazione delle proprie cartucce e chip sostitutivi, abrogando così quanto deciso in un primo giudizio lo scorso marzo.

La denuncia di Lexmark era interamente basata sul Digital Millennium Copyright Act , la legge sul copyright nell’era digitale che, secondo l’azienda, vieta la realizzazione di sistemi studiati per riprodurre surrettiziamente tecnologia brevettata.

Attenzione però. Alla decisione delle scorse ore si è giunti grazie ad una denuncia formulata a sua volta dalla SCC contro Lexmark: secondo i produttori alternativi, infatti, quest’ultima avrebbe abusato della propria posizione di mercato per tentare di monopolizzare il mercato delle cartucce e dando un’immagine totalmente errata dei prodotti SCC.

Il procedimento deve ancora concludersi. Se ora i giudici hanno stabilito che SCC può tornare ad operare è solo perché l’ordinanza di marzo è stata dichiarata un errore ma il caso in sé, se cioè sia lecito o meno realizzare i chip alternativi, rimane da decidere nelle prossime udienze della controversia.

Per il momento, comunque, SCC canta ovviamente vittoria. “Questo – hanno dichiarato i suoi dirigenti – è un caso che crea un precedente perché i giudici hanno sentenziato: le aziende non possono abusare delle leggi sul copyright per creare monopoli elettronici e lucrare sui cittadini di questo grande paese”. Secondo SCC, infatti, le tattiche di Lexmark e di altre imprese di questo livello costerebbero ogni anno miliardi di dollari ai consumatori americani. Da parte sua Lexmark si è limitata a ribadire che difenderà in tutte le sedi il proprio copyright.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • andrea ricatti scrive:
    quanti ricatti esistono al mondo
    ricatti
  • Anonimo scrive:
    primo: non strumentalizzare il pedoporno
    mi puzza un pò la minaccia di diffondere materiale pedopornografico da parte di questi "cracker". Perchè lo hanno minacciato con una telefonata anzichè con una mail, vista la prima minaccia? Di una mail restano tracce (il testo prima di tutto), di una telefonata non registrata resta solo il tabulato del gestore. Forse non sono stati gli stessi di prima? Per combattere il pedoporno si usano strumenti d'indagine diversi rispetto a quelli usati per indagare su attacchi Dos. Una bella trovata per accelerare la risoluzione del caso, no?forse mi sbaglio e sono troppo sospettoso, ma il sospetto che il pedoporno in questo caso sia strumentalizzato da un sito di scommesse mi rattrista alquanto.ciao:s
  • Anonimo scrive:
    Cracker contro Cracker
    Come?non c'è più il cracker che cracka programmi e giochi, codici e numeri seriali e li offre pure gratis facendosi bello apponendo nome e cognome fra i caratteri asci del suo lavoretto? Come? Si è specializzato in ricatti prediligendo i siti di scommesse dove girano i soldi di deboli menti viziose cadute nel giro dei casinò virtuali, e se non è soddisfatto gli telefona a casa, e si organizza e forma bandePure?haaa hooooooooooo huuuuuuuuuuuuuuuu :|
    • Anonimo scrive:
      Re: Cracker contro Cracker
      - Scritto da: nessuno53
      Come?

      non c'è più il cracker che
      cracka programmi e giochi, codici e numeri
      seriali e li offre pure gratis facendosi
      bello apponendo nome e cognome fra i
      caratteri asci del suo lavoretto?

      Come?

      Si è specializzato in ricatti
      prediligendo i siti di scommesse dove
      girano i soldi di deboli menti viziose
      cadute nel giro dei casinò virtuali,
      e se non è soddisfatto gli telefona a
      casa, Questi cracker sono sempre esistiti, è un problema dei media se li hanno sempre chiamati erroneamente hacker.

      e si organizza e forma bande

      Pure?


      haaa hooooooooooo huuuuuuuuuuuuuuuu
      :| e' come se un bel giorno i media dicono. che N53 è una seghetaria.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cracker contro Cracker

        e' come se un bel giorno i media dicono. che
        N53 è una seghetaria.:pfai le seghetarie tueche io sono la segretaria di mio marito e faccio quello che mi pare8)N53
  • Anonimo scrive:
    E' giunta l'ora..
    ..di cambiare. Internet oramai ha una diffusione capillare nel mondo ed e' entrata a far parte della vita quotidiana era pertanto perfettamente prevedibile che avrebbe portato a nuove problematiche come a suo tempo e' successo per ogni nuovo mezzo che avesse implicazioni sociali di massa : posta, tv , radio, aerei, macchine droghe etc. A molti bruciera' ammetterlo (me incluso) ma se non adesso , a breve sara' necessario mettere alcuni argini a questo far west. Nessuno si sognerebbe di pensare che sia una follia controllare i pacchi postali per evitare che la gente invii dellle bombe, allo stesso modo sara' necessario agire in maniera tale che i cracker non possano mettere in ginocchio la rete con dinamiche varie.
  • Anonimo scrive:
    Strategie
    Non so voi, io non mi fido più di niente. Oggi giorno assistiamo inconsapevoli a fatti o misfatti che nulla hanno a che fare con il razionale, una delle strategie di mercato di rappresentanza è quella di inviare finti acquirenti nei negozi chiedendo un determinato articolo ben sapendo che questi manca nei scaffali, questo fa si che all'ingresso del rappresentante il titolare del negozio firmi un contratto per avere il prodotto rappresentato e ovviamente richiesto, peccato che dopo aver firmato l'ordine scompaiano anche gli acquirenti.Ora questo mi fa pensare che se nel piccolo la truffa è in agguato, nulla impensierisce che ha un volume ben più grande di vendita, ovviamente non bisogna pensare che chi lavori nel settore si morda la coda conoscendone il risultato, vuoi per il guadagno o per il licenziamento in tronco per la diffusione di strategie aziendali. Seguendo conseguentemente questo concetto, ritengo notizie come queste svianti per le realtà, in quanto la rete è un proliferarsi di conoscenza e questa non è concepita da chi ovviamente ha interesse che il mondo cammini sulla strada dell'ignoranza, questo permette di incanalare notizie obsolete piuttosto che reale informazione.Purtroppo c'è da constatare che con l'istruzione obbligatoria si son dati la zappa sui piedi, la gente studia, impara e gestisce le sue idee, conseguentemente rimane più difficile gestire le masse saccenti confronto a quelle dominate con l'ignoranza, il dialogo multimediale fa il resto e credo sia per questo che sempre più chi ha da temere, vorrebbe la rete bindata dove compaiano solo notizie faziose come avviene con giornali e telegiornali, che sovvenzionati dai vari Stati poi di conseguenza emettono solo notizie di privato interesse e non certo del pubblico.Tutto questo per dire cosa? per confermare che come me sono tantissimi che ad una notizia del genere non credono, quale concetto può portare un cracker a fare una ritorsione del genere, con una richiesta quasi ridicola nei confronti di un'agenzia di scommesse i cui i soli entroiti si potrebbe estorcere di più e senza molestia alcuna? che senso ha intimidire uno che ha un vasto reddito (come la parte lesa) con l'immissione di immagini pedopornografiche? ha del ridicolo! anche perchè basterebbe cambiare nome al sito e trasferirne il server, quindi non credo neanche che chi guadagna abbia problemi col trasferimento, l'azzardo è un vizio conclamato e chi lo ha, non ha remore nel seguirlo altrove.Per me questa notizia è un falso sforviante, ovviamente ognuno poi gestisce i suoi pensieri.Auguro a tutti una felice giornata, lasciandovi con una massima che a me ha aperto il pensiero:FATTI FURBO, CHE STUPIDO GIA' CI SEI...
    • Anonimo scrive:
      Re: Strategie
      "Oggi giorno assistiamo inconsapevoli a fatti o misfatti che nulla hanno a che fare con il razionale...etc etc"Pensi veramente che sia un caratteristica peculiare dei nostri tempi? la truffa piu o meno contorta esiste dalla notti dei tempi...nulla di nuovo."Seguendo conseguentemente questo concetto, ritengo notizie come queste svianti per le realtà, in quanto la rete è un proliferarsi di conoscenza e questa non è concepita da chi ovviamente ha interesse che il mondo cammini sulla strada dell'ignoranza, questo permette di incanalare notizie obsolete piuttosto che reale informazione."Tesi lecitissima ma a mio parere male applicata. Trovo sicuramente in un ambito come la Tv tutt'ora piu massificato il campo giusto in cui dare sfogo alle teorie complottistiche."Tutto questo per dire cosa? per confermare che come me sono tantissimi che ad una notizia del genere non credono,...etc etc"Puo anche darsi che hai ragione,chissa', ma personalmente non ho grandi ritrosie a credere nella veridicita' di una simile notizia, ma soprattutto non vedo una diretta connessione tra la persecuzione di tali crimini e la manipolazione della rete. Pensa alla Cina e chiediti in base a quali presupposti il potere politico ha scelto la via della censura, non mi risulta fosse per reprimere particolari crimini , ma semmai dichiaratamente per motivi ideologico morali.Barone K
  • Anonimo scrive:
    GRAZIE PUNTO INFORMATICO!!!
    Finalmente noto che (seppur in qualche rara occasione) vengono utilizzati i termini giusti!!!! CRACKER e non HACKERS!!!!! Anche se la notizia sarà stata riportata, grazie comunque per non aver abusato (come fà praticamente ogni organo d'informazione) della parola Hacker.E' bene che la gente sappia che queste persone, chiedo scusa, DELINQUENTI, hanno un nome preciso: CRACKER (salati in superfice ;-) )Hex.
    • Anonimo scrive:
      Re: GRAZIE PUNTO INFORMATICO!!!
      ultimo ma sei arrivato. ben sveglio! vatti a vedere il loro archivio e troverai sempre la parola cracker. qui c'e' pure chi dice che si mangiano.
    • Brontoleus scrive:
      Re: GRAZIE PUNTO INFORMATICO!!!
      - Scritto da: Anonimo
      Finalmente noto che (seppur in qualche rara
      occasione) vengono utilizzati i termini
      giusti!!!! CRACKER e non HACKERS!!!!!Punto Informatico è una testata seria (PS non ci guadagno nulla a dirlo :D), mica come i media generalisti che se dicono hacker la gente pensa ai pirati (e cioè ai cracker), mentre se dicono cracker la gente pensa ai grissini.Punto Informatico ha un pubblico più colto e non solo fa informazione ma il 99% di chi lo legge queste cose già le sa...
    • Anonimo scrive:
      Re: GRAZIE PUNTO INFORMATICO!!!
      Quindi posso immaginare che ne pensi della pubblicità della Symatech con la "massaia" e la scritta "Mentre eri fuori gli hacker hanno cercato di entrare".:D :D :D :D :D :DBeh, che i firewall servano é ovvio, ma la pubblicità era ributtante... XD
    • Alessandrox scrive:
      Re: GRAZIE PUNTO INFORMATICO!!!
      - Scritto da: Anonimo
      grazie comunque per non aver abusato (come
      fà praticamente ogni organo
      d'informazione) della parola Hacker.
      E' bene che la gente sappia che queste
      persone, chiedo scusa, DELINQUENTI, hanno un
      nome preciso: CRACKER (salati in superficeSi ma bastardidentro :-D
    • Anonimo scrive:
      Ridicolo! Was: GRAZIE PUNTO INFORMATICO!
      Ma chi se ne frega della differenza fra hacker e cracker, tra l'altro non e' la prima volta che viene proposta cari i miei ignoranti ragazzini linusari dell'ultim'ora!10 anni fa gli hacker erano quelli che diffondevano programmi pirati e i cracker erano quelli che sproteggevano i programmi.Quindi non siete neanche originali, copioni!Di una supposta differenza fra hacker e cracker me ne sbatto. Se mi entra nella macchina un hacker o un cracker il risultato e' il medesimo: devo segare tutto. I reati commessi da questa gentaglia sono gli stessi. Per me fare differenze e' puro esercizio di stile e perdita di tempo.
      • Anonimo scrive:
        Re: Ridicolo! Was: GRAZIE PUNTO INFORMAT

        I reati
        commessi da questa gentaglia sono gli
        stessi. Per me fare differenze e' puro
        esercizio di stile e perdita di tempo.Stai dando della "gentaglia" e attribuendo reati a una categoria che comprende migliaia di persone e che può essere identificata con centinaia di comunità con iscritti con tanto di nomi e cognomi, quindi stai calunniando e insultando persone reali.Spero che qualcuno con tempo da perdere stia navigando nel forum e decida di perdere tempo a sporegere una bella querela nei tui confronti per diffamazione, calunnia e oltraggio.
      • lele2 scrive:
        Re: Ridicolo! Was: GRAZIE PUNTO INFORMATICO!
        - Scritto da: Anonimo
        Ma chi se ne frega della differenza fra
        hacker e cracker, tra l'altro non e' la
        prima volta che viene proposta cari i miei
        ignoranti ragazzini linusari dell'ultim'ora!
        10 anni fa gli hacker erano quelli che
        diffondevano programmi pirati e i cracker
        erano quelli che sproteggevano i programmi.sta storia che gli hacher diffondevano i programmi piratati te la sei inventata tu
        Quindi non siete neanche originali, copioni!
        Di una supposta differenza fra hacker e
        cracker me ne sbatto.e sbagli Se mi entra nella
        macchina un hackerma dai!!!! o un cracker il risultato
        e' il medesimo: devo segare tutto. I reati
        commessi da questa gentaglia sono gli
        stessi. Per me fare differenze e' puro
        esercizio di stile e perdita di tempo.se adesso usi un computer e scrivi su PI probabilmente devi ringraziare gli hacker
      • Anonimo scrive:
        Re: Ridicolo! Was: GRAZIE PUNTO INFORMATICO!
        credo che questa lettura ti possa fare solo che bene ;)http://it.wikipedia.org/wiki/Hacker
  • Anonimo scrive:
    ALLARMI ECCESSIVI
    Sono allarmi messi in giro ad arte da chi ha interesse a screditare e controllare sempre + INTERNET.Prendere queste continue notizie con le dovute cautele.
    • Anonimo scrive:
      Re: ALLARMI ECCESSIVI
      - Scritto da: Anonimo
      Sono allarmi messi in giro ad arte da chi ha
      interesse a screditare e controllare sempre
      + INTERNET.
      Prendere queste continue notizie con le
      dovute cautele.Cautela? Rispetto a cosa? Rispetto a dei delinquenti che usano armate di computer Windows bucati per mettere KO siti di ogni genere? Cautela? E di che? Qui va cambiato OS altro che rotture. Non parlare di queste cose sarebbe gravissimo.
      • Anonimo scrive:
        Re: ALLARMI ECCESSIVI
        Miiiiiii che due marroni!!!!! Sempre a rompere con 'sta storia vecchia e trita del cambiare il sistema operativo!!! A che pro?!?!? Per poi arrivare che sarebbero migliaia di computer con Linux installato e bacato a fare da zombie? Ma per piacere!!! Avete rotto trolloni.
      • Brontoleus scrive:
        Re: ALLARMI ECCESSIVI
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Sono allarmi messi in giro ad arte da

        chi ha interesse a screditare e

        controllare sempre + INTERNET.

        Prendere queste continue notizie con le

        dovute cautele.
        Cautela? Rispetto a cosa? Rispetto a dei
        delinquenti che usano armate di computer
        Windows bucati per mettere KO siti di ogni
        genere? Cautela? E di che? Qui va cambiato
        OS altro che rotture. Non parlare di queste
        cose sarebbe gravissimo.Penso che l'autore del post originale si riferisse non tanto al ricatto e al DDOS in sé quanto all'uso di pedoporno.
        • Anonimo scrive:
          Re: ALLARMI ECCESSIVI
          Invece sono d'accordissimo sul fatto che eventi del genere potrebbero segnare piu' che la manipolazione della rete semmai il viraggio verso sistemi operativi piu adeguati. Microsoft gia' oggi rappresenta una palla al piede per la tecnologia non supportando con il suo OS la tecnologia a 64bit e rappresenta un anomalia nel capitalismo moderno in quanto manipolatrice di un mercato cosi' avanzato come quello informatico a danno della concorrenza e quindi dell'utente finale.Sicuramente il passaggio a *nux vari non risolverebbe definitivamente il problema del cracking ma sicuramente protrebb arginare , se avete modo di usare sia piattafome Windows che OS X sapete benissimo a cosa mi riferisco.Barone K
          • Anonimo scrive:
            [OT] Re: ALLARMI ECCESSIVI
            Ma che microsoft e linux e macos, ... Basta un antivirus, un antispyware e una firewall. Che poi alcuni SO siano meno vulnerabili e/o meno sfruttati da programmi maligni in generale è un altro discorso. Ma anche XP originale, senza patch, con una firewall, un antivirus, magari qualche servizio disabilitato (e un browser con meno problemi) non diventa uno zombie spara DDoS, almeno non da solo.Più che cambiare SO, è necessario cambiare la testa agli utenti !!!Specialmente a quelli che aprono ogni allegato perchè magari si vede una donnina nuda o che disabilitano antivirus e firewall installati da amici cauti perchè "rallentano il computer" (sic, mi è capitato anche questo).madder (win)(linux)(apple)
          • Anonimo scrive:
            Re: ALLARMI ECCESSIVI
            uhm... win64 esiste dal... 1992, linux ancora non sapeva cos'era un hard disk, ma informarsi prima di parlare no? troppo difficile vero?
      • Anonimo scrive:
        Re: ALLARMI ECCESSIVI
        "Qui va cambiato OS altro che rotture"Va cambiato OS?Comincia tu.
  • Anonimo scrive:
    Speriamo non accada in Italia
    Già mi vedo gestori di siti dietro le sbarre perchè qualcuno ha inviato e-mail a loro insaputa.
    • Alessandrox scrive:
      Re: Speriamo non accada in Italia
      - Scritto da: Anonimo
      Già mi vedo gestori di siti dietro le
      sbarre perchè qualcuno ha inviato
      e-mail a loro insaputa.IO, per esempio, sarei a rischio SEMPRE :-)A me succede di ricevere mail di protesta di gente che "infamandomi" dice "BASTAAA non ne posso piu' del TUO SPAM!!!"Come se c' entrassi qualcosa.... BAh.Chiaramente leggersi un po' le intestazioni essendo roba da "espertoni" e' fuori discussione... e dire che in giro l' unico indirizzo che lascio e' user.togli@despammed.com ... (e pure con lo user modificato).Bah a volte bisogna mettersi l' animo in pace e prendere la vita cosi' com'e'.Pace e bene
  • antonellaS scrive:
    internet un'arma?
    può darsi.Avere una pistola non è reato, costruire una pistola non è reato. Quando la si usa per uccidere, allora diventa reato.Per internet è lo stesso. E' la persona che usa in modo sbagliato la rete che deve essere perseguibile, non lo strumento.Si rischia la caccia alle streghe che porterà al controllo della rete.Chi dossa, chi ricatta, chi usa bambini, chi infanga le persone....non meritano nè pietà nè niente.Inutile smanicarsi tanto.. la giustizia farà il suo corsosalutiantonella
    • Anonimo scrive:
      Re: internet un'arma?
      Peccato che il problema di fondo sia la sicurezza di internet che non esiste :(- Scritto da: antonellaS
      può darsi.
      Avere una pistola non è reato,
      costruire una pistola non è reato.
      Quando la si usa per uccidere, allora
      diventa reato.
      Per internet è lo stesso. E' la
      persona che usa in modo sbagliato la rete
      che deve essere perseguibile, non lo
      strumento.
      Si rischia la caccia alle streghe che
      porterà al controllo della rete.
      Chi dossa, chi ricatta, chi usa bambini, chi
      infanga le persone....
      non meritano nè pietà
      nè niente.
      Inutile smanicarsi tanto.. la giustizia
      farà il suo corso
      saluti
      antonella
  • Anonimo scrive:
    pedohe?
    hai una rete per dossare un sito ad altro traffico e per 5mila sterline vai ad inguaiarti con la pornografia infantile?qualcosa non mi torna, mi sembra una scusa da parte della societa' di commesse per dare risato alla faccenda e dare scacco ai cracker.
  • Anonimo scrive:
    e la colpa di chi è?
    non l'ho scritto io, ma cito e condivido:"Peccato che non sono server malgestiti a essere usati come base di lancio degli attacchi ma milioni di computer Winzoz introiati di virus di proprieta' di ignari utonti comuni."Morale: M$ è colpevole in via indiretta di una nuova forma di terrorismo/estorsione informatica...(apple)
    • Brontoleus scrive:
      Re: e la colpa di chi è?
      - Scritto da: Anonimo
      Morale: M$ è colpevole in via
      indiretta di una nuova forma di
      terrorismo/estorsione informatica...Diciamo che la diffusione degli utonti è per lo più su sistemi Windows, ma c'è anche una buona percentuale di chi Windows lo sa usare e non rende la sua macchina vulnerabile...Se poi c'è chi non sa cosa siano i firewall e magari non usa nemmeno Windows Update... sì ok, Windows è buggato di suo e fa schifo, ma una buona parte della colpa è sua.
      • Anonimo scrive:
        Re: e la colpa di chi è?
        MS è responsabile, ma solo in parte.E' la mancanza di conoscenza delle persone la vera responsabile.Si può guidare senza patente? No.Si può usare il computer ed in particolare la rete senza una decorosa conoscenza? No.Problema: mancanza di conoscenzaSoluzione: responsabilizzazione dell'utente verso i reali problemi di sicurezza, come? informando!!
        • Anonimo scrive:
          Re: e la colpa di chi è?
          NO!LA COLPA E' SOLO E SOLTANTO DI MICROSOFT. SE IO SONO IGNORANTE... NON VA BENE... MA SE IO PAGO PER QUALCOSA CHE NON DEVE AVERE PROBLEMI E INVECE DI PROBLEMI NE HA TANTI ALLORA NON VA PROPRIO BENE!by Flamemaker
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            - Scritto da: Anonimo
            NO!

            LA COLPA E' SOLO E SOLTANTO DI MICROSOFT. SE
            IO SONO IGNORANTE... NON VA BENE... MA SE IO
            PAGO PER QUALCOSA CHE NON DEVE AVERE
            PROBLEMI E INVECE DI PROBLEMI NE HA TANTI
            ALLORA NON VA PROPRIO BENE!

            by Flamemaker1) non urlare... è mattina presto :)2) se tu acquisti Windows, sei consapevole che come tutti i software non può essere "BUG FREE 100%", oltretutto la loro licenza d'uso dice chiaramente che loro (MS) non possono essere ritenuti responsabili di danni causati dal loro software.Cosa fare allora?qui le scelte sono due.. la prima ti tieni windows e ti incavoli poco se scopri che è buggato perchè lo sapevi da prima, la seconda scegli un altro OS, perchè nessuno ti obbliga ad acquistare un loro prodotto.Preciso che uso sia al lavoro che a casa tutti i prodotti Microsoft e sono mediamente soddisfatto della loro qualità, anche perchè sin dal principio ho messo al primo posto la sicurezza dei PC e dei server che uso e facendo le corna ... finora non mi è mai successo niente per cui maledire la Microsoft.saluti
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?

            la seconda scegli un altro OS,
            perchè nessuno ti obbliga ad
            acquistare un loro prodotto.ah no?prova ad andare in un *qualsiasi* negozio di computer e acquista un computer, magari portatile.Percaso ci sono varie configurazioni con vari s.o. ?Percaso ti propongono la versione senza s.o. cosi' ci installi quel che vuoi (e non solo GNU.Linux ma anche win2k, o 98) ?NO ! Percui è vero che MI OBBLIGANO ad acquistare un loro prodotto.
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            - Scritto da: Anonimo

            la seconda scegli un altro OS,

            perchè nessuno ti obbliga ad

            acquistare un loro prodotto.

            ah no?
            prova ad andare in un *qualsiasi* negozio di
            computer e acquista un computer, magari
            portatile.

            Percaso ci sono varie configurazioni con
            vari s.o. ?
            Percaso ti propongono la versione senza s.o.
            cosi' ci installi quel che vuoi (e non solo
            GNU.Linux ma anche win2k, o 98) ?
            NO !
            Percui è vero che MI OBBLIGANO ad
            acquistare un loro prodotto.Vuoi sapere di più:- Iniziativa "PC ai docenti"PC disponibili:- Mac (mac OSX)- PC: tutti con Windows, ma uno ( http://www.acer.it/campaigns/pc_docenti.htm ) ha Suse opzionale: se lo vuoi devi PAGARE DI PIU', perchè non è in sostituzione, ma in AGGIUNTA! :|:s:@:'(Saluti.....................Enrico (linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?

            Vuoi sapere di più:
            - Iniziativa "PC ai docenti"
            PC disponibili:
            - Mac (mac OSX)
            - PC: tutti con Windows, ma uno (
            www.acer.it/campaigns/pc_docenti.htm ) ha
            Suse opzionale: se lo vuoi devi PAGARE DI
            PIU', perchè non è in
            sostituzione, ma in AGGIUNTA! :|:s:@:'(windows è il materiale di capitolato che si trova in un nuovo computerfa schifo ed è la prima cosa che togli ma ti tocca pagarlo
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            - Scritto da: Anonimo

            Percaso ti propongono la versione senza s.o.
            cosi' ci installi quel che vuoi (e non solo
            GNU.Linux ma anche win2k, o 98) ?
            NO !E tu hai provato ad aprire bocca?Prego.
          • Bombardiere scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            NO!



            LA COLPA E' SOLO E SOLTANTO DI
            MICROSOFT. SE

            IO SONO IGNORANTE... NON VA BENE... MA
            SE IO

            PAGO PER QUALCOSA CHE NON DEVE AVERE

            PROBLEMI E INVECE DI PROBLEMI NE HA
            TANTI

            ALLORA NON VA PROPRIO BENE!



            by Flamemaker

            1) non urlare... è mattina presto :)
            2) se tu acquisti Windows, sei consapevole
            che come tutti i software non può
            essere "BUG FREE 100%", oltretutto la loro
            licenza d'uso dice chiaramente che loro (MS)
            non possono essere ritenuti responsabili di
            danni causati dal loro software.Quindi ammettono anche loro che i software che producono sono una bomba ad orologeria...... questo dovrebbe far riflettere.
            Cosa fare allora?
            qui le scelte sono due.. la prima ti tieni
            windows e ti incavoli poco se scopri che
            è buggato perchè lo sapevi da
            prima, la seconda scegli un altro OS,
            perchè nessuno ti obbliga ad
            acquistare un loro prodotto.ùNON ti obbligano? Allora perchè nei pc c'è sempre il sistema windows xp preinstallato, e se richiedi un altro OS al rivenditore, quasi sempre fa storie?
            Preciso che uso sia al lavoro che a casa
            tutti i prodotti Microsoft e sono mediamente
            soddisfatto della loro qualità, anche
            perchè sin dal principio ho messo al
            primo posto la sicurezza dei PC e dei server
            che uso e facendo le corna ... finora non mi
            è mai successo niente per cui
            maledire la Microsoft.

            saluti(IMHO) se fai qualcosa che non comprende il giocare, o navigare in internet, potresti avere seri problemi di sicurezza.
          • Brontoleus scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            - Scritto da: Anonimo
            MA SE IO
            PAGO PER QUALCOSA CHE NON DEVE AVERE
            PROBLEMITu paghi per avere la licenza di usare qualcosa, che POTREBBE avere problemi. Siccome l'uomo non è perfetto e non esisterà mai il programma esente da bachi, l'OS esente da bachi, il computer esente da bachi, proprio perché quello che tu chiami "esente da bachi" può solo significare che per ora non li hai ancora scoperti questi bachi (ma qualcun altro potrebbe averlo fatto e sfruttare questa tua falsa sicurezza per farti dei danni).Quindi devi partire dal presupposto che qualunque cosa metti sul tuo computer (e Linux non fa eccezione) PUO' avere problemi, e il tuo dovere di utente è essere pronto a risolverli.
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?

            by FlamemakerDetto questo, detto tutto.Comunque anche io sono dell'idea che per usare un computer di qualunque sorta servano conoscenze.Certo, se qualcuno dice che il suo sistema operativo lo può installare anche mia nonna e che anche un contadino può gestire un server... oltre ad essere bugiardo (se i negozi di pc hanno un tariffario pianificato per reintallare os e aggiornare programmi ne avranno sentito la necessità) é anche un "terrorista al contrario".Quando compri XD ti danno il manualone come una volta?Un opuscolo su come accenderlo e spegnerlo...Quando mio padre ha comprato il pc mi ha dato un libro di Norton e mi ha detto: se non lo impari a memoria tu non tocchi il computer.Ha fato bene.
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            e tu col manualone di NORTON sei sicuro??Ma vi han plagiato da piccoli a voi.La conoscenza non è leggere quattro news group o due ML, non è neanche usare openskill come la bibbia o pensare che non esista nient'altro che winzoz update o apt-get upgrade.La conoscenza è fatta di 10-12 ore al giorno a leggere, studiare, provare, sudare, smontare, ecc...L'informazione chi ce la da? Quattro giornalisti patetici che appena beccano un virus gridano alla nuova minaccia del secolo??O ma mica siamo scemi, il millennium bug ancora grida vendetta!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: e la colpa di chi è?
      - Scritto da: Anonimo
      non l'ho scritto io, ma cito e condivido:

      "Peccato che non sono server malgestiti a
      essere usati come base di lancio degli
      attacchi ma milioni di computer Winzoz
      introiati di virus di proprieta' di ignari
      utonti comuni."

      Morale: M$ è colpevole in via
      indiretta di una nuova forma di
      terrorismo/estorsione informatica...

      (apple)Che fico .. quindi se metto sotto qualcuno con la mia 500 la colpa è della FIAT :)A che ora esci di casa?
      • Anonimo scrive:
        Re: e la colpa di chi è?
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        non l'ho scritto io, ma cito e
        condivido:



        "Peccato che non sono server malgestiti
        a

        essere usati come base di lancio degli

        attacchi ma milioni di computer Winzoz

        introiati di virus di proprieta' di
        ignari

        utonti comuni."



        Morale: M$ è colpevole in via

        indiretta di una nuova forma di

        terrorismo/estorsione informatica...



        (apple)

        Che fico .. quindi se metto sotto qualcuno
        con la mia 500 la colpa è della FIAT
        :)Colpevole NO! Ma se la FIAT avesse fatto una 500 con un impianto frenante da schifo, tenuta zero e sterzo che non risponde "in tempo" e non ti desse la possibilità di schivare e fosse l'unica macchina che puoi usare su certe strade (e fosse diffusa proprio per questo), non pensi che QUALCHE colpa ce l'avrebbe?Saluti..................Enrico (linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: e la colpa di chi è?

          Colpevole NO! Ma se la FIAT avesse fatto una
          500 con un impianto frenante da schifo,
          tenuta zero e sterzo che non risponde "in
          tempo" e non ti desse la possibilità
          di schivare e fosse l'unica macchina che
          puoi usare su certe strade (e fosse diffusa
          proprio per questo), non pensi che QUALCHE
          colpa ce l'avrebbe?

          Saluti...
          ...............Enrico (linux)Personalmente non ho mai avuto software o hardwaresenza trovare allegato "non ci riteniamo responsabili delmalfunzionamento...eventuali danni provocati non sarannoriconosciuti...la presenza di bugs non da diritoo a..." evia dicendo, se conosci qualche azienda dammi il nominativo. Grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            - Scritto da: Anonimo

            Colpevole NO! Ma se la FIAT avesse
            fatto una

            500 con un impianto frenante da schifo,

            tenuta zero e sterzo che non risponde
            "in

            tempo" e non ti desse la
            possibilità

            di schivare e fosse l'unica macchina che

            puoi usare su certe strade (e fosse
            diffusa

            proprio per questo), non pensi che
            QUALCHE

            colpa ce l'avrebbe?



            Saluti...

            ...............Enrico (linux)
            Personalmente non ho mai avuto software o
            hardware
            senza trovare allegato "non ci riteniamo
            responsabili del
            malfunzionamento...eventuali danni provocati
            non saranno
            riconosciuti...la presenza di bugs non da
            diritoo a..." e
            via dicendo, se conosci qualche azienda
            dammi il nominativo. GrazieHo forse detto che NON deve avere errori? Ho solo detto che non deve essere una groviera! (vabbè, ai topi la groviera piace...)Se la FIAT ingorasse i problemi di sicurezza solo per poter fare un'auto più colorata, tutti si arrabbierebbero. Se poi i problemi li risolvesse con MESI di ritardo, ancora peggio!Qui non si parla di perfezione, si parla del minimo.Gli altri software (tutti i maggiori) hanno una programmazione più attenta, quindi la più grossa (e ricca) SW del mondo potrebbe anche impegnarsi un po' di più per fare qualcosa di sicuro! Potrebbe impegnarsi un po' di più per fare in modo che il rilascio delle pezze non crei problemi: sai quanti non aggiornano per paura che poi non gli va più e loro non saprebbero cosa fare? Non sto parlando del professionista, ma dell'utonto comune casalingo o aziendale, magari con ADSL super-veloce forfettaria.Saluti........................Enrico (linux)
        • Anonimo scrive:
          Re: e la colpa di chi è?
          - Scritto da: Anonimo
          Colpevole NO! Ma se la FIAT avesse fatto una
          500 con un impianto frenante da schifo,
          tenuta zero e sterzo che non risponde "in
          tempo" e non ti desse la possibilità
          di schivare e fosse l'unica macchina che
          puoi usare su certe strade (e fosse diffusa
          proprio per questo), non pensi che QUALCHE
          colpa ce l'avrebbe?

          Saluti...
          ...............Enrico (linux)"se la FIAT avesse"?Perchè usi il congiuntivo, la FIAT è esattamente come l'hai descritta (a parte il discorso sull'unica che puoi usare per certe strade).Eppure di colpe non glie ne danno :|
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa di chi è?
            - Scritto da: Anonimo

            - Scritto da: Anonimo

            Colpevole NO! Ma se la FIAT avesse
            fatto una

            500 con un impianto frenante da schifo,

            tenuta zero e sterzo che non risponde
            "in

            tempo" e non ti desse la
            possibilità

            di schivare e fosse l'unica macchina che

            puoi usare su certe strade (e fosse
            diffusa

            proprio per questo), non pensi che
            QUALCHE

            colpa ce l'avrebbe?



            Saluti...

            ...............Enrico (linux)

            "se la FIAT avesse"?
            Perchè usi il congiuntivo, la FIAT
            è esattamente come l'hai descritta (a
            parte il discorso sull'unica che puoi usare
            per certe strade).
            Eppure di colpe non glie ne danno :|OK, metti Mercedes, Maserati, Ferrari, BMW, Opel...., il discorso NON cambia!Saluti..................Enrico (linux)P.S.: io la FIAT l'ho. OK non faccio gare, ma non mi sembra così male, rispetto alle altre. Le pecche di FIAT sono ben altre...
    • Anonimo scrive:
      Re: e la colpa di chi è?
      - Scritto da: Anonimo
      non l'ho scritto io, ma cito e condivido:

      "Peccato che non sono server malgestiti a
      essere usati come base di lancio degli
      attacchi ma milioni di computer Winzoz
      introiati di virus di proprieta' di ignari
      utonti comuni."

      Morale: M$ è colpevole in via
      indiretta di una nuova forma di
      terrorismo/estorsione informatica...E' ovvio che per un cracker è inutile sbattersi per trovare bug e sviluppare virus per 3 s.o. in croce e 4 gatti che li usano quando si può fare la stessa cosa per milioni di PC Win : quando ci saranno in giro altrettante workstation Apple e/o Linux (se mai accadrà) vedrai che inizieranno a studiare anche sulle loro vulnerabilità ed usciranno altrettanti trojan/spyware/malware anche per questi sistemi operativi, ma fino ad allora le tue teorie sono senza fondamento 8)(win)
      • Anonimo scrive:
        Re: e la colpa è di utonti come te!
        - Scritto da: Anonimo
        E' ovvio che per un cracker è inutile
        sbattersi per trovare bug e sviluppare virus
        per 3 s.o. in croce e 4 gatti che li usano
        quando si può fare la stessa cosa per
        milioni di PC Win : quando ci saranno in
        giro altrettante workstation Apple e/o Linux
        (se mai accadrà) vedrai che
        inizieranno a studiare anche sulle loro
        vulnerabilità ed usciranno
        altrettanti trojan/spyware/malware anche per
        questi sistemi operativi, ma fino ad allora
        le tue teorie sono senza fondamento 8)
        (win)Quoto in pieno, hai espresso alla grande LA VERITA' (che al linaro fa male lo so :D ) !!!
        • Anonimo scrive:
          Re: e la colpa è di utonti come te!
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo

          E' ovvio che per un cracker è
          inutile

          sbattersi per trovare bug e sviluppare
          virus

          per 3 s.o. in croce e 4 gatti che li
          usano

          quando si può fare la stessa
          cosa per

          milioni di PC Win : quando ci saranno in

          giro altrettante workstation Apple e/o
          Linux

          (se mai accadrà) vedrai che

          inizieranno a studiare anche sulle loro

          vulnerabilità ed usciranno

          altrettanti trojan/spyware/malware
          anche per

          questi sistemi operativi, ma fino ad
          allora

          le tue teorie sono senza fondamento 8)

          (win)

          Quoto in pieno, hai espresso alla grande LA
          VERITA' (che al linaro fa male lo so :D )
          !!!E allora com'è che attaccano più IIS da Apache?Sempre la solita motivazione senza senso!Saluti....................Enrico (linux)
          • Anonimo scrive:
            Re: e la colpa è di utonti come te!

            E allora com'è che attaccano
            più IIS da Apache?
            Sempre la solita motivazione senza senso!E' vero.Son curioso cosa si inventano adesso i burattini di bill gaytz
      • Anonimo scrive:
        Re: e la colpa di chi è?


        "Peccato che non sono server malgestiti
        a

        essere usati come base di lancio degli

        attacchi ma milioni di computer Winzoz

        introiati di virus di proprieta' di
        ignari

        utonti comuni."



        Morale: M$ è colpevole in via

        indiretta di una nuova forma di

        terrorismo/estorsione informatica...

        [ bla bla bla .... ]
        ma fino ad allora
        le tue teorie sono senza fondamento 8)veramente sono le tue teorie ad essere senza fondamento.Quello che ha citato è la realta' e NON è in discussione: come base di lancio sono usati computer win pieni di virus !Se alla diffusione di s.o. alternativi corrisponda una facilità di infezione come con win è tutta da verificare e sicuramente per ora la tua teoria SENZA FONDAMENTO !
    • Anonimo scrive:
      Re: e la colpa di chi è?
  • Anonimo scrive:
    Re: Il vero problema...
    Dovrebbero incominciare a dare multe a chi gestisce server e, senza prestare ordinaria diligenza, permete di lanciare attacchi verso altri server. Un po' come uno che dimentica la pistola carica col colpo in canna sul muretto. Brutto paragonare un server a una pistola, ma da qualche parte bisogna iniziare.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero problema...
      Meditate,gente meditate!!!! !!!!!
      • Brontoleus scrive:
        [OT] Re: Il vero problema...
        - Scritto da: Anonimo
        Meditate,gente meditate!!!! !!!!!Vi prego, basta con questa frase di Renzo Arbore sulla birra...
        • Anonimo scrive:
          Re: [OT] Re: Il vero problema...
          - Scritto da: Brontoleus

          - Scritto da: Anonimo

          Meditate,gente meditate!!!! !!!!!
          Vi prego, basta con questa frase di Renzo
          Arbore sulla birra...quoto e applaudo!!! ne abbiamo le scatole piene... anche perchè ritengo che chiunque, anche quelli che fanno interventi OT o stupidi.. a loro parere hanno meditato ( manco fossero dei santoni ) quindi è tutto fiato sprecato.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero problema...
      Peccato che non sono server malgestiti a essere usati come base di lancio degli attacchi ma milioni di computer Winzoz introiati di virus di proprieta' di ignari utonti comuni.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il vero problema...
      "Un po' come uno che dimentica la pistola carica col colpo in canna sul muretto."La pistola serve solo per uccidere. Il server no. Il tuo esempio è tatalmente sbagliato.Analogia più azzeccata è l'automobile. Serve per viaggiare, ma anche per fare rapine/investire pedoni/rapire le persone.Non puoi condannare nessuno se lascia l'automobile fuori dal box o senza antifurto o perfino aperta con la chiave inserita.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il vero problema...
        Non penso si suggerissero condanne penali, ma civili. Nessuno puo' multare gli utonti :) perche' sarebbe invasione della privacy, ma chi amministra servers deve prendersi le sue responsabilita'. Sono contro le responsabilita' sui contenuti, un amministratore non puo' passare tutto il giorno a controllare cosa scrive la gente, ma le patch vanno installate e questo e' compito degli amministratori. Se non lo vogliono fare, si diano al giardinaggio :-)
        • Anonimo scrive:
          Re: Il vero problema...
          intendevo utonti domestici, utonti serveristi andrebbero multati.
          • Anonimo scrive:
            Re: Il vero problema...
            - Scritto da: Anonimo
            intendevo utonti domestici, utonti
            serveristi andrebbero multati.Si vabbè.. ma renditi conto che qui si sottolinea sempre la colpa di chi subisce un torto (gli entrano nel server a sua insaputa) e si ignora quella di chi compie l'azione illegale...
  • Anonimo scrive:
    nuovi picciotti
    di mafia cracker
  • Anonimo scrive:
    bwahahaha
    Usano la migliore arma possible, quella temuta piu' di ogni altra cosa, quella per la quale anche le misure piu' liberticide bengono giustificate. Era solo questione di tempo prima che qualcuno la usasse per ricattare.
  • Anonimo scrive:
    eh?


    Si sta aprendo una nuova più aspra fase dei ricatti via Internet ideati da bande di cracker?A quando la rivolta dei grissini?:|
    • Anonimo scrive:
      Re: eh?
      - Scritto da: Anonimo


      Si sta aprendo una nuova più
      aspra fase dei ricatti via Internet ideati
      da bande di cracker?

      A quando la rivolta dei grissini?:|barra degli indirizzi: dict crackercomputers, typically to do malicious things; "crackers are often mistakenly called hackers"
    • Anonimo scrive:
      Re: eh?
      - Scritto da: Anonimo


      Si sta aprendo una nuova più
      aspra fase dei ricatti via Internet ideati
      da bande di cracker?

      A quando la rivolta dei grissini?:|non parlare a vanvera ignorante (nel senso che ignori)per chiarirti le ideee leggiti questo:http://catb.org/~esr/jargon/html/-respect-vnode
Chiudi i commenti