LinuxNews/ Vicinissimo lo standard Linux

Il Linux Standard Base è nella fase finale della scrittura delle specifiche per Linux: pubblicata la versione LSB 0.9


Il team dell’ LSB ha pubblicato la versione 0.9 delle Linux Standard Base Specifications. Ora si è nella fase pubblica di RFC (Request For Comments), che terminerà mercoledì 6 Giugno 2001, data oltre la quale la bozza diverrà definitiva e verrà adottata dal Free Standards Group.

L’LSB è basato su diversi standard che sono largamente diffusi nell’industria e nella comunità degli sviluppatori e, tra questi, sono inclusi
– ELF & TIS 1.2
– FHS 2.2
– ISO C90 & C99
– LFS 1.5
– POSIX.1
– POSIX.2
– SUS (CURSES, XBD, XCU, XNS, XSH, XSH95)
– standard base d’interfaccia

Sono tanti i partecipanti e gli sponsor dell’iniziativa, come annunciato qualche mese fa.

Uno dei maggiori timori delle aziende è l’avere applicazioni incompatibili tra le varie distribuzioni.
E per fugare queste paure che molti sforzi sono stati compiuti da LSB per sviluppare e promuovere una serie di standard che aumentino la compatibilità tra le varie distribuzioni consentendo così, ad ogni applicativo, di girare indifferentemente su qualsiasi sistema oprativo basato su Linux.

A cura di
Soluzioni Open-Source

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    Arbitrìo nel nome, ma legale....
    ..Senz'altro non è elegante usare il nome della First Lady ceca per propagandare un sito dai contenuti non propriamente da educande. Sui contenuti non posso esprimermi, non avendo visitato il sito, ma sembra di capire che - a parte lo scorretto uso del nome (penalmente rilevante) - l'organizzatore contro il quale si volgono gli strali di Vaclav Havel non abbia violato alcuna legge, ma semplicemente i "principi morali" cechi. Con buona pace dei censori di tutto il mondo, la pornografia in questo caso è senz'altro riprovevole, ma non è reato, visto che come "leit-motiv" ha attrici che, se somigliano alla moglie di Havel, hanno abbondantemente compiuto i 40 anni. Havel fu perseguitato per reati d'opinione, anni fa, cerchi di non dimenticarlo.
  • Anonimo scrive:
    E la Casa Bianca che dovrebbe dire?
    Sostituendo il .gov finale con .com si va a finire su un sito.. alternativo :-))ma non per questo la Casa Bianca grida allo scandalo, e neanche i visitatori..solo un cretino potrebbe equivocare sulla natura del sito.
  • Anonimo scrive:
    uhmm
    purtroppo il sito non si vede.. peccato
  • Anonimo scrive:
    A quando la moglie di Berlusconi ?
    AHAHAHAHAHAbella roba... quando vedremo la moglie di Berlusconi affianco alle foto di Britney Spears o o Pamela Anderson ? LOL LOL LOL =DW LA LIBERTA' DELLA RETE MONDIALE !!!!!!!!!!!
Chiudi i commenti