L'Irlanda si balocca con la net-tv

Per raggiungere gli irlandesi sparsi nel mondo varata una emittente digitale all-news che trasmette via broadband 24 ore su 24. 70 milioni i potenziali fruitori


Dublino – La banda larga per trasmettere contenuti televisivi agli irlandesi nel mondo: questo l’obiettivo di una nuova emittente digitale varata dal Primo Ministro irlandese Bertie Ahern.

Secondo Ahern si tratta della prima emittente di questo tipo. “Accolgo con grande piacere – ha affermato in diretta internet – il lancio del primo canale di news 24 ore su 24 dell’Irlanda. Auguro ogni successo come servizio di televisione digitale che punta a raggiungere la comunità irlandese nel mondo, più di 70 milioni di persone”.

Il nuovo canale all-news, raggiungibile dal sito della Ireland Live Television Networks (ILTN) , è costato nella fase di partenza qualcosa come 6,35 milioni di euro.

L’idea è quella di una serie di notiziari da 15 minuti capaci di riassumere le notizie più importanti su quanto accade in Irlanda e nel mondo e renderle disponibili online. L’accesso sarà gratuito e le spese saranno coperte – sperano gli editori – attraverso la pubblicità, in particolar modo quella dedicata alla promozione dei marchi irlandesi nel mondo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    a quando la distruzione della EEF?
    se è positivo sarà gratuito.se è gratuito scomparirà.
  • Anonimo scrive:
    LA CHICCA : IL CASO LUCA PANERAI.
    Uahuahauah, se volete farvi grasserisate, leggete il testo di un articolo che è comparso su Panorama News sull'hacking, ora ripreso dal portale di Clarence :http://www.clarence.com/contents/tecnologia/penne/panerai/articolo.html
  • Anonimo scrive:
    Informazione Corretta
    Io mi chiedo come gli sia venuto in mente. Nel senso che e' pregevole il tentativo, lo riconosco, ma se vai a leggere nelle pagine ci sono delle interpretazioni abbastanza forzate di certe notizie. Senza contare che in questi giorni parlare bene di Israele e' praticamente impossibile.
    • Anonimo scrive:
      Re: Informazione Corretta

      Io mi chiedo come gli sia venuto in mente.
      Nel senso che e' pregevole il tentativo, lo
      riconosco, ma se vai a leggere nelle pagine
      ci sono delle interpretazioni abbastanza
      forzate di certe notizie. Senza contare che
      in questi giorni parlare bene di Israele e'
      praticamente impossibile.Perche' e' impossibile? Uno stato assediato, un popolo perseguitato...
    • Anonimo scrive:
      Re: Informazione Corretta
      Concordo.Ho dato un'occhiata a quel sito e l'informazione non mi e sembrata poi tanto corretta.
    • Anonimo scrive:
      Re: Informazione Corretta
      Sarebbe meglio chiamarlo InformazioneScorretta! Un altro sito di propaganda israeliana altro che informazione corretta, e' uno schifo.
  • Anonimo scrive:
    Quindi anche P.I. e' di parte?
    "[...]com'è inevitabile che sia "di parte" chiunque abbia la pretesa di "dare informazioni" (diffidare di chi afferma la propria obiettività...)[....]"Quindi anche Punto Informatico e' "di parte", e ostentando la propria obiettivita', si prende gioco di noi poveri utenti?
    • Anonimo scrive:
      Re: Quindi anche P.I. e' di parte?
      Questa e' una interpretazione malevola. L'obiettivita', chiamiamola cosi', e' una meta, un traguardo. Ma devo ancora trovare qualcuno che abbia dichiarato di averla raggiunta e ci sia effettivamente riuscito. Non mi pare proprio che PI abbia *mai* rivendicato la propria obiettivita'.Ma e' tutto qui quello che ti viene in mente su quello che ho scritto?
      • Anonimo scrive:
        Re: Quindi anche P.I. e' di parte?
        Cosa deve venirmi in mente? Tu hai dato la notizia dell'apertura di una serie di siti, e questo e' un fatto che non discuto. Poi hai commentato questo fatto, esprimendo un'opinione secondo me discutibile e messa li' a bella posta per dare un finale "ad effetto" all'articolo. Solo che, nel mio caso, ha scaturito l'effetto opposto: e' come un bel film con un finale scemo: rovina tutto.Ovviamente, questa non e' la verita', ma un'opinione!!
Chiudi i commenti