L'ISP Homegate sceglie Fastweb

In una nota l'abbandono di MCI WorldCom e l'arrivo sulla rete del gruppo eBiscom


Milano – Homegate Srl, noto provider milanese, ha annunciato di aver “abbandonato” il suo fornitore storico, MCI WorldCom, in favore dei servizi su fibra ottica forniti da Fastweb.

Homegate, che fornisce servizi di connettività a tutto campo anche per le aziende, ha motivato la scelta sostenendo che “negli ultimi due anni abbiamo assistito ad un notevole aumento della nostra clientela: per mantenere alta la qualità dei nostri servizi ci aggiorniamo costantemente utilizziando sempre tecnologie all’avanguardia. Inoltre, la possibilità di collegarsi in fibra ottica, a 10Mbps, è senza dubbio la soluzione alle code locali in CDN”.

Secondo Homegate, la scelta della fibra ottica è finalizzata a supportare con maggiore efficienza e affidabilità i servizi di hosting, housing, streaming e navigazione web.

Per saperne di più su Homegate, clicca qui .

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    SOlo In italy
    Si pero non e' manco giusto pagare 5 milioni per un penetration test.
    • Anonimo scrive:
      Re: SOlo In italy
      - Scritto da: Mark
      Si pero non e' manco giusto pagare 5 milioni
      per un penetration test.E pagare Stanca si?????Battute a perte, dipende anche da quanto tempo ci mette... da quanto gli costa in termini di tempo (ricerche, aggiornamenti, studio...) e anche da quanti clienti ha!!! (se uno al mese va bene... anzie prende pochino considerando ca77i e mazzi della libera professione :)ciao
  • Anonimo scrive:
    Adesso io ora molto sicuro mi sento!
    Povera Italia..esponenti di governo che si esprimono in modo psichedelico.. e soldi dei contribuenti sperperati in costosissime licenze di software closed.:-(
  • Anonimo scrive:
    Sicurezza da pagliacci.
    Se si considera x un attimo la sudditanza che ha l'Italia, specie la Pubblica Amministrazione verso le inefficienti ed insicure tecnologie di Micro$oft, e' facilmente intuibile che continueremo ad avere i soliti sistemi costosi, pieni di bugs e falle di sicurezza. Basterebbe semplicemente passare ad affidabili sistemi Open Source come Linux, FreeBSD o MacOS X.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sicurezza da pagliacci.
      macosX non e' sicuro per una cippa, secondo le stesse dichiarazioni Apple, anzi e' tendenzialmente + insicuro (se escludiamo i problemi di stabilita') dei precedenti macOs.I *BSD e i *nix sono su un altro pianeta, anche se in effetti una soluzione mista *BSD/macosX potrebbe permettere il massimo di sicurezza (con buoni sysadmin, senza i quali non si fa nulla di nulla) e il massimo della user-friendlyness, partendo da una dotazione HW discreta.C'e' cmq taaaaanta strada da fare, e se quel buffone di Stanca crede di risolvere tutto in due giorni, e' un illuso...
Chiudi i commenti