Lo spamming, reato in Italia

di Valentina Frediani (ConsulenteLegaleInformatico.it) - Tra poche settimane il nuovo Codice di protezione dei dati personali renderà la vita assai più difficile a chi spamma. Ecco cosa cambia e quali sono le tutele per l'utente


Roma – Dal primo gennaio 2004 entrerà in vigore il Codice di protezione dei dati personali : il Codice garantisce che il trattamento dei dati personali si svolga nel rispetto dei diritti e delle libertà fondamentali, nonché della dignità dell?interessato con particolare riferimento alla riservatezza, all?identità personale ed al diritto alla protezione dei dati personali.

Il tutto deve avvenire secondo principi di armonizzazione, semplificazione ed efficacia delle modalità previste per la tenuta dei dati. Inoltre il codice si basa sul cosiddetto principio di necessità in quanto i sistemi informativi ed i programmi informatici devono essere configurati riducendo al minimo l?utilizzazione di dati personali e di dati identificativi, in modo da escluderne il trattamento quando le finalità perseguite nei singoli casi possono essere realizzate mediante dati anonimi od opportune modalità che permettano di identificare l?interessato solo in caso di necessità.

Il Codice affronta anche la questione dello spamming. Con il termine spamming si indica la tecnica di invio di messaggi di posta elettronica non richiesti ai fini commerciali . Lo spamming causa ovviamente costi all?utente nonché sottrazione di tempo in quanto deve discernere le e-mail di interesse rispetto a quelle di mera comunicazione commerciale o promozionale, senza poi considerare che lo spamming spesso provoca intasamento del canale di trasmissione.

Riassumendo i principi stabiliti dal Garante sino ad oggi mediante pronunce inerenti lo spamming, si può in sintesi ritenere che: è soggetto all?applicazione della privacy ed equivale a spamming l?invio di messaggi anche da parte di persone fisiche quando si tratti di comunicazione sistematica; l?invio di e-mail commerciali indesiderate dovrebbe essere possibile solo qualora il destinatario abbia precedentemente acconsentito a ricevere tali messaggi ed infine, la presenza di un indirizzo e-mail di una persona su un sito internet non autorizza le aziende, per il solo fatto di essere pubblico, ad utilizzarlo per inviare pubblicità, in quanto internet non equivale ad elenco pubblico.

In materia specifica di spamming, il Codice interviene in particolare su due voci aventi ad oggetto le comunicazioni indesiderate ed il direct marketing, rispettivamente disciplinati dagli artt. 130 e 140.

In merito alle comunicazioni commerciali, il Codice stabilisce che l?uso di sistemi automatizzati di chiamata per l?invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta è consentito con il consenso dell?interessato . Tale disposizione si applica anche alle comunicazioni elettroniche, effettuate per le suddette finalità mediante posta elettronica, sms, mms o altro. Se il titolare del trattamento utilizza, ai fini di vendita diretta di propri prodotti o servizi, le coordinate di posta elettronica fornite dall?interessato nel contesto della vendita di un prodotto o di un servizio, può non richiedere il consenso sempre che si tratti di servizi analoghi a quelli oggetto della vendita e l?interessato, informato, non rifiuti inizialmente o successivamente, tale uso.

È vietato in ogni caso l?invio di comunicazioni a scopo promozionale effettuato camuffando o celando l?identità del mittente o senza fornire un idoneo recapito presso il quale lo stesso mittente possa esercitare i diritti previsti dal Testo Unico.

In merito al direct marketing , il Garante promuove la sottoscrizione di un codice di deontologia e di buona condotta per il trattamento dei dati personali effettuato ai fini di invio di materiale pubblicitario o di vendita diretta ovvero per il compimento di ricerche di mercato o di comunicazione commerciale, prevedendo anche, per i casi in cui il trattamento non presuppone il consenso dell?interessato, forme semplificate per manifestare e rendere meglio conoscibile l?eventuale dichiarazione di non voler ricevere determinate comunicazioni.

Sembra perciò doversi ritenere che per l?invio di messaggi di posta elettronica a contenuti commerciali e promozionali si debba ottenere il consenso informato del destinatario; tale consenso è necessario anche quando gli indirizzi sono formati ed utilizzati automaticamente mediante un software; inoltre tale consenso deve essere chiesto prima dell?invio e solo dopo aver informato l?interessato sugli scopi per i quali i suoi dati verranno usati; vale la regola e del opt-in e non opt-out.

Non sono peraltro ammissibili messaggi anonimi, soprattutto alla luce dei diritti inerenti il titolare dei dati raccolti che in qualsiasi momento deve poter esercitare i diritti di modifica, aggiornamento, cancellazione, ecc. previsti già dalla legge 675/96 e ribaditi e puntualizzati nel nuovo Codice. Inoltre la formazione di un elenco di chi intende ricevere e-mail pubblicitarie o di black-list non deve comportare oneri per gli interessati.

Qualora non siano rispettati i suddetti criteri, l?Autorità ha disposto una serie di penalità consistenti sia in multe (sino a 30 mila euro in caso di omessa informativa all?utente) sia in vere e proprie sanzioni penali quali ad esempio la reclusione da sei mesi a tre anni qualora l?uso illecito dei dati sia stato effettuato al fine di trarre per sé o per altri un profitto o di arrecare ad altri un danno. Sanzione accessoria, la pubblicazione della pronuncia penale di condanna.

Sembra pertanto potersi dire che con l?entrata in vigore del Codice si assisterà ad una svolta a favore dell?utente contro continui ?ingombri? della posta elettronica e contro la selvaggia raccolta di indirizzi di posta elettronica in rete.

Dott.ssa Valentina Frediani
consulentelegaleinformatico.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • sathia scrive:
    moblog, ditemi cosa ne pensate
    www.avantsoap.tvil cellulare manda email direttamente al server che vengono catalogate e visualizzate al volo.
    • Anonimo scrive:
      Re: moblog, ditemi cosa ne pensate
      bellissimo, già esiste ed attivo da agosto http://moblog.libero.itciao
      • sathia scrive:
        Re: moblog, ditemi cosa ne pensate

        bellissimo, già esiste ed attivo da agosto moblog.libero.it
        ciaoma funziona anche con gli attach?
      • Anonimo scrive:
        Re: moblog, ditemi cosa ne pensate
        orrendo, ma a chi interessa vedere foto e messaggi sparsi di qualcun altro in mezzo alle pubblicità di libero?senza la possibilità di fare personalizzazione come in blogger morirà presto
    • Anonimo scrive:
      Re: moblog, ditemi cosa ne pensate
      dico che non ci ho capito nulla di quello che fa il sito
  • Anonimo scrive:
    Scusate parlando seriamente
    sono 2 anni che si sente parlare di questi web servicesma voi sviluppatori cosa ne pensate veramente ? io onestamente non sono rimasto per nulla impressionato perche a parte la notevole lungaggine (creare un web service in java ti dicono che è semplice ma... ) lo scopo dei web services mi pare sia solo un sistema pertrasportare in maniera differente i dati informativinon mi pare che si possano incapsulare all'interno dei soappezzi di grafica tipo le finestre window o i box.poi c'e da dire che il costo sviluppo si è dimezzato sopratutto nel mercato informativo e IT in generalequindi mi chiedo se vale la pena costruire un web servicesse non ci stanno manco i soldi per fare un programma decente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate parlando seriamente

      sono 2 anni che si sente parlare di questi
      web services ma voi sviluppatori cosa ne pensate
      veramente ? Parlando seriamente i Web services sono una delle invenzioni piu' belle del mondo dell'informatica.
      lo scopo dei web services mi pare sia solo
      un sistema per
      trasportare in maniera differente i dati
      informativi
      non mi pare che si possano incapsulare
      all'interno dei soap
      pezzi di grafica tipo le finestre window o i
      box.E' proprio questo uno dei vantaggi dei Web services. Utilizzando i Web services hai un metodo standard e collaudato per creare un applicativo sui classici 3 livelli: data, business logic e presentation. Una volta creati i primi due (data e business logic) puoi far si' che chiunque possa interfacciarsi al tuo web services utilizzando una sua applicazione personalizzata.il lato "presentation" di un web services puo' essere una pagina html, un applicativo che gira su un palmare, un applicativo embedded in un qualsiasi device (ad esempio un gps) o una "comune" applicazione compilata per Windows, Linux o BeOS...Ed anche senza tirare in ballo l'interfaccia è possibile utilizzare i web services per le transazioni tra host differenti...Sono un futuro che è molto piu' "presente" di quanto creda. In altre parole... sono già tra noi! ;-)Ciao.michele.
    • net scrive:
      Re: Scusate parlando seriamente

      sono 2 anni che si sente parlare di questi
      web services
      ma voi sviluppatori cosa ne pensate
      veramente ? Come michele, anche io penso siano stupendi...
      (creare un web service in java ti dicono che
      è semplice ma... ) Beh perchè non hanno ancora uno strumento adatto (fino alla 1.3 mi pare, anche il parser XML non ce l'aveva... era fornito da terze parti... lol...) ma credo che prima o poi se ne inventeranno uno.Con .NET creare web service è facilissimo. Purtroppo è altrettanto facile sbagliare (per esempio ho visto gente sparare anagrafiche via SOAP come se volasse... con tanto di password ovviamente :))
      non mi pare che si possano incapsulare
      all'interno dei soap
      pezzi di grafica tipo le finestre window o i
      box.No, non puoi spedire oggetti finestra o box, ma lo scopo del web service è _riempire_ le finestre o i box del client, indipendentemente da quale sia (applicativo web, winform, palmare, applicativo consolle). Se passasse gli elementi già via web service se ne annullerebbe l'utilità.Per quanto riguarda la grafica vera e propria, il web service può spedire immagini :)
      quindi mi chiedo se vale la pena costruire
      un web servicesSe veramente ti serve e se usi le tecnologie giuste, sicuramente ed assolutamente si :)Attenzione, non è detto che ti serva davvero, anzi, i casi in cui sono veramente utili sono pochi per ora... almeno secondo meCiao.NET
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusate parlando seriamente

        Beh perchè non hanno ancora uno strumento
        adatto (fino alla 1.3 mi pare, anche il
        parser XML non ce l'aveva... era fornito da
        terze parti... lol...) ma credo che prima o
        poi se ne inventeranno uno.si hai ragione purtroppo per scrivere un web servicein java in maniera produttiva ho duvuto usare axis dell'apache per generare i wsdl altrimenti era un puttanaio :)
        Con .NET creare web service è facilissimo.
        Purtroppo è altrettanto facile sbagliare
        (per esempio ho visto gente sparare
        anagrafiche via SOAP come se volasse... con
        tanto di password ovviamente :))wow che stile alla faccia della security :)
        Se veramente ti serve e se usi le tecnologie
        giuste, sicuramente ed assolutamente si
        :)Attenzione, non è detto che ti serva
        davvero, anzi, i casi in cui sono veramente
        utili sono pochi per ora... almeno secondo
        mesi probabilmente al momento non sono utilizzatissimi perche appunto nella maggiorparte dei casi è inutileimplementare un servizio web services se dietro non ci staun EDP ERP gia funzionante :) a proposito con mono si possono fare web services ? grazie e ciao
        Ciao
        .NET

        • net scrive:
          Re: Scusate parlando seriamente

          a proposito con mono si possono fare web
          services ? Yup, guarda su http://www.go-mono.com/ciao.NET
    • Anonimo scrive:
      Re: Scusate parlando seriamente
      i web services sono il futuro dell'informaticalogicamente se non hai .NET non puoi farli.java ? no grazie è una shifezza e poi non supportal'xml in maniera nativa.per linux ci sta mono ma anche quella è una schifezzanulla a che vedere con visual studio un IDE dellamadonna :)ciao
      • Anonimo scrive:
        Re: Scusate parlando seriamente
        se non ti serve l'interoperabilità fra sistemi eterogenei i web services sono un overhead inutile, per cui se usi solo .NET perché il resto ti fa schifo non ha senso usarli, torna a COM ed alle DLL
  • Anonimo scrive:
    Il cello? Solo x ricevere ! W il WiFi
    In Vodafone sono ancora tutti concentrati sull'UMTS visto l'affare orribile che hanno fatto con la licenza.Non si sono accorti che fuori non gli frega un tubo a nessuno: nemmeno si degneranno di leggere questo forum...hanno ancora troppi soldi da buttare per capire .....In altre parti del mondo il WiFi si sta sostituendo prepotentemente a questo tipo di comunicazione wireless. Nella terra dei cachi e' tutto piu' difficile.Voglio la scheda telefonica in un palmare non un palmare nel telefonino, avete capito ???Il telefonino, cosi' come e', e' buono solo come cercapersone ....Bye.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il cello? Solo x ricevere ! W il WiFi
      - Scritto da: Anonimo
      In altre parti del mondo il WiFi si sta sostituendo
      prepotentemente a questo tipo di comunicazione wireless.WiFi al posto di GSM & co.???Piantiamola di sparar vaccate, ok?
  • Anonimo scrive:
    Cosa cosa cosa?
    IO non capisco perchè puntano a mettere i web services su telefonino, quando l'utilità scende quasi a zero nel 95% delle occasioni. Per scaricare posta dal telefonino (non gli allegati)con omnitel, pago 0,3 cent/Kbyte (mi pare...) che sono sempre 60 lire a kb. Ma vi immaginate voi, con tutto lo spamming che gira, quanto spenderemo x scaricarla, allegati compresi? Cifre che faranno arricchire vodafone e altri, e noi sempre + legati. Io ho un mio amico che cambia un telefonino ogni 15 giorni, sempre a correre dietro all'ultima novità, praticamente gli parte un quarto di stipendio/mese! Quello che ci fa?Scarica e visualizza gif animate (belle...), loghi midi e Mp3 che sembra un concerto quando squilla, giochini java...ma siamo diventati tutti "servi" delle inutility? Il telefono serve x telefonare!!! L'unico grande valora aggiunto sono gli SMS, e forse gli MMS, altro non trovo. Lasciate perdere la videoconferenza, la navigazione http...bla bla bla... servirebbe una "adsl cellulare" da qualche megabit e display mooolto + grandi...quasi fantascienza! Che mi ci vedo in un display 4x2 cm (magari con una altissima rispoluzione)? Roba da circo... poi costasse poco! Tra telefonino, servizi a pagamento e accessori ti parte veramente mezzo stipendio!Voi che dite?.............................
    • Anonimo scrive:
      Re: Cosa cosa cosa?
      - Scritto da: Anonimo
      IO non capisco perchè puntano a mettere i
      web services su telefonino, quando l'utilità
      scende quasi a zero nel 95% delle occasioni.
      Per scaricare posta dal telefonino (non gli
      allegati)con omnitel, pago 0,3 cent/Kbyte
      (mi pare...) che sono sempre 60 lire a kb.
      Ma vi immaginate voi, con tutto lo spamming
      che gira, quanto spenderemo x scaricarla,
      allegati compresi? Cifre che faranno
      arricchire vodafone e altri, e noi sempre +
      legati. Io ho un mio amico che cambia un
      telefonino ogni 15 giorni, sempre a correre
      dietro all'ultima novità, praticamente gli
      parte un quarto di stipendio/mese! Quello
      che ci fa?Scarica e visualizza gif animate
      (belle...), loghi midi e Mp3 che sembra un
      concerto quando squilla, giochini java...ma
      siamo diventati tutti "servi" delle
      inutility? Il telefono serve x telefonare!!!
      L'unico grande valora aggiunto sono gli SMS,
      e forse gli MMS, altro non trovo.
      Lasciate perdere la videoconferenza, la
      navigazione http...bla bla bla... servirebbe
      una "adsl cellulare" da qualche megabit e
      display mooolto + grandi...quasi
      fantascienza! Che mi ci vedo in un display
      4x2 cm (magari con una altissima
      rispoluzione)? Roba da circo... poi costasse
      poco! Tra telefonino, servizi a pagamento e
      accessori ti parte veramente mezzo
      stipendio!
      Voi che dite?.............................Dico che fai lo stesso discorso di chi 10 anni fa vedeva il telefono cellulare come uno strumento da esaltati.Ho per lavoro un Pocket PC Phone edition e ti garantisco che avere la posta sul cellulare o poter navigare su internet è veramente comodo. Oggi sono soprattutto gli utenti business a giovarsene. Domani tutti quanti. Il problema è, se mai, che la banda GPRS è leeeeeeeeenta.
      • Anonimo scrive:
        Re: Cosa cosa cosa?


        Lasciate perdere la videoconferenza, la

        navigazione http...bla bla bla...
        servirebbe

        una "adsl cellulare" da qualche megabit e

        display mooolto + grandi...quasi

        fantascienza! Che mi ci vedo in un display

        4x2 cm (magari con una altissima

        rispoluzione)? Roba da circo... poi
        costasse

        poco! Tra telefonino, servizi a pagamento
        e

        accessori ti parte veramente mezzo

        stipendio!

        Voi che dite?.............................

        Dico che fai lo stesso discorso di chi 10
        anni fa vedeva il telefono cellulare come
        uno strumento da esaltati.

        Ho per lavoro un Pocket PC Phone edition e
        ti garantisco che avere la posta sul
        cellulare o poter navigare su internet è
        veramente comodo. Oggi sono soprattutto gli
        utenti business a giovarsene. Domani tutti
        quanti. Il problema è, se mai, che la banda
        GPRS è leeeeeeeeenta.Non discuto il merito delle innovazioni, ma l'effettiva utilità.Non è possibile avere telefoni + "avanti" della rete sulla quale "girano", no? E' un grosso e "costoso" controsenso. Tu quanto paghi per scaricare la posta dal tuo pocketpc? Chi usa un pocketpc? Io parlo sempre di telefonini e non di micropc dal quale si puo' anche telefonare...Io pago (come tutti credo..)un utile SMS 12 cent/euro e scarico la posta da ufficio "gratis" con ADSL e alla modica spesa di 20 cent/euro da casa ,avendo prefiltrato perquanto possibile lo spamming...Il GPRS, l'EDGE sono tecnologie troppo lente, ma non credere che all'inizio l'UMTS sarà veloce...
        • Anonimo scrive:
          Re: Cosa cosa cosa?

          Non è possibile avere telefoni + "avanti"
          della rete sulla quale "girano", no? E' un
          grosso e "costoso" controsenso.Sul fronte "mobile" (telefonini e palmari) si sta riproponendo quanto gia' visto 6/8 anni fa (e anche oltre) sul fronte dell'informatica "da tavolo". Il grosso problema per le aziende non era lapotenza di calcolo, ma la connettività tra sedi: lentissima (link a 28 Kbps) e dai costi assurdi (soprattutto se si necessitava di link internazionali. L'informatica nel mondo aziendale continua a ripresentare sempre le stesse sfide... solo che ogni decennio si sposta l'arena in cui queste sfide si combattono.:-)
          Io pago (come tutti credo..)un utile SMS 12
          cent/euro e scarico la posta da ufficio
          "gratis" con ADSL e alla modica spesa di 20
          cent/euro da casa ,avendo prefiltrato
          perquanto possibile lo spamming...La parola gratis è un po' fraudolenta... in realta' occore chiedersi "chi paga"! ;-)xDSL e Fibra Ottica stanno portando a tutti notevoli vantaggi e alte velocita'. Ma non dimentichiamoci che tutto questo ha un costo. E questi costi fino a pochi anni fa non erano certamente cosi' alla portata di tutti!michele.
        • net scrive:
          Re: Cosa cosa cosa?

          Io pago (come tutti credo..)un utile SMS 12
          cent/euro e scarico la posta da ufficio
          "gratis" con ADSL e alla modica spesa di 20
          cent/euro da casa ,avendo prefiltrato
          perquanto possibile lo spamming...Io pago l'SMS esattamente come te. In ufficio ho fastweb e non pago io, esattamente come te.Per il GPRS, ho la flat di wind che sono 25 euro al mese, e scarico tutto quello che mi pare, e la paga l'ufficio.Anche se non la pagasse l'ufficio, 25 euro al mese per avere la mia posta sul pocketPC dovunque sono (e non solo a casa), li pago tutta la vita.Informatevi sulle tariffe flat GPRS, scoprirete un sacco di cose carine :)Ciao.NET
  • Anonimo scrive:
    perche ancora esitono i webservices ?
    non ho mai visto una tecnologia idiota come quelladei web services.non conosco nessuno che abbia costruito dei web servicedecenti, gli unici che girano sono dei piccoli esempitipo l'orario il meteo ecc.e poi diciamocelo sta roba è nata per arricchire il mercatodei libri aziende coinvolte nei web services e basta.le schiere di sviluppatori hanno solo da perderci.
    • Anonimo scrive:
      Re: perche ancora esitono i webservices
      la cosa divertente dei web services è che molto probabilmente anche tu li stai utilizzando senza nemmeno accorgertene.Una pagina web o (ad esempio) un servizio di auto update (Antivirus, Red Hat Network o Windows Update) puo' funzionare proprio grazie ai web services...I web services sono nati per semplificare la vita agli sviluppatori. E' poi logico che le aziende sfruttino questo per piu' soldi possibili. Ma la tecnologia in se' è ottima.michele.- Scritto da: Anonimo
      non ho mai visto una tecnologia idiota come
      quella
      dei web services.
      non conosco nessuno che abbia costruito dei
      web service
      decenti, gli unici che girano sono dei
      piccoli esempi
      tipo l'orario il meteo ecc.
      e poi diciamocelo sta roba è nata per
      arricchire il mercato
      dei libri aziende coinvolte nei web services
      e basta.
      le schiere di sviluppatori hanno solo da
      perderci.
      • Anonimo scrive:
        Re: perche ancora esitono i webservices

        Scritto da: Anonimo
        la cosa divertente dei web services è che
        molto probabilmente anche tu li stai
        utilizzando senza nemmeno accorgertene.si è vero redhat network lo utilizzo :) pero è anche vero che webservices è una specie di RPC un po come CORBA e surrogati.ora la mia riflessione è questa se CORBA non è mai decollato nel segmento o perlomenoio non me ne sono accorto perche i web services che piu omeno hanno le stesse funzionalita' dovrebbero decollare ? indipendentemente dalla bonta o meno della tecnologiaio credo che tutta questa manfrina di roba piazzatadai colossi dell'informatica IBM SUN microsoft eccsia una pratica per gettare le basi su di una nuova risorsapotenzialmente ricca.voglio dire questi inventano una tecnologia iniziano a vendere libri fanno corsi producono software per i web services guadagnano un sacco di soldi mentre il programmatore avra' come guadagno una cultura sempre piu settoriallizzata stesso stipendioe la soddisfazione di far parte della schiera dei milioni di sviluppatori in tutto il mondo.morale io sinceramente non ci riesco a vedere una reale necessita di questi web services :)ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: perche ancora esitono i webservices ?
      - Scritto da: Anonimo
      non ho mai visto una tecnologia idiota come
      quella
      dei web services.Magari prima imparala e poi permettiti di giudicare.
      non conosco nessuno che abbia costruito dei
      web service
      decenti, gli unici che girano sono dei
      piccoli esempi
      tipo l'orario il meteo ecc.Infatti l'anagrafe bovina nazionale che risiede all'istituto di Zooprofilassi di Teramo (IZS), viene aggiornata in tempo reale dalle banche dati dei poli regionali attraverso qualche centinaio di ws esposti. Si parla di progetti che coinvolgono centinaia di persone e costano miliardi, quindi informiamoci prima di parlare a caso.
      e poi diciamocelo sta roba è nata per
      arricchire il mercato
      dei libri aziende coinvolte nei web services
      e basta.
      le schiere di sviluppatori hanno solo da
      perderci.Infatti l'azienda per la quale lavoro è impegnata quasi esclusivamente sul progetto di cui ho parlato.
      • Anonimo scrive:
        Re: perche ancora esitono i webservices
        - Scritto da: Anonimo
        Magari prima imparala e poi permettiti di
        giudicare.la sto imparando nonostante il mio scetticismo poichemi piace tenermi al passo con le tecnologieciononostante non mi convince affatto non tanto il web services di per se ma tutta una serie di cosequali il server UDDI che dovrebbe esere na speciedi pagine gialle il wsdl e la sicurezza.
        Infatti l'anagrafe bovina nazionale che
        risiede all'istituto di Zooprofilassi di
        Teramo (IZS), viene aggiornata in tempo
        reale dalle banche dati dei poli regionali
        attraverso qualche centinaio di ws esposti.um interessante si puo accedere a questi web services ?
        Si parla di progetti che coinvolgono
        centinaia di persone e costano miliardi,
        quindi informiamoci prima di parlare a caso.va bene
        Infatti l'azienda per la quale lavoro è
        impegnata quasi esclusivamente sul progetto
        di cui ho parlato.ok ok i web services forse a qualcosa servono ma ti ripeto sara' che passo ancora ai primi capitolidel libro :) ma onestamente non riesco proprio a farmelo piacere come argomento.ciao
    • Anonimo scrive:
      Re: perche ancora esitono i webservices ?
      iuiuouoi
  • Anonimo scrive:
    Blaster anche sul gsm?
    ... come da titolo... :@
  • Anonimo scrive:
    Vodafone unica vera multinazionale
    Ovvio che una società come MS che pensa globalmente si rivolga all'unico operatore davvero attivo con una sua rete in moltissimi paesi.Bye bye TIM
    • Anonimo scrive:
      Re: Vodafone unica vera multinazionale
      - Scritto da: Anonimo
      Ovvio che una società come MS che pensa
      globalmente si rivolga all'unico operatore
      davvero attivo con una sua rete in
      moltissimi paesi.

      Bye bye TIMPeccato che qui in itlaia alla fine passano tutti dai fili di mamma TELEKOZZ :S
  • Anonimo scrive:
    Io con il cell..........
    ......... ci telefono.Gli altri cosa fanno ? Il caffè con le suonerie gitane ?
    • Crazy scrive:
      Re: Io con il cell..........
      Hai detto bene, una cosa giustissima, anche io non sopporto quei Cellulari pieni di giochin giochetti, loghi suonerie e tante altre cavolate che meta` bastano.Proprio per questo non ho mai avuto simpatia per i telefoni Nokia, ammetto che sono degli ottimi telefoni, ma per l'uso che ne faccio io, ho sempre preferito prendere Motorola Tri Band, per l'appunto il Timeport che ho avuto per 3 anni, con sole 6 suonerie e 10mila funzioni dedite a sistemi per avere una ricezione migliore ed all'allacciarsi a linee anche a 1900Mhz.Ora, da 2 anni ho un V60i, dove continuo a non avere nulla dentro, suonerie ce ne sarebbero un bel po', ma io tengo sempre il "Tono Inglese", il classico "DrinDrin,,,DrinDrin..." e miracolosamente la batteria mi dura 10 giorni ricevendo ed inviando messaggi e facendo un paio di telefonate e ricevendone altrettante, a quanto ho sentito, i telefoni tutti a colori hanno batterie poco longeve... beh, io preferisco aspettare ancora che sviluppino questa tecnologia, indubbiamente e` la strada del futuro, e sinceramente, vedendo che qui in Europa i Nokia, vanno tanto, la Vodafone ha fatto bene a legarsi a microsoft, visto che alla gente piace giochicchiare con i Telefoni, sicureamente Microsoft offrira` un ottimo supporto a riguardo, probabilmente, nel futuro avremo Windows nei cellulari...
      • Crazy scrive:
        Re: Io con il cell..........K
        Ovvio che parlavo di un paio di Telefonate al giorno e lo stesso vale per gli SMS
      • Anonimo scrive:
        Re: Io con il cell..........
        - Scritto da: Crazy
        probabilmente, nel futuro avremo
        Windows nei cellulari...Nel futuro? Io veramente ce l'ho già...
      • Anonimo scrive:
        Re: Io con il cell..........
        - Scritto da: Crazy
        Microsoft offrira` un ottimo supporto a
        riguardo, Se il supporto e' come quello attuale direi che allora sara' praticamente nulla , e dopo solo 1 anno il sistema sara' non piu' supportato...bell'affare
        probabilmente, nel futuro avremo Windows nei cellulari...E in quel futuro la gente dovra' avere sul telefonino il tatso di reset.Da quello che mi sembre, molte aziende stanno pensando ad altro (linux) perche' han gia' ben capito che e' meglio guadagnarci che far guadagnare M$ a suon di licenze e di gabbelle amanettatrici.Windows nel prossimo futuro lo vedo solo in un posto:Nel bidone !! :)
        • Anonimo scrive:
          Re: Io con il cell..........
          - Scritto da: Anonimo
          E in quel futuro la gente dovra' avere sul
          telefonino il tatso di reset.
          Da quello che mi sembre, molte aziende
          stanno pensando ad altro (linux) perche' han
          gia' ben capito che e' meglio guadagnarci
          che far guadagnare M$ a suon di licenze e di
          gabbelle amanettatrici.
          Mi vedo già la scena dell'ipotetico utente del possibile "Wincell":"Ci sono nuovi aggiornamenti pronti per il download, assicurarsi di avere abbastanza credito disponibile e premere OK per iniziare l'operazione" :-D
          Windows nel prossimo futuro lo vedo solo in
          un posto:
          Nel bidone !! :)Yeah!!! Parole sante!!!!!! (linux)
    • Anonimo scrive:
      Re: Io con il cell..........
      ...io invece trovo comodissimo ricevere gli orari e la programmazione dei cinema... o gli aggiornamenti sul traffico quando viaggio in autostrada. Il tutto inviando un semplice sms (senza reverse billing)...michele.- Scritto da: Anonimo
      ......... ci telefono.
      Gli altri cosa fanno ? Il caffè con le
      suonerie gitane ?
  • Anonimo scrive:
    no more web services
    ogni application server li implementa, ma non appena li si usa c'è sempre qualche inghippo, o è l'interoperabilità, o è la lentezza clamorosa, o è la verbosità del protocollo... e puntualmente si ritorna a soluzioni già rodate...e tutto questo dovrebbe finire su un telefono? ma meglio un POST in HTTPS....
  • Anonimo scrive:
    mi dite ...
    ... cosa me ne faccio io comune mortale dei webservices sul telefonino? Parlo di valore aggiunto e non della solita fuffa succhia sangue che ci sciorinano da qualche anno a questa parte.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi dite ...
      quello che ci faccio io:NULLAnon serve ad una secchia a meno che non dai un gpsma poi su 4cm2 di display sai che figata si vede un tubocmq io uso il cell per telefonare il resto non mi interessa
      • Anonimo scrive:
        Re: mi dite ...
        - Scritto da: Anonimo
        quello che ci faccio io:
        NULLA

        non serve ad una secchia a meno che non dai
        un gps
        ma poi su 4cm2 di display sai che figata

        si vede un tuboappunto, quindi l'utenza professionale che ha bisogno di servizi per il mobile usa portatile e gprs (a presto solo wi-fi)Agli altri non serve, ma troveranno il modo di fargli credere che sia utilissimo.
        • Anonimo scrive:
          Re: mi dite ...
          - Scritto da: Anonimo

          appunto, quindi l'utenza professionale che
          ha bisogno di servizi per il mobile usa
          portatile e gprs (a presto solo wi-fi)
          Agli altri non serve, ma troveranno il modo
          di fargli credere che sia utilissimo.La mattina si alzano il furbo e il fesso. Quando si incontrano l'affare è fatto.Tit.
    • Anonimo scrive:
      Re: mi dite ...
      - Scritto da: Anonimo
      ... cosa me ne faccio io comune mortale dei
      webservices sul telefonino? Parlo di valore
      aggiunto e non della solita fuffa succhia
      sangue che ci sciorinano da qualche anno a
      questa parte.email, messaging, check remoto di sito e server, online community di partners e fornitori, attivazione servizi di streaming e videoconferencing... continuo?
      • Anonimo scrive:
        Re: mi dite ...
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        ... cosa me ne faccio io comune mortale
        dei

        webservices sul telefonino? Parlo di
        valore

        aggiunto e non della solita fuffa succhia

        sangue che ci sciorinano da qualche anno a

        questa parte.

        email,attualmente posso mandare email
        messaging, utilissimo su cellulare, veramente eh.
        check remoto di sito e
        server,aho', stiamo parlando di comuni mortali, non di sysadmin online community di partners e
        fornitori,a ridaie. O forse annoveri tra i fornoitori anche il salumiere sotto casa. attivazione servizi di streaming
        e videoconferencing... Videoconferencing? con chi? com la zia o la fidanzata?Eppoi da cellulare? Mi pare non troppo utile persino per l'utenza business. A, dimenticavo, e l'umts?continuo?continua continua
      • marcoberna scrive:
        Re: mi dite ...

        email, messaging, check remoto di sito e
        server, online community di partners e
        fornitori, attivazione servizi di streaming
        e videoconferencing.Santi Bailor, american actraction!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: mi dite ...

        email, messaging, check remoto di sito e
        server, online community di partners e
        fornitori, attivazione servizi di streaming
        e videoconferencing... continuo?Ciao,sono l'omino che torna dal futuro e leggendo questo post ho capito perchè nel 2003 c'è stata l'estinzione delle cose utili.Noi nel 2005 dopo anni di cose inutili, ci siamo ribellati e abbiamo comprato solo telefonini utili, con la batteria che dura 10 giorni e con una ottima ricezione, con possibilità di invio di SMS e che costano poco.Ah..devo ripartire... alla prossima!ZZAP!
Chiudi i commenti