Logitech fa sterminare i topi clonati

Sono 10mila i mouse che sono stati ridotti in polvere tecnologica perché venivano spacciati come topi di razza pur essendo mouse qualunque. Nessuna cremazione, è bastato un rullo compressore


Milano – Sempre più variegati nelle forme e nelle dimensioni, spesso capita di vederne alcuni dal look accattivante: sono i mouse il cui mercato, come per molti settori dell’hi-tech, è sempre più spesso invaso da cloni, topi che sembrano in tutto e per tutto prodotti dalle grandi case del settore ma che sono invece frutto di contraffazione. E ora Logitech , uno dei maggiori produttori del settore, ha annunciato un giro di vite .

L’azienda ha infatti spiegato di aver fatto ridurre in cenere più di 10mila mouse che erano destinati ad invadere le vetrine europee ed americane. Una distruzione riconducibile alle azioni che la stessa azienda sta portando avanti contro un produttore americano, Matador Business, e una società di Hong Kong, Infinite Force Cargo Service, accusate di tentativi illegali di imitazione del marchio.

La scoperta dei topi clonati è avvenuta in Danimarca nel 2004: da lì successive indagini condotte dalle autorità danesi hanno portato al recupero dei mouse contraffatti. La distruzione è stata condotta sfruttando un rullo compressore sotto il controllo del Tesoro Danese.

La Corte Marittima e Commerciale di Copenhagen già nel 2005 aveva stabilito non solo l’eliminazione dei mouse, ma anche che le società colpevoli della distribuzione pagassero danni e spese legali a Logitech, per un totale di 85mila euro .

Ora che quei topolini non esistono più, Logitech spera che l’operazione dia un segnale ai tanti furbetti dediti alla contraffazione dell’hardware. “Questo risultato è per noi estremamente soddisfacente – afferma Steve Daverio, VP EMEA di Logitech – Logitech adotta una linea molto severa nei confronti della contraffazione del suo marchio. Rispondiamo con decisione all’illegalità, finalizzata a ottenere profitti illeciti a discapito della reputazione della nostra società e dei nostri prodotti, riconosciuti sul mercato per qualità, stile e innovazione”.

L’azienda ha avvertito che non mancherà di sporgere nuove denunce contro chiunque voglia ricorrere alla pratica della clonazione per arricchirsi alle spalle dei consumatori e della stessa azienda.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Alessandro scrive:
    Re: Dov'e l'intervista di Prodi di oggi?
    E' passato più di un anno e mezzo da quando Prodi ha preso il potere, mii quante riforme ha fatto, quante leggi Urbano ha migliorato.Contenti d'averlo votato, vero ?Non avete ancora capito la destra e la sinistra non sono antagonisti ?
  • Anonimo scrive:
    Senti chi parla
    Senti chi parla di libertà di espressione minacciata un sitemmerda come questo. CENSORE A SENSO UNICO.Non dimenticate di mettere questo pericoloso messaggio nel salone delle x rosse da bravi libertari e critici della repressione.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema filosofico...
    - Scritto da: Anonimo
    andrei a
    colpire anche dei diritti di onesti cittadiniGià, i diritti. Quali saranno i prossimi adessere sacrificati?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema filosofico...
      Quali diritti?Partiamo da una distinzione di base. Si può ammettere una riduzione dei diritti per la sicurezza comune?Per esempio per le armi lo si è fatto. In Italia è vietato possedere o trasportare armi se non previa autorizzazione. In USA valgono gli stessi divieti per le armi non di difesa personale o di caccia. Per esempio è vietato possedere o trasportare mitragliatori o bazooka.Per quanto queste limitazioni sembrino sensate, sono sempre limitazioni di diritti in funzione della sicurezza comune. Quanto si può estendere questo principio in internet?Si può pensare di sacrificare qualche diritto in funzione della sicurezza?Mi sembra sensato punire i crimini, quindi punire per esempio le intrusioni non autorizzate nei sistemi o il pishing, altre limitazioni dovrebbero commisurare vantaggi e svantaggi. Per esempio la stupidaggine di vietare i software da hacker ha enormi svantaggi per gli utenti onesti, facilmente raggirabile (basta indicare un qualche uso lecito per il software per non incorrere in sanzioni di possesso) e di scarsa utilità (non si ferma un hacker impedendogli l'uso di nmap).Per rinunciare ad un diritto bisogna quindi saper valutare molto bene quali danni si fanno a chi è onesto e quali danni a che non lo è. Questo compito deve essere lasciato ad esperti informatici, non a giuristi che dimostrano di non capire di cosa stanno parlando.
      • Anonimo scrive:
        Re: Il problema filosofico...

        dovrebbero commisurare vantaggi e svantaggi. Per
        esempio la stupidaggine di vietare i software da
        hacker ha enormi svantaggi per gli utenti onesti,
        facilmente raggirabile (basta indicare un qualche
        uso lecito per il software per non incorrere in
        sanzioni di possesso) l'anonimato è necessario per evitare che ti sparino dei trojan nel pc e fare da server per una rete anonima è necessario per poterla usare, i sistemi di cifratura sono necessari per evitare un furto di dati riservati, i programmi di intrusione, per testare la sicurezza del proprio sistema,
  • Anonimo scrive:
    Errore di Calamari
    Caro Marco, nel tuo testo hai commesso un grosso errore:The Mentor, il mitico hacker del "Manifesto" *NON* e' John P. Barlow, il cofondatore della EFF come tu scrivi, ma bensi' **Loyd Blankenship** membro di LODthe Old_fart
  • Anonimo scrive:
    Re: Una risposta!
    - Scritto da: castigo
    lo fanno per il nostro bene, vero?? :DMa naturalmente! ^_^
  • Anonimo scrive:
    Re: Una domanda!
    - Scritto da: Anonimo
    cos'è il chip "fritz" ?semplicemente un trojan hardware
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda!
      - Scritto da: Anonimo
      un trojan hardwareUna definizione niente male!
      • Anonimo scrive:
        Re: Una domanda!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        un trojan hardware

        Una definizione niente male!la sintesi è il modo migliore per far capire un pericolo a chi non ne è ancora informato.se bruicia un palazzo, e chiami i pompieri, fai loro uno sproloquio o dici "c'è un incendoi in via...?
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda!
      - Scritto da: Anonimo

      - Scritto da: Anonimo

      cos'è il chip "fritz" ?

      semplicemente un trojan hardwareNonché un gran figlio di trojan.
  • Anonimo scrive:
    Re: Se fino ad ora non li avevo usati..
    utile potrebbe essere diffonderne l'uso e divulgare la necessità di tali mezzi per proteggere la privacy (la gente è generalmente disinformata) prima che farlo diventi anch'esso reato o apologia di reato. Quando il sempre più numeroso popolo internettiano si sentità deprivato di un diritto importante, la politica che difenderà tale diritto sarà premiata dai numeri...
  • Anonimo scrive:
    Re: E le armi?


    Sfortunatamente invece é così: per un privato
    cittadino ottenere un'arma può essere piuttosto
    difficile.

    Lo scopo di molte leggi é di impedire ai peones
    (noi) di alzare troppo la testa. Per il nostro
    bene, ovviamente.ora come ora per la detenzione (in privata dimora) di un'arma non è richiesta la titolarità di alcuna licenza di porto d'armi
  • Solvalou scrive:
    Un pesce d'aprile prematuro?
    D'accordo avevo pensato la stessa cosa quando e' venuto fuori il decreto urbani sul deposito dei siti in biblioteca, e poi non era uno scherzo. :@
  • Anonimo scrive:
    Re: Egregi Signori
    - Scritto da: Wakko Warner

    L'intero mio computer è una fortezza
    inespugnabile, non intendo fornire le mie
    password e le chiavi di decrittazione a *nessuno*
    e per *nessuna ragione* nonostante non stia
    nascondendo proprio nulla.Neanche gli shota?
  • cavallino rosso scrive:
    Ma Cassandra Crossing non era un film?
    Che c'entra un film con la Loren col post?
  • Anonimo scrive:
    Re: E le armi?
    - Scritto da: Anonimo
    Vale a dire ogni strumento che può
    ferire, ma che è destinato ad altro scopo come
    strumento sportivo o di lavoro.Vai a denunciare il possesso di denti ed unghie. :P
    Lo stesso non
    dovrebbe valere per gli strumenti informatici?No.
    Non sono armi, secondo la prassi della
    maggioranza delle questure, le spade, le katane,
    le sciabole, le shuriken...L'ultima cosa di cui c'è bisogno su questa terraè di avere una tabella simile dove si dica se loStato consente al... cittadino di detenere unostrumento informatico o no.
  • Anonimo scrive:
    Re: E le armi?

    Sfortunatamente invece é così: per un privato cittadino
    ottenere un'arma può essere piuttosto difficile.Non sono armi, ma strumenti (art. 4 L. 110/1975): i coltelli di qualsiasi genere e dimensione (vedi sopra per quelli a scatto), gli archi, le balestre, i fucili da pesca subacquea, accette, forbici, punteruoli, attrezzi sportivi delle arti marziali ecc. Vale a dire ogni strumento che può ferire, ma che è destinato ad altro scopo come strumento sportivo o di lavoro. Lo stesso non dovrebbe valere per gli strumenti informatici? Non sono armi, secondo la prassi della maggioranza delle questure, le spade, le katane, le sciabole, le shuriken... Esse quindi vengono liberamente importate e vendute e non devono essere denunziate..
  • Anonimo scrive:
    Dichiarazioni
    Forse è venuto il tempo di scrivere anche una dichiarazione di guerra. ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema filosofico...
    - Scritto da: Anonimo
    C'é chi pensa lo stesso di Internet.Quando sento la parola "Internet"...http://www.interlex.it/regole/killer.htm
  • Anonimo scrive:
    Re: SOLO COERCIZIONE
    - Scritto da: Alessandrox
    quando non ci sono piu' argomentazioni valide
    esiste solo la COERCIZIONE , quindi dovranno
    per forza e dichiaratamente RINNEGARE tutti quei
    principi di liberta' e tutti quei diritti sanciti
    nelle costituzioni, sempre (fino ad ora) difesi a
    parole ma spesso disattesi nella pratica.A quel punto avremmo altri e piùgravi problemi a cui pensare.
  • Anonimo scrive:
    Un estratto dell'articolato Tanga
    Disponibile quihttp://www.convegnovarenna.giuristitelematici.it/abstract/tanga abstract.pdf
    • Anonimo scrive:
      Re: Un estratto dell'articolato Tanga
      "http://www.convegnovarenna.giuristitelematici.it/abstract/tanga abstract.pdf"ha uno spazio bianco tra prima di "abstract.pdf"
    • Anonimo scrive:
      Re: Un estratto dell'articolato Tanga
      http://www.convegnovarenna.giuristitelematici.it/abstract/tanga%20abstract.pdf
  • Anonimo scrive:
    Re: E le armi?
    - Scritto da: Anonimo
    Ovvio per una pistola, non per un kalashnikov o
    una mitragliatrice.Lascia stare l'AK, se vuoi un fucile vero procurati un SIG SG-550 o uno Steyr AUG. Il fuoco a raffica é per quelli che non sanno mirare. :-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Molto Bene
    - Scritto da: Anonimo
    Benissimo, mi costituisco subito.Bravo. ;-)
    qual'è il mio reato?Esistere. :-(
    fra un po' sarà proibito chiudere
    porte e finestre... e soprattutto provare se sono
    solide.E dovremo dare le chiavi di casa allo Stato.Per la nostra sicurezza, ovviamente. ;-)
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema filosofico...
    - Scritto da: Anonimo
    Chissà perchè è un problema filosofico che non
    tocca assolutamente i produttori di armi. Eppure
    hanno poco di buono, e tanto di male, come
    possibilità d'utilizzo.C'é chi pensa lo stesso di Internet.
  • Anonimo scrive:
    Re: E le armi?
    - Scritto da: Anonimo
    PS Io non ce l'ho perché detesto le armi e sono
    stato OdC (e me ne vanto)Detestare le armi non significa doverrinunciare al diritto all'autodifesa.
  • Anonimo scrive:
    Re: E le armi?
    E' falso. Se sei incensurato e hai fatto il militare (insomma non hai fatto l'obiettore) puoi ottenere abbastanza facilmente (come facilità, non come tempi) il porto d'armi.Ovvio per una pistola, non per un kalashnikov o una mitragliatrice.PS Io non ce l'ho perché detesto le armi e sono stato OdC (e me ne vanto)
  • Anonimo scrive:
    Re: Fuorilegge gli armadi
    FACENDO ESPLODERSI???IGNORANTE, VAI A SQUOLAah...lo scritto io l'intervento...ah neanche "vai a squola" si scrive così. E perchè? Che c'è di sbagliato? Vai ...a ... A me mi sembra giusto.E vabbè, mò anche "a me mi" è sbagliato. Dillo che non so l'italiano.
  • Anonimo scrive:
    Re: METTETE NAPOLEONE ASSIEME A LUCREZIA
    Io conoscevo uno chiamato Napoleone, e credimi, si faceva parecchio. Vuoi dire che Berlusconi si è fatto più di lui? ...Bhe, si, mi sembra probabile. Ah...ecco il motivo di quel muso lungo...la legge proibizionistica sulle droghe? No, tranqui Silvio, a te non ti toccano. Puoi continuare a farti quanto vuoi.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema filosofico...
    Chissà perchè è un problema filosofico che non tocca assolutamente i produttori di armi. Eppure hanno poco di buono, e tanto di male, come possibilità d'utilizzo.
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema filosofico...
    - Scritto da: Anonimo

    o un keygen per non chiamare l'assistenza del
    prog che hai comprato per non disturbarli? ;)Nel caso avessi un programma la cui azienda produttrice e' fallita e i cui programmatori sono spariti con il quale soltanto posso leggere un documento importante, un keygen potrebbe essere la sola soluzione. Seriamente.
    o un gas nervino?

    una bomba?Bizzarro - ma esistono ordinamenti, come quello americano, in cui il diritto di portare armi e' addirittura costituzionalizzato. Eppure le armi ammazzano. I programmi ben difficilmente.
    loro vogliono potere e controllo assolutoGiustappunto.
  • Santos-Dumont scrive:
    Re: Ciao Wakko
    - Scritto da: Cavallo GolOso

    - Scritto da: Santos-Dumont


    Condivido al 99% quel che scrivi... L'1% residuo

    consiste nella reazione, che nel mio caso non

    sarebbe pacifica e improntata alla resa, non ho

    mai fatto mistero di non essere pacifista.

    Infatti, concludo questa breve risposta con

    quanto segue:

    [...] l'esperienza ha dimostrato che gli

    uomini sono maggiormente disposti a sopportare,

    finché i mali siano sopportabili, che a farsi

    giustizia essi stessi abolendo quelle forme di

    Governo cui sono avvezzi. Ma quando un lungo

    corteo di abusi e di usurpazioni,
    invariabilmente

    diretti allo stesso oggetto, svela il disegno di

    assoggettarli al potere arbitrario, è loro

    diritto, è loro dovere di abbattere un tale

    Governo e di procurarsi nuove garanzie per la

    loro sicurezza futura.[...]

    Tutto qui.

    di chi è?Thomas Jefferson:http://www.cronologia.it/storia/aa1776.htm==================================Modificato dall'autore il 31/03/2006 16.48.27
  • Anonimo scrive:
    E le armi?
    Quando sento dire che bisogna mettere fuorilegge degli strumenti come il p2p, la crittografia, ecc. solo perché "potrebbero" aiutare a violare delle leggi come il diritto d'autore o a compiere altri crimini, mi viene sempre in mente che le armi e gli esplosivi, oltre ad essere usati a fin di bene, potrebbero anche servire ad uccidere innocenti e compiere stragi terroristiche, eppure nessun attento legislatore si è mai sognato di presentare una proposta per proibirne l'uso.
    • Anonimo scrive:
      Re: E le armi?
      - Scritto da: Anonimo
      Quando sento dire che bisogna mettere fuorilegge
      degli strumenti come il p2p, la crittografia,
      ecc. solo perché "potrebbero" aiutare a violare
      delle leggi come il diritto d'autore o a compiere
      altri crimini, mi viene sempre in mente che le
      armi e gli esplosivi, oltre ad essere usati a fin
      di bene, potrebbero anche servire ad uccidere
      innocenti e compiere stragi terroristiche, eppure
      nessun attento legislatore si è mai sognato di
      presentare una proposta per proibirne l'uso.Sfortunatamente invece é così: per un privato cittadino ottenere un'arma può essere piuttosto difficile.Lo scopo di molte leggi é di impedire ai peones (noi) di alzare troppo la testa. Per il nostro bene, ovviamente.
  • Cavallo GolOso scrive:
    Re: Ciao Wakko
    - Scritto da: Santos-Dumont
    Condivido al 99% quel che scrivi... L'1% residuo
    consiste nella reazione, che nel mio caso non
    sarebbe pacifica e improntata alla resa, non ho
    mai fatto mistero di non essere pacifista.
    Infatti, concludo questa breve risposta con
    quanto segue:
    [...] l'esperienza ha dimostrato che gli
    uomini sono maggiormente disposti a sopportare,
    finché i mali siano sopportabili, che a farsi
    giustizia essi stessi abolendo quelle forme di
    Governo cui sono avvezzi. Ma quando un lungo
    corteo di abusi e di usurpazioni, invariabilmente
    diretti allo stesso oggetto, svela il disegno di
    assoggettarli al potere arbitrario, è loro
    diritto, è loro dovere di abbattere un tale
    Governo e di procurarsi nuove garanzie per la
    loro sicurezza futura.[...]
    Tutto qui.di chi è?
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre di più 1984...
    QuotoE poi piango :'( Ripeto: non cancellerò mai nessun programma che reputo utile.hammeronthenet
  • Anonimo scrive:
    Re: l'Articolato Tanga
    Incredibile... stavo per scrivere la stessa cosa.hammeronthenet
  • ulisside scrive:
    Grande Fratello
    Pare proprio che la nostra generazione verrà ricordata per il grande fratello, sia come trasmissione televisiva sia come indirizzo politico di un po' tutti i paesi del mondo.Da un po' di tempo si stanno varando leggi contro crimini terribili, prima si parlava dei pedofili, poi, dopo l'11 settembre è stato il momento del terrorismo.Volete forse rinunciare ad una legge che, sebbene restringe leggermente le vostre libertà, ci permetterebbe di catturare dei pedofili o dei terroristi? come si fa a dire di no? come si fa a non trovare accordo su questo?Ma in questo nuovo meccanismo si stanno insinuando anche altri interessi, interessi di valenza più economica, l'esempio eclatante sono le Major, che stanno facendo passare il principio che certi sw non devono esistere, che i provider devono controllare cosa si scambiano gli utenti e via dicendo.Vi immaginate cosa sarebbe successo se 30 anni fa si fosse deciso che l'allora SIP doveva controllare tutte le telefonate fatte dai suoi utenti perchè li in mezzo potevano esserci dei mafiosi? E magari poi la si poteva anche accusare di collaborazione con la mafia se non faceva prontamente cadere la linea... Non sono certo gli unici ad avere interessi in questo senso, infatti sono molto preoccupato dei dubbi espressi dal governo americano sui pc lenovo nella pubblica amministrazione... Hanno paura di essere spiati, giustamente, allora perchè non dovremmo averla avuta noi questa paura? Perchè dobbiamo fidarci di TPC, DRM e compagnia bella?Stiamo varando leggi e facendo passare principi con le giustificazioni + nobili, sempre per lottare contro i cattivi della situazione. Però il mio forte sospetto è che dietro ai giuristi impreparati ci siano "poteri forti" molto preparati che sanno bene verso cosa stiamo andando.Io sono un "potere debole" come penso la maggior parte di quelli che leggono e scrivono qui, ma vorrei contrapporre loro dei "valori forti" come la libertà, l'uguaglianza, il diritto alla riservatezza e alla mia privacy, il diritto ad essere informato e a informare. Ormai non basta più rivendicare, è necessario fare qualcosa, visto che ancora non so cosa inizio con il rivendicare!
    • Anonimo scrive:
      Re: Grande Fratello
      - Scritto da: ulisside
      Pare proprio che la nostra generazione verrà
      ricordata per il grande fratello, sia come
      trasmissione televisiva sia come indirizzo
      politico di un po' tutti i paesi del mondo.certo che no.lo hai letto il libro?il dramma è che NON verrà ricordato
      • Anonimo scrive:
        Re: Grande Fratello
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: ulisside

        Pare proprio che la nostra generazione verrà

        ricordata per il grande fratello, sia come

        trasmissione televisiva sia come indirizzo

        politico di un po' tutti i paesi del mondo.

        certo che no.

        lo hai letto il libro?


        il dramma è che NON verrà ricordatoIo ho letto Fahrenheit 451 di Bradbury. Cani robot permettendo, ricorderò.
      • Anonimo scrive:
        Re: Grande Fratello
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: ulisside

        Pare proprio che la nostra generazione verrà

        ricordata per il grande fratello, sia come

        trasmissione televisiva sia come indirizzo

        politico di un po' tutti i paesi del mondo.

        certo che no.

        lo hai letto il libro?


        il dramma è che NON verrà ricordatoHai ragione, il Grande Fratello vince proprio quando la gente non ricorda.sul libro ci sono schiere di impiegati che si occupano solo di revisionare continuamente la storia, per farla combaciare con la linea politica del momento.E a scrivere canzoni e poesie ci pensano delle macchine......
        • Anonimo scrive:
          Re: Grande Fratello
          Ma quale controllo del "male" e cazzate varie. è cosa risaputa che uomini del calibro di Falcone, Borsellino, e persino Moro sono morti perchè davano fastidio a coloro che si ostentano a cercare di farsi considerare i nostri protettori, e non per altro.Certi fatti hanno ampiamente dimostrato che la mafia esiste, così come il terrorismo e tutto il resto, ma anche che i loro capi sono proprio coloro che dovrebbero stare in prima linea dall'altra parte della barricata.Io continuo a non credere che chiunque abbia organizzato l'11 settembre non abbia pensato che in simili casi è proprio il presidente il primo a mettersi in salvo, facendo in modo che fosse l'ultimo aereo quello che avrebbe dovuto (oltretutto) abbattersi sulla casa bianca.Per quanto mi sforzi, non riesco a crederci, e per quanto mi sforzi, non riesco a non pensare a tutti quei morti per colpa di qualche bastardo multimiliardario che ora se la gode sul bordo di una piscina.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande Fratello
            Andate quà: http://www.indicius.it/archivio_11_settembre.htme poi seguite tutti i link possibili, poi...fate un pò voi.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande Fratello
            Certe cose dovrebbero essere dette in televisione, invece ci fanno vedere i bambini rapinatori di napoli. Bho, dategli un asilo decente, un lavoro ai genitori e risolvete il problema. I soldi? basta un duecentesimo di quello che guadagna Berlusconi (visto che vuole salvare l'italia a tutti i costi...sembra), e fanno felice tutta napoli.
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande Fratello
            La realtà di Napoli è un pò più complessa. Dovrebbero prima eliminare la mafia, e l'unico modo di farlo è togliergli gli introiti. Come? Facendo abbassare i prezzi delle droghe, liberalizzandole, occupandosi dei tossicodipendenti, non criminalizzandoli, e abbassando i prezzi dei cd affinchè non possano nutrirsi con la VERA pirateria.Ma.... bhe, ovvio, no? Il discorso è sempre lo stesso.La vera metà è il potere, il vero nemico chi ci proibisce di fare più soldi (l'operaio che chiede l'aumento, ecc ecc ecc)
          • Anonimo scrive:
            Re: Grande Fratello
            Il vero delinquente?Chi scarica l'ultima canzone di Eminem
  • Anonimo scrive:
    Re: l'Articolato Tanga
    - Scritto da: QW
    tralasciando il giudizio sulle efferratezze di
    questi giuristi, dato che già c'avete pensato
    voi, vorrei semplicemente far notare che il nome
    dell'articolato suggerisci l'unico utilizzo utile
    che se ne può fare, ossia pulirsi il...quoto a 90 gradi
  • Anonimo scrive:
    Re: Una domanda!
    - Scritto da: Anonimo
    cos'è il chip "fritz" ?Il chip Fritz, o TPM (Trusted Platform Module),è il pezzo hardware alla base di una 'nuova'tecnologia/filosofia detta "Trusted Computing"che vuol mettere hardware e software di nuovagenerazione sotto il controllo di un soggetto'trusted' cioè 'fidato'.Cosa sarà veramente dentro Fritz, e di chi saràdavvero il PC 'trusted', questo non si sa ancoracon certezza. La tecnologia potrebbe essereusata bene oppure (secondo molti) male.Il Fritz potrebbe diventare uno standard dimercato, ed esser installato "di serie" sututti i nuovi PC.Leggi gli articoli della serie "Untrusted" suinumeri precedenti di "Punto Informatico" peravere maggiori informazioni.
  • Anonimo scrive:
    Re: Silenzio! Il nemico ti ascolta!
    Il titolo mi ricorda un poster... di vecchia data.
    • Anonimo scrive:
      Re: Silenzio! Il nemico ti ascolta!
      - Scritto da: Anonimo
      Il titolo mi ricorda un poster... di vecchia data.Tipo questo? http://digilander.libero.it/trombealvento/manifesti/taci/taci5bocc.jpgQuì c'è una discreta collezione di "grandi classici"http://digilander.libero.it/trombealvento/manifesti/taci/taci.htm
      • Marc0s scrive:
        Re: Silenzio! Il nemico ti ascolta!
        No. non è il fascismo. Hitler non aveva a disposizione l'intera mappatura del genoma umano. Non avevano la possibilita di mappare ogni tuo spostamento in tempo reale con i cellulari e, attraverso il controllo incrociato di dati stabilire le tue reti sociali. No. questo non è fascismo. E' qualcuso di nuovo e terribilmente potente.
        • Anonimo scrive:
          Re: Silenzio! Il nemico ti ascolta!
          - Scritto da: Marc0s
          E' qualcuso di nuovo e terribilmente
          potente.L'Occhio di Sauron. Altro che Orwell, Tolkien ci aveva azzeccato in pieno!
  • Anonimo scrive:
    Re: Silenzio! Il nemico ti ascolta!
    - Scritto da: Anonimo
    Non so a voi, ma a me ste leggi mi ricordano
    qualcosa.OVRA? Gestapo? NKVD? :D .
  • Anonimo scrive:
    VOGLIONO UNO STATO DI POLIZIA?
    E NOI FAREMO I PARTIGIANI.I TERRORISTI SONO LORO!HANNO ROTTO I COJONI!!
    • Anonimo scrive:
      Re: VOGLIONO UNO STATO DI POLIZIA?
      - Scritto da: Anonimo
      E NOI FAREMO I PARTIGIANI.
      I TERRORISTI SONO LORO!
      HANNO ROTTO I COJONI!!già già ... come la manifestazione ANTI-FASCIO dell' 11 marzo a milano.simpatici i PARTIGIANI che sono andati a scassare le vetrine / incendiare un macdonald / bruciare macchine.Certo quelli erano partigiani che manifestavano "civilmente" contro i sporchi fasci neri che manifestavano .:'( :'( :'( povera italia :( poveri noi
      • Anonimo scrive:
        Re: VOGLIONO UNO STATO DI POLIZIA?
        Vero. Ma quando girano è difficile rimanere "civili". Ciò che mi prende male è che si fa gli incivili verso chi non c'entra niente (i padroni delle auto, ad es), e mai verso chi si comporta incivilmente con te ingannandoti dall'alto.Ma forse ci andrebbero le palle per farlo.
        • Anonimo scrive:
          Re: VOGLIONO UNO STATO DI POLIZIA?
          - Scritto da: Anonimo
          Vero. Ma quando girano è difficile rimanere
          "civili". Ciò che mi prende male è che si fa gli
          incivili verso chi non c'entra niente (i padroni
          delle auto, ad es), e mai verso chi si comporta
          incivilmente con te ingannandoti dall'alto.Si, in effetti non capisco neppure io il voler distruggere auto o negozi, è pubblicità negativa, che poi torna utile a chi sta al potere. Forse gli agitatori ritengono che sia l'unico modo per far parlare di sé, altrimenti sarebbero dei puri e semplici fantasmi nei canali informativi "ufficiali". Più probabilmente sono solo dei semplici teppisti da stadio con molta birra in corpo e scarsa propensione a ragionare. :s
          Ma forse ci andrebbero le palle per farlo.Più che palle, servirebbe maggiore capacità di ragionamento e analisi, proprio quella che si cerca di non far avere alla gente comune, imbambolata continuamanete con la TV dai reality show, dalle pubblicità dei cellulari ultimo modello e caxxate varie...
  • Anonimo scrive:
    METTETE NAPOLEONE ASSIEME A LUCREZIA
    Nel manicomio.____________________________________________ 13:25 Berlusconi: "Abbiamo fatto più di Napoleone"Alla sua prima appparizione, un paio di mesi fa, a Matrix, il presidente del Consiglio Silvio Berlusconi aveva snocciolato una per una tutte le riforme del suo governo, osservando che solo Napoleone aveva fatto più di lui. Oggi, a una nuova registrazione del programma, il premier ci ripensa: "Mi correggo: abbiamo fatto più noi di Napoleone".
  • Anonimo scrive:
    Re: sempre di più 1984...

    peccato che esistano tanti hacker che lavorano
    per il bene delle società informatiche, e di
    conseguenza per i cittadini e contro la
    criminalità, denunciando la scarsa sicurezza dei
    sistemi... e questi poi vengono anche
    incarcerati.guai se cambiassero sezione ;)
  • Anonimo scrive:
    Re: TrueCrypt mi lascia DUBBIOSO!!
    Allora:1) leggiti il manuale prima di sparare cavolate2) Se fai un quick format formatta di fatto solo la tavola di partizione, se fai un format normale formatta l`intero disco/file3)Quando fai un quick format ti avverte di fare attenzione e che la cosa e` sicura solo se stai facendo un test o solo se il disco contiene dati gia` casuali.4) vatti pure a leggere in modo raw un file contenitore, rimarrai piacevolmente stupito.5)Prima di utilizzare uno strumento cosi` delicato e potente e` proprio da ignoranti non leggere ALMENO le prime paginette del manuale, che spiegano cosa e` il prigramma e come funziona.
  • Anonimo scrive:
    Re: Molto Bene

    In questo paese di m**** dove è lecito sparare ai
    ladri in casa, fra un po' sarà proibito chiudere
    porte e finestre... e soprattutto provare se sono
    solide.

    Ah già... in un paese dove hacker=criminale e
    dove non esiste un politico che sappia accendere
    un pc questo ed altro.

    Facciano quello che credono. Io di sicuro non
    cancellerò anni di lavoro per l'ignoranza altrui.Quoto alla grande...e... ricordiamocelo alle prox elezioni... (ghost)
  • Anonimo scrive:
    Re: TrueCrypt mi lascia DUBBIOSO!!
    Scommetti pure, se ti piace perdere.
  • Anonimo scrive:
    TrueCrypt mi lascia DUBBIOSO!!
    Non campisco proprio come sia possibile crittare un disco da 200GB in 0.5secondi!!!!!!!!!!! Questa storia di TrueCrypt mi insospettisce......perchè da quello che ho capito IO, la partizione e la lista dei file (ossia il filesystem) scompaiono (criptati..)..! Ma i file sul disco rimangono visibili (?).La domanda è: se apro il disco in modalità RAW, cosa ci trovo?! io scommetto che ci trovo i file tutti in chiaro!! e posso leggere tranquillamente tutti i TXT LOG etc... e penso proprio che si possano recuperare facilmente anche i file binari...
  • Anonimo scrive:
    PESCE D'APRILE?!?
    Spero tanto che questa sia il classico "pesce d'aprile" un po' in anticipo.. :p
  • soulista scrive:
    sempre di più 1984...
    "...Subito dopo però giustifica la cosa sostenendo che esistono programmi di funzionalità univoca (criminale), come i programmi di "Brute Force" destinati al crack delle password."peccato che esistano tanti hacker che lavorano per il bene delle società informatiche, e di conseguenza per i cittadini e contro la criminalità, denunciando la scarsa sicurezza dei sistemi... e questi poi vengono anche incarcerati.Il partito lavora bene, il partito non é criticabile.
  • Alessandrox scrive:
    SOLO COERCIZIONE
    - Scritto da: castigo

    - Scritto da: Anonimo



    Il chip Fritz e' perfettamente legale perche'

    funziona al contrario, serve a proteggere gli

    altri da noi: chi l'ha costruito sa cosa c'e'

    dentro, chi lo usa no.
    certo, certo, perfettamente legale....
    eccheccavolo, dopotutto lo fanno per il nostro
    bene, vero?? :D In ogni caso da un punto di vista logico la tesi della legalita' di tali sistemi chiusi si smonta con poche considerazioni:Chi mi garanticse che i governo e le aziende non usino tali sistemi contro di me? la loro parola? Vale quanto la mia quindi secondo i loro stessi principi, ZERO.Ovvero a questo punto NON hanno nessuna pezza d' appoggio che superi delle semplicissime argomentazioni basate sulla pura logica...e quando non ci sono piu' argomentazioni valide esiste solo la COERCIZIONE , quindi dovranno per forza e dichiaratamente RINNEGARE tutti quei principi di liberta' e tutti quei diritti sanciti nelle costituzioni, sempre (fino ad ora) difesi a parole ma spesso disattesi nella pratica.
  • Anonimo scrive:
    Se fino ad ora non li avevo usati..
    Bene grazie a questa notizia credo che comincierò ad usarli pesantemente.
  • Anonimo scrive:
    Silenzio! Il nemico ti ascolta!
    Non so a voi, ma a me ste leggi mi ricordano qualcosa.
  • Anonimo scrive:
    Fuorilegge gli armadi
    A presto verranno messi fuorilegge armadi, e mobiletti vari, visto che potrebbero essere usati per contenere documenti, oggetti, ecc, illegali.Tutti si dovrà andare in giro nudi (e questo non è un male visto che vedrò belle f.., e soprattutto non vedrò più tanti piccioni che spendono milioni per sembrare dei bambolotti made in taiwan, china, vietnam) perchè gli abiti potrebbero essere usati per nascondere, ecc.Verrà fucilato chiunque parli sottovoce o in luogo appartatato. Da oggi si dovrà comunicare stile fumetto, in modo che tutti possano leggere le parole che escono dalla bocca. Il motivo è ovvio.Chiunque sogni lo dovrà fare da sveglio, e comunicare in diretta il sogno all'autorità competente, visto che è il sogno che precede qualsiasi azione.Oltretutto la cosa è logica perchè, visto che a quanto pare coloro che praticano il terrorismo colpiscono solo innocenti, facendo esplodersi su aerei, treni, mercati, stazioni, ecc (e mai a casa di qualcuno che conta), e ovvio che sono i presunti innocenti (panettieri, muratori, salumieri, ecc) ad essere il vero bersaglio di questi, quindi, dobbiamo capire perchè.PS: Tutto questo lo facciamo per il vostro bene, cari, cari, cari, amici. Per voi questo è altro. Vi amiamo. Sii. I love you. Firmato: I vostri signori e padroni.
  • Anonimo scrive:
    Molto Bene
    Benissimo, mi costituisco subito.Sul mio PC saranno presenti un centinaio di exploit vari, miei e non, due o tre trojan (mai usati) programmati da me (per puro scopo ludico. E uno per scopo di insegnamento), programmi programmini programmoni, test di sicurezza di IE, bruteforcer, sniffer ecc. ecc.Ora: mi spiegate qual'è il mio reato? Volerne sapere di più è il mio reato? Cercare di non farmi fregare (e di non far fregare i miei clienti) da malintenzionati è un reato?In questo paese di m**** dove è lecito sparare ai ladri in casa, fra un po' sarà proibito chiudere porte e finestre... e soprattutto provare se sono solide.Ah già... in un paese dove hacker=criminale e dove non esiste un politico che sappia accendere un pc questo ed altro.Facciano quello che credono. Io di sicuro non cancellerò anni di lavoro per l'ignoranza altrui.
  • Anonimo scrive:
    Re: morte agli ignoranti
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo



    - Scritto da: Anonimo


    questa ignoranza in materia informatica è


    diventata veramente troppo pericolosa.





    gente che non capisce un emerito , sckusate la


    parola, cazzo di informatica e vuole
    legiferare


    facendo finta di essere informatissima.





    dio come li odio, ne farei chappy per il mio

    cane!





    se ci dovesse essere una rivoluzione

    ricordiamoci


    di ghigliottinare questi niubbi corrotti e


    ignoranti



    Temo che invece di informatica ne sappiano più
    di

    quanto tu e io immaginiamo. Queste leggi sono

    fatte per colpire l'uso LEGITTIMO degli
    strumenti

    della rete (il criminale informatico è già

    perseguibile per le leggi che ci sono, e non è

    certo per una leggina che si ferma).



    Lo sanno benissimo cos'è internet... e fa paura.

    Ai governi, che temono la possibilità di

    instaurare la democrazia diretta. Alle grandi

    aziende, che temono di doversi mettere a

    competere pariteticamente con le piccole, e
    anche

    con molti soldi si possono perdere le sfide del

    mercato. Ai monopolisti dei contenuti, che
    temono

    la libera circolazione NON dei loro contenuti,
    ma

    di quelli liberamente disponibili, gratuiti o

    aperti, che temono di doversi confrontare in un

    mercato diverso dal modello classico, uno dove
    le

    variabili "quantità" e "prezzo" perdono di

    significato di fronte a 'qualità'....



    ...devo continuare?
    No chiaro come un bicchiere d'acqua PURTROPPO...
    Volevo solo aggiungere che l'unico sistema per
    combattere il sistema è ignorarlo lo so e' dura
    ma possiami farlo ,.Ad es. Alice 4 mega tiella te
    , film online
    non me ne frega , ipod vari e suonerie tenetele
    voi.
    Usare i contenuti internet per cose più
    interessanti "wikipedia, forum,newsgroup,
    scalzando il potere economico delle major.
    Saluti
    e speriamo che me la cavo..........Mai scaricato film o musica commerciali da quando ho internet (1998). Quella roba non mi interessa...... e questo 'lorsignori' lo SANNO! E, come dicevano, HANNO PAURA!Paura di wikipedia, paura dei vecchi newsgroup, paura del fatto che... persone con gli stessi interessi ma geograficamente lontane possano cooperare e costruire un progetto comune che rivaleggi con loro, paura che queste formino un 'partito' che non ha ideologie ma idee mirate...
  • castigo scrive:
    Re: Una risposta!
    - Scritto da: Anonimo

    Il chip Fritz e' perfettamente legale perche'
    funziona al contrario, serve a proteggere gli
    altri da noi: chi l'ha costruito sa cosa c'e'
    dentro, chi lo usa no.certo, certo, perfettamente legale.... eccheccavolo, dopotutto lo fanno per il nostro bene, vero?? :D
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema filosofico...
    - Scritto da: Anonimo
    Il problema filosofico è che se io voglio
    comunicare in maniera riservata con qualcuno dei
    ca__i miei o della mia azienda devo avere non
    solo la possibilità ma il pieno diritto di
    poterlo fare. Già mi fa girare le scatole che
    cerchino di far passare di nascosto sistemi che
    permettano la presenza di backdoor nei sistemi di
    criptatura o voglio anche impedirmi di
    criptare... ok va benissimo.
    Io non cripto più i msg con informazioni segrete
    e confidenziali da comunicare ad esempio via
    email a qualcuno ma se scopro che sta roba
    finisce dove non deve LORO, LO STATO MI PAGA I
    DANNI E NON FIATA !! :@SI certo, vai a dimostrare che hai perso l'appalto perchè qualcuno ha intercettato la mail forzatamente non criptata al tuo capo marketing.Nell'azienda in cui lavoro anni fa avevano installato il sistema Tempest su svariate macchine (un sistema di sicurezza NATO per impedire la lettura a distanza del contenuto dello schermo del PC) e magicamente la percentuale di bandi vinti era quasi raddoppiata.
  • QW scrive:
    l'Articolato Tanga
    tralasciando il giudizio sulle efferratezze di questi giuristi, dato che già c'avete pensato voi, vorrei semplicemente far notare che il nome dell'articolato suggerisci l'unico utilizzo utile che se ne può fare, ossia pulirsi il...
    • Anonimo scrive:
      Re: l'Articolato Tanga
      - Scritto da: QW
      tralasciando il giudizio sulle efferratezze di
      questi giuristi, dato che già c'avete pensato
      voi, vorrei semplicemente far notare che il nome
      dell'articolato suggerisci l'unico utilizzo utile
      che se ne può fare, ossia pulirsi il...col tanga al massimo affetti in due lo sporco
    • Anonimo scrive:
      Re: l'Articolato Tanga
      dovrebbero chiamarlo autoarticolato visti gli effetti
  • Anonimo scrive:
    COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
    Per difendersi, ora e in futuro, da questi signori, la cosa migliore è far sì che, in caso di sequestri e controlli dei computer, non vi trovino dentro assolutamente nulla. Nulla di sospetto, intendo: solo un sistema normalmente accessibile, senza password, senza crittografia e - ovviamente - senza cose illegali. Come fare?Con drivecrypt plus pack è possibile criptare un'intera partizione fat32 o ntfs compreso l'intero sistema operativo e i relativi file di boot e di swap, file temporenai, eccetera. Inoltre giocando con il dischetto di avvio di emergenza di drivecrypt plus pack e con un boot manager è possibile configurare il pc in modo che se non si inserisce il dischetto allora parte in automatico una partizione non criptata, completamente "pulita", mentre quella criptata, se si analizza l'hard disk, appare come una partizione non formattata. In questo caso, a tutti gli effetti, il pc sembra completamente pulito: tutto ciò che è contenuto nella partizione criptata, senza usare il dischetto, non può essere recuperato: anzi, non è neppure possibile dimostrare che la partizione sia criptata, e non c'è neppure traccia di software per crittografia. L'unica piccola traccia si trova nel dischetto. Da notare che questo software cripta le partizioni così come sono, senza riformattarle. Quindi per via della biunivocità del processo, non può in alcun modo aggiungere informazioni a quelle già esistenti. Infatti il codice per avviare il processo di decriptazione, e la relativa chiave crittografica, si trovano solo nel dischetto di emergenza. Normalmente questi dati si troverebbero anche nel master boot record che DriveCrypt installa nel momento in cui si formatta la partizione di avvio; ma basta sovrascriverlo con un qualsiasi altro boot manager per farlo sparire. A questo punto, la partizione criptata appare come un'area piena di dati totalmente random, senza alcun indizio (software o chiavi) che si tratti di dati criptati. Qualunque tool di analisi del disco segnala la partizione come "fat32 (o ntfs) non formattata". Inoltre, chiunque dovesse accendere il PC, troverà un normalissimo Windows (preinstallato in una partizione in chiaro configurata come boot di default) che parte regolarmente senza chiedere password e senza traccia di software sospetti. Pertanto non avrà motivo di sospettare nulla, visto che il boot avviene regolarmente e senza chiedere password. Certo un'undagine più approfondita rivelerà la presenza di una partizione non formattata, ma nulla di più.Qualcuno sa se esiste qualcosa del genere per Linux?si consiglia dcpp 2.6 + kg
    • Anonimo scrive:
      Re: COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
      Device mapper: http://sourceware.org/dm/
    • Anonimo scrive:
      Re: COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
      L'argomento sta veramente diventando di moda, ieri sera ne parlavamo in un canale irc che tratta di doujinshi e se e' diventato argomento del giorno li allora vuol dire che il mondo sta prendendo veramente una brutta piega.Non ho il log a portata di mano ma si era parlato anche di linux dove esiste un supporto di crittazione integrato nel kernel che proprio di recente sta venendo aggiornato sul kernel con la sostituzione dell'algoritmo con AES, nonche' alcune modifiche per ridurre l'impatto del matching del bitpattern (non conosco il nome esatto) che permette cercando sequenze di dati di calcolare le probabilita' che un gruppo di dati sia stato crittografato con un dato programma o compressore e con una data codifica;una simile analisi non da' la certezza che la partizione contenga dei dati criptati ma fornisce una probabilita' sufficente per creare una prova quando ci troviamo di fronte ai tribunali dei noti paesi antidemocratici.Per linux non abbiamo visto la possibilita' di crittografare la partizione di root, non c'e' alcun supporto da parte di Securstar mentre sia per Linux che per Windows e' disponibile l'interessante truecrypt freeware http://www.truecrypt.org che permette di creare partizioni nascoste nello spazio libero di altre partizioni criptate e soprattutto permette l'uso dei keyfile per aggirare il problema dello sniffamento delle password tramite backdoor/rootkit/cimice sulla tastiera a patto che teniate il keyfile in un posto sicuro (chiavetta usb, floppy, altro).E' utile anche spostare il profilo di firefox nelle partizioni criptate.E comunque c'e' parecchio da approfondire qui, ormai uso drivecrypt e truecrypt da mesi su partizioni gigantesche e se il sistema operativo e' stabile funzionano egregiamente.Non ho trovato nulla simile a DCPP ne' mi fido della crittazione su Vista che non voglio vedere nel mio pc.
    • Anonimo scrive:
      Re: COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
      Domanda stupida: non ci si accorge che c'è qualcosa di strano risalendo alle reali dimensioni dell'hard disk e verficiando lo spazio occupato?
    • Anonimo scrive:
      Re: COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
      Io non voglio difendermi.Facciano come hanno voglia. E' come se un giorno dicessero che il calcio è uno sport proibito, per me. Al posto di facilitare l'aumento della sicurezza, lo impediscono. I criminali, quelli veri, se ne fregano di avere o no questi programmi. Al posto di andare avanti, si tornerà indietro.Non mi importa, lo ripeto.Io seguirò la mia strada.
    • Anonimo scrive:
      Re: COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno sa se esiste qualcosa del genere per
      Linux?Formattazione con filesystem strano : Amiga, Syrinx, Plan 9, SFS, qualsiasi cosa non sia automontante... Quando ti serve la monti a mano, in casi di invasione aliena della casa dici che e' un vecchio hd rotto che non hai mai avuto voglia di smontare.
      • Anonimo scrive:
        Re: COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
        Io consiglio a tutti loopAES, ricompilato su kernel 2.4 (esiste anche per 2.6) e va benone.Io lo uso con chiave MD5 di un file su floppy e crittazione AES128 bit, riduce le prestazioni di circa il 10% su un Pentium2 266
        • Anonimo scrive:
          Re: COME DIFENDERSI - IMPORTANTE
          Su linux aiuta comprare una scheda di cripazione soekris.Offloadi criptazione e decriptazione.E ci sono i driver stabili (Kernel 2.4).
    • Anonimo scrive:
      Re: NON INSTALLATELO
      forse ho detto una minchiata... mi sa che le backdoor stanno su Safe Boot.
  • Anonimo scrive:
    Brutta roba ...
    l' invidia ...."Il giudizio che l'autore dell'Articolato fornisce è chiaro e lapidario. Dopo aver citato la frase di The Mentor: "Voi non conoscete la nostra cultura, la nostra etica, e nemmeno i codici non scritti che danno alla nostra società più ordine di quello che potrebbe essere ottenuto dalle vostre imposizioni", l'autore commenta: "Se tanta spocchia induce al sorriso chi tratta quotidianamente con criminali efferati, nondimeno la questione è terribilmente seria"."E a me questa pare proprio ARROGANZA nata dall' INVIDIA di chi di informatica ne sà poco poco .... e che credono che tutto quello non possono usare per il proprio tornaconto và distrutto.
    • Anonimo scrive:
      Re: Brutta roba ...
      - Scritto da: Anonimo
      l' invidia ....

      "Il giudizio che l'autore dell'Articolato
      fornisce è chiaro e lapidario. Dopo aver citato
      la frase di The Mentor: "Voi non conoscete la
      nostra cultura, la nostra etica, e nemmeno i
      codici non scritti che danno alla nostra società
      più ordine di quello che potrebbe essere ottenuto
      dalle vostre imposizioni", l'autore commenta: "Se
      tanta spocchia induce al sorriso chi tratta
      quotidianamente con criminali efferati, nondimeno
      la questione è terribilmente seria"."

      E a me questa pare proprio ARROGANZA nata dall'
      INVIDIA di chi di informatica ne sà poco poco
      .... e che credono che tutto quello non possono
      usare per il proprio tornaconto và distrutto.Mentor si sbaglia: 'loro' conoscono bene l'etica e la cultura di cui parla... e la temono. Per questo la vogliono fermare.
  • Anonimo scrive:
    Re: morte agli ignoranti
    - Scritto da: Anonimo

    - Scritto da: Anonimo

    questa ignoranza in materia informatica è

    diventata veramente troppo pericolosa.



    gente che non capisce un emerito , sckusate la

    parola, cazzo di informatica e vuole legiferare

    facendo finta di essere informatissima.



    dio come li odio, ne farei chappy per il mio
    cane!



    se ci dovesse essere una rivoluzione
    ricordiamoci

    di ghigliottinare questi niubbi corrotti e

    ignoranti

    Temo che invece di informatica ne sappiano più di
    quanto tu e io immaginiamo. Queste leggi sono
    fatte per colpire l'uso LEGITTIMO degli strumenti
    della rete (il criminale informatico è già
    perseguibile per le leggi che ci sono, e non è
    certo per una leggina che si ferma).

    Lo sanno benissimo cos'è internet... e fa paura.
    Ai governi, che temono la possibilità di
    instaurare la democrazia diretta. Alle grandi
    aziende, che temono di doversi mettere a
    competere pariteticamente con le piccole, e anche
    con molti soldi si possono perdere le sfide del
    mercato. Ai monopolisti dei contenuti, che temono
    la libera circolazione NON dei loro contenuti, ma
    di quelli liberamente disponibili, gratuiti o
    aperti, che temono di doversi confrontare in un
    mercato diverso dal modello classico, uno dove le
    variabili "quantità" e "prezzo" perdono di
    significato di fronte a 'qualità'....

    ...devo continuare?No chiaro come un bicchiere d'acqua PURTROPPO...Volevo solo aggiungere che l'unico sistema per combattere il sistema è ignorarlo lo so e' dura ma possiami farlo ,.Ad es. Alice 4 mega tiella te , film onlinenon me ne frega , ipod vari e suonerie tenetele voi.Usare i contenuti internet per cose più interessanti "wikipedia, forum,newsgroup, scalzando il potere economico delle major. Salutie speriamo che me la cavo..........
  • Anonimo scrive:
    In nome del popolo sovrano !!!
    A vostra immagine e somiglianza internet sarà un enorme televisore . E voi dovrete guardare quello che vi diciamo noi !!!.E noi controlleremo quello guardate e se non ci piace , IN GALERA !!!Staccate pure gli hard disk tanto non vi serviranno piu' , (solo ad andare in galera come sovvervisi).firmato Il Popolo Sovrano
    • Anonimo scrive:
      Re: In nome del popolo sovrano !!!
      utile potrebbe essere diffondere l'uso e divulgare la necessità di tali mezzi per proteggere la privacy (la gente è generalmente disinformata) prima che farlo diventi anch'esso reato o apologia di reato. Quando il sempre più numeroso popolo internettiano si sentità deprivato di un diritto importante, la politica che difenderà tale diritto sarà premiata dai numeri...
  • Anonimo scrive:
    Il significato delle parole
    "Detenzione abusiva di strumenti informatici""Uso illegale di dati criptati o steganografati"Chi deciderà:1. Se la detenzione è "abusiva" o no?2. Se l'uso è "illegale" o no?Dipenderà dall'umore di chi applica le leggi?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il significato delle parole
      - Scritto da: Anonimo
      "Detenzione abusiva di strumenti informatici"
      "Uso illegale di dati criptati o steganografati"

      Chi deciderà:
      1. Se la detenzione è "abusiva" o no?
      2. Se l'uso è "illegale" o no?

      Dipenderà dall'umore di chi applica le leggi?No dipenderà dalla fazione politica in quel momento al potere è dai gestori di contenuti che foraggeranno la fazione.
  • Anonimo scrive:
    questa forse era da prima pagina...
    ...
  • Anonimo scrive:
    Re: Il problema filosofico...
    - Scritto da: Anonimo
    Il problema filosofico è che se io voglio
    comunicare in maniera riservata con qualcuno dei
    ca__i miei o della mia azienda devo avere non
    solo la possibilità ma il pieno diritto di
    poterlo fare. Già mi fa girare le scatole che
    cerchino di far passare di nascosto sistemi che
    permettano la presenza di backdoor nei sistemi di
    criptatura o voglio anche impedirmi di
    criptare... ok va benissimo.
    Io non cripto più i msg con informazioni segrete
    e confidenziali da comunicare ad esempio via
    email a qualcuno ma se scopro che sta roba
    finisce dove non deve LORO, LO STATO MI PAGA I
    DANNI E NON FIATA !! :@Sia mai i tuoi dati personali venissero intercettati tu non ne verresti mai a conoscenza, a meno che non sussista un ipotesi di reato.Tutto questo ovviamente non cambia il senso del discorso che fai, se nessuno te lo viene a dire non vuol dire che non sei "spiato".
  • Anonimo scrive:
    Egregi Signori
    Faccio costante uso di reti criptate e di software che presto potrebbero essere considerati "proibiti". L'intero mio computer è una fortezza inespugnabile, non intendo fornire le mie password e le chiavi di decrittazione a *nessuno* e per *nessuna ragione* nonostante non stia nascondendo proprio nulla.Se volete sbattermi in galera per questo io non intendo fare resistenza, sarò *FIERO* di finire in galera in questo STATO DI POLIZIA, per uno, due, cinque, dieci o anche cento anni. I nostri nonni hanno difeso CON LA VITA la nostra libertà e VOI ora volete portarcela via adducendo scusanti ridicole e la vostra incompetenza e incapacità.Se non siete capaci di combattere il crimine con gli AMPI strumenti che già avete a disposizione CAMBIATE LAVORO e lasciate spazio a persone più competenti di voi.Non intendo desistere in alcun modo dal proteggere la *MIA* privacy e la privacy delle persone che si *fidano* di me solo per le vostre ridicole paure. Mettetevi il cuore in pace.E ora venite pure a prendermi.P.S.: No... non sono tornato. Questa è una pura e semplice eccezione vista la gravità della notizia e non intendo replicare in nessun modo ad eventuali risposte a questo o altri post.
    • Santos-Dumont scrive:
      Ciao Wakko
      - Scritto da: Wakko Warner
      Faccio costante uso di reti criptate e di
      software che presto potrebbero essere considerati
      "proibiti".

      L'intero mio computer è una fortezza
      inespugnabile, non intendo fornire le mie
      password e le chiavi di decrittazione a *nessuno*
      e per *nessuna ragione* nonostante non stia
      nascondendo proprio nulla.

      Se volete sbattermi in galera per questo io non
      intendo fare resistenza, sarò *FIERO* di finire
      in galera in questo STATO DI POLIZIA, per uno,
      due, cinque, dieci o anche cento anni.
      I nostri nonni hanno difeso CON LA VITA la nostra
      libertà e VOI ora volete portarcela via adducendo
      scusanti ridicole e la vostra incompetenza e
      incapacità.

      Se non siete capaci di combattere il crimine con
      gli AMPI strumenti che già avete a disposizione
      CAMBIATE LAVORO e lasciate spazio a persone più
      competenti di voi.

      Non intendo desistere in alcun modo dal
      proteggere la *MIA* privacy e la privacy delle
      persone che si *fidano* di me solo per le vostre
      ridicole paure. Mettetevi il cuore in pace.

      E ora venite pure a prendermi.





      P.S.: No... non sono tornato. Questa è una pura e
      semplice eccezione vista la gravità della notizia
      e non intendo replicare in nessun modo ad
      eventuali risposte a questo o altri post.Condivido al 99% quel che scrivi... L'1% residuo consiste nella reazione, che nel mio caso non sarebbe pacifica e improntata alla resa, non ho mai fatto mistero di non essere pacifista. Infatti, concludo questa breve risposta con quanto segue: [...] l'esperienza ha dimostrato che gli uomini sono maggiormente disposti a sopportare, finché i mali siano sopportabili, che a farsi giustizia essi stessi abolendo quelle forme di Governo cui sono avvezzi. Ma quando un lungo corteo di abusi e di usurpazioni, invariabilmente diretti allo stesso oggetto, svela il disegno di assoggettarli al potere arbitrario, è loro diritto, è loro dovere di abbattere un tale Governo e di procurarsi nuove garanzie per la loro sicurezza futura.[...] Tutto qui.
    • rumenta scrive:
      Re: Egregi Signori
      - Scritto da: Wakko Warner
      Faccio costante uso di reti criptate e di
      software che presto potrebbero essere considerati
      "proibiti".

      L'intero mio computer è una fortezza
      inespugnabile, non intendo fornire le mie
      password e le chiavi di decrittazione a *nessuno*
      e per *nessuna ragione* nonostante non stia
      nascondendo proprio nulla.

      Se volete sbattermi in galera per questo io non
      intendo fare resistenza, sarò *FIERO* di finire
      in galera in questo STATO DI POLIZIA, per uno,
      due, cinque, dieci o anche cento anni.
      I nostri nonni hanno difeso CON LA VITA la nostra
      libertà e VOI ora volete portarcela via adducendo
      scusanti ridicole e la vostra incompetenza e
      incapacità.sbagli.non sono nè incompetenti nè incapaci.sanno benissimo quello che fanno e perché lo fanno.

      Se non siete capaci di combattere il crimine con
      gli AMPI strumenti che già avete a disposizione
      CAMBIATE LAVORO e lasciate spazio a persone più
      competenti di voi.non lo faranno mai.hanno tutto l'interesse a che la situazioni peggiori ulteriormente, altrimenti come fanno a imporci altre leggi speciali??ricordiamoci che il malavitoso/terrorista ha sia la capacità che i mezzi per eludere qualunque tipo di sorveglianza, mentre il cittadino comune no.e chi pensa che, una volta approvate leggi liberticide, i vari provenzano e bin laden appaiano miracolosamente e si lascino catturare, regalando "più sicurezza per tutti", o è un ingenuo o è in malafede.....
    • mda scrive:
      Re: Egregi Signori
      - Scritto da: Wakko Warner
      Faccio costante uso di reti criptate e di
      software che presto potrebbero essere considerati
      "proibiti".

      E ora venite pure a prendermi.
      Sono come te, sono con te !Ciao ;).
    • jojob scrive:
      Re: Egregi Signori
      - Scritto da: Wakko Warner
      Faccio costante uso di reti criptate e di
      software che presto potrebbero essere considerati
      "proibiti".

      L'intero mio computer è una fortezza
      inespugnabile, non intendo fornire le mie
      password e le chiavi di decrittazione a *nessuno*
      e per *nessuna ragione* nonostante non stia
      nascondendo proprio nulla.

      Se volete sbattermi in galera per questo io non
      intendo fare resistenza, sarò *FIERO* di finire
      in galera in questo STATO DI POLIZIA, per uno,
      due, cinque, dieci o anche cento anni.
      I nostri nonni hanno difeso CON LA VITA la nostra
      libertà e VOI ora volete portarcela via adducendo
      scusanti ridicole e la vostra incompetenza e
      incapacità.

      Se non siete capaci di combattere il crimine con
      gli AMPI strumenti che già avete a disposizione
      CAMBIATE LAVORO e lasciate spazio a persone più
      competenti di voi.

      Non intendo desistere in alcun modo dal
      proteggere la *MIA* privacy e la privacy delle
      persone che si *fidano* di me solo per le vostre
      ridicole paure. Mettetevi il cuore in pace.

      E ora venite pure a prendermi.





      P.S.: No... non sono tornato. Questa è una pura e
      semplice eccezione vista la gravità della notizia
      e non intendo replicare in nessun modo ad
      eventuali risposte a questo o altri post.Ciao Wakko,siamo in tanti a pensarla come te ma non credo proprio che le patrie galere avranno il piacere di onorarsi della nostra presenza.A tal proposito sottoscrivo in pieno l'intervento di Santos, la resa secondo me dovra' per forza di cose arrivare dalla parte avversa.
  • Anonimo scrive:
    Una domanda!
    Una domanda: ma alla luce di quanto detto nell'articolo a riguardo dei sistemi di criptatura, come si inqudra la vicenda relativa al chip "fritz", che nasce appositamente per questo scopo, e che, se ho compreso bene, può essere utilizzato anche dall'utente per criptare i propri dati? Spero di aver inquadrato bene la questione.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una risposta!
      - Scritto da: Anonimo
      Una domanda: ma alla luce di quanto detto
      nell'articolo a riguardo dei sistemi di
      criptatura, come si inqudra la vicenda relativa
      al chip "fritz", che nasce appositamente per
      questo scopo, e che, se ho compreso bene, può
      essere utilizzato anche dall'utente per criptare
      i propri dati? Spero di aver inquadrato bene la
      questione.Semplice. La chiave di lettura sta nella espressione"uso ILLEGALE" dunque forse Fritz verrà reso legalee il resto fuorilegge.Ovviamente c'è da chiedersi a quel punto che razza di"sicurezza" darebbe Fritz all'utente del computer...
      • castigo scrive:
        Re: Una risposta!
        - Scritto da: Anonimo
        - Scritto da: Anonimo

        Una domanda: ma alla luce di quanto detto

        nell'articolo a riguardo dei sistemi di

        criptatura, come si inqudra la vicenda relativa

        al chip "fritz", che nasce appositamente per

        questo scopo, e che, se ho compreso bene, può

        essere utilizzato anche dall'utente per criptare

        i propri dati? Spero di aver inquadrato bene la

        questione.

        Semplice. La chiave di lettura sta nella
        espressione
        "uso ILLEGALE" dunque forse Fritz verrà reso
        legale
        e il resto fuorilegge.

        Ovviamente c'è da chiedersi a quel punto che
        razza di
        "sicurezza" darebbe Fritz all'utente del
        computer...ma LOL.... quella di essere controllato, naturalmente :D
        • Anonimo scrive:
          Re: Una risposta!
          Il chip Fritz e' perfettamente legale perche' funziona al contrario, serve a proteggere gli altri da noi: chi l'ha costruito sa cosa c'e' dentro, chi lo usa no.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una domanda!
      - Scritto da: Anonimo
      Una domanda: ma alla luce di quanto detto
      nell'articolo a riguardo dei sistemi di
      criptatura, come si inqudra la vicenda relativa
      al chip "fritz", che nasce appositamente per
      questo scopo, e che, se ho compreso bene, può
      essere utilizzato anche dall'utente per criptare
      i propri dati? Spero di aver inquadrato bene la
      questione.Non conosco la vicenda, cos'è il chip "fritz" ?
  • Anonimo scrive:
    si è svolto a Varenna un interessante...
    si è svolto a Varenna un interessante convegno di giuristi che farebbero bene ad andare a zappare la terra , piuttosto che inventarsi fantomatici e reati informatici dal sapore vagamente amaro ed inquientante !
    • Anonimo scrive:
      Re: si è svolto a Varenna un interessant
      - Scritto da: Anonimo
      si è svolto a Varenna un interessante convegno di
      giuristi
      che farebbero bene ad andare a zappare la terra ,
      piuttosto che inventarsi fantomatici e reati
      informatici dal sapore vagamente amaro ed
      inquientante !Il fatto e che non l'hanno inventati loro GLI hanno chiestodi inventarli."GLI" possiamo immaginare chi siano-
    • Anonimo scrive:
      Re: si è svolto a Varenna un interessant
      - Scritto da: Anonimo
      si è svolto a Varenna un interessante convegno di
      giuristi
      che farebbero bene ad andare a zappare la terra ,
      piuttosto che inventarsi fantomatici e reati
      informatici dal sapore vagamente amaro ed
      inquientante !Toh, guarda. Ho trovato un articolo sui"think-tanks" ("serbatoi di cervelli").http://en.wikipedia.org/wiki/Think_tank
  • dott. Anonimo scrive:
    Il mondo senza giuristi
    http://cuoreimmacolato.diocesicuneo.it/er/GIROTONDO.jpg
    • Anonimo scrive:
      Re: Il mondo senza giuristi
      - Scritto da: dott. Anonimo
      http://cuoreimmacolato.diocesicuneo.it/er/GIROTOND li vedi i due nello sfondo?stanno per tirare una bomba agli altri
  • Anonimo scrive:
    Le auto di sti qua...
    ...immagino che saranno tutto meno che dei macinini: per presenziare a sparare boiate davanti una platea più beota di loro guadagneranno vagonate di milioni.Si presume che siano auto dotate di computer di bordo... ecco qualche giustiziere, pulitore può dirottarli contro un palo sti qua e disattivare l'airbag ? :@
  • Anonimo scrive:
    CACCIAMO IL GOVERNO DEL NANO P2ista
    Solo così potremo pensare i cominciare a difendere INTERNET e i diritti degli utenti Internet.Non lasciamo la RETE nelle mani dlle Multinazionali dell' Impero del Male; saremmo tutti fritti.
    • Anonimo scrive:
      Re: CACCIAMO IL GOVERNO DEL NANO P2ista
      - Scritto da: Anonimo
      Solo così potremo pensare i cominciare a
      difendere INTERNET e i diritti degli utenti
      Internet.
      Non lasciamo la RETE nelle mani dlle
      Multinazionali dell' Impero del Male; saremmo
      tutti fritti.scusa, non per buttarla in politica, ma cosa c'entra?la magistratura è o non è imparziale e slegata dal potere politico?perchè la si associa ad una parte alla bisogna?un po' si intelligenza per favore!!!!tristemente_famoso
      • Anonimo scrive:
        Re: CACCIAMO IL GOVERNO DEL NANO P2ista
        Qui si parla di orientamenti legislativi, mica giudiziari.
        • Anonimo scrive:
          Re: CACCIAMO IL GOVERNO DEL NANO P2ista
          - Scritto da: Lich
          Qui si parla di orientamenti legislativi, mica
          giudiziari.appunto, i parlamentari fanno le leggi e i magistrati sono costretti ad applicarle
    • bandg4p scrive:
      Re: CACCIAMO IL GOVERNO DEL NANO P2ista
      Se ne sei capace, leggi qui: http://punto-informatico.it/p.asp?i=31652 http://punto-informatico.it/p.asp?i=32763(e il nano nel 2000 NON era al governo).
      • Anonimo scrive:
        Re: CACCIAMO IL GOVERNO DEL NANO P2ista
        - Scritto da: bandg4p
        Se ne sei capace, leggi qui:

        http://punto-informatico.it/p.asp?i=31652

        http://punto-informatico.it/p.asp?i=32763

        (e il nano nel 2000 NON era al governo).
        Disgrazia vuole che poi gli ITALIOTI ce l' hanno mandato e i risultati devastanti sono ormai sotto gli occhi di tutti.
        • Anonimo scrive:
          Re: CACCIAMO IL GOVERNO DEL NANO P2ista
          - Scritto da: Anonimo
          Disgrazia vuole che poi gli ITALIOTI ce l' hanno
          mandato e i risultati devastanti sono ormai sotto
          gli occhi di tutti.Ovvero? .. facci un sunto ... che sono cieco
  • Anonimo scrive:
    Il nuovo crackdown
    Fra breve, il nuovo crackdown. Come nel '94 che sequestravano pure i tappetini del mouse.Disutopico orwelliano futuro... ah, dannazione...culo.
  • Anonimo scrive:
    morte agli ignoranti
    questa ignoranza in materia informatica è diventata veramente troppo pericolosa.gente che non capisce un emerito , sckusate la parola, cazzo di informatica e vuole legiferare facendo finta di essere informatissima.dio come li odio, ne farei chappy per il mio cane!se ci dovesse essere una rivoluzione ricordiamoci di ghigliottinare questi niubbi corrotti e ignoranti
    • Anonimo scrive:
      Re: morte agli ignoranti
      - Scritto da: Anonimo
      se ci dovesse essere una rivoluzione ricordiamoci
      di ghigliottinare questi niubbi corrotti e
      ignorantili sto segnando sul mio taccuino. Quando partiamo per la rivolusion'?
    • Anonimo scrive:
      Re: morte agli ignoranti
      Non occorre avere una cultura informatica per evitare questi orrori. Basterebbe avere una cultura giuridica.La responsabilita' penale e' personale. Per essere perseguibile devo aver compiuto una azione con una specifica intenzione criminale.Se ho un pie' di porco in casa non sono necessariamente un ladro.Se nel cassetto ho un coltellone per tagliare il prosciutto non sono necessariamente un assassino sanguinario.Se ho un programma di cifratura non sono necessariamente un terrorista.Se ho Jack the ripper non sono necessariamente un cracker...
    • Anonimo scrive:
      Re: morte agli ignoranti
      - Scritto da: Anonimo
      questa ignoranza in materia informatica è
      diventata veramente troppo pericolosa.

      gente che non capisce un emerito , sckusate la
      parola, cazzo di informatica e vuole legiferare
      facendo finta di essere informatissima.

      dio come li odio, ne farei chappy per il mio cane!

      se ci dovesse essere una rivoluzione ricordiamoci
      di ghigliottinare questi niubbi corrotti e
      ignorantiTemo che invece di informatica ne sappiano più di quanto tu e io immaginiamo. Queste leggi sono fatte per colpire l'uso LEGITTIMO degli strumenti della rete (il criminale informatico è già perseguibile per le leggi che ci sono, e non è certo per una leggina che si ferma). Lo sanno benissimo cos'è internet... e fa paura. Ai governi, che temono la possibilità di instaurare la democrazia diretta. Alle grandi aziende, che temono di doversi mettere a competere pariteticamente con le piccole, e anche con molti soldi si possono perdere le sfide del mercato. Ai monopolisti dei contenuti, che temono la libera circolazione NON dei loro contenuti, ma di quelli liberamente disponibili, gratuiti o aperti, che temono di doversi confrontare in un mercato diverso dal modello classico, uno dove le variabili "quantità" e "prezzo" perdono di significato di fronte a 'qualità'.......devo continuare?
    • Anonimo scrive:
      Re: morte agli ignoranti

      dio come li odio, ne farei chappy per il mio cane!odi anche il tuo cane che lo vuoi avvelenare ? :|
    • Anonimo scrive:
      Re: morte agli ignoranti
      - Scritto da: Anonimo
      questa ignoranza in materia informatica è
      diventata veramente troppo pericolosa.e se sapessero quello che fanno?
  • Anonimo scrive:
    Il problema filosofico...
    ...e' che in entrambi i casi non viene criminalizzata l'azione criminosa, ma *lo strumento* con la quale la si compie.Ma nessuno strumento ha un uso univoco, neppure nel mondo fisico.Un pie' di porco e' solitamente legato al furto con scasso. Ma io potrei usarlo, per esempio, per entrare in fretta in una casa dove un anziano solo si e' sentito male. E salvargli la vita.Questo vale anche per qualsiasi programma, e per qualsiasi sistema di cifratura.E anche detenere un programma che fa certamente solo del male, come un virus, puo' servire per progettare un antivirus.Se questa riforma passasse cosi' com'e', non sarebbe piu' possibile produrre antivirus - se non a lume di naso...
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema filosofico...
      Il problema filosofico è che se io voglio comunicare in maniera riservata con qualcuno dei ca__i miei o della mia azienda devo avere non solo la possibilità ma il pieno diritto di poterlo fare. Già mi fa girare le scatole che cerchino di far passare di nascosto sistemi che permettano la presenza di backdoor nei sistemi di criptatura o voglio anche impedirmi di criptare... ok va benissimo.Io non cripto più i msg con informazioni segrete e confidenziali da comunicare ad esempio via email a qualcuno ma se scopro che sta roba finisce dove non deve LORO, LO STATO MI PAGA I DANNI E NON FIATA !! :@
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema filosofico...
      - Scritto da: Anonimo
      ...e' che in entrambi i casi non viene
      criminalizzata l'azione criminosa, ma *lo
      strumento* con la quale la si compie.

      Ma nessuno strumento ha un uso univoco, neppure
      nel mondo fisico.

      Un pie' di porco e' solitamente legato al furto
      con scasso. Ma io potrei usarlo, per esempio, per
      entrare in fretta in una casa dove un anziano
      solo si e' sentito male. E salvargli la vita.
      o un keygen per non chiamare l'assistenza del prog che hai comprato per non disturbarli? ;)o un gas nervino?una bomba?un vibratore elettrificato?ora la tua fantasia ci divertirà :)
      Questo vale anche per qualsiasi programma, e per
      qualsiasi sistema di cifratura.

      E anche detenere un programma che fa certamente
      solo del male, come un virus, puo' servire per
      progettare un antivirus.worm generator?
      Se questa riforma passasse cosi' com'e', non
      sarebbe piu' possibile produrre antivirus - se
      non a lume di naso...o previa autorizzazione :)loro vogliono potere e controllo assoluto
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema filosofico...
      Purtroppo c'è chi "problemi filosofici"non se ne mette proprio. L'importanteè fare il lavoro per cui sono...... avvezzi, va.
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema filosofico...
      il problema va posto in questi termini: se è lecita una comunicazione riservata tra 2 persone o una forma di riservatezza nella vita reale non c'è motivo per cui ciò non debba avvenire a mezzo di strumenti informatici, non si vede perché ad una estensione della propria capacità di comunicare in modo riservato non debba corrispondere una estensione del diritto a farlo con tutti i mezzi possibili. Si ritiene che sia pericoloso che 2 persone possano comunicare in modo riservato o detenere informazioni riservate solo perché i mezzi a loro disposizione sono più potenti? Non si deve allora dimenticare che anche le forze di sicurezza hanno grazie ai mezzi informatici lo stesso potenziamento dei loro mezzi, senza bisogno di negare il diritto alla riservatezza a qualcuno e senza creare uno stato di sorveglianza, che è il contrario del diritto ed equivale alla detenzione. Sempreché il singolo sia considerato una persona con pari diritti del sovrano o del legislatore eletto: non è questa la democrazia, una forma di autogoverno?
    • Anonimo scrive:
      Re: Il problema filosofico...
      Condivido, colpire il crimine non il mezzo.C'è però una difficoltà, forse dovuta alla diffusa ignoranza dei mezzi informatici, a colpire il crimine che usa internet come mezzo.Se da una parte i nuovi reati informatici individuati sono altamente risibili ed assurdi (come faccio a garantire la sicurezza di una rete senza provare ad attaccarla come farebbe un hacker, usando quindi tutti i programmi che questi userebbe) d'altra parte come faccio ad impedire comunicazioni riservate tra terroristi che usano mezzi crittografici?In teoria non posso farci niente, perchè andrei a colpire anche dei diritti di onesti cittadini, in pratica se fossi un parente delle vittime americane o spagnole o ... sarei meno categorico.Direi che la soluzione vada cercata con buon senso utilizzando esperti informatici non giuristi.
  • Anonimo scrive:
    Spocchia?
    Altro che frase spocchiosa. Questi giurisiti hanno solo dimostrato quanto fosse veritiera.
  • CoreDump scrive:
    Ma qui stiamo proprio fuori dal Mondo!!!
    Vi prego ditemi che quello che leggo è solo un bruttosogno perchè non posso credere che la nostraciviltà stia andando a donnine ( si insomma a puttane )ma stiamo veramente scherzando????"Detenzione abusiva di strumenti informatici" quindiio non posso detenere un programma ( magari fatto dame dato che faccio il programmatore ) che mipotrebbe servire a recuperare le password da un mioarchivio zip per il quale ho scordato la password?E con i programmi come nessus come la mettiamo?devo chiedere il permesso al legislatore per potertestare la sicurezza della mia lan? poi la partesuccessiva e fantastica, "Uso illegale di dati criptati osteganografati" va bene che i programmi di anonimatofanno tanta paura perchè ci girano i terroristi cattivima di questo passo con la scusa terrorismo/pedofiliacon il mio pc non ci potrò piu fare un beneamato cazzo,tanto vale che mi rimetto a programmare sull'a1200,non sarà invece che come al solito gli interessi deicittadini non corrispondono affatto con gli interessidei governi ( leggesi major ), ultimamente leggosempre di più notizie per la totale limitazione dellaliberta passando per i DRM / TCPA e soci arrivandoalla internet a 2 velocità, il consumatore deve soloconsumare appunto, pagare per accedere alla reteche dovrà esclusivamente usare per scaricare icontenuti ( visto che internet secondo i nuovi ingordiaffaristi della new economy è solo un contenitoredi contenuti..........i loro ) protetti da DRM ovviamente,essere completamente rintracciabile ( in futuro miaspetto un bel chip sottocutaneo magari sui zebedeicosi da non dimenticarselo ) in rete o fuori, ma checazzo di mondo è?, qui cè gente pagata na NOI chefa le leggi contro di NOI e a favore dei pochi chedetengono il potere e che possono permettersi difare quello che cazzo gli parte tanto la frase "la legge è uguale per tutti" fà piu ridere di una barzelletta ormai, bell'esempio di democraziacomplimenti clap clap.
    • Maiale scrive:
      Re: Ma qui stiamo proprio fuori dal Mond
      In USA mi pare sia illegale PGP GPG ecc..
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qui stiamo proprio fuori dal Mond
        - Scritto da: Maiale
        In USA mi pare sia illegale PGP GPG
        ecc..Mi sembrava che in passato fosse illegale soltanto esportarle (in quanto potenzialmente soggette ad usi militari da parte di paesi ostili).
      • Anonimo scrive:
        Re: Ma qui stiamo proprio fuori dal Mond
        - Scritto da: Maiale
        In USA mi pare sia illegale PGP GPG
        ecc..La crittografia è illegale in francia.
        • Anonimo scrive:
          Re: Ma qui stiamo proprio fuori dal Mond

          La crittografia è illegale in francia.se ti riferisci alla legge di cui si parla in questo periodo non e' ancora stata approvata, deve passare le camere e probabilmente sara' emendatapiu' volte.Poi la legge tedesca delle notizie di Lunedi' per ora e' solo una bozza, quindi e' ancora tutto da vedere; in particolare in Germania la privacy e la protezione dei dati erano incoraggiati.
    • Anonimo scrive:
      Re: Ma qui stiamo proprio fuori dal Mond
      - Scritto da: CoreDump
      qui cè gente pagata na NOI che
      fa le leggi contro di NOI e a favore dei pochi che
      detengono il potere e che possono permettersi di
      fare quello che cazzo gli parteBuongiorno e benvenuto alla luce.
    • tekNico scrive:
      Re: Ma qui stiamo proprio fuori dal Mond

      essere completamente rintracciabile ( in futuro mi aspetto
      un bel chip sottocutaneo magari sui zebedei cosi da non
      dimenticarselo ) in rete o fuoriFuturo?http://www.davidicke.com/content/category/6/17/38/
  • Anonimo scrive:
    Dov'e l'intervista di Prodi di oggi?
    Ho solo questo link per orahttp://web.fiorellocortiana.it/html/modules/newbb/viewtopic.php?topic_id=7079&forum=4
    • Anonimo scrive:
      Re: Dov'e l'intervista di Prodi di oggi?
      Eccola:http://notizie.virgilio.it/storie/prodi2.html,page=2.html
      • Anonimo scrive:
        Re: Dov'e l'intervista di Prodi di oggi?
        Leggendo dal sito di Cortiana sembra che una domanda sia stata tagliata dall'intervista pubblicata nel link sopra riportato.Dalla segreteria di Prodi (sempre sul forum di Cortiana) viene riportata la risposta alla domanda sulla legge Urbani:4) La legge Urbani prevede pene severe fino al carcere per chi immette in rete a ?finidi lucro? musica e film coperti da copyright. Qual è la sua posizione nei confronti di questalegge? E cosa pensa del ?file sharing? ovvero dello scambio di musica e di film?Il diritto d?autore va tutelato, su questo non c?è alcun dubbio. Riscontro però molti squilibri nella legislazione approvata dal centrodestra nel corso dell?ultima legislatura, con atteggiamenti fortemente puntivi verso alcuni tipi di reati ed un inspiegabile lassismo verso altre pratiche illecite. Pensiamo all?atteggiamento tenuto verso chi ha mandato in rovina migliaia di risparmiatori o, addirittura, la depenalizzazione di reati come il falso in bilancio, che in America ? il modello culturale e politico più volte sbandierato dal premier ? viene colpito con pene durissime. Questa contraddittorietà, che in realtà nella sua faccia più morbida nasconde la tutela di interessi precisi, non risponde all?interesse collettivo. Anche il discorso sul copyright, infatti, andrebbe affrontato all?interno di una prospettiva più ampia. Invece di punire e basta, bisognerebbe capire come affrontare il tema dell?accesso alla cultura, completamente ridefinito dall?avvento di internet, in modo da ampliare il bacino degli utenti salvaguardando i diritti dei produttori. Una discussione che coinvolga tutti i soggetti interessati è l?unico strumento per arrivare ad una soluzione equa e condivisa. Il decreto Urbani per i contenuti in rete sia un po' come quello sulla droga, punisce ma non fa nulla per rimuovere le cause. Non distingue tra la pirateria di massa che distrugge il valore commerciale di un brano, un clip o un film , dall'uso privato di scambi di file senza valore commerciale'.
        • Anonimo scrive:
          Re: Dov'e l'intervista di Prodi di oggi?
          Beh mi sembra un buon punto di partenza come dichiarazione no? Con Cortiana e l'intero gruppo parlamentare della Rosa nel Pugno al parlamento immagino che le possibilità di vedere cancellata (con ignominia) l'orribile legge Urbani non siano piu' cosi' remote.
          • Anonimo scrive:
            Re: Dov'e l'intervista di Prodi di oggi?
            Chissà che alla fine Berlusconi non abbia fatto veramente il bene degli italiani:MOSTRANDOCI TUTTO QUELLO CHE NON SI DEVE FARE!!!
Chiudi i commenti