Lombardia, conferenza sui brevetti software

A Milano


Milano – Si terrà venerdì primo luglio alle 11 al Consiglio Regionale della Lombardia (via Fabio Filzi 29, Milano) l’incontro Software: i brevetti minacciano le piccole e medie imprese informatiche .

“Il 6 luglio prossimo – si legge in una nota – la Commissione Europea discuterà gli emendamenti, presentati con l’accordo dei presidenti dei gruppi al Parlamento Europeo, contro la proposta di introdurre la brevettabilità del software, direttiva che sovverte i dettami della Convenzione europea sui brevetti e contraddice l’intesa politica, precedentemente raggiunta, sul principio della non brevettabilità”.

Previsti gli interventi, tra gli altri, di Fiorello Cortiana, senatore dei Verdi delegato per l’Italia al WSIS, Carlo Piana dello Studio Tamos Piana and Partners e Alessandro Rubini della Free Software Foundation.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    GRANDE FESTA............
    Quando i maiali pidocchi della RIAA lo pijeranno an der CUxO una volta x tutte. :):):):):):):)
  • Anonimo scrive:
    Una probabilita su 73800 di essere......
    .... individuati, almeno in questa operazione,e per giunta su network che ormai molti considerano degli zombie; non mi sembra che sia il caso di preoccuparsi.
    • Anonimo scrive:
      Re: Una probabilita su 73800 di essere......
      - Scritto da: Anonimo
      .... individuati, almeno in questa operazione,
      e per giunta su network che ormai molti
      considerano degli zombie; non mi sembra che sia
      il caso di preoccuparsi.non preoccuparsi è la strada migliore per pigliarselo tutto senza che nessuno mai possa farci qualcosa, senza che nessuno abbia nemmeno il sentore che l'epidemia distruttiva e corrotta dilaga
      • Pompotron scrive:
        Re: Una probabilita su 73800 di essere......
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: Anonimo

        .... individuati, almeno in questa operazione,

        e per giunta su network che ormai molti

        considerano degli zombie; non mi sembra che sia

        il caso di preoccuparsi.

        non preoccuparsi è la strada migliore per
        pigliarselo tutto senza che nessuno mai possa
        farci qualcosa, senza che nessuno abbia nemmeno
        il sentore che l'epidemia distruttiva e corrotta
        dilagaParafrasando la battuta di un noto film proiettato al cinema in questi giorni "gente che shara 10.000 file a botta, su server ultra-sputtanatissimi, non deve starci tanto con la testa".
        • Anonimo scrive:
          Re: Una probabilita su 73800 di essere..

          Parafrasando la battuta di un noto film
          proiettato al cinema in questi giorni "gente che
          shara 10.000 file a botta, su server
          ultra-sputtanatissimi, non deve starci tanto con
          la testa".quale film?
  • Anonimo scrive:
    I conti son facili da fare....
    15.000 utenti a cui hanno rubato circa 2000 dollari per evitare guai peggiori = 30 Milioni di dollari......e poi c'è chi dice che il P2P non paga......più di quanto avrebbero mai guadagnato se questi 15.000 utenti avessero acquistato i loro cd........ (vorrei vedere chi spende 2000 dollari pr cd anche se fosse all'anno....)
    • manta scrive:
      Re: I conti son facili da fare....
      - Scritto da: Anonimo
      15.000 utenti a cui hanno rubato circa 2000
      dollari per evitare guai peggiori =

      30 Milioni di dollari......e poi c'è chi dice che
      il P2P non paga......più di quanto avrebbero mai
      guadagnato se questi 15.000 utenti avessero
      acquistato i loro cd........ (vorrei vedere chi
      spende 2000 dollari pr cd anche se fosse
      all'anno....)questo conto non l'avevo mai fatto ma è abbastanza illuminante...
    • Pompotron scrive:
      Re: I conti son facili da fare....
      - Scritto da: Anonimo
      15.000 utenti a cui hanno rubato circa 2000
      dollari per evitare guai peggiori =

      30 Milioni di dollari......e poi c'è chi dice che
      il P2P non paga......più di quanto avrebbero mai
      guadagnato se questi 15.000 utenti avessero
      acquistato i loro cd........ (vorrei vedere chi
      spende 2000 dollari pr cd anche se fosse
      all'anno....)E' un ragionamento così semplice e realistico che mi era sfuggito, eheheh, le cose semplici a volte sono quelle che ci sfuggono di più. Hai proprio ragione, altro che "il P2P è la rovina delle major", hanno trovato un altro modo per rubare i soldi al prossimo senza vendergli nulla.
Chiudi i commenti