Luca Armani contro il potere del marchio

Un'opinione di Ettore Panella, presidente dell'associazione NewGlobal.it, sul come è stata percepita la vicenda del dominio Armani.it. Tra indios e conquistadores


Roma – Confesso che ho passato molto tempo davanti ad un foglio vuoto per trovare un titolo a questo intervento. Come racchiudere questa amara vicenda in una sola frase? Davide contro Golia? Titolo scontato e poi l’esito è stato opposto. In questo caso ha vinto Golia (come quasi sempre accade, e quando non accade vuol dire che Davide ha i suoi bravi “Santi in Paradiso”). Il caso del dominio armani.it? Banale. Ci voleva qualcosa capace di andare al succo del problema e contemporaneamente alludere ad uno scontro più ampio, che va oltre il caso specifico, uno scontro tra civiltà, uno scontro tra valori, uno scontro tra generazioni, uno scontro che racchiude qualcosa di epico nel suo essere chiave di volta, nel suo essere lo spartiacque tra due mondi. Luca Armani contro il potere del marchio è proprio il titolo giusto.

La storia è ormai nota : Luca Armani, semplice artigiano lombardo, registra per tempo il dominio armani.it corrispondente al suo cognome e ci pubblicizza la sua attività. Tempo dopo, la Emporio Armani spa scopre Internet. Vuole il dominio ma non ricorre agli Enti Conduttori che per conto della Naming Authority italiana decidono entro due mesi ed alla modica cifra di poco meno di 1000 euro sulle controversie circa i domini. Se lo avesse fatto avrebbe avuto torto in quanto per le regole che la comunità Internet si è data la Emporio Armani spa non aveva il diritto di togliere il dominio a Luca Armani.

La Emporio Armani spa ricorre alla Magistratura Ordinaria italiana, enormemente più lenta e onerosa la quale come da pronostico ha dato ragione al più famoso Armani stilista basando le sue argomentazioni proprio sul valore anche economico del marchio che per il mondo reale è qualcosa di “sacro” mentre per la comunità Internet non ha un valore superiore, ad esempio, al valore del cognome.

In questo articolo non mi interessa discutere sulla validità giuridica o meno della sentenza, illustri avvocati hanno sezionato la vicenda e scritto moltissime pagine con maggiore competenza ed autorevolezza di quanto potrei fare io. Mi interessa invece rimarcare questa dicotomia tra mondo reale e comunità Internet . Ma soprattutto spiegarmi qual è il motivo che ha trasformato una vicenda tutto sommato come tante in una pietra miliare, in qualcosa che ha animato gli animi, che ha smosso le coscienze, che ha fatto scrivere milioni di parole nei forum, che ha trasformato suo malgrado una persona semplice in un eroe per forza.

La Magistratura Italiana, chiamata a giudicare sul caso, ha ritenuto preponderante il valore del marchio , cosa che ha una sua dignità. Infatti, il marchio identifica agli occhi del consumatore un prodotto e l’azienda produttrice. Il marchio è importante in quanto impegna il produttore a garantire la qualità del suo prodotto e fornisce gli elementi necessari al consumatore per ricorrere in giudizio in caso di malfunzionamenti o frodi. In questa ottica la falsificazione del marchio è un delitto contro il consumatore prima che contro l’azienda in quanto il povero malcapitato non avrebbe garanzia di qualità ed in caso di problemi non potrebbe rivalersi su quello che erroneamente ha creduto essere il produttore.

E’ stato questo il caso? Se Luca Armani avesse venduto maglioni, sì. Tuttavia Luca Armani produce timbri, ovvero crea un prodotto assolutamente non confondibile con quello del più famoso Giorgio, né sviava la clientela verso altri stilisti.

Per comprendere realmente la questione dobbiamo calarci nella schizofrenia di questo mondo reale, dobbiamo fermarci a riflettere e notare che raramente le pubblicità enunciano le caratteristiche di un prodotto o la sua qualità ma semplicemente tendono a suggestionare chi le guarda puntando all’inconscio, al sogno e quel che è peggio puntando al desiderio di essere accettati in un gruppo o in una élite. Sappiamo tutti che il consumatore acquista il prodotto di marca, specie se vestiario, non per le sue caratteristiche o per la sua comodità o portabilità ma spesso, per non dire quasi sempre, per testimoniare una capacità di spesa, per mostrare di potersi permettere il capo firmato, per far parte di un circolo ristretto.

Non capiremmo altrimenti perché la gente compri prodotti falsi e di evidente pessima qualità sulle bancarelle, sapendo di comprare un falso, se non nell’ottica di crearsi un sogno artificiale non potendosi permettere quello reale. Se nel mondo reale questa supremazia del marchio, inteso come potere sul consumatore e non come servizio al consumatore, è un dato di fatto, non succede lo stesso nelle comunità Internet. Gli accademici e gli studenti, i provider, gli sviluppatori open source, i tecnici, insomma coloro che seppero lentamente sottrarre ai militari quella che era stata una formidabile arma e che hanno saputo trasformarla in uno strumento di grande progresso per l’umanità, si illusero di creare una comunità libera, dove il potere economico non fosse superiore all’essenza dell’essere umano. Questa comunità si è svegliata e ha scoperto in frantumi quel sogno che la ha animata, che ha spinto, ad esempio, migliaia di programmatori a sacrificare il proprio tempo libero per sviluppare quell’ideale chiamato Internet. La reazione è stata rabbiosa anche se sterile, i forum che discutono della vicenda si sono infiammati.

Luca Armani è diventato, suo malgrado e senza desiderarlo, l’eroe che incarna una offesa subita per traslato da tutta la comunità Internet, l’emblema di un mondo soccombente ai nuovi “conquistadores”, i quali, nonostante avessero avuto alle loro dipendenze i migliori professionisti, non hanno avuto più lungimiranza di un semplice artigiano e che, invece di riflettere sulla loro incapacità di capire il nuovo che avanza, si sono scagliati alla conquista dei nuovi territori, non importa se questi fossero abitati da qualche tribù di “indios”.

La vicenda che stiamo trattando non potrebbe essere compresa se non inserita in quello che è uno scontro più ampio di cui i nostri protagonisti sono solo, a torto o a ragione, dei simboli. Quello in atto è uno scontro tra “gli indios” della rete e tutti i nuovi “conquistadores” che non amano il nuovo mondo, che vogliono solo razziare quanto più oro possibile per tornare carichi di ogni ricchezza nel loro mondo, quello dove si sentono veramente a loro agio, quello che sa onorarli ed accoglierli da trionfatori.

Non hanno partecipato né contribuito alla realizzazione di questo sogno chiamato Internet eppure chiedono a chi c’era di sacrificarlo sull’altare del profitto a tutti i costi, gli chiedono di rassegnarsi ad importare anche nel virtuale la loro follia. Questi “conquistadores” hanno creato un mondo senza umanità, stanno distruggendo l’ambiente, trattano la gente come semplici consumatori, come quegli animali da carne legati alla mangiatoia con il solo scopo nella loro misera vita di consumare il pastone. Addirittura i novelli arbitri di eleganza, che in questa epoca spuntano come i funghi, hanno proposto al gentil sesso un modello di donna, loro che non sempre amano le donne, sbagliato e dannoso. Hanno esposto sempre modelle ridotte all’osso, sponsorizzando di fatto l’anoressia come emblema della bellezza. Hanno di fatto contribuito a diffondere l’ansia per il grammo di troppo. Addirittura le donne sottopeso sono state talmente condizionate da vedersi comunque grasse, vogliono ancora dimagrire, sempre di più…fino alle estreme conseguenze, hanno perso la voglia di vivere, del sesso, del futuro. Stanno rovinando la vita alle tante donne di questo paese e per traslato anche a noi uomini che in quanto mariti, padri, figli, fratelli, compagni viviamo loro accanto. Grazie! Ne avevamo proprio bisogno!

Questa vicenda rappresenta per tutti noi “indios” della rete una chiamata all’impegno prima che sia troppo tardi. Oggi più che mai siamo chiamati a domandarci se crediamo ancora in quel sogno e se desideriamo realmente continuare a realizzarlo o rassegnarci al niente che avanza, all’apparire piuttosto che all’essere.


Ettore Panella
Presidente dell’associazione newglobal.it

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    sono stati fortunati
    a me la guardia di finanza ha sequestrato il computer con i giochi di mio figlio e a distanza di 6 mesi, pur non avendo trovato quello che cercavano, non me lo hanno ancora restituito. Ho chiesto più volte un incontro con il giudice per chiarire il malinteso (perchè di questo si tratta) ma non si è mai degnato di ricevermi.
    • Anonimo scrive:
      Re: sono stati fortunati
      Fai un'istanza di dissequestro, se non ottieni nulla puoi fare ricorso al tribunale del riesame entro 10 giorni. Se il computer conteneva anche posta elettronica fai una denuncia per sottrazione di corrispondenza.
      • Anonimo scrive:
        Re: sono stati fortunati
        Grazie, ho già fatto domanda di dissequestro ma mi è stata respinta in quanto le indagini erano (a detta della gdf) ancora in corso. Non avevo pensato alla corrispondenza.
        • Anonimo scrive:
          Re: sono stati fortunati
          - Scritto da: Anonimo
          Grazie, ho già fatto domanda di dissequestro
          ma mi è stata respinta in quanto le indagini
          erano (a detta della gdf) ancora in corso.
          Non avevo pensato alla corrispondenza.La domanda deve essere appunto respinta, questo ti consentirebbe di fare ricorso al tribunale del riesame.
    • Anonimo scrive:
      Re: sono stati fortunati
      Anche a te per immagini pedofile?
      • Anonimo scrive:
        Re: sono stati fortunati
        - Scritto da: Anonimo
        Anche a te per immagini pedofile?Da quello che ha detto immagino per sospetti giochi piratati
  • Anonimo scrive:
    Sentite questa...
    Per chiedere un dissequestro di un computer, ovvero una copia dei dati, (sono 4 mesi che starà in qualche anfratto di un tribunale), il magistrato mi ha chiesto, udite udite, l'elenco dei file di cui voglio ottenere copia.A nulla è valso, almeno fino ad ora, il tentativo di spiegare che avevo almeno bisogno di una detrminata cartella e dei file in essa contenuta. Pretendeva l'elenco dei file di quella cartella, che saranno un 4-5000. !!!!!Quando comprai il mio primo PC, nel 1991 ed ero piccolo, per scrupolo mi stampavo alcune directory, poi quando ho visto che crescevano a dismisura ho lasciato perdere..... forse non era poi una cattiva abitudine :( :( :(.Effettivamente è inutile scomodare gli States, stè cosa accadono in Italia, con l'unica differenza che qui non si riesce mai a trovare un responsabile, che paghi per gli sbagli o gli abusi commessi.Un deluso, che pensa sempre più a chiedere asilo politico su Marte!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentite questa...
      - Scritto da: Anonimo
      Per chiedere un dissequestro di un computer,
      ovvero una copia dei dati, (sono 4 mesi che
      starà in qualche anfratto di un tribunale),
      il magistrato mi ha chiesto, udite udite,
      l'elenco dei file di cui voglio ottenere
      copia.

      A nulla è valso, almeno fino ad ora, il
      tentativo di spiegare che avevo almeno
      bisogno di una detrminata cartella e dei
      file in essa contenuta. Pretendeva l'elenco
      dei file di quella cartella, che saranno un
      4-5000. !!!!!

      Quando comprai il mio primo PC, nel 1991 ed
      ero piccolo, per scrupolo mi stampavo alcune
      directory, poi quando ho visto che
      crescevano a dismisura ho lasciato
      perdere..... forse non era poi una cattiva
      abitudine :( :( :(.

      Effettivamente è inutile scomodare gli
      States, stè cosa accadono in Italia, con
      l'unica differenza che qui non si riesce mai
      a trovare un responsabile, che paghi per gli
      sbagli o gli abusi commessi.

      Un deluso, che pensa sempre più a chiedere
      asilo politico su Marte!!!!
      Qualche tempo fa, un referendum popolare decise che i magistrati dovevanoe ssere ritenuti personalmente responsabili se sbagliavano o lavoravano male, avetemai udito di un magistrato che ha pagato per un qualche errore? al massimo e ripeto al massimo nei casi gravi (vedi il caso di Enzo Tortora) il magistrato viene trasferito in un altro tribunale. Certo paicerebbe anche a me poter lavorare così. Purtroppo se il tribunale di Strasburgo ogni 2 giorni emette sentenza (e multa all'Italia) contro una decisione presa in tribunale italiano una ragione c'è. Italia 200 condanne circa all'anno e resto d'Europa ... massimo 50 lo stato punito di più dopo di noi. Incredibile. Ad una udienza a cui ho dovuto presenziare con il mio avvocato, dopo 3 ore che aspettavamo il giudice, questi esce da un 'aula e cheide che facevamo davanti al suo ufficio, si era diemnticato che aveva una udienza con noi e ne haveva fissata un'altra, il mio avvocato lo pagavo ad ore... Poi quando qualcuno fa presente che la magistratura italiana andrebbe riformata, che i magistrati dovrebbero fare carriera per meriti e non epr anzianità, pagare i dannic he causano (giocano con la vita di eprsone non con solo degli oggetti) si alzano cori di no, i magistrati non si toccano. Per fortuna esiste il tribunale dis Strasburgo, peccato che però non possa scegliere subito quello come tribunale. I magistrati rispondono al popolo ovunque tranne che in Italia e ils istema americano dove vengono eletti dal popolo ogni 4 o 5 anni è il migliore, se il magistrato non è stato un buon giudice non viene rieletto. Anche i procuratori vengono eletti e se non sono stati buoni procuratori vengono bocciati. no non sono immuni, l'indipendenza della magistratura viene usata per bloccare ogni modifica e ogni riforma del sistema, peccato che quando un giudice italiano agisce al di fuori della legge nessuno gli fa nulla, coem in tutte le caste i giudici non si toccano fra loro. in america è l'ufficio del procuratore che decide se agire contro un giudice da non il CSm cioè altri giudici e nesusno viene mai giudicato.
      • Anonimo scrive:
        Re: Sentite questa...

        Anche i procuratori vengono eletti e se non
        sono stati buoni procuratori vengono
        bocciati. no non sono immuni, l'indipendenza
        della magistratura viene usata per bloccare
        ogni modifica e ogni riforma del sistema,
        peccato che quando un giudice italiano
        agisce al di fuori della legge nessuno gli
        fa nulla, coem in tutte le caste i giudici
        non si toccano fra loro. in america è
        l'ufficio del procuratore che decide se
        agire contro un giudice da non il CSm cioè
        altri giudici e nesusno viene mai giudicato.si appunto, e s'e' mai visto un concorso che non fosse truccato? e come si piazzano i magistrati in Italia? tramite concorso ovviamente. e chi indaga sul concorso truccato? la magistratura naturalmente. e chi valuta la competenza la serieta e l'onesta' della magistratura... i magistrati giustamente.
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentite questa...
      - Scritto da: Anonimo
      Per chiedere un dissequestro di un computer,
      ovvero una copia dei dati, (sono 4 mesi che
      starà in qualche anfratto di un tribunale),
      il magistrato mi ha chiesto, udite udite,
      l'elenco dei file di cui voglio ottenere
      copia.

      A nulla è valso, almeno fino ad ora, il
      tentativo di spiegare che avevo almeno
      bisogno di una detrminata cartella e dei
      file in essa contenuta. Pretendeva l'elenco
      dei file di quella cartella, che saranno un
      4-5000. !!!!!

      Quando comprai il mio primo PC, nel 1991 ed
      ero piccolo, per scrupolo mi stampavo alcune
      directory, poi quando ho visto che
      crescevano a dismisura ho lasciato
      perdere..... forse non era poi una cattiva
      abitudine :( :( :(.

      Effettivamente è inutile scomodare gli
      States, stè cosa accadono in Italia, con
      l'unica differenza che qui non si riesce mai
      a trovare un responsabile, che paghi per gli
      sbagli o gli abusi commessi.

      Un deluso, che pensa sempre più a chiedere
      asilo politico su Marte!!!!
      e ti lamenti ? guarda che i magistrati sono laureati in giurisprudenza, se gli fai vedere il simbolo di Mozilla pensano che sia lo stemma delle nuove brigate rosse...
      • Anonimo scrive:
        Re: Sentite questa...

        e ti lamenti ? guarda che i magistrati sono
        laureati in giurisprudenza, se gli fai
        vedere il simbolo di Mozilla pensano che sia
        lo stemma delle nuove brigate rosse...Purtroppo con gli ultimi scandali sulle lauree facili, anche dire laureati e' dire una parola grossa. :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Sentite questa...
      Che hai combinato?
  • Anonimo scrive:
    Carte di credito .....
    E questo dimostra la pericolosità insita nell' usare i numeri di carta di credito per certificare l' identità ......NON USATE LE CC IN INTERNET !!!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Carte di credito .....
      - Scritto da: Anonimo
      E questo dimostra la pericolosità insita
      nell' usare i numeri di carta di credito per
      certificare l' identità ......
      NON USATE LE CC IN INTERNET !!!!!...e girate sempre con un elmetto d'acciaio, un meteorite potrebbe colpirvi in testa...Suvvia un po' di allarmismo in meno non sarebbe male... e sopratutto un po' di informazione in piu'...
    • Anonimo scrive:
      Re: Carte di credito .....

      NON USATE LE CC IN INTERNET !!!!!ma non diciamo stupidaggini. basta essere minimamente accorti ed è il mezzo di pagamento più comodo del mondo
    • Anonimo scrive:
      Re: Carte di credito .....

      NON USATE LE CC IN INTERNET !!!!!Allora non usarle neanche al ristorante o in albergo, se è per questo.Alcune regole?- verifica di poter contattare il fornitore con mezzi tradizionali, e che ci sia il suo indirizzo REALE sul sito.- annota le transazioni che effettui e trascrivi su carta gli estremi (data, importo, nome che apparirà sull'addebito)- verifica che il tuo browser sia aggiornato e che la transazione sia protetta da crittografia- usa una carta di credito con plafond basso- alcune banche offrono carte di credito prepagate, valide a tutti gli effetti, con rischi assolutamente minimi- verifica i movimenti sulle carte utilizzando l'home banking, e blocca immediatamente la carta se noti qualche irregolarità.Conosco persone a cui hanno sottratto soldi con carta di credito: nel giro di qualche mese hanno riavuto i loro soldi, con una semplice denuncia.
    • Anonimo scrive:
      Re: Carte di credito .....
      Tu hai idea dei rischi che corri nell'usare la carta in un ristorante? Quando fai il figo con l'amica o gli amici e la consegni al cameriere per pagare il conto, sei sicuro di non perderla mai di vista? Sai quante carte vengono clonate in questo modo, con una semplice "strisciata" nel retrobottega?Perché questa fobia, perché pretendere dalla rete un livello di sicurezza che nella vita offline invece non abbiamo?
      • Anonimo scrive:
        Re: Carte di credito .....
        - Scritto da: Anonimo
        Tu hai idea dei rischi che corri nell'usare
        la carta in un ristorante? Quando fai il
        figo con l'amica o gli amici e la consegni
        al cameriere per pagare il conto, sei sicuro
        di non perderla mai di vista? Sai quante
        carte vengono clonate in questo modo, con
        una semplice "strisciata" nel retrobottega?
        Perché questa fobia, perché pretendere dalla
        rete un livello di sicurezza che nella vita
        offline invece non abbiamo?bravo ahi detto ciò che volevo dire io, io non perdo mai di vista la mia carta, pago sempre alla cassa e mai al tavolo se non in contanti e uso in internet moneta online, una carta virtuale a cui assegno un importo massimo per transazione di poco superiore a quello chiesto per l'acquisto e valido per una e dico solo una transazione.
        • Anonimo scrive:
          Re: Carte di credito .....
          Chiedo perdono per la mia ignoranza, ma cos'è la moneta online?Grazie
          • Anonimo scrive:
            Re: Carte di credito .....
            - Scritto da: Anonimo
            Chiedo perdono per la mia ignoranza, ma
            cos'è la moneta online?
            Grazieuna carta prepagata che puoi usare come carta di credito in ogni luogo che ne accetta una VISA.Un idea che avevo cercato di brevettare nel lontano 1998 e che qualcuno con gli aggangi giusti ha realizzato, perchè non contano le idee, contano i soldi.www.monetaonline.it
          • Anonimo scrive:
            Re: Carte di credito .....

            Un idea che avevo cercato di brevettare nel
            lontano 1998 e che qualcuno con gli aggangi
            giusti ha realizzato, perchè non contano le
            idee, contano i soldi.Si brevettano le tecnologie non i metodi!
          • Anonimo scrive:
            Re: Carte di credito .....
            Questa carta di credito ricaricabile è ottimahttp://www.cashcard.it/Non è legata ad alcun conto corrente.
          • Anonimo scrive:
            Re: Carte di credito .....
            - Scritto da: Anonimo

            Un idea che avevo cercato di brevettare
            nel

            lontano 1998 e che qualcuno con gli
            aggangi

            giusti ha realizzato, perchè non contano
            le

            idee, contano i soldi.

            Si brevettano le tecnologie non i metodi!In EU. In USA è diverso. Ma il punto chiave è che se non si fosse messa di traverso Banca d'Italia quel servizio sarebbe nato prima.
  • Anonimo scrive:
    spero che gli facciano un culo così
    bastava proporgli di mirrorare gli hard disk e intanto lavorare sugli originali.che stronzi.
    • Anonimo scrive:
      Re: spero che gli facciano un culo così
      - Scritto da: Anonimo
      bastava proporgli di mirrorare gli hard disk
      e intanto lavorare sugli originali.

      che stronzi."incompetenti" è la parola giustama ne abbiamo tanti anche qui da noi.. :@
    • Anonimo scrive:
      Re: spero che gli facciano un culo così
      - Scritto da: Anonimo
      bastava proporgli di mirrorare gli hard disk
      e intanto lavorare sugli originali.
      che stronzi........................perchè in Italia come credi che vada?????????????????????????????
  • Anonimo scrive:
    in Italia a volte non va tanto meglio...
    Ho chiesto al responsabile del centro di calcolo di un'amministrazione locale, riguardo un server violato e reso quasi inservibile dai pirati- Ma adesso fate la denuncia alla polizia postale, no?- Macchè!! L'ultima volta che l'abbiamo fatto, ci hanno reso il server dopo 1 anno!!...Vi lascio immaginare cosa voglia dire sottrarre per un anno intero un server web da 20 milioni a una qualsivoglia istituzione o ditta privata...Risultati? Zero, non c'è nemmeno da dirlo!!! :(:(:(
    • Anonimo scrive:
      Re: in Italia a volte non va tanto meglio...
      - Scritto da: Anonimo
      Ho chiesto al responsabile del centro di
      calcolo di un'amministrazione locale,
      riguardo un server violato e reso quasi
      inservibile dai pirati
      - Ma adesso fate la denuncia alla polizia
      postale, no?
      - Macchè!! L'ultima volta che l'abbiamo
      fatto, ci hanno reso il server dopo 1
      anno!!...
      Vi lascio immaginare cosa voglia dire
      sottrarre per un anno intero un server web
      da 20 milioni a una qualsivoglia istituzione
      o ditta privata...
      Risultati? Zero, non c'è nemmeno da dirlo!!!
      :(:(:(1 anno ?... lo avranno usato per i giochini... (a cosa può servire un server alrimenti ?)
      • Anonimo scrive:
        Re: in Italia a volte non va tanto megli

        1 anno ?... lo avranno usato per i
        giochini... (a cosa può servire un server
        alrimenti ?)un anno sì, tanto è vero che stavolta hanno rinunciato in partenza a fare denunce e indagini...che senso ha?!?!:(:(:(:(
        • Anonimo scrive:
          Re: in Italia a volte non va tanto megli
          Questo si che significa ottenere l'effetto opposto.Anzichè fare giustizia oltre i danni altri danni.Il fatto poi che si spinga la gente ad evitare denunce per evitare le conseguenze è l'emblema dell'ingiustizia, il suo fallimento.Questi poi sono casi relativamente trascurabili, ma pensiamo al fatto che spesso le persone non fanno denunce per reati ben più seri e gravi per paura del conto dell'avvocato o per i tempi della giustizia.Quei deficentoni al governo (in questo caso però ci metto i politici a 360 gradi) anzichè litigare per i cazzi di questo e quello se facessero cose per limitare questi fenomei, altro che rogatorie o Cirami.MA che vadano affa.....
        • Anonimo scrive:
          Re: in Italia a volte non va tanto megli

          un anno sì, tanto è vero che stavolta hanno
          rinunciato in partenza a fare denunce e
          indagini...
          che senso ha?!?!Ci sono un paio di ipotesi:1) E' una "leggenda metropolitana" dell'amico che l'ha sentito dal cuGGino che conosce il tipo che una volta ...2) Non hanno subito danni ed in realtà non hanno mai pensato a fare una denunciaBello sparare m_rd@ basandosi su luoghi comuni. Chi conosce come vanno queste cose davvero sorride nel leggere certi post, te lo assicuro...LV
          • Anonimo scrive:
            Re: in Italia a volte non va tanto megli
            - Scritto da: Anonimo


            un anno sì, tanto è vero che stavolta
            hanno

            rinunciato in partenza a fare denunce e

            indagini...

            che senso ha?!?!

            Ci sono un paio di ipotesi:
            1) E' una "leggenda metropolitana"
            dell'amico che l'ha sentito dal cuGGino che
            conosce il tipo che una volta ...
            2) Non hanno subito danni ed in realtà non
            hanno mai pensato a fare una denuncia

            Bello sparare m_rd@ basandosi su luoghi
            comuni. Chi conosce come vanno queste cose
            davvero sorride nel leggere certi post, te
            lo assicuro...
            LVallora spiegale e firmale, se lavori nel campo: le tue smentite saranno così un pò più attendibili, visto che conoscendo come vanno molte cose come queste, soprattutto in italia, non si fa fatica a credere ciò che tu "assicuri" non essere vero
  • Anonimo scrive:
    Mha!
    E c'è bisogno di andare in america!? A me è successa la stessa cosa quì in Italia, ho pure inviato una mail a Punto Informatico e non sono stato neanche considerato! Forse perchè nel mio caso il computer danneggiato era uno solo e non 4!?Ho subito un sequestro, a causa di una calunnia (no pedpornografia), ed il PC mi è stato portato via a circa 800km di distanza. Per venire a prenderselo "gli esperti", sono venuti in macchina, ma quando si trattava di restituirlo dopo che il PM aveva disposto il dissequestro ci sono voluti 2 mesi e mezzo, tra "disguidi" e "trattative". Nonostante mi fossi accordato per la spedizione del PC tramite corriere a mie spese, e con un imballaggio idoneo al trasporto, gli "esperti", hanno arrotolato un pò di cartone attorno al case ed hanno inviato il tutto con le poste e con la tariffa più economica alla sezione della polizia postale della mia zona. Il pc è arrivato distruttissimo, neanche fosse stato preso a calci!Le stesse cose, cara redazione accadono anche in Italia! Lasciate perdere gli USA, l'FBI, il DMCA e tutte le altre sigle che non riguardano la nostra realtà!!!
    • Anonimo scrive:
      Re: Mha!
      - Scritto da: Anonimo
      E c'è bisogno di andare in america!? A me è
      successa la stessa cosa quì in Italia, ho
      pure inviato una mail a Punto Informatico e
      non sono stato neanche considerato! Forse
      perchè nel mio caso il computer danneggiato
      era uno solo e non 4!?

      Ho subito un sequestro, a causa di una
      calunnia (no pedpornografia), ed il PC mi è
      stato portato via a circa 800km di distanza.
      Per venire a prenderselo "gli esperti", sono
      venuti in macchina, ma quando si trattava di
      restituirlo dopo che il PM aveva disposto il
      dissequestro ci sono voluti 2 mesi e mezzo,
      tra "disguidi" e "trattative". Nonostante mi
      fossi accordato per la spedizione del PC
      tramite corriere a mie spese, e con un
      imballaggio idoneo al trasporto, gli
      "esperti", hanno arrotolato un pò di cartone
      attorno al case ed hanno inviato il tutto
      con le poste e con la tariffa più economica
      alla sezione della polizia postale della mia
      zona. Il pc è arrivato distruttissimo,
      neanche fosse stato preso a calci!Hai tutta la mia solidarietà fratello! :(Comincio a pensare seriamente di lasciare il pc e cominciare a fare barchette e aereoplani di legno...
      • Anonimo scrive:
        Re: Mha!
        - Scritto da: Anonimo:
        Hai tutta la mia solidarietà fratello! :(
        Comincio a pensare seriamente di lasciare il
        pc e cominciare a fare barchette e
        aereoplani di legno...Tra poco sarà vietato anche questo. Appena qualcuno riesce a trovare una connessione tra pedofilia e barchette.. verrà fatta una legge apposta.
        • Anonimo scrive:
          Re: Mha!
          - Scritto da: Anonimo
          - Scritto da: Anonimo:


          Hai tutta la mia solidarietà fratello! :(

          Comincio a pensare seriamente di lasciare
          il

          pc e cominciare a fare barchette e

          aereoplani di legno...

          Tra poco sarà vietato anche questo. Appena
          qualcuno riesce a trovare una connessione
          tra pedofilia e barchette.. verrà fatta una
          legge apposta.Al volo!!!!! Fare le barchette di carta puo' solo servire ad adescare i bambini nei parchi, e quindi ne va vietata lafabbricazione, la rappresentazione, e la produzione diqualsiasi supporto atto a permettere a malintenzionati direalizzare queste opere demoniache !!!! :D:D:DPaese di pazzi che sta diventando l'Italia :\.
          • shevathas scrive:
            Re: Mha!

            Al volo!!!!! Fare le barchette di carta puo'
            solo servire ad
            adescare i bambini nei parchi, e quindi ne
            va vietata la
            fabbricazione, la rappresentazione, e la
            produzione di
            qualsiasi supporto atto a permettere a
            malintenzionati di
            realizzare queste opere demoniache !!!!
            :D:D:DGiustissimo, e la legge dovrà prevedere per quelli istigatori dei fabbricanti di quaderni che debbano prendere tutte le precauzioni affinchènon possano diventare barchette :D :D :D

            Paese di pazzi che sta diventando l'Italia
            :\.Diventando ? a me sembra lo sia già :(
    • Anonimo scrive:
      Re: Mha!
      - Scritto da: Anonimo
      E c'è bisogno di andare in america!? A me è
      successa la stessa cosa quì in Italia, ho
      pure inviato una mail a Punto Informatico e
      non sono stato neanche considerato! Forse
      perchè nel mio caso il computer danneggiato
      era uno solo e non 4!?

      Ho subito un sequestro, a causa di una
      calunnia (no pedpornografia), ed il PC mi è
      stato portato via a circa 800km di distanza.
      Per venire a prenderselo "gli esperti", sono
      venuti in macchina, ma quando si trattava di
      restituirlo dopo che il PM aveva disposto il
      dissequestro ci sono voluti 2 mesi e mezzo,
      tra "disguidi" e "trattative". Nonostante mi
      fossi accordato per la spedizione del PC
      tramite corriere a mie spese, e con un
      imballaggio idoneo al trasporto, gli
      "esperti", hanno arrotolato un pò di cartone
      attorno al case ed hanno inviato il tutto
      con le poste e con la tariffa più economica
      alla sezione della polizia postale della mia
      zona. Il pc è arrivato distruttissimo,
      neanche fosse stato preso a calci!

      Le stesse cose, cara redazione accadono
      anche in Italia! Lasciate perdere gli USA,
      l'FBI, il DMCA e tutte le altre sigle che
      non riguardano la nostra realtà!!!800 km ??? e chi era ? la polizia egiziana ?
      • Anonimo scrive:
        Re: Mha!
        - Scritto da: Anonimo
        800 km ??? e chi era ? la polizia egiziana ?bisogna guardare a nord, dove il piatto più famoso è il tortellino. ;)
        • Ara-Gorn scrive:
          Re: Mha!
          beh a me i tortellini piacciono, ma forse piacciono meno a quei simpaticoni che mi hanno sequestrato il pc qualche tempo fà... gli devono essere andati di traverso, visto che mi sono ritrovato con un hd rotto, chiaramente quello dove tenevo i dati personali... forse il tortellino era andato storto anche al magistrato, a cui avevo chiesto il dissequestro di tutto il computer tranne gli hard disk e i cd, in modo che potessero fare i loro controlli senza lasciarmi a piedi... ma gli era andato così storto che gli ci sono voluti ben 6 mesi prima di ridarmelo... ridarmelo... me lo sono dovuto andare a prendere io facendomi un sacco di chilometri... ma dico io, col monitor, che tra l'altro faceva anche schifo, che cavolo c'hanno fatto? Che pensavano che nascondessi prove al suo interno? O il mouse? O la tastiera?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mha!
            - Scritto da: Ara-Gorn[...]E questi mi vengono a raccontare storie di quello che accade in America! Cara redazione.. vi dovreste solo vergognare! Troppo scomodo parlare di quello che accade in Italia vero!?
          • Anonimo scrive:
            Re: Mha!
            - Scritto da: Ara-Gorn
            beh a me i tortellini piacciono, ma forse
            piacciono meno a quei simpaticoni che mi
            hanno sequestrato il pc qualche tempo fà...
            gli devono essere andati di traverso, visto
            che mi sono ritrovato con un hd rotto,
            chiaramente quello dove tenevo i dati
            personali... forse il tortellino era andato
            storto anche al magistrato, a cui avevo
            chiesto il dissequestro di tutto il computer
            tranne gli hard disk e i cd, in modo che
            potessero fare i loro controlli senza
            lasciarmi a piedi... ma gli era andato così
            storto che gli ci sono voluti ben 6 mesi
            prima di ridarmelo... ridarmelo... me lo
            sono dovuto andare a prendere io facendomi
            un sacco di chilometri... ma dico io, col
            monitor, che tra l'altro faceva anche
            schifo, che cavolo c'hanno fatto? Che
            pensavano che nascondessi prove al suo
            interno? O il mouse? O la tastiera?Ma scusa, non ti sarebbe costato meno comprare un nuovo PC?
          • fancu scrive:
            Re: Mha!

            un sacco di chilometri... ma dico io, col
            monitor, che tra l'altro faceva anche
            schifo, che cavolo c'hanno fatto? Che
            pensavano che nascondessi prove al suo
            interno? O il mouse? O la tastiera?Questa la dice lunga sulle conoscenze informatiche di quelli che gestiscono la cosa pubblica :(Sconcertante!
    • Anonimo scrive:
      Hai ragione! I sopprusi sono enormi!
      E te lo dico perchè qualcosa di simile è successo a me, la cui unica colpa è stata quella di portare 4 pc in manutenzione da un dannato tecnico che di notte si spassava a far copie pirata. Nel suo negozio hanno preso tutto comprese le mie macchine.Ho speso una marea di soldi in avvocato, lettere e raccomandate dicendo "cosa caz** c'entro io??? Mai una risposta nonostante avessi mille volte chiesto che si copiassero i dati e mi tornassero indietro tutto. Migliaia di euro di danni per la mia azienda sia per la perdita hardware, sia per i dati che c'erano all'interno tra cui tutti quelli delle fatturazioni, ordini, giacenze di magazzino, dati dei clienti. Un macello. E come se non bastasse indovinate un pò? Il fisco mi dice che sono un evasore!!!!!Ma se la mia contabilità l'hanno sequestrata come faccio a fornire i dat correttii? Altre migliaia di euro persi. Il mio avvocato mi ha detto che potrei sperare più di incontrare per strada bin laden che di avere indietro un euro per i danni.Chi mi rida i miei soldi? Chi la fa pagare ai vari pm che hanno abusato per l'ennesima volta del loro potere? Nessuno. Io non voglio entrare in diatribe politiche perchè non vado manco a votare, però quando vedo il berlusca che fa di tutto per fare un c*** così ai vari pm casta di intoccabili allora godo fino a sopra le stelle. Può capitare a chiunque una schifezza del genere.Queste persone credono di essere degli dei e di poter fare tutto ciò che credono senza mai essere puniti per i loro errori contro la gente che si fa un mazzo così di lavoro come me. Questo è intollerabile e spero che vengano messi nella condizione di pagare per i loro sbagli contro i cittadini, che vengono soprattutto da ignoranza e sopprusi.- Scritto da: Anonimo
      E c'è bisogno di andare in america!? A me è
      successa la stessa cosa quì in Italia, ho
      pure inviato una mail a Punto Informatico e
      non sono stato neanche considerato! Forse
      perchè nel mio caso il computer danneggiato
      era uno solo e non 4!?

      Ho subito un sequestro, a causa di una
      calunnia (no pedpornografia), ed il PC mi è
      stato portato via a circa 800km di distanza.
      Per venire a prenderselo "gli esperti", sono
      venuti in macchina, ma quando si trattava di
      restituirlo dopo che il PM aveva disposto il
      dissequestro ci sono voluti 2 mesi e mezzo,
      tra "disguidi" e "trattative". Nonostante mi
      fossi accordato per la spedizione del PC
      tramite corriere a mie spese, e con un
      imballaggio idoneo al trasporto, gli
      "esperti", hanno arrotolato un pò di cartone
      attorno al case ed hanno inviato il tutto
      con le poste e con la tariffa più economica
      alla sezione della polizia postale della mia
      zona. Il pc è arrivato distruttissimo,
      neanche fosse stato preso a calci!

      Le stesse cose, cara redazione accadono
      anche in Italia! Lasciate perdere gli USA,
      l'FBI, il DMCA e tutte le altre sigle che
      non riguardano la nostra realtà!!!
      • Anonimo scrive:
        Re: Hai ragione! I sopprusi sono enormi!
        Beh però portare i pc a riparare senza fare prima il backup dei dati non è proprio l'idea più furba del mondo ... roberto
      • Anonimo scrive:
        Re: Hai ragione! I sopprusi sono enormi!
        Hai la mia solidarietà.Però non mischiare banane e cammelli (...)
        Chi mi rida i miei soldi? Chi la fa pagare ai vari pm che
        hanno abusato per l'ennesima volta del loro potere?
        Nessuno. Io non voglio entrare in diatribe politiche perchè
        non vado manco a votare, però quando vedo il berlusca che
        fa di tutto per fare un c*** così ai vari pm casta di intoccabili
        allora godo fino a sopra le stelle. Può capitare a chiunque
        una schifezza del genere. Berlusca è l'uomo più ricco d'italia.E non è detto sia innocente.Secondo me ste cose capitano alle persone normali.Detto ciò è giusto che chi sbaglia paghi.Ci sono mestieri in cui una cazzata costa cara (chi lavora nei cantieri , con strumenti pericolosi ecc., senza scomodare artificieri, piloti di caccia ed equilibristi...) perchè chi sbaglia ed è medico, giudice, che può rovinare la vita a persone e famiglie non paga?Questo sia chiaro non deve dissuadere dal fare il proprio dovere, ma spingere a farlo bene e con rispetto per le persone.Ritengo che tra i giudici, proprio come in tutte le categorie, ci siano le persone in gamba e gli incompetenti.
        • fancu scrive:
          Re: Hai ragione! I sopprusi sono enormi!

          cara (chi lavora nei cantieri , con
          strumenti pericolosi ecc., senza scomodare
          artificieri, piloti di caccia ed
          equilibristi...) La tragedia del Cermis ci ha insegnato che i piloti di caccia possono uccidere indisturbatamente.:(
          • Anonimo scrive:
            Re: Hai ragione! I sopprusi sono enormi!
            - Scritto da: fancu

            cara (chi lavora nei cantieri , con

            strumenti pericolosi ecc., senza scomodare

            artificieri, piloti di caccia ed

            equilibristi...)

            La tragedia del Cermis ci ha insegnato che i
            piloti di caccia possono uccidere
            indisturbatamente.hai ragione, specialmente quando ci si trova con un governo che ne scambia l'impunità con la liberazione di una terrorista
      • Anonimo scrive:
        Re: no backup?
        - Scritto da: Anonimo
        Migliaia di euro di danni per la mia azienda
        sia per la perdita hardware, sia per i dati
        che c'erano all'interno tra cui tutti quelli
        delle fatturazioni, ordini, giacenze di
        magazzino, dati dei clienti. Un macello. E
        come se non bastasse indovinate un pò? Il
        fisco mi dice che sono un evasore!!!!!

        Ma se la mia contabilità l'hanno sequestrata
        come faccio a fornire i dat correttii? Altre
        migliaia di euro persi. Il mio avvocato mi
        ha detto che potrei sperare più di
        incontrare per strada bin laden che di avere
        indietro un euro per i danni. purtroppo le leggi funzionano per i grandi numeri, quando c'è l'interesse del singolo gli intoppi sono infiniti.... :(però un appunto devo farlo anche sia ad Ara gorn che a te: bisogna tutti i giorni fare un backup, perchè può succedere di tutto al pc: dal sequestro al corto circuito al furto :|se poi fra professionisti ci si riunisse per convenzionarsi con qualche studio legale per ogni evenienza.................;) ==================================Modificato dall'autore il 18/11/2003 10.45.21
        • Anonimo scrive:
          Re: no backup?
          Se ti fanno un sequestro ti sequestrano tutto, backup compresi.Con l'ignoranza che contraddistingue gli espertoni che effettuano queste operazioni (ignoranza evidenziata dal fatto che sequestrano monitor, tastiere, mouse, etc etc) e' evidente che ritengano i nastri o i dischi di backup "roba da portar via"Chiaro che uno puo' nascondere tutti i giorni il backup dalla zia o dalla nonna,Si, xche a casa fa la fine dei pc....Io penso che portino via tutto xche fa piu scena quando mettono tutto su un tavolo e fanno la interessantissima conferenza stampa coi gionalisti.Che gli fanno fotografare se portano via un solo case? Non fa scena, non riempe il tavolo...Chiaro che si guardano bene da rifare la conferenza stampa quando alla fine risulta che sei innocente.Tanto a te resta l'ombra sopra, i danni, i problemi che abbiamo letto qui.Lo ro vanno a casa, trombano con la moglie, giocano coi pupi e il 28 gli arriva lo stipendio.Anche se sbagliano tutti i giorni, anche se non ne azzaccano una non esiste sistema, norma, regola che possa rimuoverli o modificare il comportamento.Sarebbe cosi difficile creare un "indice" che colleghi arresti con condanne?
          • Anonimo scrive:
            Re: no backup?
            - Scritto da: Anonimo
            Se ti fanno un sequestro ti sequestrano
            tutto, backup compresi.
            Con l'ignoranza che contraddistingue gli
            espertoni che effettuano queste operazioni
            (ignoranza evidenziata dal fatto che
            sequestrano monitor, tastiere, mouse, etc
            etc) e' evidente che ritengano i nastri o i
            dischi di backup "roba da portar via"

            Chiaro che uno puo' nascondere tutti i
            giorni il backup dalla zia o dalla nonna,
            Si, xche a casa fa la fine dei pc....

            Io penso che portino via tutto xche fa piu
            scena quando mettono tutto su un tavolo e
            fanno la interessantissima conferenza stampa
            coi gionalisti.
            Che gli fanno fotografare se portano via un
            solo case? Non fa scena, non riempe il
            tavolo...

            Chiaro che si guardano bene da rifare la
            conferenza stampa quando alla fine risulta
            che sei innocente.
            Tanto a te resta l'ombra sopra, i danni, i
            problemi che abbiamo letto qui.

            Lo ro vanno a casa, trombano con la moglie,
            giocano coi pupi e il 28 gli arriva lo
            stipendio.... ti sei dimenticato di dire che a volte la 'roba' sequestrata viene messa alle aste alle quali possono partecipare SOLO LORO...
          • Anonimo scrive:
            Re: no backup?
            - Scritto da: Anonimo
            Se ti fanno un sequestro ti sequestrano
            tutto, backup compresi.
            Al tizio del post hanno preso i PC mentre erano in assistenza quindi i back-up li avrebbe dovuti avere in ufficio in cassaforte.Ed anche quando ti vengono direttamente in azienda è sempre meglio avere qualche backup "nascosto" a casa o altrove, non per andare contro la legge ma per motivi di sicurezza.
        • Anonimo scrive:
          specifico meglio
          Non avrei immaginato di dover fare il backup con costose unità montate in mirroring sulle macchine :( :( :( e che mi dovevo aspettare la fine del mondo?Poi se avessi avuto periferiche esterne le avrei cmq portate insieme ai pc e li dentro hanno fatto piazza pulita! Ma in fin dei conti qualcuno mi spiega cosa cacchio c'entro io con quello? Qual'è la mia colpa? Di essere passato di li al momento sbagliato forse? Il garantismo dove sta? Loro se ne stanno belli tranquilli nell'impunità di fare che cacchio vogliono con la vita degli altri? Beh a me non sta bene dopo i danni che ho subito e vorrei che qualcuno pagasse.Perchè se un ladro mi frega le macchine io perdo soldi e perdo i dati, ma qui si parla dello stato non di un ladro! Macchine restituite dopo mesi e mesi, per altro me le avevano liberate 2 mesi prima di riaverle (da ordinanza del giudice) ma i carabinieri se la son presa comoda e se li sono tenuti per altri due mesi nonostante l'ordinanza del magistrato! Poi non ci si deve lamentare quando c'è chi non crede nella giustizia!Se il ladro mi fa danni si pretende giustizia. Perchè se li fanno loro non se ne può avere??? E' per questo che ho accennato al berlusca poco mi frega a sto punto se è un ladro o altro, perchè tanto di "male" non c'è soltanto il ladro a quanto sembra! E se mette in condizioni questa gente di pagare i loro sbagli io sono felicissimo perchè questo lo voglio prima ancora che i ladri siano puniti! Per me è molto più pericoloso che ci sia una casta di intoccabili che di ladri!Il problema è che non hanno certo fatto la distinzione e si son presi tutto. Non vi dico che tra l'altro un pc mi è stato restituito con un buco frontale dove un tempo c'era un masterizzatore dvd che non si sa che fine abbia fatto, forse l'hanno scordato da qualche parte? Al solito ho scritto, mi hanno risposto (miracolo!) che si scusavano per "l'inconveniente" e controllavano, ma io non ho sentito parlare della cosa fondamentale cioè quando me lo ridanno e se è sparito chi me lo ripaga!- Scritto da: max59
          - Scritto da: Anonimo


          Migliaia di euro di danni per la mia
          azienda

          sia per la perdita hardware, sia per i
          dati

          che c'erano all'interno tra cui tutti
          quelli

          delle fatturazioni, ordini, giacenze di

          magazzino, dati dei clienti. Un macello. E

          come se non bastasse indovinate un pò? Il

          fisco mi dice che sono un evasore!!!!!



          Ma se la mia contabilità l'hanno
          sequestrata

          come faccio a fornire i dat correttii?
          Altre

          migliaia di euro persi. Il mio avvocato mi

          ha detto che potrei sperare più di

          incontrare per strada bin laden che di
          avere

          indietro un euro per i danni.

          purtroppo le leggi funzionano per i
          grandi numeri, quando c'è l'interesse del
          singolo gli intoppi sono infiniti.... :(

          però un appunto devo farlo anche sia ad Ara
          gorn che a te:

          bisogna tutti i giorni fare un backup,
          perchè può succedere di tutto al pc: dal
          sequestro al corto circuito al furto :|

          se poi fra professionisti ci si riunisse per
          convenzionarsi con qualche studio legale per
          ogni evenienza.................;)



          ==================================
          Modificato dall'autore il 18/11/2003 10.45.21
      • Anonimo scrive:
        Re: Hai ragione! I sopprusi sono enormi!
        Nessuno. Io non
        voglio entrare in diatribe politiche perchè
        non vado manco a votare, però quando vedo il
        berlusca che fa di tutto per fare un c***
        così ai vari pm casta di intoccabili allora
        godo fino a sopra le stelle. Può capitare a
        chiunque una schifezza del genere.Certo certo, non vedi invece che te la prendi nel c*** due volte? una dai PM e una dal cavaliere?svegliati
        • Anonimo scrive:
          Re: Hai ragione! I sopprusi sono enormi!
          Amico guarda che della politica io me ne sbatto! Ho subito migliaia di euro di danni! E se dovessi votare non voto certo per d'alema e compagnia manetta dipietro dato che giudici=sinistra (violante, dipietro e compagnia) io sono il primo che gli vado in c**lo e non la prendo che sia chiaro!Se il berlusca fa un c**lo così alla casta degli intoccabili vado a votarlo pure la notte dopo che di notti sveglio ci ho passato parecchio tempo per risolvere problemi ad OK creati da una massa di gente che ha pensato solo ai propri interessi! Mi sono rotto quando ci passi tu per questo schifo poi vediamo quanto dici sveglia agli altri! Troppo facile parlare stando seduto sul tuo bel pc, mentre io sono stato alla gogna per non far fallire il lavoro di una vita tra ordini tornati indietro e varie figuraccie! A chi mi devo appellare? Forse il berlusca è diventato il simbolo di tanti come me che hanno passato casini che non meritavano. Non se se è un ladro o meno, di certo è diventato una spiecie di martire delle vittime dell'ingiustizia!E la mia sola colpa? Di aver portato dei pc in manutenzione! Questa è giustizia? Allora se capita a me, a te al berlusca o a chiunque il sistema è marcio fino al midollo! Che gli facciano pagare gli sbagli! Chiunque lo fa io lo voterei per conseguenza naturale!- Scritto da: Anonimo
          Nessuno. Io non

          voglio entrare in diatribe politiche
          perchè

          non vado manco a votare, però quando vedo
          il

          berlusca che fa di tutto per fare un c***

          così ai vari pm casta di intoccabili
          allora

          godo fino a sopra le stelle. Può capitare
          a

          chiunque una schifezza del genere.

          Certo certo, non vedi invece che te la
          prendi nel c*** due volte? una dai PM e una
          dal cavaliere?
          svegliati
      • Anonimo scrive:
        Re: Hai ragione! I sopprusi sono enormi!

        Queste persone credono di essere degli dei e
        di poter fare tutto ciò che credono senza
        mai essere puniti per i loro errori contro
        la gente che si fa un mazzo così di lavoro
        come me. Questo è intollerabile e spero che
        vengano messi nella condizione di pagare per
        i loro sbagli contro i cittadini, che
        vengono soprattutto da ignoranza e sopprusi.be' ma noi siamo la patria del diritto, il che forse presuppone che in ognuno di noi alberghi un irreprensibile giudice, e questo spiegherebbe perche' intere comunita' preferiscano ricorrere a Toto' Riina e soci... immagino che il rischio di subire un soppruso motivato da precisi interessi sia ritenuto preferibile alla quasi certezza del danno provocato da incompetenza e cronico menefreghismo.
    • Anonimo scrive:
      Re: Mha!
      - Scritto da: Anonimo
      E c'è bisogno di andare in america!? A me è
      successa la stessa cosa quì in Italia, ho
      pure inviato una mail a Punto Informatico e
      non sono stato neanche considerato! Forse
      perchè nel mio caso il computer danneggiato
      era uno solo e non 4!?

      Ho subito un sequestro, a causa di una
      calunnia (no pedpornografia), ed il PC mi è
      stato portato via a circa 800km di distanza.
      Per venire a prenderselo "gli esperti", sono
      venuti in macchina, ma quando si trattava di
      restituirlo dopo che il PM aveva disposto il
      dissequestro ci sono voluti 2 mesi e mezzo,
      tra "disguidi" e "trattative". Nonostante mi
      fossi accordato per la spedizione del PC
      tramite corriere a mie spese, e con un
      imballaggio idoneo al trasporto, gli
      "esperti", hanno arrotolato un pò di cartone
      attorno al case ed hanno inviato il tutto
      con le poste e con la tariffa più economica
      alla sezione della polizia postale della mia
      zona. Il pc è arrivato distruttissimo,
      neanche fosse stato preso a calci!

      Le stesse cose, cara redazione accadono
      anche in Italia! Lasciate perdere gli USA,
      l'FBI, il DMCA e tutte le altre sigle che
      non riguardano la nostra realtà!!!Non c'era modo di denunciarli?
  • avvelenato scrive:
    godo
    spero che gli incompetenti, che al posto di andare ad arrestare i pedofili veri (ovvero quelli che materialmente costringevano i bambini a spogliarsi e li fotografavano) pensano che togliendo le foto da internet i bambini sfruttati guadagnino qualcosa, vengano bene bene cazziati et mazziati. E spero che la coppia possa con i soldi ottenuti reiniziare un'attività imprenditoriale redditizia.che rabbia...
    • Anonimo scrive:
      Re: godo
      - Scritto da: avvelenato

      che rabbia...se continui a prendere le cose in questo modo finirai con l'avvelenarti di rabbia. Su, sorridi che la vita è bella!
      • Anonimo scrive:
        Re: godo
        - Scritto da: Anonimo

        - Scritto da: avvelenato




        che rabbia...

        se continui a prendere le cose in questo
        modo finirai con l'avvelenarti di rabbia.
        Su, sorridi che la vita è bella!e invece è un bene che qualcuno si avveleni di rabbia. La burocrazia è abominevole per queste cose. Ti auguro che non ti capiti mai una cosa del genere, o sei veramente rovinato.Sarebbe ora di piantarla con questa "crociata" contro i "pedofili", che tanto scommetto che di quelli che ai bambini fanno male non ne hanno preso neanche uno...per tutto il resto, massì, sorridiamo!
        • Anonimo scrive:
          Re: godo
          - Scritto da: Anonimo

          - Scritto da: Anonimo



          - Scritto da: avvelenato







          che rabbia...



          se continui a prendere le cose in questo

          modo finirai con l'avvelenarti di rabbia.

          Su, sorridi che la vita è bella!

          e invece è un bene che qualcuno si avveleni
          di rabbia. La burocrazia è abominevole per
          queste cose. Ti auguro che non ti capiti mai
          una cosa del genere, o sei veramente
          rovinato.

          Sarebbe ora di piantarla con questa
          "crociata" contro i "pedofili", che tanto
          scommetto che di quelli che ai bambini fanno
          male non ne hanno preso neanche uno...

          per tutto il resto, massì, sorridiamo!
          Concordo
    • Anonimo scrive:
      Re: godo
      - Scritto da: avvelenato
      spero che gli incompetenti, che al posto di
      andare ad arrestare i pedofili veri (ovvero
      quelli che materialmente costringevano i
      bambini a spogliarsi e li fotografavano)
      pensano che togliendo le foto da internet i
      bambini sfruttati guadagnino qualcosa,
      vengano bene bene cazziati et mazziati.

      E spero che la coppia possa con i soldi
      ottenuti reiniziare un'attività
      imprenditoriale redditizia.
      Sempre che siano realmente innocenti....
Chiudi i commenti