Mega alleanza per l'home networking

Alcuni dei pesi massimi dell'IT, fra cui Microsoft e Sony, hanno varato un'iniziativa comune per lo sviluppo di uno standard che faccia dialogare i dispositivi elettronici, dai PC ai cellulari, attraverso le reti wireless domestiche


San Francisco (USA) – Un’alleanza costituita da 18 fra i maggiori produttori di hardware e di software operanti nel settore dei dispositivi elettronici di consumo, dei personal computer e delle mobile appliance annuncerà, la prossima settimana, le specifiche di uno standard di rete che permetterà ai propri prodotti di “parlarsi” attraverso le reti wireless domestiche.

Il Digital Home Working Group (DHWG), questo il nome dell’alleanza, comprende nomi del calibro di Microsoft, Sony, Intel, HP e Nokia. L’obiettivo di questi colossi è promuovere la diffusione dell’home networking attraverso la garanzia, per gli utenti, che la stragrande maggioranza dei futuri prodotti wireless sul mercato sarà in grado di connettersi e scambiare dati con gli altri dispositivi grazie all’adozione di uno standard comune.

Questo significherà, secondo il DHWG, che nel prossimo futuro un impianto hi-fi potrà riprodurre, via wireless, brani di musica memorizzati su di un PC, o che una stampante potrà essere connessa, sempre via wireless, indifferentemente a più dispositivi, come PC, notebook, PDA e persino telefoni cellulari.

Uno standard comune permetterà, in definitiva, di condividere con più facilità dati e contenuti digitali fra PC, dispositivi mobili e elettrodomestici intelligenti, quali set-top box, videoregistratori digitali, stereo e TV.

La prossima settimana DHWG dovrebbe annunciare quale, fra le attuali tecnologie wireless – 802.11b, 802.11a, 802.11g, Bluetooth, Zigbee o HomeRF – verrà adottata come base del neo standard. La favorita, naturalmente, è Wi-Fi, che per diffusione batte tutte le altre, tuttavia fra i più probabili candidati ci sono anche i suoi più recenti fratelli e, per le comunicazioni a corto raggio, Bluetooth.

Fra le altre tecnologie supportate dal consorzio vi saranno Universal Plug and Play e IEEE 1394.

I primi prodotti basati sul nuovo standard dovrebbero apparire sul mercato durante il prossimo anno ed essere contraddistinti da uno speciale logo.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

Chiudi i commenti