Messenger, in nome della sicurezza

Come anticipato, Punto Informatico ha approfondito assieme a Microsoft Italia la questione delle URL bloccate da Windows Live Messenger. Il punto chiave per il big di Redmond è la certezza dei processi, ergo la tutela degli utenti

Roma – “Ma quale censura, se censurassimo qualcosa ci sarebbe la rivoluzione, in Italia abbiamo milioni di utenti, se si cambia anche solo uno spillo se ne accorgono tutti”. Non usano mezzi termini i responsabili di Microsoft Italia nel respingere le ipotesi avanzate da alcuni in merito al filtraggio di certe URL nelle conversazioni che si svolgono tra utenti su Windows Live Messenger.

“Il punto è un altro – racconta Microsoft a Punto Informatico – è che ci sono siti che approfittano della popolarità dello strumento e talvolta frodano gli utenti oppure più semplicemente mettono a rischio la loro sicurezza. E noi dovremmo stare con le mani in mano?” Nessuna censura, dunque, la tesi da sempre sostenuta da Microsoft rimane integra: se qualche URL “non passa” nelle conversazioni è perché si trova in una block list dell’azienda per un motivo o per l’altro. D’altra parte, sottolinea l’azienda, qualcuno ha forse dimenticato il caso Checkmessenger ?

Esiste una protezione lato client, che è quella che consente, come opzione, di evitare l’accettazione di URL nei messaggi, ed esiste anche un filtering lato server . E nel caso specifico? Si parlava di eBuddy.com. “In quel caso – spiega Microsoft – si tratta di siti che cercano di utilizzare i servizi della nostra piattaforma. Nulla di male, ma noi non sappiamo come le informazioni vengono trasferite, quali siano le policy e gli strumenti utilizzati, non ci sono procedure certificate, ergo non possiamo che bloccare queste URL, cosa che avviene non in Italia ma a livello di corporation”. EBuddy.com è peraltro un sito esplicitamente dedicato a chi utilizza lo sparamessaggini di Microsoft o quelli di altri produttori. “Ad esempio – osservano i responsabili del servizio in Italia – con eBuddy non sappiamo quale sia l’utilizzo che viene fatto delle informazioni, e con quali logiche, oppure se la sicurezza adottata sia convincente”.

Ma quindi che fare se si vuole realizzare un servizio dedicato a quei software? Non si può fare? “Tutt’altro – racconta Microsoft – tutti i nostri prodotti sono sempre più dei web services, molti offrono API, altri SDK, dedicati agli sviluppatori. Se si vuole lavorare per molti di questi, il miglior punto di partenza è Windows Live Dev “. Non ci sono certificazioni ma vengono messi a disposizione di sviluppatori di servizi una serie di strumenti utili, standardizzati, utilizzando i quali si aderisce alle policy Microsoft e si può quindi a buon titolo evitare di finire in block list di sicurezza.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • maikadieman ule scrive:
    palla
    cm va a linter
  • pippo giulio scrive:
    internet
    meno male che hanno fatto internet perche poi c'era solo la televisione
  • America scrive:
    Greco Salvatore curriculum
    Salvatore Greco,Violinista mediocre, non ha mai vinto un concorso violinistico, quando provo' ad entrare al teatro alla scala nemmeno riesce a passare le prove.Vince quel concorso un violinista degno di nota Francesco Manara.Riesce ad entrare come spalla al teatro massimo di palermo tramite una audizione privata,senza concorrenti per rendergli l'esame piu' semplice,da li' ancora oggi ricopre il ruolo di spalla,aiutando solo chi gli pare...esempio il 1 violoncello donna carina,la quale dopo un passato bollente..decide dopo uno studio condiviso in america con il violista greco di fare un audizione ,casualmete vinse.Queste sono verità del territorio...anche se pensiamo che in altri settori ne esistono svariate...Spero si possa indagare su tutte le audizioni che si svolgono li'..e far luce sulle continue raccomandazioni che vi esistono...Altro caso è la futura spalla del teatro massimo,il suo compagno di leggio,altro violinista non adatto per il ruolo di spalla..ma vogliamo scommettere se il concertino del teatro vincerà il posto di spalla al teatro massimo di palermo? Vogliamo Giustizia!!!Peccato che non ha le qualità,ne il suono ne la tecnica per starci sopra.Ma per palermo va bene visto il livello mediocre.Peccato che non ci siano violinisti che possano mostrare le vere qualità,ma questo verrà sempre bloccato per paura del confronto.
  • Greco Salvatore scrive:
    Giustizia
    Salvatore Greco,Violinista mediocre, non ha mai vinto un concorso violinistico, quando provo' ad entrare al teatro alla scala nemmeno riesce a passare le prove.Vince quel concorso un violinista degno di nota Francesco Manara.Riesce ad entrare come spalla al teatro massimo di palermo tramite una audizione privata,senza concorrenti per rendergli l'esame piu' semplice,da li' ancora oggi ricopre il ruolo di spalla,aiutando solo chi gli pare...esempio il 1 violoncello donna carina,la quale dopo un passato bollente..decide dopo uno studio condiviso in america con il violista greco di fare un audizione ,casualmete vinse.Queste sono verità del territorio...anche se pensiamo che in altri settori ne esistono svariate...Peccato che non ha le qualità,ne il suono ne la tecnica per starci sopra.Ma per palermo va bene visto il livello mediocre.Peccato che non ci siano violinisti che possano mostrare le vere qualità,ma questo verrà sempre bloccato per paura del confronto.
  • Lucio scrive:
    Telefonate pubblicitarie msn & telefono.
    Io vi fornisco di fare i regali a tutti quanti mi rakkomando telefonate a questi numeri telefonici e chiamatemi sul messenger aggiungendo i vostri messenger per vincere dei vari regali e in più ti do come regalo extra acciaio innox 1810. (approfittate subito)!Chiamate per ulteriori informazioni e punto shop per supporto telefonico e messenger: 081/5497065 (lucio) , 334/3250092 (Lucio) ,silvercjb@hotmail.com (lucio) , esaco@hotmail.it (luca) , marynap90@hotmail.it (Maria), eleonoraiungo@hotmail.com(Eleonora) ,agythaminna@hotmail.it (Amuchina), ross_bay_cult@hotmail.com, silviaepoi@hotmail.com, erzsebet@hotmail.com (Giada) , 081/4610986 (Maria) , 320/8405945 (Filippo) .Noi siamo disponibili 24 ore su 24 vi aspettiamo mondial casa contatte su msn e telefonate subito mi rakkomando corrette subito e poi mi rakkomando aggiungete anke sui nostri messenger in più telefonate subito da ora per approfittare l'offerta speciale.
  • asd scrive:
    guardate
    http://seedgta.water4gas.hop.clickbank.net/
  • Gabriele scrive:
    video dragonball cantanapoli
    [/yt][/yt][/yt]http://www.youtube.com/watch?v=RD5CrAoF208YouTube - cantanapoli dragon ball... for minors may still appear in search results ...45 sec -Classificato con 4,5 su 5,0www.youtube.com/watch?v=RD5CrAoF20
  • NeCoSi scrive:
    Web Tax!!! Internet non c'entra nulla!
    Ho riassunto un po la situazione qui:http://geekplace.org/index.php?m=news&id=327&titolo=Disegno_di_legge_sull'editoria_Prodi_Levi_-_Riassumiamo_la_situazione
  • xtommy scrive:
    Cosa è cambiato? semplice...
    Cosa è cambiato da allora? Semplice, nel 2001 la maggioranza era più forte e poteva infischiarsene delle 50000 firma e di qualche parlamentare/senatore contrario. Oggi basta che un Di Pietro dichiari di non votare il provvedimento che immediatamente questo viene ritirato.Tutto qui, senza bisogno di scomodare importanti evoluzioni sociali e via discorrendo.
    • micavero scrive:
      Re: Cosa è cambiato? semplice...
      - Scritto da: xtommy
      Cosa è cambiato da allora? Semplice, nel 2001 la
      maggioranza era più forte e poteva infischiarsenei numeri dicono esattamente il contrario, sti caxxoni hanno la maggioranza piu' larga degli ultimi 65 anni.
      delle 50000 firma e di qualche
      parlamentare/senatore contrario. Oggi basta che
      un Di Pietro dichiari di non votare il
      provvedimento che immediatamente questo viene
      ritirato.
      Tutto qui, senza bisogno di scomodare importanti
      evoluzioni sociali e via
      discorrendo.
  • Sentenza2 scrive:
    Non è un Decreto legge
    ....ma si tratta di un Disegno di legge.Vede Mantellini, in aggiunta a quello che dice lei.In questo paese, alla scuola dell'obbligo impariamo il catechismo e non anche l'educazione civica.Non sappiamo nemmeno distinguere un Decreto Legge da un Disegno di Legge. E pretendiamo che questi che siedono in Parlamento e ci rappresentano sappiano fare di meglio.Pare (pare) addirittura che abbiano "firmato" in Consiglio Dei Ministri senza nemmeno aver letto ciò che sottoscrivevano
  • Faser scrive:
    Bello
    Bell'articolo. Bravo.
  • Marco Ridoni scrive:
    A proposito di incompetenza
    Forse Mantellini, prima di mettere mano alla tastiera, dovrebbe imparare la differenza tra un *disegno* di legge (una proposta in bozza e da discutere in Parlamento) e un *decreto* legge (che è tutta un'altra cosa)...
    • Pinco Pallino qualsiasi scrive:
      Re: A proposito di incompetenza
      - Scritto da: Marco Ridoni
      Forse Mantellini, prima di mettere mano alla
      tastiera, dovrebbe imparare la differenza tra un
      *disegno* di legge (una proposta in bozza e da
      discutere in Parlamento) e un *decreto* legge
      (che è tutta un'altra
      cosa)...Non per difendere chi sa difendersi benissimo da solo, ma sarebbe meglio che tu ti facessi spiegare cos'è la "corsia preferenziale" dei provvedimenti approvati dal governo.Piaccia o no, significa che il Parlamento ne discute meno.
      • Marco Ridoni scrive:
        Re: A proposito di incompetenza
        E che c'entra? La "corsia preferenziale" riguarda comunque provvedimenti da discutere, emendare e approvare, sia pure con un calendario serrato; niente a che vedere con i decreti legge (che entrano in funzione all'atto della pubblicazione sulla GU). Confondere le due cose non è il massimo. Probabilmente Mantellini, che non è affatto un ingenuo o un ignorante, invece di verificare le fonti si è fidato della cagnara che si è levata su questo tema e che sarebbe degna di miglior causa.
    • Sentenza scrive:
      Re: A proposito di incompetenza
      E' quello che mi chiedevo anch'io leggendo l'articolo.L'autore probabilmente è in preda a un lapsus.All'inizio correttamente parla di Disegno di Legge, poi forse tratto in inganno dall'abbreviazione "DDL" (= Disegno Di Legge), fa un balzo in avanti parlando di un "provvedimento dell'esecutivo" che, se fosse quello a cui lui si riferisce, sarebbe "già" una legge in vigore nella nostro ordinamento.E' bene ricordare la differenza.Un Decreto Legge è un provvedimento provvisorio del Governo che ha forza di legge. Una volta emanato, entra in vigore "immediatamente" (il giorno della Pubblicazione o il giorno dopo) e ha una validità di 60 giorni, termine entro il quale le Camere devono decidere se convertirlo in legge o meno.Ora, è vero che il governo chiede alle Camere la "conversione" sempre attraverso la presentazione di un disegno di legge. Ma se fosse un "Decreto Legge", oggi staremmo qui a discutere di un qualcosa che ha già valore "normativo" e a cui tutti dovremmo attenerci.Chi ha un sito dovrebbe correre subito a registrarlo al ROC!!!!Da ciò che invece si legge e si sente in "giro", quello proposto dal Governo è un normale "Disegno di legge" che al suo interno contiene anche una "Delega Legislativa" all'esecutivo stesso sull'intera materia dell'editoria (anche quest'ultimo aspetto è interessante: il Governo chiede al Parlamento "carta bianca"). E per valere come "legge" deve essere discusso e approvato dal Parlamento. Come qualsiasi "proposta" di legge. O è sfuggito qualcosa a "noi" oppure al signore in questione.
  • Banana Joe scrive:
    Non si tratta di incompetenza.
    Anche in questo caso, come per il resto delle leggi, l'obiettivo e' di affliggere con norme generiche il maggior numero di persone. In questo modo si puo' scegliere se e quando colpire il singolo che rompe i co***oni in maniera totalmente arbitraria.E' l'arbitrio quello che definisce meglio il nostro ammasso di leggi.Per quanto stia dalla parte dei giudici in molti casi, ridursi a dipendere dal buon cuore del giudice buono e' gia' una sconfitta.Meno leggi, leggi chiare, proporzione della pena, giudizio amministrabile con la maggior semplicita' e il minor arbitrio possibile. Questo ci vorrebbe.Perche' nessuno punta alla soluzione diretta? Forse perché la burocrazia e l'arbitrio permettono al vero strumento di potere del momento, i soldi, di essere l'unico efficace.
    • bubba scrive:
      Re: Non si tratta di incompetenza.
      - Scritto da: Banana Joe
      Anche in questo caso, come per il resto delle
      leggi, l'obiettivo e' di affliggere con norme
      generiche il maggior numero di persone. In questo
      modo si puo' scegliere se e quando colpire il
      singolo che rompe i co***oni in maniera
      totalmente
      arbitraria.
      QUOTO TUTTO. specie il pezzo qui sotto.
      E' l'arbitrio quello che definisce meglio il
      nostro ammasso di
      leggi.E' da parecchio tempo che vengono sparate fuori leggi sul generis, con pene severe, largamente inapplicabili nella pratica, ma li' pronte per essere impugnate da un avvocato str*nzo o da una major succhiasoldi. E non solo nel settore informatico-multimediale, ovviamente.
  • pascal22 scrive:
    Ignoranza
    L'ignoranza dei nostri "politici" in materia di nuovi mezzi di comunicazioni, tra i quali il Web, è sconcertante. Dietro a leggi sì fatte, c'è la loro paura di ciò che non conoscono, la paura dell'ignoto. Si avvalgono di "esperti", ma non ne comprendono il gergo perchè l'esperto redigerà una relazione usando parole che solo chi conosce il web è in grado di comprendere. La classe politica italiana non è capace di rinnovarsi e di utilizzare nuovi sistemi di comunicazione perchè troppo vecchia. Ci vogliono menti fresche e aperte alle nuove tecnologie. Ci vogliono politici che sappiano aprire nuovi canali di partecipazione democratica.
  • VE LO DICO IO scrive:
    Basta con sta storia...
    ...tanto gli italiani non hanno voglia di manifestare il loro dissenso... non vogliono cacciare un euro per i loro diritti... vogliono pullman gratuiti, panino e birrozza gratuiti.. e gita a roma gratuita.Fanno la fame (così almeno dicono..) ma la PS3 e le TV FULL-HD da 2.000 li comprano... cambiano cell ogni 3-4 mesi... auto ogni 2 anni, trasferte per le partite, ecc..ma cacciare soldi per un viaggio a Roma per manifestare... è impossibile.. perchè lo stipendio è basso.Questo popolo si merita questa politica e spero che la situazione peggiori sempre più, spero che vi spillino più soldi possibili... alla fine ve lo meritate, anche voi fate parte del sistema. Pensate al vostro orticello, da egoisti come siete. BRAVI BRAVIQuindi è inutile parlare di questo argomento.. tanto il culo dalla sedia non l'alza nesuno.. sanno solo alzare le dita sulla tastiera, basta.
    • Stargazer scrive:
      Re: Basta con sta storia...
      - Scritto da: VE LO DICO IO
      ...tanto gli italiani non hanno voglia di
      manifestare il loro dissenso... non vogliono
      cacciare un euro per i loro diritti... vogliono
      pullman gratuiti, panino e birrozza gratuiti.. e
      gita a roma
      gratuita.

      Fanno la fame (così almeno dicono..)E' da intendersi che per non rinunciare ai vizi mangiano da schifo tipo cibi precotti in forni a microonde, prodotti di altri paesi a basso prezzo per extracomunitari per risparmiare
      ma la PS3 e
      le TV FULL-HD da 2.000€ li comprano... cambiano
      cell ogni 3-4 mesi... auto ogni 2 anni, trasferte
      per le partite,
      ecc..Aggiungerei che vestono pure di marcaeh si sono beni fondamentali per sopravvivere quelli che hai citato
      Questo popolo si merita questa politica e spero
      che la situazione peggiori sempre più, spero che
      vi spillino più soldi possibili... alla fine ve
      lo meritate, anche voi fate parte del sistema.Già, andrà a finire come in francia o peggio cina, dove l'aiuto di altri paesi sarà fondamentale per reprimere i malconsensi
  • stako scrive:
    alla luce di queste quattro pagine
    potremmo anche smetterla di titolare questi articoli 'Internet Tax', non trovate??
  • Tallio Favrocchi scrive:
    ah, no, Scorza?
    inutile tacciare Grillo di gridare fermandoci a questo... perchè il blogger come direttore responsabile s'è già visto apparire su queste stesse pagine di PI.basta cercare.con tanto di commenti.neanche a me piace che Grillo stia troppo sopra le righe (persino secondo i SUOI standard) ... però ha ragione a gridarci di stare attenti e loro di non fare i furbi.E lei, signor Scorza, che in modo molto serio pare mettere i giusti puntini sulle i, non si accorge che quel che dice impossibile è persino già accaduto. Per tanto non mi pare un "inutile allarmismo" come usano dire coloro che sanno che i fatti in questione sono veri, accadono e sono accaduti.
  • FABIO scrive:
    QUI FINISCE COME LA CINA!!
    ebbene; in cina è proibito parlare di libertà... non e che finiamo anche qui allo stesso modo??!?!?una legge cosi a cosa serve!??! a controllare chi parla di Mastella e compagnia..sappiamo benissimo che sono gentaglia visto le leggi che fanno, l'indulto ne e la prova, sicuramente quest'ultimo e stato fatto per cacciare dalle carceri qualche loro amico e non potendo direttamente cacciare loro in quanto sarebbe stato uno scandalo hanno dato la liberta a tutti cosi avrebbero dato meno nell'occhio.... come sta succedendo per il caso Mastella....adesso e indagato e cosa succede!?!??! tolgono il caso al PM di cometenza!! http://www.beppegrillo.it/index.html questa non e democrazia!! questa e mafia legalizzata!!
  • non c'`e scrive:
    Cosa è cambiato ?

    E insomma già allora, esattamente come
    oggi, si trattava di argomenti importanti
    che coinvolgevano moltissimi cittadini.
    Cosa è mutato da allora?Indovina cosa è cambiato dal 2001 al 2007.Indovina cosa cambierà dal 2008 al 2013.
    • Lepaca scrive:
      Re: Cosa è cambiato ?
      nulla... come sempre
      • non c'`e scrive:
        Re: Cosa è cambiato ?
        - Scritto da: Lepaca
        nulla... come sempreVisto che vanno di moda le profezie .... ieri oggi e domani.Ieri (maggio 2001) : hanno fatto una petizione di 50000 firme e non c'è stato uno straccio di giornale ( a parte PI ) che ne parlasse.La legge è entrata in vigore nel 2001 e diceva che se avevi un prodotto editoriale online dovevi essere iscritto all'ordine dei giornalisti.Oggi (Ottobre 2007): hanno modificato quella legge, hanno fatto una cazzata e ci sono 3 ministri , 4 testate giornalistiche che ne parlano e la legge si cambierà nel 90% dei casi.Domani (Novembre 2008) : la legge ritornerà e non sarà pubblicato sui giornali, tutti tranquilli, tutti felici.Si ... probabilmente non è cambiato nulla ... ma io non sono un semplice comico, non ho sempre ragione ...
        • Lepaca scrive:
          Re: Cosa è cambiato ?


          nulla... come sempre
          Visto che vanno di moda le profezie .... ieri
          oggi e domani.io non sono un profeta ed ho sempre la speranza che questo andazzo cambi, ma l'andazzo passato mi fa disperare per il futuro...in effetti sono stanco... stanco di vedere che la politica si concentri con testarda determinazione a truffarci, invece di pensare tranquillamente al benessere del paese (certo, a sentirli, e' tutto fatto nel nostro interesse...), di vedere con quanta velocita' e con quali modalita', tipiche del ladro e del truffatore, cerchino di realizzare progetti capestro per noi, mentre devi lottare, gridare, minacciare, per avere piccoli segni di civilta'... segni che, se non stai attento, cercano di correggere o di abolire...
          • Lepaca scrive:
            Re: Cosa è cambiato ?

            Mi spiego ... le cose mutano se NOI le facciamo
            mutare e ciò dipende dal grado di resistenza che
            un governo
            oppone.sono daccordo con quanto detto, ma vorrei mettere in evidenza questo punto...ti rendi conto che con quanto affermato nel pezzo che ho riportato, stai dicendo che un governo (eletto democraticamente da noi e che costituzionalmente dovrebbe essere il nostro rappresentante) e' il "nemico"? cioe', e' l'entita' contro cui dobbiamo combattere?...e ti rendi conto che questo significa che la democrazia e' morta?
          • Be&O scrive:
            Re: Cosa è cambiato ?
            E da quando è nata la DC che non esiste più la Democraziatutto quello che vedi ora è DC e basta, ha il nome di 10partiti ma sempre DC è .
          • non c '`e scrive:
            Re: Cosa è cambiato ?

            (eletto democraticamente da noi e che
            costituzionalmente dovrebbe essere il nostro
            rappresentante) e' il "nemico"? cioe', e'
            l'entita' contro cui dobbiamo
            combattere?
            ...e ti rendi conto che questo significa che la
            democrazia e'
            morta?Qualcuno un giorno disse che la democrazia è quella forma di governo in cui si suppone che un milione di persone ragionino meglio di una sola.Ora ... il vero significato di ciò è che mentre una persona può avere idee buone o cattive, pensieri interessanti o idioti, essere colto o stupido, un milione di persone è solo un dato scritto sul foglio di carta di qualche società di sondaggi.È quel milione che sceglie di mettere mafiosi in parlamento, è quel milione che mette ladri e truffatori a capo delle banche.È quel milione di persone che sposta le proprie preferenze basandosi sul viral markerting e sulla pubblicità occulta, quando vedono banchieri corrotti ballare in sardegna con le veline e ascoltano interi pomeriggi di prevaricazioni verbali tra ragazzini.È la mente di quel milione di persone il vero nemico, ed è quella da cambiare, la classe politica cambierà di conseguenza.
          • Lepaca scrive:
            Re: Cosa è cambiato ?

            È la mente di quel milione di persone il vero
            nemico, ed è quella da cambiare, la classe
            politica cambierà di
            conseguenza.scusami, ma mi sembra che quel milione di persone con richieste ben precise al mondo politico, ci siano, ma restino inascoltate...
          • Be&O scrive:
            Re: Cosa è cambiato ?
            Peccato che quel miglione di persone se fosse da andarea roma ne andrebbe 1/10.
  • Maurizio scrive:
    Ottimo il discorso di L.Spinelli
    Non fa una grinza.
    • Tallio Favrocchi scrive:
      Re: Ottimo il discorso di L.Spinelli
      - Scritto da: Maurizio
      Non fa una grinza.ne fa eccome: sono supposizioni buone come le altre.la grinza che fa è quella di accettare un assunto, ovvero che sono tutti degli sprovveduti, vecchi cagnetti impauriti che abbaiano e mordicchiano usando le parole e le leggine senza leggerle.ma sono circondati da consiglieri, consulenti e da lobby che sanno esattamente quel che vogliono.e la cosa che fa specie e che tutti questi commentatori sembrino dimenticare quanto ad ogni tentativo sventato, ne segua puntualmente un altro che porta a segno il colpo in sordina, per vie traverse, senza tanto clamore, ma alla fine arrivando.e, solitamente, senza che il "popolo" se ne accorga, dica, o faccia qualcosa.
  • Ricky scrive:
    MA AVETE VISTO REPORT?!
    La Gabanelli, giornalista con le palle e credo di poterlo dire senza che si offenda, ha evidenziato come la struttura che ci governa sia per lo piu' MARCIA (lo so', sono cose che si sanno ma vederle ti aiuta a prenderne consapevolezza).Ha evidenziato anche come paia quasi "strano" come le banche riescano a raggirare politici e schieramenti interi facendo sottoscrivere condizioni capestro a comuni e regioni ed enti lasciandoli(e quindi lasciandoCI) sempre piu' nella M...!Milioni di euro EVAPORATI,debiti su debiti che le banche pretendono PER LEGGE avendo rifilato ogni sorta di schifezza in palese contrasto con le richieste di trasparenza e bonta'.Ma questi "politici" sanno fare o no il loro mestiere?Perche' "giocano" con i NOSTRI soldi?Perche' non PAGANO MAI per gli erroriche commettono?Strapagati per fare solo danni di cui non pagheranno lo scotto?Ma dove siamo!?Ah, dimenticavo...Italia..come non detto.Va' rivoltato tutto...vanno eliminate le leggi mirate e se ne devono creare altre che evidentemente mancano...per impedire a chicchessia di fare simili schifezze.
    • Lepaca scrive:
      Re: MA AVETE VISTO REPORT?!

      Perche' "giocano" con i NOSTRI soldi?perche' sono i nostri soldi... non i loro!!! ;)
      • DuDe scrive:
        Re: MA AVETE VISTO REPORT?!
        - Scritto da: Lepaca

        Perche' "giocano" con i NOSTRI soldi?

        perche' sono i nostri soldi... non i loro!!! ;)E nemmeno questo e' vero, i soldi non sono "nostri" ma della banca che li stampa e te li fa' pagare, ergo sono della banca d'italia, la quale non e' la banca di ITALIA ma e' una spa con soci azionisti e quant'altro ed e' lei che stampa i soldi che concede a noi pagandoli, in sisntesi i soldi sono suoi non tuoi
        • Lepaca scrive:
          Re: MA AVETE VISTO REPORT?!

          E nemmeno questo e' vero, i soldi non sono
          "nostri" ma della banca che li stampa e te li fa'
          pagare, ergo sono della banca d'italia, la quale
          non e' la banca di ITALIA ma e' una spa con soci
          azionisti e quant'altro ed e' lei che stampa i
          soldi che concede a noi pagandoli, in sisntesi i
          soldi sono suoi non
          tuoiin realta', non e' esattamente cosi', ma il discorso e' lungo e complesso...se per soldi, intendi, il "pezzo di carta" allora si, ma se intendi il valore che esso rappresenta, allora no!
          • Kwisatz Haderach scrive:
            Re: MA AVETE VISTO REPORT?!
            l'euro è una moneta privata, il cui valore è tale solo in funzione del cambio stabilito con le valute nazionali che non possono più circolare ma esistono ancora e sono alla base dell'euro visto che non esiste una politica economica a livello europeo, e nelle tasse che paghiamo, paghiamo anche una royalty per l'utilizzo dell'euro (che non è della BCE ma di un' azienda privata)
    • memedesimo scrive:
      Re: MA AVETE VISTO REPORT?!
      non guardo piu la tvdove posso reperire la puntata?
      • Abusivo scrive:
        Re: MA AVETE VISTO REPORT?!
        Aspetta un paio di giorni che la pubblichino su http://www.report.rai.it.
      • Lepaca scrive:
        Re: MA AVETE VISTO REPORT?!

        dove posso reperire la puntata?qui puoi leggere la versione testuale della puntatahttp://www.report.rai.it/R2_popup_articolofoglia/0,7246,243%255E1075041,00.html
      • Banana Joe scrive:
        Re: MA AVETE VISTO REPORT?!
        http://www.report.rai.itdovrebbe avere le trascrizioniIo ho visto trenta secondi. Mi pare giovanardi, che dice che per levarci dalle palle i parlamentari condannati ci vuole una legge. Grazie, e chi la approva, il parlamento composto dai condannati stessi? A quel punto ho spento. Basta e avanza, per capire.
    • Silvione scrive:
      Re: MA AVETE VISTO REPORT?!
      - Scritto da: Ricky
      Ha evidenziato anche come paia quasi "strano"
      come le banche riescano a raggirare politici e
      schieramenti interi facendo sottoscrivere
      condizioni capestro a comuni e regioni ed enti
      lasciandoli(e quindi lasciandoCI) sempre piu'
      nella M...!Quando c'e' corruzione c'e' sempre chi ci guadagna di piu' a far andare le cose male che a farle funzionare.Sotto casa mia (poche centinaia di metri dal GRA di Roma), rifanno da tempo il manto stradale usando materiali scadenti: sempre la solita mescola che si sfalda regolarmente ogni due anni, ed infatti, puntuali come orologi svizzeri, eccoli li' ogni due anni con lo stesso baldacchino semovente carico di asfalto fuso a rifare la strada, ben sapendo che entro due anni dovranno tornare perche' l'asfalto e' sostanzialmente programmato per autodistruggersi.Li' probabilmente c'e' qualcuno che prende finanziamenti, ne da' una parte all'azienda di comodo in cambio di mazzette, e l'azienda di comodo manovra le cose in modo da creare la necessita' di altro lavoro e quindi il ritorno di altri finanziamenti da spartire per il signorotto di turno. Solo che sfido chiunque a dimostrare una cosa del genere!E chi abbia lavorato un po' in giro sa quanti esempi simili si possono trovare in altri campi, certamente non ultimo quello informatico...
  • gigggi scrive:
    Ci vogliono le mazzate
    Dal momento in cui Beppe Grillo e' riuscito a mobilitare con la rete 300mila persone per proporre una legge di iniziativa "popolare" per allontanare i politici indegni, questi ultimi, che sono politici di mestiere, si sono visti in pericolo.Senza contare le ridicolarizzazione giornaliera che sui blog i politici paludati devono subire.Ma allora, perche' non blocchiamo la rete e lasciamo solo quelli che parlano bene di noi?Se il pubblico ministero De Magistris indaga su Mastella e Prodi, perche' non lo facciamo trasferire? e se non ci riusciamo, allora lo facciamo intimidire dai nostri compari con una pallottola per posta e, alla fine, se resiste, togliamogli l'inchiesta! E dire che qualcuno cita l'Art. 21 della costituzione: illuso: con questi ci vogliono le mazzate. :|
    • Banana Joe scrive:
      Re: Ci vogliono le mazzate
      La violenza impaurisce i neutrali e gli ignoranti, dividendo il fronte del popolino e da' una scusa al potere per incrementare i controlli.Io propendo per la disobbedienza civile."E ora metteteci tutti in galera".
  • aghost scrive:
    La casta dei politici e degli editori
    Ricardo Levi, colui che ha scritto il contestato ddl, è un (ex) giornalista e fondatore di giornali (L'indipendente sic!). Insomma puro lobbyng in favore della casta degli editori, da sempre legata a filo doppio con quella dei politici. Cane non morde cane, i politici hanno bisogno della propaganda dei giornali, i giornali hanno bisogno dei finanziamenti pubblici. Tutto si tiene.E tutto il resto è fuffa, disinformazjia in puro stile sovietico. Quale sarebbe infatti l'oggetto del provvedimento? Tutelare chi è diffamato? Ma via, non scherziamo. Ci sono già tutte le tutele possibili e immaginabili, e anche molto di più visto che già abbiamo assistito ai primi incredibili casi di "sequestro preventivo" di blog e siti. Fede ha fatto sequestrare il blog di Ricca per un articolo, e la censura è scattata ancora prima che si tenesse un processo! Ma dove siamo in Cile?In rete siamo già tutti perfettamente identificabili: le tecniche per nascondersi sono usate da pochissimi esperti e certamente non dai blogger per diffamare qualcuno.Tutto questo can can, questi continui tentativi di mettere sotto controllo la rete rispondono ad una sola esigenza: tutelare i politici, che solo su internet subiscono quel "pelo e contropelo" che dovrebbe fargli invece una stampa seria e realmente indipendente.http://aghost.wordpress.com/
    • Marco scrive:
      Re: La casta dei politici e degli editori
      Perfettamente daccordo con voi.Vorrei che tutti noi ci ricordassimo di questa realtà anche quando è il momento di andare a votare ed inevitabilmente, quasi tutti, finiamo per schierarci ancora in funzione di quei due contenitori ideologici privi ormai di alcun senso che sono la destra e la sinistra.Le elezioni non dovrebbero essere lontane. Annullare la scheda potrebbe essere uno strumento per comunicare il proprio disagio senza continuare a legittimare un sistema politico ed istituzionale decrepito, che rappresenta il maggiore freno allo sviluppo del paese.
      • reXistenZ scrive:
        Re: La casta dei politici e degli editori

        Vorrei che tutti noi ci ricordassimo di questa
        realtà anche quando è il momento di andare a
        votare ed inevitabilmente, quasi tutti, finiamo
        per schierarci ancora in finzione di quei due
        contenitori ideologici privi ormai di alcun senso
        che sono la destra e la
        sinistra.Mi sono permesso solo di fare una correzione. Prima l'intervento era ottimo, così è perfetto.
    • picchiatello scrive:
      Re: La casta dei politici e degli editori
      - Scritto da: aghost

      Tutto questo can can, questi continui tentativi
      di mettere sotto controllo la rete rispondono ad
      una sola esigenza: tutelare i politici, che solo
      su internet subiscono quel "pelo e contropelo"
      che dovrebbe fargli invece una stampa seria e
      realmente
      indipendente.

      http://aghost.wordpress.com/Perfettamente d'accordo sulla prima parte un po' meno su questa ultima oramai anche in internet abbiamo gli amici delgi amici che prima dicono una cosa poi quando viene toccato l'amico politico di turno si affrettano a imbastire un articolo per salvare il salvabile...
  • Antonio De Vincentiis scrive:
    Adempimento-balzello? O altro?
    Ho letto la lettera aperta del sottosegretario, mi è parso che si arrampica sugli specchi quando dice:
    Allora chiedo:- Quindi se una cosa è difficile per il Governo non lo è per l'Autorità Garante?- O è solo le scuse (frottole) per portare avanti un provvedimento privo di ogni senso logico, che nessuno vuole, di nessuna parte politica?
  • oliver67 scrive:
    Internet Tax ed oligarchia
    Secondo me con questo provvedimento si vogliono prendere i classici "due piccioni con una fava": primo limitare la possibilità del "popolo sovrano" (che in Italia sembra essere una burla...) di esprimere pubblicamente e liberamente le proprie idee e, secondo, molto più celato, ma altrettanto pericoloso, quello di impossibilitare od almeno mettere un grande freno alle nascenti WebTv che a bassissimi costi possono offrire un'alternativa, spesso più intelligente, alle televisioni generaliste portando via oltretutto risorse pubbliciatarie che sono il fulcro della loro esistenza (concepibile nelle televisioni private, ma non nel servizio pubblico per il quale ogni cittadino paga già il canone, e vede una parte delle imposte che paga andarsene in finanziamenti statali alla Rai...)
  • mariomonti scrive:
    sempre e solo tax
    sanno solo inventarsi nuove tasse per spennarci ...http://www.tgaserver.net
    • BLah scrive:
      Re: sempre e solo tax
      Sì però basta con lo spam, amico! Facile scrivere un commentino e poi scappare imbrattando la rete con link a siti pure brutti.
  • Silvione scrive:
    burocratizzare == uccidere legalmente
    La burocratizzazione da sempre e' un utile mezzo per creare paletti da mettere sul cammino di chi si vuole rallentare. Se la legge non sara' pesantemente riveduta, e sulla lettera di Levi oltre alla solita fuffa non vedo traccia di possibili ripensamenti, allora, seppur con tutte le assicurazioni del caso da parte dei signori scaldapoltrone, succedera' quello che e' gia' successo fin troppe volte in altri contesti: una legge scritta in modo abbastanza lasco da permettere facili interpretazioni alla bisogna, in modo da favorire chi si vuol favorire e affossare chi da' fastidio.Non e' nemmeno da escludere una mossa volta al protezionismo nei confronti dell'editoria classica, piu' facilmente controllabile perche' piu' costosa e quindi obbligata a fruire di finanziamenti governativi che naturalmente arrivano solo a certe condizioni.Perdonate il cinismo, ma all'innocente ignoranza della classe politica ho smesso di crederci da molto tempo.
    • Tallio Favrocchi scrive:
      Re: burocratizzare == uccidere legalmente
      - Scritto da: Silvione
      La burocratizzazione da sempre e' un utile mezzo
      per creare paletti da mettere sul cammino di chi
      si vuole rallentare.per questo mi stupisce che nel precedente articolo M.M. abbia sostanzialmente detto "lasciamo fare il lavoro ai professionisti" quando normalmente (come in questo caso) sembra essere di ben altro avviso
      Se la legge non sara'
      pesantemente riveduta, e sulla lettera di Levi
      oltre alla solita fuffa non vedo traccia di
      possibili ripensamenti, allora, seppur con tutte
      le assicurazioni del caso da parte dei signori
      scaldapoltrone, succedera' quello che e' gia'
      successo fin troppe volte in altri contesti: una
      legge scritta in modo abbastanza lasco da
      permettere facili interpretazioni alla bisogna,
      in modo da favorire chi si vuol favorire e
      affossare chi da'
      fastidio.temo che succederà proprio questo
      Non e' nemmeno da escludere una mossa volta al
      protezionismo nei confronti dell'editoria
      classica, piu' facilmente controllabile perche'
      piu' costosa e quindi obbligata a fruire di
      finanziamenti governativi che naturalmente
      arrivano solo a certe
      condizioni.per non parlare della controllabilità veloce di 100 giornali con dominio registrato piuttosto che 5000 blog come domini di terzo livello di un solo registrato
      Perdonate il cinismo, ma all'innocente ignoranza
      della classe politica ho smesso di crederci da
      molto
      tempo.anche perché di solito hanno una buona quantità di consulenti...
  • Michele scrive:
    Ma invece di questo non si potrebbe...
    ...cominciare a togliere i finanziamenti dati all'editoria? Ci sono decine di quotidiani che nessuno compra e che hanno tirature altissime così da ricevere sti finanziamenti dallo stato e quindi da noi, anche questi sono soldi buttati!
  • samu scrive:
    e le licenze wimax ?
    capisco che punto informatico, mantellini, grillo e vari siano toccati sul vivo con questo disegno di legge sull'editoria.. ma e il bando di licenze wimax ? Viene accennata la notizia viene data voce ad alcuni provider e al solito si minimizza quelli che sono i veri punti importanti :- mancanza di banda libera per sperimentazioni- il favoreggiamento dei soliti quattro noti.Sabato ho ascoltato radio24, in particolare il programma 2024 e raccontavano (parlando di tale bando) come alla richiesta che era meglio non includere coloro che avevano gia' licenze UMTS la risposta dei "creatori" del bando fosse che era "una proposta ardita ma interessante che necessitava di un forte impegno politico" ...non ho parole.. finalmente una tecnologia che potrebbe far diminuire il digital divide e permettere a tutti di entrare in rete (con conseguente indotto a livello economico) e questi se la fanno addosso?E i media ? tutti che ignorano, tutti attenti al ddl sull'editoria perche' si tocca gli interessi della nuova classe emergente: i bloggers professionisti.Allora senza nulla togliere a coloro che hanno investito molto nei blog e nell'editoria online vorrei far notare come questo ddl vada in realta' a toccare non i blog amatoriali ma realta' che sono comunque diventate professionali e lavorative.Si urla alla censura quando invece si e' di fronte ad un tentativo di regolamentazione mal fatto (anzi fa schifo) e ignoriamo cose + importanti come la necessita' di dare a tutti la connettivita' .
    • Koala scrive:
      Re: e le licenze wimax ?
      A parte che sei ot ma se tiri su il naso l'articolo principale è sul wimax se cerchi su pi ne trovi una caterva che parlano di wimax (cylon)
      • OrioPIX scrive:
        Re: e le licenze wimax ?
        - Scritto da: Koala
        A parte che sei ot ma se tiri su il naso
        l'articolo principale è sul wimax se cerchi su pi
        ne trovi una caterva che parlano di wimax
        (cylon)Tra l'altro a 2024, per parlare dei punti critici del bando, hanno intervistato proprio Bonacina, che ha detto piu' o meno le stesse cose che scrive su PI da una settimana a questa parte. L'articolo di oggi e' talmente principale da avere anche la vignetta. Vabbe', si vede che l'amico e' poco attento. Occhio ai pedoni per strada!!! :D
  • Francesco Alari scrive:
    Il guru s'è sbagliato
    Povero Grillo, ha preso un granchio di dimensioni faraoniche. Adesso farà due post per ammettere che l'ha sparata grossa?
    • Sgabbio scrive:
      Re: Il guru s'è sbagliato
      Ma dove quella DDL dice che non verranno toccati i blog "amatoriali" visto che è MOLTO VAGA....
      • Be&O scrive:
        Re: Il guru s'è sbagliato
        Non lo dice è quello il tricco, rivoltano la patataad un altro ente, e come passare alla postale ilcompito di capire se un CD è Masterizzato per pirateriao per Backup personale, prima ti mettono a 90 poi sidivertono e dopo forse ti chiederanno scusa, ma solose prendi un avvocato da 2000 ......VIGLIACCHI, e poi da dove lo hanno pescato questo LEVI !
    • Be&O scrive:
      Re: Il guru s'è sbagliato
      Come mai Levi posta una lettera a Grillo e non alla Nazione, semplice....si cerca diminimizzare, sul fatto che sono stati beccatiin castagna, e che il tutto era stato fattoproprio per tappare la bocca di Grillo, e conuna lettera del genere anche ci si crede...Si è tirato il sasso, ed ora si racconta che non era un sasso, ma ben si un elaborato sistemacomposto da Silicati che serve ad attirare l'attenzione.I POLITICI ORMAI SONO FINITI, POSSONO RACCONTARE QUELLO CHE VOGLIONO NON LI CREDE PIU' NESSUNO.
  • picchiatello scrive:
    Parola d'ordine : MINIMIZZARE
    "Ma si su dai non fate cosi' lo mettiamo da parte alla fine non se ne farà niente nessuno pagherà niente a nessuno...."Quel che mi pare di capire da questi articoli sono le seguenti frasi , cio' e' GRAVE perche' stiamo parlando di un DDL mica di una lettera di un amante al proprio lasciato.Il cittadino che paga le tasse pretende che il tempo di chi i governa sia utilizzato al meglio per combattere i problemi che affliggono il nostro paese e non per crearne degli altri.Resto pessimista il DDL passerà cosi' com'e' , ma se qualcuno degli editorialisti di questi articoli crede di poter buttare acqua sul fuoco si sbaglia il fuoco e' stato acceso non dalla rete ma ora la rete italiana e' incandescente, siamo stanchi di pensare in un futuro di dover pagare e registraci come dei carbonari!!!Si vuole colpire il piccolo singolo che non ha mezzi ..... Il prossimo passo sarà registrare tutti i siti in base alla fede religiosa, al colore della pelle; chi avrà gli occhi marroni non potrà scrivere in internet ?( almeno nei server italiani ).
  • Terenzio scrive:
    Mantellini, come si concilia con questa?
    Mante, in questi mesi si vedrà bene cosa ci sta dicendo.Ora dice questo, da saggio vecchio della rete indignato (con moderazione, per carità, senza volgarmente far chiasso) e l'altro giorno invece http://punto-informatico.it/p.aspx?i=2088232 a dire quanto la massa abbia bisogno del guinzaglio perchè altrimenti fa cagnara.dunque?
Chiudi i commenti