Microsoft, basta con lo spim

L'azienda di Redmond trascina in tribunale alcune aziende accusate di aver utilizzato il servizio di IM dell'azienda per raggranellare indirizzi e informazioni sugli utenti

Roma – Microsoft passa all’attacco citando in giudizio alcune aziende che ruotano attorno al network di Windows Live Messenger, uno degli IM più utilizzati dagli utenti: stando a quanto si evince dai documenti depositati in tribunale, le aziende accusate avrebbero utilizzato in maniera illegale i servizi offerti da Microsoft per indurre gli utenti a visitare indirizzi web truffaldini.

Nel mirino dell’azienda di Redmond sono finite alcune società che operano nel settore della vendita di contenuti musicali per telefonia, in particolare un’azienda chiamata Funmobile, che a detta di BigM avrebbe utilizzato il servizio per rastrellare gli indirizzi email degli utenti, per poi inviare massicce dosi di spam.

In particolare, le compagnie incriminate avrebbero mandato agli utenti alcuni messaggi truffaldini contenenti un link che promette l’iscrizione a MeetYourIM, una piattaforma in grado di tenere gli utenti in contatto con i loro amici virtuali. In realtà, stando a quanto dichiarato da Microsoft, si tratta solo di un modo utile a garantire l’accesso all’intera lista di contatti, fornendo il massimo profitto per ulteriori attacchi di spammer e phisher , secondo uno schema definito come spim .

L’invito di Microsoft è ovviamente quello di non fornire mai le credenziali d’accesso al proprio account. Nel mentre, si studia una strategia legale da adottare in tribunale: “la nostra intenzione è quella di chiedere alla corte di agire in maniera tempestiva affinché quest’attività cessi immediatamente per proteggere i nostri utenti” scrive Tim Cranton, legale di Microsoft per il gruppo Internet Safety Enforcement

“Inoltre – continua – abbiamo anche intenzione di chiedere che venga risarcito il danno economico causato e, soprattutto, speriamo che tutto ciò serva a mandare un chiaro messaggio a tutti coloro che volessero realizzare qualcosa di simile, ovvero che questo genere di attività non è tollerato sui nostri network”.

Vincenzo Gentile

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • YellowT scrive:
    Il problema è il sistema operativo...
    ...non lo store.Io ho un 5800 serie 60 5th da un po di mesi ormai e tutto si può dire tranne che sia intuitivo. SYmbian e WM sono sistemo vecchi e o vengono completamente rivoluzionati oppure moriranno.Dal punto di vista dell'interfaccia utente Apple, Palm e android sono avanti anni luce.Basta dire che per srollare una pagina di menu nel mio 5800 o in un n97 bisogna usare la barra laterale. Roba da anni 80.Una buona forza di symbian secondo me saranno le QT, con le quali si potranno programmare applicazioni che gireranno indifferentemente su qualunque sistema e che quindi renderanno meno drastica la transizione tra il vecchio S60 e il nuovo symbian della foundation o direttamente a maemo.
  • lroby scrive:
    molto presto
    tutti avranno creato un appstore simile a quello della Apple per il proprio melafonino..forse la cosa più grande che differenziava l'iphone da tutto il resto della massa di smartphone & C.beh. d'altrone chi ha una buona idea,non può pretendere che gli altri non ne traggano un buon esempio ;)
    • LaNberto scrive:
      Re: molto presto
      - Scritto da: lroby
      tutti avranno creato un appstore simile a quello
      della Apple per il proprio
      melafonino..
      forse la cosa più grande che differenziava
      l'iphone da tutto il resto della massa di
      smartphone &
      C.
      beh. d'altrone chi ha una buona idea,non può
      pretendere che gli altri non ne traggano un buon
      esempio
      ;)ne trarrebbero buon esempio se facessero programmi usabili, cosa che la mia pluriennale esperienza in symbian mi ricorda molto lontana dal vero
    • Darkat scrive:
      Re: molto presto
      ovi non è solo uno store, è un portale di servizi, tra cui anche uno store, un servizio mail, un servizio di sharing, un servizio di backup dati, sincronizzazione con i telefoni, (anche store musicale in definitiva), quindi un'idea un pò più avanzatina di uno store...
  • vrooom scrive:
    Aumento di MHz con gli stessi consumi?
    Ma come fa?
    • Overture scrive:
      Re: Aumento di MHz con gli stessi consumi?
      Avranno ridotto i nm dell a cpu ma allora il prezzo sarà destinato ad aumentare... (il fu pc da, teorici, 100 $)
      • vrooom scrive:
        Re: Aumento di MHz con gli stessi consumi?
        No, qui si parla di una modifica nel bios, la CPU e' la stessa
      • rockroll scrive:
        Re: Aumento di MHz con gli stessi consumi?
        - Scritto da: Overture
        Avranno ridotto i nm dell a cpu ma allora il
        prezzo sarà destinato ad aumentare... (il fu pc
        da, teorici, 100
        $)Non credo proprio che abbiano sostituito una cpu con un'altra a nanotecnologia più spinta, anche perchè non ce n'era bisogno per lasciare i consumi totali allo stesso livello. Hanno fatto esattamente come descritto nell'articolo: se aumenti il clock ottieni prestazioni migliori sulla singola applicazione, ma i consumi totali a parità di applicazioni nello stesso periodo di tempo restano praticamente invariati se non superi il througput (traffico di lavoro totale da smaltire) che avevi intenzione di ottenere con la CPU non potenziata. Mi spiego meglio: se un bimbo del 3.0 mondo esegue giornalmente una serie di elaborazioni che impegano il computer per diciamo 3 ore consumando per esempio 0.25 KW/h, avrà consumato in quella giornata 3*0.25=0.75 KW; potenziando il Clock della CPU eseguirà gli stessi lavori magari in 2.5 ore, consumando però presumibilmente in proporzione di più, ovvero sulla base di 0.3 KW/h; avrà in questo secondo caso consumato nella sua attività giornaliera 2.5*0.3=0.75 KW, quindi il consumo di energia giornaliera è rimasto praticamente lo stesso.
        • hmm scrive:
          Re: Aumento di MHz con gli stessi consumi?
          no nell'articolo si dice che non viene compromessa la DURATA DELLA BATTERIA.. quindi la batteria dovrebbe durare lo stesso tempo
        • Overture scrive:
          Re: Aumento di MHz con gli stessi consumi?
          Ahhh... la furbata... si usa di meno perchè altrimenti si usura... eh si...
  • Overture scrive:
    No ma scusate...
    ...csound non è proprio quello che si può definire l'orchestra dell'allegra fattoria... è un programma, direi un signor programma che solo in mano ad una persona realmente capace è in grado di emettere fiato (una persona comune non ci caccia fuori neanche un fischio distorto).Già di suo è complesso da usare (la guida per principianti pesa solo una settantina di pagine...), mettiamoci ancora che uno deve conoscere il suono inteso come logica, fisica, eccetera per farci qualcosa e si capisce che non è per niente una passeggiata.Cosa centra tutto questo con il XO ed il suo parco utenti ?
    • Anonimo scrive:
      Re: No ma scusate...
      perchè sti cavolo di mini portatili stanno diventanto business e oggetti di moda e quindi investono nel parco software..
    • MircoM scrive:
      Re: No ma scusate...
      beh, indipendentemente dal suo "parco utenti", più SW c'è, meglio è per tutti.
      • Overture scrive:
        Re: No ma scusate...
        Magari ci sono software più utili visto il target...
        • MircoM scrive:
          Re: No ma scusate...
          ok, e quindi? teniamo i 10 più utili e degli altri bruciamo il docice sorgente? :)ribadisco: per quello che costa, meglio con che senza. poi essendo open source si tratta sempre di una base di codice che tutti possono usare per fare quello che vogliono, quindi ancora meglio.poi se uno non lo vuole usare / lo vuole rimuovere, non credo che esistano problemi.
          • Overture scrive:
            Re: No ma scusate...
            Non è che lo bruci semplicemente lo reimpieghi dove può essere utile.
          • MircoM scrive:
            Re: No ma scusate...
            bah... io non ci vedo un gran problema.
          • Overture scrive:
            Re: No ma scusate...
            Il problema è molto semplice da vedere: il XO è una cosa per bambini, la distro linux che ci gira sopra (sugar os/barbie system) è concepita come una cosa che dev'essere usata da dei bambini sia come sistema che come programmi. Aggiungere cose che non rientrano specificatamente dentro questo sistema porta solo alla creazione di un'altra distro "pattumiera".Una distribuzione non è una compilation di programmi fine a se stessa ma una raccolta ragionata di software e utilità a seconda del target di utenti che si punta di raggiungere.
          • MircoM scrive:
            Re: No ma scusate...
            se per "colpa" di quel codice è stato necessario eliminare altro software più utile per la didattica, capisco il problema.altrimenti no.inoltre potrebbe essere usato come backend per applicazioni più semplici.
          • Overture scrive:
            Re: No ma scusate...
            Beh tanto il bidon..ehm portatile verde ha solo 1GB di memoria quindi non c'è problema: non lo installerà nessuno tranne il suo programmatore
Chiudi i commenti