Microsoft brevetta i saluti

Potrà rivendicare le royalty su un servizio di saluti automatici da sfruttare con applicazioni di messaggistica istantanea e VoIP

Roma – Salutare la schiera di amici online è diventato una norma sociale. Una norma comunemente accettata dalla quale Microsoft intende trarre profitto, sviluppando un servizio di convenevoli automatizzati per i prodotti di messaggistica istantanea. Da brevettare.

Lo segnala The Register e lo testimonia una richiesta depositata lo scorso anno da BigM presso il Patent & Trademark Office statunitense.

Automatic goodbye messages , così, cinicamente, Microsoft descrive l’applicazione grazie alla quale congedarsi senza fatiche, una funzione che gli utenti di IRC sfruttano da anni al momento di abbandonare la chat. Il servizio di cui ora Microsoft detiene la paternità – si spiega con freddezza nel documento depositato presso l’ufficio brevetti – “quando un utente termina una conversazione con un interlocutore, invia automaticamente il saluto all’interlocutore stesso”. Una funzione particolarmente opportuna “quando è difficile chiudere una conversazione o se l’utente è di fretta” e si trova costretto a “chiudere la finestra senza concludere in maniera educata la conversazione con un messaggio di saluto”.

L’utente potrà vilmente congedarsi dal suo interlocutore con un messaggio tagliato su misura dell’amico, personalizzato in base all’orario, e addirittura in base della durata della conversazione. È così che l’applicazione bersaglierà l’intera lista di conoscenti online con messaggi sbrigativi come “scusami Anacleto, devo andare!”, con congedi affettati come “passa una giornata fantastica”, con saluti passepartout come “ciao, amico!”. Non è tutto: l’utente potrà ingannare gli interlocutori a proposito della sua educata presenza anche con un messaggio video o vocale, consegnato al momento del brusco abbandono della conversazione.

Microsoft, che recentemente si è espressa a favore della riforma del sistema dei brevetti, non è la sola a rivendicare la paternità di tecnologie e concetti di pubblico dominio, sfidando la prior art : IBM ha tentato di brevettare un “Sistema per gestire le prenotazioni per l’uso della toilette” e c’è chi per primo ha registrato al Patent Office l’uso improprio dell’altalena. C’è addirittura chi è riuscito ad aggiudicarsi la paternità della ruota, il “device circolare che facilita il trasporto”. Ma in quel caso lo ha fatto proprio per dimostrare l’assurdità dell’attuale sistema di brevettazione a stelle e strisce.

Gaia Bottà

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • max scrive:
    roba vecchia
    la sony sta solo copiando il disco olografico già esistente:http://en.wikipedia.org/wiki/Holographic_Versatile_Discquello di sony non è un progetto ambizioso come questo... dato che puntano ai 3.9 tera.
  • emoN e scrive:
    Playstation 4
    Vedrete che sarannomontati sulla playstation 4,che oltre ad essere una consolle fighissima con 4 processori vettoriali, tre ppc due gpu e un arm 11, avrà un vastissimo parco titoli di ben 8 giochi ognuno da 390GB, costerà meno di 1200 dollari (ma la sony ne perderà 1500 all'inizio) e sarà utilizzata soprattutto per scoprire gli alieni di alpha centauri!
    • Beccamorto scrive:
      Re: Playstation 4
      - Scritto da: emoN e
      Vedrete che sarannomontati sulla playstation
      4,che oltre ad essere una consolle fighissima con
      4 processori vettoriali, tre ppc due gpu e un
      arm 11, avrà un vastissimo parco titoli di ben 8
      giochi ognuno da 390GB, costerà meno di 1200
      dollari (ma la sony ne perderà 1500 all'inizio) e
      sarà utilizzata soprattutto per scoprire gli
      alieni di alpha
      centauri!Non sono alieni, sono coloni terrestri arrivati dai satelliti di Giovehttp://en.wikipedia.org/wiki/Terra_Nova:_Strike_Force_Centauri (cylon)
  • |91|%20HaCk -3r%20|91| scrive:
    Era ora! Ma...
    Scommetto chhe i discografici metteranno 100 euro di balzello su un prodotto così...
  • Marco scrive:
    Applausi x Sony!
    Ammazza... sempre all'avanguardia 'sti giapponesi!;) marcobianconiglio06.blogspot.com
  • vvvvvvvvvvv scrive:
    affidabilità
    dischi a 7 layer? ma se quelli a doppio layer sono già illeggibili dopo appena 6 mesi....a quando un supporto affidabile e duraturo?
    • BLah scrive:
      Re: affidabilità
      Infatti!Meno male che qualcuno lo dice, perché qui tra applausi e felicità per la notizia, c'è parecchia ignoranza.Cara Sony, magari prima cerchiamo di fare meglio i DVD?
    • anonimo scrive:
      Re: affidabilità
      supporto affidabile e duraturo? ci sono gia' e si chiamano pietra e tavolette d'argilla.Infatti, gli scritti egizi e assiri sono tuttora leggibili dopo 3/4000anni.Certo, ci sono problemi di densita' dei dati, di trasporto e di stoccaggio, ma non si puo' avere tutto.....
    • kindero scrive:
      Re: affidabilità
      Se continuiamo a usare supporti cinesi da 40 centesimi di che ci lamentiamo poi ?I supporti di qualità ci sono,ma la gente non li compra,e allora non lamentiamoci dopo 6 mesi....Ma soprattutto impariamo a conservarli bene,e non nelle bustine raccogli polvere o in posti con molta umidità,insomma ci siamo capiti.....
    • Simone scrive:
      Re: affidabilità
      Io ho 3 dvd dual layer della tdkpagati all'epoca 10 euro l'unoSono 1 anno e mezzo che sono stati masterizzatie funzionano perfettamente...Certo che magari dual layer senza marca a 4 potrebberò non durare...Ora, finita questa parte in puro stile di risposta internettiana, vorrei dire che la ricerca tecnologica non sempre all'inizio si basa su utliltà di tipo consumer...Si chiama Ricerca e Sviluppo, non produzione a basso costo per tutti in fondo...Se Marconi non avesse fatto esperimenti con apparecchi che ora voi direste poco usabili.. be non saremmo neanche qui a scrivere e commentare. Tra dieci anni quando userete dischi simili per salvarci sopra le foto del mare, dicendo che ne vorreste di + grossi... pensate al passato :)e Ora sbizzaritevi pure di risposte con piene di insulti velati (o no)Saluti
    • battagliacom scrive:
      Re: affidabilità
      quello che tu dici è giusto però anche se i supporti che oggi hanno al loro interno circa 5 Gb durano 6 mesi, almeno abbiamo dischi con 100Gb cjhe durano sempre 6 mesi!!!E poi i tuoi CD conservali meglio...come dice kindero
    • roberto scrive:
      Re: affidabilità
      Come hanno anche detto altri, evidentemente tu non li mantieni come si deve.....io ho cd vecchissimi e due dvd-dual layer uno da 1 annetto o forse più e l'altro da un po' di mesi ed entrambi funzionano tuttora benissimo. Certo per avere materiale funzionale questo deve essere di qualità e la qualità costa un po' di più!!!
Chiudi i commenti