Microsoft lancia Exchange 2010

La nota piattaforma di Microsoft per la collaborazione e la messaggistica debutta nella nuova versione e abbraccia il giovane modello software+servizi. In attesa di Azure

Roma – Nel corso della conferenza TechEd Emea 2009 di Berlino, Microsoft ha rilasciato Exchange 2010, un grosso aggiornamento alla sua nota suite per la messaggistica e collaborazione che fa un deciso passo verso il modello software-plus-services (S+S).

Microsoft Exchange 2010 Exchange 2010 fornisce agli utenti aziendali gli strumenti necessari non soltanto per creare soluzioni on premise , ossia quelle che girano direttamente sui server dell’azienda, ma anche per creare cloud e servizi web-based. Il nuovo Exchange promette anche di semplificare la migrazione da un tipo di soluzione all’altra, consentendo alle aziende di passare velocemente da soluzioni “on premise” a soluzioni “in the cloud” e viceversa.

A differenza del modello software-as-a-service (SaaS) abbracciato da rivali come Google e Salesforce.com, dove è previsto che tutti i servizi girino nella cloud e quindi sul Web, il modello S+S di Microsoft adotta un approccio ibrido: qui l’ambiente di computing non risieda interamente sul Web, ma al contrario le applicazioni in the cloud si affiaccancano e si integrano a quelle tradizionali in esecuzione sui client e sui server. In sostanza, BigM sostiene che, cloud o non cloud, di Windows ci sarà sempre bisogno.

Secondo Microsoft, il modello S+S fornisce maggiore flessibilità rispetto a quello SaaS, perché consente di scegliere dove eseguire le applicazioni lato server – nella cloud o sui sistemi locali – e quale tecnologia impiegare per la realizzazione e l’erogazione del servizio.

Microsoft sta implementando i concetti alla base di S+S nella sua imminente piattaforma di cloud computing, Windows Azure , la quale si integrerà intimamente con Exchange 2010.

Quest’ultimo introduce poi nuove funzionalità per l’archiviazione dei messaggi, clustering a livello del Database e piena integrazione con Outlook 2010 , un client che promette di semplificare ulteriormente la gestione delle email aziendali.

Exchange 2010 è disponibile esclusivamente nella versione a 64 bit, una scelta che Microsoft sta applicando a tutti i suoi software di classe enterprise, e gira su Windows Server 2008 SP2 o R2.

Presso il TechEd di Berlino Microsoft ha altresì annunciato l’acquisizione della tecnologia Teamprise di SourceGear , che consente agli sviluppatori di utilizzare il noto IDE open source Eclipse per creare applicazioni con il Visual Studio Team Foundation Server. Microsoft afferma che questo semplificherà enormemente lo sviluppo di applicazioni per Windows anche su sistemi operativi differenti dal proprio, come Unix, Linux e Mac OS X.

Alessandro Del Rosso

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • memoria storica scrive:
    Mancano solo le squadracce
    Salve,Dopo di questo manca solo che i veritci della societá si dichiarino estranei (cosa giá fatta) e che i nostri legislatori neghino l'accaduto affarmando che l'occupazione è un atto immorale e illegale.Adesso raffrontiamo questo periodo con un preciso periodo della storia Italiana, da fine Ottobre del 1925 al 1945 (si un ventennio), il proXXXXX e solo piú lento (ma se si continua su questa strada il risultato sará il medesimo).Cmnq, il risultato puó essere letto sui libri di storia (se nel frattempo non saranno "corretti").
    • skyeye scrive:
      Re: Mancano solo le squadracce
      secondo me e' partito tutto gia' nel maggio '94, quindi sono gia' 15 anni e se gli italiani non si svegliano supereremo anche il ventennio!!
  • Mi dispiace scrive:
    Occupare un'azienda non è un diritto
    Comprendo bene i problemi e le ansie dei lavoratori. Occorre però dire anche la verità. Io scriverò la verità sulla occupazione dei locali (quella sull'intrusione dei vigilantes la stanno già descrivendo altri).Non c'è alcuna legittimità nell'occupare. Le leggi sono chiarissime,come altrettanto chiaro è il metodo (vigliacco? furbesco?) di operare di chi dovrebbe fare rispettare le leggi. Forte con i deboli (singoli cittadini, persone non organizzate, extracomunitari), debole con i "forti", almeno nel senso di persone con alle spalle una organizzazione, un sindacato ecc.Allora, prima che ci troviamo in un paese in guerra civile, occorre che qualcuno - inutile grillo parlante, il cui destino è solo di essere calpestato, lo so - dica e scriva cheNON è legittimo occupare le fabbriche;NON è legittimo interrompere i treni;NON è legittimo interrompere le strade/autostradeecc. ecc. ecc. a seguire (NON è legittimo disegnare graffiti sui muri di non consenzienti...)Per la legge attuale è un REATO, poi come dire, abbiamo quelle favolose specialità "tarallucci e vino" con cui in Italia tutto si sistema.Non vale nemmeno che per dire i manifestanti "non siano offensivi e stiano a braccia alzate", perché quando uno occupa una sede stradale buono buono e con le braccia alzate, il problema da risolvere è che sgombri la strada, non che si metta a menare...Per dire, quando c'è una controversia per una casa tra un proprietario ed un affittuario, se quest'ultimo smette di pagare la pigione fa un atto arbitrario, come tale - dovrebbe - da punire.Poi il giorno che si cambiano le leggi, allora si potrà anche fare in altro modo.saluti, torno nella mia tana sottoterra.
    • Luther Blisset scrive:
      Re: Occupare un'azienda non è un diritto
      Quale organizzazione privata (vigilantes o squadraccia, chiamala come vuoi) è autorizzata a usare violenza contro il prossimo?Quale legge lo prevede?Avvertici quando cambiano le leggi perché (per adesso) NON è legittimo.Qui la posta in gioco ha molta più importanza del mero diritto di proprietà di un azienda fallita: si chiama libertà.Te dove lavori? Ti senti al sicuro dalla crisi? Ti è mai sfiorato il dubbio che un giorno potrebbe capitare a te o a tuo figlio di trovarti nella condizione di questi manifestanti? E se un giorno avessi qualcosa da dire e nessuno ti ascolta e ti viene voglia di MANIFESTARE, sei sicuro di vivere in un paese che ti tutela?Fai finta per un attimo di essere fra loro:http://www.crash.rai.it/sito/default.asp
      • shevathas scrive:
        Re: Occupare un'azienda non è un diritto
        - Scritto da: Luther Blisset
        Quale organizzazione privata (vigilantes o
        squadraccia, chiamala come vuoi) è autorizzata a
        usare violenza contro il
        prossimo?violenza è anche l'occupare sedi di terze persone.
        Quale legge lo prevede?quale legge prevede le occupazioni ?
        Qui la posta in gioco ha molta più importanza del
        mero diritto di proprietà di un azienda fallita:
        si chiama
        libertà.certo certo. Se ti prendi la libertà di esercitare violenza per la tutela dei tuoi diritti poi non piangere se anche altri si prendono tale libertà.
        giorno avessi qualcosa da dire e nessuno ti
        ascolta e ti viene voglia di MANIFESTARE, sei
        sicuro di vivere in un paese che ti
        tutela?
        posso venire a manifestare nel tuo salotto ? d'altronde il manifestare è un diritto quindi non puoi opporti alla mia legittima richiesta.
        Fai finta per un attimo di essere fra loro:
        http://www.crash.rai.it/sito/default.asp
        • Luther Blisset scrive:
          Re: Occupare un'azienda non è un diritto
          Manifestare è un diritto sancito dalla costituzione, menare NO.Se non capisci la differenza e inutile che te la spieghi.
          • Zanzarame scrive:
            Re: Occupare un'azienda non è un diritto
            - Scritto da: Luther Blisset
            Manifestare è un diritto sancito dalla
            costituzione,Bene. A che ora passiamo da casa tua, (nel tuo salotto, come si suggeriva poco sopra) per manifestare? Pensavamo di portare qualche uova piena di vernice, qualche bengala e altre delizie dell'armamentario tipico del provocatore/blackblock/centro_sociale/finto_pro_Cucchi, ecc.. Non so ancora quale costume indosserò...
            menare
            NO.Concordo pienamente
            Se non capisci la differenza e inutile che te la
            spieghi.Questo temo valga anche per te.Buona serata.Z.
          • skyeye scrive:
            Re: Occupare un'azienda non è un diritto
            invece di andare a manifestare nel salotto dell'amico e' meglio che tu vada al parlamento.. attualmente ce n'e' estremo bisogno, credimi!!
          • zanzarame scrive:
            Re: Occupare un'azienda non è un diritto
            - Scritto da: skyeye
            invece di andare a manifestare nel salotto
            dell'amico e' meglio che tu vada al parlamento..
            attualmente ce n'e' estremo bisogno,
            credimi!!Per favore, leggi meglio quello che ha scritto nr e quello che ho scritto io.Ok a manifestare, ma nel pieno rispetto delle leggi.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Occupare un'azienda non è un diritto
            Berlusconi vi ha proprio fatto il lavaggio del cervello! Tutti coloro che non approvano certi comportamenti da parte del "datore di lavoro" sarebbero dei rimastini da centro sociale ...
          • zanzarame scrive:
            Re: Occupare un'azienda non è un diritto
            - Scritto da: Joe Tornado
            Berlusconi vi ha proprio fatto il lavaggio del
            cervello! Tutti coloro che non approvano certi
            comportamenti da parte del "datore di lavoro"
            sarebbero dei rimastini da centro sociale
            ...Leggi meglio il mio commento precedente. Non si risponde all'illegalità con l'illegalità. Altrimenti torniamo alle BR o ai terroristi neri/fascisti.PS: avresti bisogno di una "prova grtutita senza impegno" nella democrazia ad alzo zero dell'ex DDR. Visto che qui stai così male.PS2: non voto PDL.
          • Joe Tornado scrive:
            Re: Occupare un'azienda non è un diritto
            Se l'illegalità consiste nell'occupare, senza danni, a tempo determinato, e con limitati disagi nei confronti degli altri, la sede di un'azienda, con lo scopo di attirare l'attenzione su un problema che evidentemente non è stato possibile risolvere in altro modo, la approvo al 100%. Del resto, i dipendenti che operano in questo modo sono certamente consapevoli di prendersi delle pesanti responsabilità: tentate le altre strade, non è rimasta loro che quella.Tutto ciò al di là del terrorismo, dittature sovietiche e quant'altro; e no, non sto così male qui (quando mai lo avrei scritto ?), perchè ho la fortuna di avere un lavoro sicuro e ben retribuito. Ma, rispetto a molti miei coetanei, mi sembra di essere un privilegiato.
          • logicaMente scrive:
            Re: Occupare un'azienda non è un diritto
            Premetto che non conosco tutti i dettagli della faccenda ma solo le informazioni passate sui media, pertanto preciso che parlo in generale.- Scritto da: Luther Blisset
            Manifestare è un diritto sancito dalla
            costituzioneL'articolo 40 della Costituzione dice proprio che "Il diritto di sciopero si esercita nellambito delle leggi che lo regolano": mi risulta che i picchetti di scioperanti non possano, per legge, trattenere quanti manifestano l'intenzione di entrare nel luogo di lavoro, oppure di uscire. Situazione che - secondo quanto si legge - si è invece verificata in Eutelia. Pertanto questi signori, con tutte le ragioni che possono avere e con tutta la solidarietà che meritano, hanno deliberatamente deciso di porsi fuori dalla legge.Fingere che solo "gli altri" abbiano sbagliato è un modo di distorcere la realtà.
            , menare
            NO.Concordo in pieno. E nessun comportamento precedente lo può giustificare. Se le botte ci sono state è giusto che questi squadristi (non sono niente di meno) vadano a sbollire per qualche tempo in galera. Insieme a chi li ha comandati, ovviamente.
            Se non capisci la differenza e inutile che te la
            spieghi.Se si guarda solo una faccia della medaglia, si fa un torto alla verità, imho.
  • pampa scrive:
    Eutelia non fallirà
    Eutelia sta benone e dopo queste vicende starà ancora meglio.L'operazione che questi galantuomini hanno fatto è stato scorporare un ramo dell'azienda che consideravano non più produttivo e darlo in pasto a degli sciacalli che di mestiere dismettono attività e licenziano persone, cercando di recuperare tutto il possibile.La cosa che sconcerta è che tra le persone che verranno licenziate ci sono delle professionalità incredibili, che hanno fatto la storia dell'informatica italiana e che ancora ieri stavano lavorando nei ministeri, alla RAI ecc.
    • Funz scrive:
      Re: Eutelia non fallirà
      mah, è l'ennesimo capitolo dello spezzatino Olivetti... ogni tanto tirano fuori dal freezer qualcuno dei tagli rimasti e se lo mangiano.
  • nograzie scrive:
    http://www.beppegrillo.it/2009/11/come_l
    http://www.beppegrillo.it/2009/11/come_licenziare/index.html
  • sock scrive:
    Ci vuole la faccia come...
    il culø da parte di Eutelia.Avrei fatto volentieri a meno di commentare questa notizia, ma non ci si può esimere dopo aver letto il comunicato inviato dalla società in questione alla redazione di PI.Non pagano gli stipendi da 4 mesi, e fanno pure le vittime.
  • Anonimo scrive:
    Elitel
    Qualcuno ha notizie sulla situazione di Elitel ?In rete non si trova piu' nulla...
    • vhg5fwsv scrive:
      Re: Elitel
      - Scritto da: Anonimo
      Qualcuno ha notizie sulla situazione di Elitel ?
      In rete non si trova piu' nulla...forse perchè è fallita da due anni?
  • Marco Ferrari scrive:
    aziende estranee???
    "...aziende estranee come la scrivente Eutelia".CHE FACCIA TOSTA.
  • Giuseppe Rossi scrive:
    Conoscendo Eutelia
    La descrizione dell'accaduto parla da sola, per chi ha un minimo di intuito non è necessario spiegare nulla, come non è necessario spiegare con che genere di persone si ha a che fare.
    • Blue Knight scrive:
      Re: Conoscendo Eutelia
      - Scritto da: Giuseppe Rossi
      La descrizione dell'accaduto parla da sola, per
      chi ha un minimo di intuito non è necessario
      spiegare nulla, come non è necessario spiegare
      con che genere di persone si ha a che
      fare. :D eutelia = dialer !Uno dei peggiori sconci italiani: truffe telefoniche per centinaia di milioni di euro impunite, alla faccia di milioni di truffati !I dipendenti sapevano benissimo come lavorava la loro azienda, se sono rimasti significa che hanno lo stesso "senso etico" del signor Landi e difatti stanno giá iniziando a sbranarsi a vicenda.auguri, io mi godo lo spettacolo !
  • pippo pip scrive:
    staccate la corrente al noc
    staccate la corrente al noc e ai gruppi di continuita' cosi' vedrete per magia vi ascolteranno. e se non basta pubblicate casualmente tutte le notizie riservate della direzione che si custodiscono li' dentro: tanto non farete mai un giorno di galera ma almeno lorsignori verranno sXXXXXXXti
    • DarkSchneider scrive:
      Re: staccate la corrente al noc
      - Scritto da: pippo pip
      staccate la corrente al noc e ai gruppi di
      continuita' cosi' vedrete per magia vi
      ascolteranno. e se non basta pubblicate
      casualmente tutte le notizie riservate della
      direzione che si custodiscono li' dentro: tanto
      non farete mai un giorno di galera ma almeno
      lorsignori verranno
      sXXXXXXXtiFornendo eutelia la telefonia (con obbligo previsto dalla legge sul servzio universale), anche in ULL, credo che la cosa potrebbe essere interruzione di pubblico servizio.In ogni caso questo tipo di azioni fanno sempre passare dalla parte del torto.Ovviamente quello che è sucXXXXX è ben più grave.
      • pippo pip scrive:
        Re: staccate la corrente al noc

        Fornendo eutelia la telefonia (con obbligo
        previsto dalla legge sul servzio universale),
        anche in ULL, credo che la cosa potrebbe essere
        interruzione di pubblico
        servizio.e cosa si rischia, di mandare 1500 persone oneste in galera?ammesso poi si sappia chi ha visto chi fisicamente ha staccato la corrente?e poi si sa, i guasti capitano sempre sui macchinari delicati, capirai... :D :De poi con quello che stanno combinando a roma per salvare il nano e gli amici pensate di fare un solo giorno di galera? ma se chi ha XXXXXXXX 14 miliardi ai risparmiatori come il tanzi se ne sta tranquillo in villa..
        In ogni caso questo tipo di azioni fanno sempre
        passare dalla parte del
        torto.
        Ovviamente quello che è sucXXXXX è ben più grave.quando il potere e' arroganza e la giustizia non e' piu' tale e' normale che si scelgano altre modalita' di risoluzione. Meglio tirare giu' un noc e gli interessi economici di qualche furbetto che vedere gente che non ha piu' niente da perdere inferocita e pronta ad atti molto piu' gravi.L'ira del mite e dell'onesto sono molto piu' pericolose di quel che si creda.
        • Mi dispiace scrive:
          Re: staccate la corrente al noc
          - Scritto da: pippo pip
          quando il potere e' arroganza e la giustizia non
          e' piu' tale e' normale che si scelgano altre
          modalita' di risoluzione.No, è comprensibile, ma non normale. E' anzi pericoloso, quando si inizia poi non si sa se si riesce a fermarsi.Negli affetti è bene dare spazio ai sentimenti, nelle altre cose occorrerebbe ricorrere a freddissimi ragionamenti, e basta.
      • attonito scrive:
        Re: staccate la corrente al noc

        Fornendo eutelia la telefonia (con obbligo
        previsto dalla legge sul servzio universale),
        anche in ULL, credo che la cosa potrebbe essere
        interruzione di pubblico
        servizio.
        In ogni caso questo tipo di azioni fanno sempre
        passare dalla parte del torto.
        Ovviamente quello che è sucXXXXX è ben più grave.e quelli che occupano porti, strade, ferrovie, autstrade non sono anche loro interruttori di pubblico servizio? eppure non ho visto un solo cassintegrato carcerato perche mi stava davanti al casello impedendomi di andare al lavoro.....
        • DarkSchneider scrive:
          Re: staccate la corrente al noc
          - Scritto da: attonito
          e quelli che occupano porti, strade, ferrovie,
          autstrade non sono anche loro interruttori di
          pubblico servizio? eppure non ho visto un solo
          cassintegrato carcerato perche mi stava davanti
          al casello impedendomi di andare al
          lavoro.....E' vero, anche per questi casi.Sinceramente sono forme di protesta che non riesco a giustificare in nessun modo. Il diritto di sciopero, di manifestazione e di protesta non dovrebbe in alcun modo ledere i diritti degli altri cittadini.Poi lo so, questo succede solo nel mondo ideale, che non esiste, e in parte è anche comprensibile, stanno protestando per i loro diritti calpestati, detto ciò non riesco proprio a condividerlo.
          • skyeye scrive:
            Re: staccate la corrente al noc
            - Scritto da: DarkSchneider
            detto ciò non riesco proprio a
            condividerlo.non te lo auguro, ma SE ti capita... e spera anche che le voci sul fatto che l'Italia sia prossima Argentina siano false.. altrimenti ti vedo anche a te correre su e giu' per l'autostrada.. a piedi pero'
          • DarkSchneider scrive:
            Re: staccate la corrente al noc
            - Scritto da: skyeye
            - Scritto da: DarkSchneider

            detto ciò non riesco proprio a

            condividerlo.

            non te lo auguro, ma SE ti capita... e spera
            anche che le voci sul fatto che l'Italia sia
            prossima Argentina siano false.. altrimenti ti
            vedo anche a te correre su e giu' per
            l'autostrada.. a piedi
            pero'Dunque l'unico modo possibile per far valere i propri diritti è calpestare i diritti di altri?Se è così la fine dell'italia sarà peggiore di quella dell'argentina.Per mettere in chiaro le cose io sono contrario a certi metodi di protesta non certo alla lotta per i propri diritti!
          • skyeye scrive:
            Re: staccate la corrente al noc
            a meno che tu non sia ad alti livelli (manager di grandi societa', politici da regionali in su..), gli altri ti stanno gia' calpestando i TUOI diritti.. SVEGLIATI!!!
  • Cittadino onesto scrive:
    Eutelia fallirà. E' naturale.
    Eutelia fallirà. E' naturale. E' la naturale finedi questo (sotto)tipo di aziende italiane.
    • pampa scrive:
      Re: Eutelia fallirà. E' naturale.
      Di cosa stai parlando?
    • God bless America scrive:
      Re: Eutelia fallirà. E' naturale.
      - Scritto da: Cittadino onesto
      Eutelia fallirà. E' naturale. E' la naturale fine
      di questo (sotto)tipo di aziende italiane. quotone. E' giusto così
    • Teo_ scrive:
      Re: Eutelia fallirà. E' naturale.
      Dici che non è solo colpa mia?http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2493093&m=2494158#p2494158
      • Mi dispiace scrive:
        Re: Eutelia fallirà. E' naturale.
        - Scritto da: Teo_
        Dici che non è solo colpa mia?
        http://punto-informatico.it/b.aspx?i=2493093&m=249OpXXXXX... fammi la lista delle altre azioni che possiedi,do' una controllatina... :-)vabbè, ho fatto la battuta, lo so che è una vicenda tragica.Ma tanto la vita è così, mio padre - giuro - si è infermato una settimana fa,che faccio, mi faccio travolgere dall'ansia e rinuncio ad una risata?Adesso torno a casa e me lo coccolo. Faccio quello che posso. Dopo 80 anni di vita e tanti pesi che ha portato, questa non ci voleva.E' il mio turno ad aiutarlo a portare la croce. Scusate lo sfogo
Chiudi i commenti