Microsoft risponde su Passport

Sono cominciati gli incontri con le associazioni che difendono i consumatori. Microsoft vuole spiegare perché Passport non rappresenta un problema per la privacy degli utenti


Capitol Hill (USA) – Microsoft ha dato il via ad una serie di incontri con il Center for Democracy and Technology ( CDT ), noto gruppo di pressione americano che ha l’obiettivo di promuovere la libertà democratica nell’era digitale: l’intenzione è quella di rassicurare un po’ tutti sulla tutela della privacy degli utenti, un tema divenuto caldo con l’inserimento di Passport all’interno di WindowsXP.

Così si sono incontrati per un paio d’ore una mezza dozzina di rappresentati dell’azienda di Redmond insieme agli avvocati del CDT. Non sono stati rilasciati commenti dettagliati sul contenuto della riunione ma si sa che ad essere sotto osservazione è Passport e che i colloqui sono stati “amichevoli e proficui”.

Ari Schwartz, direttore associato al CDT, ha detto: “Noi speriamo di poter ottenere presto qualche dettaglio importante. In qualche caso ci siamo arrivati ma in altre aree abbiamo ancora molte domande (da fare a Microsoft)”.

Passport è finito sotto osservazione perché si appresta a divenire un sistema di registrazione dei dati personali di milioni di utenti, dunque “di massa”, proprio con il suo inserimento in WindowsXP, il nuovo sistema operativo Microsoft la cui uscita è prevista per il prossimo 25 ottobre.

Passport è di fatto il primo sistema nel suo genere che permetterebbe agli utenti di effettuare un’unica registrazione per sfruttare i servizi Microsoft ma anche servizi di terze parti o siti che semplicemente decidessero di utilizzare questa forma di controllo sui dati degli utenti.

I consumatori lamentano il rischio che questo database arrivi a contenere una quantità di informazioni personali impressionanti, la cui sicurezza sarebbe determinante per tantissimi e che, proprio per questo, potrebbe divenire oggetto di attacchi da parte di cracker senza scrupoli.

“Microsoft ha detto che ognuno sarà in grado di controllare le informazioni fornite”, ha rassicurato Schwartz, ma “noi vogliamo una discussione pubblica sui rischi che rappresenta (questo sistema) e per farlo abbiamo bisogno di ricevere risposte oneste alle nostre domande”.

Adam Sohn, un product manager di Microsoft, ha confermato che l’azienda si è presentata all’incontro in modo “da offrire i fatti in modo chiaro e trasparente”.

Questo incontro, che è comunque il primo di una probabile serie, arriva a pochi giorni di distanza dalla notizia secondo cui un gruppo di associazioni di consumatori inglesi e americane ha fatto sapere di voler chiedere ufficialmente l’intervento della Commissione sul commercio (Federal Trade Commition – FTC) degli Stati Uniti affinché Passport sia esaminato a fondo: per raggiungere la certezza che il nuovo sistema Microsoft non violi le norme sulla tutela della privacy garantite ai cittadini europei dalle normative comunitarie.

La tua email sarà utilizzata per comunicarti se qualcuno risponde al tuo commento e non sarà pubblicato. Dichiari di avere preso visione e di accettare quanto previsto dalla informativa privacy

  • Anonimo scrive:
    passi in avanti
    qualche anno fa molti consideravano gli sms come un giochetto. divertente si.. ma NESSUNO gli avrebbe usati per comunicare.. troppo difficile premere tutti quei tasti.... oggi se ne mandano milioni al giorno..io penso che tutte queste iniziative vadano bene.. perchè al di là di cosa la tecnologia attualmente a portata di oggi permette... serve per abituare gli utenti a integrare servizi internet nel cellulare.. a intenderlo in un modo diverso..e molti tra qualche anno, con l'arrivo di umts, probabilmente nn ne potranno fare a meno..
  • Anonimo scrive:
    Sicureza & affidabilita'
    Se la sperimentazione parte dalla Sunrise (Svizzera), stiamo freschi: Il loro sistema di WEB mail (Basato su VB) e' lento da far paura e funziona una volta si' e tre no. Per non parlare della sicurezza: Un buco pazzesco che permetteva di accedere alle caselle di posta di altri utenti e' rimasto "aperto" per mooooolti giorni (E si sono beccati pure l'"oscar" per il sito piu' insicuro della Svizzera).E' proprio vero: "Chi si assomiglia, si piglia" !
  • Anonimo scrive:
    E brava Maicrosoft, va...
    Una volta tanto una bella trovata di M$, non ho mai capito perchè finora non l'aveva ancora realizzata nessuno...Comodissimo mon tanto per ricevere la posta, che su un gsm è solo una gran menata, quanto per la possibilità di inviare brevi e-mail da qualunque posto con l'ausilio di un semplice cellulare.E poi, via, forse con gli sms finalmente Bill Gates potrà vantarsi di fornire un servizio a prova di virus...
    • Anonimo scrive:
      Re: E brava Maicrosoft, va...
      beh non mi sembra una grandissima invenzione!che io sappia sia OPI che Wind permettono di inviare mail via SMS...
    • Anonimo scrive:
      Re: E brava Maicrosoft, va...

      Una volta tanto una bella trovata di M$, non
      ho mai capito perchè finora non l'aveva
      ancora realizzata nessuno...Ci sono gia' diverse implementazioni, io stesso ho usato un programmino in Java che lo faceva.
    • Anonimo scrive:
      Re: E brava Maicrosoft, va...
      Io con il cellulare ci telefono. Quando non c'è nessuno o lascio un messaggio in segreteria o mando un Sms.Grande rivoluzione E I FILE IN ATTACHMENT? arriveranno pure quelli va. il copia incolla?
  • Anonimo scrive:
    Hotmail presto via SMS
    Finalmente una bellissima notizia era ora! :-)
  • Anonimo scrive:
    eheh che culo che ho!!
    guarda a caso il mio ISP di telefonia mobile si chiama proprio Sunrise.. :)))
    • Anonimo scrive:
      Re: eheh che culo che ho!!

      guarda a caso il mio ISP di telefonia mobile
      si chiama proprio Sunrise.. :)))Preparati a ricevere un .doc da 500K spedito sul tuo cellulare da Sircam :-)Virus che colpiscono Outlook e il cellulare, bellissimo ...
  • Anonimo scrive:
    hotmail nel gsm?
    Oh povero me! mi ritrovo centinaia di spam nelle casella hotmail ogni settimana, pensate se dovessero arrivarmi nel cell!
    • Anonimo scrive:
      Re: hotmail nel gsm?
      E' perche' non sei stato bravo a chiudere i filtri anti spam.Nella mia mailbox non arriva nulla o quasi nulla di spam
    • Anonimo scrive:
      Re: hotmail nel gsm?
      Metti i filtri! A me funzionano a meraviglia!- Scritto da: Antonio Fanelli
      Oh povero me! mi ritrovo centinaia di spam
      nelle casella hotmail ogni settimana,
      pensate se dovessero arrivarmi nel cell!
      • Anonimo scrive:
        Re: hotmail nel gsm?
        E poi presumo che per il servizio di inoltro sul cellulare ci sarà la possibilità di settare altri filtri aggiuntivi, perchè al di là dello spam, se la tua ragazza o il tuo capo ti inviano una mail di un migliaio di caratteri ti si riempie la memoria del cellulare in un botto solo...- Scritto da: giobar
        Metti i filtri! A me funzionano a meraviglia!

        - Scritto da: Antonio Fanelli

        Oh povero me! mi ritrovo centinaia di spam

        nelle casella hotmail ogni settimana,

        pensate se dovessero arrivarmi nel cell!
        • Anonimo scrive:
          Re: hotmail nel gsm?
          - Scritto da: Molly Million
          E poi presumo che per il servizio di inoltro
          sul cellulare ci sarà la possibilità di
          settare altri filtri aggiuntivi, perchè al
          di là dello spam, se la tua ragazza o il tuo
          capo ti inviano una mail di un migliaio di
          caratteri ti si riempie la memoria del
          cellulare in un botto solo...
          Mavà, un SMS rimane un SMS, cioè 160 caratteri... e visto che adesso siti e portali pagano salatigli SMS che mandano, dubito che ti mandino migliaia di SMS solo per un'email :)mandati
          - Scritto da: giobar

          Metti i filtri! A me funzionano a
          meraviglia!



          - Scritto da: Antonio Fanelli


          Oh povero me! mi ritrovo centinaia di
          spam


          nelle casella hotmail ogni settimana,


          pensate se dovessero arrivarmi nel
          cell!
Chiudi i commenti